Bitcoin Forum

Local => Italiano (Italian) => Topic started by: Stemby on July 01, 2011, 01:29:36 PM



Title: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 01, 2011, 01:29:36 PM
Propongo di raccogliere in questa discussione tutto ciò che concerne la sfera fiscale (con baricentro l'Italia).

Inizio con una lettura piuttosto divertente:

http://forum.commercialistatelematico.com/altri-argomenti/42218-bitcoin-che-tipo-di-reddito-e.html


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 01, 2011, 02:05:56 PM
Mi sono iscritto, e sono sotto moderazione per ora.
Appena mi abilitano do qualche commento e farò qualche domanda :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZEB-DEMON on July 01, 2011, 02:08:31 PM
Quote
da quanto chiarito quoto la tesi dei valori mobiliari (nella specie titoli atipici), la cui rivalutazione va tassata come "guadagno di capitale", anche se restano ancora molte "aree d'ombra", che andrebbero chiarite con il cliente e con le società che gestiscono il sistema dei Bitcoin.

rotolo xD

Quote
In alternativa, potrebbe trattarsi di una sorta di conto prepagato "a ricarica" dato che la traduzione italiana più probabile di Bitcoin è proprio "moneta elettronica".

Solo che andando per questa seconda soluzione appare difficile giustificare "la rivalutazione" senza pensare ad un impiego finanziario dei fondi ricaricati.

rotolo sempre di +

Quote
Riguardo la tracciabilità: se è vero che lo scambio dei bitcoin può essere anonimo alla fine c'è sempre un bonifico fatto da un soggetto ad un altro e quindi l'anonimato non esiste

loooooooooool

Mi sono iscritto, e sono sotto moderazione per ora.
Appena mi abilitano do qualche commento e farò qualche domanda :)

nooooooooooooo fammi divertire ancora un po, non dargli spiegazioni xD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 01, 2011, 02:11:22 PM
Mi pare che mi abbiano cancellato l'account, "senza aver scritto nulla".
Provo a registrarmi ancora, magari mi hanno confuso per un bot ...

EDIT:
Io volevo fare un intervento serio  :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZEB-DEMON on July 01, 2011, 02:15:08 PM
Mi pare che mi abbiano cancellato l'account, "senza aver scritto nulla".
Provo a registrarmi ancora, magari mi hanno confuso per un bot ...

EDIT:
Io volevo fare un intervento serio  :)

ti ammiro, non ci avrei nemmeno perso tutto sto tempo xD

parliamo di gente che TEORICAMENTE dovrebbe avere delle basi di economia e non è riuscita nemmeno a capire un articolo wiki dati i commenti che leggo.. ahahah a me sembrano parecchio ottusi, potresti spiegarglielo per mesi e rimanere con la stessa situazione attuale xD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 01, 2011, 02:16:42 PM
Se mi cancellano ancora lascio perdere, la cosa si muove comunque al di la di quel che penseranno e scriveranno.
Volevo giusto dare il mio contributo :(


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: rb1205 on July 01, 2011, 02:17:25 PM
C'è da dire che il bitcoin è una cosa ben fuori dagli schemi dell'economia tradizionale. Se, come appassionati informatici, non abbiamo problemi a capirne il funzionamento, credo proprio che dal punto di vista economico e normativo la cosa non sia banale, anzi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 01, 2011, 02:33:54 PM
Mi hanno cancellato l'account ancora una volta, pace a loro ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZEB-DEMON on July 01, 2011, 04:51:14 PM
Mi hanno cancellato l'account ancora una volta, pace a loro ;D

vogliono rimanere ignoranti :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BaK on July 01, 2011, 05:22:44 PM
..Eppure in futuro potrebbe essere un bel problema...
Non per l'"uomo della strada" che fa i suoi guadagni e via... Ma per le aziende che inizieranno ad accettare i bitcoin e si sentiranno libere di non dichiarare nulla per via della soluzione del tutto innovativa che si offre...

Un paese che guadagna il 20% (faccio un esempio a caso :) ) su tutti i movimenti commerciali che si effettuano, non sarà invogliato a frenare questa alternativa libera..?

Comunque sono problemi che si porranno in un notevole futuro...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZEB-DEMON on July 01, 2011, 05:53:28 PM
Un paese che guadagna il 20% (faccio un esempio a caso :) )

in effetti non dovrebbe.. iniziasse ad adeguarsi.. :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 20, 2011, 10:01:42 AM
Per curiosità sono tornato sul sito, e ho trovato la spiegazione:
Quote
ARGOMENTI DI DISCUSSIONE RISERVATI AGLI UTENTI ABBONATI
Forum riservato agli abbonati del sito www.commercialistatelematico.com.
Che comunque cambia poco ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: emarketer on July 21, 2011, 01:48:28 PM
stessa sorte per il sottoscritto: ma la registrazione è riservata agli eletti? ah, senza nemmeno notificarmi che ci vuole l'abbonamento o simili :-\
in ogni caso ho dato un'occhiata alle discussioni e direi che certe lasciano a desiderare...per cui poco male  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 03, 2012, 01:54:49 PM
Sono riuscito ad iscrivermi e a proseguire questa discussione:
http://forum.commercialistatelematico.com/altri-argomenti/42218-bitcoin-che-tipo-di-reddito-e.html

Magari però qualcun'altro più preparato di me potrebbe fare domande più mirate delle mie.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZEB-DEMON on May 03, 2012, 05:05:49 PM
Sono riuscito ad iscrivermi e a proseguire questa discussione:
http://forum.commercialistatelematico.com/altri-argomenti/42218-bitcoin-che-tipo-di-reddito-e.html

Magari però qualcun'altro più preparato di me potrebbe fare domande più mirate delle mie.

Mi pare che tu stia parlando (da persona logica) con gente che se non ha una legge esatta scritta non sa cosa fare nella vita. Questi non hanno immaginazione/fantasia/logica.. purtroppo nemmeno chi ci governa, quindi i problemi restano li.. finchè non ci sarà una legislazione apposita, bitcoin sarà un "problema" per il fisco.. cmq uno dei tre tizi mi ha dato il nervoso solo a leggerlo.. solito spocchioso, che manco legge bene quello che scrivi e sputa sentenze cinofalliche.. vediamo se indovini chi xD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on May 03, 2012, 07:22:48 PM
Direi che l'opportunita' di sfuggire al leviatano delle banane e al IV Reich dei cravattari sia uno dei piu' importanti vantaggi dei bitcoin. Se poi uno vuole autodenunciarsi ai parassiti della societa' nessuno glielo impedisce. A costoro suggerirei di offrirsi volontari per la costruzione di piramidi e mausolei inneggianti alle gerarchie che ci opprimono e reprimono.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 03, 2012, 08:39:24 PM
Eh vabbe, rimane il piacere della discussione.
Tanto più che non sono proprio in casa mia la e non posso lasciarmi prendere cosi facilmente dai bollori.
Al di la di questo cercherei di avere meno pregiudizi, non è detto che il parere di quel tizio e pochi altri rispecchi quello di tanti altri.
Magari molti sono solo perplessi e insicuri, e non vogliono ancora prendere una posizione ... per quanto siano comunque infinitamente interessati.

Tanto per farti un esempio, in una discussione pubblica su facebook, ecco cosa mi ha risposto uno:
Quote
mi sorprende che al tuo incontro non siano venuti né avvocati né commercialisti. Come avvocati seguiamo tutto il digital soprattutto gaming e gambling e c'è veramente tanto lavoro (retribuito). Io sarei venuto volentieri


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: rb1205 on May 04, 2012, 02:09:56 PM
Direi che l'opportunita' di sfuggire al leviatano delle banane e al IV Reich dei cravattari sia uno dei piu' importanti vantaggi dei bitcoin. Se poi uno vuole autodenunciarsi ai parassiti della societa' nessuno glielo impedisce. A costoro suggerirei di offrirsi volontari per la costruzione di piramidi e mausolei inneggianti alle gerarchie che ci opprimono e reprimono.

Uhm... nei parassiti della società includi anche gli ospedali che ci curano quando stiamo male, i servizi che fanno funzionare la nostra società e le strutture pubbliche che usiamo tutti i giorni?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Dusty on May 04, 2012, 02:18:41 PM
Uhm... nei parassiti della società includi anche gli ospedali che ci curano quando stiamo male, i servizi che fanno funzionare la nostra società e le strutture pubbliche che usiamo tutti i giorni?
I parassiti sono coloro che percepiscono uno stipendio che in un mercato libero altrimenti nessuno pagherebbe.

In generale i servizi che "fanno funzionare la nostra società" sono utili, e quindi qualcuno li pagherebbe per sfruttarli.
Non c'è bisogno di una forzatura per pagare un servizio utile, se nessuno lo volesse pagare, per definizione, non sarebbe utile e quindi non ci sarebbe richiesta.

Però eviterei di deragliare la discussione sull'anarchia, magari apritevi un forum thread, grazie ;-)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 04, 2012, 02:16:21 PM
La questione contabile/fiscale è a mio avviso cruciale, se si vuole diffondere l'uso del Bitcoin. Ne stavamo discutendo proprio ora sul canale IRC, e purtroppo continua ad essere aperto un grosso punto interrogativo.

Secondo me, l'analogia su cui potrebbe basarsi un ragionamento solido è quella col baratto. Qualcuno sa come viene gestito dal punto di vista contabile e fiscale il baratto a livello commerciale (e quindi non tra semplici privati)? C'è qualche commercialista in ascolto, o qualcuno che ne conosca almeno uno?

Grazie!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on June 04, 2012, 04:42:22 PM
Bisogna cercare su internet notizie a proposito della "permuta". Qui ho trovato qualcosa: http://www.fiscooggi.it/attualita/articolo/applicazione-dellimposta-nelle-operazioni-permutative , per esempio:
"l'articolo 13 del Dpr 633/72 individua come base imponibile delle operazioni permutative il "valore normale dei beni e dei servizi che formano oggetto di ciascuna di esse" "


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 04, 2012, 06:45:23 PM
Bisogna cercare su internet notizie a proposito della "permuta". Qui ho trovato qualcosa: http://www.fiscooggi.it/attualita/articolo/applicazione-dellimposta-nelle-operazioni-permutative
Ho dato un'occhiata, ma sinceramente ci ho capito ben poco.

Facciamo un esempio: fattura dal dentista. Ci sarà un imponibile + un'imposta (IVA). Se un agricoltore volesse saldare la prestazione del dentista con del suo vino/olio/ecc., e il dentista fosse d'accordo ad accettare questi beni come forma di pagamento, come ci si dovrebbe comportare?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on June 04, 2012, 07:07:40 PM
Non ne ho idea, così a naso suppongo che il dentista dovrebbe pagare sul vino/olio le tasse dovute prendendo in considerazione il "prezzo normale" (che suppongo che sia il prezzo di mercato per quel bene o bene simile).

Sembra il modo più razionale, ma proprio per questo non è detto che sia così. Purtroppo si trova poco sulla permuta di beni mobili, e tanto sui beni immobili.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 01:26:36 PM
Qui finalmente si capisce qualcosa:

http://www.zerorelativo.it/blog/2011/04/14/un-commerciante-puo-barattare/

La permuta è quindi sempre applicabile, in tutte le casistiche possibili:

professionista ↔ professionista
professionista ↔ privato

beni fisici ↔ beni fisici
beni fisici ↔ servizi
servizi ↔ servizi
servizi ↔ beni fisici

Se dal punto di vista fiscale a questo punto un'idea me la sono fatta, continua a non essermi chiara la contabilità. Non sarebbe male avere una guida operativa su come procedere nei vari casi.

Sempre riguardo il fisco avrei ancora un grosso dubbio: ma quindi un professionista deve emettere fattura sui Bitcoin che versa in cambio di un bene/servizio ricevuto in permuta?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: paci on June 05, 2012, 01:47:18 PM
Qui finalmente si capisce qualcosa:

http://www.zerorelativo.it/blog/2011/04/14/un-commerciante-puo-barattare/

La permuta è quindi sempre applicabile, in tutte le casistiche possibili:

professionista ↔ professionista
professionista ↔ privato

beni fisici ↔ beni fisici
beni fisici ↔ servizi
servizi ↔ servizi
servizi ↔ beni fisici

Se dal punto di vista fiscale a questo punto un'idea me la sono fatta, continua a non essermi chiara la contabilità. Non sarebbe male avere una guida operativa su come procedere nei vari casi.

Sempre riguardo il fisco avrei ancora un grosso dubbio: ma quindi un professionista deve emettere fattura sui Bitcoin che versa in cambio di un bene/servizio ricevuto in permuta?

Certo che si. In pratica se io "barbiere" accetto bitcoin per un taglio di capelli, emetto comunque ricevuta/fattura da 10 euro + iva, anche se in alternativa ho accettato 3 bitcoin.

Allo stato interessa che tu emetta fattura nella sua valuta, e che ci paghi l'iva sopra; non cosa tu abbia ottenuto a fronte
di quella fattura (tanto è vero che si è sempre pagata l'iva, indipendentemente che la fattura sia stata saldata o meno).

/paci


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on June 05, 2012, 01:53:30 PM
Scusate ma chi decide il valore di quei 3 Bitcon!?
Come si fa quindi a dimostrare allo stato che il valore di quei Bitcoin valeva esattamente quei 10/20/30 euro?
Il valore dei Bitcoin è gestito dal mercato ogni secondo che passa, anzi, è del tutto gestito "li" nel luogo dove ci troviamo.
Sarà diverso ad esempio da una regione italiana dall'altra, anche se lo scambio avverrà nello stesso istante per magari anche gli stessi prodotti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 01:57:05 PM
Sempre riguardo il fisco avrei ancora un grosso dubbio: ma quindi un professionista deve emettere fattura sui Bitcoin che versa in cambio di un bene/servizio ricevuto in permuta?

Certo che si. In pratica se io "barbiere" accetto bitcoin per un taglio di capelli, emetto comunque ricevuta/fattura da 10 euro + iva, anche se in alternativa ho accettato 3 bitcoin.
Non hai capito il mio dubbio. Questo è ovvio.

L'esempio del barbiere non torna benissimo, ne faccio un altro: permuta pomodori pelati dell'azienda ABC S.p.A. contro Bitcoin versati dalla mensa XYZ S.r.l.

Fattura pelati: 400 € + IVA

Al cambio attuale sarebbero circa 100 BTC. XYZ S.r.l. deve emettere fattura su quei 100 BTC? Se sì, in pratica lo Stato incasserebbe 2 volte l'IVA, per una sola transazione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 02:02:01 PM
Scusate ma chi decide il valore di quei 3 Bitcon!?
Come si fa quindi a dimostrare allo stato che il valore di quei Bitcoin valeva esattamente quei 10/20/30 euro?
Il valore dei Bitcoin è gestito dal mercato ogni secondo che passa, anzi, è del tutto gestito "li" nel luogo dove ci troviamo.
Sarà diverso ad esempio da una regione italiana dall'altra, anche se lo scambio avverrà nello stesso istante per magari anche gli stessi prodotti.

Secondo me questo è un problema marginale: basta dimostrare di star utilizzando il più probabile valore di mercato. Semmai, se il Bitcoin risultasse essere soggetto a IVA, mi piacerebbe capire quale sarebbe l'imponibile, e quale aliquota applicare (temo la massima).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on June 05, 2012, 02:04:22 PM
Vorrei però ricordare che è un valore molto speculativo.
Tanto per dire, la fattura dei pelati potrebbe anche essere nella moneta comune 400 euro, ma verranno invece scambiati in 300 euro perchè convinti che il valore dei Bitcoin è in crescita esponenziale nelle successive settimane ( tanto per dire )


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 02:06:03 PM
Tanto per dire, la fattura dei pelati potrebbe anche essere nella moneta comune 400 euro, ma verranno invece scambiati in 300 euro perchè convinti che il valore dei Bitcoin è in crescita esponenziale nelle successive settimane ( tanto per dire )

No, questa cosa non esiste. Il prezzo deve essere coerente con il cambio attuale: ad esempio si potrebbe pensare alla media ponderata degli scambi nelle ultime 24 ore per il mercato europeo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on June 05, 2012, 02:08:32 PM
Come non esiste? Mi stai dicendo che il prezzo di un servizio / prodotto non può essere deciso liberamente nell'accordo fra i 2? O_o
Bitcoin è una moneta decentralizzata per definizione, quindi parlare di cambio attuale è solo una comodità per qualcuno non una cosa imposta.
Il valore dei Bitcoin ( di quei Bitcoin che uno dei 2 ha in mano ) è del tutto libero da imposizioni esterne.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 02:12:31 PM
Come non esiste? Mi stai dicendo che il prezzo di un servizio / prodotto non può essere deciso liberamente nell'accordo fra i 2? O_o
Lo escludo, proprio perché per la permuta BISOGNA dimostrare di star applicando il più probabile valore di mercato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: paci on June 05, 2012, 02:31:26 PM
Non hai capito il mio dubbio. Questo è ovvio.

L'esempio del barbiere non torna benissimo, ne faccio un altro: permuta pomodori pelati dell'azienda ABC S.p.A. contro Bitcoin versati dalla mensa XYZ S.r.l.

Fattura pelati: 400 € + IVA

Al cambio attuale sarebbero circa 100 BTC. XYZ S.r.l. deve emettere fattura su quei 100 BTC? Se sì, in pratica lo Stato incasserebbe 2 volte l'IVA, per una sola transazione.

Chiedo scusa, non avevo capito il tuo dubbio. Cmq, si, sono 2 fatture con 2 IVA da pagare, ma anche 2 IVA da
scaricare viceversa. ABC emette una fattura, ma ne riceve anche una. E la stessa cosa per XYZ.

/paci


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: paci on June 05, 2012, 02:35:39 PM
Come non esiste? Mi stai dicendo che il prezzo di un servizio / prodotto non può essere deciso liberamente nell'accordo fra i 2? O_o
Lo escludo, proprio perché per la permuta BISOGNA dimostrare di star applicando il più probabile valore di mercato.

Confermo quanto dice Stemby. Anche se ovviamente, HostFat, io potrei preferire di ricevere 300 btc
invece di 1200 euro (facciamo conto che al momento un btc valga 4 euro) in permuta, speculando
sul fatto che in futuro il btc varrà di più. Così come potrei accettare ora come ora un quadro di
Picasso valutato 1200 euro in permuta, sperando che in futuro valga di più.

/paci


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 02:36:48 PM
Chiedo scusa, non avevo capito il tuo dubbio. Cmq, si, sono 2 fatture con 2 IVA da pagare, ma anche 2 IVA da
scaricare viceversa. ABC emette una fattura, ma ne riceve anche una. E la stessa cosa per XYZ.

Sì, ma è comunque una fregatura: usando l'euro lo stato incasserebbe l'IVA di una sola fattura. Non mi sembra equo.

Tra l'altro, il prezzo di mercato come lo si considererebbe? Come il valore dell'imponibile?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: paci on June 05, 2012, 03:28:12 PM
Chiedo scusa, non avevo capito il tuo dubbio. Cmq, si, sono 2 fatture con 2 IVA da pagare, ma anche 2 IVA da
scaricare viceversa. ABC emette una fattura, ma ne riceve anche una. E la stessa cosa per XYZ.

Sì, ma è comunque una fregatura: usando l'euro lo stato incasserebbe l'IVA di una sola fattura. Non mi sembra equo.

Tra l'altro, il prezzo di mercato come lo si considererebbe? Come il valore dell'imponibile?

Non è una fregatura. Abbiamo detto che ABC permuta pomodori con Bitcoin con XYZ.
Se "usasse l'euro", ABC darebbe pomodori a XYZ, la quale pagherebbe in euro. Vero, una sola fattura
sui cui ABC paga l'iva (e XYZ se la scarica), ma ABC non riceverebbe un altro bene in permuta (i Bitcoin).

Se invece permuta con bitcoin le fatture emesse sono 2, una da ABC per XYZ e una da XYZ per ABC.
Certo, ma sarebbe lo stesso se "usasse l'euro" nel giro completo. ABC vende pomodori in euro a XYZ,
e XYZ vende bitcoin in euro a ABC, 2 fatture.

L'espressione "usando euro" forse è un po' fuorviante, visto che in entrambi i casi tutte le fatture
devono essere comunque in euro, che il pagamento sia in euro o con una permuta di un bene.

Quindi con una permuta in euro, contabilmente e fiscalmente, non cambia nulla,
a parte l'assumersi il rischio che il bene permutato cambi di valore.

Ma questo succede pure se vendo i pomodori di ABC nel mercato USA accettando USD.

E si, il prezzo di mercato è il valore dell'imponibile.

/paci


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: eliale on June 05, 2012, 03:35:49 PM
Secondo me il bitcoin, non essendo una moneta riconosciuta da alcuno stato od istituzione finanziaria “ufficiale” è da considerarsi alla stregua dei soldi del Monopoli che, per qualche motivo più o meno chiaro, alcune persone ne fanno uso e gli attribuiscono un valore.

Quindi, se “il barbiere” decide di accettare bitcoins ( o soldi del Monopoli) perché gli fa piacere, fiscalmente rientra nella normativa del Baratto e più precisamente Permuta come da codice civile.

Da quello che ho letto, se il baratto è occasionale tra due persone non è soggetto ad IVA. Altresì, se continuativo oppure con una società, viene regolamentato con IVA.

Poi, come si calcola il valore dell’imponibile…… beh, questa è un’altra storia!  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 05, 2012, 04:55:41 PM
Non è una fregatura. Abbiamo detto che ABC permuta pomodori con Bitcoin con XYZ.
Se "usasse l'euro", ABC darebbe pomodori a XYZ, la quale pagherebbe in euro. Vero, una sola fattura
sui cui ABC paga l'iva (e XYZ se la scarica), ma ABC non riceverebbe un altro bene in permuta (i Bitcoin).

Se invece permuta con bitcoin le fatture emesse sono 2, una da ABC per XYZ e una da XYZ per ABC.
Certo, ma sarebbe lo stesso se "usasse l'euro" nel giro completo. ABC vende pomodori in euro a XYZ,
e XYZ vende bitcoin in euro a ABC, 2 fatture.
Ci ho riflettuto un attimo, e in effetti la cosa sembrerebbe meno problematica di quanto mi appariva inizialmente. Direi che il ragionamento fila. Se si riuscisse a tirar fuori una guida operativa, credo che tornerebbe davvero utile a moltissima gente.

Grazie a tutti coloro che stanno partecipando a questa discussione!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: lamec on June 06, 2012, 11:21:21 AM
scusate ma mi sembra che si stia complicando il discorso quindi forse sono io che ho perso un pezzo.

cosa c'entra il metodo di pagamento (permuta) con la fattura?

abc fa una fattura da 100 eur + 21% iva: 121 EUR.
nella prossima dichiarazione iva deve versare 21 EURO di iva a prescindere da come e se la fattura è stata pagata.
inoltre nella prossima dichiarazione delle imposte dovrà denunciare un ricavo di 100 euro, dedurre che so 70 euro di costi, dichiarare 30 euro di utile e su questo pagare 10 EUR di tasse.

il pagamento avviene in soldi del monopoli: perfetto. significa che abc decide di chiudere il suo credito con xyz senza passare per la cassa, ma registrando un attivo in "soldi del monopoli".

a fine anno faremo notare ad abc che i soldi del monopoli valgono per altri collezionisti 140 euro. in questo caso se è onesto registrerà un un ricavo di rivalutazione 140-121=19 euro (o li venderà realizzando 19 eur di plusvalenza). non si può parlare di ricavi da cambio perchè non sono valute. su questo addizionale ricavo non previsto abc pagherà le imposte di reddito e non l'iva.

a parte,  il cliente xyz solo se è un soggetto commerciale (=ha partita iva e ha acquistato per attività ad essa riconducibili) registrerà 21 EUR a credito iva. di nuovo a prescindere su come paga.

concettualmente non ci sono problemi. però vedo due punti deboli:
1. l'antiriciclaggio potrebbe obbiettare che non è chiaro da dove provenga il denaro, o più semplicemente che oltre 1000 EUR bisogna sempre passare per intermediario finanziario.
--> quindi bisogna rimanere sotto questa cifra, senza scherzare sul frazionamento di unica prestazione in più pagamenti
2. il fisco potrebbe sospettare che le permute nascondano giri molto più ampi di merce
ma qui entra in gioco la pura dimostrabilità al fisco, non l'operatività.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 06, 2012, 05:51:18 PM
Sulla prima parte tutto ok.

a parte,  il cliente xyz solo se è un soggetto commerciale (=ha partita iva e ha acquistato per attività ad essa riconducibili) registrerà 21 EUR a credito iva. di nuovo a prescindere su come paga.

concettualmente non ci sono problemi. però vedo due punti deboli:
1. l'antiriciclaggio potrebbe obbiettare che non è chiaro da dove provenga il denaro, o più semplicemente che oltre 1000 EUR bisogna sempre passare per intermediario finanziario.
--> quindi bisogna rimanere sotto questa cifra, senza scherzare sul frazionamento di unica prestazione in più pagamenti
2. il fisco potrebbe sospettare che le permute nascondano giri molto più ampi di merce
ma qui entra in gioco la pura dimostrabilità al fisco, non l'operatività.

Il punto è questo. Immaginando di usare lo strumento della permuta, il bitcoin diventa a tutti gli effetti un bene, e quindi (a quanto pare) soggetto a tassazione IVA. Per questo anche xyz dovrà a sua volta fare una fattura.

Poi non so bene con la permuta come funzioni il discorso antiriciclaggio: nella maggior parte dei casi (da quanto leggo) la permuta si effettua con beni che valgono più di 1000 € (terreni contro case costruite su quei terreni).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: lamec on June 07, 2012, 07:27:01 AM
hm non so. di certo non sono un commercialista.

però se tieni i soldi del monopoli in cassaforte invece di venderli, la rivalutazione da 121 a 140 non è soggetta a iva, è una valutazione tua sulla quale paghi le tasse di reddito e non di commercializzazione.

quello che dico è che perchè mi accusino di commerciare btc deve esserci una sostanziale quota dei ricavi che gira sui btc invece che sul normale fatturato dell'azienda.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on June 07, 2012, 09:24:52 AM
Nemmeno io sono commercialista :)

Tutto il discorso di prima è basato sull'idea di pensare al BTC come ad un bene, in modo da poter applicare il concetto di baratto, e più specificatamente, per un uso commerciale, il contratto di permuta.

Poi può darsi che possano esistere approcci diversi che consentano di aggirare tra l'altro la tassazione IVA (lato Bitcoin).

Ogni parere è benvenuto...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 08, 2012, 12:29:21 PM
Discussione (https://www.bitcoin-italia.org/forum/Thread-Accettare-BITCOIN) su Bitcoin Italia, purtroppo senza novità: si conferma però che i commercialisti non abbiano idea di come muoversi.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jolly on November 08, 2012, 07:50:26 PM
Discussione (https://www.bitcoin-italia.org/forum/Thread-Accettare-BITCOIN) su Bitcoin Italia, purtroppo senza novità: si conferma però che i commercialisti non abbiano idea di come muoversi.

Ciao!

tanto per cambiare  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 08, 2012, 08:16:36 PM
La questione contabile/fiscale è a mio avviso cruciale, se si vuole diffondere l'uso del Bitcoin. Ne stavamo discutendo proprio ora sul canale IRC, e purtroppo continua ad essere aperto un grosso punto interrogativo.

Secondo me, l'analogia su cui potrebbe basarsi un ragionamento solido è quella col baratto. Qualcuno sa come viene gestito dal punto di vista contabile e fiscale il baratto a livello commerciale (e quindi non tra semplici privati)? C'è qualche commercialista in ascolto, o qualcuno che ne conosca almeno uno?

Grazie!

Premetto che non sono un commercialista, ma mi ero documentato per aiutare un amico: il baratto sia b2b e b2c è ammesso dalla legge italiana, al punto che esistono anche siti specializzati per gestire il baratto fra aziende e circuiti alternativi (sardex, bexb ecc). Esistono però dei limiti sul fatturato che può essere generato dal baratto (deve essere una piccola parte del fatturato totale), e in teoria è esente da IVA e imposte, ma qualche dubbio anche in questo resta, anche perchè avendo pagato l'iva in entrata e non avendola incassata dal cliente si creerebbe uno sbilancio a credito. I siti tipo Sardex evitano il problema iva facendola pagare a tutti, nel nostro caso si dovrebbe aggiungere l'IVA al valore dei bitcoin.

Un altro problema è la tracciabilità dei pagamenti: con la nuova legge che obbliga per importi superiori a 500€ la tracciabilità dei pagamenti, un versamento in bitcoin sarebbe difficile da dimostrare.

La zona d'ombra è piuttosto vasta, in effetti a tutti i negozi cui sto proponendo di passare ai bitcoin alla fine consiglio di mettere su un sistema che converta al volo i BTC in € per evitarsi rogne.

edit: mi era scappato l'invio prima di finire a scrivere ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 08, 2012, 09:15:14 PM
Un altro problema è la tracciabilità dei pagamenti: con la nuova legge che obbliga per importi superiori a 500€ la tracciabilità dei pagamenti, un versamento in bitcoin sarebbe difficile da dimostrare.
Infatti dubito che sia richiesta la "tracciabilità" per il baratto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 08, 2012, 10:01:30 PM
Come si era già visto negli ultimi messaggi di questa discussione, forse neanche il baratto è una soluzione adeguata per affrontare questa problematica (serissima!). Del resto il bitcoin (inteso come "valuta") non credo che si possa intendere né come un bene (il suo valore intrinseco è nullo) né come un servizio. La strada giusta forse potrebbe essere quella di trovare un'analogia coi titoli di credito (o con qualcos'altro di più appropriato), ma la magia la devono tirar fuori i commercialisti: sono loro gli esperti della materia.

Ciò che mi fa rabbia è che in Italia rimaniamo sempre indietro ad ogni progresso tecnologico, a causa della burocrazia e dell'ingarbugliamento legislativo che ci contraddistingue.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 08, 2012, 10:18:14 PM
I Bitcoin si possono ad esempio anche usare per firmare messaggi, per fare un database di messaggi mantenuti, e per altre cose.
Il valore di queste funzionalità, è anch'esso variabile in base chi ne fa uso.
Un pezzo di pane in certe situazione può avere il valore di pochi euro, in altre può salvare una vita.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 15, 2012, 06:07:45 PM
Guardate cos'ho trovato :)
http://aziende.corriere.it/studio-legale-avv-mirko-nicolin


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pof on November 15, 2012, 07:19:50 PM
Guardate cos'ho trovato :)
http://aziende.corriere.it/studio-legale-avv-mirko-nicolin

Ottimo, se qualcuno vuole aprire un'impresa o iniziare ad accettare bitcoin sa a chi chiedere!  :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 15, 2012, 09:03:45 PM
Guardate cos'ho trovato :)
http://aziende.corriere.it/studio-legale-avv-mirko-nicolin

Ottima notizia. Chissà se è sul forum o se vuole parteciparvi


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 25, 2013, 08:14:05 AM
Guardate cos'ho trovato :)
http://aziende.corriere.it/studio-legale-avv-mirko-nicolin

Ottima notizia. Chissà se è sul forum
Non credo. Comunque gli ho scritto ieri sera, e mi ha già risposto: accettano pagamenti in Bitcoin!

Tra poco sarà su CoinMap...

Ciao!

[EDIT]
Aggiunto (http://www.openstreetmap.org/browse/node/2396070795).
[/EDIT]


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Zinghi on July 31, 2013, 02:51:45 PM
Buongiorno a tutti.

Ho una domanda che spero possa inserirsi bene in questa discussione.

Vorrei capire se è possibile "tradurre" le norme di diritto commerciale italiano in norme sul bitcoin.

Per esempio, se volessimo creare una sorta di "banca" del bitcoin, questa andrebbe soggetta alle regole italiane (segnalazione alla CONSOB, tassi di usura, requisiti di onorabilità ecc ecc ecc) oppure potrebbe dotarsi di regole "sui generis"?

E se invece volessi prestare bitcoin ad un tasso di interesse ragionevole (stabilito semplicemente di comune accordo tra me e il debitore) o fare da intermediario per queste transazioni?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on July 31, 2013, 07:03:02 PM



Al momento, almeno in Europa, il sistema di BITCOIN è legale. E' legale di per sé, a prescindere dall'uso che si potrebbe fare di tale moneta elettronica


Bitcoin infatti potrebbe facilitare operazioni illegali, comprese la vendita di materiale contraffatto o illegale, numeri di carte di credito rubate, password, e magari persino pedopornografia. E probabilmente in un'area più grigia, Bitcoin potrebbe consentire adulti statunitensi consenzienti di fare scommesse in qualche sito inglese di scommesse senza preoccuparsi delle limitazioni legate ai sistemi di pagamento.

Ma sia chiaro, qualsiasi sistema potrebbe essere utilizzato per delinquere ... ciò non toglie che di per sé, Bitcoin sia perfettamente legale (almeno fino a nuove modifiche normative).



Mi hai chiesto quali adempimenti burocratici e fiscali dovresti rispettare.

Dovresti aprire una partita Iva per "attività non classificabili diversamente". Si tratterebbe ovviamente di una ditta individuale a te intenstata.

Al momento del ricevimento del bonifico, dovresti emettere fattura per l'importo della provvigione che trattieni per te. Dovresti infine presentare annualmente le dichiarazioni dei redditi per pagare il conguaglio fiscale sulle imposte da te dovute (IVA IRPEF IRAP addizionale regionale e comunale).

Ripeto: il sistema Bitcoin è legale, si tratta di un baratto, almeno da un punto di vista giuridico. Potrebbero scambiarsi delle galline, invece si scambiano Bitcoin ... quindi non sussiste alcuna illegalità.




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gdassori on August 03, 2013, 07:05:32 PM
Parere del mio commercialista su mining e vendita di cryptovalute:

Ieri sono stato dal commercialista e, dopo aver passato un'oretta a spiegargli come funzionano i Bitcoin, è giunto alla conclusione che non essendo valuta a corso legale, la vendita non rientra all'interno dell'intermediazione finanziaria, laddove i Bitcoin siano prodotti col mining. Sulla compravendita non si è espresso (era tardi e aspettava un altro cliente, magari la prossima volta) però così, superficialmente, sembrava essere scettico:

Suo parere è che:

- Il minatore che acquisterà un miner (ad esempio un KnC, abbiamo parlato di quello) con una società (P.IVA) potrà detrarlo nello stesso modo in cui detrae le altre fatture d'acquisto.
- Il minatore che impiegherà energia elettrica per produrre Bitcoin potrà detrare le bollette, acquisendo così crediti d'imposta.
- Il minatore che rivenderà i Bitcoin minati sul mercato non venderà un bene, ma presterà un servizio, per cui dovrà emettere fattura.

Le imposte verranno quindi pagate sull'utile maturato dal servizio "vendita di Bitcoin" al netto dei crediti d'imposta maturati (miners, energia elettrica, altre spese correlate).

Non è un avvocato, ma un commercialista, quindi dice tutto e il contrario di tutto, però secondo lui una società che voglia vendere Bitcoin secondo queste modalità non è un intermediario finanziario ed agisce nella piena legalità.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Giodark on August 04, 2013, 01:04:26 PM
Mi sa che l'unico modo per avere una risposta valida è quella di porre un interpello all'Agenzia delle Entrate. Se ci fosse qualche legale sul forum si potrebbe anche organizzare.
Anche se temo che le risposte dell'Agenzia potrebbero non piacere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on August 04, 2013, 01:59:18 PM
Anche se temo che le risposte dell'Agenzia potrebbero non piacere.
Non vedo come possano "non piacere".
O sappiamo cosa e come e legale fare, o non lo sappiamo. Se non lo sappiamo devi comunque fare tutto in nero, perché fare cose in chiaro se neanche sai se sono legali né come dichiararle, sarebbe leggermente idiota...
Per cui se ti dicono "no" continui in nero, se ti dicono "sì" puoi regolarizzarti...
Non vedo proprio cosa ci sia da perdere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Giodark on August 04, 2013, 04:27:58 PM
Anche se temo che le risposte dell'Agenzia potrebbero non piacere.
Non vedo come possano "non piacere".
O sappiamo cosa e come e legale fare, o non lo sappiamo. Se non lo sappiamo devi comunque fare tutto in nero, perché fare cose in chiaro se neanche sai se sono legali né come dichiararle, sarebbe leggermente idiota...
Per cui se ti dicono "no" continui in nero, se ti dicono "sì" puoi regolarizzarti...
Non vedo proprio cosa ci sia da perdere.


ma niente di particolare, ho scritto quello perchè è capitato in passato che alcune risposte dell'Agenzia dell'Entrate a quesiti posti dai contribuenti fossero quantomeno dubbie sul piano tecnico, soprattutto su certi argomenti complicati in cui si intrecciavano materie comunitarie e tributarie locali. In questi casi le risposte erano piuttosto penalizzanti per i contribuenti, a tal punto da spingerli ad abbandonare le proprie azioni (perchè l'adeguamento così come prospettato le rendeva economicamente sconvenienti), anche se tecnicamente non comportavano alcun reato. Beh in almeno uno di quei casi, che ricordo, chi ha portato avanti le proprie azioni a dispetto delle disposizioni interpretative dell'ADE ha poi visto riconosciuti positivamente i propri diritti.
Nella fattispecie i bitcoin e le altre criptovalute mi sembrano di gran lunga un caso più complicato di quelli che mi è capitato di leggere, per cui il senso della mia frase era quello di aspettarsi risposte tendenzialmente negative e limitanti, che però non sarebbero da considerare, Imho, come definitive, visto che la materia non pare oggetto di leggi Ita o Ue.
In ogni caso vale la pena di provare a mandare due righe. ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on August 04, 2013, 04:37:03 PM
Il punto è, che puoi chiedere un parere ad un commercialista/avvocato, prima di avergli spiegato bene, e otterrai una risposta.
Dopo un eventuale spiegazione, ne otterrai probabilmente un altra (non dico migliore)

Questo giusto per dire che dubito fortemente che quelli dell'Agenzia dell'Entrate siano ferrati sull'argomento, e qualsiasi risposta arrivi potrebbe essere già diversa da quella di "domani".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on August 04, 2013, 07:05:32 PM
Anche se temo che le risposte dell'Agenzia potrebbero non piacere.
Non vedo come possano "non piacere".
O sappiamo cosa e come e legale fare, o non lo sappiamo. Se non lo sappiamo devi comunque fare tutto in nero, perché fare cose in chiaro se neanche sai se sono legali né come dichiararle, sarebbe leggermente idiota...
Per cui se ti dicono "no" continui in nero, se ti dicono "sì" puoi regolarizzarti...
Non vedo proprio cosa ci sia da perdere.


ma niente di particolare, ho scritto quello perchè è capitato in passato che alcune risposte dell'Agenzia dell'Entrate a quesiti posti dai contribuenti fossero quantomeno dubbie sul piano tecnico, soprattutto su certi argomenti complicati in cui si intrecciavano materie comunitarie e tributarie locali. In questi casi le risposte erano piuttosto penalizzanti per i contribuenti, a tal punto da spingerli ad abbandonare le proprie azioni (perchè l'adeguamento così come prospettato le rendeva economicamente sconvenienti), anche se tecnicamente non comportavano alcun reato. Beh in almeno uno di quei casi, che ricordo, chi ha portato avanti le proprie azioni a dispetto delle disposizioni interpretative dell'ADE ha poi visto riconosciuti positivamente i propri diritti.
Nella fattispecie i bitcoin e le altre criptovalute mi sembrano di gran lunga un caso più complicato di quelli che mi è capitato di leggere, per cui il senso della mia frase era quello di aspettarsi risposte tendenzialmente negative e limitanti, che però non sarebbero da considerare, Imho, come definitive, visto che la materia non pare oggetto di leggi Ita o Ue.
In ogni caso vale la pena di provare a mandare due righe. ;D

Ok, intendi dunque che il parere dell'Agenzia dell'Entrate non sarebbe né accurato né vincolante?
Beh, in tal caso sarebbe del tutto inutile averlo in primo luogo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Giodark on August 05, 2013, 08:15:00 AM
Anche se temo che le risposte dell'Agenzia potrebbero non piacere.
Non vedo come possano "non piacere".
O sappiamo cosa e come e legale fare, o non lo sappiamo. Se non lo sappiamo devi comunque fare tutto in nero, perché fare cose in chiaro se neanche sai se sono legali né come dichiararle, sarebbe leggermente idiota...
Per cui se ti dicono "no" continui in nero, se ti dicono "sì" puoi regolarizzarti...
Non vedo proprio cosa ci sia da perdere.


ma niente di particolare, ho scritto quello perchè è capitato in passato che alcune risposte dell'Agenzia dell'Entrate a quesiti posti dai contribuenti fossero quantomeno dubbie sul piano tecnico, soprattutto su certi argomenti complicati in cui si intrecciavano materie comunitarie e tributarie locali. In questi casi le risposte erano piuttosto penalizzanti per i contribuenti, a tal punto da spingerli ad abbandonare le proprie azioni (perchè l'adeguamento così come prospettato le rendeva economicamente sconvenienti), anche se tecnicamente non comportavano alcun reato. Beh in almeno uno di quei casi, che ricordo, chi ha portato avanti le proprie azioni a dispetto delle disposizioni interpretative dell'ADE ha poi visto riconosciuti positivamente i propri diritti.
Nella fattispecie i bitcoin e le altre criptovalute mi sembrano di gran lunga un caso più complicato di quelli che mi è capitato di leggere, per cui il senso della mia frase era quello di aspettarsi risposte tendenzialmente negative e limitanti, che però non sarebbero da considerare, Imho, come definitive, visto che la materia non pare oggetto di leggi Ita o Ue.
In ogni caso vale la pena di provare a mandare due righe. ;D

Ok, intendi dunque che il parere dell'Agenzia dell'Entrate non sarebbe né accurato né vincolante?
Beh, in tal caso sarebbe del tutto inutile averlo in primo luogo.

Non vincolante in senso assoluto almeno fino a che l'UE non delibera in un senso o nell'altro. Accurato rispetto alle norme tributarie vigenti ma con interpretazioni molto restrittive delle stesse, visto che l'argomento costituisce una novità e in questi casi la tendenza è sempre molto protezionistica.
Non ho idea di quante persone siano effettivamente intenzionate ad introdurre i bitcoin come mezzo di pagamento nella propria attività, però credo che per loro sarebbe utile avere un'opinione dell'Agenzia dell'Entrate.
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: eliale on August 05, 2013, 01:15:31 PM
Per avere una risposta attendibile, richiedetela scritta.... 

Qualcosa mi dice che sara' quasi impossibile ottenerla....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on August 07, 2013, 01:40:18 PM
La questione contabile/fiscale è a mio avviso cruciale, se si vuole diffondere l'uso del Bitcoin. Ne stavamo discutendo proprio ora sul canale IRC, e purtroppo continua ad essere aperto un grosso punto interrogativo.

Secondo me, l'analogia su cui potrebbe basarsi un ragionamento solido è quella col baratto. Qualcuno sa come viene gestito dal punto di vista contabile e fiscale il baratto a livello commerciale (e quindi non tra semplici privati)? C'è qualche commercialista in ascolto, o qualcuno che ne conosca almeno uno?

Grazie!

Buongiorno a tutti, mi sono appena registrato,sono un ingegnere informatico "vecchio tipo", mi interesso di bitcoin da qualche mese e ho fatto un client in .NET (stupidissimo ma funziona) e sto lavorando a un client in java... mi fa molto piacere aver letto in questo forum che ci sono già ben 2 negozi :) in italia che accettano bitcoin; come al solito, se bitcoin si diffonderà nel mondo (e penso di si) l'italia sarà l'ultimo posto al mondo in cui ciò avverrà, preceduta da antartide, groenlandia e mongolia: essendo io un libero professionista (ma a fine anno chiudo partita iva e me ne scappo da questo paese) mi sono chiesto anch'io come si ponga bitcoin rispetto al discorso fiscale: anche secondo me è da considerarsi un baratto, e quindi assolutamente esentasse; inutile porre la domanda a un commercialista.....nn capirebbe neanche di cosa si sta parlando. Vi pongo una domanda: come vedreste in un negozio un POS per bitcoin fatto con un ipad e un supportino verticale? è un'idea che mi è venuta quache settimana fa.
Un saluto a tutti!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ziomik on August 07, 2013, 03:09:52 PM
Già esistono sistemi simili è io sarei pronto ad utilizzarli!

http://www.youtube.com/watch?v=o84SfChQ-S8
http://www.youtube.com/watch?v=QmmVeURSEDY
http://www.youtube.com/watch?v=pDOcLros-w0


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on August 07, 2013, 05:41:57 PM
secondo me è da considerarsi un baratto, e quindi assolutamente esentasse

ma siamo proprio sicuri che il baratto e' esentasse?
a me mi pareva che avevano tassato pure quello. Altrimenti saremmo tornati tutti al baratto da un pezzo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on August 07, 2013, 05:42:55 PM
avevo già visto questi video eccetto il terzo..molto interessanti, sopratutto il primo è davvero ben fatto :)il fatto è che io ho lavorato 2 anni col primo produttore al mondo di soluzioni di pagamento elettronico e saprei come integrare la sua anagrafica prodotti in un bitcoin pos...sarebbe assurdo avere un pos classico e poi dover inserire a mano tutti gli articoli, poniamo, di uno SMA o di un unicoop; quello che invece andrebbe fatto è copiare sull'ipad-pos il file (o meglio ancora scaricare questo file dal backoffice) che contiene l'anagrafica e via.
so che purtroppo apple non vuole client bitcoin su iphone, ma pare ce ne siano per android....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on August 07, 2013, 05:53:03 PM
secondo me è da considerarsi un baratto, e quindi assolutamente esentasse

ma siamo proprio sicuri che il baratto e' esentasse?
a me mi pareva che avevano tassato pure quello. Altrimenti saremmo tornati tutti al baratto da un pezzo.

oddio, siamo in itaGlia quindi tutto è possibile; nel baratto non c'è una transazione finanziaria associata al baratto e siccome lo stato ti chiede dei soldi....se io baratto mele con con patate lo stato che cosa vuole? 2 o 3 mele?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on August 07, 2013, 06:37:57 PM
secondo me è da considerarsi un baratto, e quindi assolutamente esentasse

ma siamo proprio sicuri che il baratto e' esentasse?
a me mi pareva che avevano tassato pure quello. Altrimenti saremmo tornati tutti al baratto da un pezzo.

oddio, siamo in itaGlia quindi tutto è possibile; nel baratto non c'è una transazione finanziaria associata al baratto e siccome lo stato ti chiede dei soldi....se io baratto mele con con patate lo stato che cosa vuole? 2 o 3 mele?

allora domani chiedo al benzinaro se accetta bitcoin per la benza esentasse


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on August 07, 2013, 07:04:46 PM
secondo me è da considerarsi un baratto, e quindi assolutamente esentasse

ma siamo proprio sicuri che il baratto e' esentasse?
a me mi pareva che avevano tassato pure quello. Altrimenti saremmo tornati tutti al baratto da un pezzo.

oddio, siamo in itaGlia quindi tutto è possibile; nel baratto non c'è una transazione finanziaria associata al baratto e siccome lo stato ti chiede dei soldi....se io baratto mele con con patate lo stato che cosa vuole? 2 o 3 mele?

allora domani chiedo al benzinaro se accetta bitcoin per la benza esentasse

ottimo, poi facci sapere :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on August 07, 2013, 09:42:29 PM
disclaimer: chiedete al vostro commercialista.

Scusate ma ovviamente il baratto non è esentasse, come vi è potuto venire in mente? O_o

In caso di baratto viene registrato il controvalore in euro che tale prestazione/prodotto avrebbe avuto, e paghi le tasse su quello.
Che poi farci su dei controlli sia più difficile, ok, ma se il presupposto è di rispettare le regole, le regole credo siano queste.
Non so se inoltre ci sia qualche genere di cap al limite massimo di baratti che un'azienda può dichiarare, rispetto al volume totale di affari.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ziomik on August 07, 2013, 09:52:31 PM
E' esentasse solo per scambi occasionali tra privati


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on August 07, 2013, 10:29:12 PM
E' esentasse solo per scambi occasionali tra privati
Sì ma anche le piccole transazioni occasionali tra privati sono ugualmente esentasse, per cui di nuovo non cambia nulla tra baratto/contante.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on August 08, 2013, 12:13:46 PM
quindi? un'attività commerciale che usa bitcoin come valuta ce le paga le tasse o no?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Zinghi on August 12, 2013, 10:41:48 AM
Buongiorno!

Ho trovato su Academia.edu un paper molto aggiornato sugli sviluppi dell'inquadramento legale del BTC.

La prima parte parla di crowdfunding, mentre dalla metà in poi tratta solo del Bitcoin.

Spero possa essere utile alla discussione!

http://www.academia.edu/4219972/Progetto_Bitcoin_-_Crowdfunding_Studio_preliminare_sul_crowdfunding_in_Italia_e_sulla_possibilita_di_piattaforme_basate_sul_Bitcoin_Aggiornato_10.08.2013_


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZuonKing on August 12, 2013, 12:58:46 PM
quindi? un'attività commerciale che usa bitcoin come valuta ce le paga le tasse o no?

Se è "commerciale" mi sembra scontato che le paga.

Per quanto riguarda l'interpello mi sembra una pessima idea in quanto l'Agenzia delle Entrate non tende ad approfondire molto gli argomenti sui quali si pronuncia e quindi darebbe molto probabilmente letture distorte del bitcoin con indicazioni di massima praticamente devastanti per l'uso del Bitcoin.
Meglio aspettare che prima si organizzi qualche altra nazione ( gli USA, Uk, Francia, ecc.) e poi se possibile copiarli; laddove invece l'Italia va avanti da sola fa solo disastri.

Zuon King



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on August 14, 2013, 08:31:26 AM
mi fa molto piacere aver letto in questo forum che ci sono già ben 2 negozi :) in italia che accettano bitcoin;
In realtà nel frattempo sono aumentati di molto (per restare aggiornati, si consulti CoinMap). Certo, continuano ad essere pochini, ma l'importante è crescere.

Se si ha bisogno di un parere legale per una propria attività imprenditoriale, io proverei a contattare lo studio legale di Vicenza che accetta pagamenti in Bitcoin.

Ho trovato su Academia.edu un paper molto aggiornato sugli sviluppi dell'inquadramento legale del BTC.

La prima parte parla di crowdfunding, mentre dalla metà in poi tratta solo del Bitcoin.
Ho letto solo l'ultima parte. Molto interessante, grazie!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on August 28, 2013, 02:19:02 PM
Indicazioni da parte del fisco francese:
http://www.numerama.com/magazine/26806-impots-comment-declarer-vos-bitcoins.html


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on September 04, 2013, 05:13:18 PM
Finalmente un articolo con qualche indicazione per gli italiani:
http://www.piccolorisparmio.eu/index.php/bitcoin-aspetti-fiscali.html

(già segnalato in News, ma mi sembra utile inserirlo pure qui)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ghibly79 on September 09, 2013, 02:28:24 PM
Il problema rimane collegare le entrate/uscite ai bitcoin per poter dichiarare: tramite bonifico si puo' ancora fare (ammesso che il fisco si accontenti: bonifici verso gli exchanges sono verificabili, ma verso privati..), tramite altri metodi quali postepay/contanti è praticamente impossibile.

Aprire una partita iva ed emettere fattura è ovviamente del tutto fuori luogo, dato che la stragrande maggioranza delle transazioni con btc sono anonime (a chi la faccio la fattura ^^' ?).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on September 09, 2013, 02:56:51 PM
ipotesi:

faccio un bonifico di 1000 euro a un exchanger e compro diciamo 10 bitcoin al prezzo di 100$ l'uno.

Ora aspetto qualche giorno, il prezzo sull'exchanger sale a 110$ e rivendo bitcoin così da rifare 1000$ (circa 9,1 bitcoin). A questo punto ritiro i 1000$ che tornano nel mio conto bancario mentre lascio il bitcoin di avanzo nel wallet dell'exchanger o sul wallet personale.

Poichè non ho avuto nessun incremento di moneta fiat, sono esente da tasse? A mio parere sì, ma vorrei qualche opinione  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ghibly79 on September 09, 2013, 05:33:53 PM
In quel caso dovrebbe funzionare come per il forex su broker estero: ovvero paghi le tasse solo quando fai rientrare una plusvalenza (in regime libero. Poi c'è il regime amministrato con sostituto di imposta dove è il broker che provvede a fornire la documentazione e pagare le tasse su ogni operazione, ma gli exchanges di bitcoin ovviamente non offrono questa possibilità). Quindi nel tuo esempio solo quando fai rientrare i 100 $ aggiuntivi.

Il problema è che con un broker tradizionale e monete fiat tutto il processo è tracciabile e verificabile. Coi btc è un po' impossibile, anche perchè quei 100 $ di plusvalenza potresti farli rientrare per altre vie (contati, postepay, paypal e bonifico via paypal, bonifico da privato ecc ecc). Un bel casino dichiararla al fisco.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on September 17, 2013, 10:58:26 AM
Il problema è che con un broker tradizionale e monete fiat tutto il processo è tracciabile e verificabile. Coi btc è un po' impossibile, anche perchè quei 100 $ di plusvalenza potresti farli rientrare per altre vie (contati, postepay, paypal e bonifico via paypal, bonifico da privato ecc ecc). Un bel casino dichiararla al fisco.
È un casino dichiararla, o è un casino per loro verificare ciò che tu hai dichiarato corrisponda al vero?

Ovvero non ci sono proprio gli strumenti burocratici per dichiararla, o son loro a non avere gli strumenti tecnici per controllare, e dunque se lo dichiari comunque rischi che ti facciano casini nonostante tu stessi tentando di agire pulito?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: tutak on October 17, 2013, 02:01:04 PM
Ciao a tutti! C'è qualche novità sullo stato legale del Bitcoin in Italia?

In questo thread
https://bitcointalk.org/index.php?topic=264330.0;all
L'Italia è nella lista di paesi di cui non si sa lo stato legale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 18, 2013, 01:56:11 AM
L'Italia è nella lista di paesi di cui non si sa lo stato legale.
Dato che non è illegale, è legale.

Tutto questo è da considerarsi un mio parere personale da non addetto ai lavori.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pinovero on October 18, 2013, 02:41:21 PM
scambio 1 mela per 2 pere => baratto

(ora ipotizziamo che la mela in realtà è 1 bitcoin)

scambio 1 bitcoin per 2 pere

restando sempre e comunque nel circuito bitcoin e non entrando mai a contatto con gli euro (che a breve non li vorrà più nessuno)

premesso che: se ipoteticamente lo stato vuole che io dia un valore al bitcoin in modo da fatturarlo in corrispettivo euro e pagarci l'iva ed è vero che il bitcoin è una moneta decentralizzata il cui valore è del tutto relativo e può variare a seconda della persona che lo tratta

deduzione: allora per me oggi 1 bitcoin vale 0,00000001€ e pago l'iva del 22% su questo infimo importo

Non ha alcun senso ma allo stesso tempo sembra non esserci un altro modo di intenderla, almeno finchè non si inventeranno qualcosa


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on October 19, 2013, 06:43:32 AM
scambio 1 mela per 2 pere => baratto

(ora ipotizziamo che la mela in realtà è 1 bitcoin)

scambio 1 bitcoin per 2 pere

restando sempre e comunque nel circuito bitcoin e non entrando mai a contatto con gli euro (che a breve non li vorrà più nessuno)

premesso che: se ipoteticamente lo stato vuole che io dia un valore al bitcoin in modo da fatturarlo in corrispettivo euro e pagarci l'iva ed è vero che il bitcoin è una moneta decentralizzata il cui valore è del tutto relativo e può variare a seconda della persona che lo tratta

deduzione: allora per me oggi 1 bitcoin vale 0,00000001€ e pago l'iva del 22% su questo infimo importo

Non ha alcun senso ma allo stesso tempo sembra non esserci un altro modo di intenderla, almeno finchè non si inventeranno qualcosa


Non credo che possa funzionare così. Se tu scambi 1 bitcoin con 2 pere non è che stabilisci un valore. Il valore lo da il mercato, in questo caso gli exchanger.

Visto che per capitalizzare euros e dollars usi gli exchanger, pagherai le eventuali tasse sugli euros/dollars che otterrai al cambio attuale.

Per ora comunque rimango della stessa opinione si Stamby, finchè non ci sarà una legislazione a riguardo, per ora è possibile fare "quello che si vuole".



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on October 19, 2013, 10:47:34 AM
scambio 1 mela per 2 pere => baratto

(ora ipotizziamo che la mela in realtà è 1 bitcoin)

scambio 1 bitcoin per 2 pere

restando sempre e comunque nel circuito bitcoin e non entrando mai a contatto con gli euro (che a breve non li vorrà più nessuno)

premesso che: se ipoteticamente lo stato vuole che io dia un valore al bitcoin in modo da fatturarlo in corrispettivo euro e pagarci l'iva ed è vero che il bitcoin è una moneta decentralizzata il cui valore è del tutto relativo e può variare a seconda della persona che lo tratta

deduzione: allora per me oggi 1 bitcoin vale 0,00000001€ e pago l'iva del 22% su questo infimo importo

Non ha alcun senso ma allo stesso tempo sembra non esserci un altro modo di intenderla, almeno finchè non si inventeranno qualcosa


Questa "storia" la conoscete vero:

http://www.rapidtrends.com/robert-kahre-vs-the-irs-and-doj/

?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on October 20, 2013, 11:24:30 AM
finchè bitcoin (o altre criptomonete) non saranno riconosciuti come monete effettive (quali sono ), per me il commercio di beni e bitcoin è un baratto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 20, 2013, 09:30:50 PM
finchè bitcoin (o altre criptomonete) non saranno riconosciuti come monete effettive (quali sono ), per me il commercio di beni e bitcoin è un baratto.
"per te"?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on October 21, 2013, 08:17:51 AM
finchè bitcoin (o altre criptomonete) non saranno riconosciuti come monete effettive (quali sono ), per me il commercio di beni e bitcoin è un baratto.
"per te"?

Eh, in Italia funziona così, non lo sapevi? :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on October 21, 2013, 10:53:08 AM
si, secondo me; il ragionamento è semplice, ciò che non è vietato è consentito, tralasciando il fatto che chi stabilisce cosa è vietato non è un dio o un superuomo e quindi la sua opinione non vale più di quella di chiunque altro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pinovero on October 21, 2013, 11:16:27 AM
Non credo che possa funzionare così. Se tu scambi 1 bitcoin con 2 pere non è che stabilisci un valore. Il valore lo da il mercato, in questo caso gli exchanger.

Visto che per capitalizzare euros e dollars usi gli exchanger, pagherai le eventuali tasse sugli euros/dollars che otterrai al cambio attuale.

Per ora comunque rimango della stessa opinione si Stamby, finchè non ci sarà una legislazione a riguardo, per ora è possibile fare "quello che si vuole".

Ti sbagli, dato che appunto non è una moneta riconosciuta e che tantomeno gli excanger non sono istituzioni riconosciute, sono da considerarsi al pari di qualunque altro individuo o azienda che semplicemente acquista o vende bitcoin, in quanto tali non possono essere presi come punto di riferimento attendibile per stabilirne il valore alla data X

Ne consegue che non essendo possibile stabilire in alcun modo certificato e riconosciuto il valore dei bitcoin nel tempo, tale valore è soggettivo e dettato dal libero arbitrio


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 21, 2013, 11:33:57 AM
si, secondo me; il ragionamento è semplice, ciò che non è vietato è consentito, tralasciando il fatto che chi stabilisce cosa è vietato non è un dio o un superuomo e quindi la sua opinione non vale più di quella di chiunque altro.
va bene, prova a dare questa spiegazione alla guardia di finanza quando ti verrà a controllare, e facci sapere come va, sarà un successone.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on October 21, 2013, 12:12:29 PM
aahahahah


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on October 21, 2013, 12:29:35 PM
Non credo che possa funzionare così. Se tu scambi 1 bitcoin con 2 pere non è che stabilisci un valore. Il valore lo da il mercato, in questo caso gli exchanger.

Visto che per capitalizzare euros e dollars usi gli exchanger, pagherai le eventuali tasse sugli euros/dollars che otterrai al cambio attuale.

Per ora comunque rimango della stessa opinione si Stamby, finchè non ci sarà una legislazione a riguardo, per ora è possibile fare "quello che si vuole".

Ti sbagli, dato che appunto non è una moneta riconosciuta e che tantomeno gli excanger non sono istituzioni riconosciute, sono da considerarsi al pari di qualunque altro individuo o azienda che semplicemente acquista o vende bitcoin, in quanto tali non possono essere presi come punto di riferimento attendibile per stabilirne il valore alla data X

Ne consegue che non essendo possibile stabilire in alcun modo certificato e riconosciuto il valore dei bitcoin nel tempo, tale valore è soggettivo e dettato dal libero arbitrio

Un exchanger fa molti scambi con molte persone. Tu fai riferimento ad 1 scambio e per te hanno la stessa valenza, anzi il tuo scambio va al di sopra di molti scambi. A logica mi viene da pensare che sia più attendibile un prezzo mediato su molte persone decorrelate che uno scambio basato su una persona.

Qui non sto parlando di certezze,ma il prezzo più probabile che molte persone darebbero a quella moneta (che dir si voglia).

Per il resto non ti seguo ...  :-[


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pinovero on October 21, 2013, 01:46:13 PM
Un exchanger fa molti scambi con molte persone. Tu fai riferimento ad 1 scambio e per te hanno la stessa valenza, anzi il tuo scambio va al di sopra di molti scambi. A logica mi viene da pensare che sia più attendibile un prezzo mediato su molte persone decorrelate che uno scambio basato su una persona.

Qui non sto parlando di certezze,ma il prezzo più probabile che molte persone darebbero a quella moneta (che dir si voglia).

Per il resto non ti seguo ...  :-[

E' semplice, deve essere un sistema autorizzato istituzionalmente per poter avere valore, altrimenti vale nulla, dunque come detto già da altri, è soggettivo il valore

Con gli attuali schemi occorrerebbe una banca centrale dei BitCoin e relativa quotazione ufficiale in borsa per poter essere legalmente valida la quotazione e dunque la relativa tassazione


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 21, 2013, 03:03:27 PM
Un exchanger fa molti scambi con molte persone. Tu fai riferimento ad 1 scambio e per te hanno la stessa valenza, anzi il tuo scambio va al di sopra di molti scambi. A logica mi viene da pensare che sia più attendibile un prezzo mediato su molte persone decorrelate che uno scambio basato su una persona.

Qui non sto parlando di certezze,ma il prezzo più probabile che molte persone darebbero a quella moneta (che dir si voglia).

Per il resto non ti seguo ...  :-[

E' semplice, deve essere un sistema autorizzato istituzionalmente per poter avere valore, altrimenti vale nulla, dunque come detto già da altri, è soggettivo il valore

Con gli attuali schemi occorrerebbe una banca centrale dei BitCoin e relativa quotazione ufficiale in borsa per poter essere legalmente valida la quotazione e dunque la relativa tassazione
Così a naso, mi pare che tu stia parlando a caso di cose che non conosci.
"Supponi" "ciò che ti sembra logico".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on October 21, 2013, 04:03:53 PM
"Supponi" "ciò che ti sembra logico".

e non e' il solo a supporre.
c'e' anche chi suppone che sia cosa buona & giusta dare sempre a Cesare quello che e' suo (di Cesare) e suo (di lui). Solo perche' Cesare ha + pistole di lui, anche se altre scuse ipocrite non mancano.
ma a un certo punto e' l'obbedienza piuttosto che la disobbedienza a costituire il problema.
...e bitcoin e' la soluzione a prova di tutti gli esattori di questo mondo.

http://i.qkme.me/3t00nn.jpg


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ilsk on October 21, 2013, 09:48:28 PM
Ciao a tutti avrei una domanda: se io ho comprato 10 btc a 100 euro su mtgox e ora decido di venderli tutti a 130 e ritirare i soldi perchè li voglio spostare su bitstamp potrei avere dei problemi? Se il fisco va a guardare il mio estratto conto vede che sono usciti 1000€ verso mtgox e ne sono rientrati 1300 creando quindi una plusvalenza che poi io uso per comprare altri btc da un'altra parte. Dal mio punto di vista la plusvalenza non c'è ancora stata perché diciamo che sono nel mezzo di un' "attività speculativa" che non si è ancora conclusa (i btc possono ancora crollare e io posso ancora perdere tutto), ma dal punto di vista della finanza io ho guadagnato dei soldi tramite la mia attività su mtgox e li ho usati per comprarmi qualcosa da qualche altra parte.
Voi cosa ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on October 21, 2013, 09:57:00 PM
penso che finchè resti dentro al bitcoin o altre criptovalute, puoi fare quello che vuoi; ma se sei long sul bitcoin, entri con euro ed esci con più euro, la plusvalenza >>>>>teoricamente<<<<<< andrebbe non so come dichiarata; ora se sono 30 euro chiaramente te ne sbatti alla grande, ma se diventi un broker e inizi a fare plusvalenze consistenti...beh allora qualcuno potrebbe chiederti l'origine di queste plusvalenze.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 22, 2013, 08:28:09 AM
Non puoi fare un bonifico direttamente da Mt.Gox a Bitstamp, senza passare da un tuo conto?

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 22, 2013, 08:29:15 AM
"Supponi" "ciò che ti sembra logico".

e non e' il solo a supporre.
c'e' anche chi suppone che sia cosa buona & giusta dare sempre a Cesare quello che e' suo (di Cesare) e suo (di lui). Solo perche' Cesare ha + pistole di lui, anche se altre scuse ipocrite non mancano.
ma a un certo punto e' l'obbedienza piuttosto che la disobbedienza a costituire il problema.
...e bitcoin e' la soluzione a prova di tutti gli esattori di questo mondo.
Questo doveva essere un thread serio per recuperare informazioni che almeno provavano a essere sensate, riguardanti la legalità.
E invece l'avete invaccato coi vostri "suppongo" "per me" "governo cacca pupù".
Per com'è ridotto ora si può pure buttare.

(@mod: uno split, magari? dal primo post inutile in poi...)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 22, 2013, 08:29:53 AM
Non puoi fare un bonifico direttamente da Mt.Gox a Bitstamp, senza passare da un tuo conto?

Ciao!
No, leggi anti-riciclaggio, i prelievi devono essere fatti verso conti di tua proprietà.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on October 22, 2013, 08:55:02 AM
Penso anch'io che le supposizioni valgono poco se si vogliono certezze.
Dipende dal giro di affari che avete e a cui puntate.
In Italia comunque, anche nella legalità, se cominciate a fare soldi altri vorranno comunque la loro fetta ;)

Se avete delle opinioni con carte alla mano sarebbe meglio altrimenti è il sesso degli angeli.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on October 22, 2013, 09:26:08 AM
Non puoi fare un bonifico direttamente da Mt.Gox a Bitstamp, senza passare da un tuo conto?

Ciao!

qui potrebbe entrare in gioco ripple  ;D (se ho capito bene)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 22, 2013, 09:46:13 AM
Non puoi fare un bonifico direttamente da Mt.Gox a Bitstamp, senza passare da un tuo conto?

Ciao!

qui potrebbe entrare in gioco ripple  ;D (se ho capito bene)
No, mi riferivo proprio ad un bonifico tradizionale: invece di indicare il proprio IBAN, si mette direttamente quello di Bitstamp.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on October 22, 2013, 10:18:32 AM
Non puoi fare un bonifico direttamente da Mt.Gox a Bitstamp, senza passare da un tuo conto?

Ciao!

qui potrebbe entrare in gioco ripple  ;D (se ho capito bene)
No, mi riferivo proprio ad un bonifico tradizionale: invece di indicare il proprio IBAN, si mette direttamente quello di Bitstamp.

si si... intendevo suggerire l'uso di ripple per aggirare il "problema" (se ho capito come funziona ripple)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ovijunno on October 22, 2013, 10:50:40 AM
si si... intendevo suggerire l'uso di ripple per aggirare il "problema" (se ho capito come funziona ripple)

anche se forse è un po' OT..
se anch'io ho capito bene come funziona ripple, quello che dici sarebbe possibile se Gox e Stamp aderissero a Ripple, e soprattutto se Stamp attivasse un trust nei confronti di Gox..
Per come sta Gox in prospettiva, la vedo dura..


ho paura che in topic non ci sia molto da dire di diverso dalle supposizioni:
secondo me se ne uscirà solo quando qualcuno finirà sulla graticola..
allora ci sarà un precedente su cui basarsi.
fino a quel momento sarà far west


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on October 22, 2013, 11:05:50 AM
leggendo certi commenti ho l'impressione che alcune persone non abbiano nemmeno lontanamente idea di cosa è lo stato italiano e cosa significa averci a che fare: restavene in casa con mamma e papà più che potete, perchè l'impatto con la vita reale, se decidete di vivere e sopratutto lavorare in itali, potrebbe essere parecchio traumatico ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 22, 2013, 11:06:47 AM
No, mi riferivo proprio ad un bonifico tradizionale: invece di indicare il proprio IBAN, si mette direttamente quello di Bitstamp.
???

Ho già spiegato che legalmente non si può fare, perché fate finta di non sentire e insistete?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 22, 2013, 11:34:44 AM
No, mi riferivo proprio ad un bonifico tradizionale: invece di indicare il proprio IBAN, si mette direttamente quello di Bitstamp.
???

Ho già spiegato che legalmente non si può fare, perché fate finta di non sentire e insistete?
Dove l'hai spiegato, scusa?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 22, 2013, 12:28:00 PM
No, mi riferivo proprio ad un bonifico tradizionale: invece di indicare il proprio IBAN, si mette direttamente quello di Bitstamp.
???

Ho già spiegato che legalmente non si può fare, perché fate finta di non sentire e insistete?
Dove l'hai spiegato, scusa?
Pochi post sopra (https://bitcointalk.org/index.php?topic=25061.msg3385464#msg3385464)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 22, 2013, 12:37:06 PM
Pochi post sopra (https://bitcointalk.org/index.php?topic=25061.msg3385464#msg3385464)
Mi era sfuggito, scusa.

Hai riferimenti più precisi? Tieni presente che Mt.Gox NON ha sede in Italia, quindi la legge italiana non conta.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on October 22, 2013, 01:39:49 PM
Hai riferimenti più precisi? Tieni presente che Mt.Gox NON ha sede in Italia, quindi la legge italiana non conta.
Sì, in genere ciò è scritto sul sito stesso prima di effettuare il prelievo, molti siti lo scrivono, e ho supposto che anche per mtgox fosse la stessa cosa (mi scuso se così non fosse, ma ritengo improbabile che non lo sia).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pinovero on October 23, 2013, 09:41:28 AM
è che noi italiani abbiamo il brutto vizio di sentirci al centro del mondo con le nostre stupide leggi... a volte non ci rendiamo conto di essere solo un puntino nel mondo finanziario globale e le nostre leggi o fisime contano ben poco li

come ha detto qualcun'altro, finchè non vi saranno precedenti e finchè non ci saranno direttive efficaci e chiare, sarà il far west

Sarà inoltre molto complicato a livello europeo trovare una soluzione efficace, giusto ieri dovevano iniziare a discuterne in europarlamento


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 05, 2013, 08:24:27 PM
volevo dare il mio contributo alla discussione da operatore del settore legale (dottore in giurisprudenza e si spera futuro avvocato). Non ho idea di quale disciplina fiscale o tributaria si applichi allo scambio di bitcoin ma immagino che il fisco potrebbe classificare gli eventuali proventi come plusvalenze finanziarie. Insomma, come se si trattasse della compravendita di azioni di obbligazioni. Peraltro con le nuove norme sull'anagrafe tributaria in forza delle quali gli intermediari finanziari sono tenuti a trasmettere i dati dei nostri conti correnti all'agenzia delle entrate, eventuali accrediti di denaro derivanti dalla vendita di bitcoin sarebbero difficilmente occultabili all'occhio del fisco.
altro discorso nel caso in cui un soggetto imprenditore vendesse i propri beni e servizi contro bitcoin. Probabilmente la fattispecie non è dissimile dal caso di un imprenditore italiano che lavora con l'estero e riceve i pagamenti in dollari o in qualunque altra valuta. una ricerca potrebbe partire da qui per vedere come l'agenzia delle entrate tassa i redditi prodotti in valuta estera.
si tratta comunque, come riconosciuto da altri nei post precedenti, di argomenti non semplici che necessitano di un approfondito studio della normativa e della giurisprudenza di riferimento. Banalizzare insultando le istituzioni e l'ordinamento italiano è la reazione di chi non comprende o (non vuole comprendere) che in qualunque paese avanzato ci sono norme e professionisti specializzati che le studiano.
Che poi si voglia contestare il merito delle norme è un altro discorso; resta comunque il fatto che prima di criticare qualcosa la si dovrebbe conoscere.
Infine, ritengo che oggi chi deposita sul proprio conto i proventi dello scambio di bitcoin sia particolarmente esposto ad accertamenti che avrebbe senz'altro difficoltà a giustificare (ovviamente mi riferisco a somme non irrisorie). uno studio della disciplina applicabile sarebbe quindi auspicale, anche solo per valutare il rapporto costi/benefici del "mettersi in regola".
se non sbaglio, ma la cosa andrebbe verificata, si potrebbe chiedere un parere all'agenzia delle entrate, magari come associazione o fondazione italiana. in quella sede si potrebbe spiegare all'agenzia il funzionamento del sistema e chiedere delucidazioni in merito alla tassazione delle plusvalenze e al reddito generato mediante pagamenti in bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gubi66 on November 06, 2013, 11:06:29 AM
Infine, ritengo che oggi chi deposita sul proprio conto i proventi dello scambio di bitcoin sia particolarmente esposto ad accertamenti che avrebbe senz'altro difficoltà a giustificare (ovviamente mi riferisco a somme non irrisorie).

mi trovo daccordo su molte delle cose che hai scritto, ma giustificare un aumento di valore dei propri bitcoin nel tempo e' la cosa piu facile del mondo con la blockchain, non trovi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 06, 2013, 12:47:43 PM
Infine, ritengo che oggi chi deposita sul proprio conto i proventi dello scambio di bitcoin sia particolarmente esposto ad accertamenti che avrebbe senz'altro difficoltà a giustificare (ovviamente mi riferisco a somme non irrisorie).

mi trovo daccordo su molte delle cose che hai scritto, ma giustificare un aumento di valore dei propri bitcoin nel tempo e' la cosa piu facile del mondo con la blockchain, non trovi?

certamente; il problema si pone con riferimento alle eventuali sanzioni per l'omessa dichiarazione delle plusvalenze e per l'omesso versamento delle relative imposte...
intendo dire che se l'agenzia ti chiede spiegazioni in merito agli accrediti sul conto corrente derivanti dal cash out dei proventi dei bitcoin e tu ti difendi sostenendo che si tratta di somme derivanti appunto dalla vendita di un certo ammontare di bitcoin, resta comunque il fatto che se eri tenuto a dichiarare quell'introito e dovevi pagare un certa imposta e non l'hai fatto sei passibile di sanzioni.
in questo senso dicevo che sarebbe opportuno capire se: (i) la compravendita di bitcoin è equiparabile alla compravendita di prodotti/strumenti finanziari; (ii) se si, quali sono gli adempimenti fiscali da porre in essere; (iii) capire quali sono le sanzioni in caso di omissione.
ovviamente il discorso ha senso se si vuole accreditare sul proprio conto i proventi della vendita dei bitcoin, in caso contrario dubito che le istituzioni siano cosi' solerti da abbinare gli indirizzi bitcoin ai contribuenti per poi calcolare gli eventuali proventi incrociando i dati delle transazione con i prezzi delle quotazioni.
del resto però chi compravende i bitcoin prima o poi vorrà godere dei propri proventi convertendoli in euro...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 06, 2013, 01:22:12 PM
E i minatori? Che introito devono dichiarare secondo te? E' un pò come se vendessero le mele raccolte nel proprio campo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on November 06, 2013, 01:22:32 PM
Infine, ritengo che oggi chi deposita sul proprio conto i proventi dello scambio di bitcoin sia particolarmente esposto ad accertamenti che avrebbe senz'altro difficoltà a giustificare (ovviamente mi riferisco a somme non irrisorie).

mi trovo daccordo su molte delle cose che hai scritto, ma giustificare un aumento di valore dei propri bitcoin nel tempo e' la cosa piu facile del mondo con la blockchain, non trovi?

certamente; il problema si pone con riferimento alle eventuali sanzioni per l'omessa dichiarazione delle plusvalenze e per l'omesso versamento delle relative imposte...
intendo dire che se l'agenzia ti chiede spiegazioni in merito agli accrediti sul conto corrente derivanti dal cash out dei proventi dei bitcoin e tu ti difendi sostenendo che si tratta di somme derivanti appunto dalla vendita di un certo ammontare di bitcoin, resta comunque il fatto che se eri tenuto a dichiarare quell'introito e dovevi pagare un certa imposta e non l'hai fatto sei passibile di sanzioni.
in questo senso dicevo che sarebbe opportuno capire se: (i) la compravendita di bitcoin è equiparabile alla compravendita di prodotti/strumenti finanziari; (ii) se si, quali sono gli adempimenti fiscali da porre in essere; (iii) capire quali sono le sanzioni in caso di omissione.
ovviamente il discorso ha senso se si vuole accreditare sul proprio conto i proventi della vendita dei bitcoin, in caso contrario dubito che le istituzioni siano cosi' solerti da abbinare gli indirizzi bitcoin ai contribuenti per poi calcolare gli eventuali proventi incrociando i dati delle transazione con i prezzi delle quotazioni.
del resto però chi compravende i bitcoin prima o poi vorrà godere dei propri proventi convertendoli in euro...

La normativa svizzera cosa pevede al riguardo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 06, 2013, 01:35:55 PM
Non so cosa devono dichiarare i minatori, ipotizzo che come una qualunque impresa si dovrà fare un conto dei ricavi a cui andranno dedotti i costi. se l'operazione dà un risultato positivo: ossia un utile; su quell'utile si calcola l'imposizione fiscale.
Vi torno però a ripetere che la questione andrebbe studiata a fondo. il mio era più che altro un avvertimento a chi fa girare grosse somme sul conto corrente perchè in questo modo si potrebbe accendere qualche led rosso nella torre di controllo dell'agenzia delle entrate.

quanto alla disciplina svizzera, non ho idea di quali siano le norme applicabili in quel paese.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 06, 2013, 06:04:18 PM
del resto però chi compravende i bitcoin prima o poi vorrà godere dei propri proventi convertendoli in euro...
Basta comprare direttamente beni e servizi in bitcoin, eliminando tra l'altro un passaggio e di conseguenza riducendo le commissioni. Bitcoin è una moneta: non ha bisogno dell'euro per esistere. Certo, resta il problema del redditometro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 06, 2013, 08:26:10 PM
del resto però chi compravende i bitcoin prima o poi vorrà godere dei propri proventi convertendoli in euro...
Basta comprare direttamente beni e servizi in bitcoin, eliminando tra l'altro un passaggio e di conseguenza riducendo le commissioni. Bitcoin è una moneta: non ha bisogno dell'euro per esistere. Certo, resta il problema del redditometro.
si concordo, ma prima che il mondo si sarà decisa a vendere beni e servizi in bitcoin su larga scala, uno potrebbe avere l'istinto di convertirne un po in euro.
per esempio mi chiedo: chi "mina" in Italia la bolletta della luce la paga in bitcoin?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on November 06, 2013, 08:28:45 PM
per esempio mi chiedo: chi "mina" in Italia la bolletta della luce la paga in bitcoin?

Prova a vederlo come un modo per strasferire "wealth" senza lasciare "trails"...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on November 06, 2013, 08:35:28 PM
per esempio mi chiedo: chi "mina" in Italia la bolletta della luce la paga in bitcoin?

no, infatti. L'ultimo conguaglio che mi e' arrivato quando minavo era di 1.600+ euri (oltre a bollette precedenti di 3-400+ cadauna), quindi prima di parlare di tasse dovrei detrarre i costi no? E se questi (dimostrabili -mettiamoci pure le radeon) sono superiori a quanto ho convertito in euri su un exchange immagino potrei rivendicare un credito.

Cmq si, chi vuole convertire sugli exchange mi sa che fara' meglio a stare attento. Quindi meglio cash faccia a faccia o conto all'estero.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 06, 2013, 08:44:45 PM
Oppure la diffusione di servizi come questo :)
http://www.proxycoins.com/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 06, 2013, 09:30:52 PM
Oppure la diffusione di servizi come questo :)
http://www.proxycoins.com/
Interessante. Comprano loro per te e poi ti spediscono il bene acquistato?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 06, 2013, 09:38:46 PM
Interessante. Comprano loro per te e poi ti spediscono il bene acquistato?
Esattamente.
Tu invii a loro i Bitcoin, e per il servizio si prendono una percentuale (o anche gratis)
Il servizio ha appena aperto, ed è giusto il primo.
Il fatto della concorrenza dovrebbe comunque abbassare il prezzo dei singoli "proxy", anche se naturalmente ha valore anche il feedback.
E' presente anche un sistema di escrow.

Potrebbero anche ordinarti una pizza da asporto tanto per dire :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on November 07, 2013, 08:59:13 AM
l'idea non è male; si evita la conversione in valute standard (e quindi movimenti sul conto corrente) e quindi tutto il problema fiscale (certo se mi faccio spedire una ferrari e poi ci vado in giro, in itaGlia potrebbero chiedermi come l'ho comprata);anche il proxy può trarne beneficio: ad esempio se è un sito che vende hardware per pc e gli chiedo di mandarmi dell'hardware pagando in cryptocurrencies, lui il costo se lo scarica dalle tasse ma senza averne profitto. Insomma ci guadagnano tutti tranne lo stato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: leo13388 on November 07, 2013, 11:15:23 AM
Il Canada ha messo in chiaro le cose sul discorso tasse: http://news.gc.ca/web/article-eng.do?nid=787789

Secondo me è una mossa furba, chi volesse aprire un'attività basata sui bitcoin ha bisogno di stabilità normativa, qui da noi rischierebbe di trovarsi la finanza a casa da un giorno all'altro senza neanche sapere perchè.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 07, 2013, 11:17:13 AM
ad esempio se è un sito che vende hardware per pc e gli chiedo di mandarmi dell'hardware pagando in cryptocurrencies, lui il costo se lo scarica dalle tasse ma senza averne profitto. Insomma ci guadagnano tutti tranne lo stato.

Questo non funziona, almeno qui in Italia: se acquisti in fiat e vendi in bitcoin senza dichiarare la vendita il materiale ti resta contabilmente a magazzino. E se ti capita un controllo della finanza i pezzi a magazzino devono esserci altrimenti ti becchi una denuncia per evasione. E ad ogni modo se il magazzino è sproporzionato al tipo di attività il controllo è quasi certo (se sei un negozio di PC e a fine anno hai 2-3 PC e un po' di pezzi va bene, ma se hai mettiamo 20 PC quando ne vendi magari 2 alla settimana rischi grosso).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 07, 2013, 12:28:22 PM
Il Canada ha messo in chiaro le cose sul discorso tasse: http://news.gc.ca/web/article-eng.do?nid=787789

Secondo me è una mossa furba, chi volesse aprire un'attività basata sui bitcoin ha bisogno di stabilità normativa, qui da noi rischierebbe di trovarsi la finanza a casa da un giorno all'altro senza neanche sapere perchè.
Interessante. Mi pare che la spiegazione data dal Canada torni con quello che si è scritto sopra. se i bitcoin vengono usati per acquistare beni e servizi si considera come una forma di baratto e la fattura deve comunque indicare il prezzo del bene in dollari canadesi. se si tratta invece di compravendita di bitcoin la si equipara alla compravendita di commodity (v. oro o materie prime) e la si tassa di conseguenza.
La fattispecie che non mi pare sia spiegata è quella del miner che estrae bitcoin e poi li vende.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on November 07, 2013, 12:43:30 PM
ad esempio se è un sito che vende hardware per pc e gli chiedo di mandarmi dell'hardware pagando in cryptocurrencies, lui il costo se lo scarica dalle tasse ma senza averne profitto. Insomma ci guadagnano tutti tranne lo stato.

Questo non funziona, almeno qui in Italia: se acquisti in fiat e vendi in bitcoin senza dichiarare la vendita il materiale ti resta contabilmente a magazzino. E se ti capita un controllo della finanza i pezzi a magazzino devono esserci altrimenti ti becchi una denuncia per evasione. E ad ogni modo se il magazzino è sproporzionato al tipo di attività il controllo è quasi certo (se sei un negozio di PC e a fine anno hai 2-3 PC e un po' di pezzi va bene, ma se hai mettiamo 20 PC quando ne vendi magari 2 alla settimana rischi grosso).

verissimo, io ormai ragiono sempre di estero, la gestione del magazzino è un punto molto critico, un mio amico ha avuto un contenzioso col fisco proprio inerente il suo magazzino. Certo potresti aspettare una bella alluvione :) (che comunque arrivano puntualmente in autunno) e dire che hai perso tutto il magazzino.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 07, 2013, 12:54:31 PM
ad esempio se è un sito che vende hardware per pc e gli chiedo di mandarmi dell'hardware pagando in cryptocurrencies, lui il costo se lo scarica dalle tasse ma senza averne profitto. Insomma ci guadagnano tutti tranne lo stato.

Questo non funziona, almeno qui in Italia: se acquisti in fiat e vendi in bitcoin senza dichiarare la vendita il materiale ti resta contabilmente a magazzino. E se ti capita un controllo della finanza i pezzi a magazzino devono esserci altrimenti ti becchi una denuncia per evasione. E ad ogni modo se il magazzino è sproporzionato al tipo di attività il controllo è quasi certo (se sei un negozio di PC e a fine anno hai 2-3 PC e un po' di pezzi va bene, ma se hai mettiamo 20 PC quando ne vendi magari 2 alla settimana rischi grosso).

verissimo, io ormai ragiono sempre di estero, la gestione del magazzino è un punto molto critico, un mio amico ha avuto un contenzioso col fisco proprio inerente il suo magazzino. Certo potresti aspettare una bella alluvione :) (che comunque arrivano puntualmente in autunno) e dire che hai perso tutto il magazzino.
si ma non è che all'estero il culo non te lo fanno se evadi il fisco... semmai si può ragionare di aliquote più basse.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on November 07, 2013, 01:32:59 PM
se ti fai (anzi, facevi) il magazzino a San Marino potevi fare quello che ti pare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: leo13388 on November 07, 2013, 05:22:05 PM

La fattispecie che non mi pare sia spiegata è quella del miner che estrae bitcoin e poi li vende.

Eh lì si calcoleranno le tasse sul guadagno ottenuto dalla vendita dei bitcoin, tolte le spese di gestione dell'hardware e della corrente. E' come se avessi una ditta che "produce" bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 07, 2013, 06:05:16 PM

La fattispecie che non mi pare sia spiegata è quella del miner che estrae bitcoin e poi li vende.

Eh lì si calcoleranno le tasse sul guadagno ottenuto dalla vendita dei bitcoin, tolte le spese di gestione dell'hardware e della corrente. E' come se avessi una ditta che "produce" bitcoin.

credo anche io che sia così


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ghibly79 on November 07, 2013, 10:32:17 PM
Il discorso è piu' complesso per chi compra e rivende bitcoin a privati. Non è facile nemmeno calcolare esattamente le plusvalenze (che includono margine di vendita ed eventuali fluttuazioni di valore del btc. A favore o anche contro).
Ancor piu' difficile documentarle in un modo digeribile al fisco. Specialmente vendendo tramite carte prepagate.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on November 08, 2013, 09:17:51 AM
BASTA TASSE!!! Ne pago già abbastanza sui pochi euro che guadagno, ci manca anche che devo pagarle sui bitcoin

EDIT By HostFat
Per favore evitiamo altri messaggi inutili in questa discussione che per alcuni potrebbe essere di vitale importanza.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on November 08, 2013, 10:06:21 AM
Banalizzare insultando le istituzioni e l'ordinamento italiano è la reazione di chi non comprende o (non vuole comprendere) che in qualunque paese avanzato ci sono norme e professionisti specializzati che le studiano.
Non so se ti riferisci a qualche episodio in particolare, ma per conto mio posso dirti che sono estremamente irritato dall'impossibilità di avere una risposta ufficiale dalle autorità.
È assurdo e paradossale che imprenditori, commercialisti e avvocati debbano "supporre" come funzionano le cose, senza poterti dare nessuna certezza.
Sarebbe decisamente più civile se si potesse fare un iterpello al ministero delle finanze (o chi per loro), che fosse tenuto a darti in tempi ragionevoli una risposta ufficiale e vincolante a riguardo.
In mancanza di ciò, mi ritengo in diritto di sbeffeggiarli a piacimento.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on November 08, 2013, 10:08:56 AM
l'unica cosa da fare per minare in italia sarebbe avere un locale adibito a uso ufficio (in affitto altrimenti arriva l'irap) da cui si detraggono energia elettrica, adsl e tutto il resto,  e svolgerci un'attività, far passare i miner come beni strumentali e anche minare; ma se avessi migliaia di BTC parte li terrei e parte li convertirei ...in un paradisi fiscale :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jason_Bourne on November 08, 2013, 10:11:21 AM
Banalizzare insultando le istituzioni e l'ordinamento italiano è la reazione di chi non comprende o (non vuole comprendere) che in qualunque paese avanzato ci sono norme e professionisti specializzati che le studiano.

È assurdo e paradossale che imprenditori, commercialisti e avvocati debbano "supporre" come funzionano le cose, senza poterti dare nessuna certezza.



ma tu pensi che chi sta sui vari colli romani sappia cosa sono le criptovalute?
quanto allo studente aspirante avvocato (non so dove ho letto che nel comune di Roma ci sono più avvocati che in tutta la Francia) scrive: "bisogna conoscere le cose prima di giudicarle"; esatto, lui non le conosce perchè non lavora...quando lavorerà capirà.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on November 08, 2013, 10:16:25 AM
ma tu pensi che chi sta sui vari colli romani sappia cosa sono le criptovalute?
È loro dovere farlo http://www.dogpages.org.uk/forums/html/emoticons/dunno.gif

Cioè non è complesso: vuoi che ti paghi? Dimmi quanto ti devo! Mi sembra veramente il minimo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on November 08, 2013, 10:17:43 AM
l'unica cosa da fare per minare in italia sarebbe avere un locale adibito a uso ufficio (in affitto altrimenti arriva l'irap) da cui si detraggono energia elettrica, adsl e tutto il resto,  e svolgerci un'attività, far passare i miner come beni strumentali e anche minare; ma se avessi migliaia di BTC parte li terrei e parte li convertirei ...in un paradisi fiscale :)

+1

Direi che si può chiudere il thread


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 08, 2013, 11:17:46 AM
Banalizzare insultando le istituzioni e l'ordinamento italiano è la reazione di chi non comprende o (non vuole comprendere) che in qualunque paese avanzato ci sono norme e professionisti specializzati che le studiano.
Non so se ti riferisci a qualche episodio in particolare, ma per conto mio posso dirti che sono estremamente irritato dall'impossibilità di avere una risposta ufficiale dalle autorità.
È assurdo e paradossale che imprenditori, commercialisti e avvocati debbano "supporre" come funzionano le cose, senza poterti dare nessuna certezza.
Sarebbe decisamente più civile se si potesse fare un iterpello al ministero delle finanze (o chi per loro), che fosse tenuto a darti in tempi ragionevoli una risposta ufficiale e vincolante a riguardo.
In mancanza di ciò, mi ritengo in diritto di sbeffeggiarli a piacimento.

puoi chiedere un parere all' agenzia delle entrate come avevo già scritto sopra.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 08, 2013, 11:23:46 AM
Banalizzare insultando le istituzioni e l'ordinamento italiano è la reazione di chi non comprende o (non vuole comprendere) che in qualunque paese avanzato ci sono norme e professionisti specializzati che le studiano.

È assurdo e paradossale che imprenditori, commercialisti e avvocati debbano "supporre" come funzionano le cose, senza poterti dare nessuna certezza.



ma tu pensi che chi sta sui vari colli romani sappia cosa sono le criptovalute?
quanto allo studente aspirante avvocato (non so dove ho letto che nel comune di Roma ci sono più avvocati che in tutta la Francia) scrive: "bisogna conoscere le cose prima di giudicarle"; esatto, lui non le conosce perchè non lavora...quando lavorerà capirà.

per la verità lavoro da due anni e non sono uno studente. Proprio perchè lavoro mi rendo conto della complessità delle cose. ciò premesso, ho anche precisato che non mi occupo di materia fiscale.
una soluzione potrebbe essere quella di dare mandato a uno studio di professionisti seri di redigere un parere pro veritate sulla questione. oppure come ho detto sopra chiedere un parere all'agenzia delle entrate. ovviamente visti i costi non irrisori di un parere fatto bene, potrebbe essere una cosa promossa a livelo di associazione/fondazione italiana (sempre che ne esista una).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: AceCoin on November 08, 2013, 11:49:06 AM
scusate ma quindi i SEPA che arrivano dal trading, anche inferiori al limite annuo,
per stare tranquilli è meglio indicarli nel riquadro RW sulla dichiarazione dei redditi?
oppure non indicare nulla perchè tanto non c'è una normativa di riferimento?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on November 08, 2013, 11:50:21 AM
puoi chiedere un parere all' agenzia delle entrate come avevo già scritto sopra.
Se non è vincolante non me ne faccio nulla.
Se lo è chiedo venia, mi sarò perso il post...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 08, 2013, 12:17:05 PM
puoi chiedere un parere all' agenzia delle entrate come avevo già scritto sopra.
Se non è vincolante non me ne faccio nulla.
Se lo è chiedo venia, mi sarò perso il post...
non so se è vincolante. tuttavia essendo emesso da chi poi ti muove eventuali contestazioni è francamente poco probabile che nel parere venga data una certa interpretazione e nell'applicazione pratica un'altra interpretazione.
Come vi ho già scritto parecchie volte, la mia intenzione era quella di mettere alla luce alcune criticità; non quella di presentarmi come portare di verità assolute. Chi vuole approfondire approfondisca con professionisti di sua fiducia. chi non lo ritiene necessario continui per sua strada.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on November 09, 2013, 09:35:23 PM
Ma voi personalmente ad oggi, avete dichiarato qualcosa o dichiarate qualcosa quando vendete btc?

Voglio dire : oggi (in questo preciso momento) chiunque di noi abbia 50+ BTC si ritrova con almeno 14 mila potenziali euri in tasca, praticamente lo stipendio netto annuale di un lavoratore dipendente.
Se voglio uscire dal circuito e vendere, ci metto ben poco. E come me, anche tanti altri. A questo punto, sia una postepay, che un conto bancario, che un conto postale avranno un bel +14.000. Dormireste sonni tranquilli? Io no.

Ma se li dichiaro, mi sto parando il sedere? Cioè una volta deciso come dichiararli, potrei sentirmi dire "Ma cosa stai dichiarando?? Che è sta roba? Non devi pagarci niente sopra".
Sono un pò ignorante in materia ma vorrei capire voi come vi state muovendo/tutelando.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on November 10, 2013, 01:37:46 PM
Ma voi personalmente ad oggi, avete dichiarato qualcosa o dichiarate qualcosa quando vendete btc?

Voglio dire : oggi (in questo preciso momento) chiunque di noi abbia 50+ BTC si ritrova con almeno 14 mila potenziali euri in tasca, praticamente lo stipendio netto annuale di un lavoratore dipendente.
Se voglio uscire dal circuito e vendere, ci metto ben poco. E come me, anche tanti altri. A questo punto, sia una postepay, che un conto bancario, che un conto postale avranno un bel +14.000. Dormireste sonni tranquilli? Io no.

Ma se li dichiaro, mi sto parando il sedere? Cioè una volta deciso come dichiararli, potrei sentirmi dire "Ma cosa stai dichiarando?? Che è sta roba? Non devi pagarci niente sopra".
Sono un pò ignorante in materia ma vorrei capire voi come vi state muovendo/tutelando.

Io farei così, 9000€ a me 5000€ ai miei che me li danno quando voglio  ;D  ;D  ;D
E dormo sonni tranquilli  ;D  ;D  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on November 10, 2013, 01:41:09 PM
Non ti seguo.....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 11, 2013, 10:39:07 AM
Salve a tutti,

Cercherò di fare un pò di informazione, chiedo scusa in anticipo se ho stringato i concetti e se nel prosieguo potrebbero esserci errori/orrori e/o omissioni.
Pare che la questione fiscale comporti una serie infinita di comuni equivoci e di problematiche irrisolte.
Di fatto la cosa è più semplice di quanto si pensi, tutto stà nell'individuare esattamente dove collocare il tipo di attività che ha generato reddito.
Le disposizioni in materia fiscale sono contenute nel DPR 917/86 testo unico sulle imposte dei redditi, in via generica si può affermare che il fisco tassa tutte le fonti/tipi di reddito anche se non compresi o previsti dal testo unico.
Detto questo esistono dei limiti:
Il primo, redditi derivati da prestazioni occasionali fino a 5000 Euro (Art.67)
Questo tipo di reddito ( redditi diversi ) potrebbe riassumere tutte quelle plusvalenze, roi, Redditi derivati dalle differenze cambio con i Bitcoins.
Quadro L Mod Unico.

BASE IMPONIBILE

I primi 5.000 euro annui costituiscono una soglia di esenzione dall’obbligo contributivo.

I redditi da lavoro autonomo occasionale sono fiscalmente classificati fra i “redditi diversi”, ai sensi dell’art. 67, c. 1, lett. l del TUIR.
L’art. 71, c. 2 del TUIR dispone che l’imponibile sia ricavato per differenza tra l’ammontare percepito nel periodo d’imposta e le spese specificamente inerenti alla loro produzione.

 

Quindi l’imponibile previdenziale è costituito dal compenso lordo erogato al lavoratore, dedotte eventuali spese poste a carico del committente e risultanti dalla fattura.


Per approfondimenti vedere link  https://www.inps.it/portale/default.aspx?lastMenu=5649&iMenu=1&iNodo=5649&p1=2


Tutti quei redditi che superano i 5000 euro, potrebbero quindi essere riconducibili ad attività diverse dai redditi diversi/e o attività sporadiche occasionali.

E' bene precisare ad esempio che nel caso dei minatori, si potrebbe ipotizzare un esercizio di impresa (beni strumentali, costi fissi, lavoro autonomo) con tutte le conseguenze di adempimenti e fiscali correlate (partita iva, posizione contributiva, sostituto di imposta).

Da tenere presente che:
Nessun professionista sarà preciso al riguardo (loro stessi fanno molta confusione).
L'INPS è per sua natura fuorviante e cercherà sempre e comunque di ottenere un pagamento contributivo.

Tutto quanto descritto può essere applicato se sussistono i requisiti, inutile deviare o fuorviare il senso del tutto.

In pratica, se si produce reddito in italia, le tasse vanno pagate punto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 11, 2013, 11:16:17 PM
Grazie, puffer!

Tuttavia, a mio avviso, il punto chiave su cui va scritto un vademecum autorevole, è cosa deve fare un'impresa dal punto di vista contabile e fiscale per accettare pagamenti in bitcoin. Argomento su cui nessuno ha ancora saputo dire niente...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 11, 2013, 11:58:15 PM
Ciao Stemby,

Anche questo è abbastanza semplice, esiste un valore di cambio con le altre valute, quindi anche se in gazzetta ufficiale non esiste un cambio medio di riferimento, tuttavia, il bitcoin deve essere trattato come tale, e quindi tutte le operazioni in bitcoins devono essere attualizzate con il cambio in euro, esse genereranno differenze cambio attive e/o passive e saranno soggette a tassazione.
In via generale il fisco comprende anche la permuta e/o lo scambio, pertanto è compito del venditore/compratore dare un valore in euro allo scambio e procedere di conseguenza.
Il fisco dal canto suo, potrà chiedere adeguata documentazione riguardo ogni operazione compiuta indipendentemente dalla valuta usata come controvalore del corrispettivo.
Permangono gli adempimenti civili e fiscali per ogni operazione compiuta nell'esercizio di impresa pertanto, emissione fattura, contabilizzazione, attualizzazione, eventuale INTRASTAT con implementazione dei dati in fattura per le operazioni comunitarie.
Quello che importa al fisco non è il pagamento in sè stesso, o la modalità in cui esso avviene, ma la natura della operazione, quindi, vendita, noleggio, prestazione di servizio etc.
Esempio, un dentista emette fattura per 100 euro ad un suo cliente muratore che gli sistema un muro deteriorato, il muratore emette fattura per 100 euro, entrambi procedono a compensazione, senza effettuare pagamento alcuno.
Il fisco lo permette, entrambi verseranno l'iva e pagheranno le rispettive tasse.
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 12, 2013, 01:55:56 AM
Grazie davvero, puffer.

esiste un valore di cambio con le altre valute
Eh, in realtà ne esiste più di uno. Mi sembra però di capire che basti scegliere dei valori sensati, ovvero darsi una regola che sia credibile.

Quote
quindi tutte le operazioni in bitcoins devono essere attualizzate con il cambio in euro, esse genereranno differenze cambio attive e/o passive e saranno soggette a tassazione.
Mmm, supponendo che il bitcoin continui nel tempo ad apprezzarsi rispetto all'euro, mi sembra di capire che la strategia migliore per l'azienda sia quella di evitare la conversione in euro, per evitare la tassazione sulle plusvalenze. O quest'ultima è inevitabile? Nel caso in cui si ricadesse nella tassazione solo al momento della conversione in euro, come si potrebbero utilizzare i bitcoin raccolti? Per gli stipendi (se i dipendenti sono d'accordo)? O è problematico? Per pagare i fornitori, sempre che anch'essi siano d'accordo? Dal punto di vista contabile come si procede? Con due casse separate?

Scusa le tante domande, molte delle quali sicuramente anche stupide, ma mi sento davvero tanto ignorante in questa materia...

Grazie di nuovo!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 12, 2013, 08:09:35 AM
Eh, in realtà ne esiste più di uno. Mi sembra però di capire che basti scegliere dei valori sensati, ovvero darsi una regola che sia credibile.

Anche per il dollaro esistono diverse quotazioni ogni banca nel mondo usa le proprie.
Il riferimento per il cambio valute in italia è la banca d'italia oppure la tua banca che si rifà a quelle quotazioni.
Evidentemente per il Bitcoin vale la stessa regola, prendi gli exchangers e fai una media dei cambi ( potrebbe andare bene ), naturalmente ti fai una bella stampa di tutte le info che utilizzi e te la archivi dietro la documentazione originaria.

quindi tutte le operazioni in bitcoins devono essere attualizzate con il cambio in euro, esse genereranno differenze cambio attive e/o passive e saranno soggette a tassazione.

si! Non se ne esce

Mmm, supponendo che il bitcoin continui nel tempo ad apprezzarsi rispetto all'euro, mi sembra di capire che la strategia migliore per l'azienda sia quella di evitare la conversione in euro, per evitare la tassazione sulle plusvalenze. O quest'ultima è inevitabile? Nel caso in cui si ricadesse nella tassazione solo al momento della conversione in euro, come si potrebbero utilizzare i bitcoin raccolti? Per gli stipendi (se i dipendenti sono d'accordo)? O è problematico? Per pagare i fornitori, sempre che anch'essi siano d'accordo? Dal punto di vista contabile come si procede? Con due casse separate?

Non puoi evitare di effettuare il cambio in Euro, il fisco te lo impone, quando devi fare una registrazione in contabilità che sia semplificata o ordinaria, devi scrivere il valore in Euro, e di là non scappi.
Molto semplicemente avrai un conto in contabilità che si chiamerà ad esempio Conto/Wallet Bitcoin, è da quel conto che si evidenzieranno le movimentazioni effettuate in bitcoins, e quando saranno effettuati pagamenti in bitcoin o riscossioni in bitcoins, verrà movimentato o la cassa oppure un conto corrente ( bancario/postale, virtuale) le differenze dei cambi attive e passive per forza confluiranno nel conto profitti e perdite come differenze cambio attive e passive, è inevitabile.
Il cambio di riferimento è quello del giorno in cui si effettua un pagamento/una riscossione, rispetto a quello di emissione o registrazione della fattura.
Puoi usare il tuoi bitcoins per pagare cioò che desideri, ti rigiro la domanda, e se un tuo dipendente volesse essere pagato in dollari che tu hai in un conto corrente ? non è forse la stessa cosa ? già oggi non avviene ?

Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 12, 2013, 08:13:04 AM
Quindi confermi che anche nel baratto bisogna sempre in fine indicare un valore in euro per i prodotti scambiati?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 12, 2013, 08:16:10 AM
Quindi confermi che anche nel baratto bisogna sempre in fine indicare un valore in euro per i prodotti scambiati?
E' inevitabile, il valore può essere espresso in qualsiasi moneta, di fatto poi, per forza lo devi convertire in Euro se sei un azienda, nel caso di privati beh parliamone, nel senso, se tizio vuole scambiare una mela per un furgone, qualcosa non torna, ma se tizio vuole scambiare una mela per una pera ci può stare o no ?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 12, 2013, 08:24:51 AM
E' inevitabile, il valore può essere espresso in qualsiasi moneta, di fatto poi, per forza lo devi convertire in Euro se sei un azienda, nel caso di privati beh parliamone, nel senso, se tizio vuole scambiare una mela per un furgone, qualcosa non torna, ma se tizio vuole scambiare una mela per una pera ci può stare o no ?
Beh parliamo invece di un esempio più vicino al Bitcoin.
Un tizio vuole scambiare un furgone con diverse montagne di sacchi di mele.
Questo è molto simile al cambio furgone e quantità X di Bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 12, 2013, 08:28:27 AM
Giusto per andare oltre ed ampliare il concetto a prescindere....
Il fisco italiano non ammette regali, regalie, fringe beneficts, donazioni ...
Per il fisco sono tutte azioni che, a parte alcune eccezioni tipo le onlus riconosciute, determinano una netutralità fiscale e sono soggette a tassazione, per l'azienda non costituiscono un costo opponibile al fisco.
Quindi frasi come l'ho ricevuto in regalo, mi è stato regalato, servono a poco, e comunque danno adito ad indagini ed accertamenti da parte della autorità delle entrate.
Gli scambi tra privati e le donazioni tra privati, se di modico valore, e se non sono state sottratte alla tassazione, sono permesse e lecite.
Però attenzione, se ricevete 10kg di oro da qualcuno ( ve lo auguro ) sarà bene essere pronti a dimostrare non solo la lecita provenienza, ma anche la prova di possesso legittima.
Dire me lo hanno regalato in modo generico, capite bene che non suona bene.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 12, 2013, 08:35:29 AM
E' inevitabile, il valore può essere espresso in qualsiasi moneta, di fatto poi, per forza lo devi convertire in Euro se sei un azienda, nel caso di privati beh parliamone, nel senso, se tizio vuole scambiare una mela per un furgone, qualcosa non torna, ma se tizio vuole scambiare una mela per una pera ci può stare o no ?
Beh parliamo invece di un esempio più vicino al Bitcoin.
Un tizio vuole scambiare un furgone con diverse montagne di sacchi di mele.
Questo è molto simile al cambio furgone e quantità X di Bitcoin.

Devi per forza usare un mezzo di valutazione che sia il più possibile veritiero e accettato da tutti fisco incluso, quindi inevitabilmente devi esprimere un valore in Euro sia per i sacchi di mele che per il furgone, ma non solo, direi che nel caso del furgone la provenienza è facilmente dimostrabile con un certificato del registro delle immatricolazioni, direi che per le mele, la vedo dura dimostrare la lecita provenienza.
In caso di contestazione poi da parte di uno dei due soggetti che effettuano lo scambio  ( esempio le mele erano marce, il furgone è senza motore ) come faresti a quantificare il danno ? questi beni hanno un valore espresso in euro e non in bitcoins.
Mi pare ovvio che il Bitcoins è una mera valuta di transito fino a che non è di uso comune, e non semplicemente perchè non è riconociuta da uno stato, ma per il fatto che non tutti sono pronti ad accettarla e riconoscere un valore corrente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 12, 2013, 01:10:27 PM
Direi che da quanto detto ne deriva un'altra missione per l'associazione: calcolare e rendere disponibile in tempo reale a chiunque ne abbia bisogno un prezzo che possa essere considerato semi-ufficiale. A mio avviso questa cosa deve avere priorità massima.

Il software di base è già pronto; si tratta solo di metterlo a punto e di rendere disponibile sul sito il prezzo calcolato, anche in formati utilizzabili da registratori di cassa, ecc.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 12, 2013, 01:31:44 PM
Direi che da quanto detto ne deriva un'altra missione per l'associazione: calcolare e rendere disponibile in tempo reale a chiunque ne abbia bisogno un prezzo che possa essere considerato semi-ufficiale. A mio avviso questa cosa deve avere priorità massima
Non sono molto d'accordo, per lo stesso motivo per cui non ero d'accordo col forzare un prezzo qua nella sezione mercato.
Ogni utilizzatore di Bitcoin sia venditore che compratore può avere diversi metodi per accedere al mercato di acquisto/vendita, alcuni possono essere più avvantaggiati di altri o l'opposto.
Quindi imporre un prezzo non sarebbe corretto e sarebbe contro il libero mercato.

Chi offre un prezzo da seguire, deve anche offrire istruzioni/accesso per poterlo raggiungere facilmente, che poi sarebbe quello che fa Bitpay.
Se Bitpay diventa il mezzo più utilizzato, è probabile che quello diventi il prezzo semi-ufficiale.
Ma non per questo anche altri devono essere costretti ad usare Bitpay!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 12, 2013, 01:42:00 PM
Non sono molto d'accordo, per lo stesso motivo per cui non ero d'accordo col forzare un prezzo qua nella sezione mercato.
Eh, ma ci tocca, temo. Vuoi far partire la campagna tesseramenti senza prevedere pagamenti in bitcoin? Sarebbe il colmo...

Quote
Quindi imporre un prezzo non sarebbe corretto e sarebbe contro il libero mercato.
Il prezzo, sotto sotto, sarebbe fatto dal libero mercato. Non sarebbe un prezzo imposto dall'associazione, ma calcolato dall'associazione osservando il mercato. Ovviamente la formula usata per il calcolo sarà sotto gli occhi di tutti, e il software di calcolo è già ora software libero.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on November 12, 2013, 02:00:13 PM
Eh, ma ci tocca, temo. Vuoi far partire la campagna tesseramenti senza prevedere pagamenti in bitcoin? Sarebbe il colmo...
Noi avremo il nostro prezzo infatti, per le tessere "nostre". Non c'è nulla di strano in questo.

Il prezzo, sotto sotto, sarebbe fatto dal libero mercato. Non sarebbe un prezzo imposto dall'associazione, ma calcolato dall'associazione osservando il mercato. Ovviamente la formula usata per il calcolo sarà sotto gli occhi di tutti, e il software di calcolo è già ora software libero.
Non importa che sia cristallino e open source come viene calcolato.
Se in una zona d'italia e/o per un qualunque motivo un tizio compratore/venditore si trova a poter accedere solo ad un certo mercato per l'acquisto/vendita di Bitcoin, si baserà/anno su quel prezzo e/o lo concorderanno fra loro.
Da li poi prepareranno le carte per dimostrare come è stato scelto il prezzo consono a loro, e su quello pagheranno le tasse.
L'associazione non può imporre un prezzo.

Se ad esempio imponessimo un prezzo, correremo il rischio avvantaggiare alcuni che hanno un conto bancario con accesso avvantaggiato per un determinato exchanger, costringendo altri magari a dover cambiare conto, quando magari per altre cose non gli converrebbe.

Quello che si potrà fare è se mai "consigliare" vari commercialisti presenti sul territorio esperti in materia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 12, 2013, 02:09:00 PM
Eh, ma ci tocca, temo. Vuoi far partire la campagna tesseramenti senza prevedere pagamenti in bitcoin? Sarebbe il colmo...
Noi avremo il nostro prezzo infatti, per le tessere "nostre". Non c'è nulla di strano in questo.
Ok, perfetto. Quindi noi avremo un nostro prezzo, che calcoleremo. Direi che bisogna partire subito, dato che vorrei pagare la quota associativa in bitcoin...

Quote
L'associazione non può imporre un prezzo.
Infatti. Ma visto che lo calcola per suoi scopi interni (e secondo me, per trasparenza, dovrebbe anche pubblicarlo), chiunque potrebbe sentirsi libero di usarlo. Essendo un prezzo autorevole (perché lo calcoleremo per bene, e vogliamo essere un punto di riferimento per il panorama italiano), io stesso lo userei come prezzo di riferimento per una mia impresa, se ne avessi una.

Nessun obbligo, ben inteso. Non siamo mica la Banca d'Italia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 12, 2013, 02:44:31 PM
Eh, ma ci tocca, temo. Vuoi far partire la campagna tesseramenti senza prevedere pagamenti in bitcoin? Sarebbe il colmo...
Noi avremo il nostro prezzo infatti, per le tessere "nostre". Non c'è nulla di strano in questo.
Ok, perfetto. Quindi noi avremo un nostro prezzo, che calcoleremo. Direi che bisogna partire subito, dato che vorrei pagare la quota associativa in bitcoin...

Anche io

Quote
L'associazione non può imporre un prezzo.
Infatti. Ma visto che lo calcola per suoi scopi interni (e secondo me, per trasparenza, dovrebbe anche pubblicarlo), chiunque potrebbe sentirsi libero di usarlo. Essendo un prezzo autorevole (perché lo calcoleremo per bene, e vogliamo essere un punto di riferimento per il panorama italiano), io stesso lo userei come prezzo di riferimento per una mia impresa, se ne avessi una.

Nessun obbligo, ben inteso. Non siamo mica la Banca d'Italia.

Sono d'accordo con Stemby: l'associazione non deve imporre un prezzo, ma è praticamente obbligata a darne uno visto che delle conversioni da e verso bitcoin saranno da fare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on November 13, 2013, 09:59:00 PM
Ciao Puffer  ;)
Quindi in soldoni, se io instascassi 20mila euro di BTC in un anno, che dovrei fare per essere tranquillo che non mi bussino alla porta?
E se dichiaro e poi non dovevo? Ormai pago?

Grazie.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 14, 2013, 09:24:01 AM
Ciao Puffer  ;)
Quindi in soldoni, se io instascassi 20mila euro di BTC in un anno, che dovrei fare per essere tranquillo che non mi bussino alla porta?
E se dichiaro e poi non dovevo? Ormai pago?

Grazie.

Ciao,

Provo a risponderti, e leggi fra le righe :)

Innanzitutto l'articolo 49 del Dlgs 231/2007 introdusse la famosa soglia di prelievo dei 1000 euro in contanti (vale anche per i versamenti), poi
qualunque operazione finanziaria che superi i famigerati 1000 euro è soggetta a:

 Monitoraggio fiscale
Anzitutto le banche devono identificare e registrare le operazioni delle persone che abbiano un rapporto o che eseguano operazioni finanziarie. La norma ha lo scopo di monitorare fiscalmente le operazioni che dovranno essere segnalate all’anagrafe tributaria. Dal  1° gennaio 2012 inoltre gli intermediari devono comunicare i singoli movimenti riferiti ai rapporti continuativi e l'ammontare delle operazioni fuori conto (la famosa banca dati del Fisco che ora ha accesso ai movimenti del conto corrente).

 Antiriciclaggio
La banca è poi tenuta a registrare alcune informazioni ai fini dell’antiriciclaggio come le operazioni che comportano movimentazioni superiori ai 15.000 euro (anche in più tranche) o che possano far sospettare, per la loro natura e frequenza, attività di riciclaggio o terrorismo. La banca è tenuta a segnalare queste operazioni sospette. Non è comunque automatico che un'operazione superiore ai 15.000 euro sia segnalata, occorre appunto il sospetto.

In conclusione quindi non esiste alcun divieto di prelevare o versare somme eccedenti i 1.000 euro dal o sul conto corrente. Qualora tu non si sia cliente della banca questa dovrà riconoscerti registrando il tuo nominativo e il tuo codice fiscale. Se i prelievi o i versamenti superano certi limiti la banca dovrà verificare i  tuoi dati ma l’obbligo di segnalazione scatterà solo se la banca ha  sospetti su attività in tema di riciclaggio di denaro o finanziamento del terrorismo.

Molti pensano di fare trading e di speculare sul cambio dei BitCoins ignorando o facendo finta di ignorare che gli intermediari hanno obbligo di segnalazione per le operazioni sospette, ma che comunque il FISCO ha già in mano, tutto quello che gli occorre per accertare redditi non dichiarati.
Fino a quando non si cambiano i BTC non esiste il problema, non è possibile il controllo del wallet se non dietro autorizzazione del proprietario, e quando anche esso fosse possibile, il wallet non è nominativo e potrebbe apparertenere ad un altro soggetto.
Per le singole operazioni in BTC cambiare con cash è la cosa migliore, se si effettua un cambio dietro ricariche o bonifici o vaglia, meglio restare sotto le soglie indicate.

I 20.000 euro da te citati, anche se movimentati a colpi da 10 euro, evidenzieranno una differanza tra saldo iniziale e saldo finale non indifferente, anche quello è un segnale per il fisco.

Per chi fà arbitraggio e operazioni Intraday vale lo stesso discorso.

Infatti io sinceramente non riesco a capire come mai in molti scoraggiano l'acquisto di hardware e predicano la speculazione sulla moneta.
A conti fatti chi specula è soggetto al 20% secco se lo fà in una piattaforma, se lo fà in proprio sconta l'imposta ordinaria (Anche se in totale rimessa ).
Chi fà speculazione sappia che il fisco calcolerà le imposte sulle operazioni e non sulla differenze tra operazioni positive e negative, si pagano le tasse a prescindere.

Per essere + precisi, gli strumenti che il fisco ha per acchiappare chi non dichiara, sono quelli di controllo di tutti gli strumenti finanziari esistenti.
Esempio su un c/c bancario ( ma vale anche per bancoposta, carte di credito, ricaricabili, revolving, carte debito, paypal )
Il fisco ottiene segnalazioni dagli intermediari, dalle banche su singole operazioni, e cerca i documenti di riscontro ( esempio acquisto di una moto, di un elettrodomestico ). I saldi iniziali e finali del c/c sono un dato noto ed automaticamente monitorato, se dalla differenza dei saldi si evidenzia un aumento o diminuzione sensibile, il fisco è in allerta.
Se si depositano contanti sul c/c è automatica la segnalazione ( vale anche per il prelievo ).
Tutti i dati vengono raffrontati con la dichiarazione dei redditi del contribuente.

Ma poi abbiate pazienza, che senso ha cambiare bitcoins con fiat ? e l'anonimato ?

Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 14, 2013, 11:47:48 AM
Ma poi abbiate pazienza, che senso ha cambiare bitcoins con fiat ?
+1

Avrà sempre meno senso, con l'offerta crescente di beni e servizi in cambio di bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 14, 2013, 02:20:18 PM
Ma poi abbiate pazienza, che senso ha cambiare bitcoins con fiat ?
+1

Avrà sempre meno senso, con l'offerta crescente di beni e servizi in cambio di bitcoin.

Sono quasi d'accordo: nel senso che mi piacerebbe un mondo in cui i bitcoin non dovranno più essere cambiati da nessuno verso valute fiat, ma per realizzare questo sogno occorre che non solo siano disponibili beni e servizi per i consumatori, ma che si possa risalire la filiera produttiva fino ai fornitori di materia prima.
Fino ad allora chi vende beni e servizi dovrà per forza convertire almeno una parte di bitcoin in valuta fiat (se non altro per pagarci tasse e le spese vive), ma soprattutto chi consuma dovrà acquistare in qualche modo i bitcoin che spende. Se cessasse l'offerta di bitcoin in cambio di valuta fiat morirebbe il mercato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on November 15, 2013, 01:18:16 PM
ma alla fine è presente una soglia sotto la quale si è esentasse, o non si viene monitorati?

se io convertissi btc per un controvalore di 500 euro al mese, scatterebbe il controllo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on November 15, 2013, 01:47:55 PM
Ma poi abbiate pazienza, che senso ha cambiare bitcoins con fiat ? e l'anonimato ?
Suppongo abbia senso per chi contava di mantenercisi, dunque per pagare bollette, affitto, spese, etc.

(senza entrare nel merito del giusto/sbagliato/evasione/caccapupù etc.)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on November 15, 2013, 05:20:35 PM
Ma poi abbiate pazienza, che senso ha cambiare bitcoins con fiat ? e l'anonimato ?
Suppongo abbia senso per chi contava di mantenercisi, dunque per pagare bollette, affitto, spese, etc.

(senza entrare nel merito del giusto/sbagliato/evasione/caccapupù etc.)


Io penso soprattutto ai minatori che hanno messo su un apparato di un certo livello che genera parecchi costi (corrente in primis). Per pagare tali costi devono necessariamente convertire e quindi si espongono al rischio di essere segnalati.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 17, 2013, 11:31:28 AM
Ma se quindi io ho comprato 10 bitcoin 2 anni fa a 500 euro, e adesso li rivendessi a 3450 euro, cosa dovrei fare per avere tutto in regola? Posso depositarli tranquillamente sul conto corrente? O devo pagare una tassa? E quale? Il 20%?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 17, 2013, 06:47:17 PM
Ma se quindi io ho comprato 10 bitcoin 2 anni fa a 500 euro, e adesso li rivendessi a 3450 euro, cosa dovrei fare per avere tutto in regola? Posso depositarli tranquillamente sul conto corrente? O devo pagare una tassa? E quale? Il 20%?

Quadro L seconda sezione Modello Unico, redditi diversi lavoro autonomo, spettano deduzioni fino a 8500 euro ( 2013 redditi 2012, bisogna rivedere le soglie per l'anno in corso vale a dire anno imposta 2013 dichiarazione 2014 ).

In sostanza non dovresti pagare nessuna imposta dichiarando 3450 euro, e non sei soggetto a contribuzione inps in quanto i redditi diversi derivati da lavoro autonomo occasionale non superano 5000 euro.

Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Dusty on November 17, 2013, 07:29:48 PM
Ma se quindi io ho comprato 10 bitcoin 2 anni fa a 500 euro, e adesso li rivendessi a 3450 euro, cosa dovrei fare per avere tutto in regola? Posso depositarli tranquillamente sul conto corrente? O devo pagare una tassa? E quale? Il 20%?
2 anni fa li avrai probabilmente pagati 50€, non 500 ;-)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 17, 2013, 07:40:57 PM
Ma se quindi io ho comprato 10 bitcoin 2 anni fa a 500 euro, e adesso li rivendessi a 3450 euro, cosa dovrei fare per avere tutto in regola? Posso depositarli tranquillamente sul conto corrente? O devo pagare una tassa? E quale? Il 20%?

Quadro L seconda sezione Modello Unico, redditi diversi lavoro autonomo, spettano deduzioni fino a 8500 euro ( 2013 redditi 2012, bisogna rivedere le soglie per l'anno in corso vale a dire anno imposta 2013 dichiarazione 2014 ).

In sostanza non dovresti pagare nessuna imposta dichiarando 3450 euro, e non sei soggetto a contribuzione inps in quanto i redditi diversi derivati da lavoro autonomo occasionale non superano 5000 euro.

Saluti

Il dubbio è che ti vengano a chiedere però chi te li ha pagati quei 3450€ visto che non hai emesso fatture per giustificare l'incasso.
E la cosa è peggio se dai bitcoin venduti superi i 5000€ l'anno.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 17, 2013, 09:42:06 PM

Quadro L seconda sezione Modello Unico, redditi diversi lavoro autonomo, spettano deduzioni fino a 8500 euro ( 2013 redditi 2012, bisogna rivedere le soglie per l'anno in corso vale a dire anno imposta 2013 dichiarazione 2014 ).

In sostanza non dovresti pagare nessuna imposta dichiarando 3450 euro, e non sei soggetto a contribuzione inps in quanto i redditi diversi derivati da lavoro autonomo occasionale non superano 5000 euro.

Saluti

E se ne vendo 10.000 euro? Che percentuale viene adottata?

Quote
2 anni fa li avrai probabilmente pagati 50€, non 500 ;-)

Volevo fare un esempio concreto ma poi ho messo i numeri sbagliati  :P


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 17, 2013, 09:48:10 PM

Quadro L seconda sezione Modello Unico, redditi diversi lavoro autonomo, spettano deduzioni fino a 8500 euro ( 2013 redditi 2012, bisogna rivedere le soglie per l'anno in corso vale a dire anno imposta 2013 dichiarazione 2014 ).

In sostanza non dovresti pagare nessuna imposta dichiarando 3450 euro, e non sei soggetto a contribuzione inps in quanto i redditi diversi derivati da lavoro autonomo occasionale non superano 5000 euro.

Saluti

E se ne vendo 10.000 euro? Che percentuale viene adottata?

Quote
2 anni fa li avrai probabilmente pagati 50€, non 500 ;-)

Volevo fare un esempio concreto ma poi ho messo i numeri sbagliati  :P


Il primo scaglione IRPEF coinvolge i contribuenti con un reddito compreso tra 0 euro e 15.000 euro. In questo caso l’aliquota 2012 IRPEF è del 23%, che corrisponde – nel caso di massimo reddito per questa fascia – ad una tassazione di 3.450 euro.

Facendo un rapido calcolo, nella prima fascia sono ricompresi tutti i lavoratori che percepiscono un reddito non superiore a 1.250 euro.

II scaglione

Reddito tra 15.001 e 28.000 euro

Il secondo scaglione IRPEF è quello che comprende i redditi tra da 15.001 euro a 28.000 euro. L’aliquota riservata a questa fascia è del 27%, con una tassazione – nel caso di reddito più alto – di 6.960 euro. Sono rappresentati da tale categoria le persone con reddito mensile non superiore a 2.335 euro.
È importante evidenziare che a partire dal secondo scaglione in poi (quindi in caso di reddito maggiore rispetto a quello con aliquota base), si applica l’aliquota successiva solo per la parte eccedente di reddito.
III scaglione

Reddito tra 28.001 e 55.000 euro

Il terzo scaglione di reddito è quello compreso tra 28.001 euro e 55.000 euro, per contribuenti con un reddito massimo di 4.583 euro. L’aliquota IRPEF 2012 è fissata al 38% sulla soglia eccedente la seconda, (ossia si applica il 38% solo per la quota di reddito che supera i 28 mila euro, ai quali si applica l’aliquota precedente del 27%). In questo caso, la quota IRPEF sarà pari a 17.220 euro in caso di reddito più alto.
IV scaglione

Reddito tra 55.001 e 75.000 euro

Il quarto scaglione IRPEF coinvolge tutti i contribuenti da 55.001 euro a 75.000 euro, che presentano un reddito mensile non superiore a 6.250 euro. Per questi contribuenti, l’aliquota IRPEF sulla quota eccedente il precedente scaglione è del 41% e di conseguenza l’onere fiscale più alto sarà pari a 25.420 euro.
V scaglione

Reddito sopra i 75.000 euro

Oltre i 75.000 euro di reddito, ovvero per il quinto ed ultimo scaglione di reddito, l’aliquota IRPEF è pari al 43%. I contribuenti facoltosi, che percepiscono un reddito annuo eccedente i 75 mila euro, ovvero oltre 6.250 euro mensili dovranno corrispondere 25.420 euro più il 43% sul reddito eccedente.


Ci sono da sommare le eventuali addizionali speciali, regionali, comunali, balzelli, bubboli e pagnottelle varie, ed eventualmente eventuale contributo previdenziale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 17, 2013, 09:55:02 PM
Il dubbio è che ti vengano a chiedere però chi te li ha pagati quei 3450€ visto che non hai emesso fatture per giustificare l'incasso.
E la cosa è peggio se dai bitcoin venduti superi i 5000€ l'anno.

Si presuppone che se uno incassa, debba per forza rilasciare una ricevuta con tanto di intestazione :
Ricevo dal sig. tizio e caio residente... codice fiscale... la somma di Euro.. per ... prestazione/vendita/consulenza etc.
Il fisco in primis controlla quanto dichiara chi ha ricevuto il denaro, e solo nel caso il cedente denaro sia una azienda, l'eventuale correttezza nell'imputazione del relativo costo.
Tra privati ergo, il controllo si limita solo a al ricevente, non al cedente, il cedente a sua volta sarà entrato in possesso di quella somma che avrà già fatto il suo giro di tassazione.
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 17, 2013, 10:00:26 PM
Quindi la tassa del 20% sulla speculazione non c'entra?
E il contributo previdenziale è previsto nel caso da me ipotizzato?

Quote
Si presuppone che se uno incassa, debba per forza rilasciare una ricevuta con tanto di intestazione :
Ricevo dal sig. tizio e caio residente... codice fiscale... la somma di Euro.. per ... prestazione/vendita/consulenza etc.
Il fisco in primis controlla quanto dichiara chi ha ricevuto il denaro, e solo nel caso il cedente denaro sia una azienda, l'eventuale correttezza nell'imputazione del relativo costo.
Tra privati ergo, il controllo si limita solo a al ricevente, non al cedente, il cedente a sua volta sarà entrato in possesso di quella somma che avrà già fatto il suo giro di tassazione.
Saluti

Nel caso di vendita di Bitcoin che ricevuta bisognerebbe fare?

Hai mica un indirizzo bitcoin a cui posso mandarti dei ringraziamenti?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 17, 2013, 11:12:36 PM
Sconti la ritenuta secca del 20% se lo fai con intermediario quindi esiste un sostituto di imposta, quindi tutte le piattaforme di trading, e gli exchangers, se hanno sede legale in Italia, dovrebbero decurtare immediatamente all'atto della vendita il famigerato 20%.
Siccome hai fatto un esempio, di qualcuno che si è dimenticato nel cassetto una cosa ( e quindi non uno speculatore ) beh sono redditi diversi a mio avviso e non redditi di capitale.
Per meglio spiegarsi, un risparmiatore che investe nel mercato azionario abitualmente, riceve un fissato bollato o documento sostitutivo che attesta l'investimento effettuato.
Lo stesso avviene nelle piattaforme di trading.
Ma per i Bitcoins ?
Grande punto interrogativo, verissimo si tratterebbe di speculazione, o plusvalenze di cambio, il quadro L del modello unico, prevede suddette plusvalenze.
Non scendo nei dettagli di ogni situazione, anche perchè la mia preparazione è limitata, e prego tutti di prendere con le pinzette le mie affermazioni e di cercare conferme sia googlando che presso professionisti qualificati.
Comunque con piacere cercherò di aiutare fino dove posso arrivare.
Saluti :)


Quando superi 5000 Euro per prestazioni occasionali, o comunque redditi di lavoro autonomo sì, L'inps potrebbe vantare una pretesa contributiva, se però si considera il ricavato un plusvalore, a mio vedere l'Inps non dovrebbe avere base imponibile.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 17, 2013, 11:52:46 PM
Sconti la ritenuta secca del 20% se lo fai con intermediario quindi esiste un sostituto di imposta, quindi tutte le piattaforme di trading, e gli exchangers, se hanno sede legale in Italia, dovrebbero decurtare immediatamente all'atto della vendita il famigerato 20%.
Siccome hai fatto un esempio, di qualcuno che si è dimenticato nel cassetto una cosa ( e quindi non uno speculatore ) beh sono redditi diversi a mio avviso e non redditi di capitale.
Per meglio spiegarsi, un risparmiatore che investe nel mercato azionario abitualmente, riceve un fissato bollato o documento sostitutivo che attesta l'investimento effettuato.
Lo stesso avviene nelle piattaforme di trading.
Ma per i Bitcoins ?
Grande punto interrogativo, verissimo si tratterebbe di speculazione, o plusvalenze di cambio, il quadro L del modello unico, prevede suddette plusvalenze.
Non scendo nei dettagli di ogni situazione, anche perchè la mia preparazione è limitata, e prego tutti di prendere con le pinzette le mie affermazioni e di cercare conferme sia googlando che presso professionisti qualificati.
Comunque con piacere cercherò di aiutare fino dove posso arrivare.
Saluti :)


Quando superi 5000 Euro per prestazioni occasionali, o comunque redditi di lavoro autonomo sì, L'inps potrebbe vantare una pretesa contributiva, se però si considera il ricavato un plusvalore, a mio vedere l'Inps non dovrebbe avere base imponibile.

Grazie della risposta, fanno proprio di tutto per farti passare la voglia di utilizzare gli euro.

A proposito, non è che si potrebbe definire guadagno e quindi base per la tassazione il valore che i Bitcoin hanno alla fine dell'anno?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 18, 2013, 08:22:25 AM

A proposito, non è che si potrebbe definire guadagno e quindi base per la tassazione il valore che i Bitcoin hanno alla fine dell'anno?

Ma anche no, sarebbe come pagare le tasse sul saldo del conto corrente. La cosa più corretta secondo me sarebbe di pagare le tasse al momento della riconversione in moneta fiat sulla plusvalenza anche se questo apre la strada ad un sacco di problemi:  per esempio poniamo di aver acquistato 5 bitcoin a 40€, 5 a 100€ e 5 a 300€ nel momento in cui ne vendo 5 a 500€ la plusvalenza la calcolo sull'acquisto a 40, 100 o 300€? C'è una bella differenza sui numeri che escono.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 18, 2013, 11:20:04 AM

A proposito, non è che si potrebbe definire guadagno e quindi base per la tassazione il valore che i Bitcoin hanno alla fine dell'anno?

Ma anche no, sarebbe come pagare le tasse sul saldo del conto corrente. La cosa più corretta secondo me sarebbe di pagare le tasse al momento della riconversione in moneta fiat sulla plusvalenza anche se questo apre la strada ad un sacco di problemi:  per esempio poniamo di aver acquistato 5 bitcoin a 40€, 5 a 100€ e 5 a 300€ nel momento in cui ne vendo 5 a 500€ la plusvalenza la calcolo sull'acquisto a 40, 100 o 300€? C'è una bella differenza sui numeri che escono.

Penso che si dovrebbe fare una media ponderata, come per le materie prime e le merci.

Se però le tasse le devo pagare solo riconvertendo in fiat se compro direttamente delle cose pago le tasse di transazione e l'iva ma non altre tasse? Sarebbe molto più conveniente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on November 18, 2013, 11:26:06 AM

Se però le tasse le devo pagare solo riconvertendo in fiat se compro direttamente delle cose pago le tasse di transazione e l'iva ma non altre tasse? Sarebbe molto più conveniente.

Infatti, e sarebbe anche il metodo migliore secondo me di usare i bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on November 18, 2013, 11:32:08 AM

Se però le tasse le devo pagare solo riconvertendo in fiat se compro direttamente delle cose pago le tasse di transazione e l'iva ma non altre tasse? Sarebbe molto più conveniente.

Infatti, e sarebbe anche il metodo migliore secondo me di usare i bitcoin.

Ma dubito che ci lascino una scappatoia così. Sono sicuro che tra qualche anno ci sarà il Testo Unico delle Monete Elettroniche


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: canerandagio on November 18, 2013, 01:10:00 PM

Se però le tasse le devo pagare solo riconvertendo in fiat se compro direttamente delle cose pago le tasse di transazione e l'iva ma non altre tasse? Sarebbe molto più conveniente.

Infatti, e sarebbe anche il metodo migliore secondo me di usare i bitcoin.

Ma dubito che ci lascino una scappatoia così. Sono sicuro che tra qualche anno ci sarà il Testo Unico delle Monete Elettroniche

che bello ildubbioso "dubita"

esprimo il mio pensiero (supposizioni astratte)

chi estrae oro, o petrolio, o uranio
non paga tasse su quanto estrae (salvo i diritti di estrazione governativi)
quindi chi estrae bitcoin non dovrebbe pagare nulla (quantomeno riconoscere fees a qualcuno)
le tasse le paga sugli utili prodotti a fine esercizio. Non su quanto estratto.

diverso è il discorso per chi gioca sui mercati, comprando e vendendo BTC con monete reali
dovrebbero subire una tassazione del 12.65% sulla base delle differenze (SOLO POSITIVE) fra apertura e chiusura bilancio
le stesse che vengono applicate per chi compra e vende titoli non di stato.
E dovrebbero essere trattenute per conto dell'erario direttamente dall'istituto gestore del portafoglio, come fanno attualmente le banche per conto del ministero delle finanze.

Altrimenti accadrebbe quello che è successo ai POKERISTI...sono andati ingiro per il mondo a fare tornei e chi ha vinto qualcosa (con già le tasse detratte nella nazione ove ha vinto) si trova oggi costretto a dare il 43% allo stato. Senza contare le spese sostenute (viaggi, vitto, alloggio, quote di iscrizione ai tornei) e comunque tenendo conto solo dei tornei vinti........mentre un poker player ne gioca almeno 1-5 al mese ed arriva a premio 2/3 all'anno


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on November 18, 2013, 02:50:12 PM
Altrimenti accadrebbe quello che è successo ai POKERISTI...sono andati ingiro per il mondo a fare tornei e chi ha vinto qualcosa (con già le tasse detratte nella nazione ove ha vinto) si trova oggi costretto a dare il 43% allo stato. Senza contare le spese sostenute (viaggi, vitto, alloggio, quote di iscrizione ai tornei) e comunque tenendo conto solo dei tornei vinti........mentre un poker player ne gioca almeno 1-5 al mese ed arriva a premio 2/3 all'anno
Oddio, terribile!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 18, 2013, 04:19:23 PM
E dovrebbero essere trattenute per conto dell'erario direttamente dall'istituto gestore del portafoglio, come fanno attualmente le banche per conto del ministero delle finanze.


Questo vale per aziende italiane che gestiscono i portafogli. Ma la maggior parte dei siti di trading sono esteri e subiscono le regole del proprio paese. ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Bitstudent on November 22, 2013, 12:38:38 PM
Ciao a tutti!  :)
Mi sono avvicinato da poco al mondo del Bitcoin e vorrei approcciare l'argomento da un punto di vista giuridico.
Da quel che mi è parso di capire dalle mie letture nel forum, le problematiche principali sulle quali si dibatte sono la natura giuridica della transazione compiuta con i Bitcoins(la permuta va per la maggiore) e l'inquadramento dal punto di vista fiscale.

Qualcuno mi saprebbe segnalare se ci sia anche qualche altro aspetto oscuro o sul quale valga la pena approfondire?

Grazie in anticipo a chi di voi avrà la pazienza di aiutarmi.  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: psyc on November 23, 2013, 06:31:46 PM
ciao a tutti, non ho ben capito se io converto btc in euro devo pagarci qualcosa o dichiararli sulla dichiarazione dei redditi? scusate la domanda forse un po idiota ma io di fisco ci capisco  meno di zero XD e gia mi immagino la faccia del commercialista se gli nomino i btc XD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 23, 2013, 06:38:16 PM
ciao a tutti, non ho ben capito se io converto btc in euro devo pagarci qualcosa o dichiararli sulla dichiarazione dei redditi? scusate la domanda forse un po idiota ma io di fisco ci capisco  meno di zero XD e gia mi immagino la faccia del commercialista se gli nomino i btc XD


Non per ripetere concetti già espressi, cmq, se superi una certa cifra si, altrimenti no.

Non è che se vendi il PC o il telefonino su eBay, da privato, vai poi a dichiarare l' importo incassato no ? Se invece ci fai business e hai un "giro d' affari" oltre la soglia stabilita (5000 euro ?) allora -dovresti- dichiararli. Ma questo vale per tutto, non solo per i Bitcoin.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: psyc on November 23, 2013, 06:40:21 PM
ciao a tutti, non ho ben capito se io converto btc in euro devo pagarci qualcosa o dichiararli sulla dichiarazione dei redditi? scusate la domanda forse un po idiota ma io di fisco ci capisco  meno di zero XD e gia mi immagino la faccia del commercialista se gli nomino i btc XD


Non per ripetere concetti già espressi, cmq, se superi una certa cifra si, altrimenti no.

Non è che se vendi il PC o il telefonino su eBay, da privato, vai poi a dichiarare l' importo incassato no ? Se invece ci fai business e hai un "giro d' affari" oltre la soglia stabilita (5000 euro ?) allora -dovresti- dichiararli. Ma questo vale per tutto, non solo per i Bitcoin.



FaSan

grazie  :D come gia detto in materia fisco sono una capra D.O.C.G. XD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 23, 2013, 06:43:08 PM
grazie  :D come gia detto in materia fisco sono una capra D.O.C.G. XD


Sei nel paese delle tasse, quindi basta partire col presupposto che devi pagare. Poi se non devi tanto riguadagnato  ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on November 23, 2013, 08:41:26 PM
Sotto i 2000€ o qualcosa del genere comunque si può anche non presentare la dichiarazione, oltre dovrebbe essere obbligatorio, poi non si pagano tasse fino ad una certa cifra a seconda di come si inquadra il reddito. Se avete fatto i "sòrdi" non ci scherzate su, andate da un commercialista finché ha il tempo di ragionarci su, ché se vi presentate a febbraio per la fretta come minimo vi combina un casino.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on November 23, 2013, 08:53:12 PM
Secondo me questa discussione serve a poco, finché lo stato italiano non si pronuncia e decide come devono essere considerato sti bitcoin e come ci si deve comportare. Per ora tutte supposizioni più o meno lecite.
Poi deve dire anche come devono essere considerati gli exchanger: cosa sono ? Difficile paragonarli a piazza affari di Milano o al Nasdaq, visto che sono normati e certificati. Mentre ognuno può fare un exchange ora come ora.

Qui si parla di bitcoin come se fosse speculazione finanziaria, ma siamo sicuri che sia finanza ? La finanza è regolamentata da leggi ... Nello scambio di bitcoin non ce ne sono ...

Ricordo che nel far west il primo che piantava i picchetti e tracciava un confine la terra veniva considerata di sua proprietà  ;D





Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 23, 2013, 09:00:55 PM
Ma infatti è proprio questo il punto. In realtà finchè non inquadrati legalmente, anche gli eventuali redditi non dovrebbero venir tassati.

E' come la prostituzione. Non è illegale, genera alti guadagni, ma non ci pagano le tasse  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 23, 2013, 09:09:00 PM
Ecco i primi danni nel riconoscimento della valuta digitale :


http://www.tomshw.it/cont/news/bitcoin-approvato-dalla-germania-arrivano-anche-le-tasse/48466/1.html




FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on November 24, 2013, 12:19:02 AM
Ecco i primi danni nel riconoscimento della valuta digitale :


http://www.tomshw.it/cont/news/bitcoin-approvato-dalla-germania-arrivano-anche-le-tasse/48466/1.html




FaSan

Questo articolo è pieno di imprecisioni e inesattezze, del tutto inattendibile dal punto di vista normativo ( mio parere personale )

Visto che c'è abbastanza confusione a livello concettuale facciamo un esercizio concreto :
PAPUA NUOVA GUINEA    (PGK)    Kina moneta in corso legale
- Cerchiamo le leggi in italia che regolano il Kina
- Probabilmente siccome non esistono leggi, non si devono pagare le tasse
- Sicuramente una azienda che vende merci in cambio di kina, non essendo una moneta regolamentata in italia non pagherà l'Iva
- Chissà se sono tassati in italia gli scambi tra privati tra un bene ed il kina
- Il kina non è Virtuale, è una moneta su carta, bisogna pagarci le tasse per forza.
- Ho venduto una casa, mi hanno pagato in kina, devo dichiarare il ricavato ?

E sù dai non giochiamo, la moneta di scambio non ha niente a che vedere con i redditi, è neutra, e se un guadagno/reddito è stato conseguito, và convertito nel valore corrente nel paese di riferimento ed assoggetato a tassazione.
Il fatto per il bitcoin non esista una normativa specifica non significa essere esenti dal fisco.

Altro esempio concreto, venditore di vongole veraci ripiene di piselli, siccome non esiste una normativa specifica per i venditori di vongole veraci ripieni di piselli non si deve scontare l'imposizione fiscale ?
Avete tutti ragione su una cosa purtroppo, in Italia, 60 anni di cattosinistrosismo hanno determinato un modo di pensare a senso unico,  bisogna fare una legge specifica!, questo ha portato confusione, sperequazioni, disuguaglianze, iniquità per niente paragonabili con nemmeno l'ultimo paese antidemocratico, nazionalista, dittatoriale, esistente al mondo.

my 2 cents


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on November 24, 2013, 05:12:35 PM
Ma infatti è proprio questo il punto. In realtà finchè non inquadrati legalmente, anche gli eventuali redditi non dovrebbero venir tassati.

E' come la prostituzione. Non è illegale, genera alti guadagni, ma non ci pagano le tasse  ;D

so di prostitute che vengono chaiamte dal fisco a dare una spiegazione dei loro soldi, e gli viene chiesto di aprire p.iva e pagare le tasse


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Malaga on November 25, 2013, 11:20:26 AM
Ciao a tutti, lurko ma non posto quasi mai  :P
Ma questo argomento è cruciale: quindi al momento per essere in "pace coi sensi", e col gabbio, una soluzione reale non esiste?
Non parlo di esempi limite tipo "se faccio withdraw da 500k€ cosa succede", ma qualcosa con cifre più umane tipo prelevo da trt 300€ come SEPA(o comunque cifre entro i 5k annuali, mi pare), cosa bisogna fare per essere in regola?
Non tanto per la questione dell'importo, quanto del bonifico in entrata da "chissàchi"...come andrebbe giustificato?? Una ipotetica vendita ecommerce?
Chi dice "vai dal commercialista", ok io ce l'ho per le dichiarazioni, ma appunto cosa gli dovrei raccontare? Non ditemi la novella del bitcoin che mi prenderebbe per pazzo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Psychotron on November 28, 2013, 08:36:50 AM
Non è che se vendi il PC o il telefonino su eBay, da privato, vai poi a dichiarare l' importo incassato no ? Se invece ci fai business e hai un "giro d' affari" oltre la soglia stabilita (5000 euro ?) allora -dovresti- dichiararli. Ma questo vale per tutto, non solo per i Bitcoin.

Se io mettessi in piedi un sito web dove vendo dei beni che acquisterei come privato (pagando quindi l'iva) accettando esclusivamente pagamenti in BTC (o meglio SCAMBI in BTC), a livello fiscale in che posizione sarei? Potrebbero insorgere problemi?

Andando a logica, non essendo i bitcoin riconosciuti come valuta, l'attività resterebbe uno scambio di beni tra privati.

Cosa ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: drtruman on November 28, 2013, 11:56:45 AM
Ma infatti è proprio questo il punto. In realtà finchè non inquadrati legalmente, anche gli eventuali redditi non dovrebbero venir tassati.

E' come la prostituzione. Non è illegale, genera alti guadagni, ma non ci pagano le tasse  ;D

so di prostitute che vengono chaiamte dal fisco a dare una spiegazione dei loro soldi, e gli viene chiesto di aprire p.iva e pagare le tasse

non in Italia, ci fecere il servizio delle Iene, non si può anche volendo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 28, 2013, 12:03:15 PM
Se io mettessi in piedi un sito web dove vendo dei beni che acquisterei come privato (pagando quindi l'iva) accettando esclusivamente pagamenti in BTC (o meglio SCAMBI in BTC), a livello fiscale in che posizione sarei? Potrebbero insorgere problemi?

Andando a logica, non essendo i bitcoin riconosciuti come valuta, l'attività resterebbe uno scambio di beni tra privati.
Gli scambi tra privati hanno dei limiti. Informati bene presso il tuo commercialista di fiducia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on November 28, 2013, 12:40:37 PM
non si può porre la domanda direttamente alla agenzia delle entrate?

http://www1.agenziaentrate.gov.it/comunicare/contact_center/index.htm


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on November 28, 2013, 12:45:48 PM
non si può porre la domanda direttamente alla agenzia delle entrate?

http://www1.agenziaentrate.gov.it/comunicare/contact_center/index.htm

Ci hanno già provato se non ricordo male. Il risultato è stata una fitta nebbia stile Lomellina alle 18 di sera in pieno inverno...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 28, 2013, 01:58:17 PM
non si può porre la domanda direttamente alla agenzia delle entrate?

http://www1.agenziaentrate.gov.it/comunicare/contact_center/index.htm
È una possibilità che stiamo valutando; probabilmente però è meglio farsi redigere un parere pro veritate da un professionista.

https://www.bitcoin-italia.org/forum/viewtopic.php?f=2&t=27


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on November 28, 2013, 02:07:15 PM
avendo appena fatto un decisivo cashout ho contattato l'agenzia delle entrate perchè voglio evitare di intercorrere in qualsiasi problema. Vi faccio sapere al momento in cui ho una risposta


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Psychotron on November 28, 2013, 04:18:02 PM
Se io mettessi in piedi un sito web dove vendo dei beni che acquisterei come privato (pagando quindi l'iva) accettando esclusivamente pagamenti in BTC (o meglio SCAMBI in BTC), a livello fiscale in che posizione sarei? Potrebbero insorgere problemi?

Andando a logica, non essendo i bitcoin riconosciuti come valuta, l'attività resterebbe uno scambio di beni tra privati.
Gli scambi tra privati hanno dei limiti. Informati bene presso il tuo commercialista di fiducia.

Non ho commercialisti di fiducia, spero che prima o poi qualcuno possa chiarire la situazione in quelche modo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: drtruman on November 28, 2013, 07:51:03 PM
avendo appena fatto un decisivo cashout ho contattato l'agenzia delle entrate perchè voglio evitare di intercorrere in qualsiasi problema. Vi faccio sapere al momento in cui ho una risposta

come farsi autogol  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: D720 on November 30, 2013, 02:13:59 AM
Ma non si può incappare in accertamenti se per esempio si sfrutta la postepay sistematicamente per farsi ricaricare i soldi per vendere bitcoin/litecoin?
In rete girano "storie" di controlli della finanza a ebayer al limite della vendita saltuaria di beni. Sono leggende? I vari venditori del forum come se la gestiscono la faccenda?

Sarà solo curiosità, ma vorrei capire.

D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on November 30, 2013, 10:13:12 AM
risposta dalla agenzia delle entrate:

Testo risposta:
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Cagliari
Contact Center
IL DIRETTORE
Giovanni Angelo Frogheri


qui cosa è l'interpello: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/

procedo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on November 30, 2013, 11:46:17 AM
risposta dalla agenzia delle entrate:

Testo risposta:
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Cagliari
Contact Center
IL DIRETTORE
Giovanni Angelo Frogheri


qui cosa è l'interpello: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/

procedo

Ho sfogliato velocemente questa guida:
http://www1.agenziaentrate.it/documentazione/comunicatistampa/decreti/guidainter.htm

Sembrebbe che:
1) si debba inviare questo interpello in cui si indica come si vuole procedere nel dichiarare una rendita che risulta in dubbio.
2) si otterrà una risposta in cui verrà detto al contribuente come procedere, se nel modo proposto o diversamente
3)invece se l’amministrazione non risponde nel termine di 120 giorni, scatta il silenzio-assenso nei confronti dell’ipotesi di soluzione prospettata dal contribuente (si intende, cioè, che l’amministrazione concordi con la soluzione da lui data). Il contribuente può dare applicazione alla norma in questo senso, e qualunque successivo atto dell’amministrazione (sia di accertamento che sanzionatorio) emanato in difformità di questa interpretazione è nullo.

correggetemi se ho capito male


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on November 30, 2013, 01:55:56 PM
salve,leggo da parecchio ma mi sono iscritto solo ora :)

Premesso che ho giusto quel paio di litecoin minati che vorrei convertire seguo con attenzione tutta la discussione dalle prime pagine.

Sorge però la domanda...sotto i 5000€ annui siamo sicuri che vada dichiarato qualcosa?Io ci sono ampiamente al di sotto,se mi facessi fare piccoli pagamenti credo rientrerei nel caso di "vendita occasionale",che ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on November 30, 2013, 02:06:45 PM
Non vorrei dire una fesseria ma il capital gain va pagato qualsiasi sia la cifra...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 30, 2013, 02:19:18 PM
Premesso che ho giusto quel paio di litecoin minati che vorrei convertire seguo con attenzione tutta la discussione dalle prime pagine.

Sorge però la domanda...sotto i 5000€ annui siamo sicuri che vada dichiarato qualcosa?Io ci sono ampiamente al di sotto,se mi facessi fare piccoli pagamenti credo rientrerei nel caso di "vendita occasionale",che ne pensate?
Visto che si tratta di cifre trascurabili, consiglierei di NON convertire in fiat, e comprare ciò che si desidera direttamente in criptovaluta. In questo modo si elimina qualsiasi dubbio di natura fiscale, e si resta lontani dall'inflazione.

I litecoin sono accettati da pochissimi esercizi commerciali; tuttavia puoi pensare di convertirli in bitcoin, dopodiché avrai tutto il mondo desideroso di impossessarsene :)

http://coinmap.org/
https://en.bitcoin.it/wiki/Trade

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on November 30, 2013, 02:27:40 PM
già... usali ... è pieno di posti che li accettano...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on November 30, 2013, 03:11:33 PM
Non vorrei dire una fesseria ma il capital gain va pagato qualsiasi sia la cifra...

su valute riconosciute però!Il bitcoin credo sia più assoggettabile a bene elettronico ora come ora...



Visto che si tratta di cifre trascurabili, consiglierei di NON convertire in fiat, e comprare ciò che si desidera direttamente in criptovaluta. In questo modo si elimina qualsiasi dubbio di natura fiscale, e si resta lontani dall'inflazione.

I litecoin sono accettati da pochissimi esercizi commerciali; tuttavia puoi pensare di convertirli in bitcoin, dopodiché avrai tutto il mondo desideroso di impossessarsene :)

http://coinmap.org/
https://en.bitcoin.it/wiki/Trade

Ciao!


ovviamente c'avevo pensato...il problema è trovare qualcosa che mi serva davvero e che venga spedito senza rischi in Italia,perché non voglio acqustare qualcosa "tanto per",a quel punto preferirei avere gli euro in tasca,o tenermi ancora per un pò gli LTC (sperando non tornino a pochi cent :D )

Già se avessi accesso ad amazon.it sarebbe un'altra storia,invece dovrei farmi fare un buono e spenderlo sul .com,con tutti i rischi del caso :\

Perciò mi sarebbe utile capire come si è regolato chi come me ha quei pochi € da far "rientrare"


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 30, 2013, 03:14:06 PM
Già se avessi accesso ad amazon.it sarebbe un'altra storia,invece dovrei farmi fare un buono e spenderlo sul .com,con tutti i rischi del caso :\
Veramente c'è chi occasionalmente vende anche buoni per .it ;)

Certo, sarebbe davvero una gran cosa se Amazon si decidesse ad accettare direttamente pagamenti in bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on November 30, 2013, 06:56:26 PM
risposta dalla agenzia delle entrate:

Testo risposta:
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Cagliari
Contact Center
IL DIRETTORE
Giovanni Angelo Frogheri


qui cosa è l'interpello: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/

procedo

Ho sfogliato velocemente questa guida:
http://www1.agenziaentrate.it/documentazione/comunicatistampa/decreti/guidainter.htm

Sembrebbe che:
1) si debba inviare questo interpello in cui si indica come si vuole procedere nel dichiarare una rendita che risulta in dubbio.
2) si otterrà una risposta in cui verrà detto al contribuente come procedere, se nel modo proposto o diversamente
3)invece se l’amministrazione non risponde nel termine di 120 giorni, scatta il silenzio-assenso nei confronti dell’ipotesi di soluzione prospettata dal contribuente (si intende, cioè, che l’amministrazione concordi con la soluzione da lui data). Il contribuente può dare applicazione alla norma in questo senso, e qualunque successivo atto dell’amministrazione (sia di accertamento che sanzionatorio) emanato in difformità di questa interpretazione è nullo.

correggetemi se ho capito male


figo! quindi io posso madargli un quesito con una ipotesi di tassazione per me vantaggiosa e se non rispondono entro 120 giorni diventa legge ( per me) ?

qualcuno ha voglia di mettere giu un quesito come si deve che gli faccio la raccomandata?



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on November 30, 2013, 06:58:09 PM
già... usali ... è pieno di posti che li accettano...

compra qualsiasi cosa con btc https://all4btc.com/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on November 30, 2013, 07:55:54 PM
risposta dalla agenzia delle entrate:

Testo risposta:
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Cagliari
Contact Center
IL DIRETTORE
Giovanni Angelo Frogheri


qui cosa è l'interpello: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/

procedo

Ho sfogliato velocemente questa guida:
http://www1.agenziaentrate.it/documentazione/comunicatistampa/decreti/guidainter.htm

Sembrebbe che:
1) si debba inviare questo interpello in cui si indica come si vuole procedere nel dichiarare una rendita che risulta in dubbio.
2) si otterrà una risposta in cui verrà detto al contribuente come procedere, se nel modo proposto o diversamente
3)invece se l’amministrazione non risponde nel termine di 120 giorni, scatta il silenzio-assenso nei confronti dell’ipotesi di soluzione prospettata dal contribuente (si intende, cioè, che l’amministrazione concordi con la soluzione da lui data). Il contribuente può dare applicazione alla norma in questo senso, e qualunque successivo atto dell’amministrazione (sia di accertamento che sanzionatorio) emanato in difformità di questa interpretazione è nullo.

correggetemi se ho capito male


figo! quindi io posso madargli un quesito con una ipotesi di tassazione per me vantaggiosa e se non rispondono entro 120 giorni diventa legge ( per me) ?

qualcuno ha voglia di mettere giu un quesito come si deve che gli faccio la raccomandata?



In questa guida trovi un modello di interpello da compilare e inviare:
www.cafitalia.eu/documenti/guida_interpello.pdf‎

secondo la mia personale opinione la cosa più sensata è comunicare che hai intenzione di dichiararli come plusvalenze finanziare utilizzando il quadro RT del modello unico, dai un'occhiata qui:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/UnicoPF13/SchedaI/Obbligati+UnicoPf2013/

non so nulla di finanza ho solo cercato su internet alcune cose, se sarò fortunato da vedere i miei bitcoin raggiungere un valore significativo per dichiarare la rendita farò proprio cosi: interpello indicando che li dichiarerò come ti ho detto.


facci sapere  :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on December 01, 2013, 10:37:27 AM
risposta dalla agenzia delle entrate:

Testo risposta:
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Cagliari
Contact Center
IL DIRETTORE
Giovanni Angelo Frogheri


qui cosa è l'interpello: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Documentazione/Interpello/

procedo

Ho sfogliato velocemente questa guida:
http://www1.agenziaentrate.it/documentazione/comunicatistampa/decreti/guidainter.htm

Sembrebbe che:
1) si debba inviare questo interpello in cui si indica come si vuole procedere nel dichiarare una rendita che risulta in dubbio.
2) si otterrà una risposta in cui verrà detto al contribuente come procedere, se nel modo proposto o diversamente
3)invece se l’amministrazione non risponde nel termine di 120 giorni, scatta il silenzio-assenso nei confronti dell’ipotesi di soluzione prospettata dal contribuente (si intende, cioè, che l’amministrazione concordi con la soluzione da lui data). Il contribuente può dare applicazione alla norma in questo senso, e qualunque successivo atto dell’amministrazione (sia di accertamento che sanzionatorio) emanato in difformità di questa interpretazione è nullo.

correggetemi se ho capito male


figo! quindi io posso madargli un quesito con una ipotesi di tassazione per me vantaggiosa e se non rispondono entro 120 giorni diventa legge ( per me) ?

qualcuno ha voglia di mettere giu un quesito come si deve che gli faccio la raccomandata?



In questa guida trovi un modello di interpello da compilare e inviare:
www.cafitalia.eu/documenti/guida_interpello.pdf‎

secondo la mia personale opinione la cosa più sensata è comunicare che hai intenzione di dichiararli come plusvalenze finanziare utilizzando il quadro RT del modello unico, dai un'occhiata qui:
http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Home/CosaDeviFare/Dichiarare/DichiarazioniRedditiPF/UnicoPF13/SchedaI/Obbligati+UnicoPf2013/

non so nulla di finanza ho solo cercato su internet alcune cose, se sarò fortunato da vedere i miei bitcoin raggiungere un valore significativo per dichiarare la rendita farò proprio cosi: interpello indicando che li dichiarerò come ti ho detto.


facci sapere  :)




quanto si paga di tasse sulle plusvalenze?

leggo: L'istanza di interpello, redatta in carta libera, è presentata agli uffici
individuati al successivo articolo 2, mediante consegna o spedizione a
mezzo del servizio postale in plico, senza busta

come senza busta??


così va bene?

RACCOMANDATA A.R.
All’Agenzia delle Entrate
Direzione Regionale di xxxxxxxxx
Via.........................................
...........................................
Oggetto: istanza di interpello ai sensi dell’art. 11, Legge 27/07/2000 n° 212.
il sottoscritto  xxxxxxx, nato a Varese ilxxxxxxx,
residente xxxxxxxx C.A.P. xxxxxxxx
telefono xxxxxxxx, codice fiscale xxxxxxxxx ,
espone
il seguente caso concreto e personale:
vorrei sapere come devono essere dichiarate le plusvalenze ottenute dalla compravendita di Bitcoin.
Il sottoscritto ritiene che il caso prospettato debba essere risolto nel modo seguente:
dichiarandole come plusvalenze finanziare utilizzando il quadro RT del modello unico
e pertanto ritiene di dover adottare il seguente comportamento:
ritengo di doverle dichiarare come plusvalenze finanziare utilizzando il quadro RT del modello unico .
Poiché, peraltro, esistono oggettive condizioni di incertezza in merito alla disciplina
del caso sopra esposto, il sottoscritto lo sottopone a codesto Ufficio, con l’avvertenza
che qualora non riceva risposta entro il termine di cui all’art. 11 L. 212/2000,
si atterrà all’interpretazione sopra esposta, con tutte le garanzie di legge.
....................., lì ...........................
.....................................................


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 01, 2013, 11:13:36 AM
già... usali ... è pieno di posti che li accettano...

compra qualsiasi cosa con btc https://all4btc.com/

ma è affidabile?Dovrebbe funzionare su qualunque sito,ma nelle faq leggo

Can I track my package?

At the moment, you cannot track your package.
Unless you are otherwise informed, your order has been successfully carried out by one of out merchants.


Boh,non vorrei fosse scam...



quanto si paga di tasse sulle plusvalenze?



torniamo al problema principale,le plusvalenze si pagano su valute riconosciute che io sappia,perché controllano le oscillazioni di prezzo.In Italia nessuna criptovaluta lo è,quindi ci andrei cauto.Finché non legiferano o abbiamo una comunicazione scritta dell'agenzia delle entrate (o maturata per silenzio assenso) sono tutte ipotesi ahimé


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on December 02, 2013, 09:31:16 AM
se proprio volete uscirne senza acquistare qualcosa perché non vi serve nulla avete preso in considerazioni l'acquisto di oro/argento pagando in XBT? è pieno compro-oro in giro...

Occhio comunque alla fatidica soglia di 12500 euro oltre i quali la burocrazia cambia:
http://www.bancaditalia.it/UIF/altre-funzioni/op-oro

a livello di tassazione non saprei immaginare cosa possa essere applicato ad un acquisto del genere... la vendita di tali prodotti è già tassata alla fonte sia come iva che come utili per chi li vende...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on December 02, 2013, 01:18:51 PM
se proprio volete uscirne senza acquistare qualcosa perché non vi serve nulla avete preso in considerazioni l'acquisto di oro/argento pagando in XBT? è pieno compro-oro in giro...

Occhio comunque alla fatidica soglia di 12500 euro oltre i quali la burocrazia cambia:
http://www.bancaditalia.it/UIF/altre-funzioni/op-oro

a livello di tassazione non saprei immaginare cosa possa essere applicato ad un acquisto del genere... la vendita di tali prodotti è già tassata alla fonte sia come iva che come utili per chi li vende...

io già compro oro con btc, ma il cambio che ti fanno è svantaggioso e poi se vai a rivendere l'oro ci smeni sempre, lla fine tra cambio spese di sped e prezzo di rivendita ci smeni un 20%, tanto vale pagare le tasse
se si parla di cifre grosse diventa un problema poterle reinvestire.
Se io ho un milione in btc e voglio incassarlo, devo farlo in maniera regolare, pulita, se no poi con questo milione non potrò comprare nulla perchè il fisco ti romperebbe le scatole.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on December 02, 2013, 01:35:35 PM
io già compro oro con btc, ma il cambio che ti fanno è svantaggioso e poi se vai a rivendere l'oro ci smeni sempre, lla fine tra cambio spese di sped e prezzo di rivendita ci smeni un 20%, tanto vale pagare le tasse
se si parla di cifre grosse diventa un problema poterle reinvestire.
Se io ho un milione in btc e voglio incassarlo, devo farlo in maniera regolare, pulita, se no poi con questo milione non potrò comprare nulla perchè il fisco ti romperebbe le scatole.


Comprensibile.

Il problema è appunto che non si sa come/cosa pagare... non è tanto il pagare in se il problema... anche fosse il 20% di capital gain non sarebbe un problema se ci fosse la certezza che facendo quello si è ok ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on December 02, 2013, 02:27:28 PM
io già compro oro con btc, ma il cambio che ti fanno è svantaggioso e poi se vai a rivendere l'oro ci smeni sempre, lla fine tra cambio spese di sped e prezzo di rivendita ci smeni un 20%, tanto vale pagare le tasse
se si parla di cifre grosse diventa un problema poterle reinvestire.
Se io ho un milione in btc e voglio incassarlo, devo farlo in maniera regolare, pulita, se no poi con questo milione non potrò comprare nulla perchè il fisco ti romperebbe le scatole.


Comprensibile.

Il problema è appunto che non si sa come/cosa pagare... non è tanto il pagare in se il problema... anche fosse il 20% di capital gain non sarebbe un problema se ci fosse la certezza che facendo quello si è ok ;)

ma la certezza LA AVRAI DOPO CHE AVRAI INVIATO L'INTERPELLO  alla a.d.e , e atteso 120 gg.

dopodichè potrai dichiararli .

la questione è, come devo indicare che voglio dichiararli nell'interpello?
io vorrei prospettare la soluzione a me piu conveniente, quindi cosa devo scrivere? esente da tasse???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: drtruman on December 03, 2013, 12:24:55 AM
ma bisogna proprio pagare? scusate, ma se io compro 10 sacchi di patate quando costano x, poi nel frattempo salgono e li rivendo a x+10, non credo che devo dichiarare la plsuvalenza e pagarci le tasse. Allo stesso modo i bitcoin no? non sono azioni nè titoli di credito quindi non sono assoggettabili alla stessa disciplina.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on December 03, 2013, 12:38:20 AM
ma bisogna proprio pagare? scusate, ma se io compro 10 sacchi di patate quando costano x, poi nel frattempo salgono e li rivendo a x+10, non credo che devo dichiarare la plsuvalenza e pagarci le tasse. Allo stesso modo i bitcoin no? non sono azioni nè titoli di credito quindi non sono assoggettabili alla stessa disciplina.


Se compri/vendi patate sei soggetto a dichiarare il reddito. Inoltre essendo "alimentare" devi essere abilitato. E poi ti serve anche la partita iva.

Se lo fai a nero, ok, è una tua scelta ma stai facendo un illecito.




FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on December 03, 2013, 09:38:17 AM
io già compro oro con btc, ma il cambio che ti fanno è svantaggioso e poi se vai a rivendere l'oro ci smeni sempre, lla fine tra cambio spese di sped e prezzo di rivendita ci smeni un 20%, tanto vale pagare le tasse
se si parla di cifre grosse diventa un problema poterle reinvestire.
Se io ho un milione in btc e voglio incassarlo, devo farlo in maniera regolare, pulita, se no poi con questo milione non potrò comprare nulla perchè il fisco ti romperebbe le scatole.


Comprensibile.

Il problema è appunto che non si sa come/cosa pagare... non è tanto il pagare in se il problema... anche fosse il 20% di capital gain non sarebbe un problema se ci fosse la certezza che facendo quello si è ok ;)

ma la certezza LA AVRAI DOPO CHE AVRAI INVIATO L'INTERPELLO  alla a.d.e , e atteso 120 gg.

dopodichè potrai dichiararli .

la questione è, come devo indicare che voglio dichiararli nell'interpello?
io vorrei prospettare la soluzione a me piu conveniente, quindi cosa devo scrivere? esente da tasse???

esente da tasse sognatelo  :D

Quando e se avrò una cifra interessante da ritirare farò cosi:
-interpello indicando che ho intenzione di dichiararli come plusvalenze derivanti da invenstimenti in bitcoin (indicando tra parentesi che si tratta di un valuta elettronica )

-sulle plusvalenze si paga il 20% di tasse


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on December 03, 2013, 09:46:48 AM

Quando e se avrò una cifra interessante da ritirare farò cosi:
-interpello indicando che ho intenzione di dichiararli come plusvalenze derivanti da invenstimenti in bitcoin (indicando tra parentesi che si tratta di un valuta elettronica )

-sulle plusvalenze si paga il 20% di tasse

Il grosso problema è capire quanto è la plusvalenza: devi poter dimostrare esattamente il costo di acquisto per poterlo detrarre dal totale incassato, altrimenti pagheresti sull'intero importo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on December 03, 2013, 10:51:38 AM

Quando e se avrò una cifra interessante da ritirare farò cosi:
-interpello indicando che ho intenzione di dichiararli come plusvalenze derivanti da invenstimenti in bitcoin (indicando tra parentesi che si tratta di un valuta elettronica )

-sulle plusvalenze si paga il 20% di tasse

Il grosso problema è capire quanto è la plusvalenza: devi poter dimostrare esattamente il costo di acquisto per poterlo detrarre dal totale incassato, altrimenti pagheresti sull'intero importo.

Secondo me abbiamo due casistiche limite a cui ricondurci:

1)Incasso molto più grande dell'investimento iniziale.
Hai comprato/minato i bitcoin qualche anno fa quindi a fronte di una spesa relativamente piccola hai guadagnato una cifra decisamente grande.
In questo per fare in fretta dichiari tutto come guadagno.
Se per assurdo avessi speso 100 euro quando costavano 1dollaro l'uno e ora hai 100mila dollari da dichiarare cosa ti importa di sbatterti per dimostrare che in realtà dovresti dichiararne solo 99900 ?

2)Speculazione con incasso non troppo più grande dell'investimento iniziale.
Esempio se hai investito 10mila euro e ne hai incassati 20mila, in questo caso devi dichiarare 10 mila di guadagno e in questo caso lo sbattone per dimostrare che il guadagno netto su cui pagare le tasse sono solo 10milaeuro ha decisamente senso!


Comunque se avrò la fortuna di vedere il mio wallet valorizzarsi ancora farò cosi:

-interpello indicando che ho intenzione di dichiararli come plusvalenze derivanti da invenstimenti in bitcoin (indicando tra parentesi che si tratta di un valuta elettronica )

a questo punto le cose saranno 2:

-1 al fisco sta bene la mia proposta e pago sto 20% di tasse
-2 il fisco mi indica un altro modo in cui devo dichiararli e pago quel che c'è da pagare

Se proprio si è sfortunati potrbbero chiderti la documentazione e a quel punto ti fai stampare lo storico bonifici in ingresso e uscita dalla tua banca verso gli exchanger che hai usato e ti fai assistere da un avvocato tributarista per presentare la documentazione richiesta.

Ovviamente se la cifra che incassi è alta vale la pena rischiare di dover pagare la parcella di un avvocato per sistemare la questione.

Adesso non so quanti euro abbiate da recuperare ma se avessi anche solo 50mila euro in bitcoin li ritirerei anche rischiando di doverne dare un migliaio o due ad un'avvocato.




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 03, 2013, 03:47:26 PM
Comunque se avrò la fortuna di vedere il mio wallet valorizzarsi ancora farò cosi:

...residenza fiscale oltre che fisica a Panama, o Belize, o Uruguay, o Paraguay, ecc. magari con tanto di passaporto, e ciao chao


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on December 03, 2013, 07:06:04 PM
Comunque se avrò la fortuna di vedere il mio wallet valorizzarsi ancora farò cosi:

...residenza fiscale oltre che fisica a Panama, o Belize, o Uruguay, o Paraguay, ecc. magari con tanto di passaporto, e ciao chao

Una passeggiata  ;D. Basta trovare una moglie dei suddetti paesi e sei apposto (almeno con il fisco, poi bisogna vedere quanto ti costa la moglie  ;))


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 03, 2013, 07:59:33 PM
Comunque se avrò la fortuna di vedere il mio wallet valorizzarsi ancora farò cosi:

...residenza fiscale oltre che fisica a Panama, o Belize, o Uruguay, o Paraguay, ecc. magari con tanto di passaporto, e ciao chao

Una passeggiata  ;D. Basta trovare una moglie dei suddetti paesi e sei apposto (almeno con il fisco, poi bisogna vedere quanto ti costa la moglie  ;))

vedo che non sei informato:
http://tdvpassports.com (http://tdvpassports.com)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on December 03, 2013, 08:15:54 PM
Comunque se avrò la fortuna di vedere il mio wallet valorizzarsi ancora farò cosi:

...residenza fiscale oltre che fisica a Panama, o Belize, o Uruguay, o Paraguay, ecc. magari con tanto di passaporto, e ciao chao

Una passeggiata  ;D. Basta trovare una moglie dei suddetti paesi e sei apposto (almeno con il fisco, poi bisogna vedere quanto ti costa la moglie  ;))

vedo che non sei informato:
http://tdvpassports.com (http://tdvpassports.com)

Bella iniziativa. Hai provato i loro servizi ? Sei riuscito a farti rilasciare il passaporto ?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 03, 2013, 08:19:10 PM
vedo che non sei informato:
http://tdvpassports.com (http://tdvpassports.com)

Bella iniziativa. Hai provato i loro servizi ? Sei riuscito a farti rilasciare il passaporto ?

non servono. si puo' fare anche da soli. e non serve neanche il passaporto per liberarsi dal fisco itagliota. basta la residenza fiscale all'estero.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: duemme on December 03, 2013, 08:32:24 PM
vedo che non sei informato:
http://tdvpassports.com (http://tdvpassports.com)

Bella iniziativa. Hai provato i loro servizi ? Sei riuscito a farti rilasciare il passaporto ?

non servono. si puo' fare anche da soli. e non serve neanche il passaporto per liberarsi dal fisco itagliota. basta la residenza fiscale all'estero.

Si ma vorrei capire se hai provveduto a spostare la residenza all'estero e se si, come ci si deve muovere e cosa si deve fare. Tieni però presente che dalle poche reminiscenze di tributario la residenza estera (con relativa iscrizione all'AIRE) non è sufficiente se poi di fatto risiedi in Italia (o Itaglia che dir si voglia).
Poi non ho capito perché posti un link a un sito di servizi che dici che "non servono".
Insomma mi piacerebbe che approfondissi maggiormente il tema perché potrebbe risultare interessante per molti utenti capire come tu ti sia "liberato del fisco itagliota". Se invece non te ne sei liberato e proponi solo delle vie di fuga che però non hai testato personalmente forse sarebbe opportuno specificarlo (giusto per dare delle informazioni misleading).



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 03, 2013, 09:04:09 PM
Si ma vorrei capire se hai provveduto a spostare la residenza all'estero e se si, come ci si deve muovere e cosa si deve fare.

no. ma se volessi liquidare grosse quantita' di btc e' un'opzione che prenderei in seria considerazione.

Tieni però presente che dalle poche reminiscenze di tributario la residenza estera (con relativa iscrizione all'AIRE) non è sufficiente se poi di fatto risiedi in Italia (o Itaglia che dir si voglia).

e infatti ho detto residenza fisica oltre che fiscale. Credo che di fatto ci vogliano almeno 6 mesi/anno per soddisfare gli uomini in grigio.

Poi non ho capito perché posti un link a un sito di servizi che dici che "non servono".

non sono indispensabili. Era piu' per l'interesse dei requisiti richiesti dai vari paesi elencati in quella pagina.

Insomma mi piacerebbe che approfondissi maggiormente il tema perché potrebbe risultare interessante per molti utenti capire come tu ti sia "liberato del fisco itagliota". Se invece non te ne sei liberato e proponi solo delle vie di fuga che però non hai testato personalmente forse sarebbe opportuno specificarlo (giusto per dare delle informazioni misleading).

io personalmente sto ancora qui coi btc per ora, ma ho gia' in programma l'espatrio definitivo.
ho citato la possibile opzione come tale -che non e' neanche rara per chi se la puo' permettere direi.
ma non e' per chi non vuole allontanarsi da mamma'.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Dusty on December 03, 2013, 09:16:14 PM
ho citato la possibile opzione come tale -che non e' neanche rara per chi se la puo' permettere direi.
Quanto costa il servizio, per curiosità?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on December 03, 2013, 09:17:40 PM
io personalmente sto ancora qui coi btc per ora, ma ho gia' in programma l'espatrio definitivo.
Purtroppo l'Italia è talmente poco accogliente nei confronti dei capitali e delle imprese (e sempre più anche nei confronti delle persone), che non può che avere un destino infausto, a meno di un rivoltamento generale profondissimo; ipotesi che ritengo sempre più remota.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 03, 2013, 09:21:56 PM
Stemby +1


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 03, 2013, 09:30:19 PM
Quanto costa il servizio, per curiosità?

non so, penso non molto, a seconda del paese.
Cmq il servizio e' di Jeff Berwick, di thedollarvigilante.com, che ha pure recentemente listato un altro suo business tipo agriturismo in Cile (galtsgulch) su crypto-trade.com.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: toke on December 04, 2013, 11:58:32 AM
ma se invece uno non dichiara nulla e poi gli arriva il fisco a rompere le scatole, quanto rischia di dovere pagare di multa?

io conosco uno che ha molti soldi in btc, e vorrebbe comprarsi la casa, l'ideale sarebbe trovare uno che accetti i btc in cambio di una casa


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on December 04, 2013, 02:29:43 PM
ma se invece uno non dichiara nulla e poi gli arriva il fisco a rompere le scatole, quanto rischia di dovere pagare di multa?

io conosco uno che ha molti soldi in btc, e vorrebbe comprarsi la casa, l'ideale sarebbe trovare uno che accetti i btc in cambio di una casa

Probabile che finisci galera, altro che multa.
Se compri una casa, devi dichiarare anche se paghi in sassi. Su, fate i seri, è inutile cercare scappatoie. Andate da un commercialista invece di cercare informazioni su come evadere il fisco su un forum.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on December 06, 2013, 11:27:41 AM
 :o


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 06, 2013, 01:22:48 PM
e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 06, 2013, 03:08:11 PM
ma se invece uno non dichiara nulla e poi gli arriva il fisco a rompere le scatole, quanto rischia di dovere pagare di multa?

io conosco uno che ha molti soldi in btc, e vorrebbe comprarsi la casa, l'ideale sarebbe trovare uno che accetti i btc in cambio di una casa

e un notaio che rediga il rogito accettando che tu stia pagando con una valuta non riconosciuta in Italia,beccandosi la radiazione dall'ordine e qualche anno di galera

Facilissimissimo  ;)

ma se invece uno non dichiara nulla e poi gli arriva il fisco a rompere le scatole, quanto rischia di dovere pagare di multa?

io conosco uno che ha molti soldi in btc, e vorrebbe comprarsi la casa, l'ideale sarebbe trovare uno che accetti i btc in cambio di una casa

Probabile che finisci galera, altro che multa.
Se compri una casa, devi dichiarare anche se paghi in sassi. Su, fate i seri, è inutile cercare scappatoie. Andate da un commercialista invece di cercare informazioni su come evadere il fisco su un forum.


Io non voglio evadere NULLA (anche perché avrei poco da evadere),ma il commercialista non sapeva cosa dirmi,nonostante fosse informato dell'esistenza dei bitcoin.Qualunque cosa m'avrebbe consigliato sarebbe stata solo e soltanto una sua opinione ora come ora.Equitalia tanto opinione non è se dovesse andar male


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on December 06, 2013, 03:54:21 PM
Si ma parliamoci chiaro, questa è un problema nelle 2 direzioni :

Facciamo un esempio possibile : ho 1000 BTC, praticamente una milionata di euro. Inizio a vendere con bonifico e prima di dare nell'occhio cioè che mi bloccano il conto riesco a venderli tutti. Chiaramente sono segnalato e mi bussano alla porta (perchè ho 1 milione di euro sul conto, ma ripeto, di gente con 1000 BTC in mano ce n'e eccome)

Se equitalia o qualunque altro ente più contestarmi qualcosa di non dichiarato lo può fare solo perchè da qualche parte (parlando molto in generale) è indicato cosa e come avrei dovuto dichiarare ma allora è possibile dichiarare ed essere a posto col fisco.

Se invece, non esiste legge allora nessuno può contestarmi niente.

Io sono un matematico, non un commerciale, ma quello che ho appena detto è pure logica matematica applicata sulla lingua italiana

Fondamentalmente :

Se A (incassare) implica B (dichiarare)
Se Non B (non dichiarare) implica C (Denuncia Al Fisco)

Allora è nota la condizione per non ottenere C. Fine.

Solo che essendo nel paese delle banane, abbiamo una paura fottuta di essere incriminati senza colpe.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 06, 2013, 04:29:30 PM
Si ma parliamoci chiaro, questa è un problema nelle 2 direzioni :

Facciamo un esempio possibile : ho 1000 BTC, praticamente una milionata di euro. Inizio a vendere con bonifico e prima di dare nell'occhio cioè che mi bloccano il conto riesco a venderli tutti. Chiaramente sono segnalato e mi bussano alla porta (perchè ho 1 milione di euro sul conto, ma ripeto, di gente con 1000 BTC in mano ce n'e eccome)

Se equitalia o qualunque altro ente più contestarmi qualcosa di non dichiarato lo può fare solo perchè da qualche parte (parlando molto in generale) è indicato cosa e come avrei dovuto dichiarare ma allora è possibile dichiarare ed essere a posto col fisco.

Se invece, non esiste legge allora nessuno può contestarmi niente.

Io sono un matematico, non un commerciale, ma quello che ho appena detto è pure logica matematica applicata sulla lingua italiana

Fondamentalmente :

Se A (incassare) implica B (dichiarare)
Se Non B (non dichiarare) implica C (Denuncia Al Fisco)

Allora è nota la condizione per non ottenere C. Fine.

Solo che essendo nel paese delle banane, abbiamo una paura fottuta di essere incriminati senza colpe.

il problema IMHO è da ricercare altrove:gli intermediari.Perché se vendi bitcoina privati entro una certa soglia sei a posto,se la superi devi fare dichiarazione.

Se passi per i vari intermediari peggio ancora,essi dovrebbero darti la possibilità di dimostrare che quei bonifici sono plusvalenze,cosa che attualmente non fanno,rischiando di farti avere una bella accusa di riciclaggio di denaro.

Io infatti guardo sempre più con interesse alla situazione tedesca.Se aprisse un intermediario affidabile sul suolo europeo almeno si potrebbero avere gli incartamenti necessari (bitcoin.de è ancora troppo giovane),ma si dovrebbe comunque affrontare un processo o almeno un confronto con l'agenzia delle entrate

La realtà è che finché non legiferano il rischio di vederesi i conti/carte bloccati c'è.E vista la lentezza dello Stato Italiano ad adeguarsi alle novità credo che passeranno parecchi decenni,basta vedere quanto tempo c'ha messo un colosso come paypal a rientrare negli intermediari autorizzati  :(


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Noodles.Asso on December 06, 2013, 05:49:53 PM
Scusate visto che io sono un giocatore di poker professionista ho avuto problemi con il fisco per vincite fatte all'estero, e comunque quando ho avuto il controllo dell'agenzia dell'entrare mi hanno praticamente messo a soqquadro i conti correnti, in pratica avevo dei bonifici da parte di pokeroom estere e ho mi hanno contestato evasione fiscale per quei movimenti, ergo anche se non dichiaro nulla allo stato se c'e un azione anche 3 anni dopo possono risalire alla quantità di soldi ricevuta, quindi quello che mi chiedo è in questo caso, se io acquisto 10.000 euro di BTC e poi ne ricevo 30.000 perchè dopo 1 anno ho guadagnato 20k, se non li dichiaro sono un evasore, allora queste transazioni possono essere tranquillamente operate su una banca estera per stare tranquilli, tipo andare in svizzera e aprire un conto corrente di là, senza trasferirsi all'estero o sbaglio?  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 06, 2013, 06:01:35 PM
tranquillamente operate su una banca estera per stare tranquilli, tipo andare in svizzera e aprire un conto corrente di là, senza trasferirsi all'estero o sbaglio?  ???

tranquillamente finche' non ti beccano, finche' hai la residenza fiscale qui.
Cmq sono curioso sull'ordine di grandezza delle cifre che ti avrebbero contestato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on December 06, 2013, 07:17:43 PM

il problema IMHO è da ricercare altrove:gli intermediari.Perché se vendi bitcoina privati entro una certa soglia sei a posto,se la superi devi fare dichiarazione.

Si? Ma questo dove è scritto? Dove si colloca il BTC?
Perchè continuo a cercare il legame tra : Se mi puoi bussare alla porta allora c'e un adempimento che non ho seguito. Voglio sapere questo edempimento fiscale  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 06, 2013, 10:00:07 PM

il problema IMHO è da ricercare altrove:gli intermediari.Perché se vendi bitcoina privati entro una certa soglia sei a posto,se la superi devi fare dichiarazione.

Si? Ma questo dove è scritto? Dove si colloca il BTC?
Perchè continuo a cercare il legame tra : Se mi puoi bussare alla porta allora c'e un adempimento che non ho seguito. Voglio sapere questo edempimento fiscale  ;)

Salve,
E' un errore di concetto affermare "dove si colloca il BTC" l'onere della prova è inverso, il fisco contesta un reddito non dichiarato e non la sua natura, pertanto sarà il contribuente nelle dovute sedi a provvedere alla chiarezza e trasparenza necessarie affinchè l'esattore non porti avanti la sua azione risarcitoria.
Affermare altresì che non esiste una regolamentazione del Bitcoin in generale senza fare riferimenti oggettivi alle varie tipologie di reddito, vale a dire, redditi di capitale, esercizio di impresa, prestazioni di servizi, è altrettanto sbagliato.
Se il bitcoin è una valuta deve avere un controvalore in valuta locale.
Se il bitcoin è un prodotto, una merce, una commodity, ha altresì un suo controvalore in valuta locale.
Giocare con questi concetti chiari, lapalissiani, non serve a nessuno, e nessuno si può nascondere dietro un grissino.
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on December 06, 2013, 10:06:46 PM
Restando sulle questioni più "certe",  visto che la scadenza si avvicina: bisogna segnalare nel modulo RW se si sono inviati più di 10.000 euro fuori dall'italia (a siti tipo Bitstamp)?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 06, 2013, 10:23:06 PM
Restando sulle questioni più "certe",  visto che la scadenza si avvicina: bisogna segnalare nel modulo RW se si sono inviati più di 10.000 euro fuori dall'italia (a siti tipo Bitstamp)?
Ogni volta e con qualunque sistema tu valichi la territorialità di uno stato sovrano e violi le norme contravvieni la legge, pertanto la risposta è ovvia.
Si certo, hai 2 principi normativi che indicano il comportamento corretto a) norme antiriciclaggio b) contrasto all'evasione fiscale.
http://www.bancamarche.it/viewdoc.asp?CO_ID=1544&tree=1966 (http://www.bancamarche.it/viewdoc.asp?CO_ID=1544&tree=1966)
Giusto ? Sbagliato ? Ingiusto ? Corretto ?
Ha poca importanza, le norme ci sono e vengono applicate.

N.B tutte le transazioni elettroniche sono monitorate di default, sepa, bonifici, swift, pertanto non è necessario effettuare la dichiarazione di esportazione valutaria, sono gli intermediari del credito che annotano e segnalano automaticamente ogni giorno per via elettronica tutti idati dell'operazione, che confluiscono nell'archivio informatico di "serpico" 2500 cpu dislocate tra il lazio e le marche.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on December 07, 2013, 12:18:10 AM

N.B tutte le transazioni elettroniche sono monitorate di default, sepa, bonifici, swift, pertanto non è necessario effettuare la dichiarazione di esportazione valutaria, sono gli intermediari del credito che annotano e segnalano automaticamente ogni giorno per via elettronica tutti idati dell'operazione, che confluiscono nell'archivio informatico di "serpico" 2500 cpu dislocate tra il lazio e le marche.


Quindi se ho inviato solo bonifici non mi devo preoccupare?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 07, 2013, 06:13:06 AM

N.B tutte le transazioni elettroniche sono monitorate di default, sepa, bonifici, swift, pertanto non è necessario effettuare la dichiarazione di esportazione valutaria, sono gli intermediari del credito che annotano e segnalano automaticamente ogni giorno per via elettronica tutti idati dell'operazione, che confluiscono nell'archivio informatico di "serpico" 2500 cpu dislocate tra il lazio e le marche.


Quindi se ho inviato solo bonifici non mi devo preoccupare?

Se il denaro proveniva da redditi legittimi e dichiarati che motivi hai di preoccuparti.

Approfondimento >>>>>>>>>>>>> Scritto davvero bene http://www.labanconota.it/l-opinione/il-modulo-rw-istruzioni-per-luso.html (http://www.labanconota.it/l-opinione/il-modulo-rw-istruzioni-per-luso.html)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 07, 2013, 09:13:00 AM
e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin(minati) ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?

nessuno mi ha risposto


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 07, 2013, 09:51:28 AM
tranquillamente operate su una banca estera per stare tranquilli, tipo andare in svizzera e aprire un conto corrente di là, senza trasferirsi all'estero o sbaglio?  ???

tranquillamente finche' non ti beccano, finche' hai la residenza fiscale qui.
Cmq sono curioso sull'ordine di grandezza delle cifre che ti avrebbero contestato.



beccarlo per cosa?  ??? E' assolutamente LEGALE avere domicilio fiscale qui e conti correnti all'estero,l'unica seccatura è dichiararne il saldo nel quadro rw della dichiarazione dei redditi.E' illegale avere domicilio fiscale altrove e generare reddito in Italia (non pagandoci le tasse),non c'è alcuna legge che proibisce di avere i miei risparmi in Svizzera,semplicemente perché prima di attraversare i confini saranno già stati tassati.E potrebbero pure essere soggetti a patrimoniale (mi pare che il govero Monti l'abbia fatto)


il problema IMHO è da ricercare altrove:gli intermediari.Perché se vendi bitcoina privati entro una certa soglia sei a posto,se la superi devi fare dichiarazione.

Si? Ma questo dove è scritto? Dove si colloca il BTC?
Perchè continuo a cercare il legame tra : Se mi puoi bussare alla porta allora c'e un adempimento che non ho seguito. Voglio sapere questo edempimento fiscale  ;)

in mancanza di legge ad hoc non è assolutamete vero che c'è il far west come pensano alcuni qui,il bitcoin va tassato secondo la categoria più prossima alla sua natura.Valuta?Bene immateriale digitale?Andrebbe chiesto prima un parere all'agenzia delle entrate.Se pensate davvero di pagarci zero (sempre se parliamo di importi >5000) vedete che rischiate di trovarvi con brutte sorprese.

Tra l'altro leggo che non sono pochi quelli a cui sono state bloccate le postepay dopo aver ricevuto in maniera continuativa somme superiori a 100€,quindi...

Forse non ci ho dato abbastanza risalto,ma sono stato dal commercialista visto che dovevo sanare alcune seccature che ho in negozio:mi ha detto di aspettare perché ora la questione è troppo nebulosa.Se voi avete pareri di commercialisti migliori sono i benvenuti

e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin(minati) ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?

nessuno mi ha risposto


ogni volta che generi un reddito ci paghi le tasse,punto,tutto il resto è a tuo rischio e pericolo.Se superi i fatidici 5000€ annui io non dormirei sonni tranquilli.E' regolamentato pure il baratto in 'sto paese,intuile girarci intorno.Un miner al massimo potrebbe aprire partita iva e scaricare i costi sostenuti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 07, 2013, 10:38:47 AM
tranquillamente operate su una banca estera per stare tranquilli, tipo andare in svizzera e aprire un conto corrente di là, senza trasferirsi all'estero o sbaglio?  ???

tranquillamente finche' non ti beccano, finche' hai la residenza fiscale qui.
Cmq sono curioso sull'ordine di grandezza delle cifre che ti avrebbero contestato.

beccarlo per cosa?  ??? E' assolutamente LEGALE avere domicilio fiscale qui e conti correnti all'estero,l'unica seccatura è dichiararne il saldo nel quadro rw della dichiarazione dei redditi.E' illegale avere domicilio fiscale altrove e generare reddito in Italia (non pagandoci le tasse),non c'è alcuna legge che proibisce di avere i miei risparmi in Svizzera,semplicemente perché prima di attraversare i confini saranno già stati tassati.E potrebbero pure essere soggetti a patrimoniale (mi pare che il govero Monti l'abbia fatto)

Dalla domanda presumevo scarsa intenzione di dichiarazione. E d'altra parte quale sarebbe la ragione di aprire il conto in Svizzera altrimenti? Per fare il quadro RW?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 07, 2013, 11:08:49 AM
e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin(minati) ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?

nessuno mi ha risposto


ogni volta che generi un reddito ci paghi le tasse,punto,tutto il resto è a tuo rischio e pericolo.Se superi i fatidici 5000€ annui io non dormirei sonni tranquilli.E' regolamentato pure il baratto in 'sto paese,intuile girarci intorno.Un miner al massimo potrebbe aprire partita iva e scaricare i costi sostenuti

si ma loro come fanno a sapere che io non sto vendendo beni usati, tipo quando si vende materiale elettronico ad altri utenti su hwupgrade, e ci si fa ricaricare la postepay?

è la stessa cosa qui, se vendo bitcoin a qualcuno e lui mi ricarica la postepay, potrei benissimo dire che ho venduto un bene usato, e la compravendita fra privati non mi risulta che sia tassabile...visto che è gia stata tassata


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 07, 2013, 11:35:40 AM
e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin(minati) ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?

nessuno mi ha risposto


ogni volta che generi un reddito ci paghi le tasse,punto,tutto il resto è a tuo rischio e pericolo.Se superi i fatidici 5000€ annui io non dormirei sonni tranquilli.E' regolamentato pure il baratto in 'sto paese,intuile girarci intorno.Un miner al massimo potrebbe aprire partita iva e scaricare i costi sostenuti

si ma loro come fanno a sapere che io non sto vendendo beni usati, tipo quando si vende materiale elettronico ad altri utenti su hwupgrade, e ci si fa ricaricare la postepay?

è la stessa cosa qui, se vendo bitcoin a qualcuno e lui mi ricarica la postepay, potrei benissimo dire che ho venduto un bene usato, e la compravendita fra privati non mi risulta che sia tassabile...visto che è gia stata tassata


non è tassabile (entro certi limiti ed eccezioni),ma se superi i 5000€ devi COMUNQUE dichiararla,altrimenti potrebbero contestarti tali transazioni e ritrovarti senza frecce al tuo arco per giustificare quei soldi.Esempio

http://www.fiscoetasse.com/forum/dichiarazioni-dei-redditi/52374-vendita-mobile-antico.html

Ragazzi,non si sfugge in alcun modo al fisco,con i pagamenti elettronici e il redditometro hanno TUTTO e TUTTI sott'occhio,non ricordo la soglia esatta ma oltre tot i sistemi elettronici generano subito un alert.Puta caso fate 10 transazioni e vi ritrovate con 10 alert state certi che vi arriva equitalia a casa.Parlo con cognizione di causa visto che ho un negozio e il buon 30% del mio tempo lo passo dal commercialista.Quindi o ci si rivolge ad un buon commercialista (e come potete ben vedere non si trova nemmeno un commercialista d'accordo con un altro) oppure si rischia del proprio.Mal che vada c'è il 50% più spese varie di sequestro sulla cifra contestata

E quel che peggio sapete cos'é?Che io ho rotture di cavolo QUOTIDIANE perché sono onesto,facessi tutto in nero mi evitere mal di testa,di mantenere moglie e figli del commercialista e nel caso mi becchino pagherei pure meno.Ma avendo famiglia non ho mai trovato il coraggio di farlo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 07, 2013, 12:03:38 PM
beh allora contanti faccia a faccia, o acquisti direttamente in bitcoin e via :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Noodles.Asso on December 07, 2013, 03:07:05 PM
tranquillamente operate su una banca estera per stare tranquilli, tipo andare in svizzera e aprire un conto corrente di là, senza trasferirsi all'estero o sbaglio?  ???

tranquillamente finche' non ti beccano, finche' hai la residenza fiscale qui.
Cmq sono curioso sull'ordine di grandezza delle cifre che ti avrebbero contestato.


http://www.italiapokerclub.com/interviste-poker/145945/robys-operazione-all-in-accuse-hendonmob-fisco-tasse-poker-player/
http://www.ilgiornale.it/news/sport/5-anni-braccato-fisco-vincite-nei-tornei-961832.html
http://www.assopoker.com/poker-legale/roberto-sabato-il-fisco-mi-chiede-59000-in-10-giorni-14801

 ;D In realtà è successo a mio fratello, io mi sono salvato solo perché non amo i tornei e ho sempre preferito il cashgame!  :P


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on December 07, 2013, 06:39:13 PM
e per compravendite tra privati come funziona?

mettiamo che uno si arricchisce vendendo bitcoin(minati) ad altre persone che quindi hanno già dichiarato quei soldi, si deve dichiarare di nuovo?

nessuno mi ha risposto

Credo sia un aspetto trascurato in questo 3d. La soluzione anche se un po' laboriosa è usare localbitcoin. Scambiate i bitcoin con contanti direttamente con le persone. Nessun tassa, nessuna traccia.
Se ne avete tanti magari scambiate in più città può sembrare scomodo, ma girare le città potrebbe essere anche divertente  ;)

Ora non venite a dirmi che anche scambiare a mano non va bene e bisogna dichiarare ...



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Psychotron on December 09, 2013, 07:47:29 AM
Bisogna solo aspettare/sperare che pian piano i negozi inizino ad accettare bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on December 09, 2013, 11:47:26 AM
Restando sulle questioni più "certe",  visto che la scadenza si avvicina: bisogna segnalare nel modulo RW se si sono inviati più di 10.000 euro fuori dall'italia (a siti tipo Bitstamp)?
Ogni volta e con qualunque sistema tu valichi la territorialità di uno stato sovrano e violi le norme contravvieni la legge, pertanto la risposta è ovvia.
Si certo, hai 2 principi normativi che indicano il comportamento corretto a) norme antiriciclaggio b) contrasto all'evasione fiscale.
http://www.bancamarche.it/viewdoc.asp?CO_ID=1544&tree=1966 (http://www.bancamarche.it/viewdoc.asp?CO_ID=1544&tree=1966)
Giusto ? Sbagliato ? Ingiusto ? Corretto ?
Ha poca importanza, le norme ci sono e vengono applicate.

N.B tutte le transazioni elettroniche sono monitorate di default, sepa, bonifici, swift, pertanto non è necessario effettuare la dichiarazione di esportazione valutaria, sono gli intermediari del credito che annotano e segnalano automaticamente ogni giorno per via elettronica tutti idati dell'operazione, che confluiscono nell'archivio informatico di "serpico" 2500 cpu dislocate tra il lazio e le marche.


Non ho capito, vuoi dire che chi ha inviato decine di migliaia di euro verso l'estero per pagare fornitori / aquistare PRODOTTI deve compilare il quadro RW?!?

E se bitcoin fosse un "prodotto" paragonabile ad una canzone mp3 su itunes per esempio?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 09, 2013, 07:34:47 PM

Non ho capito, vuoi dire che chi ha inviato decine di migliaia di euro verso l'estero per pagare fornitori / aquistare PRODOTTI deve compilare il quadro RW?!?

E se bitcoin fosse un "prodotto" paragonabile ad una canzone mp3 su itunes per esempio?

Il quadro lo deve compilare chi e soltanto chi ha esportato denaro in contante (e per contante guarda il link che ho postato CASH, che per definizione del fisco viene considerato cash) all'estero, anche nella stessa UE.
Chi ha fatto bonifici o altri pagamenti elettronici non deve fare nulla, il fisco ne è già a conoscienza, il problema non sussiste, ma potrebbe sussistere, a buon intenditore poche parole.

Se si continua a deviare l'argomentazione affermando le stramberie più insane di cosa sia il bitcoin, per carità liberi di farlo, potrebbe essere la manifestazione della madonna, l'arcangelo gabriele, o l'anticristo, bisogna vedere se il fisco se la beve, oppure conosce il bitcoin molto meglio di chi propina falsità.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: leo13388 on December 11, 2013, 07:09:36 PM
Ho trovato questo http://www.bitcointax.info/. E' per i contribuenti statunitensi ma può essere una lettura interessante.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on December 13, 2013, 09:57:53 AM
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-12-13/l-eba-avverte-bitcoin-nessuna-protezione-caso-perdite-100305.shtml

Non ho trovato un comunicato ufficiale.
Penso che sarebbe più utile di fatto non considerarla come moneta, ma come bene mobile/digitale, e quindi comunque considerare la protezione legale da possibili furti.
La cosa fondamentale comunque sarebbe evitare il VAT.

EDIT:
Trovato
http://www.eba.europa.eu/documents/10180/15971/EBA+Warning+on+Virtual+Currencies.pdf


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on December 13, 2013, 11:31:30 AM
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-12-13/l-eba-avverte-bitcoin-nessuna-protezione-caso-perdite-100305.shtml

Non ho trovato un comunicato ufficiale.
Penso che sarebbe più utile di fatto non considerarla come moneta, ma come bene mobile/digitale, e quindi comunque considerare la protezione legale da possibili furti.
La cosa fondamentale comunque sarebbe evitare il VAT.


La vedo complicata considerarlo come un bene e non pagarci l'IVA sopra, senza contare i casini con le aliquote diverse da nazione a nazione. Inoltre come calcoli l'IVA? Se sei un privato non cambia molto ma se sei un professionista/commerciante dovresti detrarre l'IVA pagata sul prezzo di acquisto da quella incassata su quello di vendita (oltre a tenere il magazzino dei bitcoin). E poi c'è il discorso legato alla fatturazione (ma se "acquisti" bitcoin dai privati vendendo loro delle merci come giustifichi la presa in carico dei bitcoin stessi se non hai la fattura di entrata?)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: kirth on December 13, 2013, 12:57:36 PM
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-12-13/l-eba-avverte-bitcoin-nessuna-protezione-caso-perdite-100305.shtml

Non ho trovato un comunicato ufficiale.
Penso che sarebbe più utile di fatto non considerarla come moneta, ma come bene mobile/digitale, e quindi comunque considerare la protezione legale da possibili furti.
La cosa fondamentale comunque sarebbe evitare il VAT.

EDIT:
Trovato
http://www.eba.europa.eu/documents/10180/15971/EBA+Warning+on+Virtual+Currencies.pdf

Il warning dell'EBA mi pare abbia come focus principale le possibilità di frode e di perdita (per furto) della virtual currency.
Mi ha però fatto riflettere questo rischio potenziale citato nel documento:
Transactions in virtual currency may be misused for criminal activities, including money laundering
Come si pone il "mondo" dei Bitcoin in relazione al tema del riciclaggio?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on December 13, 2013, 01:06:08 PM
Il warning dell'EBA mi pare abbia come focus principale le possibilità di frode e di perdita (per furto) della virtual currency.
Mi ha però fatto riflettere questo rischio potenziale citato nel documento:
Transactions in virtual currency may be misused for criminal activities, including money laundering
Come si pone il "mondo" dei Bitcoin in relazione al tema del riciclaggio?

E' guerra dichiarata, JPMorgan deposita un Patent ( senza Pending ) come dire siamo noi i padri della moneta virtuali, banca centrale cinese guerra, bce guerra, ora eba, poi FED con fondi in Bitcoin.
Sì il tentativo è di rendere insicuro il bitcoin come trust e non solo, le allegorie, le allusioni in tutti i media come potenziale rischio, vedi paradisi fiscali, pedofilia, riciclaggio del denaro, droga,, il demonio in persona in sostanza.
Bisogna prendere in considerazione che la disinformazione attecchisce come la peste bubbonica sulla persona media che vive mediocremente, non ben comprende, è disinformata, e che vive una vita lavorando duramente pagando il mutuo sotto la gogna della perdita del posto di lavoro senza ammortizzatori sociali.
Antropologicamente parlando, penso che non si tratti solo di un fenomeno mediatico, ritengo che si stia plasmando un humus negativo forte.
Spero di sbagliarmi.

Boia.. scusate OT a palla.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: kirth on December 13, 2013, 01:21:29 PM
Beh...che vogliano usare queste leve per creare untrust attraverso (anche) disinformazione, è preventivabile.
Ma è proprio in questi casi che si deve saper oggettivamente dimostrare l'inadeguatezza/infondatezza di tali scenari/accuse con argomentazioni dai contenuti forti.
Quindi rifaccio la domanda: come si pone il mondo della critto valute rispetto ad es. al tema del riciclaggio?
Il sistema bancario tradizionale ha ad esempio tutta una regolamentazione ben definita derivante da obblighi di legge.
(non sto dicendo che quel modello sia più giusto o più efficace)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on December 13, 2013, 03:07:12 PM
Beh...che vogliano usare queste leve per creare untrust attraverso (anche) disinformazione, è preventivabile.
Ma è proprio in questi casi che si deve saper oggettivamente dimostrare l'inadeguatezza/infondatezza di tali scenari/accuse con argomentazioni dai contenuti forti.

Son d'accordo

Quote
Quindi rifaccio la domanda: come si pone il mondo della critto valute rispetto ad es. al tema del riciclaggio?
Il sistema bancario tradizionale ha ad esempio tutta una regolamentazione ben definita derivante da obblighi di legge.
(non sto dicendo che quel modello sia più giusto o più efficace)

Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).

D'altra parte il sistema bancario ha dimostrato ampiamente la totale inadeguatezza dei sistemi antiriciclaggio, se non per fermare i piccoli pesci: solo in Italia si stima che la criminalità organizzata abbia un giro d'affari tra i 25 e i 100 miliardi di € (a seconda di chi ha fatto i conti) e siccome gli € non sono commestibili certamente un buona parte di questi verrà riciclata in attività più o meno lecite alla faccia di tutti i controlli.

Per la droga il bitcoin è un mezzo di pagamento valido quanto i contanti, anzi è più semplice comperare droga dal pusher per strada che non con i bitcoin. E di nuovo se analizziamo i volumi in gioco ci rendiamo conto di come il mercato dei bitcoin sia solo una goccia nel mare: la sola Cannabis ha un giro d'affari di 160 miliardi di $ l'anno, 60-70 miliardi le sintetiche e qualche decina cocaina e oppiacei (e stiamo parlando di giro "al dettaglio" che vuol dire che fa girare almeno un 50% di $ in più contando i vari passaggi tra produttori, distributori e spacciatori). Il famosissimo Silk Road è arrivato ad un 0,1-0.2% di questa cifra (si stima che si siano venduti prodotti per circa 1,2 miliardi in 3 anni).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on December 14, 2013, 05:59:10 PM
Beh...che vogliano usare queste leve per creare untrust attraverso (anche) disinformazione, è preventivabile.
Ma è proprio in questi casi che si deve saper oggettivamente dimostrare l'inadeguatezza/infondatezza di tali scenari/accuse con argomentazioni dai contenuti forti.
Quindi rifaccio la domanda: come si pone il mondo della critto valute rispetto ad es. al tema del riciclaggio?
Il sistema bancario tradizionale ha ad esempio tutta una regolamentazione ben definita derivante da obblighi di legge.
(non sto dicendo che quel modello sia più giusto o più efficace)

Cipro, Cayman, Panama, Svizzera come si ponevano verso il reciclaggio? I loro sistemi di trasferimento denaro erano sicuri, solidi, affidabili e ben visti?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: kirth on December 14, 2013, 07:33:06 PM
Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).
Ecco è questo che mi interesserebbe capire meglio. Proprio per come è stato progettata ed implementata la tecnologia non ci possono essere controlli di nessuna natura sui flussi?
Hai qualche documento/link che spiega il sistema dei controlli adottato dagli exchange? Sarei interessato a leggerne per approfondire.

D'altra parte il sistema bancario ha dimostrato ampiamente la totale inadeguatezza dei sistemi antiriciclaggio, se non per fermare i piccoli pesci: solo in Italia si stima che la criminalità organizzata abbia un giro d'affari tra i 25 e i 100 miliardi di € (a seconda di chi ha fatto i conti) e siccome gli € non sono commestibili certamente un buona parte di questi verrà riciclata in attività più o meno lecite alla faccia di tutti i controlli.

Se guardiamo al sistema bancario nel suo insieme ti do ragione. Parlando con cognizione di causa posso dire che il sistema antiriciclaggio italiano delle banche commerciali è invece molto strutturato e forte. I canali utilizzati dalla malavita per l'introduzione del denaro proveniente da attività illecite nell'economia sono altri.

Comuque possiamo mettere il tema nell'agenda per martedì sera ;)

Cipro, Cayman, Panama, Svizzera come si ponevano verso il reciclaggio? I loro sistemi di trasferimento denaro erano sicuri, solidi, affidabili e ben visti?

E va bè però anche tu mi vai a prendere i best in class... ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on December 14, 2013, 11:30:03 PM
Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).
Ecco è questo che mi interesserebbe capire meglio. Proprio per come è stato progettata ed implementata la tecnologia non ci possono essere controlli di nessuna natura sui flussi?
Hai qualche documento/link che spiega il sistema dei controlli adottato dagli exchange? Sarei interessato a leggerne per approfondire.

Per quanto riguarda i controlli degli exchange non ho documentazione, ma so che richiedono l'identificazione di chi effettua transazioni da e verso fiat, quindi è facile immaginare che tengano traccia di chi sposta denaro e di quanto ne sposti, per poi comunicarlo agli enti che ne facessero richiesta.
Per il flusso di bitcoin avendo la possibilità di creare quanti indirizzi voglio, pensare ad un modo per tracciare a chi appartengano gli indirizzi di partenza e di arrivo è praticamente impossibile, senza contare i servizi come mixer e wallet on line che "lavano" ancora di più i bitcoin durante il passaggio.


Quote
D'altra parte il sistema bancario ha dimostrato ampiamente la totale inadeguatezza dei sistemi antiriciclaggio, se non per fermare i piccoli pesci: solo in Italia si stima che la criminalità organizzata abbia un giro d'affari tra i 25 e i 100 miliardi di € (a seconda di chi ha fatto i conti) e siccome gli € non sono commestibili certamente un buona parte di questi verrà riciclata in attività più o meno lecite alla faccia di tutti i controlli.

Se guardiamo al sistema bancario nel suo insieme ti do ragione. Parlando con cognizione di causa posso dire che il sistema antiriciclaggio italiano delle banche commerciali è invece molto strutturato e forte. I canali utilizzati dalla malavita per l'introduzione del denaro proveniente da attività illecite nell'economia sono altri.

Comuque possiamo mettere il tema nell'agenda per martedì sera ;)


Ovviamente non si può fare di tutta l'erba un fascio, è chiaro che alcune banche lavorano in modo più rigoroso di altre ma spesso si legge di conti e beni sequestrati (se non erro l'ultimo è stato di 50 milioni pochi giorni fa tra conti, terreni e proprietà varie e con tutte le pastoie che ci sono ultimamente comprare un terreno o un immobile senza passare da una banca è parecchio complicato).
A martedì :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: naomo on December 15, 2013, 02:05:53 PM
Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).
Ecco è questo che mi interesserebbe capire meglio. Proprio per come è stato progettata ed implementata la tecnologia non ci possono essere controlli di nessuna natura sui flussi?
Hai qualche documento/link che spiega il sistema dei controlli adottato dagli exchange? Sarei interessato a leggerne per approfondire.

Per quanto riguarda i controlli degli exchange non ho documentazione, ma so che richiedono l'identificazione di chi effettua transazioni da e verso fiat, quindi è facile immaginare che tengano traccia di chi sposta denaro e di quanto ne sposti, per poi comunicarlo agli enti che ne facessero richiesta.
Per il flusso di bitcoin avendo la possibilità di creare quanti indirizzi voglio, pensare ad un modo per tracciare a chi appartengano gli indirizzi di partenza e di arrivo è praticamente impossibile, senza contare i servizi come mixer e wallet on line che "lavano" ancora di più i bitcoin durante il passaggio.


Direi che un aspetto trascurato dai post precedenti è proprio quello relativo alle norme antiriciclaggio.
Se uno acquistasse oggi bitcoin per 500 euro e tra qualche anno li rivendesse a 50.000 euro (ottimista eh ?) come farebbe a spiegare alle autorità da dove vengono fuori quei 50.000 ?
Credete che si accontentino della sola contabile del bonifico senza poter accertare cosa abbia originato tutti quei soldi ?
E come potrebbe il fortunato (?) trader provarne la provenienza senza nessun altra pezza di appoggio ?
Forse in un caso del genere ci potrebbe anche essere un rischio penale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 15, 2013, 05:12:37 PM
non basta mostrare loro l'andamento della valuta? oltre a spiegargli cos'è un btc ovviamente...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on December 16, 2013, 10:29:37 AM
Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).
Ecco è questo che mi interesserebbe capire meglio. Proprio per come è stato progettata ed implementata la tecnologia non ci possono essere controlli di nessuna natura sui flussi?
Hai qualche documento/link che spiega il sistema dei controlli adottato dagli exchange? Sarei interessato a leggerne per approfondire.

Per quanto riguarda i controlli degli exchange non ho documentazione, ma so che richiedono l'identificazione di chi effettua transazioni da e verso fiat, quindi è facile immaginare che tengano traccia di chi sposta denaro e di quanto ne sposti, per poi comunicarlo agli enti che ne facessero richiesta.
Per il flusso di bitcoin avendo la possibilità di creare quanti indirizzi voglio, pensare ad un modo per tracciare a chi appartengano gli indirizzi di partenza e di arrivo è praticamente impossibile, senza contare i servizi come mixer e wallet on line che "lavano" ancora di più i bitcoin durante il passaggio.


Direi che un aspetto trascurato dai post precedenti è proprio quello relativo alle norme antiriciclaggio.
Se uno acquistasse oggi bitcoin per 500 euro e tra qualche anno li rivendesse a 50.000 euro (ottimista eh ?) come farebbe a spiegare alle autorità da dove vengono fuori quei 50.000 ?
Credete che si accontentino della sola contabile del bonifico senza poter accertare cosa abbia originato tutti quei soldi ?
E come potrebbe il fortunato (?) trader provarne la provenienza senza nessun altra pezza di appoggio ?
Forse in un caso del genere ci potrebbe anche essere un rischio penale.

Penale ??? Addirittura  ???  Tortura no ?

Perché uno non può spiegare quello che è successo ? Non c'è nulla da nascondere, è più trasparente di quello che si pensa. Pagherà le tasse sul capital gain (mi piacerebbe sapere su quale stato si deve fare riferimento per il calcolo).

Secondo voi, ora che la Norvegia dichiara che i bitcoin non sono un moneta ma un asset, cambia qualcosa per quanto riguarda la tassazione ?

Personalmente non sono d'accordo con questa posizione della Norvegia ... se posso usarla per scambiare beni e servizi ::) ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: naomo on December 17, 2013, 07:10:58 PM
Rispetto al riciclaggio non si pone: per la sua stessa natura non può esistere un controllo sui flussi di bitcoin contro il riciclaggio (se non al momento di convertire da e verso moneta fiat, ma li mi pare che già tutti gli exchange rispondano alle leggi antiriciclaggio).
Ecco è questo che mi interesserebbe capire meglio. Proprio per come è stato progettata ed implementata la tecnologia non ci possono essere controlli di nessuna natura sui flussi?
Hai qualche documento/link che spiega il sistema dei controlli adottato dagli exchange? Sarei interessato a leggerne per approfondire.

Per quanto riguarda i controlli degli exchange non ho documentazione, ma so che richiedono l'identificazione di chi effettua transazioni da e verso fiat, quindi è facile immaginare che tengano traccia di chi sposta denaro e di quanto ne sposti, per poi comunicarlo agli enti che ne facessero richiesta.
Per il flusso di bitcoin avendo la possibilità di creare quanti indirizzi voglio, pensare ad un modo per tracciare a chi appartengano gli indirizzi di partenza e di arrivo è praticamente impossibile, senza contare i servizi come mixer e wallet on line che "lavano" ancora di più i bitcoin durante il passaggio.


Direi che un aspetto trascurato dai post precedenti è proprio quello relativo alle norme antiriciclaggio.
Se uno acquistasse oggi bitcoin per 500 euro e tra qualche anno li rivendesse a 50.000 euro (ottimista eh ?) come farebbe a spiegare alle autorità da dove vengono fuori quei 50.000 ?
Credete che si accontentino della sola contabile del bonifico senza poter accertare cosa abbia originato tutti quei soldi ?
E come potrebbe il fortunato (?) trader provarne la provenienza senza nessun altra pezza di appoggio ?
Forse in un caso del genere ci potrebbe anche essere un rischio penale.

Penale ??? Addirittura  ???  Tortura no ?

Perché uno non può spiegare quello che è successo ? Non c'è nulla da nascondere, è più trasparente di quello che si pensa. Pagherà le tasse sul capital gain (mi piacerebbe sapere su quale stato si deve fare riferimento per il calcolo).

Secondo voi, ora che la Norvegia dichiara che i bitcoin non sono un moneta ma un asset, cambia qualcosa per quanto riguarda la tassazione ?

Personalmente non sono d'accordo con questa posizione della Norvegia ... se posso usarla per scambiare beni e servizi ::) ::)

Credo che tu non abbia capito bene quello che ho scritto nel post precedente.
Il problema non sono le tasse da pagare sui capital gain ma poter dimostrare che la monetizzazione dei bitcoin con bonifico in entrata sul c/c di importi rilevanti (dai 12.500 euro in su) sono frutto di semplice ed innocuo trading e non di tentativi di riciclaggio.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 17, 2013, 08:57:19 PM
e se fossero frutto di mining?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 17, 2013, 11:36:08 PM
e se fossero frutto di mining?
io credo che :
1) se è pur vero che i conti correnti ormai sono "visibili" al fisco è anche vero che far partire un'ispezione costa soldoni e non credetevi che costi poco, ergo fanno controlli su volumi ingenti o cmq anomali non su 10 20k euro l'anno.

2) che se è frutto di mining, quindi se uno facesse sepa tutto l'anno da uno o piu exchanger, rimarrebbe tracciabilità dei bonifici internazionali e di conseguenza come ente fisico , l'exchenger, non potrebbero denunciarti per riciclaggio.

3) non essendo regolamentato non ce possibilità di retroattività su una cosa del genere, quindi fin quando non ci diranno come è inquadrata e se va tassata imho il problema non sussiste.

Credo fermamente che tutti dovrebbero pagare le tasse ma credo anche che un bene dal quale si trae beneficio, prima di essere tassato, deve essere regolamentato in tutti i sensi.
Non esiste norma europea figuriamoci italiana che dica come inquadrare il mining.

Poi io mi chiedo un'altra cosa invece, siccome non credo sia soggetto o cmq non sarà soggetto ad apertura di piva, il costo della corrente come lo dichiariamo :D
Cioè è un mondo talmente aleatoreo che credo sia quasi impossibile dimostrare il contratio.
Il problema reale è un altro, ovvero che se per assurdo dovessero mai fare un controllo a "tizio" potrebbero rompere i coglioni per n°mila cose inerenti ai conti correnti, già mi immagino:
questi soldi dove li hai presi? Come mai tutti questi prelievi? Come mai questo bonifico a questa persona? Come mai soldi su paypal?

Questo mi da un fastidio enorme perchè io sono uno onesto e se vuoi controllare controlla pure, ma porcaccia la mi nonna, per non dire altro, ma vorrai prima controllare aziende che prendono soldi di finanziamenti pubblici e falliscono con i soldi in tasca dei contribuenti seri? E parliamo di miliardi non di mila euro...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 18, 2013, 08:04:26 AM
ma non abbiamo già un caso, i due ragazzi di Mestre si sono arricchiti minando, basterebbe chiedere a loro


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sauzer00 on December 18, 2013, 11:46:28 PM
Io ho una domanda diversa.
Supponiamo che domani decido di integrare nella mia azienda la possibilità di ricevere pagamenti in BTC.
Come dovrei gestire la cosa ? e soprattutto è fattibile ?
Ho dei siti che offrono servizi di gaming online e vorrei dare la possibilità di accedere ad una parte di servizi anche pagando con BTC
Ma non ho idea se
1) E' legale accettare pagamenti in italia con BTC
2) Come devo dichiarali nella dichiarazione dei redditi dell'azienda
Qualcuno mi sa rispondere ?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on December 19, 2013, 08:59:52 AM
Io ho una domanda diversa.
Supponiamo che domani decido di integrare nella mia azienda la possibilità di ricevere pagamenti in BTC.
Come dovrei gestire la cosa ? e soprattutto è fattibile ?
Ho dei siti che offrono servizi di gaming online e vorrei dare la possibilità di accedere ad una parte di servizi anche pagando con BTC
Ma non ho idea se
1) E' legale accettare pagamenti in italia con BTC
2) Come devo dichiarali nella dichiarazione dei redditi dell'azienda
Qualcuno mi sa rispondere ?

Se vuoi implementarli subito, usa un servizio tipo Bitpay o Coinbase e i BTC ti vengono automaticamente convertiti in euro nella % che preferisci, nel tuo caso credo sia meglio 100% finché non ci sono regolamentazioni precise in merito. Chiedi al tuo commercialista, che magari può fare un interpello in tua vece.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on December 19, 2013, 01:09:58 PM
Premetto che non sono un giurista, e dunque tutto ciò che segue è da intendersi come un parere personale di una persona qualunque.

1) E' legale accettare pagamenti in italia con BTC
Dato che non è illegale, è legale.

Quote
2) Come devo dichiarali nella dichiarazione dei redditi dell'azienda
Come giustamente suggerito, chiedi al tuo commercialista. Se trovi una soluzione che ti sembra solida, facci sapere che siamo tutti molto curiosi. In ogni caso, per evitare alla fonte ogni tipo di problematica legata alla gestione contabile e fiscale dei bitcoin, l'idea di utilizzare un sistema tipo BitPay potrebbe essere (almeno in un primo momento) consigliabile.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sauzer00 on December 19, 2013, 01:45:50 PM
E poi ovviamente gli Euro che scarichi nel conto corrente della societa saranno da tassare come normali utili, perfetto.
Ora do un occhio a quei due siti e vedo di farmi fare un integrazione


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 21, 2013, 06:53:17 PM
ed ora... taglieggiamento del 20% sui bonifici esteri in entrata:

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430 (http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430)

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf (http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf)

manca solo che chiedano il riscatto per lasciarci uscire (oltre al bollo sul passaporto)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on December 21, 2013, 09:02:38 PM
Huhuhu, la cosa si fa interessante ;D

Prevedo un incremento di rivenditori su Localbitcoin, e di interesse verso la tecnologia Ripple (e/o gli altri mercati p2p)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 21, 2013, 09:05:32 PM
ed ora... taglieggiamento del 20% sui bonifici esteri in entrata:

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430 (http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430)

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf (http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf)

manca solo che chiedano il riscatto per lasciarci uscire (oltre al bollo sul passaporto)
non ho letto tutto ma riassumendo cosa dice? cioe trattengono un 20% sui bonifici in entrata dall'estero per chi possiede un cc estero? ma se è una società che bonifica non centra nulla giusto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 21, 2013, 10:30:11 PM
non ho letto tutto ma riassumendo cosa dice? cioe trattengono un 20% sui bonifici in entrata dall'estero per chi possiede un cc estero? ma se è una società che bonifica non centra nulla giusto?

manco io, ma il punto che ho catturato e' che dal 1/1/14 le banche devono trattenere il 20% dei bonifici in entrata (da chiunque provengano) a meno che il cliente-destinatario non gli autocertifichi che non si tratta di reddito da investimento, finanziario, ecc.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 21, 2013, 11:30:31 PM
non ho letto tutto ma riassumendo cosa dice? cioe trattengono un 20% sui bonifici in entrata dall'estero per chi possiede un cc estero? ma se è una società che bonifica non centra nulla giusto?

manco io, ma il punto che ho catturato e' che dal 1/1/14 le banche devono trattenere il 20% dei bonifici in entrata (da chiunque provengano) a meno che il cliente-destinatario non gli autocertifichi che non si tratta di reddito da investimento, finanziario, ecc.


si ok ma i nostri , per chi mina senza bonificare in uscita, non sono "investimenti" perche non uso soldi italiani per comprare valuta ma la "creo", quindi è un quadro tecnicamente diverso.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 22, 2013, 12:01:46 AM
si ok ma i nostri , per chi mina senza bonificare in uscita, non sono "investimenti" perche non uso soldi italiani per comprare valuta ma la "creo", quindi è un quadro tecnicamente diverso.

si. sono certo che all'agenzia delle entrate saranno molto comprensivi su questo  ;D

btw: maa Ripple ha un gateway italiano? se no e' un c. e tutt'uno.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 22, 2013, 12:51:03 AM
si ok ma i nostri , per chi mina senza bonificare in uscita, non sono "investimenti" perche non uso soldi italiani per comprare valuta ma la "creo", quindi è un quadro tecnicamente diverso.

si. sono certo che all'agenzia delle entrate saranno molto comprensivi su questo  ;D

btw: maa Ripple ha un gateway italiano? se no e' un c. e tutt'uno.

qua mi sa che l'unica soluzione e farsi pagare in contanti da amici che fanno la nostra stessa cosa vendendogli btc :(


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on December 22, 2013, 03:17:04 AM
Altra cosa interessante :)
http://www.laleggepertutti.it/44246_pos-obbligatorio-sopra-30-euro-per-fatturati-sopra-200mila-euro-ecco-il-decreto-attuativo

btw: maa Ripple ha un gateway italiano? se no e' un c. e tutt'uno.
No ora non c'è.
Si potrebbe però fare un grosso gateway, che riceverebbe le IOU da tanti piccoli gateway (mini-gateway: persone fidate, valutate e scelte) sparse in ogni città d'Italia.
Certo il problema sarebbe se qualcuno diventasse in possesso di più IOU di quanto potrebbe recuperare (in senso recuperare in cash) da una determinata zona. (dai mini-gateway li presenti)
Dovrebbe farsi qualche giro per l'italia, o farseli inviare per posta ... oppure tali mini-gateway metterebbero mano ai loro fondi personali (e accontentare subito "il client"), e dovrebbero essere poi loro invece ad aspettare che gli arrivassero i soldi da altri mini-gateway (e/o farseli rimborsare in Bitcoin se preferiscono)

EDIT:
http://www.huffingtonpost.it/2013/12/20/nomisma-prelievo-forzoso-ricchezza_n_4480499.html

A proposito di quest'ultima cosa ho trovato poi segnalato questo:
http://www.altroconsumo.it/finanza/aprire-un-conto-in-svizzera-s5191004/ArtId/5191004.htm


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 22, 2013, 10:04:42 AM
non ho letto tutto ma riassumendo cosa dice? cioe trattengono un 20% sui bonifici in entrata dall'estero per chi possiede un cc estero? ma se è una società che bonifica non centra nulla giusto?

manco io, ma il punto che ho catturato e' che dal 1/1/14 le banche devono trattenere il 20% dei bonifici in entrata (da chiunque provengano) a meno che il cliente-destinatario non gli autocertifichi che non si tratta di reddito da investimento, finanziario, ecc.



come da chiunque, se mi faccio fare un bonifico da una persona che sta dall'altra parte d'italia, si prendono il 20%?

wtf?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 22, 2013, 11:02:12 AM
non ho letto tutto ma riassumendo cosa dice? cioe trattengono un 20% sui bonifici in entrata dall'estero per chi possiede un cc estero? ma se è una società che bonifica non centra nulla giusto?

manco io, ma il punto che ho catturato e' che dal 1/1/14 le banche devono trattenere il 20% dei bonifici in entrata (da chiunque provengano) a meno che il cliente-destinatario non gli autocertifichi che non si tratta di reddito da investimento, finanziario, ecc.



come da chiunque, se mi faccio fare un bonifico da una persona che sta dall'altra parte d'italia, si prendono il 20%?

wtf?
secondo me non è cosi ma solo se tu hai dei conti correnti esteri e ci tieni soldi che guadagni fuori italia, forse ho capito male ma credo sia cosi.
Anche perche se cosi non fosse significherebbe dire che tasserebbero i miei cashout da pokerstars.it che mi bonifica sepa da malta o l'isola di man e non possono farlo perchè aams già mi tassa nella room in cui gioco.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on December 22, 2013, 12:36:11 PM
ed ora... taglieggiamento del 20% sui bonifici esteri in entrata:

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430 (http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430)

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf (http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/provvedimenti/2013/dicembre+2013+provvedimenti/provvedimento+del+18+dicembre+2013+monitoraggio+fiscale/provv+151663.pdf)

manca solo che chiedano il riscatto per lasciarci uscire (oltre al bollo sul passaporto)
Anche interni UE? Se sì, come può essere legale?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 22, 2013, 01:37:58 PM
come può essere legale?

dov'e' il problema? tanto se la UE ci sanziona indovina chi paga.

e poi pure parlamento e annessi e connessi sono illegali in se stessi per la corte costituzionale.
ce lo dicono pure, in caso non basti guardarli in faccia.

oh: svegliaaa!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: il_minatore on December 22, 2013, 02:09:11 PM
Il miglior modo per far arrivare capitali in Italia? Decurtarne il 20% alla base!  Geniale! ;D

(Sò che non si tratta di questo ma potrebbe essere il prossimo passo vista anche la genialata delle  piva che possono acquistare servizi online solo da piva italiane...)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jimmy3dita on December 22, 2013, 09:10:40 PM
Io vedo il lato positivo, se i bonifici vengono segati del 20% basta comprare Bitcoin all'estero su un qualsiasi exchange, e poi cambiarseli cash su Localbitcoins.

O cambiarli per carte-regalo se si deve comprare online...

"tanto più stringeranno la presa, tanti più gliene sgusceranno via tra le dita"


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 22, 2013, 10:37:14 PM
Io vedo il lato positivo, se i bonifici vengono segati del 20% basta comprare Bitcoin all'estero su un qualsiasi exchange, e poi cambiarseli cash su Localbitcoins.

O cambiarli per carte-regalo se si deve comprare online...

"tanto più stringeranno la presa, tanti più gliene sgusceranno via tra le dita"

forse non ho letto bene o è poco chiaro il file ma non credo possano decurtare il 20% di un bonifico SEPA di una banca dove non siamo noi titolari di un conto. Credo sia anticostituzionale e violerebbe le leggi europee. Io credo non sarà per nulla cosi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 23, 2013, 12:30:16 PM
ed ora... taglieggiamento del 20% sui bonifici esteri in entrata:

http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430 (http://www.cobraf.com/forum/coolpost.php?topicGroupID=0&reply_id=123543430#123543430)


manca solo che chiedano il riscatto per lasciarci uscire (oltre al bollo sul passaporto)

Un momento...ma siamo sicuri che sia una cosa negativa per noi???E' una ladrata infame...ma così facendo vendo i btc su exchange e mi faccio bonificare in euro,si tengono il 20% e io non dichiaro nulla né devo impazzire dietro il commercialista.Mi va anche bene pagare il pizzo del 20% pur di essere in regola!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on December 23, 2013, 12:38:29 PM
Un momento...ma siamo sicuri che sia una cosa negativa per noi???E' una ladrata infame...ma così facendo vendo i btc su exchange e mi faccio bonificare in euro,si tengono il 20% e io non dichiaro nulla né devo impazzire dietro il commercialista.Mi va anche bene pagare il pizzo del 20% pur di essere in regola!

uhm. mi sa che sei ottimista. Quelli vogliono tutto -e ormai dovrebbere essere chiaro a tutti.
e quel documento tratta pure di tasse ulteriori sul reddito ecc. che verrebbero dopo il primo taglieggiamento.

cmq io per principio il pizzo non glielo voglio pagare +


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on December 23, 2013, 01:08:53 PM
Un momento...ma siamo sicuri che sia una cosa negativa per noi???E' una ladrata infame...ma così facendo vendo i btc su exchange e mi faccio bonificare in euro,si tengono il 20% e io non dichiaro nulla né devo impazzire dietro il commercialista.Mi va anche bene pagare il pizzo del 20% pur di essere in regola!

uhm. mi sa che sei ottimista. Quelli vogliono tutto -e ormai dovrebbere essere chiaro a tutti.
e quel documento tratta pure di tasse ulteriori sul reddito ecc. che verrebbero dopo il primo taglieggiamento.

cmq io per principio il pizzo non glielo voglio pagare +

la cosa è molto piu semplice, me ne vado dall'italia punto e stop, io personalmente mi sono rotto i coglioni di star dietro a questi che nn ti danno modo ne di crescere ne tatno meno di far piu soldi di quelli che faresti facendo l'operaio.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 23, 2013, 01:56:27 PM
non c'è bisogno di espatriare, basterà aspettare che amazon e compagnia accettino bitcoin come forma di pagamento, a quel punto sarà gg per il fisco  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on December 23, 2013, 04:52:20 PM
Mi sorge qualche dubbio dopo la lettura del thread e in particolare anche di questa novità:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-23/capitali-estero-fisco-chiede-tutti-dati-quadro-rw-anche-importi-sotto-10mila-euro-140325.shtml?uuid=ABMXAnl (http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-23/capitali-estero-fisco-chiede-tutti-dati-quadro-rw-anche-importi-sotto-10mila-euro-140325.shtml?uuid=ABMXAnl)

ora ammesso che abbia effettuato bonifici in uscita sepa (cioè detenere capitali all'estero) verso qualche exchange, ma essermi comunque tenuto sotto i 10k, da quello che leggo per limitare i danni nel 2014 ed essere perfettamente in regola con la legge dovrei:

1. far rientrare tutti i bonifici esteri nella medesima quantità d'uscita entro il 31/12/13
2. dichiarare uscite ed entrate nel modello RW e se ho capito bene anche dichiarare di non avere redditi finanziari esteri

qualcuno più esperto di me potrebbe confermare?  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mendoza on December 23, 2013, 05:36:49 PM
....

Un momento...ma siamo sicuri che sia una cosa negativa per noi???E' una ladrata infame...ma così facendo vendo i btc su exchange e mi faccio bonificare in euro,si tengono il 20% e io non dichiaro nulla né devo impazzire dietro il commercialista.Mi va anche bene pagare il pizzo del 20% pur di essere in regola!

Non mi sembra che automaticamente stai in regola.
Da quello che ho capito si tratterebbe semplicemente di un acconto. In fase di dichiarazione dei redditi dovrai comunque dichiarare per cosa sono ed eventualmente integrare la differenza. Probabilmente in caso di redditi bassi potrai pure portarli in credito se l'importo trattenuto è superiore a quello dovuto.
Questi non sanno più dove andare a prendere i soldi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: geppo on December 24, 2013, 05:57:15 PM
Giusto il mio pensiero:
Quando si accorgeranno che NON sarà possibile  arginare il futuro...controllare il nuovo flusso monetario in arrivo....... ,sarà troppo tardi,tutto rimarrà come è nato...praticamente non controllato e non tassato...Impareranno a ad essere sottomessi alla volonta del "Giusto è meglio"

Geppo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 25, 2013, 12:01:36 PM
Mi sorge qualche dubbio dopo la lettura del thread e in particolare anche di questa novità:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-23/capitali-estero-fisco-chiede-tutti-dati-quadro-rw-anche-importi-sotto-10mila-euro-140325.shtml?uuid=ABMXAnl (http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-12-23/capitali-estero-fisco-chiede-tutti-dati-quadro-rw-anche-importi-sotto-10mila-euro-140325.shtml?uuid=ABMXAnl)

ora ammesso che abbia effettuato bonifici in uscita sepa (cioè detenere capitali all'estero) verso qualche exchange, ma essermi comunque tenuto sotto i 10k, da quello che leggo per limitare i danni nel 2014 ed essere perfettamente in regola con la legge dovrei:

1. far rientrare tutti i bonifici esteri nella medesima quantità d'uscita entro il 31/12/13
2. dichiarare uscite ed entrate nel modello RW e se ho capito bene anche dichiarare di non avere redditi finanziari esteri

qualcuno più esperto di me potrebbe confermare?  ???

sì ma il quadro rw non andrebbe compilato se si detengono attività all'estero?  ??? Il bitcoin come fa ad esserlo dato che di per sé è virtuale?

Finché rimangono btc io non credo proprio vada dichiarato alcunché,è un semplice acquisto di beni.Ma pur ipotizzando che abbiamo valuta fiat sul conto dell'exchange come fai a dichiararlo?E se la valuta fiat non è stata detenuta per tutto l'anno fiscale?I soldi sono sulla loro banca a nome loro,mica tuo.

Il tutto sempre IMHO

Piuttosto mi chiedo:vedo che ormai la lista di chi accetta bitcoin in Italia aumenta,così come è presente una fondazione italiana.Possibile che NESSUNO abbia un parere valido di un commercialista?O devo pensare che chi accetta bitcoin non può postare perché già in carcere? :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on December 25, 2013, 07:12:49 PM
sì ma il quadro rw non andrebbe compilato se si detengono attività all'estero?  ??? Il bitcoin come fa ad esserlo dato che di per sé è virtuale?

Finché rimangono btc io non credo proprio vada dichiarato alcunché,è un semplice acquisto di beni.Ma pur ipotizzando che abbiamo valuta fiat sul conto dell'exchange come fai a dichiararlo?E se la valuta fiat non è stata detenuta per tutto l'ano fiscale?I soldi sono sulla loro banca a nome loro,mica tuo.

Il tutto sempre IMHO

Piuttosto mi chiedo:vedo che ormai la lista di chi accetta bitcoin in Italia aumenta,così come è presente una fondazione italiana.Possibile che NESSUNO abbia un parere valido di un commercialista?O devo pensare che chi accetta bitcoin non può postare perché già in carcere? :D

Interessante punto di vista, tuttavia per capire meglio il da farsi considerando che mancano pochi giorni al 2014 e vorrei evitare di ritrovarvi qualche brutta busta equitalia a casa, provo a riportare dalla circolare 38/E un passo che trovo "preoccupante":

Quote
L’obbligo di compilazione del quadro RW sussiste non soltanto nel caso di
possesso diretto delle attività da parte del contribuente, ma anche nel caso in cui le
predette attività siano possedute dal contribuente per il tramite di interposta persona.
E’ il caso, ad esempio, di soggetti che abbiano l’effettiva disponibilità di
attività finanziarie e patrimoniali “formalmente” intestate ad un trust (sia esso
residente che non residente).
Ogni qualvolta il trust sia un semplice schermo formale e la disponibilità dei
beni che ne costituiscono il patrimonio sia da attribuire ad altri soggetti, disponenti o
beneficiari del trust, lo stesso deve essere considerato come un soggetto meramente
interposto ed il patrimonio (nonché i redditi da questo prodotti) deve essere
ricondotto ai soggetti che ne hanno l’effettiva disponibilità.

fonte: http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Correlati/Documenti/Notizie/2013/12/circolare%2038%20E%202013.pdf (http://www.ilsole24ore.com/pdf2010/Editrice/ILSOLE24ORE/ILSOLE24ORE/Online/_Oggetti_Correlati/Documenti/Notizie/2013/12/circolare%2038%20E%202013.pdf)

Ora premetto che la legge non è affatto il mio settore, men che meno quella tributaria (quindi ci sta che abbia frainteso il tutto) comunque mi viene da pensare:

- i bitcoin non sono "regolamentati" in italia, di conseguenza ci sta che il contribuente non li consideri attività o prodotti finanziari e quindi si disinteressi di compilare il modulo RW (ipotesi favorevole)

- i bonifici esteri da e verso exchange opportunamente segnalati dal monitoraggio o dalle banche stesse, insospettiscono l'agenzia dell'entrate che trasforma de facto i bitcoin in: "attività finanziaria non regolarmente dichiarata dal contribuente nell'opportuno modulo RW" e applica le non proprie simpatiche sanzioni per l'omissione (ipotesi sfavorevole)

che ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on December 25, 2013, 07:40:14 PM
Stavo pensando ad un ipotesi:
ho un'attività e decido di usare anche i bitcoin per incassare grazie ai miei servizi/prodotti.

Diciamo che incasso nell'anno lavorativo sia moneta fiat che bitcoin. Decido di non trasformare subito i bitcoin in moneta fiat ma a fine mese o magari a fine anno. Magari perché trasformare piccole quantità ogni volta diventa poco conveniente o solo per comodità contabile.

Nella dichiarazione dei redditi come mi comporto? Se a fine anno converto i fiat e magari i bitcoin valgono di più di quando mi avevano pagato, devo pagare le tasse sul reddito e sul capital gain ? Se fossi capitato qualche mese fa, l'incremento sarebbe stato molto evidente  ;)
Se ho avuto un incremento di capitale, quale valore di riferimento uso (quale exchanger?) per calcolare la differenza fra momento dell'incasso e momento della conversione in moneta fiat, visto che non ho fatto una conversione fiat->bitcoin->fiat, ma solo bitcoin->fiat?
Posso ancora parlare di capitale e di investimento, quando in realtà ho scambiato un servizio/prodotto con bitcoin ?

Secondo me, il quadro rimane estremamente ingarbugliato ...





Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: DolanDuck on December 26, 2013, 08:52:47 AM
Non ho compreso bene una cosa, se io dichiaro qualche migliaio di € di bonifici (< 10.000€) nel 2013 verso gli exchange, cosa comporta?
Ovvero non capisco perchè molti sono restii a compilare il quadro RW.
Non vieni tassato automaticamente se non ritiri nulla giusto?

Scusate se è una domanda banale ma non ho mai avuto a che fare con queste cose  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 26, 2013, 12:11:41 PM
Non ho compreso bene una cosa, se io dichiaro qualche migliaio di € di bonifici (< 10.000€) nel 2013 verso gli exchange, cosa comporta?
Ovvero non capisco perchè molti sono restii a compilare il quadro RW.
Non vieni tassato automaticamente se non ritiri nulla giusto?

Scusate se è una domanda banale ma non ho mai avuto a che fare con queste cose  ???

il quadro rw è solo e soltanto un quadro di controllo,detta così è inoffensivo,peccato che essendo tale l'agenzia delle entrate dovrà pur sempre controllarti.

E visto che sui bitcoin non c'è posizione ufficiale credo nessuno voglia ritrovarsi a dover giustificare come ha guadagnato quei 4 spicci.Chi ha avuto a che fare con il fisco per questioni decisamente meno complesse sa bene cosa vuol dire l'espressione "muro di gomma".M'è capitato in passato di pagare poco più del dovuto pur di staccarmeli dai maroni.E sono pur sempre seguito da un commercialista,fai tu


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on December 26, 2013, 12:12:47 PM

che ne pensate?

che urge un parere autorevole,scritto nero su bianco.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: DolanDuck on December 26, 2013, 01:52:55 PM
In sostanza sarebbe meglio non dichiarare niente finchè non ci sarà una regolamentazione?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on December 26, 2013, 02:14:12 PM

che ne pensate?

che urge un parere autorevole,scritto nero su bianco.

Finché non si esprimerà sulla questione il nostro caro parlamento dubito che avremmo un parere veramente chiaro sulla faccenda.
Visto che ci siamo comunque provo a fare un po' di chiarezza per quello che ho capito in questi giorni di approfondimento della questione e chiedo di correggermi se dico qualcosa di sbagliato:

1) per l'anno 2013: tutti i bonifici da e verso l'estero DOVREBBERO (se il contribuente ritiene di avere capitali all'estero, cioè - secondo me - se in futuro vorrebbe far tornare gli stessi capitali sotto forma di bonici) essere segnalati nell'opportuno modello RW alla consegna dell'unico 2014.

Apro a questo punto una breve parentesi riportando sempre dall'articolo del sole:

Quote
Sono esclusi dagli obblighi di monitoraggio enti commerciali, società ma anche gli enti pubblici. L'esonero copre, quindi, gli enti di previdenza obbligatoria istituiti in forma di associazione o fondazione. Sono esclusi anche gli organismi di investimento collettivo del risparmio (Oicr) istituiti in Italia, i fondi immobiliari soggetti al regime di non imponibilità e le forme pensionistiche complementari per cui vale il regime fiscale sostitutivo

insomma a quanto pare le nuove regole valgono per i privati ed i singoli cittadini che rischiano i propri soldi legittimamente guadagnati e non per chi di mestiere specula sui risparmiatori ed elude le tasse.
Come al solito la legge è forte coi deboli e debole coi forti.

2) dal 01/01/2014: tutti i bonifici in arrivo dall'estero verso il proprio c.c. DOVREBBERO essere soggetti a decurtazione del 20% (parziale decurtazione) come riportato dalla circolare del 18 dicembre:

Quote
Il secondo e terzo periodo del medesimo comma 2 introducono una ritenuta alla fonte a
titolo d’acconto con l’aliquota del 20 per cento sui seguenti redditi di capitale e redditi
diversi, derivanti da investimenti all’estero e da attività estere di natura finanziaria, che
concorrono a formare il reddito complessivo del contribuente:
- interessi e altri proventi, dovuti da soggetti non residenti, derivanti da contratti di
mutuo, deposito e conto corrente, diversi da quelli bancari, di cui all’articolo 44, comma
1, lettera a), del TUIR;
- importi delle rendite perpetue e prestazioni annue perpetue di cui agli articoli 1861 e
1869 del codice civile il cui debitore sia un soggetto non residente, di cui all’articolo 44,
comma 1, lettera c), del TUIR;
- compensi erogati da soggetti non residenti per prestazioni di fideiussione o di altra
garanzia, di cui all’articolo 44, comma 1, lettera d), del TUIR;
- tutti gli interessi e altri proventi derivanti da altri rapporti aventi per oggetto l’impiego
del capitale, di cui all’articolo 44, comma 1, lettera h), del TUIR;

- plusvalenze derivanti dalla cessione di immobili situati all’estero, di cui all’articolo 67,
comma 1, lettera b), del TUIR;
- plusvalenze realizzate a seguito della cessione a titolo oneroso di terreni detenuti
all’estero suscettibili di utilizzazione edificatoria secondo le disposizioni vigenti in
materia nel Paese in cui è situato il terreno al momento della cessione, di cui all’articolo
67, comma 1, lettera b), del TUIR;
- redditi derivanti dalla locazione di immobili situati all’estero, di cui all’articolo 67,
comma 1, lettera f), del TUIR;
- redditi esteri di natura fondiaria, compresi quelli dei terreni dati in affitto pur usi non
agricoli, di cui alla lettera e) del medesimo articolo 67 del TUIR;
- redditi derivanti dalla concessione in usufrutto e dalla sublocazione di beni immobili
situati all’estero, dall’affitto, locazione, noleggio o concessione in uso di veicoli,
macchine e altri beni mobili detenuti all’estero, dall’affitto e dalla concessione in
usufrutto di aziende aventi sede all’estero, di cui alla lettera h) dello stesso articolo 67
del TUIR;
- plusvalenze realizzate mediante la cessione di partecipazioni qualificate in società non
residenti e fattispecie assimilate, di cui all’articolo 67, comma 1, lettera c), del TUIR.

etc.

Il prelievo va in ogni caso effettuato, indipendentemente da un incarico alla riscossione, a
meno che il contribuente non attesti, mediante un’autocertificazione resa in forma libera,
che i flussi non costituiscono redditi di capitale o redditi diversi derivanti da investimenti
all’estero o da attività estere di natura finanziaria. L’autocertificazione può essere resa in via
preventiva e riguardare la generalità dei flussi che saranno accreditati presso il medesimo
intermediario, salva contraria specifica indicazione da parte del contribuente.


Insomma da quello che capisco su questo punto innanzi tutto si parla di plusvalenze e non di rientro di capitali, ma potrei aver frainteso. Inoltre la decurtazione iniziale del 20% (iniziale perché poi si deve dichiarare che tipo di reddito estero è) può essere evitata se si autocertifica che si tratta di qualcos'altro e non di attività finanziarie o affini.

Per passare dalla teoria alla pratica facciamo un esempio: se io avessi nel 2013 effettuato bonifici esteri per 4500 euro in uscita e 4500 in entrata (entro il 31/12), in modo da restare sotto i 10.000 euri sarei comunque obbligato dal punto 1 a dichiarare nel modello RW l'entità di tali movimenti.
In questo caso comunque non avrei a che fare con plusvalenze e di conseguenza non dovrei avere problemi.

Se invece decidessi di restare "long" sui btc che posseggo e decido di far rientrare i miei 4500 a marzo 2014 magari per evitare la decurtazione del 20% dovrei autocertificare che trattasi di un rientro di capitali spostati all'estero per l'acquisto di un bene oggi non più detenuto.

In entrambi i casi personalmente eviterei plusvalenze proprio per evitare di complicare qualcosa che già di suo lo è.

che ne pensate? (x2) :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on December 26, 2013, 02:48:09 PM
Poco tempo fa un utente (non ricordo più chi) ha espresso su questo 3d il seguente concetto che condivido in toto e che vorrei riproporre:
Capisco che è preoccupazione di tutti cercare di dare un filo logico fiscale alla nostra cara valuta, ma fino a quando qualcuno non verrà pizzicato dalla finanza (e intendo a livello mondiale) non mi preoccuperei più di tanto di questi aspetti. Ad oggi non si hanno ancora feedback su casi reali...aspetteremo sperando di non essere il primo! PS: parlo sempre di privati cittadini e non di aziende. A voi il proseguo degli arrovellamenti cervellotici.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ilsk on December 26, 2013, 05:22:48 PM
Secondo me fino a che lo stato italiano non decide cosa siano i bitcoin se io mi compro dei bitcoin su bitstamp e come se mi comprassi degli ebook su amazon e non va dichiarato sul quadro RW.

Tra l'altro se uno si tiene i bitcoin sul computer non lo si può proprio accusare di detenere capitali all'estero.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on December 26, 2013, 05:57:06 PM
Secondo me fino a che lo stato italiano non decide cosa siano i bitcoin se io mi compro dei bitcoin su bitstamp e come se mi comprassi degli ebook su amazon e non va dichiarato sul quadro RW.

Tra l'altro se uno si tiene i bitcoin sul computer non lo si può proprio accusare di detenere capitali all'estero.

Perfettamente d'accordo con te e infatti è quello che dicevo nell'ipotesi favorevole qui:




- i bitcoin non sono "regolamentati" in italia, di conseguenza ci sta che il contribuente non li consideri attività o prodotti finanziari e quindi si disinteressi di compilare il modulo RW (ipotesi favorevole)

- i bonifici esteri da e verso exchange opportunamente segnalati dal monitoraggio o dalle banche stesse, insospettiscono l'agenzia dell'entrate che trasforma de facto i bitcoin in: "attività finanziaria non regolarmente dichiarata dal contribuente nell'opportuno modulo RW" e applica le non proprie simpatiche sanzioni per l'omissione (ipotesi sfavorevole)


il problema si pone se da bitstamp ti fai arrivare o sono arrivati bonifici verso te e magari anche con qualche plusvalenza... in quel caso l'equivalenza con gli ebook diventa più difficile da dimostrare imo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ilvetz82 on December 30, 2013, 08:55:55 AM
Chi possiede i bitcoin li ha ragranellati in soli tre modi: comprandoli, speculandoci, minandoli.

Per chi ci ha speculato, sarebbe in teoria corretto dire che dovrebbe pagarci le tasse.

Io mi pongo la questione dal punto di vista di chi li ha minati e se li ritrova in mano, avendo in effetti solo investito un po' di corrente elettrica. Cosa dovrebbe dichiarare? A mio avviso proprio nulla perché in effetti non ha investito nulla. Sono sempre convinto che si debba parlare di baratto.

Comunque, ricordiamoci dell'effettivo valore in liquidi. Penso che per adesso lo Stato non si dovrebbe nemmeno porre il problema. Pensi piuttosto alle centinaia di miliardi già in Svizzera... Se tornassero a € 1.000 per BTC (manco toccati), staremmo ancora parlando di appena € 21 mld ... Quanti ne hanno in tasca gli italiani?! Per farci un pensierino, dovrebbero arrivare almeno a 100.000€.... Sperèm!!

Che ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gregg on December 30, 2013, 04:55:31 PM
buon pomeriggio a tutti voi!

vi descrivo la mia situazione, cerchero' di essere il piu' conciso possibile.

oggi ho la possibilita' di minare tutti i tipi di cryptovalute esistenti, questo significa che non sborso e mai sborsero' un solo euro dal conto verso siti di scambio. L' unico investimento e' il consumo di corrente (moderato+).
seguo forum e siti vari per cercare di capire dove posso prendere profitto minando la cryptovaluta migliore al momento migliore.
insomma il grosso lo fa' il pc, l' "ingegno" ce lo metto io. i guadagni sono buoni, costanti 24/7...

ma al momento non la vivo bene la cosa, proprio per la paura di dover sbattere contro quel muro di gomma istituzionale per
giustificare da dove provengono i guadagni.
in poche parole, mi sta' bene se devo regalare il 20% dei soldi che entrano in banca allo stato....
ma temo il  come li giustifico a fronte di un eventuale controllo che sicuramente avvera'.

""come li ha ottenuti???
li produco!
in che senso li produce... mi spieghi meglio... ma e' legale.... etc etc..""


quindi... a gennaio andro' da un buon commercialista per cercare di capire cosa si puo' fare per non incappare nella peggiore delle ipotesi.
cerchero' la soluzione migliore per accomodare anche il piu' ottuso e ignorante esattore al fine di poter usare questo strumento per vivere
tranquillo senza dover temere nulla da nessuno....

vi faro' sapere quali sono gli scenari migliori....




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on January 03, 2014, 02:57:27 AM
Qua una risposta dell'agenzia delle entrate:
http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin.html
Quote
Gentile sig xxxxxxxx, la fattispecie da lei indicata non è specificamente prevista dalla norma tributaria. Pertanto la invitiamo a utilizzare lo strumento dell'interpello. Cordiali saluti

La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di xxxxxx
Contact Center
IL DIRETTORE


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 03, 2014, 01:15:00 PM
Salve,
L'interpello in sè non serve assolutamente a dirimere eventuali e future diatribre con il fisco.
Siamo su un forum di persone preparate con skills elevati, quindi aldilà di recepire risposte dell'ADE fuorvianti  o interpretazioni personali con esito a proprio favore, ragionare prima di agire.

1) Avete acquistato Bitcoins con Euro ?
    Se li rivendete ed ottenete una remunerazione/reddito/capital Gain/plusvalenza, e vi viene accreditato un controvalore in euro, non ci sono dubbi, si applica il TUIR.

2) Avete scambiato una mucca con Bitcoins ? libero arbitrio, fate come ritenete oppurtuno, se qualcuno suona alla porta, a voi disquisire e portare avanti le vostre argomentazioni in sede di commissione tributaria.

3) Avete estratto bitcoins senza cambiarli ? eh beh siete nel limbo e nessuno vi cercherà fino a che non ci sia una prova provata che avete ottenuto un vantaggio reddituale.

4) Detenete Bitcoins ?
  Che diamine.. vi dovete proprio far accreditare il netto ricavo in Italia ?

5) Fate speculazione usando una piattaforma ? Il problema non sussiste, l'intermediario è sostituto di imposta, e se non lo è son cazzi Vostri e non suoi.

Poi, detto tutto quanto ciò, se proprio si vuol far ricorso all'interpello, la domanda da porre non è tanto sul Bitcoin, ma su come si è generato reddito, questo se si considera il bitcoin come moneta. La moneta non è mai soggetta a tassazione, è inefficace, lo diventa quando si considera la moneta un bene, sia esso anche finanziario.

my 2 Cents



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on January 03, 2014, 01:29:21 PM
Salve,
L'interpello in sè non serve assolutamente a dirimere eventuali e future diatribre con il fisco.
Siamo su un forum di persone preparate con skills elevati, quindi aldilà di recepire risposte dell'ADE fuorvianti  o interpretazioni personali con esito a proprio favore, ragionare prima di agire.

1) Avete acquistato Bitcoins con Euro ?
    Se li rivendete ed ottenete una remunerazione/reddito/capital Gain/plusvalenza, e vi viene accreditato un controvalore in euro, non ci sono dubbi, si applica il TUIR.

2) Avete scambiato una mucca con Bitcoins ? libero arbitrio, fate come ritenete oppurtuno, se qualcuno suona alla porta, a voi disquisire e portare avanti le vostre argomentazioni in sede di commissione tributaria.

3) Avete estratto bitcoins senza cambiarli ? eh beh siete nel limbo e nessuno vi cercherà fino a che non ci sia una prova provata che avete ottenuto un vantaggio reddituale.

4) Detenete Bitcoins ?
  Che diamine.. vi dovete proprio far accreditare il netto ricavo in Italia ?

5) Fate speculazione usando una piattaforma ? Il problema non sussiste, l'intermediario è sostituto di imposta, e se non lo è son cazzi Vostri e non suoi.

Poi, detto tutto quanto ciò, se proprio si vuol far ricorso all'interpello, la domanda da porre non è tanto sul Bitcoin, ma su come si è generato reddito, questo se si considera il bitcoin come moneta. La moneta non è mai soggetta a tassazione, è inefficace, lo diventa quando si considera la moneta un bene, sia esso anche finanziario.

my 2 Cents



Voto 10 al post. Chiaro, pragmatico e a prova di abc.
Si spera che svanisca un po' di panico da Guardia di Finanza...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on January 03, 2014, 02:29:47 PM
Salve,
L'interpello in sè non serve assolutamente a dirimere eventuali e future diatribre con il fisco.
Siamo su un forum di persone preparate con skills elevati, quindi aldilà di recepire risposte dell'ADE fuorvianti  o interpretazioni personali con esito a proprio favore, ragionare prima di agire.

1) Avete acquistato Bitcoins con Euro ?
    Se li rivendete ed ottenete una remunerazione/reddito/capital Gain/plusvalenza, e vi viene accreditato un controvalore in euro, non ci sono dubbi, si applica il TUIR.

2) Avete scambiato una mucca con Bitcoins ? libero arbitrio, fate come ritenete oppurtuno, se qualcuno suona alla porta, a voi disquisire e portare avanti le vostre argomentazioni in sede di commissione tributaria.

3) Avete estratto bitcoins senza cambiarli ? eh beh siete nel limbo e nessuno vi cercherà fino a che non ci sia una prova provata che avete ottenuto un vantaggio reddituale.

4) Detenete Bitcoins ?
  Che diamine.. vi dovete proprio far accreditare il netto ricavo in Italia ?

5) Fate speculazione usando una piattaforma ? Il problema non sussiste, l'intermediario è sostituto di imposta, e se non lo è son cazzi Vostri e non suoi.

Poi, detto tutto quanto ciò, se proprio si vuol far ricorso all'interpello, la domanda da porre non è tanto sul Bitcoin, ma su come si è generato reddito, questo se si considera il bitcoin come moneta. La moneta non è mai soggetta a tassazione, è inefficace, lo diventa quando si considera la moneta un bene, sia esso anche finanziario.

my 2 Cents



Voto 10 al post. Chiaro, pragmatico e a prova di abc.
Si spera che svanisca un po' di panico da Guardia di Finanza...

Insomma, solo il punto 1 chiarisce cosa fare il resto è limbo ... poi è il parere di un utente non di un commercialista ...  :o


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 03, 2014, 02:44:27 PM
:)
Utente si, abilitato anche, 7 anni di pratica professionale, bilanci consolidati, traformazioni, fusioni, bilanci e contabilità generale ed industriale, passato all'infomatica per passione e diletto da moltissimi anni, pertanto, arrugginito, ma non completamente fuso.
Penso che i miei interventi siano utili a chiunque voglia prendere informazioni + dettagliate con il proprio professionista di fiducia.
Evidenzio che :
1) Non esercito la professione e non devo vendere alcun servizio di consulenza.
2) Non rappresento nessuno in particolare se non mè stesso.
3) Non cerco consensi o dissensi, sono favorevole alla chiarezza e semplicità.
4) Tutto quanto asserito se sbagliato, contrario alla legge, interpretato male, deve essere corretto per giustizia e corretta informazione dell'utente/contribuente.

Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on January 03, 2014, 04:45:48 PM
Salve,
L'interpello in sè non serve assolutamente a dirimere eventuali e future diatribre con il fisco.
Siamo su un forum di persone preparate con skills elevati, quindi aldilà di recepire risposte dell'ADE fuorvianti  o interpretazioni personali con esito a proprio favore, ragionare prima di agire.

1) Avete acquistato Bitcoins con Euro ?
    Se li rivendete ed ottenete una remunerazione/reddito/capital Gain/plusvalenza, e vi viene accreditato un controvalore in euro, non ci sono dubbi, si applica il TUIR.


2) Avete scambiato una mucca con Bitcoins ? libero arbitrio, fate come ritenete oppurtuno, se qualcuno suona alla porta, a voi disquisire e portare avanti le vostre argomentazioni in sede di commissione tributaria.

3) Avete estratto bitcoins senza cambiarli ? eh beh siete nel limbo e nessuno vi cercherà fino a che non ci sia una prova provata che avete ottenuto un vantaggio reddituale.

4) Detenete Bitcoins ?
  Che diamine.. vi dovete proprio far accreditare il netto ricavo in Italia ?

5) Fate speculazione usando una piattaforma ? Il problema non sussiste, l'intermediario è sostituto di imposta, e se non lo è son cazzi Vostri e non suoi.

Poi, detto tutto quanto ciò, se proprio si vuol far ricorso all'interpello, la domanda da porre non è tanto sul Bitcoin, ma su come si è generato reddito, questo se si considera il bitcoin come moneta. La moneta non è mai soggetta a tassazione, è inefficace, lo diventa quando si considera la moneta un bene, sia esso anche finanziario.

my 2 Cents



Ma nell'ipotesi 1 consigli di procedere direttamente a dichirare una plusvalenza finanziaria senza neanche porre interpello? Ma l'interpello non può provare la buona fede di voler poi dichiararlo e pagarci le tasse?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 03, 2014, 05:25:31 PM
Salve,
L'interpello in sè non serve assolutamente a dirimere eventuali e future diatribre con il fisco.
Siamo su un forum di persone preparate con skills elevati, quindi aldilà di recepire risposte dell'ADE fuorvianti  o interpretazioni personali con esito a proprio favore, ragionare prima di agire.

1) Avete acquistato Bitcoins con Euro ?
    Se li rivendete ed ottenete una remunerazione/reddito/capital Gain/plusvalenza, e vi viene accreditato un controvalore in euro, non ci sono dubbi, si applica il TUIR.



Ma nell'ipotesi 1 consigli di procedere direttamente a dichirare una plusvalenza finanziaria senza neanche porre interpello? Ma l'interpello non può provare la buona fede di voler poi dichiararlo e pagarci le tasse?

Ciao,
Vorrei rispondere ma non posso farlo perchè non conoscendo le modalità con il quale è stato generato reddito mi è impossibile definire una corretta indicazione.
Se chi ha effettuato una operazione di vendita Bitcoins ha movimentato un conto estero quadro RW dove eventualmente può optare per la tassazione ordinaria.
In ogni caso, vanno sempre indicate in RW:
le attività finanziarie estere emesse da non residenti, compresi i titoli pubblici italiani emessi all’estero

Riferimenti :
Le attività finanziarie italiane emesse da residenti, compresi i titoli di enti e/o organismi internazionali equiparati ai titoli di Stato, devono essere segnalate solo in caso di cessione o rimborso che generano plusvalenza; mentre le polizze di assicurazione sulla vita e di capitalizzazione contratte con società assicuratrici non residenti, se il contratto non è concluso tramite un intermediario italiano.

Gli investimenti esteri e le attività estere di natura finanziaria da segnalare nel quadro RW sono quelli che producono redditi di fonte estera imponibili in Italia, corrisposti da soggetti non residenti, nonché tutti i redditi che derivano da beni situati fuori del territorio italiano.

Sono sempre considerati redditi esteri i redditi soggetti a ritenuta alla fonte del 20% (es. gli interessi dei depositi c/c estero), gli interessi e gli altri proventi delle obbligazioni estere o dei titoli similari esteri, assoggettati ad imposta sostitutiva del 20% e i redditi di capitale di fonte estera.
Con la Circolare 49/2009 è stato stabilito che i depositi e i conti correnti detenuti all’estero (di per sé attività finanziarie), sono obbligatoriamente da indicare in RW,  ancorché improduttivi di interessi, poiché suscettibili di produzione di reddito.

"In caso in cui invece si sia movimentato un conto corrente Italiano e si parli di redditi di capitale suggerisco la seguente lettura :
I redditi di capitale sono i proventi (in denaro o in natura) derivanti da rapporti aventi per oggetto l’impiego a qualsiasi titolo, di denaro o di altri beni, purché la loro percezione avvenga al di fuori dell’esercizio di attività imprenditoriali. Producono redditi di capitale le persone fisiche non imprenditori o, se imprenditori, limitatamente ai beni non appartenenti alla sfera aziendale. "

http://rivista.ssef.it/site.php?page=20070717133148708&edition=2010-02-01 (http://rivista.ssef.it/site.php?page=20070717133148708&edition=2010-02-01)

Siccome poi davvero, la materia è vastissima, se non si conosce le modalità in cui vengono eseguite le operazioni ma sopratutto quali siano le modalità con cui gli operatori intermediari, si qualificano con la tassazione dei rispettivi paesi ( esempio reciprocità, comunicazioni, rappresentante fiscale in italia etc) come si potrebbe dare una risposta esaustiva ?

Per la maggioranza di noi penso e ritengo che siano stati movimentati solo conti correnti, carte di credito e strumenti di pagamento in Italia, pertanto ritengo corretto indicare che :
Sono usciti euro e rientrati euro, la differenza positiva pertanto andrà indicata nel modello unico quadro RT "Dichiarazione capital gain (redditi finanziari diversi)" redditi diversi.

Definizione : I redditi diversi di natura finanziaria, anche detti capital gain, sono costituiti dalla cessione di partecipazioni, di contratti di associazione in partecipazione di solo capitale e dalla cessione di strumenti finanziari; dalla cessione di titoli, certificati, valute e dalla cessione di contratti derivati.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on January 03, 2014, 05:51:29 PM
Per la maggioranza di noi penso e ritengo che siano stati movimentati solo conti correnti, carte di credito e strumenti di pagamento in Italia, pertanto ritengo corretto indicare che :
Sono usciti euro e rientrati euro, la differenza positiva pertanto andrà indicata nel modello unico quadro RT "Dichiarazione capital gain (redditi finanziari diversi)" redditi diversi.

Definizione : I redditi diversi di natura finanziaria, anche detti capital gain, sono costituiti dalla cessione di partecipazioni, di contratti di associazione in partecipazione di solo capitale e dalla cessione di strumenti finanziari; dalla cessione di titoli, certificati, valute e dalla cessione di contratti derivati.

Ciao, grazie mille per la risposta!

Ti dirò è un pò che mi sto scervellando, non sono un commercilista, ma leggendo qua è la questa che ti sto quotando è quella che anch'io avevo pensato come la "più probabile".

Comunque il mio dubbio è tra:

1) "sto zitto e dichiaro in questo tal modo"

 oppure

2) "interpello dicendo che dichiarerò cosi" e poi in ogni caso "dichiaro in questo tal modo".

Ciao grazie ancora per la partecipazione!



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on January 03, 2014, 06:13:36 PM
Rimanendo invece su problematiche più "pratiche"  ;D ...L'istanza di interpello leggo che va presentata in "plico senza busta" qualcuno mi può confermare che va spedita in questo modo:

http://www.youtube.com/watch?v=bOWvMCYgfRI

Grassieee


ps. nel video postato c'è la marca da bollo mentre nel caso dell'interpello non dovrebbe servire (leggo "istanza in carta libera" nella guida all'interpello dell'agenzia delle entrate)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on January 04, 2014, 10:33:41 AM
Non mi è ben chiaro il punto per chi come me non fa trading ma mina e cambia in btc.
Cioè tecnicamente da quello che scrivi scambiando qualcosa che io genero non dovrei pagare nulla, è corretto? Come dovrei incassare la conversione di BTC in EUR?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on January 04, 2014, 01:22:32 PM
il problema è che anche chi mina fa trading, però genera plusvalenze di btc non di euro


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 04, 2014, 01:58:46 PM
Salve,

Per i minatori la situazione è veramente complessa, si potrebbe addirittura ipotizzare esercizio di impresa con tutte le implicazioni del caso, dipende molto dai volumi, ma indubbiamente siamo in presenza di beni strumentali, esercizio continuativo di attività professionale, utenze telefoniche ed energetiche, acquisti di beni pluriennali, software e quantaltro.
Evidentemente i ricavi prodotti non saranno derivati da plusvalenze ( quelle ci saranno in caso di vendita dei beni strumentali, i rigs ) ma sopravvenienze da differenza cambi.
Le sopravvenienze si manifesteranno solo quando avverà una conversione di qualsiasi tipo di criptovaluta in qualsiasi FIAT.
Attenzione: Se si considera l'attività di mining hobbistica, i ricavi generati devono essere tali da non accendere il semaforo rosso ed ipotizzare esercizio di impresa.
Per chiarezza, tutto quanto estratto con l'attività di mining è soggetto a tassazione, le tasse andrebbero pagate al momento in cui i ricavi si manifestano, quindi, immediatamente con il cambio in fiat.
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on January 04, 2014, 07:27:30 PM
Salve,

Per i minatori la situazione è veramente complessa, si potrebbe addirittura ipotizzare esercizio di impresa con tutte le implicazioni del caso, dipende molto dai volumi, ma indubbiamente siamo in presenza di beni strumentali, esercizio continuativo di attività professionale, utenze telefoniche ed energetiche, acquisti di beni pluriennali, software e quantaltro.
Evidentemente i ricavi prodotti non saranno derivati da plusvalenze ( quelle ci saranno in caso di vendita dei beni strumentali, i rigs ) ma sopravvenienze da differenza cambi.
Le sopravvenienze si manifesteranno solo quando avverà una conversione di qualsiasi tipo di criptovaluta in qualsiasi FIAT.
Attenzione: Se si considera l'attività di mining hobbistica, i ricavi generati devono essere tali da non accendere il semaforo rosso ed ipotizzare esercizio di impresa.
Per chiarezza, tutto quanto estratto con l'attività di mining è soggetto a tassazione, le tasse andrebbero pagate al momento in cui i ricavi si manifestano, quindi, immediatamente con il cambio in fiat.
Saluti

dato che in campo fiscale l'onere della prova e' a carico dell'accusato, le spese di investimento e gestione dei minatori chi puo' certificarle?

per non dire quelle dei speculatori: un estratto conto di bitstamp vale per l'AdE?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on January 04, 2014, 10:48:47 PM
Salve,

Per i minatori la situazione è veramente complessa, si potrebbe addirittura ipotizzare esercizio di impresa con tutte le implicazioni del caso, dipende molto dai volumi, ma indubbiamente siamo in presenza di beni strumentali, esercizio continuativo di attività professionale, utenze telefoniche ed energetiche, acquisti di beni pluriennali, software e quantaltro.
Evidentemente i ricavi prodotti non saranno derivati da plusvalenze ( quelle ci saranno in caso di vendita dei beni strumentali, i rigs ) ma sopravvenienze da differenza cambi.
Le sopravvenienze si manifesteranno solo quando avverà una conversione di qualsiasi tipo di criptovaluta in qualsiasi FIAT.
Attenzione: Se si considera l'attività di mining hobbistica, i ricavi generati devono essere tali da non accendere il semaforo rosso ed ipotizzare esercizio di impresa.
Per chiarezza, tutto quanto estratto con l'attività di mining è soggetto a tassazione, le tasse andrebbero pagate al momento in cui i ricavi si manifestano, quindi, immediatamente con il cambio in fiat.
Saluti
Cioè se uno mina bitcoin e spende direttamente quei bitcoin senza convertirli in fiat, in teoria oltre all'eventuale IVA sul bene acquistato, il mining in sé è stato esentasse?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ilsk on January 04, 2014, 10:56:37 PM

Cioè se uno mina bitcoin e spende direttamente quei bitcoin senza convertirli in fiat, in teoria oltre all'eventuale IVA sul bene acquistato, il mining in sé è stato esentasse?


Se mini bitcoin e spendi bitcoin e come se tu avessi trovato delle banconote sotterrate in giardino e le avessi spese, nessuno sa niente nessuno ti tassa.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: leo13388 on January 04, 2014, 11:39:22 PM

Cioè se uno mina bitcoin e spende direttamente quei bitcoin senza convertirli in fiat, in teoria oltre all'eventuale IVA sul bene acquistato, il mining in sé è stato esentasse?


Se mini bitcoin e spendi bitcoin e come se tu avessi trovato delle banconote sotterrate in giardino e le avessi spese, nessuno sa niente nessuno ti tassa.

Questa é la risposta che ha dato un fiscalista statunitense ad una domanda simile: "Because I've seen a lot of misinformation on this point, I want to make myself perfectly clear. If you own bitcoins that have appreciated in value, you cannot use them to purchase a goods or services tax free. Such a purchase is an accession to wealth, and is therefore taxable. This is no different than if you had sold the bitcoins for cash and used the proceeds to purchase the goods or services directly. Yet, one would be taxable while the other would not? The IRS would never tolerate such a blatant loophole, and neither would the courts. In fact, we already have a long line of IRS rulings and Supreme Court cases rejecting identical arguments made for other types of assets. The outcome for bitcoins will be the same." In altre parole, se uno compra un portachiavi, nessuno gli fa i conti in tasca, ma se uno compra una Lamborghini deve pagare le tasse sul ricavo ottenuto come se fosse passato attraverso i contanti.
Finché nessuno sa niente, nessuno ti tassa, ma se qualcuno viene a sapere bisogna essere consapevoli che si é al torto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on January 05, 2014, 12:29:32 AM
Finché nessuno sa niente, nessuno ti tassa, ma se qualcuno viene a sapere bisogna essere consapevoli che si é al torto.

Grazie, (al c...)  :) ero arrivato alla stessa conclusione da ignorante millemila anni fa.
dunque? qualche dritta per societa' offshore?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 05, 2014, 10:18:18 AM
Dritte nò indicazioni sì.
Evitare paesi blacklisted.
 Interessantissimo il delaware :
Advantages of incorporation in Delaware

llc delaware
 1.) A Delaware LLC may be owned by any national, regardless of place of residence.
 2.) A company in Delaware may have one or more members.
 3.) Nominee members can be used not to disclose the owners’ names to the state. The Delaware LLC is not required to report any assets.
 4.) The company in Delaware can be operated and managed worldwide.
 5.) Tax Savings:
      a.) If the business activities and registered office of the LLC are out of state, there are no state income tax
      b.) Pass-through taxation

e Dubai imho.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on January 05, 2014, 10:35:47 AM

Cioè se uno mina bitcoin e spende direttamente quei bitcoin senza convertirli in fiat, in teoria oltre all'eventuale IVA sul bene acquistato, il mining in sé è stato esentasse?


Se mini bitcoin e spendi bitcoin e come se tu avessi trovato delle banconote sotterrate in giardino e le avessi spese, nessuno sa niente nessuno ti tassa.

Questa é la risposta che ha dato un fiscalista statunitense ad una domanda simile: "Because I've seen a lot of misinformation on this point, I want to make myself perfectly clear. If you own bitcoins that have appreciated in value, you cannot use them to purchase a goods or services tax free. Such a purchase is an accession to wealth, and is therefore taxable. This is no different than if you had sold the bitcoins for cash and used the proceeds to purchase the goods or services directly. Yet, one would be taxable while the other would not? The IRS would never tolerate such a blatant loophole, and neither would the courts. In fact, we already have a long line of IRS rulings and Supreme Court cases rejecting identical arguments made for other types of assets. The outcome for bitcoins will be the same." In altre parole, se uno compra un portachiavi, nessuno gli fa i conti in tasca, ma se uno compra una Lamborghini deve pagare le tasse sul ricavo ottenuto come se fosse passato attraverso i contanti.
Finché nessuno sa niente, nessuno ti tassa, ma se qualcuno viene a sapere bisogna essere consapevoli che si é al torto.

beh a meno di non comprare beni di grandi dimensioni, è molto molto difficile che riescono a saperlo, quindi escludendo automobili/case/barche, finché si comprano direttamente in btc beni che non danno nell'occhio, nessuno ti dirà mai niente


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on January 05, 2014, 11:13:19 AM

Cioè se uno mina bitcoin e spende direttamente quei bitcoin senza convertirli in fiat, in teoria oltre all'eventuale IVA sul bene acquistato, il mining in sé è stato esentasse?


Se mini bitcoin e spendi bitcoin e come se tu avessi trovato delle banconote sotterrate in giardino e le avessi spese, nessuno sa niente nessuno ti tassa.

Questa é la risposta che ha dato un fiscalista statunitense ad una domanda simile: "Because I've seen a lot of misinformation on this point, I want to make myself perfectly clear. If you own bitcoins that have appreciated in value, you cannot use them to purchase a goods or services tax free. Such a purchase is an accession to wealth, and is therefore taxable. This is no different than if you had sold the bitcoins for cash and used the proceeds to purchase the goods or services directly. Yet, one would be taxable while the other would not? The IRS would never tolerate such a blatant loophole, and neither would the courts. In fact, we already have a long line of IRS rulings and Supreme Court cases rejecting identical arguments made for other types of assets. The outcome for bitcoins will be the same." In altre parole, se uno compra un portachiavi, nessuno gli fa i conti in tasca, ma se uno compra una Lamborghini deve pagare le tasse sul ricavo ottenuto come se fosse passato attraverso i contanti.
Finché nessuno sa niente, nessuno ti tassa, ma se qualcuno viene a sapere bisogna essere consapevoli che si é al torto.

beh a meno di non comprare beni di grandi dimensioni, è molto molto difficile che riescono a saperlo, quindi escludendo automobili/case/barche, finché si comprano direttamente in btc beni che non danno nell'occhio, nessuno ti dirà mai niente


devo smentirti,con il redditometro la spia rossa si accende se sfori il 20% del reddito dichiarato,quindi se guadagni poco e compri un auto da 10000€ o fai 10 spese da 1000 per loro non cambia assolutamente nulla,ti chiederanno giustificazioni

Ovviamente parlo di beni fatturati e/o intestabili,se poi si acquista in nero o dall'estero diventa difficilotto tracciare tutto


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on January 05, 2014, 11:14:21 AM
ti sei dimenticato di leggere "finché si comprano direttamente in btc"  ;D

comprando ad esempio componentistica hardware con btc, non credo potranno mai sapere nulla, lo stesso vale per altri elettrodomestici di piccole dimensioni o giochi per pc


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on January 05, 2014, 11:16:25 AM
ti sei dimenticato di leggere "finché si comprano direttamente in btc"  ;D

l'ho letto,ma non cambia nulla.Se compri qualcosa da amazon tramite buono e t'arriva la fattura a nome tuo puoi anche pagare in banane,l'agenzia delle entrate registrerà il valore fatturato (€ visto che i btc non sono riconosciuti)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on January 05, 2014, 11:17:11 AM


comprando ad esempio componentistica hardware con btc, non credo potranno mai sapere nulla, lo stesso vale per altri elettrodomestici di piccole dimensioni o giochi per pc

se manca la fattura sì,è così.Altrimenti no

Se invece l'acquisto è accompagnato da semplice scontrino non ci dovrebbero essere problemi


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on January 05, 2014, 01:17:09 PM
beh il punto è proprio quello, non essere tracciabile, è ovvio che finché sono tracciabile dovrò dichiarare...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on January 05, 2014, 02:57:49 PM
beh il punto è proprio quello, non essere tracciabile, è ovvio che finché sono tracciabile dovrò dichiarare...
il punto è cosa ci compro con i btc? esistono gia store che permettono acquisti di qualsiasi tipo di bene in btc? bho io penso che se uno ha un giro di cambio btc del valore inferiore ai 20 15k annui non ti dice un kaiser nessuno.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: masterofceremony on January 05, 2014, 10:16:04 PM
qualche suggerimento su come fare per ritirare euro ottenuti da bitcoin senza esser tracciati?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: rigel on January 06, 2014, 04:16:42 AM
qualche suggerimento su come fare per ritirare euro ottenuti da bitcoin senza esser tracciati?

localbitcoins, otc, forum...
Insomma evitare gli exchange utilizzando l'approccio P2P.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on January 06, 2014, 08:46:37 AM
qualche suggerimento su come fare per ritirare euro ottenuti da bitcoin senza esser tracciati?

localbitcoins, otc, forum...
Insomma evitare gli exchange utilizzando l'approccio P2P.
NB: se lo fai in pubblico su un sito, è solo "più difficile" tracciarti, ma lungi dall'essere impossibile.
Tecnicamente potrebbero monitorare tali siti, eventualmente anche effettuando loro stessi degli acquisti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on January 06, 2014, 09:37:51 AM
NB: se lo fai in pubblico su un sito, è solo "più difficile" tracciarti, ma lungi dall'essere impossibile.
Tecnicamente potrebbero monitorare tali siti, eventualmente anche effettuando loro stessi degli acquisti.
A meno che non stiamo parlando di grosse cifre da grossi narcotrafficanti, venditori di armi, mafia e cose cosi ... se c'è un finanziere che va a caccia su localbitcoin voglio stringergli la mano.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: djgabryel on January 06, 2014, 09:51:48 AM
Dal mio punto di vista è piu rischioso vendere in privato, che potrebbe essere considerato come riciclo di denaro, che scambiare btc con un exchanger che, vista la tracciabilità, lascerebbe comunque un segno di mercato "pulito".
Inoltre sono dell'avviso che anche per somme superiori ai canonici 5-7,5k annui la finanza sino a cifre che superino i 30 40k non si scomoderebbbe mai tanto meno l'agenzia dell'entrate.
Aprire una pratica "costa" molto allo stato e fidatevi non si scomodano per 8000, 15000 euro anno...

Quello che voglio dire è, se per assurdo invece controllassero tutti anche per cifre tipo 9.000 euro e ti dicessero:
come hai ottenuto questi soldi tramite privati? Non potresti realmente giustificare la vendita di btc in p2p e potrebbero dirti ok ricicli soldi; se invece facciamo tutto tramite exchanger abbiamo una tracciabilità "pulita, legale", al massimo ti diranno ok va bene ti abbiamo "preso" pagaci le tasse, mica ti mandano in galera, devi solo pagarci le tasse stop.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on January 06, 2014, 01:32:47 PM
qualcuno ha già ritirato i soldi da qualche exchanger nel 2014 e confermato che sono decurtati del 20% alla fonte?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 07, 2014, 01:59:16 PM
decurtati alla fonte? ma di cosa si parla? io ritiro regolarmente da gox e kraken senza nessun 20% decurtato fin'ora

EDIT: holy shit era da un po' che non leggevo questo thread. :| . Ho ricevuto un SEPA entrante da stamp il 20 dicembre e non ci sono state decurtazioni. Ora sono in attesa di due SEPA da gox, e mi viene da piangere


comunque consiglio lettura di http://www.reddit.com/r/Bitcoin/comments/1uccfz/i_am_a_tax_attorney_here_are_my_answers_to_the/ (http://www.reddit.com/r/Bitcoin/comments/1uccfz/i_am_a_tax_attorney_here_are_my_answers_to_the/)



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ermo on January 07, 2014, 02:09:44 PM
qualcuno ha già ritirato i soldi da qualche exchanger nel 2014 e confermato che sono decurtati del 20% alla fonte?

Se la legge che si applica è quella italiana, non può esserci decurtazione, gli exchanger sono esteri.

Sarai tu a decurtarti il 20% secondo le modalità esposte nei post precedenti.

 ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 07, 2014, 02:28:14 PM
Ma parliamo di delaware LLC .

@puffer, ne sai di più?

Cosa vuoi che ci facciamo noi italiani in delaware quando c'è gente in silicon valley da 10 anni disperata per una H1B... Come credi sia possibile ottenere la cittadinanza ?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on January 07, 2014, 02:29:53 PM
qualcuno ha già ritirato i soldi da qualche exchanger nel 2014 e confermato che sono decurtati del 20% alla fonte?

Se la legge che si applica è quella italiana, non può esserci decurtazione, gli exchanger sono esteri.

Sarai tu a decurtarti il 20% secondo le modalità esposte nei post precedenti.

 ::)

da quello che ho capito è la banca italiana che decurta il 20% sui bonifici in entrata provenienti da conti esteri. Il 20% è trattenuto a priori come proveniente da attività finanziara e verrà poi versato al fisco, se invece quel denaro non proviene da attività finanziarie sta a te dichiararlo e rientrare quindi in possesso della somma trattenuta.

Questo almeno è quello che ho capito e che è in vigore dal primo gennaio 2014, quindi i prelievi dagli exchanger precedenti a questa data non sono influenzati.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 07, 2014, 03:05:35 PM
Domani o dopodomani dovrei ricevere da gox.. vi faccio sapere com'è andato il primo caso di decurtazione di bitcoin d'italia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on January 07, 2014, 03:31:34 PM
La mia banca mi ha detto che la cosa è ancora in corso di avvio/valutazione, e devono ancora ricevere istruzioni precise.
Quindi magari, in questo primo mese non succederà niente, ma c'è rischio che le sorprese arrivino a febbraio, visto che sarà quasi sicuramente retroattiva.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 07, 2014, 03:45:57 PM
Cambia qualcosa essere titolare di partita IVA?

I freelancer con clienti esteri si vedranno anche loro decurtati un 20% a caso?  Ma ci vogliono uccidere?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on January 07, 2014, 04:40:12 PM
Cambia qualcosa essere titolare di partita IVA?

I freelancer con clienti esteri si vedranno anche loro decurtati un 20% a caso?  Ma ci vogliono uccidere?

Sul conto aziendale IWBANK ho ricevuto un bonifico SEPA da un cliente NL il 3 gennaio ed è arrivato intero senza alcuna decurtazione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 07, 2014, 10:35:56 PM
Ma parliamo di delaware LLC .
@puffer, ne sai di più?
Cosa vuoi che ci facciamo noi italiani in delaware quando c'è gente in silicon valley da 10 anni disperata per una H1B... Come credi sia possibile ottenere la cittadinanza ?

Per una LLC non glie ne frega niente della cittadinanza.
Con circa 1000 dollari all'anno hai incluso :
Privacy con Fiduciaria, Presidente, Segretaria, Telefono, fax, adempimenti civili e fiscali.
Basta googlare un pò....
:)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 08, 2014, 10:04:40 AM
arrivato l'intero importo a 4 cifre senza decurtazione (chebanca) .

EDIT: non so contare, avevo scritto 5 cifre.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ark85 on January 08, 2014, 12:00:42 PM
salve a tutti, anche se ho visto alcuni post al riguardo, vorrei fare qualche domanda, visto che in nessuno di essi ho ben capito..
se per ipotesi; acquistassi un rig per il mining, avendo una spesa x che ipotizziamo 2000 euro, e utilizzassi il suddetto per minare, creare monete virtuali, che a loro volta scambierei in dollari-euro.
come dovrei comportarmi a livello fiscale?
vi chiedo questo perchè al giorno d'oggi è tutto molto complicato, specie per me che sono artigiano, e ho una mia attività.. non vorrei andare incontro a controlli fiscali, multe ecc.
volevo capire se sono tenuto a dichiarare eventuali introiti in btc, proveniente per esempio da scambi su siti, oppure tra privati. se devo dichiarare scambi tra bitcoin- e soldi reali, sempre tra siti e privati.
e se devo pagare al di la del 20% che vevo applicare a volte su siti stranieri al momento del cambio
cioe.. a livello italiano, se io incasso sempre per ipotesi 1000 euro al mese minando, e scambiando, cosa dovrei fare?
avere una partita iva-società o altro.. dichiarare utili, spese (corrente, rig ecc), oppure al momento è tutto ancora poco chiaro, e potrei "guadagnare" senza dover rendere conto a nessuno?
grazie in anticipo a tutti quello che mi daranno una mano :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gregg on January 08, 2014, 05:06:41 PM
in questi giorno leggendo su forum vari, mi son fatto un' idea ...e' ancora, incompleta perche' devo sentire il parere di un commercialista...

saro' impreciso, e confusionario.... ma questo e' quello che ho capito, correggetemi se potete:

per il mining:
se non hai partita iva, a livello fiscale non puoi produrre guadagni superiori a 5k annui nello scambio di beni. (prestazioni occasionali)
e comunque ci paghi il "dazio" del 20% sui bonifici dall' estero all' italia.

se superi i 5k dichiarandoli come produzione saresti obbligato ad essere ivato oltre che daziato.

il problema per il mining, per come la vedo, sta' nel come dichiarare se superi i 5k perche':
per passare come operazioni finanziarie estere, bisogna dimostrare anche da dove spuntano quelle valute virtuali che hai usato per scambiare in valute reali, giustificando flussi in uscita e in entrata, ci paghi il 20%, e le dichiari sull' rw con le fatture degli exchanger.

mentre, quando dici che le hai prodotte, allora potrebbero contestare, causa probabile: produzione bene digitale e partita iva necessaria. (sopra 5k)...


 :-X








Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ark85 on January 09, 2014, 02:42:56 PM
grazie gregg, buone info  ;)
credo che però servirebbe un qualcosa di ben preciso, perchè si sa, sgarrare è un attimo.. e se c'è qualcosa che lo stato italiano è sempre pronto a fare è: chiedere dei soldi e rompere i coglioni.. quindi la paura di sgarrare su qualcosa è un attimo..
 


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: nutriagrigia on January 11, 2014, 05:36:55 PM
Ogni tanto leggo i vari post per chiarirmi le idee e vado via con piu confusione di prima ;D

Visto che è complicato e dispendioso ritirare i soldi mediante bonifico sepa.

Leggevo il punto 2 di puffer riguardo l'acquisto di ua mucca.
Se io lascio stare la mucca nei suoi pascoli e volessi comprare qualcosa di meno ingombrante, magari  elettronica di consumo, incontrerei tutte le difficoltà che ci sono per convertire i bitcoin in soldi?

se ci fosse un tipo escrow che utilizza bonifici ordinari invece dei sepa, abbiamo sempre obblighi verso il fisco? Dichiarazioni redditi trattenute ecc. Quando vendo un oggetto "usato" non ho mai pensato se vi siano obblighi verso il fisco, pensavo la stessa cosa avlesse per i btc.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo on January 12, 2014, 11:32:52 AM
arrivato l'intero importo a 5 cifre senza decurtazione (chebanca) .

scusa eh....ma a questo punto credo che ci stiamo tutti quanti chiedendo come ti comporterai con il fisco.

Li dichiarerai o no?Se sì,come?Ti sta seguendo un commercialista?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on January 13, 2014, 06:42:59 AM
ma porc... Ovviamente non so contare / mi sono sbagliato.  Le cifre sono 4.  :-X  Shame on me.

Comunque anche se fossero 6 o 3 cifre li dichiaro comunque. Certo non un 20% a caso ma una % sul profitto (gain). Mi stanno aiutando un commercialista e un dipendente dell'agenzia dell'entrate, ma onestamente mi sembra più informato questo forum e sono tutti un po' persi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Dusty on January 13, 2014, 09:29:10 AM
Segnalo questo articolo del Sole24h che mi pare molto rilevante:
Quote
www.ilsole24ore.com/art//2014-01-06/l-acconto-20percento-libera-dichiarazione-064237.shtml


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ildubbioso on January 13, 2014, 12:20:09 PM
Segnalo questo articolo del Sole24h che mi pare molto rilevante:
Quote
www.ilsole24ore.com/art//2014-01-06/l-acconto-20percento-libera-dichiarazione-064237.shtml


Per chi ne capisce più di me: questo acconto libera dal pagamento di altre tasse tipo l'Irpef? O è in aggiunta?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Moralizzatore on January 13, 2014, 04:10:25 PM
Ma tu advanced fai attività di mining???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: soldatino on January 15, 2014, 10:49:56 AM
ma la decurtazione del 20% ci sarà anche per chi preleva da servizi come Bitpay?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: nerogardens on January 27, 2014, 10:49:37 AM
Buongiorno a tutti.

Un caro amico avvocato questa mattina ha ricevuto da parte di un cliente una richiesta di informazioni riguardo la possibilità di dare in affitto un appartamento in BTC. Soliti dubbi: come poter fatturare, fare ricevute e dichiarare tale reddito?

Qualcuno ha qualche consiglio?
Grazie.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on January 27, 2014, 12:59:49 PM
Buongiorno a tutti.

Un caro amico avvocato questa mattina ha ricevuto da parte di un cliente una richiesta di informazioni riguardo la possibilità di dare in affitto un appartamento in BTC. Soliti dubbi: come poter fatturare, fare ricevute e dichiarare tale reddito?

Qualcuno ha qualche consiglio?
Grazie.
Intanto il mio consiglio non-burocratico è, in caso non sia ovvio, di fissare l'affitto in EUR, e di accettare come pagamento i BTC equivalenti al momento di ciascun pagamento.
Questo perché il tasso di cambio è molto volatile, e fissare il prezzo in BTC sarebbe estremamente rischioso per ambo le parti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Elia on January 27, 2014, 02:54:39 PM
Buongiorno a tutti.

Un caro amico avvocato questa mattina ha ricevuto da parte di un cliente una richiesta di informazioni riguardo la possibilità di dare in affitto un appartamento in BTC. Soliti dubbi: come poter fatturare, fare ricevute e dichiarare tale reddito?

Qualcuno ha qualche consiglio?
Grazie.

Da un punto di vista fiscale, almeno per il momento, la questione si potrebbe risolvere continuando a fatturare in Euro. Occhio però: al momento della conversione dei BTC in valuta FIAT, il reddito prodotto va dichiarato sotto forma di "redditi diversi".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on January 27, 2014, 03:28:53 PM
Da un punto di vista fiscale, almeno per il momento, la questione si potrebbe risolvere continuando a fatturare in Euro. Occhio però: al momento della conversione dei BTC in valuta FIAT, il reddito prodotto va dichiarato sotto forma di "redditi diversi".
Sì ma se si fa pagare in BTC, e poi in futuro dovesse convertire tali BTC in EUR (per semplicità diciamo che il tasso di cambio è rimasto identico), come si dovrebbe comportare per giustificare l'entrata, ovvero spiegare che è già stata tassata per cui non vada tassata ulteriormente?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Elia on January 27, 2014, 04:08:24 PM
Quote
Sì ma se si fa pagare in BTC, e poi in futuro dovesse convertire tali BTC in EUR (per semplicità diciamo che il tasso di cambio è rimasto identico), come si dovrebbe comportare per giustificare l'entrata, ovvero spiegare che è già stata tassata per cui non vada tassata ulteriormente?

Sono due diverse tipologie di reddito: nel primo caso trattasi di reddito da locazione, nel secondo caso di reddito derivante da compravendita di valuta, per il quale "andrebbe" (uso il condizionale dal momento che la natura giuridica di Bitcoin è ancora sconosciuta) applicata una tassazione a parte, precisamente quella prevista dalle stesse leggi che regolano il Forex. Tutto questo IMHO.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on January 27, 2014, 04:11:22 PM
Sono due diverse tipologie di reddito: nel primo caso trattasi di reddito da locazione, nel secondo caso di reddito derivante da compravendita di valuta, per il quale "andrebbe" (uso il condizionale dal momento che la natura giuridica di Bitcoin è ancora sconosciuta) applicata una tassazione a parte, precisamente quella prevista dalle stesse leggi che regolano il Forex. Tutto questo IMHO.
Dunque finirebbe a pagare le tasse due volte sulla stessa entrata... il che (è lecito supporre) è esattamente ciò che vuole evitare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Elia on January 27, 2014, 04:32:14 PM
Quote
Dunque finirebbe a pagare le tasse due volte sulla stessa entrata... il che (è lecito supporre) è esattamente ciò che vuole evitare.

Beh, secondo l'Agenzia delle Entrate funziona come nei mercati dei contratti derivati: plusvalenze soggette a tassazione, minusvalenze non deducibili.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: nerogardens on January 27, 2014, 04:35:06 PM
Grazie del dibattito ragazzi. Sto seguendo con attenzione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Elia on January 27, 2014, 05:03:56 PM
Grazie del dibattito ragazzi. Sto seguendo con attenzione.

Di nulla. :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on January 28, 2014, 11:45:29 PM
 “Aumenta dal 20 al 27% l’imposta sulle rendite finanziarie cosiddette “spot”, ovvero quelle conseguite con operazioni di compravendita concluse entro le 48 ore. Questa imposta sarà “indeducibile ai fini delle imposte sui redditi e Irap”. Lo prevede la copertura dell’emendamento al Disegno di lelle detto “milleproroghe”



http://www.lindipendenza.com/aumenta-unaltra-imposta-dal-20-al-27-quelle-sulle-rendite-spot/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on January 29, 2014, 11:34:13 AM
dicono non passi ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mood on February 02, 2014, 07:41:13 PM
Ciao a tutti, in merito a questa discussione e' emerso un modus operandi piu' o meno valido?
In pratica io cedo i mei servizi e richiedo BTC in pagamento, inoltre sto portando diversi miei clienti su questa  forma di pagamento.

Ero rimasto che: vendo x 100 fatturo + IVA e pago IVA e tasse per quei 100 euro, naturalmente non ho quei 100 € ma il corrispettivo in BTC a quella data.
poi immagino che su quei 100 € in BTC avro'tassazione sulle plusvalenze, mentre saranno cavoli miei sulle minusvalenze.
giusto? e su cifre maggiori?
Grazie 1000


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on February 03, 2014, 05:43:51 PM
più di una mesata fa mi stavo scervellando fra i miei e gli altri post pubblicati per cercare di capire come si dovesse fare per trovarsi in perfetta legalità in caso di cashout... per quanto mi riguarda ora sono arrivato alla conclusione che quello che ho speso in fiat per acquistare bitcoin resta e resterà nel "circuito bitcoin" (magari per un giorno, una settimana o un mese restano negli exchange sotto forma di valuta fiat, ma la sostanza è che torneranno ad essere comunque quel "bene") almeno finché non avremo qualche certezza sull'argomento fisco e bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on February 03, 2014, 09:49:27 PM
più di una mesata fa mi stavo scervellando fra i miei e gli altri post pubblicati per cercare di capire come si dovesse fare per trovarsi in perfetta legalità in caso di cashout... per quanto mi riguarda ora sono arrivato alla conclusione che quello che ho speso in fiat per acquistare bitcoin resta e resterà nel "circuito bitcoin" (magari per un giorno, una settimana o un mese restano negli exchange sotto forma di valuta fiat, ma la sostanza è che torneranno ad essere comunque quel "bene") almeno finché non avremo qualche certezza sull'argomento fisco e bitcoin.



ti fidi a parcheggiare i tuoi bitcoin su un exchange per un tempo lungo?

Io se devo comprare dei bitcoin usando mtgox/btc-e/bistamp/the rock trading/eccetera li lascio solo il minimo necessario poi me li spedisco in un wallet in local che mi preoccupo poi di backuppare/criptare nella maniera più paranoica possibile...

Se uno di questi echanger fallisse o chiudesse per qualche motivo da un giorno all'altro? Piuttosto lasciali parcheggiati su tanti exchanger diversi...per limitare il rischio di lasciarli nell'unico che fallisca :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on February 03, 2014, 10:02:36 PM
ti fidi a parcheggiare i tuoi bitcoin su un exchange per un tempo lungo?

Io se devo comprare dei bitcoin usando mtgox/btc-e/bistamp/the rock trading/eccetera li lascio solo il minimo necessario poi me li spedisco in un wallet in local che mi preoccupo poi di backuppare/criptare nella maniera più paranoica possibile...

Se uno di questi echanger fallisse o chiudesse per qualche motivo da un giorno all'altro? Piuttosto lasciali parcheggiati su tanti exchanger diversi...per limitare il rischio di lasciarli nell'unico che fallisca :)

beh nel mio caso intendevo lasciare FIAT negli exchange, e alla fine non hai molta scelta a quel punto, fa parte del gioco... ti serve valuta liquida e immediatamente disponibile lì.
Poi certo ci sono exchange ed exchange, così come ognuno ha una propria idea di "cifra" che si è disposti a rischiare :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 04, 2014, 11:00:59 AM
più di una mesata fa mi stavo scervellando fra i miei e gli altri post pubblicati per cercare di capire come si dovesse fare per trovarsi in perfetta legalità in caso di cashout... per quanto mi riguarda ora sono arrivato alla conclusione che quello che ho speso in fiat per acquistare bitcoin resta e resterà nel "circuito bitcoin" (magari per un giorno, una settimana o un mese restano negli exchange sotto forma di valuta fiat, ma la sostanza è che torneranno ad essere comunque quel "bene") almeno finché non avremo qualche certezza sull'argomento fisco e bitcoin.



ti fidi a parcheggiare i tuoi bitcoin su un exchange per un tempo lungo?

Io se devo comprare dei bitcoin usando mtgox/btc-e/bistamp/the rock trading/eccetera li lascio solo il minimo necessario poi me li spedisco in un wallet in local che mi preoccupo poi di backuppare/criptare nella maniera più paranoica possibile...

Se uno di questi echanger fallisse o chiudesse per qualche motivo da un giorno all'altro? Piuttosto lasciali parcheggiati su tanti exchanger diversi...per limitare il rischio di lasciarli nell'unico che fallisca :)

finora io con bitstamp non ho avuto problemi, è anche diventato il primo exchanger per volumi, e poi è diverso lasciare soldi o lasciare bitcoin. Per impedirti di prenderti i bitcoin non dovrebbe solo fallire (abbastanza inverosimile ma teoricamente possibile), dovrebbe pure volerti derubare volontariamente, che è ancora più improbabile...siccome non sono esperto di pc e non so come fare le magie che fate voi per mettere in sicurezza il pc, mi fido più di lasciarli su bitstamp dove ho la doppia chiave di sicurezza con l'app google authenticator. IN pratica il ladro hacker dovrebbe avere sia la mia password bitstamp, sia il codice del numero utente, sia il mio smartphone a disposizione per entrare sul mio account, ed in più dovrebbe potere avere accesso alla mia email per confermare l'invio di bitcoin. Io ho sentito varie volte di bitcoin rubati da pc infettati da virus, ma mai di bitcoin rubati da bitstamp o in generale da exchanger molto importanti, dopo il famoso fatto di mtgox di più di un anno fa. Pure mtgox che adesso in pratica sta chiudendo mi pare ti permetta di ritirare i bitcoin, se non sbaglio.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 04, 2014, 11:12:51 AM
Ehm... vicenda non ancora del tutto conclusa: BitMarket.eu era una tra le principali borse in Europa, prima che l'admin pensasse bene di giocare d'azzardo i bitcoin depositati dai suoi utenti (perdendoli quasi tutti).

Per carità, Bitstamp sarà sicurissimo, e ognuno fa come crede (prendendosi le proprie responsabilità), ma io mi fido più di un bel paper wallet messo in cassaforte.

Però qui siamo decisamente OT, no?

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mood on February 06, 2014, 03:15:19 AM
nemmeno un commercialista all'ascolto?

Posted From bitcointalk.org Android App


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ark85 on February 06, 2014, 01:59:25 PM
il problema principale, da quanto ho capito al momento, per chi vuole iniziare a investire in miner, e fare trading di bitcoin e altre monete, è il problema della legge antiriciclaggio in italia.
questa è una cosa da tenere bene in considerazione.
al momento non essendoci una legge precisa in ambito di scambi tra monete virtuali e soldi veri, si rischia di ricevere controlli della finanza, e di essere perseguibili dalla legge. in quanto nessuno o quasi credo possa dichiarare da dove e a chi vengono ceduti i soldi.
ne ho parlato a fondo con un buon commercialista, e la situazione è un po complicata..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gregg on February 08, 2014, 01:16:15 PM
per me, le crypto sono beni digitali e come tali, dovrebbero essere trattati in caso di controlli. ---nessun riciclaggio---.

teoria:Quando acquisti o produci un bene digitale non "centralizzato", ne possiedi completamente i "diritti"(passatemi il termine) quando ne diventi propietario. Se poi qualche pehones decide di comprartelo, buon per te.... si chiama prestazione di lavoro, e sia che produci un quadro all' anno,
sia che scrivi scorregge mentali che la gente ti paga, sempre prestazione di lavoro e'.

se vuoi vivere di mining con + di 5k € annui apri partita iva,
dichiari capacita' produttiva,  paghi le tasse sul prodotto e tutto e' alla luce del giorno, compresa la cronologia degli
scambi con gli exchangers.
se sei sotto ai 5k annui e porti € sul conto, non apri nessuna partita iva, li dichiari in altri redditi occasionali,
ci paghi il 20% come scambio di valuta e amen.

non e' una critica al post precedente, davvero, so' che il buon senso e la buona fede rimbalzano
sul muro di gomma istituzionale... risultato: qui, chi e' nel giusto, inizia a temere le istituzioni... non fasciamoci la testa subito

se puoi dimostrare che sei pulito e paghi il dovuto, dormi tranquillo con i tuoi rigs/farm accesi.

 :-*




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 09, 2014, 09:00:47 AM
secondo me non è cosi immediata la cosa, bisogna considerare che chi non mina direttamente btc, sta in realtà facendo trading

e come viene visto il trading tra crypto? solita roba delle plusvalenze immagino, quindi 23%...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gregg on February 09, 2014, 11:59:57 AM
http://www.corriere.it/tecnologia/economia-digitale/14_gennaio_24/bitcoin-governo-italiano-utilizzabili-solo-se-regolamentati-boccadutri-6f71ac00-84e0-11e3-a075-38de66619eb5.shtml (http://www.corriere.it/tecnologia/economia-digitale/14_gennaio_24/bitcoin-governo-italiano-utilizzabili-solo-se-regolamentati-boccadutri-6f71ac00-84e0-11e3-a075-38de66619eb5.shtml)

non ricordo se e' gia' stato citato nei post precedenti, nel caso ripropongo... si stanno svegliando ora...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ark85 on February 10, 2014, 10:17:14 AM
per me, le crypto sono beni digitali e come tali, dovrebbero essere trattati in caso di controlli. ---nessun riciclaggio---.

teoria:Quando acquisti o produci un bene digitale non "centralizzato", ne possiedi completamente i "diritti"(passatemi il termine) quando ne diventi propietario. Se poi qualche pehones decide di comprartelo, buon per te.... si chiama prestazione di lavoro, e sia che produci un quadro all' anno,
sia che scrivi scorregge mentali che la gente ti paga, sempre prestazione di lavoro e'.

se vuoi vivere di mining con + di 5k € annui apri partita iva,
dichiari capacita' produttiva,  paghi le tasse sul prodotto e tutto e' alla luce del giorno, compresa la cronologia degli
scambi con gli exchangers.
se sei sotto ai 5k annui e porti € sul conto, non apri nessuna partita iva, li dichiari in altri redditi occasionali,
ci paghi il 20% come scambio di valuta e amen.

non e' una critica al post precedente, davvero, so' che il buon senso e la buona fede rimbalzano
sul muro di gomma istituzionale... risultato: qui, chi e' nel giusto, inizia a temere le istituzioni... non fasciamoci la testa subito

se puoi dimostrare che sei pulito e paghi il dovuto, dormi tranquillo con i tuoi rigs/farm accesi.

 :-*

aspetta. forse non ti è chiaro quello che ho detto.. nel mondo attuale, specie con le leggi italiane, non è cosi chiaro la produzione di bene digitale, e di conseguenza lo scambio tra il suddetto bene digitale e moneta reale, ovvero euro.. quindi è facile incorrere in beghe, anche belle grosse.
specialmente se fai girare una certa somma di denaro, anche per esempio 15, 20 mila euro all'anno, perchè allo stato devi dire di per certo da chi provengono questi soldi, e il perchè ti sono stati accreditati.. e col trading di bitcoin e altcurrency, non è per niente facile, anzi è pressoche impossibile.
per questa ragione è facile incorrere nel riclicaggio di denaro...




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gregg on February 11, 2014, 03:27:43 PM
ciao Ark,
ammetto che il mio post era troppo semplificativo e forse potrebbe deviare da cio' che andrebbe realmente fatto per dichiarare in maniera corretta le nostre beneamate plusvalenze..
i commercialisti non sanno ancora che pesci pigliare tolto forse rari casi, se il topic e' partito a luglio 2011 e ancora oggi non c'e' una risposta esaustiva, un motivo ci sara'...
sono nuovo nell'ambiente bitcoin/fisco, ma qualcosina mastico nel settore forex/fisco..
probabilmente l' unico modo per fare rientrare plusvalenze piccole o grandi giustificandole correttamente e' applicare lo stesso metodo dichiarativo
che si usa quando operi sul forex con broker estero e regime dichiarativo.

quindi: cronologia degli scambi btc/usd dell' exchanger, estratto conto, commercialista e riquadro rw.
se e' tutto dimostrabile problemi non ne vedo, anche per cifre grosse, infondo allo stato fa' comodo il tuo 20% quindi se
sei nel giusto, non dovresti avere problemi.  -lieto fine-

se poi produci per cifre sopra i 5k e riporti in italia i guadagni allora ti do' ragione:
se per esempio hai prodotto e cambiato 10 btc in € e li hai portati sul tuo conto, il problema e' che non solo devi giustificare lo scambio
ma anche la produzione, perche' se non giustifichi la produzione per quelle cifre, nessuno potra' mai capire da dove sono spuntate...quindi, ti do' ragione si potrebbe cadere in spiacevoli gironi burocratici...
per lo stato, crei/produci qualcosa in modo continuativo vendibile per cifre superiori ai 5k annui, dovresti ivarti.

mentre invece, in via generica, se nel nostro conto spuntano fuori cifre sotto i 5k annui, per lo stato non devi ivarti,
possono essere giustificate come pagamenti per prestazioni lavorative occasionali in rete.
pagi solo il 20% come se avessi plusvalenza da scabio valuta, cronologia exchanger e riquadro rw se il bonifico proviene dall' estero.

ti/vi posto un link interessante, http://www.youtube.com/watch?v=YTMf1m6xpH8 (http://www.youtube.com/watch?v=YTMf1m6xpH8) sia per la conferenza in se' (audio dopo il min. 23:00), sia per i presentatori,
in particolare la ragazza che tiene la conferenza:
e' un avvocato esperto in materia finanziaria/crypto, sarebbe molto costruttivo contattare il suo studio anche via mail per chiedere
se potrebbe rispondere alle nostre domande. ci sto' pensando.

potremo organizzarci e usare questo thread per compilare una specie di "questionario"  e fare partire una mail grazie alla quale potremo
tutti vedere un po' piu' di luce....

 





Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 12, 2014, 02:15:27 PM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 12, 2014, 02:21:20 PM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/

il prossimo passo sara' di impedirci a noi di andare all'estero. cominciate a cercarvi un gommone per scappare in Albania


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 12, 2014, 02:23:10 PM
il prossimo passo sara' di impedirci a noi di andare all'estero. cominciate a cercarvi un gommone per scappare in Albania
Basterà puntare alla sovranità monetaria, al che per fare un passo fuori dal confine ci costerà un rene minimo ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 12, 2014, 02:38:04 PM
il prossimo passo sara' di impedirci a noi di andare all'estero. cominciate a cercarvi un gommone per scappare in Albania
Basterà puntare alla sovranità monetaria, al che per fare un passo fuori dal confine ci costerà un rene minimo ;D

non vedo l'ora di giocare a monopoli con le nuove banconote con il ritratto di Renzie e compagnia. il Zimbabwe ci fara' una p... [/OT]


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pof on February 15, 2014, 12:58:53 AM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/

L'ho saputo solo adesso... Ma sono completamente impazziti??? Non viola le leggi sul movimento di capitali all'interno dell'unione europea?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 15, 2014, 08:40:27 AM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/

L'ho saputo solo adesso... Ma sono completamente impazziti??? Non viola le leggi sul movimento di capitali all'interno dell'unione europea?
Sì è quello che mi chiedevo anch'io, mi sembra assurdo che possano farlo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: testadimerlo on February 15, 2014, 06:11:52 PM
La cosa è veramente fatta male, all'italiana insomma, ma rischia seriamente di spezzarci le gambe.
Per esempio, se in un exchange tipo bitocoin.de compro un bt a 400 euro e lo rivendo a 500, il 20% di trattenuta sui 500 euro di bonifico estero sono esattamente quei cento euro che avevo guadagnato. Cioè 20% non sull'ipotetico guadagno ( 100 euro uguale a 20 euro di trattenuta ) ma sull'intero bonifico nel quale è contenuto il mio denaro! Cioè questa è una roba pazzesca


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 15, 2014, 06:16:19 PM
Soluzione? Conto all'estero e relativa carta di credito/debito ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: testadimerlo on February 15, 2014, 06:21:05 PM
Non avendo mai avuto particolari giorni di gloria, non ho mai avuto la necessità di aprire un conto all'estero, mi sto avvicinando ora a questo mondo e naturalmente parto dal blog più importante. Ma aprire un conto all'estero è una cosa semplice?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 15, 2014, 06:26:42 PM
Soluzione? Conto all'estero e relativa carta di credito/debito ::)
Altra soluzione: sfruttare Ripple.

Es: vendita di XBT su The Rock Trading in cambio di EUR, trasferimento di IOU EUR, vendita di IOU EUR in cambio di EUR su suolo italiano. C'è un passaggio in più, ma per contro i costi sono sostanzialmente zero.

Perché la gente dovrebbe essere interessata ad acquistare IOU EUR di The Rock? Perché è il modo più rapido per spostare valuta fiat sull'exchange (pochi minuti contro qualche giorno per un bonifico SEPA).

Certo che ancora 2 o 3 mosse così, e in Italia non ci saranno più capitali da tassare. Forse i politici non hanno ancora capito che il 20% di zero è 0.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: testadimerlo on February 15, 2014, 06:32:49 PM
E' verissimo quando dici che il 20 per cento di zero è 0. Ed è questo che si meritano. Toh, cosa mi tocca postare, mi spiace andare contro il mio stesso Paese ma guarda cosa bisogna fare per avere degli ignoranti al potere

http://www.money360.it/conti_correnti/guida_conti_correnti/estero.jsp


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 15, 2014, 06:34:49 PM
Es: vendita di XBT su The Rock Trading in cambio di EUR, trasferimento di IOU EUR, vendita di IOU EUR in cambio di EUR su suolo italiano. C'è un passaggio in più, ma per contro i costi sono sostanzialmente zero.
Ma TheRock sta a Malta...
Che i proprietari siano italiani poco importa in questo caso: se il bonifico mi arriva da Malta, sempre di estero si tratta...
O c'è qualche cavillo che mi sfugge?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 15, 2014, 06:46:50 PM
Che parere avete su questo?
http://www.fiscal-focus.info/fisco/iva-il-trattamento-dei-buoni-acquisto,3,18809


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 15, 2014, 07:30:14 PM
Che i proprietari siano italiani poco importa in questo caso: se il bonifico mi arriva da Malta, sempre di estero si tratta...
Appunto per questo suggerivo di usare Ripple: in questo modo non c'è alcun bonifico proveniente da Malta.

Discorso analogo si può fare con Bitstamp: usando Ripple si evitano i bonifici provenienti dalla Slovenia.

L'ostacolo attuale potrebbe essere la facilità di compravendita EUR IOU contro EUR e viceversa; se gli scambi risultassero semplici e rapidi, si scavalcherebbe del tutto il sistema bancario.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 15, 2014, 08:23:02 PM
L'ostacolo attuale potrebbe essere la facilità di compravendita EUR IOU contro EUR e viceversa
1. se mi tocca comunque trovare un compratore, tantovale lo trovo direttamente per i BTC senza fare questo rigiro
2. il problema ce l'avrà lui, ergo se non è proprio un idiota, abbasserà la cifra di conseguenza


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 16, 2014, 08:56:02 PM
2. il problema ce l'avrà lui, ergo se non è proprio un idiota, abbasserà la cifra di conseguenza

il compratore locale se compra e' perche' ha altri problemi. quindi dubito che cio' abbassera' molto il prezzo sul mercato locale.
ma e' un test interessante e voglio proprio vedere il risultato.

io penso che non faro' sconti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 16, 2014, 09:02:37 PM
2. il problema ce l'avrà lui, ergo se non è proprio un idiota, abbasserà la cifra di conseguenza

il compratore locale se compra e' perche' ha altri problemi. quindi dubito che cio' abbassera' molto il prezzo sul mercato locale.
ma e' un test interessante e voglio proprio vedere il risultato.

io penso che non faro' sconti.
Non capisco: per quale motivo dovrebbe darmi degli euro veri in cambio di IOU di Bitstamp, e pure darmeli a pari valore? O_o
Non ha senso!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 16, 2014, 09:07:55 PM
Non capisco: per quale motivo dovrebbe darmi degli euro veri in cambio di IOU di Bitstamp, e pure darmeli a pari valore? O_o
Non ha senso!

l'ipotesi + ovvia e' che lui abbia bisogno di far uscire i suoi soldi senza passare dalla dogana cosi' come il venditore di farli entrare.
ma puo' avere 1000 altri motivi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 16, 2014, 10:14:49 PM
Non capisco: per quale motivo dovrebbe darmi degli euro veri in cambio di IOU di Bitstamp, e pure darmeli a pari valore? O_o
Non ha senso!
Ad esempio:
1) per evitare le commissioni dei bonifici
2) per risparmiare i tempi dei bonifici
3) per tenere fuori la transazione dal circuito bancario
4) ...

Per la cronaca, ho comprato proprio oggi degli IOU di The Rock con un cambio 1:1, più che altro per prova: sono estremamente soddisfatto. Nel giro di 1 ora avevo bitcoin in cassa, a prezzo di mercato, in un'uggiosa domenica pomeriggio.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 16, 2014, 10:28:14 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on February 16, 2014, 10:30:38 PM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/


Petizione :

http://www.change.org/petitions/presidente-del-consiglio-dei-ministri-repubblica-italiana-da-febbraio-i-bonifici-esteri-sono-tassati-al-20-aboliamo-questa-tassa-iniqua





FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 16, 2014, 10:34:02 PM
ok mi sa che mi dovrò abituare  a vendere btc di persona.... un sistema. Per non incorrere in fregature? su localbitcoins? come funziona il sistema escrow? ho sempre usato bitstamp.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 16, 2014, 10:37:43 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: bittaitaliana on February 16, 2014, 11:36:48 PM
http://www.investioggi.com/2014/02/04/bonifici-esteri-in-entrata-al-via-la-ritenuta-del-20/

L'ho saputo solo adesso... Ma sono completamente impazziti??? Non viola le leggi sul movimento di capitali all'interno dell'unione europea?

Al momento la legge è molto nebulosa, ma al 90% si tratta solo dei bonifici extra area SEPA, quindi non c'è nessun problema con i prelievi europei.
Ne ho parlato con la mia banca, perchè tutti i siti di scommesse aams italiani (quindi dove la ritenuta è alla fonte e non bisogna dichiarare le vincite) pagano da estero (ma cmq europa) e mi hanno "quasi" garantito che si tratta solo delle zone extra ue


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 17, 2014, 10:02:09 AM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 17, 2014, 10:04:56 AM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno
Grazie della segnalazione, apprezzo! : )


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 17, 2014, 10:18:54 AM
Sono arrivati consigli riguardo a questa banca del canton ticino:
http://www.bancastato.ch/

Alcuni link:
http://www.bancastato.ch/DMS/prodottieservizi/prima/PUBLIC-PRIMA_Factsheet.pdf (costo minore rispetto a quello delle poste)
http://www.bancastato.ch/DMS/prodottieservizi/rapido/PUBLIC-Prospetto%20PrePaid.pdf
http://www.bancastato.ch/DMS/prodottieservizi/prima/PUBLIC-PRIMAgiovane_Factsheet.pdf

Il conto sarebbe poi ovviamente da segnare nel quadro RW.

Ci sarebbe poi anche questo a San Marino, ma che ovviamente è una situazione differente:
http://www.bsm.sm/usr_view.php?ID=1740&id_menufunz=-1


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on February 17, 2014, 10:55:30 AM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno

 ;D ;D senza ritegno


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 17, 2014, 07:27:42 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno

sono quasi tentato di segnalarlo io questo "nulla tenente senza pietà" ;D
karma is a bitch


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 17, 2014, 07:35:04 PM
http://www.change.org/petitions/presidente-del-consiglio-dei-ministri-repubblica-italiana-da-febbraio-i-bonifici-esteri-sono-tassati-al-20-aboliamo-questa-tassa-iniqua

maaa... una petizione per impalarli tutti ed instaurare l'anarchia? no?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 17, 2014, 08:02:28 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno


forse non hai capito la situazione, io o accettavo di essere pagato a nero o restavo senza lavoro, non è che sono come quelli che hanno una attività e scelgono di non pagare le tasse, che ribadisco sono i veri parassiti della nostra Società, altro che politici. Ovviamente tranne quelli che lo fanno per motivi di sopravvivenza, in quel caso li ritengo moralmente scusati anche se non legalmente.
Ora se sei una persona onesta potresti pure chiedermi scusa, se sei capace di renderti conto della Boiata che hai scritto.

ps la Gallata è capire che qualsiasi cosa tu scriva anche contro te stesso su internet, è facilmente ritrattabile e non vale come prova.  Per giunta non credo ci sia una equipe di finanzieri che monitora il sito apposta per vedere quel che faccio, sono un poveraccio e non ne varrebbe la pena.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Minosse on February 17, 2014, 08:49:12 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno


forse non hai capito la situazione, io o accettavo di essere pagato a nero o restavo senza lavoro, non è che sono come quelli che hanno una attività e scelgono di non pagare le tasse, che ribadisco sono i veri parassiti della nostra Società, altro che politici. Ovviamente tranne quelli che lo fanno per motivi di sopravvivenza, in quel caso li ritengo moralmente scusati anche se non legalmente.
Ora se sei una persona onesta potresti pure chiedermi scusa, se sei capace di renderti conto della Boiata che hai scritto.

ps la Gallata è capire che qualsiasi cosa tu scriva anche contro te stesso su internet, è facilmente ritrattabile e non vale come prova.  Per giunta non credo ci sia una equipe di finanzieri che monitora il sito apposta per vedere quel che faccio, sono un poveraccio e non ne varrebbe la pena.

Sì, ma a prescindere dai motivi per cui lavori in nero, non è comunque molto prudente annunciarlo pubblicamente. Il discorso è questo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on February 17, 2014, 09:46:18 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno


forse non hai capito la situazione, io o accettavo di essere pagato a nero o restavo senza lavoro, non è che sono come quelli che hanno una attività e scelgono di non pagare le tasse, che ribadisco sono i veri parassiti della nostra Società, altro che politici. Ovviamente tranne quelli che lo fanno per motivi di sopravvivenza, in quel caso li ritengo moralmente scusati anche se non legalmente.
Ora se sei una persona onesta potresti pure chiedermi scusa, se sei capace di renderti conto della Boiata che hai scritto.

ps la Gallata è capire che qualsiasi cosa tu scriva anche contro te stesso su internet, è facilmente ritrattabile e non vale come prova.  Per giunta non credo ci sia una equipe di finanzieri che monitora il sito apposta per vedere quel che faccio, sono un poveraccio e non ne varrebbe la pena.

veramente te dai dei criminali a chi non emette scontrini e quindi non paga il suo dovuto 22% di iva allo stato, poi però ti scandalizzi perchè lo stato vuole levarti il 20% dei tuoi bitcoin! Orribile!

Se tu con i bitcoin ci hai fatto profitto, è giusto pagare una tassa perchè il profitto va dichiarato, è una legge tale e quale a quella "degli scontrini" che ti fa tanto incazzare quando qualcuno non la applica.


Poi io sono d'accordo sul fatto che questa legge di tagliare un 20% a prescindere sia una merda, che non mi fido di come gestirà la question emoneta virtuale lo stato italiano e che non bisognerebbe tassare i bitcoin in toto ma solo il profitto generato da essi quando vengono riconvertiti a fiat, ma da qua a dire che "io non voglio pagare niente, anzi mi ingegnerò per fregarli e non pagare una mazza", la differenza è tanta...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 17, 2014, 09:52:43 PM
o mio dio Ho letto ora è uno scherzo? io ho tutti i miei soldi in btc se mi tolgono il 20% si prendono il 20% del mio capitale. Orribile. Ma risultando io nulla tenente (lavoro a nero) e teoricamente ancora a carico dei miei,  posso provare che i bonifici dal estero non sono reddito? Fatemi sapere al più presto.
Scrivere cose del genere in pubblico non è esattamente una gallata...


Tra l'altro è la stessa persona che qui (https://bitcointalk.org/index.php?topic=397195.msg4996695#msg4996695) scriveva:
allora basta che i criminali e gli evasori (io li considero al pari dei criminali, in quanto fanno un danno allo stato che pagano tutti gli altri contribuenti, quindi è come se rubassero un po' a tutti anzichè ad uno solo e non ho la minima pietà, neanche di quelli che non emettono scontrini, ci tengo a dirlo) trasformino tutto il patrimonio in bitcoin per poi riprenderslo al momento opportuno


forse non hai capito la situazione, io o accettavo di essere pagato a nero o restavo senza lavoro, non è che sono come quelli che hanno una attività e scelgono di non pagare le tasse, che ribadisco sono i veri parassiti della nostra Società, altro che politici. Ovviamente tranne quelli che lo fanno per motivi di sopravvivenza, in quel caso li ritengo moralmente scusati anche se non legalmente.
Ora se sei una persona onesta potresti pure chiedermi scusa, se sei capace di renderti conto della Boiata che hai scritto.

ps la Gallata è capire che qualsiasi cosa tu scriva anche contro te stesso su internet, è facilmente ritrattabile e non vale come prova.  Per giunta non credo ci sia una equipe di finanzieri che monitora il sito apposta per vedere quel che faccio, sono un poveraccio e non ne varrebbe la pena.

veramente te dai dei criminali a chi non emette scontrini e quindi non paga il suo dovuto 22% di iva allo stato, poi però ti scandalizzi perchè lo stato vuole levarti il 20% dei tuoi bitcoin! Orribile!

Se tu con i bitcoin ci hai fatto profitto, è giusto pagare una tassa perchè il profitto va dichiarato, è una legge tale e quale a quella "degli scontrini" che ti fa tanto incazzare quando qualcuno non la applica.


Poi io sono d'accordo sul fatto che questa legge di tagliare un 20% a prescindere sia una merda, che non mi fido di come gestirà la question emoneta virtuale lo stato italiano e che non bisognerebbe tassare i bitcoin in toto ma solo il profitto generato da essi quando vengono riconvertiti a fiat, ma da qua a dire che "io non voglio pagare niente, anzi mi ingegnerò per fregarli e non pagare una mazza", la differenza è tanta...

sono d accordissimo a pagare il 20 sui profitti, il problema è che io già sono in perdita, dovrei pagare le tasse sulle perdite!  capito la differenza?
se facessero una legge giusta e se avessi dei profitti sarei ben lieto di pagare le tasse


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 17, 2014, 09:55:06 PM
sono d accordissimo a pagare il 20 sui profitti, il problema è che io già sono in perdita, dovrei pagare le tasse sulle perdite!  capito la differenza?

una volta che e' passato il principio del "dover pagare" e' una strada in discesa.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Silvano on February 18, 2014, 01:07:10 AM
i parassiti, non sono coloro che non pagano le tasse, cercando di trattenere per se il frutto del proprio lavoro, i parassiti sono tutti coloro che vivono grazie alle tasse altrui.
i veri evasori non sono coloro che non battono lo scontrino, i veri evasori sono coloro che non pagano un euro di imposte dirette, ovvero tutti e dico tutti i dipendenti dello stato, dato che le loro "imposte" sono solo partite di giro.

chi dice: "è giusto pagare le tasse" dovrebbe andare a lavorare gratis. è la stessa identica cosa che lavorare per farsi fottere l'80% del proprio guadagno da uno stato che per favorire pochi si è indebitato oltre misura e tecnicamente è fallito dal 1992.

"le tasse sono un furto, non pagarle è legittima difesa" (cit. Leo Facco).

ciauz


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on February 18, 2014, 03:28:49 AM
sono d accordissimo a pagare il 20 sui profitti, il problema è che io già sono in perdita, dovrei pagare le tasse sulle perdite!  capito la differenza?
se facessero una legge giusta e se avessi dei profitti sarei ben lieto di pagare le tasse

Su questo sono perfettamente d'accordo, anche a me rode non poco dover pagare più del dovuto solo per la difficoltà di essere nel giusto e far risultare i profitti per quelli che realmente sono.


A Silvano è meglio che non rispondo altrimenti diventa un lungo ot


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Minosse on February 18, 2014, 09:23:22 AM
Fatemi capire una cosa. Se io dovessi vendere 50 bitcoin (magari li avessi) ad un francese o un americano e questi mi paga con un bonifico, a me arriverebbe il 20% in meno e sarei automaticamente a posto col fisco senza fare null'altro? O dovrei fare dichiarazioni/denunce per aver percepito questo "reddito"?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 18, 2014, 09:51:14 AM
Fatemi capire una cosa. Se io dovessi vendere 50 bitcoin (magari li avessi) ad un francese o un americano e questi mi paga con un bonifico, a me arriverebbe il 20% in meno e sarei automaticamente a posto col fisco senza fare null'altro? O dovrei fare dichiarazioni/denunce per aver percepito questo "reddito"?
Leggi ******UN****** post sopra il tuo.

Eccheccazzo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Splatters on February 18, 2014, 10:50:32 AM
La cosa che mi da fastidio è che ad esempio,  io faccio 1000€ di bonifico su un exchanger, faccio le mie operazioni con i btc, ma diciamo che mi vanno male e voglio uscire, sono pure in perdita di 200€, mi faccio il bonifico per recuperare quel poco e mi fottono pure un 20% loro, di soldi che erano già miei.
Ma che cazz...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on February 18, 2014, 11:57:48 AM
http://www.change.org/petitions/presidente-del-consiglio-dei-ministri-repubblica-italiana-da-febbraio-i-bonifici-esteri-sono-tassati-al-20-aboliamo-questa-tassa-iniqua

maaa... una petizione per impalarli tutti ed instaurare l'anarchia? no?



Aprila che la firmo  ;D ;D ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on February 18, 2014, 12:01:09 PM
La cosa che mi da fastidio è che ad esempio,  io faccio 1000€ di bonifico su un exchanger, faccio le mie operazioni con i btc, ma diciamo che mi vanno male e voglio uscire, sono pure in perdita di 200€, mi faccio il bonifico per recuperare quel poco e mi fottono pure un 20% loro, di soldi che erano già miei.
Ma che cazz...


Infatti il problema è proprio questo. Che si dia per scontato che ciò che arriva sia il 100% reddito. Mentre un' azienda scarica/carica fatture e paga a differenza, tu privato paghi e basta. E non solo paghi per scelta, con una dichiarazione, ma sei obbligato.

Altra cagata fuori dal vasetto. Dobbiamo aspettare che entrino in casa a contare quante buste di latte abbiamo nel frigo per mandarli tutti a fanculo una volta per tutte ?



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Minosse on February 18, 2014, 12:15:07 PM
Fatemi capire una cosa. Se io dovessi vendere 50 bitcoin (magari li avessi) ad un francese o un americano e questi mi paga con un bonifico, a me arriverebbe il 20% in meno e sarei automaticamente a posto col fisco senza fare null'altro? O dovrei fare dichiarazioni/denunce per aver percepito questo "reddito"?
Leggi ******UN****** post sopra il tuo.

Eccheccazzo...


Ciccio, calmino eh?! Non avevo letto la parte tra parentesi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: zoe on February 18, 2014, 12:27:11 PM
Questa cosa non può reggere e lo sanno anche loro. La cosa preoccupante è che sapendolo, lo fanno consapevolmente , incassare adesso, perché sono alla frutta. E restituiscono dopo facendo una figura del cazzo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Minosse on February 18, 2014, 12:30:32 PM
Che poi questa sarebbe anche la risposta alla domanda "Come azz dichiariamo i BTC".
Voglio dire "Stato ladro, stato criminale, stato merda" siamo d'accordo tutti.

Ora la domanda è : io ti pago il 20% e tu stato hai finito di menarmela? Non devo vivere con la paura di qualche ente mi bussi alla porta chiedendomi da dove arrivano i miei XX-Mila Euro non dichiarati da nessuna parte?

Concordo. Fosse così, sarebbe una buona soluzione. Un modo per pagare le tasse a monte ed essere poi a posto. Ma conoscendo lo Stato italiano, dubito che si potranno dormire sonni tranquilli...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Silvano on February 18, 2014, 12:32:12 PM
Questa cosa non può reggere e lo sanno anche loro. La cosa preoccupante è che sapendolo, lo fanno consapevolmente , incassare adesso, perché sono alla frutta. E restituiscono dopo facendo una figura del cazzo.

hahahaahah....

ottimista......


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 18, 2014, 12:56:37 PM
i parassiti, non sono coloro che non pagano le tasse, cercando di trattenere per se il frutto del proprio lavoro, i parassiti sono tutti coloro che vivono grazie alle tasse altrui.
i veri evasori non sono coloro che non battono lo scontrino, i veri evasori sono coloro che non pagano un euro di imposte dirette, ovvero tutti e dico tutti i dipendenti dello stato, dato che le loro "imposte" sono solo partite di giro.

chi dice: "è giusto pagare le tasse" dovrebbe andare a lavorare gratis. è la stessa identica cosa che lavorare per farsi fottere l'80% del proprio guadagno da uno stato che per favorire pochi si è indebitato oltre misura e tecnicamente è fallito dal 1992.

"le tasse sono un furto, non pagarle è legittima difesa" (cit. Leo Facco).

ciauz

dio santissimo quando leggo questa congerie di boiate tutte assieme mi viene la bile nera...spero tu sia solo un troll. Comunque i dipendenti statali, che hanno stipendi nettamente inferiori rispetto alle loro controparti nel privato (di un buon 20-30%), non possono fare secondi lavori ed hanno altri limiti straordinari e sono tecnicamente obbligati a pagare le tasse che gli vengono detratte direttamente dallo stipendio, sono i meno parassiti che esistono. Questa idea del dipendente parassita l'ha fatta passare il governo mafio-demagogico di Silvio: chissà perchè, mi chiedo io, quando il parlamento è pieno di parassiti veri, cercare di distrarre l'opinione pubblica indicando altri presunti parassiti, sempre tra le fasce più deboli ovvio, è facile rifarsela coi deboli.
I parassiti sono gli evasori (come te che scrivi, perchè ciò che scrivi non ha alcun senso se non giustificarti dando la colpa ad altri) che non battono lo scontrino, perchè, primo, usufruiscono di servizi pubblici pagati con le tasse (degli altri) al pari di chi le paga, ovvero scuola sanità pulizia delle strade poste ministeri regione province etc etc etc, secondo perchè siccome uno stato per funzionare ha bisogno di un tot di entrate, se non le ha ha due soluzioni: si indebita (cvd); scarica le mancate entrate sugli altri, aumentando le aliquote fiscali (secondo cvd). Non so chi sia Leo Facco, per me puoi citare pure Borghezio o Cicciolina, evasore/ladro sei ed evasore/ladro rimani.

Tornando al discorso del bonifico estero, se io anzichè vendere su bitstamp i miei btc e farmi il bonifico li trasferisco in un wallet personale e li rivendo a privati, vorrei far notare, sto agendo totalmente entro i limiti della legalità, non esistendo alcuna legge che mi vieta di farlo (per ora); quindi non ha senso paragonare chi fa ciò ad un evasore, un conto è cercare di pagare meno tasse restando nei confini della legge, un conto è violare la legge non pagando le tasse dovute.

Comunque se sarà confermata questa legge, tra le tante leggi boiate, è la più boiata. Non solo è palesemente ingiusta ed insensata, ma anche incoerente ed inutile in quanto non raggiunge nessuno obiettivo neanche per lo stato, perchè ovviamente il risultato sarà non far rientrare i capitali esteri, o farli rientrare in altra forma in cui non si paghi neanche un cent di tasse. Se avessero messo l'1% di tasse, avrei potuto dire che aveva un senso e sarei stato anche d'accordo nel pagare, ma col 20% nessuno è così autolesionista da farsi togliere un quinto di capitale senza cercare altre soluzioni. Peggio per l'oro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: zoe on February 18, 2014, 02:01:11 PM
E restituiscono dopo facendo una figura del cazzo.

se te la restituiscono, quando e come vogliono loro. (quest'anno Letta ha restituito ai disoccupati creditori quello che i dipendenti recuperano in busta paga e lo ha sbandierato come fosse stato un regalo. per non parlare dei crediti iva ecc).


Concordo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: CobaltPH on February 18, 2014, 03:30:19 PM
Scusate se non ho tempo di rileggere tutto il thread ma vorrei sapere se a qualcuno sto 20% lo hanno davvero detratto alla fine?

Bonifici in entrata da stamp non ne faccio dall'estate scorsa.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on February 18, 2014, 04:38:30 PM
Ma è scritto anche chiaramente nell' articolo del sole24ore che le prime trattenute avverranno a luglio per tutti i bonifici da febbraio a luglio.
Questa mossa è perfida e diabolica: così per mesi un sacco di gente non si accorgerà di nulla; poi, a luglio... zac.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mrmk6699 on February 18, 2014, 05:48:51 PM
a quanto mi dicono miei amici che lavorano agli sportelli di cassa, alcune banche già applicano la trattenuta (es. Ca_sa di Rispa_mio di Rave_na)

per quanto riguarda la tassazione è veramente una scemenza, pensata in teoria per certe categorie (es. chi lavora online) e senza pensare alle millionate di bonifici in ingresso che non c'entrano nulla con il pagamento di prestazioni professionali.

e comunque non è che se tu sei un libero professionista e ricevi soldi dall'estero tramite bonifico poi a fine anno non li dichiari... saresti un evasore deficiente.

hanno semplicemente voluto creare un anticipo di cassa (come concetto è similare agli esercenti che devono anticipare il 101% dell'iva del periodo successivo. il 101% ??? in anticipo????? ma perchèèèè!!! siamo oltre la follia)

per quanto riguarda il trading di bitcoin effettivamente è un problema grande che non vedo come lo si possa superare, se non con stratagemmi.
a meno di andare in banca e dichiarare che quei soldi non sono derivanti da prestazione professionale estere ma ... ma che cosa gli si dice ?

d'altra parte non sapevo nemmeno come funzionava prima a livello di dichiarazione dei redditi... (se qualcuno ha 1 link mi farebbe un favore, cercando sul forum non ho capito una benemerita...)

EDIT:
ah, scusate, non avevo capito che la discussione era proprio questa, pensavo fosse datata e che una risposta già ci fosse.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Minosse on February 18, 2014, 06:20:55 PM
per quanto riguarda il trading di bitcoin effettivamente è un problema grande che non vedo come lo si possa superare, se non con stratagemmi.
a meno di andare in banca e dichiarare che quei soldi non sono derivanti da prestazione professionale estere ma ... ma che cosa gli si dice ?

Come già suggerito da qualcuno, a me andrebbe pure bene che si trattengano il 20% dai profitti del trading (alla fine si fa trading per trarne dei profitti, nessuno lo fa per beneficenza, è inutile girarci attorno), l'importante è che sia sufficiente per "mettersi in regola" con lo Stato, senza ulteriori menate.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on February 18, 2014, 07:02:37 PM
a quanto mi dicono miei amici che lavorano agli sportelli di cassa, alcune banche già applicano la trattenuta (es. Ca_sa di Rispa_mio di Rave_na)
sarebbe utilissimo se tu chiedessi a queste persone se le trattenute le stanno applicando anche ai bonifici SEPA e se, per esempio, le applicano anche ai premi pagati dalle società di gioco d' azzardo tipo betclic.
Ripeto, io ho ricevuto diversi bonifici esteri a febbraio su conto fin3co e non mi è stato trattenuto nulla.


I giochi d'azzardo, che devono essere autorizzati AAMS, trattengono le imposte alla fonte.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 18, 2014, 09:21:35 PM
comunque avrebbero dovuto avvertire prima. La legge è già in vigore. Suppongo però che se prelievo i bitcoin da bitstamp e li vendo a privati italiani dietro ricarica poste pay sono in regola e non pago niente giusto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ark85 on February 18, 2014, 09:27:57 PM
a quanto mi dicono miei amici che lavorano agli sportelli di cassa, alcune banche già applicano la trattenuta (es. Ca_sa di Rispa_mio di Rave_na)
sarebbe utilissimo se tu chiedessi a queste persone se le trattenute le stanno applicando anche ai bonifici SEPA e se, per esempio, le applicano anche ai premi pagati dalle società di gioco d' azzardo tipo betclic.
Ripeto, io ho ricevuto diversi bonifici esteri a febbraio su conto fin3co e non mi è stato trattenuto nulla.


I giochi d'azzardo, che devono essere autorizzati AAMS, trattengono le imposte alla fonte.



FaSan

si, mi hanno detto lo stesso anche per la bcc qua a ravenna...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 18, 2014, 09:29:44 PM
a qualcuno sto 20% lo hanno davvero detratto alla fine?
leggere tutto no, ok. ma due post sopra dai ci puoi arrivare. capisco gli impegni ma chi sei marchionne?
Io ho ricevuto più di un bonifico, tutti sotto i 1000 euro e non mi hanno trattenuto nulla.
Ma è scritto anche chiaramente nell' articolo del sole24ore che le prime trattenute avverranno a luglio per tutti i bonifici da febbraio a luglio.


e se per allora io avrò zero sul conto che faranno?

contocarta con prepagata dico, non conto corrente ordinario


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandokan77 on February 18, 2014, 10:09:47 PM
oggi sono passato in banca a chiedere informazioni, be...con sufficienza sono stato rassicurato e liquidato con un "non c'è nulla di definitivo, non è ancora in vigore". il primo pensiero è stato: " cambio banca"



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 19, 2014, 07:50:05 AM
ho pensato la stessa cosa. anche il conto ordinario, se lo svuoto e lo chiudo, che fanno? sono una banca, mica equitalia che mi pignora i beni (tra l' altro io non ho ne casa ne macchina per scelta)

resti un debitore con tutte le conseguenze del caso. Si possono arrivato a pignorare i beni in teoria.
Ps ne vale la pena?

comunque ad oggi se non fosse stato per il forum non  ne ho mai sentito parlare alla TV o letto sui giornali. Informazione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: valetrm on February 19, 2014, 09:01:07 AM
Buongiorno ragazzi, seguo da parecchio già il forum anche se scrivo oggi per la prima volta.
Ho ricevuto un paio di giorni fa un bonifico da paypal girandomi dei soldi dal conto dello stesso a quello in banca (Mediolanum). Essendo praticamente a tutti gli effetti un bonifico proveniente dall'estero sono stato contattato dal mio family banker che mi ha avvertito di questo nuovo furto messo in atto da banche e stato Italiano. In realtà c'è ancora parecchia confusione sulla situazione e sul tipo di bonifici a cui deve essere applicata la ritenuta. Fatto sta che la banca ha provveduto a creare un modulo che dovrebbe evitare queste trattenute. In teoria anche una causale esaustiva nelle informazioni del bonifico dovrebbe far evitare il tutto.
I bonifici a cui sicuramente verrà applicata sono quelli riguardanti la retribuzione lavorativa proveniente dall'estero e non dichiarata.
Per il resto come ho detto...ancora nulla di certo.
Sto aspettando che mi mandino per mail il modulo in questione. Fatemi sapere se vi interessa.

P.s.
Sul bonifico che mi è arrivato non è stata applicata. ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: valetrm on February 19, 2014, 09:18:48 AM
oggi sono passato in banca a chiedere informazioni, be...con sufficienza sono stato rassicurato e liquidato con un "non c'è nulla di definitivo, non è ancora in vigore". il primo pensiero è stato: "cambio banca"
Perché?

Tutto sommato è vero: non c'è nulla di definitivo, non è ancora in vigore, fanno in tempo a cambiare idea 60 volte, dunque cosa c'è da spiegare? Ti spiegano una cosa oggi e domani magari esce una rettifica?

A me è sembrata una risposta assolutamente sensata...


Beh che non sia in vigore non è vero per niente. Lo è a tutti gli effetti dal 1 Febbraio. Poi che ci sia confusione è comprensibile.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 19, 2014, 09:22:55 AM
oggi sono passato in banca a chiedere informazioni, be...con sufficienza sono stato rassicurato e liquidato con un "non c'è nulla di definitivo, non è ancora in vigore". il primo pensiero è stato: "cambio banca"
Perché?

Tutto sommato è vero: non c'è nulla di definitivo, non è ancora in vigore, fanno in tempo a cambiare idea 60 volte, dunque cosa c'è da spiegare? Ti spiegano una cosa oggi e domani magari esce una rettifica?

A me è sembrata una risposta assolutamente sensata...


Beh che non sia in vigore non è vero per niente. Lo è a tutti gli effetti dal 1 Febbraio. Poi che ci sia confusione è comprensibile.
Ok allora ritiro quanto ho detto.

Ma rimane vero che ora siamo ancora in "regime di incertezza, faranno in tempo a cambiare idea n volte". Ma se ufficialmente è in vigore, sarebbe stato compito della banca illustrarlo.
Scusa sandokan!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mrmk6699 on February 19, 2014, 10:42:26 AM
ho ingaggiato qualche mio amico bancario per avere una risposta completa riguardo a come alcune banche si stanno effettivamente comportando
appena mi rispondono riporto l'info sul post.

spero presto, ma non garantisco tempistiche certe


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stewie3112 on February 19, 2014, 10:59:00 AM
Resto in attesa anche io, nel caso ciao ciao banca....

Edit: questo è il testo ufficiale dell'agenzia delle entrate     http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/nsilib/nsi/documentazione/provvedimenti+circolari+e+risoluzioni/circolari/archivio+circolari/circolari+2013/dicembre+2013/circolare+n.+38e+del+23+dicembre+2013/circolare%2B38ex.pdf

Ho provato a dargli una lettura ma non ci ho capito molto, se qualcuno più esperto volesse controllarlo....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Silvano on February 19, 2014, 05:48:06 PM
faccio una domandina che mi gira per la testa da un paio di giorni.....

se io mino una moneta, la sto minando in italia.
quindi la sto producendo in italia.
quando la scambio la spedisco dall'italia all'estero, visto che non ci sono exchange italiani, la scambio con coriandoli fiat chiamati "euri", e faccio rientrare gli euri in italia.

quindi: l'attività (minare è un'attività finanziaria?) è svolta in italia. viene svolto all'estero solo il cambio.
come si fa a distinguere l'attività di vendita pura da mining dall'attività di compravendita vera e propria tipica del mercato finanziario?

se minare è "un'attività finanziaria" visto che i miei rig sono in italia, è un'attività privata ceh faccio in italia. ergo non me la possono tassare alla fonte.

se minare non è un'attività finanziaria sorge il problema della distinzione suddetta.

che ne pensate?



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: bittaitaliana on February 19, 2014, 07:05:54 PM
Copio dall'ansa
(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Stop alla ritenuta automatica del 20% sui flussi finanziari dall'estero. L'Agenzia delle Entrate, su richiesta del ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, ha disposto la sospensione dell'operativita' della ritenuta del 20% che dal primo febbraio viene applicata automaticamente sui bonifici provenienti dall'estero.

Le somme trattenute saranno restituite e, contemporaneamente, è stato predisposto un testo per l'abrogazione del nuovo balzello.

-------------------

Era ovvio, era una cosa che non stava in piedi


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 19, 2014, 07:08:28 PM
Mi hai anticipato :D
http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/19/bonifici-esteri-dietrofront-del-tesoro-dopo-le-polemiche-stop-a-ritenuta-20/887530/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 19, 2014, 08:02:35 PM
si l'avevano fatta fuori dal vasino questa volta  :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on February 19, 2014, 08:32:26 PM
Altro articolo, interessante la parte finale ;D
http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-02-19/bonifici-estero-tesoro-sospende-ritenuta-20percento-191538.shtml

Quote
Lo stop dell'Economia
Il provvedimento del Direttore dell'agenzia delle Entrate sospende da subito l'operatività della ritenuta del 20% applicata automaticamente dagli intermediari finanziari. Non solo. Gli acconti eventualmente già trattenuti da banche e istituti di credito saranno «rimessi a disposizione degli interessati dagli stessi intermediari». A motivare la scelta della sospensione della ritenuta del 20% sui bonifici esteri, divenuta oggetto di attenzione anche nel corso dello scontro/confronto in streaming tra il leader dei cinque stelle, Beppe Grillo, e il premier incaricato Matteo Renzi, è da ricercare nell'evoluzione del contrasto internazionale alla lotta all'evasione fiscale cross-border. Azione di contrasto che alla luce della forte accelerazione impressa attraverso la creazione di un modello di accordo intergovernativo (Iga) per lo scambio di informazioni tra gli Usa e gli altri Paesi, «fa ritenere ormai superata» la norma che ha introdotto la ritenuta alla fonte. Le informazioni sui redditi di fonte estera dei residenti italiani, precisa l'Economia, «saranno disponibili attraverso il canale dello scambio automatico multilaterale di informazioni».


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on February 19, 2014, 08:33:06 PM
Copio dall'ansa
(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Stop alla ritenuta automatica del 20% sui flussi finanziari dall'estero. L'Agenzia delle Entrate, su richiesta del ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni, ha disposto la sospensione dell'operativita' della ritenuta del 20% che dal primo febbraio viene applicata automaticamente sui bonifici provenienti dall'estero.

Le somme trattenute saranno restituite e, contemporaneamente, è stato predisposto un testo per l'abrogazione del nuovo balzello.

-------------------

Era ovvio, era una cosa che non stava in piedi


Io mi chiedo come l' Agenzia delle Entrate possa distribuire una circolare del genere (e le banche dargli retta) senza il benestare del Ministero. Siamo proprio alla frutta.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: valetrm on February 19, 2014, 08:56:41 PM
Una volta tanto una cosa giusta e fatta anche in tempi relativamente celeri!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stewie3112 on February 20, 2014, 10:11:29 AM
grazie a dio.....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on February 20, 2014, 11:31:12 AM
Una volta tanto una cosa giusta e fatta anche in tempi relativamente celeri!
O meglio, una giusta abolizione di un'idiozia fatta in precedenza.

È un po' diverso ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: valetrm on February 20, 2014, 05:32:55 PM
Una volta tanto una cosa giusta e fatta anche in tempi relativamente celeri!
O meglio, una giusta abolizione di un'idiozia fatta in precedenza.

È un po' diverso ;)

Purtroppo nel Bel Paese non è per niente scontata la cosa!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 20, 2014, 08:39:21 PM
maa... alla 25quesima pagina di thread qualcuno puo' dire se dichiara e come dichiara eventuali profitti da btc?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on February 21, 2014, 04:24:41 PM
maa... alla 25quesima pagina di thread qualcuno puo' dire se dichiara e come dichiara eventuali profitti da btc?

...(silenzio e cicale in sottofondo)...

edit:
http://s2.quickmeme.com/img/61/61a5f6146d96aa8c043707e67e07c12ad62f76ecd61f331f6ec652cd59c1d043.jpg (http://s2.quickmeme.com/img/61/61a5f6146d96aa8c043707e67e07c12ad62f76ecd61f331f6ec652cd59c1d043.jpg)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: albasalo on February 22, 2014, 08:18:17 AM
Salve a tutti,

sono appena entrato in questo mondo e mi è arrivata anche questa bella notizia del prelievo forzoso,
leggendo i commenti del sole 24 ore riguardo la sospensione del 20% ho letto un commento interessante eventualmente da approfondire.

Cit.
Niente panico. Aprite un cc in un paese dell'Europa libera. I soldi prendete (senza costi) tramite v-pay anche in italia.In più niente bollo, niente spese per il cc (!). Il cc si apre con grande facilità via internet... p.e. dkb.de.

merdian
20 febbraio 2014 16.19.13
di Marco Mobili - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/h7xcS

Non conosco il tedesco e quindi chieda anche a voi se la cosa è buona o meno...

Saluti,
Alberto


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: CobaltPH on February 22, 2014, 04:40:42 PM
Per il momento tengo la contabilità con la classica partita doppia e tratto il bitcoin come una merce qualsiasi. Svalutazioni e rivalutazioni per convenzione mia le calcolo quotidianamente e tengo a portata di mano nel plico della contabilità anche il registro dei prezzi medi giornalieri per ogni exchange utilizzato in modo da avere un pronto riferimento a supporto della mia contabilità. E' tutta carta e potrei essermi inventato tutto ma è molto meglio di non avere assolutamente nulla.

Nel primo caso puoi provare a difenderti, nel secondo passi immediatamente per evasore fiscale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 22, 2014, 06:15:33 PM
basta farsi un po di screen con i vari indirizzi, non ci vedo questo grosso problema


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: CobaltPH on February 22, 2014, 09:51:17 PM
basta farsi un po di screen con i vari indirizzi, non ci vedo questo grosso problema

Ma in questo modo non vedi solamente quanti bitcoin dai/ricevi? o sono espressi anche i corrispondenti valori in fiat? E' possibile dedurre il tuo utile in questo modo?

EDIT: I miei dubbi sono dovuti all'estrema difficoltà con la quale si dimostra qualcosa durante un controllo fiscale. Ho l'impressione che gli screenshot da soli non bastino.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 23, 2014, 09:25:15 AM
fai gli screen per far capire che l'indirizzo dal quale hai mandato i btc è tuo, poi aggiungi tutti gli altri screen del caso, quelli relativi a moneta fiat ecc...

poi gli si spiega tranquillamente come funziona, non credo siano dei ritardati al fisco


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: CobaltPH on February 23, 2014, 02:40:16 PM
fai gli screen per far capire che l'indirizzo dal quale hai mandato i btc sè tuo, poi aggiungi tutti gli altri screen del caso, quelli relativi a moneta fiat ecc...

poi gli si spiega tranquillamente come funziona, non credo siano dei ritardati al fisco

No ritardati non lo penso proprio.

In Italia per le ispezioni fiscali non vale la presunzione di innocenza (sei tu casomai a doverti dimostrare innocente), e sentite diverse storie dell'orrore nelle quali la finanza fa molto volentieri orecchie da mercante ho preferito mantenere la buona vecchia partita doppia archiviandola anche su supporto cartaceo così da allontanarmi il meno possibile dal consueto (ammesso che in italia "consueto" non sia evadere il fisco).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 23, 2014, 04:59:13 PM
non è presunzione di innocenza gli si spiega come funziona con screen alla mano, non vedo altro modo di spiegarglielo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on February 23, 2014, 09:20:19 PM
conosco da vicino una persona che lavora nella finanza, sonobrave ppersone che cercano di fare il loro lavoro, se gli dimostrate che siete in regola sono più contenti. Se  glielo dimostrate. non sono esseri orrendi che godono nell infliggere multe.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ziomik on March 01, 2014, 09:04:11 AM
http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-12-13/l-eba-avverte-bitcoin-nessuna-protezione-caso-perdite-100305.shtml

Non ho trovato un comunicato ufficiale.
Penso che sarebbe più utile di fatto non considerarla come moneta, ma come bene mobile/digitale, e quindi comunque considerare la protezione legale da possibili furti.
La cosa fondamentale comunque sarebbe evitare il VAT.

EDIT:
Trovato
http://www.eba.europa.eu/documents/10180/15971/EBA+Warning+on+Virtual+Currencies.pdf

Il warning dell'EBA mi pare abbia come focus principale le possibilità di frode e di perdita (per furto) della virtual currency.
Mi ha però fatto riflettere questo rischio potenziale citato nel documento:
Transactions in virtual currency may be misused for criminal activities, including money laundering
Come si pone il "mondo" dei Bitcoin in relazione al tema del riciclaggio?

Il pdf è sparito dal sito EBA.
http://www.centralbank.ie/publicinformation/Documents/EBA%20Warning%20on%20Virtual%20Currencies.pdf


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on March 01, 2014, 10:18:47 AM
Il pdf è sparito dal sito EBA.
http://www.centralbank.ie/publicinformation/Documents/EBA%20Warning%20on%20Virtual%20Currencies.pdf

a me si e' aperto, e specie questo paragrafo in materia di AML marca molto male:
Quote
law enforcement agencies may decide to close exchange platforms and prevent you from accessing or using any funds that the platforms may be holding for you



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mendoza on March 01, 2014, 02:30:08 PM
....
dio santissimo quando leggo questa congerie di boiate tutte assieme mi viene la bile nera...spero tu sia solo un troll. Comunque i dipendenti statali, che hanno stipendi nettamente inferiori rispetto alle loro controparti nel privato (di un buon 20-30%), non possono fare secondi lavori ed hanno altri limiti straordinari e sono tecnicamente obbligati a pagare le tasse che gli vengono detratte direttamente dallo stipendio, sono i meno parassiti che esistono. Questa idea del dipendente parassita l'ha fatta passare il governo mafio-demagogico di Silvio: chissà perchè, mi chiedo io, quando il parlamento è pieno di parassiti veri, cercare di distrarre l'opinione pubblica indicando altri presunti parassiti, sempre tra le fasce più deboli ovvio, è facile rifarsela coi deboli.
I parassiti sono gli evasori (come te che scrivi, perchè ciò che scrivi non ha alcun senso se non giustificarti dando la colpa ad altri) che non battono lo scontrino, perchè, primo, usufruiscono di servizi pubblici pagati con le tasse (degli altri) al pari di chi le paga, ovvero scuola sanità pulizia delle strade poste ministeri regione province etc etc etc, secondo perchè siccome uno stato per funzionare ha bisogno di un tot di entrate, se non le ha ha due soluzioni: si indebita (cvd); scarica le mancate entrate sugli altri, aumentando le aliquote fiscali (secondo cvd). Non so chi sia Leo Facco, per me puoi citare pure Borghezio o Cicciolina, evasore/ladro sei ed evasore/ladro rimani.
....

dipendenti statali che hanno stipendi inferiori ai privati?
non possono fare secondo lavoro (ah, già, lo fanno in nero, tanto il primo non è un lavoro vero)
PAGANO LE TASSE?????? e magari anche i contributi.... vero????

hahahahhahahahahahahhahahahahahah

vabbè..... mi trattengo perché altrimenti mi bannano.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on March 01, 2014, 08:46:42 PM

dipendenti statali che hanno stipendi inferiori ai privati?
non possono fare secondo lavoro (ah, già, lo fanno in nero, tanto il primo non è un lavoro vero)
PAGANO LE TASSE?????? e magari anche i contributi.... vero????

hahahahhahahahahahahhahahahahahah

vabbè..... mi trattengo perché altrimenti mi bannano.

se un domani potessi avere il potere di rimettere apposto le casse di stato, mi spiace per il sogno statalista di angrynerd ma non ci sarebbe più molto da usufruire nel pubblico per gli "evasori"... molleremo per sempre questa zavorra clientelare, inefficiente e molto spesso totalmente inutile che è il pubblico in gran parte delle sue sigle e forme, e che probabilmente ha molte responsabilità rispetto alla situazione economica in cui ci troviamo oggi.
Altro che nuove tasse per mantenere lo status quo, chi varrà si rimboccherà le maniche e non avrà problemi di alcun tipo a competere nel mercato, solo così ci potrebbe essere un nuovo boom economico e finalmente forse il nostro staterello di pigri, raccomandati e mantenuti potrebbe ritornare ad avere un qualche peso concreto nel mondo.
Chiuso OT personale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 02, 2014, 01:14:36 PM
il problema è anche lo stato stesso che sperpera senza ritegno le entrate provenienti dalle tasse, mi ci gioco tutto che i soldi ottenuti dalla tassazione non sono usati solo per quello che servono, il resto verrà usato per cose futili come gli affari militari i voli dei parlamentari, e magari li usano pure per andare a troie...

le tasse non sono ingiuste, lo diventano quando vengono usate male


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on March 02, 2014, 03:23:20 PM
il problema è anche lo stato stesso che sperpera senza ritegno le entrate provenienti dalle tasse, mi ci gioco tutto che i soldi ottenuti dalla tassazione non sono usati solo per quello che servono, il resto verrà usato per cose futili come gli affari militari i voli dei parlamentari, e magari li usano pure per andare a troie...

le tasse non sono ingiuste, lo diventano quando vengono usate male

condivido e difatti se si iniziasse ad elencare la lista degli sprechi da tagliare personalmente partirei proprio dal parlamento con la sua lobby dietro, ai finanziamenti pubblici ai partiti, ai finanziamenti dei giornali dei pennivendoli dei partiti, ai ministeri senza alcun senso di esistere, etc.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mendoza on March 02, 2014, 04:05:40 PM
....
le tasse non sono ingiuste, lo diventano quando vengono usate male

Le tasse sono *sempre* ingiuste perché frutto di una rapina a mano armata.

Sarebbero giuste solo se fosse possibile sceglier liberamente se pagarle o meno.
Scusate l'OT


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on March 02, 2014, 05:41:03 PM
Sarebbero giuste solo se fosse possibile sceglier liberamente se pagarle o meno.
http://www.fixedforum.it/forum/uploads/monthly_10_2013/post-6589-0-14818700-1382444848.jpg


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on March 02, 2014, 07:24:50 PM
Sarebbero giuste solo se fosse possibile sceglier liberamente se pagarle o meno.

http://www.fixedforum.it/forum/uploads/monthly_10_2013/post-6589-0-14818700-1382444848.jpg (http://www.fixedforum.it/forum/uploads/monthly_10_2013/post-6589-0-14818700-1382444848.jpg)


http://www.politifake.org/image/political/1210/statism-statism-obama-romney-2012-election-politics-1350138751.jpg


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on March 03, 2014, 12:24:02 AM
....
le tasse non sono ingiuste, lo diventano quando vengono usate male

Le tasse sono *sempre* ingiuste perché frutto di una rapina a mano armata.

Sarebbero giuste solo se fosse possibile sceglier liberamente se pagarle o meno.
Scusate l'OT

dunque cari ragazzi, questo è il tipico esempio di evasore del genere di quelli convinti di eessere nel giusto, che cercano improbabili spiegazioni teoriche per giustificarsi. Se evadere è giusto anche ammazzare lo è se il tipo che ammazzo mi stava molto sui xxxxxxx.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: mendoza on March 03, 2014, 09:14:06 AM
.....
dunque cari ragazzi, questo è il tipico esempio di evasore del genere di quelli convinti di eessere nel giusto, che cercano improbabili spiegazioni teoriche per giustificarsi. Se evadere è giusto anche ammazzare lo è se il tipo che ammazzo mi stava molto sui xxxxxxx.



Prima cosa:
Io non posso evadere perché lavoro con aziende e non con privati e soprattutto perché non posso permettermi il rischio di confrontarmi con equitalia e la guardia di finanza (ne uscire con le ossa rotte). Tant'è che mi toccherà pure dichiarare i pochi spicci che ho ricevuto da bitstamp a fronte del fatto che non potrò comunque scaricarmi i costi della corrente elettrica che ho sostenuto per il mining. In pratica il margine ridicolo che ho ottenuto verrà devoluto in beneficenza per pagare lo stipendio ad un mucchio di parassiti.

Seconda cosa.
Per quale assurdo motivo ritenere che cercare di evitare di subire una violenza è equivalente a commettere una violenza?

La logica, questa sconosciuta.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on March 03, 2014, 09:19:22 PM
Penso sia doveroso riportare questa brief, visto che fa riferimento ad una norma europea in materia di VAT:

http://www.hmrc.gov.uk/briefs/vat/brief0914.htm (http://www.hmrc.gov.uk/briefs/vat/brief0914.htm)

Ringrazio Kay0r per averla segnalata in un altro post.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on March 08, 2014, 02:11:50 AM
http://punto-informatico.it/4006593/PI/News/web-tax-fine-legge.aspx
http://www.key4biz.it/News/2014/03/06/Policy/Webtax_Decreto_Salva_Roma_ter_ruling_tracciabilita_dei_pagamenti_223539.html

Come si comporterà la Webtax con servizi come questi?
https://coinurl.com/
https://adbit.co/
https://a-ads.com/
http://bitads.net/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 08, 2014, 03:00:23 PM
maa... alla 25quesima pagina di thread qualcuno puo' dire se dichiara e come dichiara eventuali profitti da btc?
questo post è passato un po' in sordina, stranamente  :P
personalmente ho scambiato poco da btc ad euro, un paio di bonifici da therock e quando andrò dal commercialista chiederò come dichiararli.
parlando con una persona che si occupa di paghe mi ha detto: "io fossi in te nel dubbio dichiarerei, piuttosto che avere delle storie e/o multe, dichiarandoli non è detto che poi siano tassati".
Così come metterli nelle varie carte con la dbcontocarta e altre con iban, sono sempre controllabili, quindi si dichiara, ed in caso, si paga il dovuto.
Personalmente mi basta essere in regola, o fare il possibile per esserlo, tutti i post sul giusto o sbagliato lasciano il tempo che trovano.
Il thread è sul come gestire/dichiarare le entrate da bitcoin e affini, non sul pagare o meno le tasse...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on March 09, 2014, 06:17:08 AM
Quindi qualcuno sa cosa bisogna fare se non si son mai convertiti BTC in €? Si dichiara comunque il valore corrispondente alla fine dell'anno fiscale?
Che un conto è quando erano a 20, 50, 200€, tra qualche mese inizia un altro rally e se poi dovessi convertirli mi chiederanno perché non li ho denunciati anche prima.

Quotando wikipedia:
"I redditi da capitale derivano da eventi certi. Gli impieghi di capitali che hanno come risultato un evento incerto producono redditi che invece definiamo redditi diversi." (Incerto = BTC può andare a 0)
Dovrebbe essere sufficiente segnalare la plusvalenza, quindi:
"Il Testo Unico ha cioè sostituito alla tassazione delle plusvalenze realizzate con intento speculativo, la tassabilità di specifiche, determinate plusvalenze:"
Ma leggendo questo:
"b) le plusvalenze finanziarie (capital gain). Non si tratta dei frutti dei titoli azionari (dividendi), ma di reddito dovuto alla vendita ad un prezzo superiore di quello di acquisto."
mi verrebbe da pensare che non dovrei far nulla perché ho solo comprato e mai venduto, però mi pare strano non dover neanche denunciarli.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 11:37:34 AM
http://risparmio.supermoney.eu/news/2014/02/controllo-conti-correnti-2014-agenzia-delle-entrate-e-fisco-come-funziona-e-cosa-viene-valutato-0061271.html

controllano solo gli scostamenti superiori al 20%

non credo si mettano li a monitorare range inferiori ai 500 euro o robe simili



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 12:36:52 PM
http://risparmio.supermoney.eu/news/2014/02/controllo-conti-correnti-2014-agenzia-delle-entrate-e-fisco-come-funziona-e-cosa-viene-valutato-0061271.html

controllano solo gli scostamenti superiori al 20%

non credo si mettano li a monitorare range inferiori ai 500 euro o robe simili


coi "se" e i "ma" non si campa. così mi han sempre detto  ;)
non è solo un fattore di "quanto", se per qualsiasi ragione fanno un controllo del tuo( o tuoi ) iban( cosa non impossibile, anzi ) e vedono bonifici non dichiarati, non credere che ti dicano "ok dai, sono meno di 500€, cosa vuoi che sia"...i bonifici in entrata devono essere dichiarati in qualche modo, non se ne scampa.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 12:45:28 PM
Quindi qualcuno sa cosa bisogna fare se non si son mai convertiti BTC in €? Si dichiara comunque il valore corrispondente alla fine dell'anno fiscale?
Se non hai bonifici sul conto, cosa denunci?
Il problema è "solo" se hai convertito btc in euro e sono arrivati su iban, paypal, postepay ecc...
Al momento non c'è nessun bisogno di dichiarare i propri btc, se rimangono nel wallet o li usi per servizi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 12:54:41 PM
http://risparmio.supermoney.eu/news/2014/02/controllo-conti-correnti-2014-agenzia-delle-entrate-e-fisco-come-funziona-e-cosa-viene-valutato-0061271.html

controllano solo gli scostamenti superiori al 20%

non credo si mettano li a monitorare range inferiori ai 500 euro o robe simili


coi "se" e i "ma" non si campa. così mi han sempre detto  ;)
non è solo un fattore di "quanto", se per qualsiasi ragione fanno un controllo del tuo( o tuoi ) iban( cosa non impossibile, anzi ) e vedono bonifici non dichiarati, non credere che ti dicano "ok dai, sono meno di 500€, cosa vuoi che sia"...i bonifici in entrata devono essere dichiarati in qualche modo, non se ne scampa.

resto dell'idea che somme molto basse non verranno prese in considerazione

anche perché se mi faccio fare un bonifico di 10 euro per trollare, credi davvero che mi controlleranno per una cifra del genere?  :D

dai siamo seri


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 01:08:43 PM
Definisci "somme molto basse". Molto basse rispetto a cosa?
In secondo luogo, delle tue idee non so quanto, ad un eventuale controllo, potrei farci affidamento in caso di verifica.
Non credo che dire "era per trollare lol" sia abbastanza  ;)
Ripeto, denunciare una somma in ingresso, qualsiasi ammontare sia, non significa per forza di cose pagarci le tasse sopra, ma ti pari le chiappe da possibili sanzioni.

Non capisco questa avversità nel dichiarare somme in entrata dal guadagno dei bitcoin, se c'è da pagarci sopra le tasse le paghi, se no...no. Non mi sembra un ragionamento così difficile.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 01:13:49 PM
il range che ho scritto prima rientra in "somme molto basse" imho

non hai capito il punto sui 10 euro, io non dovrò dire proprio niente a loro,  perché per cifre del genere non ci perdono tempo

senza contare che dichiarando ti tassano sicuro, se no quale sarebbe il punto? perché dichiarare?

detto questo la mia è una piccola somma non dichiarerò, al massimo pagherò la multa che sarà altrettanto piccola

volevo poi aggiungere che dichiarando sicuramente ti chiederanno da dove provengono, e alla fine(a meno di non mentire, e a quel punto tanto valeva non dichiarare) si arriverà alla fase in cui dovrai dire loro che ne hai altri e ovviamente dovrai dichiarare anche quelli...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 01:29:57 PM
il range che ho scritto prima rientra in "somme molto basse" imho

non hai capito il punto sui 10 euro, io non dovrò dire proprio niente a loro,  perché per cifre del genere non ci perdono tempo

senza contare che dichiarando ti tassano sicuro, se no quale sarebbe il punto? perché dichiarare?

detto questo la mia è una piccola somma non dichiarerò, al massimo pagherò la multa che sarà altrettanto piccola
Avevo scritto un papiro ed ero ancora nel timeout  :'(
Lo sai anche tu che con gli "imho" non si va molto in là, la cosa certa è che se non dichiari certe somme in entrata, se ti fanno un controllo non hai alibi, che siano pochi spiccioli o molti.
E non c'è una bacchetta magica sul sapere se ti controllano o meno...ma IO dichiaro, non mi faccio grandi problemi( anche perché lo impone la legge ), è il COME dichiararli il punto del thread.
Sul discorso ti tassano sicuro dipende da tanti fattori e ovviamente dalle somme che hai convertito.
Va beh, prenderemo atto che tu non dichiari i profitti da bitcoin, per quest'anno almeno, ma era chiaro fin dai primi post  :P


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 01:32:59 PM
come ho scritto sopra, c'è un motivo per la mia non-dichiarazione

alla fine si arriva al punto che devi dichiarare tutto quello che hai, perché ti chiederanno da dove provengono i soldi

poi mi parli di non usare i "se o gli imho", e te ne esci con "se ti fanno i controlli"  :D, è proprio quello di cui parlavo io, la gente non dichiara per quel "se", che  è tanto piu certo quanto più la somma è bassa

se mi controlleranno non mi serviranno gli alibi, gli dirò semplicemente che volevo prendermi la multa lol



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 01:39:49 PM
Ho editato il post precedente apposta :P
E' più facile che chiedano a te da dove provengono bonifici non dichiarati, piuttosto che a me( la dichiarazione serve anche per questo )  :P
Comunque tutto verte sul COME dichiararli, non il se, almeno per me, io su questo verso ho le idee molto chiare  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 01:54:06 PM
siamo di nuovo sull "imho", la verità è che non si sa, anche se dichiari possono sempre chiederti da dove provengono(secondo me è sicuro che te lo chiedono)

e a quel punto dovrai dichiarare tutto, bell'inculata


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 02:08:37 PM
ma tutto cosa?
Se hai ricevuto 500€ da kraken o therock durante il 2013, dichiaro 500€...che andranno poi a sommarsi ad altri ricavi in caso ci siano.
Il valore da dichiarare non è un se, perché dici "se", non capisco  ??? .
Il problema attuale è il come vadano dichiarati, o il come vadano considerati( se rendite o investimento o altro ).
Non ci vedo nessuna "inculata" francamente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 02:48:54 PM
andrà a finire cosi

tu: dichiari
agenzia delle entrate: da dove provengono i soldi?
tu: bitcoin(gli spieghi cosa sono e bla bla, saltiamo questa parte)
agenzia delle entrate: ne ha altri?
tu: si(se dici no e ne avevi altri, tanto valeva non dichiarare)
agenzia delle entrate: devi dichiarare anche quelli

gg inculata



se pensi che ti diranno invece

"no gli altri non devi dichiarali, perché hai fatto il bravo ragazzo dichiarando questi, tieniteli pure nel wallet"

ti sbagli, loro vogliono sempre tutto


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 09, 2014, 03:15:55 PM
No guarda, finché sono astratti e non regolamentati( e non lo sono ) averli "finti" non è il problema.
Al momento IL problema deriva quando li scambi per euro e ti arrivano come bonifici.
Dichiari la somma e fine.
Il più è come/che tipo di somma sia, ma ne parlerò col commercialista  ;)

Quando e se diventeranno parte di dichiarazione, non vedo il problema, li dichiaro e fine.
Se vuoi stare nella legalità, quando diventerà obbligatorio, o li dichiari o sei evasore, con tutte le conseguenze del caso. Non è che hai una scelta. E' così.
Ma non ti focalizzare su questo aspetto della vicenda perché il problema ATTUALE è completamente un altro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 09, 2014, 04:13:22 PM
il problema attuale è proprio il mio alibi  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: stigodump on March 11, 2014, 09:33:57 PM
No guarda, finché sono astratti e non regolamentati( e non lo sono ) averli "finti" non è il problema.
Al momento IL problema deriva quando li scambi per euro e ti arrivano come bonifici.
Dichiari la somma e fine.
Il più è come/che tipo di somma sia, ma ne parlerò col commercialista  ;)

Quando e se diventeranno parte di dichiarazione, non vedo il problema, li dichiaro e fine.
Se vuoi stare nella legalità, quando diventerà obbligatorio, o li dichiari o sei evasore, con tutte le conseguenze del caso. Non è che hai una scelta. E' così.
Ma non ti focalizzare su questo aspetto della vicenda perché il problema ATTUALE è completamente un altro.


una volta cambiati in Euro (non puoi andare dal tabaccaio a prendere le sigarette con le Crypto!!) fanno reddito e come tale tassati.... come il solito!!!
e come al solito saremo i più tassati d'europa!!!!
se acquisti un bene cn le bitcoins  non sei tassato.... siamo un paese di capre e non riusciamo a pensare fuori dagli schemi....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 12, 2014, 10:13:55 AM
Embè, quale è il problema se eventualmente ci paghi le tasse, come qualsiasi altra fonte di guadagno?  ???
Se li cambi( i btc ) per moneta a mano, quindi senza bonifico, la puoi anche scampare( se si resta su cifre umane ) col bonifico mica tanto eh...così come e quanto il pagarci le tasse sopra dipende dal reddito e come vengono figurati gli euro derivati/derivanti dalla "trasformazione btc->euro".

Quote
se acquisti un bene con i bitcoins  non sei tassato....
Qui dipende cosa intendi, un commerciante probabilmente ha preso il costo del bene che offre+iva( quindi quello che pagheresti normalmente ) e l'ha convertito in bitcoin, quindi "inconsciamente" stai già pagandoci sopra l'iva, che non è un male eh, ma IL problema non è se acquisti...è incassare* moneta scambiando bitcoin!!!
Non è questione di pensare o meno fuori dagli schemi, è la lentezza con cui la tecnologia ed il mondo avanzano mentre le regolamentazioni restano al palo a guardare. E nel mentre c'è il far west.

* con incassare non intendo a mò di film con scambio di valigetta  ;D ma accredito sul CC o servizio affine.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on March 12, 2014, 06:30:11 PM
Embè, quale è il problema se eventualmente ci paghi le tasse, come qualsiasi altra fonte di guadagno?  ???
...l'iva, che non è un male eh

no infatti: l'estorsione e la rapina a mano armata non sono un male. Anzi ci fanno tanto bene. E' percio' che aumentano sempre.
[double facepalm]


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 12, 2014, 07:22:52 PM
ROFL


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 12, 2014, 07:23:27 PM
Embè, quale è il problema se eventualmente ci paghi le tasse, come qualsiasi altra fonte di guadagno?  ???
...l'iva, che non è un male eh

no infatti: l'estorsione e la rapina a mano armata non sono un male. Anzi ci fanno tanto bene. E' percio' che aumentano sempre.
[double facepalm]

 :D

almeno lasciatemi evadere quei 10 euro ecchazz.. lol


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on March 12, 2014, 11:40:38 PM
tranquilli che renzi lo vedo in forma nell'aumentare le tasse ai risparmiatori, intanto ci voleva un bell'aumento del 26% sul capital gain per risultare in regola...  ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Kay0r on March 15, 2014, 02:02:42 PM
tranquilli che renzi lo vedo in forma nell'aumentare le tasse ai risparmiatori, intanto ci voleva un bell'aumento del 26% sul capital gain per risultare in regola...  ::)

Non era un cambio aliquota dal 20 al 26%?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: zoe on March 16, 2014, 04:56:44 PM
Non era un cambio aliquota dal 20 al 26%?
Esatto anche io so cosi'
Posted from Bitcointa.lk - #hTkEL4cgrIPAj8QL


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TulipBit on March 20, 2014, 07:42:00 AM
Non era un cambio aliquota dal 20 al 26%?
Esatto anche io so cosi'
Posted from Bitcointa.lk - #hTkEL4cgrIPAj8QL

ho scritto malissimo è dal 20 al 26% sì, tocca vedere comunque quando e se c'entra con i bitcoin che ancora oggi con esattezza non si sa cosa siano fiscalmente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: wowmuchverydoge on March 22, 2014, 02:26:56 PM
Salve, avrei bisogno di qualche consiglio pratico.

Sono entrato nel mondo delle crypto da poco, al momento mi stò organizzando per mettere su un paio di rig,
per ora mi limito a comprare e vendere monete varie, tra cui lite e dogecoin.
faccio tutto tramite paypal, quindi la maggior parte delle transazioni avvengono come "regalo", per una serie di motivi che immagino sappiate.

Ora, vengo al punto, almeno per ora, stò tirando fuori una mezza cifretta, i soldi in entrata sono solo di poco superiori a quelli in uscita,
a questo punto mi sorge spontanea la domanda: devo dichiarare\pagare tasse\roba del genere ?

giusto per dare due numeri, conto di muovere massimo 300-400€ per comprare e guadagnarne appena 100-200 nell'arco di un annetto (stando ai miei conti)
quindi si parla di cifre a mio parere trascurabili.. dato che al momento sono a carico dei miei, sono uno studente e non lavoro.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Kay0r on March 22, 2014, 02:40:55 PM
E' un campo poco chiaro, come avrai capito.
In teoria, dovrebbe rientrare nel campo della prestazione occasionale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 22, 2014, 06:13:25 PM
Salve, avrei bisogno di qualche consiglio pratico.

Sono entrato nel mondo delle crypto da poco, al momento mi stò organizzando per mettere su un paio di rig,
per ora mi limito a comprare e vendere monete varie, tra cui lite e dogecoin.
faccio tutto tramite paypal, quindi la maggior parte delle transazioni avvengono come "regalo", per una serie di motivi che immagino sappiate.

Ora, vengo al punto, almeno per ora, stò tirando fuori una mezza cifretta, i soldi in entrata sono solo di poco superiori a quelli in uscita,
a questo punto mi sorge spontanea la domanda: devo dichiarare\pagare tasse\roba del genere ?

giusto per dare due numeri, conto di muovere massimo 300-400€ per comprare e guadagnarne appena 100-200 nell'arco di un annetto (stando ai miei conti)
quindi si parla di cifre a mio parere trascurabili.. dato che al momento sono a carico dei miei, sono uno studente e non lavoro.


Sei studente e non hai, mi pare di capire, altri redditi ed hai ingressi...qualche domanda io me la porrei no?
Non ho capito la tua "giustificazione" degli ingressi superiori alle uscite...si suppone che sia sempre così se non vuoi essere in rosso  ;D oppure mi sfugge qualcosa, ma la questione è che ricevi delle cifre, da tanti "amici", in ingresso ed hai un profilo discutibile...non so come vengano viste le transazioni di paypal, chi te le fa e dove vadano. In base a quello saresti più o meno tenuto a dichiarare, anche perché dichiarare, lo dice il nome stesso, è il modo con cui tu giustifichi allo stato come hai avuto sti soldi...non so se il "regalo" basti in sostanza.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: wowmuchverydoge on March 23, 2014, 11:30:02 AM
Salve, avrei bisogno di qualche consiglio pratico.

Sono entrato nel mondo delle crypto da poco, al momento mi stò organizzando per mettere su un paio di rig,
per ora mi limito a comprare e vendere monete varie, tra cui lite e dogecoin.
faccio tutto tramite paypal, quindi la maggior parte delle transazioni avvengono come "regalo", per una serie di motivi che immagino sappiate.

Ora, vengo al punto, almeno per ora, stò tirando fuori una mezza cifretta, i soldi in entrata sono solo di poco superiori a quelli in uscita,
a questo punto mi sorge spontanea la domanda: devo dichiarare\pagare tasse\roba del genere ?

giusto per dare due numeri, conto di muovere massimo 300-400€ per comprare e guadagnarne appena 100-200 nell'arco di un annetto (stando ai miei conti)
quindi si parla di cifre a mio parere trascurabili.. dato che al momento sono a carico dei miei, sono uno studente e non lavoro.


Sei studente e non hai, mi pare di capire, altri redditi ed hai ingressi...qualche domanda io me la porrei no?
Non ho capito la tua "giustificazione" degli ingressi superiori alle uscite...si suppone che sia sempre così se non vuoi essere in rosso  ;D oppure mi sfugge qualcosa, ma la questione è che ricevi delle cifre, da tanti "amici", in ingresso ed hai un profilo discutibile...non so come vengano viste le transazioni di paypal, chi te le fa e dove vadano. In base a quello saresti più o meno tenuto a dichiarare, anche perché dichiarare, lo dice il nome stesso, è il modo con cui tu giustifichi allo stato come hai avuto sti soldi...non so se il "regalo" basti in sostanza.

Si esatto, sono proprio queste le domande che mi vengono in mente.
Ma allo stesso tempo mi viene in mente roba come: se festeggio il mio compleanno e mia nonna mi regala 100€ (sono sempre uno studente senza entrate)
per stì 100€ devo aprire partita iva ;D ? *sarcasmo*

oppure ipotizziamo che faccio un lavoretto per conto di un amico, una tantum, gli creo un sito e lui mi paga 100€
mettiamo in conto che questi lavoretti in un anno mi permettono di guadagnare meno di 500€, che sono tenuto a fare ?

mi sembra un po'... anzi, questa è totalmente un'estorsione/pizzo, non parlo di cifre esorbitanti, sono un dannato studente che fa qualche lavoretto
per non dover chiedere soldi ai miei se voglio comprarmi un libro\un paio di scarpe\ecc... se devo dare il 20% al magnifico stato perchè si, (perchè dubito sti soldi mi ritorneranno
sottoforma di servizi statali\pensione\ecc...) a stò punto continuo gli studi finisco il prima possibile e me ne vado quanto prima da stò circo  ::)




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 23, 2014, 06:02:54 PM
non dichiarare, per quella somma non ti cagano neanche

loro cercano chi supera certe soglie del reddito dichiarato, non stanno certo a segnalare i poveracci che evadono 100 euro all'anno lol


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on March 24, 2014, 07:47:31 AM
mi sembra un po'... anzi, questa è totalmente un'estorsione/pizzo, non parlo di cifre esorbitanti, sono un dannato studente che fa qualche lavoretto
per non dover chiedere soldi ai miei se voglio comprarmi un libro\un paio di scarpe\ecc... se devo dare il 20% al magnifico stato perchè si, (perchè dubito sti soldi mi ritorneranno
sottoforma di servizi statali\pensione\ecc...) a stò punto continuo gli studi finisco il prima possibile e me ne vado quanto prima da stò circo  ::)




Beato te che da quando sei nato non si mai andato in ospedale ne hai mai usato una strada asfaltata!

Comunque per i "lavoretti" come dici tu c'è la ritenuta d'acconto. Non serve aprire partita IVA... paga le tasse il committente come tuo sostituto d'imposta.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: wowmuchverydoge on March 24, 2014, 10:51:37 AM
mi sembra un po'... anzi, questa è totalmente un'estorsione/pizzo, non parlo di cifre esorbitanti, sono un dannato studente che fa qualche lavoretto
per non dover chiedere soldi ai miei se voglio comprarmi un libro\un paio di scarpe\ecc... se devo dare il 20% al magnifico stato perchè si, (perchè dubito sti soldi mi ritorneranno
sottoforma di servizi statali\pensione\ecc...) a stò punto continuo gli studi finisco il prima possibile e me ne vado quanto prima da stò circo  ::)




Beato te che da quando sei nato non si mai andato in ospedale ne hai mai usato una strada asfaltata!

Comunque per i "lavoretti" come dici tu c'è la ritenuta d'acconto. Non serve aprire partita IVA... paga le tasse il committente come tuo sostituto d'imposta.

Guarda che sono uno di quelli che paga ogni giorno il biglietto del treno\bus anche se il suddetto treno\bus fa sempre ritardo, puzza, è vecchio marcio ed il controllore non s'è mai fatto vedere in 2 anni  ::)
Lo faccio perchè per quanto scadenti possano essere i servizi mi sentirei in colpa ad utilizzarli aggratis, ma in questo caso... mi sento proprio derubato, sarò anche nel torto, ma ciò non cambia la mia impressione   



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Kay0r on March 24, 2014, 12:21:52 PM
Segui il mio consiglio, informati sulle prestazioni occasionali.
Nessuna ritenuta d'acconto
Nessuna tassa da pagare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on March 24, 2014, 12:24:20 PM
Beato te che da quando sei nato non si mai andato in ospedale ne hai mai usato una strada asfaltata!

essi' perche' queste meraviglie dello statalismo giustificano la riduzione in schiavitu'.
il costo e l'approvazione dei 'beneficiati' so' dettagli irrilevanti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: wowmuchverydoge on March 24, 2014, 01:53:57 PM
Segui il mio consiglio, informati sulle prestazioni occasionali.
Nessuna ritenuta d'acconto
Nessuna tassa da pagare.

In pratica se non supero i 30 giorni o i 5000€ annui (e chi li vedrà mai  ::) ) sono "libero" ?
ammetto di non averci capito tantissimo..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 24, 2014, 02:25:38 PM
Salve, avrei bisogno di qualche consiglio pratico.

Sono entrato nel mondo delle crypto da poco, al momento mi stò organizzando per mettere su un paio di rig,
per ora mi limito a comprare e vendere monete varie, tra cui lite e dogecoin.
faccio tutto tramite paypal, quindi la maggior parte delle transazioni avvengono come "regalo", per una serie di motivi che immagino sappiate.

Ora, vengo al punto, almeno per ora, stò tirando fuori una mezza cifretta, i soldi in entrata sono solo di poco superiori a quelli in uscita,
a questo punto mi sorge spontanea la domanda: devo dichiarare\pagare tasse\roba del genere ?

giusto per dare due numeri, conto di muovere massimo 300-400€ per comprare e guadagnarne appena 100-200 nell'arco di un annetto (stando ai miei conti)
quindi si parla di cifre a mio parere trascurabili.. dato che al momento sono a carico dei miei, sono uno studente e non lavoro.


Sei studente e non hai, mi pare di capire, altri redditi ed hai ingressi...qualche domanda io me la porrei no?
Non ho capito la tua "giustificazione" degli ingressi superiori alle uscite...si suppone che sia sempre così se non vuoi essere in rosso  ;D oppure mi sfugge qualcosa, ma la questione è che ricevi delle cifre, da tanti "amici", in ingresso ed hai un profilo discutibile...non so come vengano viste le transazioni di paypal, chi te le fa e dove vadano. In base a quello saresti più o meno tenuto a dichiarare, anche perché dichiarare, lo dice il nome stesso, è il modo con cui tu giustifichi allo stato come hai avuto sti soldi...non so se il "regalo" basti in sostanza.

Si esatto, sono proprio queste le domande che mi vengono in mente.
Ma allo stesso tempo mi viene in mente roba come: se festeggio il mio compleanno e mia nonna mi regala 100€ (sono sempre uno studente senza entrate)
per stì 100€ devo aprire partita iva ;D ? *sarcasmo*

oppure ipotizziamo che faccio un lavoretto per conto di un amico, una tantum, gli creo un sito e lui mi paga 100€
mettiamo in conto che questi lavoretti in un anno mi permettono di guadagnare meno di 500€, che sono tenuto a fare ?

mi sembra un po'... anzi, questa è totalmente un'estorsione/pizzo, non parlo di cifre esorbitanti, sono un dannato studente che fa qualche lavoretto
per non dover chiedere soldi ai miei se voglio comprarmi un libro\un paio di scarpe\ecc... se devo dare il 20% al magnifico stato perchè si, (perchè dubito sti soldi mi ritorneranno
sottoforma di servizi statali\pensione\ecc...) a stò punto continuo gli studi finisco il prima possibile e me ne vado quanto prima da stò circo  ::)



Perché in altri stati credi che non pagherai le tasse? Continua a sognare  ;)
Come dicevo il problema non è solo il QUANTO ma anche il COME, il CHI, il MEZZO del pagamento, perché quei soldi ricavati dai bitcoin potrebbero essere visti come attività poco legali, fintanto che non li giustifichi...capisci?
Che è totalmente diverso dall'esempio del lavoro per un tuo amico, dove il consiglio di kayor è giustissimo.
Non sono un esperto del lavoro o commercialista e non so se quei guadagni siano inquadrabili come prestazione occasionale( chi sarebbero i soggetti? tu e..? ), il mio consiglio è di informarti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Kay0r on March 24, 2014, 02:39:01 PM
Segui il mio consiglio, informati sulle prestazioni occasionali.
Nessuna ritenuta d'acconto
Nessuna tassa da pagare.

In pratica se non supero i 30 giorni o i 5000€ annui (e chi li vedrà mai  ::) ) sono "libero" ?
ammetto di non averci capito tantissimo..

Si esatto, il problema è il documento da rilasciare per prestazione occasionale.
A chi lo rilasci?
Senti un commercialista, è il caso.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 26, 2014, 10:21:39 PM
Cari tutti,

ho aperto un piccolo blog, http://taxbitcoin.wordpress.com/ e sto pubblicando un saggio sulle criptovalute (Stefano Capaccioli, "Introduzione al trattamento tributario delle valute virtuali: criptovalute e bitcoin". in Diritto e Pratica Tributaria Internazionale, n. 1/2014, www.dpti.it, il primo in Italia che affronta le problematiche tributarie (Persone Fisiche, Aspetti Contabili, IVA, Imposte Dirette, IRES).

Sono interessato a chiunque abbia presentato un interpello all'Agenzia delle Entrate e le risposte che la stessa abbia dato, al fine di pubblicarle nel blog. Per invii, suggerimenti inviare mail a capaccioli (at) gmail.com

Il blog sarà aggiornato saltuariamente, dopo l'uscita dell'articolo.

Sto affrontando anche il problema antiriciclaggio, secondo la normativa italiana.

Buona serata a tutti



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: PickNic on March 28, 2014, 09:40:47 AM
salve a tutti!

recentemente ho iniziato a prelevare tramite SEPA i miei bitcoins, la cosa che mi preoccupa sono i ripetuti bonifici che mi arrivano ed un possible controllo fiscale.
Ho sempre fatto bgonifici al di sotto dei 1000€ in modo che non vengano rilevati automaticamente dal sistema.

Dovrei per caso dichiarare qualcosa? ho anche altri redditi da libero professionista. Sono un avvocato.

cosa pensate sia meglio per me? nel caso di un controllo fiscale cosa succederebbe? dovrei pagarci le tasse?

Nonostante la mia laurea in legge non so niente riguardo a tassazioni sui bitcoins e da quel che leggo in internet sembrerebbero guadagni non soggetti a tassazione cosa ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on March 28, 2014, 10:07:39 AM
salve a tutti!

recentemente ho iniziato a prelevare tramite SEPA i miei bitcoins, la cosa che mi preoccupa sono i ripetuti bonifici che mi arrivano ed un possible controllo fiscale.
Ho sempre fatto bgonifici al di sotto dei 1000€ in modo che non vengano rilevati automaticamente dal sistema.

Dovrei per caso dichiarare qualcosa? ho anche altri redditi da libero professionista. Sono un avvocato.

cosa pensate sia meglio per me? nel caso di un controllo fiscale cosa succederebbe? dovrei pagarci le tasse?

Nonostante la mia laurea in legge non so niente riguardo a tassazioni sui bitcoins e da quel che leggo in internet sembrerebbero guadagni non soggetti a tassazione cosa ne pensate?

Non sapendo ne leggere ne scrivere ti consiglierei di dichiararli, magari nel modo più conveniente.

Se li dichiari e sbagli come dichiararli è un conto (tu essendo avvocato saprai che potrai dimostrare la non-intenzionalità ad evadere) ma se non li dichiari e ti beccano è peggio perchè sarà più difficile dimostrare che non intendevi evadere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 28, 2014, 11:48:54 AM
I redditi sui bitcoin sono assimilabili a redditi diversi da capitale (art. 67 TUIR).



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on March 28, 2014, 12:07:21 PM
e allora dichiarali come capital gain. alla fine è la cosa più logica..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 28, 2014, 05:19:16 PM
Parrebbe logica, ma per arrivare a questa conclusione giuridica il percorso è molto lungo.

Non è di semplice evidenza attrarre tali redditi nell'art. 67, anche perché è necessario dare un inquadramento giuridico (e qui si entra in campi estremanete difficili).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 10:38:25 AM
Ciao...in materia di Btc e fisco c'è un pò di confusione...io non riesco a capire una cosetta, visto che i pareri sono discordanti.
Esiste una soglia per i soldi inviati all'estero per attività o investimenti finanziari, 10.000 euro (se esiste ancora?!, visto che una circolare dell'agenzia delle entrate di dicembre 2013 ha abolito questo limite), oltre la quale bisogna comunicare al fisco, tramite denuncia sul modello unico alla sezione RW, il possesso di somme all'estero.
L'acquisto di Btc come deve essere inquadrato?....qui e altrove, ho trovato 2 pareri diversi:
Il primo pensiero è quello di chi dice che l'acquisto di btc è da considerarsi come un acquisto di un servizio...cambio i miei euro in Btc e con quelli ci compro on-line l'ultimo modello di Iphone  ;D e in ogni caso il Btc non è regolamentato, ancora, e quindi c'è un buco normativo.
La seconda opinione è quella di chi dice che l'acquisto di Btc è un'attività finanziaria perchè può generare profitto e quindi bisogna dichiarare l'invio delle somme.
Come comportarsi??  ??? ??? ???



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 29, 2014, 01:52:46 PM
Non e' facile dire se i bitcoin debbano essere dichiarati o meno nel quadro RW. In piu' con quale codice? E piu' che altro, in quale paese?
Queste le prime domande sulle quali (oltre altre) sto riflettendo.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 02:12:30 PM
Non e' facile dire se i bitcoin debbano essere dichiarati o meno nel quadro RW. In piu' con quale codice? E piu' che altro, in quale paese?
Queste le prime domande sulle quali (oltre altre) sto riflettendo.



Appunto...la dichiarazione dei redditi si avvicina...che ci scriviamo?  ??? ???
Oltre a questo...se si invia del denaro all'estero in più trance, parte nel 2013 e parte nel 2014...si dovrebbe dichiarare solo la parte inviata nel 2013? (visto che la dichiarazione di quest'anno riguarda i redditi del 2013) o tutto?...  ??? ??? ???
Pagare le tasse non piace a nessuno...ma in Italia è anche un esercizio masochistico...  >:(
Una persona onesta che vuole pagare il dovuto e stare apposto con la legge...con la comunità e con la coscienza....deve perdere notti insonni a tradurre il burocratese in lingua italiana....e dopo cercare di capire come applicare le normative...spesso in contrasto tra loro... :(
Ma un metodo normale per pagare le tasse???  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Goldenboyz on March 29, 2014, 05:24:20 PM
sui bitcoin&co e loro tassazione/dichiarazione non è che gli altri paesi stiano messi meglio eh  :P


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 29, 2014, 05:30:42 PM
Scusami stai facendo confusione.
DECRETO LEGGE 167/1990 articolo 4. Dichiarazione annuale per gli investimenti e le attività.
1. Le persone fisiche, gli enti non commerciali e le società semplici ed equiparate ai sensi dell'articolo 5 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, residenti in Italia che, nel periodo d'imposta, detengono investimenti all'estero ovvero attività estere di natura finanziaria, suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia, devono indicarli nella dichiarazione annuale dei redditi. (...) - siveda poi anche il Provvedimento http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/8fe16400423bea74948895eff04d9968/provv+151663.pdf?MOD=AJPERES&amp;CACHEID=8fe16400423bea74948895eff04d9968

Questa la legge.
Il resto sono chiacchere da bar.

Quindi per essere obbligati a indicare i bitcoin (o altre criptovalute) nel quadro RW è necessario che siano:

A. INVESTIMENTI ALL'ESTERO
o in alternativa
B. ATTIVITA' ESTERE DI NATURA FINANZIARIE

Devono essere dichiarate.

Per completezza, il quadro RW è stato modificato a seguito dell’art. 9 L. 97/2013, recante le “Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2013”, che ha apportato alcune rilevanti modifiche al D.L. 167/1990, convertito, con modificazioni, dalla L. 227/1990 contenente la disciplina del cosiddetto “monitoraggio fiscale”.

Rispetto alla disciplina precedente, non è più previsto l’obbligo di monitoraggio con riferimento ai trasferimenti da, verso e sull’estero effettuati con riferimento alle suddette attività.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 05:50:31 PM
Quindi per essere obbligati a indicare i bitcoin (o altre criptovalute) nel quadro RW è necessario che siano:

A. INVESTIMENTI ALL'ESTERO
o in alternativa
B. ATTIVITA' ESTERE DI NATURA FINANZIARIE
Quindi...cosa sono i Btc?....
Un bene?...Un servizio?...un'investimento finanziario?...Un'attività finanziaria?
Rispetto alla disciplina precedente, non è più previsto l’obbligo di monitoraggio con riferimento ai trasferimenti da, verso e sull’estero effettuati con riferimento alle suddette attività.

Quindi posso trasferire all'estero tutti i miei soldi?  ??? ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 29, 2014, 06:23:14 PM
Se sei in grado di rispondere a questa domanda... cosa sono i BTC.... almeno a fini fiscali...
Un bene?: si, sono beni per USA
Un servizio?: si, sono un servizio per la NORVEGIA
un'investimento finanziario? o Un'attività finanziaria?: si sono attività finanziarie per SLOVENIA e  FINLANDIA
Ti manca che sono una VALUTA per la SVEZIA....

I tuoi soldi hai sempre potuto trasferirli all'estero con un bonifico, in qualsiasi momento ed in qualunque parte del mondo, rispettando gli obblighi di monitoragigo fiscale (quadro RW)

 


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 06:51:44 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichiararli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 29, 2014, 07:20:09 PM
Ho sempre fatto dichiarare nel quadro RW tutto, anche sotto soglia. L'update lo conosco....

Sulle somme all'estero c'è l'IVAFE e poi sui redditi DI capitale o DA capitale dovrai pagare le medesime tasse che in Italia, al netto di quelle pagate all'estero.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 29, 2014, 08:43:25 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichirarli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 09:06:01 PM
La soglia dei 10.000 euro vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D

ma l'esenzione si applica solo ai conti correnti e depositi bancari...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 29, 2014, 09:10:05 PM
beh i depositi sono stati fatti tramite bitcoin è lo stesso


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 29, 2014, 09:11:11 PM
Ma la domanda è sempre la solita: qual'è la natura GIURIDICA dei bitcoin? (il fisco segue....)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 29, 2014, 10:01:25 PM
Ma la domanda è sempre la solita: qual'è la natura GIURIDICA dei bitcoin? (il fisco segue....)

esatto...questo è il cardine della questione...cosa sono i btc? ??? ??? ??? ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Spellfire on March 30, 2014, 08:41:24 AM
In Italia (ma non solo) si arriva sempre tardi sulla tecnologia e la sua legislazione.
Oltre a questo il governo attuale pare aver Semplificato l'attivita' alle cose che i Media ritengono piu importanti .

Credo che sia un bene perche se il governo dovesse decidere sulle cose che i giornali italiani Traducono dei Bitcoin gli Unici argomenti sarebbero:
-Speculazione
-Droga
-Soldi PErsi
-Il povero Dorian Nakamoto

Oltre a questo si verifichera come in USa un conflitto di pensieri: Il fisco la pensa in un Modo, i giudici in un altro, la "polizia" in un altro ancora e le commissioni di controllo ancora diversamente. Da Noi avremo Parlamento Europeo in una direzione, Banca Centrale (Mario Draghi) in un ALtra, Polizia e guardia di finanza in un altra ancora.

Questo Limbo fa male perche in Italia con leggi e pemessi necessari si rischia di spendere soldi per adeguarsi ad una legislazione e poi tra cinque  anni ricevere una multa (contestabile...ma sempre di multa si tratta). Ovviamente la multa tra penali, interessi ecc sarebbe molto molto alta.

Oltre a questo speriamo Che in Italia NON si decida dif are quello che si vuole in tutto il mondo, cioe' considerare i Bitcoin una Valuta equiparata a quella straniera: in quel caso i permessi necessari per effettuare cambi, trasferimenti e simili sarebbero colossali..pensate solo che siamo  uno dei pochi  paesi del mondo dove Western Union   opera quasi esclusivamente da DENTRO le banche.

Quindi in Italia  tocchera' (come sempre per le nuove tecnologie) lavorare Borderline.

Ricordo che la prima volta che ho portato al commercialista una ricevuta di Paypal anni orsono, mi guardava come se avessi portato un pezzo di Carta igienica :-)

Invece saranno veloci ad introdurre il permesso di accettare donazioni In BitCoin per campagne elettorali...credo...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: angrynerd88 on March 30, 2014, 09:20:49 PM
http://www.wallstreetitalia.com/article/1680960/bitcoin-saranno-tassati-come-bond-e-titoli-azionari.aspx


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on March 30, 2014, 09:28:39 PM
http://www.wallstreetitalia.com/article/1680960/bitcoin-saranno-tassati-come-bond-e-titoli-azionari.aspx

Letto...però in Usa...in Italia?....Mah  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on March 30, 2014, 09:47:33 PM
Ogni stato segue le sue regole per le imposte dirette. Le uniche regole comuni possono essere relative all'IVA per la Unione Europea.

Ma in tutti i chiarimenti nessuno entra nel merito dell'inquadramento giuridico delle criptovalute.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Spellfire on March 31, 2014, 05:13:08 AM
Ogni stato segue le sue regole per le imposte dirette. Le uniche regole comuni possono essere relative all'IVA per la Unione Europea.

Ma in tutti i chiarimenti nessuno entra nel merito dell'inquadramento giuridico delle criptovalute.

E' Assolutamente corretto quello che hai detto
.
Quello che intendevo dire e' che ad un certo punto l'unione europea potrebbe prendere ufficialmente la posizione (e' un esempio) "Il Bitcoin e' come una valuta straniera" o "Il Bitcoin e'  come un Ticket restaurant"

Questo determinerebbe per gli stati membri la sua natura giuridica (in mancanza di leggi specifiche  i regolamenti della comunita europea hanno valore almeno,  nella giurisprudenza italiani)

CHiarita la natura giuridica , quella fiscale molto spesso vien da se..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Splatters on April 01, 2014, 07:35:51 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichirarli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D
Ma per altre attività finanziare cosa intende?
Se io mando una somma inferiore a 10.000€ su bitstamp o altro sito con conto all'estero, per comprare BTC, devo o no dichiarare questa somma?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on April 01, 2014, 08:09:04 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichirarli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D
Ma per altre attività finanziare cosa intende?
Se io mando una somma inferiore a 10.000€ su bitstamp o altro sito con conto all'estero, per comprare BTC, devo o no dichiarare questa somma?

Non credo che i btc sia regolamentati, resta il fatto che l'invio all'estero di qualunque somma comporta obbligo di dichiarazione o giustificazione valida, ad esempio acquisto di un vettura usata all'estero.
Nel dubbio e per evitare pesanti multe, meglio dichiarare, la tassa da pagare è del 1,5 per mille calcolata sulla base dei giorni di possesso all'estero...sempre poco rispetto a una cartella esattoriale di Avvoltoitalia Equitalia...
Ma se si hanno dubbi, meglio farsi consigliare da persone più esperte e ferrate di me per evitarsi spiacevoli sorprese future  :-\


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: itsjustme on April 03, 2014, 02:57:13 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichirarli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D
Ma per altre attività finanziare cosa intende?
Se io mando una somma inferiore a 10.000€ su bitstamp o altro sito con conto all'estero, per comprare BTC, devo o no dichiarare questa somma?

Non credo che i btc sia regolamentati, resta il fatto che l'invio all'estero di qualunque somma comporta obbligo di dichiarazione o giustificazione valida, ad esempio acquisto di un vettura usata all'estero.
Nel dubbio e per evitare pesanti multe, meglio dichiarare, la tassa da pagare è del 1,5 per mille calcolata sulla base dei giorni di possesso all'estero...sempre poco rispetto a una cartella esattoriale di Avvoltoitalia Equitalia...
Ma se si hanno dubbi, meglio farsi consigliare da persone più esperte e ferrate di me per evitarsi spiacevoli sorprese future  :-\

In che senso?

Ogni prodotto che acquisti all'estero (penso per esempio ad applicazioni da itunes) tramite invio di soldi verso l'estero va dichiarato?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on April 03, 2014, 05:19:19 PM
Sono casi diversi, non credo che acquisti applicazioni da itunes facendo un bonifico direttamente ad apple, ma userai una carta di credito o il credito della sim del tuo smartphone e i tuoi saranno acquisti di beni e per somme modeste.
Diverso è il caso di invio di somme medio-alte fatte direttamente tramite un bonifico bancario internazionale e indirizzato all'acquisto di strumenti finanziari.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dario.93 on April 07, 2014, 12:15:54 PM
Forse questo articolo del sole 24 ore potrebbe essere un pò utile : "Non si dichiara la vincita a poker conseguita all' estero." Non tanto per il poker in se, ma per questo passaggio della sentenza del tribunale :

"I giudici hanno anche sottolineato l'assenza di chiarezza da parte dell'Erario per tali (asseriti) redditi conseguiti all'estero, per i quali non viene nemmeno spiegato come ed in quale misura debbano essere dichiarati. Basta questo per fare ritenere illegittima la sanzione irrogata, non potendosi ravvisare l'elemento della colpevolezza in capo al contribuente, stante la violazione del principio di affidamento e buona fede che deve intercorrere tra stato e contribuente
di Davide Settembre - Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/12tQTQ "

Mi sbaglio o è un passaggio che si potrebbe far tranquillamente valere in caso di disputa con l' erario su guadagni ottenuti coi btc?



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 07, 2014, 12:32:21 PM
Detta Sentenza, pur se interessante per altri aspetti, non la ritengo decisiva.
In particolare la Sentenza si basa sulla carenza probatoria, come può leggersi:  "il ricorrente aveva sollevato il difetto di motivazione dell'atto in quanto non illustrava le ragioni della sanzione, che era quindi fondata solo su dati raccolti su un sito web."  e sulla assenza di una motivazione.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on April 07, 2014, 09:05:55 PM
ok...appurato che posso trasferire i miei soldi all'estero, basta dichirarli.
Su quelle somme c'è una tassazione?

Update...
Il senato ha re-introdotto (D.L. N. 4/2014) la soglia dei 10.000 euro annui oltre la quale scatta l'obbligo della dichiarazione, tale soglia vale solo per i possessori di conti correnti e depositi bancari detenuti all'estero.
La re-introduzione del limite di 10.000 euro annui non si applica alle altre attività finanziarie e patrimoniali detenute all'estero.

beh allora tutto risolto, non dobbiamo dichiarare  :D
Ma per altre attività finanziare cosa intende?
Se io mando una somma inferiore a 10.000€ su bitstamp o altro sito con conto all'estero, per comprare BTC, devo o no dichiarare questa somma?

se sono piccole somme io lascerei perdere

il quanto conta eccome, soprattutto quando si parla di soldi, evadere 100 non è come evadere 10000


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on April 08, 2014, 10:07:03 PM
Nel caso ve lo foste perso:
http://www.brunoleonimedia.it/public/Focus/IBL_Focus_234-De_Caria_Burlone.pdf

E discussione relativa:
https://bitcointalk.org/index.php?topic=555373


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: nickchest on April 21, 2014, 06:33:10 PM
ciao,
sono nuovo del forum, ma lavoro nell'ambito legal dei sistemi di pagamento da diversi anni.
Salvo interventi normativi (più a livello europeo, che nazionale) bitcoin si trova nella situazione di precedenti esperimenti monetari.
Concordo con quelli di IBL per cui l'inquadramento più plausibile è tra i beni immateriale e quale oggetto di permuta/compravendita.
Comunque sto cercando di fare un po' di ordine con un piccolo blog nickchest.tumblr.com.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 21, 2014, 07:45:14 PM
Caro Nick,

attenzione a considerare il bitcoin bene immateriale e oggetto di permuta/vendita poiché in tal cso è assolutamente soggetto ad IVA. Detta conclusione la vedo come un punto di partenza per approfondimenti.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on April 21, 2014, 08:45:47 PM
ciao,
sono nuovo del forum, ma lavoro nell'ambito legal dei sistemi di pagamento da diversi anni.
Salvo interventi normativi (più a livello europeo, che nazionale) bitcoin si trova nella situazione di precedenti esperimenti monetari.
Concordo con quelli di IBL per cui l'inquadramento più plausibile è tra i beni immateriale e quale oggetto di permuta/compravendita.
Comunque sto cercando di fare un po' di ordine con un piccolo blog nickchest.tumblr.com.

Qui ci sono varie critiche al documento dell'IBL
https://bitcointalk.org/index.php?topic=555373.0


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 21, 2014, 09:26:44 PM
Le critiche non sono però sulla parte giuridica tributaria.
Sono nelle definizioni iniziali che, a parer mio, non inficiano le ipotesi dei due autori.
Sono punti di partenza.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 21, 2014, 10:02:37 PM
Concordo anch'io sull'inquadramento come beni immateriali, quindi soggetti ad IVA fintanto che li si commercializza in territorio italiano.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 21, 2014, 10:24:49 PM
Beni immateriali non mi dice nulla.
Cosa è un bene immateriale? (a fini IVA diventa servizio).
Occorre riempirli di contenuto.
Alcuni lo hanno fatto.
In Svezia, quali valute (ancorché ancora pendente l'appello) e quindi esenti.
In UK, quali crediti (ancorché provvisoria) e quindi esenti.
Io sostengo (motivandolo) quali titoli e quindi esenti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 21, 2014, 11:00:38 PM
Come concili il mining con la definizione di titoli?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 21, 2014, 11:51:59 PM
A fini IVA assume rilievo l'oggettività della transazione, quindi irrilevante come sono prodotti.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 22, 2014, 09:02:27 AM
In altri termini chi "produce" non potrà dedurre i costi di produzione? La tua visione mi sembra molto trade oriented.
Dobbiamo metterci in testa che i bitcoin costituiscono una nuova fattispecie e come tale dovranno essere normati. Ricondurli a fattispecie esistenti è una necessità fintanto che il legislatore non deciderà in merito.
Possiamo continuare a filosofeggiare sull'argomento quanto vogliamo. Ciò che deve essere fatto è un interpello all'agenzia delle entrate per avere dei punti di riferimento.
Piuttosto mi chiedo da chi dovrebbe partire la richiesta di interpello. Dal singolo o dalla Bitcoin Foundation?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on April 22, 2014, 09:05:15 AM
Ci sono pareri differenti su questo, nel senso, di richiesta di interpello.
Una pessima risposta potrebbe essere un problema per la sua diffusione, invece una maggiore diffusione-lampo (senza richiesta di interpello) potrebbe mettere alle strette l'agenzia delle entrate, e lasciargli meno spazio per dare risposte negative/limitative.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 22, 2014, 10:00:35 AM
E chi ha parlato di non "deduzione" dei costi di produzione? La mia visione non è trade oriented, ma di conoscenza del sistema tributaria italiano ed europeo oriented.
Stavamo discutendo di inquadramento IVA, e l'IVA è una imposta cd. "indiretta" sui consumi e la scelta è tra imponibilità IVA e esenzione IVA.
Non corcordo sulla necessità di effettuare interpelli all'Agenzia delle Entrate, di regola le risposte sono peggiori della situazione di incertezza. E se interpello deve essere che sia "pesante" e scritto bene.
Non concordo nemmeno sulla necessità di intervento legislativo per la regolazione dei bitcoin. La riconduzione a fattispecie esistenti è possibile, fattibile e dotata di coerenza, basta solamente uno sforzo interpretativo.
Sta uscendo il mio saggio sull'argomento che inquadra la problematica da un punto di vista tributario (Introduzione al trattamento tributario delle valute virtuali: criptovalute e bitcoin, su “Diritto e Pratica Tributaria Internazionale”, Edizioni CEDAM, – n. 1/2014, pag. 27-68), ed in particolare:

1. IVA (imposta sul valore aggiunto) - esenzione IVA
2. Imposte Dirette / Principi Contabili per imprenditori
3. Imposte Dirette per persone fisiche

Ho aperti due problemi:
1. Le attività di mining: limite tra abitualità (reddito di impresa) / occasionalità (redditi occasionali quali attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
2. Dichiarazione quadro RW.

Ho già avuto occasione di colloquiare con Banca d'Italia e con il MEF che stanno monitorando l'argomento e ritengo che l'unico sistema sia mettere intorno ad un tavolo tutti gli attori per fare una guida sull'argomento, con la collaborazione di tutti, piuttosto che un interpello estemporaneo da parte dell'Agenzia delle Entrate non in accordo con Banca d'Italia, Consob e MEF.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on April 22, 2014, 10:06:15 AM
@Capaccioli
Avresti modo e contatti per organizzare un incontro fra Banca d'Italia, Consob, MEF ed esponenti della comunità italiana?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 22, 2014, 10:17:44 AM
@HostFat
Ti rispondo in priv.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 22, 2014, 11:03:26 AM
E chi ha parlato di non "deduzione" dei costi di produzione? La mia visione non è trade oriented, ma di conoscenza del sistema tributaria italiano ed europeo oriented.
Stavamo discutendo di inquadramento IVA, e l'IVA è una imposta cd. "indiretta" sui consumi e la scelta è tra imponibilità IVA e esenzione IVA.
Non corcordo sulla necessità di effettuare interpelli all'Agenzia delle Entrate, di regola le risposte sono peggiori della situazione di incertezza. E se interpello deve essere che sia "pesante" e scritto bene.
Non concordo nemmeno sulla necessità di intervento legislativo per la regolazione dei bitcoin. La riconduzione a fattispecie esistenti è possibile, fattibile e dotata di coerenza, basta solamente uno sforzo interpretativo.
Sta uscendo il mio saggio sull'argomento che inquadra la problematica da un punto di vista tributario (Introduzione al trattamento tributario delle valute virtuali: criptovalute e bitcoin, su “Diritto e Pratica Tributaria Internazionale”, Edizioni CEDAM, – n. 1/2014, pag. 27-68), ed in particolare:

1. IVA (imposta sul valore aggiunto) - esenzione IVA
2. Imposte Dirette / Principi Contabili per imprenditori
3. Imposte Dirette per persone fisiche

Ho aperti due problemi:
1. Le attività di mining: limite tra abitualità (reddito di impresa) / occasionalità (redditi occasionali quali attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente)
2. Dichiarazione quadro RW.

Ho già avuto occasione di colloquiare con Banca d'Italia e con il MEF che stanno monitorando l'argomento e ritengo che l'unico sistema sia mettere intorno ad un tavolo tutti gli attori per fare una guida sull'argomento, con la collaborazione di tutti, piuttosto che un interpello estemporaneo da parte dell'Agenzia delle Entrate non in accordo con Banca d'Italia, Consob e MEF.

Stavamo parlando di inquadramento fiscale del bitcoin. Imposte dirette e indirette ne sono una conseguenza.
Posso rivalutare la mia posizione sul discorso legato all'interpello: pensavo bastasse il coinvolgimento della Bitcoin Foundation per considerare meno "estemporanea" la richiesta. Ma evidentemente non è così.
Continuo invece a vedere lacune sull'applicabilità delle fattispecie esistenti ai bitcoin. Se i bitcoin sono "titoli", come suggerisci, chi è l'ente emittente?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 22, 2014, 11:40:45 AM
L'inquadramento tributario non può prescindere dall'inquadramento giuridico.
E le imposte dirette seguono logiche diverse da quelle indirette.

"Se i bitcoin sono "titoli", come suggerisci, chi è l'ente emittente?"

Una critica in parte condivisibile, ma la definizione di titolo è aperta: a security is a tradable asset of any kind.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 23, 2014, 04:44:21 AM
L'inquadramento tributario non può prescindere dall'inquadramento giuridico.
E le imposte dirette seguono logiche diverse da quelle indirette.

"Se i bitcoin sono "titoli", come suggerisci, chi è l'ente emittente?"

Una critica in parte condivisibile, ma la definizione di titolo è aperta: a security is a tradable asset of any kind.



Lo sarebbe se ci si limitasse a leggere la prima frase di wiki. Il capoverso successivo cita infatti: The company or other entity issuing the security is called the issuer.
Se vogliamo mantenerci in ambito wiki, versione italiana, questa è la definizione: In finanza il termine titolo indica genericamente quello strumento finanziario che identifica l'impiego di capitale come finanziamento di quote di debito o quote di capitale di un ente, pubblico o privato (impresa).

Dall'alto della tua conoscenza del sistema tributario italiano ed europeo, mi sarei aspettato il riferimento ad una qualche norma che inquadrasse giuridicamente - a livello italiano ed europeo - il "titolo" e la traslabilità di tale definizione ai bitcoin.
Di fatto stai involontariamente dimostrando quello che già si sapeva: le cryptovalute sono una fattispecie non inquadrabile con l'attuale giurisprudenza.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 23, 2014, 07:35:29 PM
La discussione vertiva sull'inquadramento tributario e in tale normativa ho inquadrato le criptovalute.
Certo che attendere un 'messia' che risolva in un forum la natura giuridica dei bitcoin mi pare riduttivo e semplicistico.
Le mie idee le ho scritte e pubblicate, indicando proprieta' e caratteristiche delle criptovalute, propendendo per un approccio a-sistematico, vista la natura ibrida, polimorfa, pseudonima e ubiqua delle stesse.
In campo tributario, per ratio e 'non definizione' del concetto di titolo, quest'ultimo meglio si attaglia alle criptovalute.
Non mi pare questo il luogo adatto a sciorinare sentenze e articoli di norma.
La citazione wiki l'ho messa per semplificazione, ma il concetto di titolo ritengo sia aperto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on April 23, 2014, 08:42:44 PM
La discussione vertiva sull'inquadramento tributario e in tale normativa ho inquadrato le criptovalute.
Certo che attendere un 'messia' che risolva in un forum la natura giuridica dei bitcoin mi pare riduttivo e semplicistico.
Le mie idee le ho scritte e pubblicate, indicando proprieta' e caratteristiche delle criptovalute, propendendo per un approccio a-sistematico, vista la natura ibrida, polimorfa, pseudonima e ubiqua delle stesse.
In campo tributario, per ratio e 'non definizione' del concetto di titolo, quest'ultimo meglio si attaglia alle criptovalute.
Non mi pare questo il luogo adatto a sciorinare sentenze e articoli di norma.
La citazione wiki l'ho messa per semplificazione, ma il concetto di titolo ritengo sia aperto.

Diffido per atavico istinto dei "messia", non ne auspico dunque la venuta. Hai formulato una tesi, ho sollevato delle obiezioni, hai risposto con altre tesi. La dimostrazione latita: non c'è bisogno di sciorinare norme o sentenze. Non siamo in un'aula di tribunale.
Mi accontento di sapere come hai pensato (se ci hai pensato) di superare gli scogli dell'ente emittente e del valore di emissione nell'assimilare le criptovalute ai titoli.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 23, 2014, 09:25:35 PM
In campo logico, forse  potresti anche aver ragione.
Ho affermato che in campo tributario sono assimilabili a titoli.
Per essere precisi a fini IVA sono (per me) assimilabili a titoli di cui al 135 dir 112/2006/CE.
A fini imposte dirette, a titoli non rappresentativi di merce (art. 67).
La dimostrazione che chiedi non puo' essere svolta con le modalita' che vorresti, anche perche' le definizioni giuridiche, talvolta, non seguono quelle finanziarie e/o di linguaggio comune.
Non sostengo che siano titoli tout court, ma nella definizione tributaria non e' richiesto ne' emittente ne' valore di emissione.
A fini IVA assume rilievo la base imponibile (e qui subentra la permuta), a fini delle imposte la differenza tra valore di carico e il corrispettivo percepito.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on April 23, 2014, 10:40:45 PM
A supporto del mio pensiero.

Da ciò i bitcoin e le criptovalute non sono suscettibili di una definizione generale, condivisa e condivisibile, rendendo vano ogni sforzo di inquadramento.
Purtuttavia è possibile, con un approccio a-sistemico, calare la criptovaluta nei vari aspetti del diritto verificandone le norme applicabili.
La non definibilità e sfuggevolezza del concetto costringono quindi l’interprete a entrare nelle branche del diritto di interesse (Diritto dei Mercati Finanziari, Diritto Tributario - Imposte Dirette e Imposte Indirette, Diritto Antiriciclaggio) ed all’interno del paradigma tracciato dal quadro di quella normativa, individuare la definizione adatta ed applicabile per la criptovaluta, con la consapevolezza che l’inquadramento raggiunto per quell’aspetto potrebbe non essere esteso agli altri aspetti normativi.
Detto metodo interpretativo terrà in considerazione le caratteristiche delle criptovalute che saranno maggiormente rilevanti per quel determinato quadro normativo, nella consapevolezza che il poliformismo può comportare una necessaria rivisitazione continua.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: tryexcept on April 24, 2014, 07:54:02 AM
Il discorso e' molto interessante ma sconsiglio a chiunque di 'affidarsi' a queste interpretazioni che richiedono diversi sforzi finche' la situazione normativa non e' chiarificata da chi di dovere.

Per quanto e' pazzesco il pensare di dover aggiungere l'IVA alle transazioni BTC in italia e' secondo me la interpretazione piu' solida e tradizionale ma sopratutto quella meno rischiosa. Premetto che non sono avvocato ma che ho parlato con diversi avvocati tax e corporate e commercialisti.

Banalmente trovo molto meno forzata la similitudine all'oro e metalli di valore ma e' pur sempre uno sforzo interpretativo ma con questo non intendo escludere l'interpretazione di Capaccioli che e' comunque una possibilita'.

Fino a poco fa la situazione in UK era molto simile a quella Italiana (+VAT/IVA) e la soluzione non e' stata di trovare interpretazioni favorevoli ma di aprire un dialogo con la 'tax authority', nel caso di UK la HMRC e chiarire le esigenze e  ottenere delle linee guida che se seguite vi permettono di operare in tutta serenita'.

http://www.bbc.com/news/business-26426550

Quindi bisognerebbe iniziare a spingere per aprire un dialogo e chiarire al costo di ottenere una risposta stupida e che renda bitcoin inusabile in italia piuttosto che vivere nel buio.

Comunque tutto questo mi sembra molto un esercizio didattico visto che aprire una attivita' all'estero ma in EU costa meno che in italia (a parita' di struttura) e offre di operare in tutta l'europa (inclusa l'italia) ma seguendo le normative locali (vedi UK, Germania, Cipro, etc) che interpretano e normano il bitcoin in modo sicuramente piu' chiaro e favorevole che l'italia.

Poi ovviamente se siete residenti in italia dovrete pagare le vostre tasse in italia ma questo e' un'altro discorso.

Trovo anche che una possibile fuga di 'start up' e 'cervelli' dall'italia possa spingere il governo italiano a portarsi in linea con la normativa di questi paesi 'favorevoli', per appunto evitare questa 'fuga', ma e' solo una sperenza :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on May 03, 2014, 01:27:20 PM
Dal Rapporto sulla Stabilità Finanziaria di Banca D'Italia (http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/stabilita-finanziaria/rapporto-stabilita-finanziaria/2014/rsf_2014_1/stabfin_1_2014/rapporto_stabilita_finanziaria_1_2014.pdf), pagina 43. Di seguito il testo.


Nell’ultimo anno è cresciuto l’interesse per le monete virtuali, la cui diffusione ha riguardato soltanto in misura marginale il nostro paese. Come per altre forme di innovazione finanziaria, la Banca d’Italia, insieme alle altre componenti dell’eurosistema, segue l’evoluzione del fenomeno per valutarne benefici e rischi. Le monete virtuali, tuttavia, non sono assimilabili alla moneta legale e i loro utilizzatori non sono tutelati dai rischi a esse associati (cfr. il riquadro:La diffusione e i rischi delle monete virtuali: il caso Bitcoin)
Una moneta virtuale è un tipo di moneta digitale non regolamentata, emessa e controllata in base ad algoritmi informatici, che può essere accettata su base volontaria dalle parti di una transazione come mezzo di pagamento alternativo alla moneta legale (1). Bitcoin è la moneta virtuale che ha acquistato più rilevanza nell’ultimo anno, pur risultando limitata la sua diffusione in Italia.
Le unità di Bitcoin possono essere acquisite partecipando con proprie risorse informatiche alla creazione di nuova moneta o acquistandole con valuta legale su mercati telematici generalmente non regolamentati.
Al momento vi sono circa 12,5 milioni di unità di Bitcoin in circolazione, per un controvalore in euro pari a circa 6 miliardi (al cambio medio di marzo 2014).
Bitcoin, come le altre monete virtuali, ha un valore puramente fiduciario, che non è controllato o garantito da alcun istituto di emissione centrale. Anche per questa ragione è molto variabile, con rischi non trascurabili per i detentori. Sulla base delle informazioni disponibili, alla fine di marzo del 2014 il controvalore in euro di una unità di Bitcoin si era dimezzato rispetto al picco raggiunto nei primi giorni di dicembre del 2013, registrando nel periodo oscillazioni medie giornaliere pari a circa il 4 per cento, con punte di oltre il 10.
Da ricerche condotte a livello internazionale emerge che la maggior parte delle unità di Bitcoin sarebbe detenuta per fini speculativi; l’anonimato che caratterizza le transazioni, facilitando la possibile elusione dei vincoli normativi al trasferimento di fondi, rende inoltre questa valuta virtuale utilizzabile per finalità illecite. Non sono noti casi in cui Bitcoin sia stato utilizzato in modo significativo da intermediari finanziari regolamentati; non sono state quindi sinora riscontrate conseguenze per la stabilità del sistema finanziario o per il meccanismo di trasmissione della politica monetaria.(1) Cfr. BCE, Virtual currency schemes, 2012 (http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/other/virtualcurrencyschemes201210en.pdf)
Al momento i rischi maggiori legati all’utilizzo di Bitcoin – oltre a quelli di un impiego a fini illeciti – sono riconducibili a profili di tutela del consumatore: un’importante piattaforma giapponese di deposito e scambio di Bitcoin ha di recente cessato di funzionare, determinando perdite rilevanti per i suoi utilizzatori. A livello europeo si osserva un diffuso consenso sull’opportunità di definire una disciplina armonizzata in materia di moneta virtuale.
Attualmente, in caso di perdita di unità di Bitcoin (ad esempio furto da parte di hacker, chiusura delle piattaforme di scambio presso cui sono detenute), gli utenti sono privi di forme di tutela. L’autorità bancaria europea (European Banking Authority, EBA) ha pubblicato lo scorso dicembre un’avvertenza per sensibilizzare i consumatori circa i rischi insiti nell’utilizzo delle monete virtuali. (EBA, Warning to consumers on virtual currencies, 2013 (http://www.eba.europa.eu/documents/10180/598420/EBA_2013_01030000_IT_TRA.pdf)




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: puffer on May 03, 2014, 07:04:13 PM
Quoto Capaccioli, la discussione stà diventando interessante, prenderei le distanze dal documento di BI e dell'EBA, dalla prima in quanto di fatto Ente privato, dalla seconda, per lo stesso motivo.
Avvisare i consumatori dei rischi che incorrono utilizzando le Crittovalute mi suona un pò come dire non comprate quel prosciutto o quel salame.
Ho semplificato per endere bene l'idea.
Detto questo ottimo contributo :)
Saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Micio on May 03, 2014, 07:58:32 PM
+1, vi seguo con attenzione. Potrebbe cambiare il futuro delle monete matematiche in Italia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on May 04, 2014, 12:49:08 PM
Mi fa sorridere che parlino di monete virtuali, quando è invece la moneta fiat ad essere quasi totalmente virtuale. Del resto già la BCE si era espressa a suo tempo usando la stessa terminologia (vedasi la mia firma).

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on May 04, 2014, 12:59:37 PM
Mi fa sorridere che parlino di monete virtuali, quando è invece la moneta fiat ad essere quasi totalmente virtuale. Del resto già la BCE si era espressa a suo tempo usando la stessa terminologia (vedasi la mia firma).

Ciao!


Probabilmente perché "virtuale" non è il termine esatto. Mentre parlando di bitcoin il termine virtuale è corretto, per la moneta reale si dovrebbe parlare di de-materializzazione ;)



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on May 04, 2014, 03:07:57 PM
parlando di bitcoin il termine virtuale è corretto
No, non è corretto. Proprio per niente.

Si può parlare di moneta matematica, o di moneta digitale, ma assolutamente non di moneta virtuale. Virtuale è qualcosa di simulato, di non reale, o qualcosa di potenziale.

I bitcoin estratti invece sono concretissimi, seppure impalpabili. Non si può dire la stessa cosa della moneta fiat: lì di reale c'è al massimo un 10% della massa monetaria, sotto forma di oro; il resto è pura finzione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on May 04, 2014, 03:22:08 PM
mi ricordo un video dove hostfat iniziò uno dei suoi discorsi sottolineando che è meglio parlare di digitale e non di virtuale


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 04, 2014, 03:56:46 PM
mi ricordo un video dove hostfat inizio uno dei suoi discorsi sottolineando che è meglio parlare di digitale e non di virtuale
;D

Il valore delle monete fiat è virtuale e imposto, quello del Bitcoin è basato sul rischio e le scelte "reali" di "tutte" le entità che vi partecipano.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ervalvola on May 04, 2014, 09:54:21 PM
lì di reale c'è al massimo un 10% della massa monetaria, sotto forma di oro

In che senso?

Il valore delle monete fiat è virtuale e imposto, quello del Bitcoin è basato sul rischio e le scelte "reali" di "tutte" le entità che vi partecipano.

Nsummah... dire che il valore è "imposto" mi pare un po' un'esagerazione... casomai "manipolato" mi sembra più adatto; io di solito punto sul fatto che il "valore" sia delle monete fiat che di quelle matematiche è deciso sul mercato, con la differenza che nel caso delle criptovalute nessuno può stampare, distribuire a piacimento ed influire sul prezzo (oltre che essere un buon argomento, è essenzialmente la realtà dei fatti).

Poi aggiungo anche che "stampare moneta", se utilizzato a fin di bene, sarebbe una risorsa essenziale per la comunità, ma tant'è :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 04, 2014, 10:15:12 PM
Se sei costretto ad accettare qualcosa (per ripagarti i debiti), e sei costretto ad usare solo e soltanto quella in certi casi (pagare le tasse), il valore è imposto ;)
Se si è costretti ad usare una cosa, e cioè a comprarla, significa che questa cosa avrà un valore imposto, imposto con la forza, e quindi un valore virtuale e non reale.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on May 04, 2014, 11:01:03 PM
In realtà il valore della moneta è più complessa, visto che risente dall' oscillazione dei mercati, dal PIL , dall' inflazione, etc etc etc


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 04, 2014, 11:07:55 PM
Sono tutte cose che nascono dopo il "primo obbligo" ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Mosesh on May 05, 2014, 08:10:12 AM
lì di reale c'è al massimo un 10% della massa monetaria, sotto forma di oro

In che senso?


Immagino faccia riferimento alla riserva frazionaria.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on May 05, 2014, 09:09:44 AM
Sono tutte cose che nascono dopo il "primo obbligo" ;)

Mhh si e no. Le tasse le paghi in percentuale, quindi non è un reale valore di scambio che viene attribuito. E' anche vero che l' aliquota è variabile a scaglioni (quindi sul valore), ma non definisce un vero e proprio potere di acquisto.

In ogni caso siamo tutti d'accordo che il valore dei Bitcoin è dato dalla comunità, ma purtroppo non è possibile svincolarsi dai grossi trader, i quali spostando ingenti quantità di moneta manipolano, defacto, il mercato esattamente come avviene con le FIAT. La differenza stà nel fatto che mentre per le monete riconosciute esiste un' organo che tutela dai giochetti speculativi, qui sei allo sbando più totale.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 05, 2014, 09:22:47 AM
Sono tutte cose che nascono dopo il "primo obbligo" ;)

Mhh si e no. Le tasse le paghi in percentuale, quindi non è un reale valore di scambio che viene attribuito. E' anche vero che l' aliquota è variabile a scaglioni (quindi sul valore), ma non definisce un vero e proprio potere di acquisto.
Non cambia se è in percentuale e quant'altro.
Se chi guadagna lo fa in una moneta, e potesse pagare le tasse con quella, non avrebbe motivo di "comprarne" altre.
Se manca quindi chi la compra, che valore ha questa moneta? E chi la usa? :) (in questo caso l'euro)

In ogni caso siamo tutti d'accordo che il valore dei Bitcoin è dato dalla comunità, ma purtroppo non è possibile svincolarsi dai grossi trader, i quali spostando ingenti quantità di moneta manipolano, defacto, il mercato esattamente come avviene con le FIAT. La differenza stà nel fatto che mentre per le monete riconosciute esiste un' organo che tutela dai giochetti speculativi, qui sei allo sbando più totale.
Quindi è uguale, ma nelle monete fiat c'è un organo che tutela i giochetti speculativi?  ???
Gli organi che tutelano sono quelli che limitano l'accesso al mercato dei cambi. (sia per chi fornisce il servizio di cambio, sia per chi vuol mettere fondi)
Altra differenza con le FIAT, che dovrebbe essere ormai la base, è che certo i grossi trader possono si spostare grosse quantità di denaro e cercare di manipolare il mercato, ma per ogni errore che fanno, non c'è una banca "amica" che possa salvarli/finanziarli.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on May 05, 2014, 01:22:19 PM
lì di reale c'è al massimo un 10% della massa monetaria, sotto forma di oro

In che senso?


Immagino faccia riferimento alla riserva frazionaria.
Più che altro alla riserva monetaria (riserve auree). La riserva frazionaria è quel meccanismo perverso che ha portato ad avere delle riserve auree così tanto limitate.

Infatti il grosso della massa monetaria non viene creata dalla zecca tramite la stampa di banconote, ma proprio dalle banche private tramite la riserva frazionaria. Gli unici a guadagnarci da questo giochetto sono le banche stesse.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ervalvola on May 05, 2014, 07:48:05 PM
lì di reale c'è al massimo un 10% della massa monetaria, sotto forma di oro

In che senso?


Immagino faccia riferimento alla riserva frazionaria.
Più che altro alla riserva monetaria (riserve auree). La riserva frazionaria è quel meccanismo perverso che ha portato ad avere delle riserve auree così tanto limitate.

Infatti il grosso della massa monetaria non viene creata dalla zecca tramite la stampa di banconote, ma proprio dalle banche private tramite la riserva frazionaria. Gli unici a guadagnarci da questo giochetto sono le banche stesse.

Ciao!

Ah! Pensavo ti riferissi ad uno strano Gold Standard al 10% e quindi non capivo!
Certo, il credito bancario (la maggior parte della moneta in circolazione) è garantito da tutta una serie di assets (primi tra i quali i titoli di stato) tra cui c'è anche l'oro, quindi + oro ---> + credito (moneta)

Ma è una relazione indiretta...

meglio chiarire perchè c'è un sacco di gente che pensa ancora che gli euro siano "convertibili" in grammi d'oro ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: tryexcept on May 07, 2014, 01:26:03 PM
Concordo con HostFat, le tasse denominate in una certa moneta come l'euro obbligano le persone a procurarsene (poi il fatto che la maggior parte commercia in questa moneta e quindi ne ha già è una cosa secondo me consequenziale al fatto che le tasse siano denominate in tale moneta).

Lo stesso discorso vale anche per il dollaro ma sopratutto il petrodollar no?
Se non sbaglio, almeno fino a poco tempo fa, era impensabile (vedi forte causa di guerra) di acquistare petrolio in una moneta diversa dal dollaro, ed ecco che tutti quanti sono obbligati ad usare il dollaro, a comprarlo, alzandone il valore e forzando i paesi ad averne una riserva (se non vogliono essere troppo a rischio).

 Poi ci sono anche altre fattori (tipo oligopolio/cartello) ma non vorrei divagare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on June 01, 2014, 09:45:03 PM
"Iva e crittovalute - Introduzione Tributaria"

Slide dello Studio Capaccioli - Stefano Capaccioli

http://ow.ly/xv012


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: advanced on June 05, 2014, 06:03:50 PM
"Iva e crittovalute - Introduzione Tributaria"

Slide dello Studio Capaccioli - Stefano Capaccioli

http://ow.ly/xv012

tnx, super utile!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Italian Technology on June 08, 2014, 01:20:06 AM
"Iva e crittovalute - Introduzione Tributaria"

Slide dello Studio Capaccioli - Stefano Capaccioli

http://[Suspicious link removed]/xv012

Il documento e' stato di grande aiuto! Volevo spere se e' possibile sapere a quando risale questa documentazione?
Grazie


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on June 12, 2014, 08:40:47 PM
La presentazione tiene conto della documentazione apparsa fino all'ultima settimana di Maggio e consiste solo in interpretazioni ufficiali, senza tener conto di interviste, opinioni e tutto cio' che riveste carattere ufficiale.
Ho appena inviato a COINDESK un contributo su VAT and BITCOIN, con ulteriori novita' e recupero di altre posizioni.
Stiamo (con gli unici altri che scrivono e approfondiscono la materia) creando un sito di discussione / informazione..
Stay Tuned


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: trunzo on July 04, 2014, 03:29:56 PM
Ragazzi, ho ca 50 bitcoin da vendere! Quante tasse dovrei pagare, e in qualche modo? Qualcuno ha esperienza?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 05, 2014, 09:59:55 AM
Premetto che non ho alcuna autorità in materia legale/fiscale, e che quindi tutto ciò che segue è da prendersi come l'opinione di un utente di un forum.

Ragazzi, ho ca 50 bitcoin da vendere! Quante tasse dovrei pagare, e in qualche modo?
Se si tratta di una vendita occasionale tra privati, niente. È come vendere un quadro.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 05, 2014, 11:09:56 AM
E' vendita occasionale tra privati, ma secondo me assume rilevo a fini tributari quale redditi da capitale, con imponibilita' sul capital gain.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on July 05, 2014, 11:47:42 AM
E' vendita occasionale tra privati, ma secondo me assume rilevo a fini tributari quale redditi da capitale, con imponibilita' sul capital gain.

Per qualsiasi cifra? Non c'e' un limite annuale per le transazioni occasionali marginali sotto il quale non si dichiara/paga?
E i costi come si dimostrano/deducono? Se no e' il 26% di tutto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 05, 2014, 11:54:58 AM
Premetto che non ho alcuna autorità in materia legale/fiscale, e che quindi tutto ciò che segue è da prendersi come l'opinione di un utente di un forum.

Ragazzi, ho ca 50 bitcoin da vendere! Quante tasse dovrei pagare, e in qualche modo?
Se si tratta di una vendita occasionale tra privati, niente. È come vendere un quadro.
50 BTC sono ~23000€... va bene "occasionale", ma sarei molto molto stupito se oltre una certa cifra non scattasse un regime differente...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 05, 2014, 12:16:52 PM
Le risposte le trovi nell'ar. 67 e 68 del TUIR.e
Non e' possibile dare una risposta in generale ma occorre analizzare e documentare il valore di carico.
E il capital Gain al 20/26%


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 05, 2014, 12:24:46 PM
secondo me assume rilevo a fini tributari quale redditi da capitale, con imponibilita' sul capital gain.
Un commercialista con cui ho collaborato non era dello stesso parere. Secondo lui non c'è niente da pagare, per qualunque cifra. È come aver ricevuto in dono un quadro da un artista sconosciuto, che ad un certo punto diventa famosissimo.

Chiaramente se l'attività diventa strutturata e abituale (professionale), il discorso cambia.

Ripeto, tutto da prendersi con le pinze.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Cerbix on July 05, 2014, 12:55:30 PM
secondo me assume rilevo a fini tributari quale redditi da capitale, con imponibilita' sul capital gain.
Un commercialista con cui ho collaborato non era dello stesso parere. Secondo lui non c'è niente da pagare, per qualunque cifra. È come aver ricevuto in dono un quadro da un artista sconosciuto, che ad un certo punto diventa famosissimo.

Chiaramente se l'attività diventa strutturata e abituale (professionale), il discorso cambia.

Ripeto, tutto da prendersi con le pinze.

Ciao!

Questo ragionamento può essere valido per i BTC ricevuti come premio per aver risolto un blocco... ma se io ho acquistato quei BTC il discorso credo cambi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 05, 2014, 01:44:09 PM
Equiparare i Bitcoin a un quadro mi pare una versione semplicistica e riduttiva. Quale è' il ragionamento giuridico sottostante?
I Bitcoin minati assumono un altro rilievo reddituale, quelli acquistati e venduti un altro.
Se qualcuno ne sostiene la non imponibilità lo scriva, lo motivi e lo pubblichi da qualche parte così posso valutarne la consistenza giuridica ma per ora ne sostengo la imponibilità quale reddito da capitale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 05, 2014, 04:22:35 PM
Equiparare i Bitcoin a un quadro mi pare una versione semplicistica e riduttiva.
Ribadendo che non sono un tecnico, da quel che ricordo il suo discorso partiva dall'escludere che si trattasse di una moneta o di un titolo. Per esclusione restava solo da inquadrarlo come un bene, e più precisamente come un bene immateriale. Per il mining invece non aveva una visione chiarissima, e reputava complicato dare un consiglio ai miner su come stare tranquilli dal punto di vista fiscale.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 05, 2014, 10:54:40 PM
Non è propriamente il mio pensiero.
Qui stiamo parlando di imposte dirette, non di IVA e la mia soluzione consiste in un approccio asistemico, quindi la soluzione a fini IVA non necessariamente equiVale a quelle delle imposte dirette.
Nel TUIR possono rientrare nei redditi da capitale i redditi derivanti da capital gain.
Sul miner vi sono più difficoltà a fini IVA , per le imposte dirette costituisce reddito ma occorre verificarne la natura.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 08:15:49 AM
raga ho letto un po' e non ci ho capito molto...

ponendo di fare 1btc al mese devo pagare qualcosa a qualcuno?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 06, 2014, 09:00:29 AM
raga ho letto un po' e non ci ho capito molto...

ponendo di fare 1btc al mese devo pagare qualcosa a qualcuno?
Di fare come?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 09:10:26 AM
raga ho letto un po' e non ci ho capito molto...

ponendo di fare 1btc al mese devo pagare qualcosa a qualcuno?
Di fare come?

minando :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Cerbix on July 06, 2014, 09:56:34 AM
raga ho letto un po' e non ci ho capito molto...

ponendo di fare 1btc al mese devo pagare qualcosa a qualcuno?
Di fare come?

minando :)

Tanti soldi al tuo gestore di energia  8)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 09:57:43 AM
raga ho letto un po' e non ci ho capito molto...

ponendo di fare 1btc al mese devo pagare qualcosa a qualcuno?
Di fare come?

minando :)

Tanti soldi al tuo gestore di energia  8)

no problem quello :)
se mi confermate che ad oggi non c'è nulla da dichiarare sto tranquillo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Cerbix on July 06, 2014, 01:43:13 PM
Ad oggi non esiste alcuna normativa... e per il minning la questione è ancora più complessa soprattutto se vuoi convertirli in fiat.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 01:46:19 PM
Ad oggi non esiste alcuna normativa... e per il minning la questione è ancora più complessa soprattutto se vuoi convertirli in fiat.

sono due giorni che cerco una risposta univoca..
io vorrei minare e convertire in euro, sono uno studente ma utilizzerei il contratto per la fornitura elettrica del ristorante di famiglia, mio padre m ha chiesto di informarmi bene, come e se vanno dichiarati..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 06, 2014, 02:08:26 PM
Ad oggi non esiste alcuna normativa... e per il minning la questione è ancora più complessa soprattutto se vuoi convertirli in fiat.

sono due giorni che cerco una risposta univoca..
io vorrei minare e convertire in euro, sono uno studente ma utilizzerei il contratto per la fornitura elettrica del ristorante di famiglia, mio padre m ha chiesto di informarmi bene, come e se vanno dichiarati..
La risposta, a quanto ho capito, è "non lo sa nessuno, lo stato ti odia".

Ovvero se vuoi pagare non puoi pagare, ma non importa e ti multeranno lo stesso.

Fai due conti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 02:11:14 PM
Ad oggi non esiste alcuna normativa... e per il minning la questione è ancora più complessa soprattutto se vuoi convertirli in fiat.

sono due giorni che cerco una risposta univoca..
io vorrei minare e convertire in euro, sono uno studente ma utilizzerei il contratto per la fornitura elettrica del ristorante di famiglia, mio padre m ha chiesto di informarmi bene, come e se vanno dichiarati..
La risposta, a quanto ho capito, è "non lo sa nessuno, lo stato ti odia".

Ovvero se vuoi pagare non puoi pagare, ma non importa e ti multeranno lo stesso.

Fai due conti.


e come fa chi ha farm grosse?
preghi che non ti controllino mai XD


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 06, 2014, 02:14:55 PM
e come fa chi ha farm grosse?
preghi che non ti controllino mai XD
Dubito fortemente esistano farm grosse in Italia: ha senso farle solo dove il costo dell'elettricità è molto più basso.
L'unico mining esistente qui può essere o hobbistico oppure per i rari casi in cui vuoi convertire EUR in BTC senza fare trading di alcun tipo (dunque paghi in EUR un miner che produce BTC e ti tieni i BTC).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Maurosxxx on July 06, 2014, 02:17:49 PM
e come fa chi ha farm grosse?
preghi che non ti controllino mai XD
Dubito fortemente esistano farm grosse in Italia: ha senso farle solo dove il costo dell'elettricità è molto più basso.
L'unico mining esistente qui può essere o hobbistico oppure per i rari casi in cui vuoi convertire EUR in BTC senza fare trading di alcun tipo (dunque paghi in EUR un miner che produce BTC e ti tieni i BTC).


poniamo un miner da 1btc al mese, credo sia normale poi volerlo riportare in euro per fare roi, no?
avevo letto che si poteva dichiarare come altri redditi, oppure fino a 10000 euro il problema non si poneva..


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 06, 2014, 02:27:26 PM
Cerco di dare un principio.
L'attivita' di miner e' reddito diverso d'impresa se svolta non abitualmente, reddito di impresa se abituale.
Non vi e' nessun limite quantitativo  ne' inferiore o superiore per definire il concetto di abitualita' che resta 'incerto' e valutabile caso per caso.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sampei7777 on July 07, 2014, 04:30:50 PM
Cerco di dare un principio.
L'attivita' di miner e' reddito diverso d'impresa se svolta non abitualmente, reddito di impresa se abituale.
Non vi e' nessun limite quantitativo  ne' inferiore o superiore per definire il concetto di abitualita' che resta 'incerto' e valutabile caso per caso.


OK

Ipotizziamo di fare un'azienda che abbia come oggetto sociale "mining di criptovalute".
In questo caso ovviamente si parla di reddito di impresa.

Ma il mio problema è: quando porto i miei BTC a bitstamp e loro mi fanno il bonifico degli euro, io come giustifico con il fisco quell'entrata? Perchè non ho un soggetto a cui poter fare una fattura o una ricevuta fiscale.

Ho anche contattato bitstamp e loro mi hanno detto di non poter assolutamente emettere o ricevere fattura per i bitcoin scambiati, in quanto loro si limitano e far incontrare domanda e offerta di altre persone che partecipano con i fondi propri.

Tra l'altro la problematica si pone anche se vogliamo inquadrare il mining come prestazione occasionale (il famoso limite dei 5000 EUR annui): manca sempre la controparte a cui emettere la ricevuta.

 


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Simo91 on July 07, 2014, 08:33:20 PM
Cerco di dare un principio.
L'attivita' di miner e' reddito diverso d'impresa se svolta non abitualmente, reddito di impresa se abituale.
Non vi e' nessun limite quantitativo  ne' inferiore o superiore per definire il concetto di abitualita' che resta 'incerto' e valutabile caso per caso.


OK

Ipotizziamo di fare un'azienda che abbia come oggetto sociale "mining di criptovalute".
In questo caso ovviamente si parla di reddito di impresa.

Ma il mio problema è: quando porto i miei BTC a bitstamp e loro mi fanno il bonifico degli euro, io come giustifico con il fisco quell'entrata? Perchè non ho un soggetto a cui poter fare una fattura o una ricevuta fiscale.

Ho anche contattato bitstamp e loro mi hanno detto di non poter assolutamente emettere o ricevere fattura per i bitcoin scambiati, in quanto loro si limitano e far incontrare domanda e offerta di altre persone che partecipano con i fondi propri.

Tra l'altro la problematica si pone anche se vogliamo inquadrare il mining come prestazione occasionale (il famoso limite dei 5000 EUR annui): manca sempre la controparte a cui emettere la ricevuta.

 

Avevo letto un altro topic ove facevano questa proposta:

vai su www.bitgild.com e con i btc guadagnati compra dell'oro

Vendi l'oro a un compro oro il quale ti rilascerà regolare ricevuta


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 07, 2014, 08:52:03 PM
Avevo letto un altro topic ove facevano questa proposta:

vai su www.bitgild.com e con i btc guadagnati compra dell'oro

Vendi l'oro a un compro oro il quale ti rilascerà regolare ricevuta
E come giustifichi quest'oro "uscito dal nulla"?
Mi sembra solo uno spostare il problema.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Simo91 on July 07, 2014, 09:06:54 PM
Avevo letto un altro topic ove facevano questa proposta:

vai su www.bitgild.com e con i btc guadagnati compra dell'oro

Vendi l'oro a un compro oro il quale ti rilascerà regolare ricevuta
E come giustifichi quest'oro "uscito dal nulla"?
Mi sembra solo uno spostare il problema.


Beh non ci sono registri dell'oro posseduto dalle persone fisiche o sbaglio? Si può tranquillamente sostenere che si tratta di oro familiare  ??? o comunque messo da parte anni addietro


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on July 07, 2014, 09:10:58 PM
vai su www.bitgild.com e con i btc guadagnati compra dell'oro

...e te lo tieni per barattarlo nel prossimo futuro con una scatoletta di tonno o un passaggio in gommone per l'albania se non te lo levano prima e/o se non ti levi di qua prima. Ma allora conviene tenersi i btc che ci fai i biglietti aerei con 2 clik e non te li possono fregare alla dogana.
comunque interessante che su bitgild.com e' tutto esaurito.
bitcoincommodities.com invece e' ancora ben fornito


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 07, 2014, 09:47:38 PM
Mentre sui Bitcoin la normativa richiede uno sforzo interpretativo elevato, sull'oro vado diretto:
1. Compri oro da investimento con comunicazione in banca d'Italia e anagrafe tributaria? O lo compri sull'estero e poi lo importi in Italia (attenzione al contrabbando - 282 tuld se extra ue).
2. Vai a un compro oro che non può comprarlo se non "operatore professionale in oro"?
3. Come dimostri il valore di carico e come spieghi in un eventuale redditometro come hai comprato l'oro?
4. E se qualcheduno pensasse l'origine illecita da delitto di quei Bitcoin , l'attività posta in essere potrebbe essere configurabile quale riciclaggio.
5. E chi ha suggerito / partecipato......
Mi fermo ma mi sembra un cattivo e rischioso consiglio......


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Simo91 on July 07, 2014, 10:10:29 PM
Mentre sui Bitcoin la normativa richiede uno sforzo interpretativo elevato, sull'oro vado diretto:
1. Compri oro da investimento con comunicazione in banca d'Italia e anagrafe tributaria? O lo compri sull'estero e poi lo importi in Italia (attenzione al contrabbando - 282 tuld se extra ue).
2. Vai a un compro oro che non può comprarlo se non "operatore professionale in oro"?
3. Come dimostri il valore di carico e come spieghi in un eventuale redditometro come hai comprato l'oro?
4. E se qualcheduno pensasse l'origine illecita da delitto di quei Bitcoin , l'attività posta in essere potrebbe essere configurabile quale riciclaggio.
5. E chi ha suggerito / partecipato......
Mi fermo ma mi sembra un cattivo e rischioso consiglio......

Ma quindi se io avessi in casa un oggetto d'oro di valore, lasciato, chessò, dai nonni da 50 anni, e volessi venderlo, come dovrei comportarmi col fisco per non avere problemi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 07, 2014, 10:31:24 PM
Ma quindi se io avessi in casa un oggetto d'oro di valore, lasciato, chessò, dai nonni da 50 anni, e volessi venderlo, come dovrei comportarmi col fisco per non avere problemi?
Che c'entra?

Qui si parla di un'attività ripetuta e sistematica.
È in questo caso che sorgono problemi, non certo su una vendita occasionale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 07, 2014, 10:40:51 PM
Hai parlato di oro da investimento (lingotto esente da IVA) non di oggetti di oro (soggetti IVA).
Comunque se fosse lingotto con valore superiore a 12,500 deve essere comunicato in Banca d'Italia e in dichiarazione di successione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: saverio on July 08, 2014, 08:41:25 AM
Mettiamo che io oggi compro 10 BTC a 500 euro e tra 5 anni li voglio rivendere con il prezzo che mettiamo è arrivato a 1.000 euro. Avrei una plusvalenza di 5.000 euro, ma come faccio a dimostrare a quanto li ho comprati 5 anni prima per calcolare il guadagno e dichiararlo? Dopo tutto questo tempo è comunque considerato capital gain?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 08, 2014, 12:35:11 PM
Perdonate la totale ignoranza in materia ma in qualche modo bisognerà pur dichiararli, quindi ci provo.

Mi riferisco solo all/acquisto/vendita di BTc per FIAT. Non quindi per acquisti/vendite di beni o servizi.

Al momento della vendita di BTC in cambio quindi di EUR (che so, ad esempio su Bitstamp o altro), è possibile emettere una fattura come se si stesse "vendendo un software"?

Se si, si avrebbe il seguente scenario.

Se vendo 3 BTC (mettiamo caso minati) per un valore di € 1000 io pago una tassazione del 50% (a braccio, ma rende l'idea della pressione fiscale in italia) e quindi mi restano spendibili solo € 500. Certo s'accusa il colpo ma almeno facciamo tutto in maniera trasparente.

L'acquirente invece avrebbe in mano una fattura "scaricabile" (in boca al lupo ai commercialisti) di €1000 e 3 BTC.

Dal momento in cui (l'acquirente) andrà a rivendere i 3 BTC, che so magari a € 1200, pagherebbe il 50% di tasse (sempre a braccio) sull'utile di € 200 e gli resterebbero quindi € 100 spendibili.

Il sistema fiscale quindi sarebbe il classico (le tasse sugli utili e non sulle vendite).

Il problema rimane trovare il giusto inquadramento del bitcoin (secondo me, ripeto, software e assolutamente non valuta).

Per il discorso invece di acquistare/vendere beni o servizi in cambio di BTC subentrerebbe il baratto. Ma qui non so come funziona a livello di tassazione (ne se è prevista una tassazione sul baratto/scambio merci).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 08, 2014, 08:31:24 PM
Perché software?

E poi il software tributariamente non mi dice nulla, se non servizio e quindi con IVA.

E' sicuramente un bene immateriale, ma non un software. (Definizione dell'OMPIl 1984 - software: "espressione di un insieme organizzato e strutturato di istruzioni (o simboli) contenuti in qualsiasi forma o supporto (nastro, disco, film, circuito), capace direttamente o indirettamente di far eseguire o far ottenere una funzione, un compito o un risultato particolare per mezzo di un sistema di elaborazione elettronica dell'informazione".

Non riesco proprio a concepire quale  software una unità di conto.




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 08:29:10 AM
Certo, non è proprio la definizioe più ideale, ma secondo me è quella che si avvicina di più al concetto.
Alle fine sono "bit", intesi proprio come unità di misura informatica.

Per quanto riguarda l'IVA si, sarebbe soggetto a IVA a meno che le compravendite non venissero fatte con società estere.

Per esempio se io azienda italiana vendo un software nel regno unito (bitstamp) non devo fatturare con IVA in quanto è assolta.

Secondome per per la sola compravendita di bitcoin (e con l'estero) è la soluyzione più indolore e trasparente possibile (ad oggi)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 09:48:24 AM
Non confondiamo concetti tecnici con concetti giuridici, e secondo me (software) è quella più lontana dal concetto, invece.... e prestate attenzione ed evitate il fai da te.....
L'IVA è comunitaria anche se i vari paesi vanno in ordine sparso, ma non esiste il concetto di IVA assolta. Se io soggetto passivo italiano vendo un servizio a società inglese è:
1. Soggetto ad IVA senza l'esposizione in fattura (se la società UK ha VAT number) perché la società UK applicherà l'IVA con il sistema di reverse charge
2. Soggetto ad IVA 22% se la società inglese non ha VAT number.
Tutti gli exchanger sono in "grey zone" da un punto di vista tributario e amministrativo (vedi sequestro in Francia).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 10:42:34 AM
Scusa ma non ho capito una mazza.
Ad ogni modo se io dall'italia emetto una fattura di €1000,00 in inghliterra non devo mettere € 1000 + iva.
Dovrebbe essere l'articolo 7 del DPR 633/72.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 11:05:37 AM
Se l'inglese è soggetto passivo IVA (vuol dire se ha una partita IVA inglese che per le società non è obbligatoria).
Se invece è un consumatore finale (e se la società non è soggetto passivo è equiparato) stai vendendo un servizio che deve essere con IVA italiana.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 11:38:57 AM
Ok quindi se bitstamp al il cosidetto VAT number il problema IVA non si pone (per i venditori di bitcoin).
Altrimenti si e quindi i nostri ricavi vanno decurtati di un 20% a monte prima ancora di tassarli per le varie IRAP/IRES.
Infine poi, quando arrivano i soldi alla persona fisica (magare come utile societario) c'è da dassarsi di IRPEF.

Insomma se ho capito bene, rimane molto ^^


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on July 09, 2014, 11:53:21 AM
Ok quindi se bitstamp al il cosidetto VAT number il problema IVA non si pone (per i venditori di bitcoin).
Altrimenti si e quindi i nostri ricavi vanno decurtati di un 20% a monte prima ancora di tassarli per le varie IRAP/IRES.
Infine poi, quando arrivano i soldi alla persona fisica (magare come utile societario) c'è da dassarsi di IRPEF.

Insomma se ho capito bene, rimane molto ^^

ti sei dimenticato le tariffe del commercialista e il valore di tutto il tuo tempo e fegato che devi perdere dietro a tutto quel casino.
sempre nella migliore delle ipotesi che poi non ti trovano comunque qualcosa da sanzionare...

imho un motivo in + per essere hodler


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 12:09:41 PM
Beh se si vuole fare le cose con massima trasparenza è chiaro che ti parte una sabongia in tasse/spese.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 12:42:45 PM
Chiariamo:
1. Il costo del commercialista non è un costo bensì un investimento (difendo la categoria!)
2. Chi ha detto che c'è IVA sui bitcoin? (vedasi le mie riflessioni che ne sostengano l'esenzione)
3. La discussione era se il bitcoin fosse software (e per me non lo è!)



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 09, 2014, 12:44:30 PM
1. Il costo del commercialista non è un costo bensì un investimento (difendo la categoria!)
No beh, costo è un costo.
Lo paghi, è un costo.
Il fatto che "ti costi meno pagarlo che non avvalertene", in quanto "se non ne fai uso, poi è peggio", in molti casi è vero, ma ciò non toglie che rimanga un costo. Magari minore di un altro, ma sempre di costo di tratta.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 02:10:20 PM
@Carpacci
Tu non consideri il bitcoin software perchè appunto sei un commercialista e cerchi di escludergli l'iva :)
Io da programmatore lo considero un software e dell'iva me ne sbatto, sono abituato a pagarla su tutto e potrei farlo anche sui bitcoin.

Ad ogni modo, ora che sappiamo che per te non è un software... Tu come lo consideri?

Per finire, il commercialista si, è un costo. Altrimenti secondo questo principio niente sarebbe un costo. Costo non è diverso da investimento.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on July 09, 2014, 02:44:19 PM
BTC potrebbe essere una elaborazione di dati come inserimento dati in un database o calcoli in generale? in una poche parolea energia e capacità di calcolo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 09, 2014, 02:44:57 PM
Io da programmatore lo considero un software
Sono un programmatore.
Non è un software.
Non diciamo castronerie.

Puoi anche considerarlo un cavallo per quanto mi riguarda, ma non è un cavallo. E non è un software.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: saverio on July 09, 2014, 02:48:25 PM
Ma che problemi ci sono nel considerarlo una valuta? Perché so gira intorno alla sua vera natura?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 03:02:39 PM
Dovevo mettere le faccine? ???
Comunque occorre riflettere di cosa parliamo: fisco / tasse / legge sul bitcoin.
Quindi non può essere un software una stringa alfanumerica.
Proprio non ci sta.
Qui trattiamo di cosa può essere il bitcoin (unità di conto). Su cosa è (e cosa non è) lo trovi in molte riflessioni su www.coinlex.it (e un forum non è il luogo adatto). Io propendo per un approccio a-sistemico interpretativo, da calare in ogni branca del diritto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 04:07:29 PM
Resto della mia, è molto più un software.

@Lohoris
Anche tu, visto che per te non è un software, cos'è?

@Capaccioli
Ancora non ho capito cosa sia neanche dal tuo punto di vista.

@tutti
Non è una valuta, su questo non ci piove.

PS
Se non volete chiamarlo software perchè troppo specifico, chiamiamolo FILE. Si vendono FILE (ora voglio vedere che caiser obiettate)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 09, 2014, 04:25:50 PM
Non ha senso chiamarlo software, è troppo generico, e comunque secondo me ancora non corretto.

E' come dire che l'oro è un minerale, quindi un sasso di ghiaia e l'oro sono la stessa cosa?

Ma neanche questo esempio sarebbe corretto, perchè è ben più di un software, un file o una manciata di bit.

Quindi quando ho stampato una chiave privata su un foglio, su cui sono assegnati X bitcoin, non è più un software ma è un "foglio di carta" secondo te?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on July 09, 2014, 04:27:53 PM
Non ha senso chiamarlo software, è troppo generico, e comunque secondo me ancora non corretto.

E' come dire che l'oro è un minerale, quindi un sasso di ghiaia e l'oro sono la stessa cosa?

Ma neanche questo esempio sarebbe corretto, perchè è ben più di un software, un file o una manciata di bit.

Quindi quando ho stampato una chiave privata su un foglio, su cui sono assegnati X bitcoin, non è più un software ma è un "foglio di carta" secondo te?
Potrebbe essere una firma digitale. Un documento firmato digitalmente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 04:33:10 PM
@HostFast
devi comunque importare la chiave privata in un wallet per poter utilizzare i tuoi bitcoin.

Cmq, ripeto, chiamiamolo FILE non software.

Vendita di file. Obiezioni in merito? :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 04:33:30 PM
Vedi:
http://coinlexit.wordpress.com/2014/06/27/riflessioni-su-inquadramento-giuridico/
http://coinlexit.wordpress.com/2014/07/03/quello-che-abbiamo-scritto/
Li trovi tutto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 04:39:24 PM
@Capaccioli
Seguimi, ho capito che tu lo stai intendendo da un punto di vista finanziario ma per ora è errato. Non è una valuta riconusciuta da nessuno stato, ne un titolo.

Andiamo per punti definiti:
1. E' un file contenente delle informazioni alfanumeriche.
2. Questi file hanno più o meno valore a seconda del loro contenuto.

Vendiamoli come se fossero file, ogni file avrà il suo valore. Non mi sembra di dire una grandissima cavolata


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 09, 2014, 06:00:09 PM
@TheBomber999
Qui stiamo parlando di inquadramento giuridico. Il diritto è fatto di norme che regolano comportamenti umani.
Le disquisizioni filosofiche, pur se interessanti, divengono superflue nel campo del diritto codificato.
Il diritto segue un linguaggio che può anche non essere in linea con l'etimologia comune e quindi talvolta chi non è dentro la materia si perde con considerazioni che, pur se valide, non hanno alcun pregio giuridico.
Le definizioni del diritto derivano quindi dalle norme e dalla interpretazione delle stesse che segue, anche questa, regole che possono sfuggire.
Talvolta non si guarda cosa è, ma si parte dalla definizione giuridica e si interpreta in maniera estensiva, restrittiva, letterale, analogica, teleonomica.... giungendo a conclusioni che possono essere anche in contrasto con l'etimologia e/o le convenzioni del settore.
Quindi quando si parla di valuta in campo giuridico occorre recuperarne la definizione ed interpretazione, così come titolo e strumento finanziario, stando attenti che diverse branche del diritto definiscono in maniera diversa lo stesso concetto.
Ora seguimi:
1. non seguo un punto di vista finanziario (pur avendone le competenze) ma un rigido ragionamento giuridico
2. il concetto di file non ha una definizione giuridica, quindi non mi risolve il problema (sono daccapo)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 06:30:57 PM
No mument, qui stiamo parlando di due cose diverse

Io non sto cercando una collocazione giuridica al bitcoin, io sto cercando il suo inquadramento dal punto di vista contabile.

È ammesso vendere un file (contabilmente)? Si
Può avere un valore variabile in base al contenuto del file? Si
Il bitcoin può essere inteso come file? Si

Perchè allora contabilmente dovrebbe essere errato?

Poi, visto che abbiamo anche toccato l'argomento giuridico:
È vietato vendere file (giuridicamente)? Che io sappia no.

In conclusione, non capisco dove sta l'errore nel mio ragionamento.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Garlet on July 09, 2014, 06:36:41 PM
Ah beata umanità che si vuol sempre creare complicazioni pensando di semplificare le cose dentro schemi precostituiti.

La vera, unica, straordinaria e rivoluzionaria natura del bitcoin è che un bitcoin è ...

un bitcoin.

Chi vuol pensare di legiferare su di esso deve prendere in considerazione una nuova categoria di entità: le criptovalute.

Il primo titolo finanziario ha creato la categoria e la stessa cosa è il bitcoin. Ha creato la NUOVA categoria delle criptovalute. Costringerlo dentro altri schemi è quanto meno riduttivo ed errato.

My 2 penny ;)



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 06:39:51 PM
@garlet
Grazie ma io sto cercando di pensare al presente, per ora non è regolamentato e dobbiamo fare con quello che abbiamo a disposizione.

In un futuro chiaro che vorremmo tutti che venissero considerate cryptomonete come categoria autonoma


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Garlet on July 09, 2014, 06:49:40 PM
E nel presente è stata creata una nuova entità diversa dalle precedenti, con caratteri innovativi che la rendono diversa ed unica rispetto ad ogni altro tipo pre-esistente. Quindi? Ci si continua ad accapigliare per costringerlo in una categoria pre-esistente piuttosto che l'altra o si considera una nuova categoria, come giusto?

Se io faccio il selezionatore/genetista e creo una nuova razza di cani, che ha caratteri nuovi rispetto alle pre-esistenti, nessuno riuscirà a dire che è un cocker o un pastore tedesco, sarà un Garletdog.

Si chiama innovazione. E ripeto, la grandiosità del bitcoin è tutta lì.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 06:55:03 PM
O.o
Qui non si sta parlando di cani, qui stiamo palrando di compiere operazione nel rispettodella legalità per evitre cazzi dove non batte il sole.

Quindi per ora, facciamo col preesistente?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Garlet on July 09, 2014, 07:10:43 PM
Bha, si parla di legiferare sul bitcoin. Secondo me per legiferare su una cosa assolutamente innovativa occorre aver la capacità di comrpenderne gli aspetti innovativi e quindi inquadrare una nuova categoria.

Se si vuol essere presuntuosi di continuare con schemi vecchi non può che venirne fuori qualcosa di sbagliato, cosa tra l'altro non nuova, soprattutto in Italia.

Continuate ad accapigliarvi allora, intanto il mondo va avanti con o senza normativa italiana sul bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 09, 2014, 07:13:55 PM
Il bitcoin può essere inteso come file? Si
No. Assolutamente no. Al di là del discorso giuridico (e quindi siamo OT) dal punto di vista tecnico-informatico SICURAMENTE il bitcoin non ha niente a che vedere (ma proprio niente) con un file, né con un software. La blockchain puoi intenderla come un file, ma sicuramente non "bitcoin" inteso come unità di conto.

Se ti mando 3 XBT non ti sto mica inviando 3 file.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on July 09, 2014, 07:48:54 PM
Quotone per Stemby e per Garlet.
Il BTC ha bisogno di una legislazione ex novo pena la creazione di normative inadeguate alle caratteristiche stesse del protocollo.
Ahimè questo nuovo progetto rivoluzionario sarà difficile da imbrigliare, ma spero tanto che la sua regolarizzazione porti solo benefici a tutti noi e non severe restrizioni e regressi.
Il Bitcoin è il Bitcoin....è proprio qui la rivoluzione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 07:56:01 PM
Ragazzi ma forse son io che parlo arabo...

Sto dicendoche AD OGGI non essendoci leggi PRECISE in materia dobbiamo arrangiarci a trovare valide alternative.

Oppure siete parlamentari e state stendendo un disegno di legge?

Tecnicamente il wallet lo consideri un file? È un indirizzo del wallet lo consideri un file?

Se rispondi si a una di queste due allora possiamo lavorare sul walore del file in questione.

Fare i bastian contrari non serve ragazzi


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 09, 2014, 08:03:54 PM
Tecnicamente il wallet lo consideri un file?
Volendo sì, anche se non per forza (paper wallet, ecc.).

Quote
È un indirizzo del wallet lo consideri un file?
No. È una stringa. In ogni caso wallet, indirizzo bitcoin e "bitcoin unità di conto" sono cose distinte. In questa discussione stiamo ragionando sulla natura dell'ultimo.

Quote
Se rispondi si a una di queste due allora possiamo lavorare sul walore del file in questione.
In che modo? Il valore NON è proporzionale alla quantità di dati presenti nel wallet. Puoi avere millemila indirizzi tutti a 0, o un unico indirizzo a cui sono assegnati milioni di bitcoin.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 08:07:22 PM
Si ma ogni combinazione di caratteri ha un determinato valore (che varia nel tempo).
E questo valore lo si può attribuire tramite il blockchain.

Cmq la mia è un 'idea ma vedo che non riscuote molto successo :)

Sono però certo che la soluzione NON sia ignorare la faccenda finché non verrà regolamentata


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 09, 2014, 08:11:49 PM
Sono però certo che la soluzione NON sia ignorare la faccenda finché non verrà regolamentata
Ma infatti non viene ignorata: i commercialisti aggiornati sanno già dare da qualche tempo indicazioni piuttosto precise e "solide". Ci sono ancora diverse problematiche aperte (soprattutto per i miner) ma di sicuro l'argomento è sotto grande attenzione.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 09, 2014, 08:44:52 PM
Avevo inteso i post precedenti come un
"finché non lo legalizzano per quello che è, lascia perdere"
Ma forse ho interpretato male io!

Cmq a quest'ora il mio cervello è già a nanna, quindi rimando a domani la discussione.

Elaborerò un altro sistema per contabilizzare sti coin che posterò qui e che prontamente di smonterete :)
Ma siamo in un forum e va bene così, servono apposta per confrontarsi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: saverio on July 10, 2014, 06:51:03 AM
http://www.key4biz.it/News/2014/02/13/Net_economy/bitcoin_germania_bafin_223018.html (http://www.key4biz.it/News/2014/02/13/Net_economy/bitcoin_germania_bafin_223018.html)

Non lo sapevo ma cercando ho visto che la Germania (stato non proprio secondario della UE) ha regolamentato il bitcoin e lo ha inquadrato come unità di cambio per le transazioni private


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 10, 2014, 08:31:37 AM
E' attendibile come notizia?  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 10, 2014, 08:49:03 AM
E' attendibile come notizia?  ???
È una notizia vecchia come il cucco e, sì, è più che attendibile.

Ricordo che per verificare lo stato legale in qualsiasi paese del mondo esiste questo sito: http://bitlegal.net/

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 10, 2014, 11:50:14 AM
Sulle indicazioni solide da parte dei commercialisti ho qualche dubbio per due ordine di motivi:

1. Specifico: La dottrina contabile e tributaria in Italia è composta da quattro articoli pubblicati (di cui tre da parte di autori di coinlex) e non vi è alcuna interpretazione, quindi solidità si scontra con assenza di supporto.
2. Generico: Solidità si scontra con la situazione interna che è tutta meno che certa, affondando in una palude.

Quindi attenzione a confondere solidità con buon senso.....  ;D

Contabilmente vi sono supporti interpretativi ufficiali da parte degli organismi contabili (pur se limitati a quei paesi) spagnoli e finlandesi, non vi è null'altro. Se poi Vi fosse qualche documento che 'sconosco', sempre pronto ad imparare.

Contabilmente non vedo problemi, genera costi e ricavi..... ma a fine anno in bilancio come lo valuto? Quale magazzino (bene), Attività Finanziaria (strumento finanziario), Credito (verso non so chi) o disponibilità (come valuta)? Io lo ritengo assimilabile massimamente a attività finanziarie, con una serie di riflessioni motivate che lo spazio del forum non consente di discutere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 10, 2014, 01:12:16 PM
@Lohoris
Anche tu, visto che per te non è un software, cos'è?

E se non è un cavallo, cos'è?

@tutti
Non è una valuta, su questo non ci piove.

Per me è una valuta, su questo non ci piove.

PS
Se non volete chiamarlo software perchè troppo specifico, chiamiamolo FILE. Si vendono FILE (ora voglio vedere che caiser obiettate)
Non è un file.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 10, 2014, 01:19:16 PM
Per essere una vlauta deve essere riconosciuta come valuta. A mio avviso, ad oggi, non possiamo considerarlo legalmente una valuta.

Ok chiamalo "Parte di file" se ti fa sentire in pace interiore


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 11, 2014, 08:07:17 AM
Contabilmente non vedo problemi, genera costi e ricavi..... ma a fine anno in bilancio come lo valuto? Quale magazzino (bene), Attività Finanziaria (strumento finanziario), Credito (verso non so chi) o disponibilità (come valuta)? Io lo ritengo assimilabile massimamente a attività finanziarie, con una serie di riflessioni motivate che lo spazio del forum non consente di discutere.
Ecco, il commercialista di cui parlavo non aveva dubbi a metterlo a magazzino.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 11, 2014, 08:14:22 AM
Ok chiamalo "Parte di file" se ti fa sentire in pace interiore
Ma non è neanche una parte di file. Un bitcoin è soltanto un ventunmilionesimo del totale estraibile col mining sulla rete Bitcoin. Fisicamente non esiste da nessuna parte, nemmeno sotto forma di bit.

Quello che esiste è la blockchain, che è il registro (questo sì è un file) che consente di calcolare quanti bitcoin sono assegnati a questo o quell'indirizzo.

Qui, ripeto, stiamo però parlando della natura giuridica del bitcoin-unità-di-conto, non della blockchain o degli indirizzi.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 11, 2014, 10:28:39 AM
Mettere a magazzino (quindi procedere ad inventario fisico ??? ??? ??? ???) un bene virtuale...... qualche dubbio mi viene, o meglio la quasi certezza che non si possa fare sulla base degli ITA-GAAP e IAS, ma mi può essere sfuggito qualchecosa.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on July 11, 2014, 10:33:34 AM
Mettere a magazzino (quindi procedere ad inventario fisico ??? ??? ??? ???) un bene virtuale...... qualche dubbio mi viene, o meglio la quasi certezza che non si possa fare sulla base degli ITA-GAAP e IAS, ma mi può essere sfuggito qualchecosa.
Bitcoin non è virtuale.

https://bitcointalk.org/index.php?topic=686006.0

In ogni caso, ripeto, non sono assolutamente un tecnico. Proverò a mettervi in contatto, così vi confronterete voi direttamente :)

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: icio on July 13, 2014, 02:08:04 PM
Buongiorno a tutti, premetto non ho letto tutto il post...un po' lunghetto  :)

In assenza di normativa in merito, io credo che inquadrare contabilmente il bit come merce elettronica e in contropartita al momento dell'incasso in portafoglio registrarlo come proventi finanziari sia per lo meno fiscalmente corretto.

Quando lo monetizzerò in euro, la merce elettronica che riporta un valore attribuito al momento della sua entrata in portafoglio, produrrà una plusvalenza o minusvalenza che sia (questo per chi mina).

Per chi incassa o paga fatture/ricevute chiaramente in euro, se utilizzerà i bit, anziche muovere la cassa o la banca, movimenterà le merci elettroniche che una volta uscite dal portafoglio produrranno plus o minusvalenze in base al valore che gli è stato attribuito il giorno dell'entrata in portafoglio.

voi cosa ne pensiate?



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on July 14, 2014, 08:12:01 AM
@icio
Sono d'accordo. C'ho provato fin'ora...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 14, 2014, 08:53:26 AM
Dei gioielli d'oro potrebbero essere una merce.
Una moneta d'oro, per convenzione di chi la usa appunto considerata come una moneta, sarebbe una moneta.

Entrambio sarebbero d'oro, ma l'uso che avrebbero sarebbe differente.

Cosi vale per il Bitcoin, che può essere tante cose, e dargli una definizione unica per ogni uso non è possibile, e sicuramente trattarlo come una merce quanto la maggior parte delle volte è usato come moneta, sarebbe comunque il più errato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: icio on July 14, 2014, 04:58:21 PM
quoto.....ma o il legislatore lo inquadra come valuta oppure il suo utilizzo è una merce di scambio....qui torniamo al baratto  :D ...scusate la battuta :)


lo produco minando....lo scambio in valuta sulle piattaforme, lo utilizzo per gli incassi al posto della valuta....lo utilizzo per pagare fornitori al posto della valuta....se non è una valuta, l'unica cosa che mi viene in mente è che sia una merce di scambio
quanto sopra non è riferito a me , ma esempio di riflessione

in questa fase, credo che l'unica cosa da fare sia in qualche modo dichiararlo sotto l'aspetto fiscale...comportandosi da buon padre di famiglia...sperando in una decisione in merito del legislatore e che non diventi la storia infinita all'italiana


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Lohoris on July 14, 2014, 05:34:55 PM
quoto.....ma o il legislatore lo inquadra come valuta oppure il suo utilizzo è una merce di scambio....qui torniamo al baratto  :D ...scusate la battuta :)
Il punto è che è una valuta, per cui se lo dichiari ha senso dichiararlo come valuta, oppure accettare il fatto che non ti permettono di metterti in regola (scelta loro) e ti comporti di conseguenza.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: icio on July 14, 2014, 06:25:41 PM
quoto.....ma o il legislatore lo inquadra come valuta oppure il suo utilizzo è una merce di scambio....qui torniamo al baratto  :D ...scusate la battuta :)
Il punto è che è una valuta, per cui se lo dichiari ha senso dichiararlo come valuta, oppure accettare il fatto che non ti permettono di metterti in regola (scelta loro) e ti comporti di conseguenza.

istintivamente io direi che è una valuta...su plus 500 bit e lit li trovi nel mercato valutario, ma considerando il fatto che stampare valuta è prerogativa di una banca centrale e di nessun altro...mai credo verrà il bit considerato tale


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 21, 2014, 03:27:26 PM
Avevo letto su di un sito, che i bitcoin andavano tassati al 20% (adesso al 26%)...... e c'era scritto anche di comprarli su siti autorizzati dalla consob (se nn sbaglio).

Il sito http://www.tradingbitcoin24.com


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: lucolo on July 21, 2014, 04:06:48 PM
Avevo letto su di un sito, che i bitcoin andavano tassati al 20% (adesso al 26%)...... e c'era scritto anche di comprarli su siti autorizzati dalla consob (se nn sbaglio).

Il sito http://www.tradingbitcoin24.com

Quella del 20% era una storia relativa ai bonifici esteri ma ormai è passato. Mentre il sito che linki indica unicamente dei mercati che utilizzano Bitcoin così come altri prodotti finanziari, che c'entra?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 21, 2014, 04:20:16 PM
Avevo letto su di un sito, che i bitcoin andavano tassati al 20% (adesso al 26%)...... e c'era scritto anche di comprarli su siti autorizzati dalla consob (se nn sbaglio).

Il sito http://www.tradingbitcoin24.com

Quella del 20% era una storia relativa ai bonifici esteri ma ormai è passato. Mentre il sito che linki indica unicamente dei mercati che utilizzano Bitcoin così come altri prodotti finanziari, che c'entra?

Nel link c'è scritto:

"Il trading di bitcoin è un'attività assolutamente tracciabile. Quando ci si iscrive si devono inserire tutti i propri dati e questi sono accessibili dalle autorità. I migliori broker di bitcoin, quelli consigliati, sono tutti intermediari finanziari autorizzati e regolamentati da CONSOB. Per questo motivo i profitti ottenuti con i bitcoin devono anche essere dichiarati al fisco e vengono tassati con un'aliquota del 20%, identica a quella che si applica su tutti gli strumenti finanziari derivati."

L'aliquota vecchia applicata su tutti gli strumenti finanziari derivati era al 20%, adesso (dal 1 Luglio) è passata al 26%.

Questo significa che anche se fai trading su altri siti, alla fine dell'anno devi dichiarare le plusvalenze, e di conseguenza tassarle del 26%.
Se ho scritto delle fregnacce ditemelo :asd:


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on July 21, 2014, 04:29:05 PM
occhio ai conti all'estero:

OECD releases full version of global standard for automatic exchange of information
http://www.oecd.org/tax/oecd-releases-full-version-of-global-standard-for-automatic-exchange-of-information.htm (http://www.oecd.org/tax/oecd-releases-full-version-of-global-standard-for-automatic-exchange-of-information.htm)

 ::) ::) ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on July 22, 2014, 11:01:29 AM
Avevo letto su di un sito, che i bitcoin andavano tassati al 20% (adesso al 26%)...... e c'era scritto anche di comprarli su siti autorizzati dalla consob (se nn sbaglio).

Il sito http://www.tradingbitcoin24.com

Quella del 20% era una storia relativa ai bonifici esteri ma ormai è passato. Mentre il sito che linki indica unicamente dei mercati che utilizzano Bitcoin così come altri prodotti finanziari, che c'entra?

Nel link c'è scritto:

"Il trading di bitcoin è un'attività assolutamente tracciabile. Quando ci si iscrive si devono inserire tutti i propri dati e questi sono accessibili dalle autorità. I migliori broker di bitcoin, quelli consigliati, sono tutti intermediari finanziari autorizzati e regolamentati da CONSOB. Per questo motivo i profitti ottenuti con i bitcoin devono anche essere dichiarati al fisco e vengono tassati con un'aliquota del 20%, identica a quella che si applica su tutti gli strumenti finanziari derivati."

L'aliquota vecchia applicata su tutti gli strumenti finanziari derivati era al 20%, adesso (dal 1 Luglio) è passata al 26%.

Questo significa che anche se fai trading su altri siti, alla fine dell'anno devi dichiarare le plusvalenze, e di conseguenza tassarle del 26%.
Se ho scritto delle fregnacce ditemelo :asd:

e per i minatori che fanno? la vedo dura, di sicuro il 26% se lo scordano da me


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on July 22, 2014, 02:03:13 PM
Mi era sfuggito questo:
http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/assemblea/html/sed0262/leg.17.sed0262.allegato_b.pdf

"...impegna il Governo:

a porre in essere con urgenza ogni iniziativa di competenza finalizzata a limitare la diffusione del bitcoin sino a quando non siano state adottate tutte le opportune iniziative normative sia sul piano europeo sia sul piano nazionale tese a regolamentare in modo compiuto ed organico l’intera materia relativa all’utilizzo della suddetta tipologia di moneta
virtuale e, più in generale delle crittovalute, con particolare riferimento al pieno assoggettamento alla normativa antiriciclaggio e alla tracciabilità e identificabilità delle operazioni;
ad assumere iniziative per rafforzare il sistema di monitoraggio delle transazioni che avvengono attraverso l’utilizzo
del bitcoin.

(1-00535) « Paglia, Scotto, Nicchi, Melilla,
Giancarlo Giordano, Pannarale, Marcon »."


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 22, 2014, 06:01:17 PM
Mi era sfuggito questo:
http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/assemblea/html/sed0262/leg.17.sed0262.allegato_b.pdf

"...impegna il Governo:

a porre in essere con urgenza ogni iniziativa di competenza finalizzata a limitare la diffusione del bitcoin sino a quando non siano state adottate tutte le opportune iniziative normative sia sul piano europeo sia sul piano nazionale tese a regolamentare in modo compiuto ed organico l’intera materia relativa all’utilizzo della suddetta tipologia di moneta
virtuale e, più in generale delle crittovalute, con particolare riferimento al pieno assoggettamento alla normativa antiriciclaggio e alla tracciabilità e identificabilità delle operazioni;
ad assumere iniziative per rafforzare il sistema di monitoraggio delle transazioni che avvengono attraverso l’utilizzo
del bitcoin.

(1-00535) « Paglia, Scotto, Nicchi, Melilla,
Giancarlo Giordano, Pannarale, Marcon »."


Quindi in pratica quello scritto sopra (di pagare il 26%) non è valido fino a quando non creeranno dei regolamenti "chiari"? E fino a quel momento che si deve fare? Pagare il 26%?
Queste normative per la tracciabilità e identificabilità con i darkcoin (per esemp.) come faranno? Dato che è stata creata appunto per evitare questo genere di cose?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: trunzo on July 23, 2014, 11:39:52 AM
Mi era sfuggito questo:
http://documenti.camera.it/leg17/resoconti/assemblea/html/sed0262/leg.17.sed0262.allegato_b.pdf

"...impegna il Governo:

a porre in essere con urgenza ogni iniziativa di competenza finalizzata a limitare la diffusione del bitcoin sino a quando non siano state adottate tutte le opportune iniziative normative sia sul piano europeo sia sul piano nazionale tese a regolamentare in modo compiuto ed organico l’intera materia relativa all’utilizzo della suddetta tipologia di moneta
virtuale e, più in generale delle crittovalute, con particolare riferimento al pieno assoggettamento alla normativa antiriciclaggio e alla tracciabilità e identificabilità delle operazioni;
ad assumere iniziative per rafforzare il sistema di monitoraggio delle transazioni che avvengono attraverso l’utilizzo
del bitcoin.

(1-00535) « Paglia, Scotto, Nicchi, Melilla,
Giancarlo Giordano, Pannarale, Marcon »."


Quindi in pratica quello scritto sopra (di pagare il 26%) non è valido fino a quando non creeranno dei regolamenti "chiari"? E fino a quel momento che si deve fare? Pagare il 26%?
Queste normative per la tracciabilità e identificabilità con i darkcoin (per esemp.) come faranno? Dato che è stata creata appunto per evitare questo genere di cose?

Dove posso informarmi di questa tassa? Se vado da un consigliere economico, me lo sa dire?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 23, 2014, 06:25:18 PM
Dove posso informarmi di questa tassa? Se vado da un consigliere economico, me lo sa dire?

Prova.....
Io ho trovato info qui  http://www.tradingbitcoin24.com/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on July 23, 2014, 06:49:46 PM
Oltre al fatto che anche l'unione europea ha messo gli occhi sul trading dei Btc  >:(

http://www.cryptocoinsnews.com/news/european-union-review-tax-bitcoin-trading/2014/07/21


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on July 23, 2014, 07:20:52 PM
Meglio il documento originale da cui tutti stanno scopiazzando (più o meno bene): questi esperti deludono un po', esperti con il lavoro degli altri ???:

http://delilawblog.wordpress.com/2014/06/24/vat-bitcoin-are-bitcoin-exchange-transactions-exempt-from-the-vat-directive/

Sconsiglio a chiunque di fare il "fisco fai da te" con i blog dei presunti esperti o solidi consulenti.

In estrema sintesi: Se fai capital gain (differenza tra acquisto e vendita) con utilizzo di criptovalute realizzi redditi DA capitale e quindi imponibili con la tassazione al 26% (ex12,5%, ex 20%) da dichiarare nella dichiarazione dei redditi. Né più ne meno che come un acquisto e vendita di un titolo, azione o strumento finanziario.

E ora mi zitto e continuo a studiare ed interpretare.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alexbull on July 23, 2014, 09:26:07 PM
ragazzi mi sembra il posto più corretto dove chiedere aiuto, sono entrato in totale confusione, potreste dare un'occhiata qui?

https://bitcointalk.org/index.php?topic=700807.new#new


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: lucolo on July 23, 2014, 09:43:21 PM
Ho provato a darti una risposta, spero che possa essere d'aiuto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on July 23, 2014, 09:47:47 PM
Meglio il documento originale da cui tutti stanno scopiazzando (più o meno bene): questi esperti deludono un po', esperti con il lavoro degli altri ???:

http://delilawblog.wordpress.com/2014/06/24/vat-bitcoin-are-bitcoin-exchange-transactions-exempt-from-the-vat-directive/

Sconsiglio a chiunque di fare il "fisco fai da te" con i blog dei presunti esperti o solidi consulenti.

In estrema sintesi: Se fai capital gain (differenza tra acquisto e vendita) con utilizzo di criptovalute realizzi redditi DA capitale e quindi imponibili con la tassazione al 26% (ex12,5%, ex 20%) da dichiarare nella dichiarazione dei redditi. Né più ne meno che come un acquisto e vendita di un titolo, azione o strumento finanziario.

E ora mi zitto e continuo a studiare ed interpretare.


Mi sa che il Capaccioli la sa lunga...seguo con estremo interesse e complimenti per il lavoro svolto fino ad ora.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 25, 2014, 02:57:54 PM
Meglio il documento originale da cui tutti stanno scopiazzando (più o meno bene): questi esperti deludono un po', esperti con il lavoro degli altri ???:

http[Suspicious link removed]mpt-from-the-vat-directive/

Sconsiglio a chiunque di fare il "fisco fai da te" con i blog dei presunti esperti o solidi consulenti.

In estrema sintesi: Se fai capital gain (differenza tra acquisto e vendita) con utilizzo di criptovalute realizzi redditi DA capitale e quindi imponibili con la tassazione al 26% (ex12,5%, ex 20%) da dichiarare nella dichiarazione dei redditi. Né più ne meno che come un acquisto e vendita di un titolo, azione o strumento finanziario.


Nà bella mazzata.... 26%


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on July 25, 2014, 03:12:28 PM
Nà bella mazzata.... 26%

e se non puoi dimostrare a prova di bomba quanto ci hai speso e' il 26% del totale (non degli utili)  :-X


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on July 25, 2014, 03:29:23 PM
Nà bella mazzata.... 26%

e se non puoi dimostrare a prova di bomba quanto ci hai speso e' il 26% del totale (non degli utili)  :-X

Un bel casino.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on July 25, 2014, 03:32:44 PM
Meglio il documento originale da cui tutti stanno scopiazzando (più o meno bene): questi esperti deludono un po', esperti con il lavoro degli altri ???:

http://delilawblog.wordpress.com/2014/06/24/vat-bitcoin-are-bitcoin-exchange-transactions-exempt-from-the-vat-directive/

Sconsiglio a chiunque di fare il "fisco fai da te" con i blog dei presunti esperti o solidi consulenti.

In estrema sintesi: Se fai capital gain (differenza tra acquisto e vendita) con utilizzo di criptovalute realizzi redditi DA capitale e quindi imponibili con la tassazione al 26% (ex12,5%, ex 20%) da dichiarare nella dichiarazione dei redditi. Né più ne meno che come un acquisto e vendita di un titolo, azione o strumento finanziario.

E ora mi zitto e continuo a studiare ed interpretare.



E chi di capitale non ha investito nulla ? Io per esempio faccio trading con coins che già posseggo, o perchè le ho minate, o perchè le ho ricevute in cambio di qualche lavoro e/o servizio. Mi devono fare la ritenuta d' accounto ? E sei le coins provengono da un soggetto estero ? Anche perchè nella maggior parte dei casi, visto che non c'è scambio di denaro "reale", non viene emessa alcuna -invoice- E' quindi tutto gain e il 26% si applicherebbe sul totale ? Questo chiaramente finchè le coins non vengono -vendute- in cambio di moneta legale ? o in ogni caso ? essendo una vendita come soggetto privato, non dovrebbe essere assimilato alla piccole vendite tra privati, e quindi esenti da tassazione ?

Mi scuso per le domande e sono consapevole che la situazione non è ancora troppo chiara per tutti, sono chiaramente finalizzate anche ad espandere le considerazioni.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on July 25, 2014, 03:42:43 PM
Rileggendomi ho anche capito che dipende tutto da come "si vede" il bitcoin. Se lo si intende come titolo o come bene.

Dal mio punto di vista è un bene elettronico e come tale non soggetto a tassazione.

Se domattina decido di vendere la mia collezione di francobolli, valore di mercato circa 10.000 euro e lo faccio come privato, non sono obbligato a dichiararli nella mia denuncia dei redditi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alanpar on July 26, 2014, 01:06:59 PM
Il primo firmatario della mozione di Sel sui Btc è di Giovanni Paglia...che lavoro fà questo signore?....  ???
Ovvio...lavora in una banca...per la precisione presso la Cassa di Risparmio Di Ravenna!.
Ecco il perchè di quella mozione...da bravo bancario vede come fumo negli occhi i btc e le monete virtuali...che potrebbero minacciare il suo posticino di lavoro presso la sua banchetta!.
Come al solito in Italia si fanno leggi per proteggere i PROPRI INTERESSI PERSONALI e non quelli della collettività.
Ricordatevi di questo alle prossime votazioni!...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: trunzo on August 06, 2014, 08:09:51 PM
Dove posso informarmi di questa tassa? Se vado da un consigliere economico, me lo sa dire?

Prova.....
Io ho trovato info qui  http://www.tradingbitcoin24.com/


Grazie, ma i broker trovati su questo sito mi sono nuovi completamente


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Luigi2014 on August 07, 2014, 04:20:34 PM
Dove posso informarmi di questa tassa? Se vado da un consigliere economico, me lo sa dire?

Prova.....
Io ho trovato info qui  http://www.tradingbitcoin24.com/


Grazie, ma i broker trovati su questo sito mi sono nuovi completamente

Non mi riferivo ai broker, ma alle info che ho trovati lì.
I broker che uso sono Therocktrading, bitstamp, etc....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo1 on August 24, 2014, 09:51:59 AM
Rileggendomi ho anche capito che dipende tutto da come "si vede" il bitcoin. Se lo si intende come titolo o come bene.

Dal mio punto di vista è un bene elettronico e come tale non soggetto a tassazione.

Se domattina decido di vendere la mia collezione di francobolli, valore di mercato circa 10.000 euro e lo faccio come privato, non sono obbligato a dichiararli nella mia denuncia dei redditi.


sì,ma con le supposizioni non si va molto lontano.E' passato parecchio tempo da quanto ho chiesto lumi,nessuno ha un parere valido rilasciato da un professionista?Non dico tanto il singolo utente,ma almeno la fondazione o utenti che hanno bei soldini da dichiarare

Io il mio ho provato ad averlo,ed il commercialista m'ha consigliato di aspettare una regolamentazione ufficiale onde evitare scazzi di tutti i tipi.Altrimenti incassare dove il bitcoin è regolamentato aprendo cc bancario e poi fare tutta la trafila del caso,a quel punto utilizzo cambio tutto in btc e li spendo,meno rischioso e meno complicato.Peccato che la cifra da me guadagnata è così insignificante da tenermi alla larga da soluzioni del genere.Dovrei aspettare un pump di dimensioni gigantesche  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on August 24, 2014, 10:28:56 AM
Vi sono due posizioni dottrinarie in Italia:

1. S. Capaccioli, Introduzione al trattamento tributario delle valute virtuali: criptovalute e bitcoin, su “Diritto e Pratica Tributaria Internazionale”, Cedam, n. 1/2014, pag. 27-68
2. G. Molinaro, Sono tassabili le manifestazioni di capacità economica emergenti nelle operazioni relative a Bitcoin?, in “il fisco” n. 25/2014, pag. 2049

Entrambi concludiamo che i capital gain sui BTC sono tassabili quali redditi da capitale. Sull'interno (Italia) non vi è altro.

Se vi è qualcun altro (commercialista, avvocato, etc) che ha qualche idea diversa, la scriva motivandola: sarò ben lieto di leggerla e commentarla.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on August 24, 2014, 05:46:50 PM
Da ignorante in materia l'ho sempre vista così, già da molto tempo. Certo, leggere questi documenti ci si fa un'idea un pò più precisa, ma sono comunque degli inquadramenti non definitivi e che si possono adottare per assumere una posizione quanto più cauta possibile: in caso ci sia una regolamentazione forte, non so come andrà a finire. Proprio per questo, finché non ci sarà qualcosa di definitivo, io eviterei di vendere grandi cifre, per chi le ha.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: btcpokerface on August 25, 2014, 01:04:43 PM
Anche perchè vendere ora non avrebbe molto senso visto il prezzo al ribasso, meglio tenerli ancora per qualche anno a maturare :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on August 26, 2014, 06:50:53 AM
Vi sono due posizioni dottrinarie in Italia:

1. S. Capaccioli, Introduzione al trattamento tributario delle valute virtuali: criptovalute e bitcoin, su “Diritto e Pratica Tributaria Internazionale”, Cedam, n. 1/2014, pag. 27-68
2. G. Molinaro, Sono tassabili le manifestazioni di capacità economica emergenti nelle operazioni relative a Bitcoin?, in “il fisco” n. 25/2014, pag. 2049

Entrambi concludiamo che i capital gain sui BTC sono tassabili quali redditi da capitale. Sull'interno (Italia) non vi è altro.

Se vi è qualcun altro (commercialista, avvocato, etc) che ha qualche idea diversa, la scriva motivandola: sarò ben lieto di leggerla e commentarla.

questo si è palese, ma a me interessa più la parte del mining, in cui però c'è anche del trading con le altcoin


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: lucolo on September 17, 2014, 05:35:56 PM
Sul mio blog ho ospitato tre preziosi interventi di Nicola Busto in materia di mining, trading e beni/servizi.
L'articolo si chiama "Nicola Busto a proposito di Bitcoin, legge e fisco (http://lucaspinelli.it/bitcoin-legge-fisco/)", cosa ne pensate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 17, 2014, 05:42:47 PM
Che Nicola è bravo.....  ;) ;) ;) ;) ;) (vedi www.coinlex.it)....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on September 17, 2014, 09:13:23 PM
Sul mio blog ho ospitato tre preziosi interventi di Nicola Busto in materia di mining, trading e beni/servizi.
L'articolo si chiama "Nicola Busto a proposito di Bitcoin, legge e fisco (http://lucaspinelli.it/bitcoin-legge-fisco/)", cosa ne pensate?
Se ho capito, in estrema sintesi, paragona BTC ad un bene (*).

Sembra una interpretazione di tutela, peggio di cosi' non potrebbero considerarle all'agenzia della entrate: ci paghi l'iva e pure le tasse sugli utili ...

(*)
http://www.brocardi.it/codice-civile/libro-terzo/titolo-i/capo-i/art810.html
Dispositivo dell'art. 810 Codice Civile
Sono beni le cose (1) che possono formare oggetto di diritti.
Note

(1) Dal testo dell'articolo si evince che la definizione giuridica di bene è diversa da quella naturalistica di cosa: infatti è possibile che esistano cose che non sono beni giuridici (es.: aria), in quanto non assoggettabili al potere dell'uomo, e beni giuridici che non sono cose (beni immateriali), come le opere dell'ingegno.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on September 17, 2014, 09:22:14 PM
Sul mio blog ho ospitato tre preziosi interventi di Nicola Busto in materia di mining, trading e beni/servizi.
L'articolo si chiama "Nicola Busto a proposito di Bitcoin, legge e fisco (http://lucaspinelli.it/bitcoin-legge-fisco/)", cosa ne pensate?
Se ho capito, in estrema sintesi, paragona BTC ad un bene (*).

Sembra una interpretazione di tutela, peggio di cosi' non potrebbero considerarle all'agenzia della entrate: ci paghi l'iva e pure le tasse sugli utili ...

(*)
http://www.brocardi.it/codice-civile/libro-terzo/titolo-i/capo-i/art810.html
Dispositivo dell'art. 810 Codice Civile
Sono beni le cose (1) che possono formare oggetto di diritti.
Note

(1) Dal testo dell'articolo si evince che la definizione giuridica di bene è diversa da quella naturalistica di cosa: infatti è possibile che esistano cose che non sono beni giuridici (es.: aria), in quanto non assoggettabili al potere dell'uomo, e beni giuridici che non sono cose (beni immateriali), come le opere dell'ingegno.




Se è un bene, utilizzarlo in pagamento di un altro bene è un baratto. Sul baratto non è previsto pagamento d' imposta.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 17, 2014, 11:24:02 PM
Suvvia....
http://coinlexit.wordpress.com/2014/08/28/legal-definition-of-bitcoin-a-primer/
http://bitcoinmagazine.com/16197/value-added-tax-vat-bitcoin-summary/
A fini IVA il concetto di bene è diverso dal codice civile. Ergo, baratto o non baratto occorre risolvere la definizione dei bitcoin a fini IVA.
Per questo attendiamo la decisione della Corte di Giustizia sulla causa C-264/14


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: icio on September 18, 2014, 05:16:55 AM
che si debba dichiarare sotto l'aspetto fiscale l'ho gia scritto in precedente post e secondo me non ci piove...per quanto riguarda l'iva, direi questo

se sono un'azienda e vendo un bit sul quale devo pagare l'iva, allora devo poterla scaricare anche quando lo compro

se invece non posso scaricare l'iva, esempio acquisto autovettura anziche autocarro....quando rivendo l'autovettura è esente iva Dpr 633 lettera h (x il dpr, sono andato a memoria..:) mi sembra quello)

il mio modesto parere è che sul btc l'iva non vada pagata, ma lo stesso vada tassato sulla produzione o sulla plusvalenza


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on September 25, 2014, 08:37:32 AM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 13, 2014, 01:01:15 PM
http://bitcoinmagazine.com/16810/vat-bitcoin-update-bruxelles/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Impros88 on October 15, 2014, 06:54:38 AM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie

il Bitcoin è un bene immateriale con valore economico quindi sottoposto ad IVA per la plusvalenza. Ovvero se tu vendi un bitcoin a terzi e ci guadagni, devi pagare IVA. Se tu invece vedi un oggetto in cambio di un bitcoin, sarebbe una specie di baratto o meglio permuta. Sono studente in legge.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on October 15, 2014, 07:35:05 AM
se io vendo un bitcoin e poi ne ricompro una quantità maggiore, non dovrò pagare nulla, insomma il cashout non permanente non è soggetto a tassazione, perché altrimenti lo sarebbero i bitcoin stessi ancor prima di essere convertiti in fiat


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on October 15, 2014, 10:03:08 AM
il Bitcoin è un bene immateriale con valore economico quindi sottoposto ad IVA per la plusvalenza. Ovvero se tu vendi un bitcoin a terzi e ci guadagni, devi pagare IVA. Se tu invece vedi un oggetto in cambio di un bitcoin, sarebbe una specie di baratto o meglio permuta. Sono studente in legge.

E come lo dimostri che ci hai guadagnato o perso?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: icio on October 16, 2014, 03:03:36 PM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie

il Bitcoin è un bene immateriale con valore economico quindi sottoposto ad IVA per la plusvalenza. Ovvero se tu vendi un bitcoin a terzi e ci guadagni, devi pagare IVA. Se tu invece vedi un oggetto in cambio di un bitcoin, sarebbe una specie di baratto o meglio permuta. Sono studente in legge.

La classificazione del bit ad oggi...rimaniamo in attesa del legislatore....un bene immateriale?...una moneta?...una valuta?...una merce di scambio? etc etc etc...direi che vada chiarito.

Se lo considero un prodotto finanziario ...tipo un azione, pago l'iva se rivendo con plusvalenza un azione della google?

Rimarco quanto prima nel mio post, se sono un'azienda e pago l'iva sulla vendita del bit, allora devo poterla scaricare anche quando il  bit lo acquisto...riporto l'esempio dell'acquisto da parte di un'azienda di un autovettura sulla quale non si scarica l'iva...quando la vendo è esente iva


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on October 17, 2014, 06:29:54 PM
Non semplificate e prestate attenzione..... e non fatevi confondere dal nome (VALORE AGGIUNTO).....



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: raffaellosanzio on October 21, 2014, 04:35:18 PM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie

Noi siamo una società italiana che opera con gli amati BTC e il nostro oggetto sociale recita:

"Commercio di, e con, bitcoin e/o criptovalute in genere sul web o tramite altri supporti e dispositivi informatici in genere." © Raffaello srls

 ;D ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on October 21, 2014, 06:51:55 PM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie

Noi siamo una società italiana che opera con gli amati BTC e il nostro oggetto sociale recita:

"Commercio di, e con, bitcoin e/o criptovalute in genere sul web o tramite altri supporti e dispositivi informatici in genere." © Raffaello srls

 ;D ;)
Alla fine abbiamo qualcosa del genere:

La società potrà operare in ambito informatico e matematico alla gestione, progettazione e utilizzo di analisi e calcoli crittografici, ideare, strutturare e gestire bitcoin e monete crittografiche.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Impros88 on October 24, 2014, 08:40:37 PM
Oggetto sociale di una società: dovendo modificare l'assetto societario di una società, cosa potrebbe bene mettere nell'oggetto sociale al fine di poter operare con i nostri amati BTC e criptovalute in genere?  Es: poter gestire una lamassu o comprare e vendere BTC e roba simile.
Grazie

il Bitcoin è un bene immateriale con valore economico quindi sottoposto ad IVA per la plusvalenza. Ovvero se tu vendi un bitcoin a terzi e ci guadagni, devi pagare IVA. Se tu invece vedi un oggetto in cambio di un bitcoin, sarebbe una specie di baratto o meglio permuta. Sono studente in legge.

La classificazione del bit ad oggi...rimaniamo in attesa del legislatore....un bene immateriale?...una moneta?...una valuta?...una merce di scambio? etc etc etc...direi che vada chiarito.

Se lo considero un prodotto finanziario ...tipo un azione, pago l'iva se rivendo con plusvalenza un azione della google?

Rimarco quanto prima nel mio post, se sono un'azienda e pago l'iva sulla vendita del bit, allora devo poterla scaricare anche quando il  bit lo acquisto...riporto l'esempio dell'acquisto da parte di un'azienda di un autovettura sulla quale non si scarica l'iva...quando la vendo è esente iva

ma porca miseria seguimi. Non c'è bisogno di una classificazione, il Bitcoin non è una azione quindi non è sottoposto al regime dienpeodotto finanziari, è un bene immateriale con valore economico quindi molto in teoria c'è già un regime vigente che è quanto ho detto sopra. Esattamente come se vendete i diritti di autore o altri beni immayeriali, esiste un regime. Fino a che una legge non dovesse qualificare diversamente il. Bitcoin come valuta o comepprodotto finanziario si applica il suddetto regime. Questo è quanto. Di fatto non credo che controllino.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on October 25, 2014, 08:01:06 AM
se il btc fosse un baratto io potrei "barattare" merce di ogni tipo e non sottostare a nessuna tassa ne legge, questo è ridicolo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on October 25, 2014, 01:14:46 PM
se il btc fosse un baratto io potrei "barattare" merce di ogni tipo e non sottostare a nessuna tassa ne legge, questo è ridicolo.

Secondo me il problema è che il baratto non e' consentito. FOrse tra privati viene tollerato che è diverso dal dire che è consentito.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on October 25, 2014, 02:15:51 PM
SLIDES del Workshop ‪‎SMAU‬ 22.10.2014 ‪Bitcoin‬ : Analisi Giuridica e Tributaria

https://www.youtube.com/watch?v=_M8rbsXrTjo&feature=youtu.be


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on October 28, 2014, 07:40:41 AM
si mette male http://www.coindesk.com/fincen-rules-bitcoin-payment-processors-exchanges-money-transmitters/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on October 28, 2014, 09:27:41 AM
si mette male http://www.coindesk.com/fincen-rules-bitcoin-payment-processors-exchanges-money-transmitters/

la spieghi meglio ho tradotto con google e non capisco.....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on October 28, 2014, 09:32:07 AM
SLIDES del Workshop ‪‎SMAU‬ 22.10.2014 ‪Bitcoin‬ : Analisi Giuridica e Tributaria

https://www.youtube.com/watch?v=_M8rbsXrTjo&feature=youtu.be



Utilissimo, grazie!!!



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on October 28, 2014, 06:21:42 PM
ma alla fine cosa bisogna fare per fare attività di compravendita btc 100% legale?
perchè bitboat è registrato a malta?
è regolare operare in italia e pagare le tasse a malta?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: rigel on October 29, 2014, 04:41:08 AM
perchè bitboat è registrato a malta?

Per motivi fiscali  ::)

è regolare operare in italia e pagare le tasse a malta?

Per una persona fisica no; per una azienda si.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on October 29, 2014, 07:28:41 AM
perchè bitboat è registrato a malta?

Per motivi fiscali  ::)

è regolare operare in italia e pagare le tasse a malta?

Per una persona fisica no; per una azienda si.


ma se la azienda opera il suo business in italia non dovrebbe essere registrata in italia?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on October 29, 2014, 08:34:36 AM
perchè bitboat è registrato a malta?

Per motivi fiscali  ::)

è regolare operare in italia e pagare le tasse a malta?

Per una persona fisica no; per una azienda si.


ma se la azienda opera il suo business in italia non dovrebbe essere registrata in italia?


Basta far parte della comunità Europea ed avere un P.IVA registrata.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 29, 2014, 09:10:54 AM
Basta far parte della comunità Europea ed avere un P.IVA registrata.
Come è giusto che sia. Altrimenti che mercato unico sarebbe?

Inoltre Bitboat opera più in Francia che in Italia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on October 29, 2014, 09:18:03 AM
Basta far parte della comunità Europea ed avere un P.IVA registrata.
Come è giusto che sia. Altrimenti che mercato unico sarebbe?

Inoltre Bitboat opera più in Francia che in Italia.


Non entro in merito a Bitboat che non conosco se non per sentito dire. La mia è una risposta generica su come funziona in Europa, dove proprio per il mercato unico, si può operare su tutto il territorio senza necessariamente avere una presenza su ogni singola nazione. Ma non in tutte le forme societarie, inquanto solo alcune vengono iscritte automaticamente al pubblico registro Europeo. Alcune forme, come il piccolo imprenditore e alcune imprese individuali, almeno che io sappia, vengono iscritte solo su richiesta e dopo una valutazione.



FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on October 30, 2014, 02:53:33 PM
Tanto un modo per metterli nei casini lo troveranno lo stesso, se mai gli capitasse sotto mano di fargli un'analisi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gino,gino pasticcino on October 31, 2014, 01:28:14 PM
ma alla fine cosa bisogna fare per fare attività di compravendita btc 100% legale?
perchè bitboat è registrato a malta?
è regolare operare in italia e pagare le tasse a malta?


Malta è un bellissimo paese, in white list, nel quale è molto più facile fare impresa. Burocrazia snella e decisamente meno costosa. (Più costosa di Cipro)

Scelta saggia. Esporti in questo paese equivale alla morte (mentale, fisica, finanziaria).

L'Italia se hai i soldi rimane comunque uno dei posti migliori in cui vivere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Module2880 on November 03, 2014, 11:10:36 AM
Non so se avevate letto questo : http://www.brunoleonimedia.it/public/Focus/IBL_Focus_234-De_Caria_Burlone.pdf (http://www.brunoleonimedia.it/public/Focus/IBL_Focus_234-De_Caria_Burlone.pdf)

Io lo trovo molto interessante. In pratica comunque tu faccia sbagli.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on November 03, 2014, 02:15:36 PM
Non so se avevate letto questo : http://www.brunoleonimedia.it/public/Focus/IBL_Focus_234-De_Caria_Burlone.pdf (http://www.brunoleonimedia.it/public/Focus/IBL_Focus_234-De_Caria_Burlone.pdf)

Io lo trovo molto interessante. In pratica comunque tu faccia sbagli.

È proprio quello di cui avevo paura e di cui avevo già messo in guardia alcuni utenti. Purtroppo l'unica cosa da fare è attuare scambi tra privati (ed è una cosa che si può fare fino ad un certo punto), oppure aspettare che ci sia una chiara normativa se si intende scambiare sul suolo nazionale.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on November 15, 2014, 06:46:38 PM
e allora qualcuno lo ha fatto questo benedetto interpello o no??


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on November 16, 2014, 01:16:15 AM
e allora qualcuno lo ha fatto questo benedetto interpello o no??
Armiamoci e partite?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 16, 2014, 04:28:39 PM
Uno strumento radicalmente innovativo che mette in crisi un sistema logoro e antiquato.
La Piovra deve sempre mettere i suoi tentacoli su tutto. Quando il BTC sarà soggiogato alle logiche di potere allora lo abbandonerò.
Lo stesso volerlo sottomettere a qualsivoglia regolazione è senza senso a mio modo di vedere le cose.
L'essere trattati come criminali solo perchè il BTC è al di là della conoscenza economica e finanziarie attuale non è ammissibile.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 16, 2014, 04:32:44 PM
"Altro aspetto meritorio di ulteriore approfondimento è l’effetto combinato del monitoraggio bancario, nuova arma in dotazione al fisco italiano, e del controllo sulle operazioni oltre confine. Acquistando Bitcoin da un trader ubicato in un Paese estero con pagamento del prezzo tramite un flusso di denaro al di fuori dei confini italiani, si potrebbe realizzare un movimento in grado di far accendere i riflettori del controllore fiscale sulla transazione in questione, tale da creare una presunzione di trasferimento di valore. Nell’evenienza in cui il valore acquistato venisse conservato in locale, cioè presso l’utente, tale presunzione potrebbe essere vinta dalla conservazione di una documentazione puntuale delle operazioni realizzate, mentre nel caso in cui si lasciasse la somma in deposito presso l’operatore che rende possibile tali transazioni, ritornerebbe ad essere obbligatoria l’autodenuncia in dichiarazione dei redditi."

Ergo, non collegare mai documento d'identità, prova di residenza ecc. a un conto corrente.

Nuova arma... siamo in guerra se non l'aveste capito.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandro22 on November 17, 2014, 12:23:19 PM
Buonasera,

ho un conto corrente banco posta
vivo ancora con i miei genitori

vorrei cominciare a fare trading bitcoin ma non ho capito come comportarmi con il fisco.

Gli eventuali guadagni dovuti a questa attività dove vanno dichiarati (se vanno dichiarati)?

Scusate, ho letto gran parte del post ma non ci ho capito veramente nulla. Da una parte leggevo che i pagamenti dall'estero sono soggetti a un 20% dall'altra che questa legge non è piu valida. Insomma siccome sto per iniziare vorrei avere le idee chiare prima di fare qualcosa di sbagliato. Grazie

Quello che non mi torna è che se mi tengo i bitcoin nel wallet non pago nulla mentre se li trasformo in euro sono soggetto a tasse.

Come vi comportate voi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on November 17, 2014, 01:21:43 PM
Buonasera,

ho un conto corrente banco posta
vivo ancora con i miei genitori

vorrei cominciare a fare trading bitcoin ma non ho capito come comportarmi con il fisco.

Gli eventuali guadagni dovuti a questa attività dove vanno dichiarati (se vanno dichiarati)?

Scusate, ho letto gran parte del post ma non ci ho capito veramente nulla. Da una parte leggevo che i pagamenti dall'estero sono soggetti a un 20% dall'altra che questa legge non è piu valida. Insomma siccome sto per iniziare vorrei avere le idee chiare prima di fare qualcosa di sbagliato. Grazie

Quello che non mi torna è che se mi tengo i bitcoin nel wallet non pago nulla mentre se li trasformo in euro sono soggetto a tasse.

Come vi comportate voi?

A meno che col trading inizi a guadagnare dei bei soldi lascia stare ogni tipo di dichiarazione.
In ogni caso rientrerebbe nel quadro RH se non sbaglio.
La storia del 20% non viene applicata se tu ti fai fare un bonifico euro sepa dai vari exchange in circolazione.
Es: Deposito 1 BTC su The Rock Trading, lo scambio per 310 euro. Prelevo 310 euro dal conto The Rock che finiranno sul mio c/c.
Ti arriveranno 310 euro meno le commissioni di prelievo previste da The Rock.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandro22 on November 17, 2014, 01:32:21 PM
Per piccoli guadagni quanto intendi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sheriff7 on November 17, 2014, 04:25:51 PM
Per piccoli guadagni quanto intendi?

Se muovi delle centinaia di euro al mese sei davvero bravo ma non credo sarà così.
Comunque pensavo fino a cento e qualcosa a settimana..
Quelle sono piccole somme.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandro22 on November 17, 2014, 06:17:22 PM
nemmeno io credo che sarà cosi anzi credo che perderò tutto all'istante hahaha grazie comunque.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 17, 2014, 10:55:23 PM
nemmeno io credo che sarà cosi anzi credo che perderò tutto all'istante hahaha grazie comunque.


Dimenticati il trading se posso essere d'aiuto. Studia il mercato prima. Prova una settimana a leggerti varie notizie qui sul forum e sui giornali che parlano di BTC e altcoin più affermati. Solo quando avrai preso un po' di confidenza comincia.

La formica saggia sa come guadagnare. Meglio poco e con regolarità. La botta di culo, come il superenalotto vale una volta su milioni. Magari tu sarai quel milione chissà.

Buon divertimento.

Se conosci l'inglese è meglio trovi molte più informazioni.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandro22 on November 18, 2014, 12:15:58 PM
Grazie per i consigli, in effetti è da gennaio che mi informo su bitcoin litecoin e altre coin per esempio dodge. Per adesso avevo soltanto letto il forum senza scrivere. Inoltre sono in compagnia di un mio amico che studia economia quindi siamo in due! Detto questo, credo di essermi informato sufficientemente per poter iniziare questa avventura, probabilmente sarà un buco nell'acqua ma quello che importa è che impari qualcosa di nuovo. Un saluto a tutti e grazie


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 18, 2014, 02:41:02 PM
Grazie per i consigli, in effetti è da gennaio che mi informo su bitcoin litecoin e altre coin per esempio dodge. Per adesso avevo soltanto letto il forum senza scrivere. Inoltre sono in compagnia di un mio amico che studia economia quindi siamo in due! Detto questo, credo di essermi informato sufficientemente per poter iniziare questa avventura, probabilmente sarà un buco nell'acqua ma quello che importa è che impari qualcosa di nuovo. Un saluto a tutti e grazie


Se vuoi rischiare (...) puoi provare cointellect.
I loro contratti sembrano troppo belli per essere veri ma per ora paga con regolarità. Io lo sto utilizzando da settembre.
Ripeto, solo se te la senti di rischiare.

Quindi, come ho accennato, prova cointellect http://cointellect.com (http://cointellect.com) ti dò il link con ref altrimenti non ti fa iscrivere. Oppure prima iscriviti tu e non comprare niente: dopodichè con il tuo codice affiliato fai iscrivere il tuo amico (da IP diverso) e così usufruisci del 10% di sconto.

Prima provi a minare con il pc per vedere l'effetto che fa, poi sblocchi l'account con un contratto demo... e poi speri che il tuo prossimo contratto arrivi al ROI e quindi al profitto.

Ormai il mining è un business consolidato, ergo ci vogliono parecchi soldi. A meno che non trovi una altcoin da estrarre che poi rivenderai in fase di pompaggio (pump).

Ma più di tutto ti consiglio di informarti e cercare, cercare, cercare.

Più o meno tutti siamo passati per quella fase. Non è mai troppo tardi.

EDIT By HostFat
Ref link tolto.
Non voglio più vedere questa roba.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: sandro22 on November 19, 2014, 10:39:13 AM
ti ringrazio, ma di certo adesso non mi metto a minare, soprattutto se questo mi costa mensilmente anche non poco. Mari piu in la cambio idea.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on November 19, 2014, 11:12:48 AM
ti ringrazio, ma di certo adesso non mi metto a minare, soprattutto se questo mi costa mensilmente anche non poco. Mari piu in la cambio idea.

scusate per l'intrusione la vostra discussione è istruttiva ma c'è una sezione fatta apposta per il mining

https://bitcointalk.org/index.php?board=115.0 (https://bitcointalk.org/index.php?board=115.0)


ed una che parla precisamente di cointellect

https://bitcointalk.org/index.php?topic=768402.0 (https://bitcointalk.org/index.php?topic=768402.0)


questo thread è vitale per tutti, però è già lunghino viene difficile seguire giornalmente...... qui solo fiscale e legale.... grazie  :)



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 20, 2014, 12:45:11 PM
http://www.rischiocalcolato.it/2012/05/posso-aprire-un-conto-corrente-e-versarvi-denaro-allestero-il-quadro-rw-2.html (http://www.rischiocalcolato.it/2012/05/posso-aprire-un-conto-corrente-e-versarvi-denaro-allestero-il-quadro-rw-2.html)

In questo articolo molte info utili riguardo denaro ed estero.

Lo consiglio perchè potrebbe essere utile in prospettiva.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: FaSan on November 22, 2014, 01:32:51 PM
Come si legge in questo thread : https://bitcointalk.org/index.php?topic=868394.0;topicseen

Dal 1° gennaio 2015 l' Estonia tasserà i Bitcoin applicando l' IVA del 20%. Da tenere in considerazione visto che l' Estonia è nella Comunità Europea e che potrebbe quindi essere d' esempio per gli altri.




FaSan


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 22, 2014, 02:49:00 PM
Come si legge in questo thread : https://bitcointalk.org/index.php?topic=868394.0;topicseen

Dal 1° gennaio 2015 l' Estonia tasserà i Bitcoin applicando l' IVA del 20%. Da tenere in considerazione visto che l' Estonia è nella Comunità Europea e che potrebbe quindi essere d' esempio per gli altri.

FaSan

 ::)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on November 22, 2014, 08:39:59 PM
ecco perché è meglio tenerseli e non convertirli, solo finché rimangono bitcoin sono veramente immuni dal pizzo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on November 27, 2014, 08:54:14 AM
Potreste aggiornare l'OP?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on December 02, 2014, 07:44:46 AM
Potreste aggiornare l'OP?

Sì, in effetti non sarebbe male, oppure con chi ha tempo da dedicare alla cosa ci si può organizzare e fare uno sticked limitato alla raccolta di link e informazioni. Anzi, ancora meglio sarebbe un google doc pubblico penso.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 04, 2014, 08:34:06 PM
ma come è finita con quelli che hanno intascato l'anno scorso, come vi siete comportati con il fisco per quest'anno?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on December 14, 2014, 07:32:04 PM
bisogna fare un interpello all'agenzia delle entrate
si scrive che si è venduto un bitcoin e si vuole sapere come va tassato


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on December 14, 2014, 07:34:51 PM
Ho sentito che c'è già stato, e non hanno dato risposta.
Non solo, due commercialisti mi avevano comunque sconsigliato di farlo.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on December 14, 2014, 07:37:54 PM

Tassazione Bitcoin e altre Criptovalute Audio Intervento Politecnico di Torino

https://www.youtube.com/watch?v=GuuGJN09FWg


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 14, 2014, 07:48:58 PM
Ho sentito che c'è già stato, e non hanno dato risposta.
Non solo, due commercialisti mi avevano comunque sconsigliato di farlo.

quindi non hanno dichiarato?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on December 14, 2014, 07:51:27 PM
Questo non ti so dire, provo a richiedere comunque che risposta avevano dato.
Mi pare che fosse stato fatto su finanzaonline.com


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on December 14, 2014, 08:29:53 PM
mi interessava , perché vedo molto movimento anche qui nella sezione mercato valute, tutti quei movimenti su carta saranno saltati all'occhio


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Hyperion6 on December 15, 2014, 04:00:03 AM
Il thread su finanzaonline dovrebbe essere questo http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin.html


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ercolinux on December 15, 2014, 06:27:21 AM
Ho sentito che c'è già stato, e non hanno dato risposta.
Non solo, due commercialisti mi avevano comunque sconsigliato di farlo.

Strano che non abbiano risposto: la legge obbliga la PA a rispondere entro 120giorni e se non lo fa esiste la norma del silenzio assenso che rende l'interpretazione del contribuente valida: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/interpello/#interpello ordinario

La "fregatura" è che pur costituendo un precedente citabile l'interpello ordinario vale solo per il caso specifico presentato dal singolo contribuente (o dal gruppo che lo ha presentato).


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on December 15, 2014, 09:27:07 AM
Qui il dubbio principale è "quando vendo i bitcoin su un exchanger e faccio un withdrawal sul mio conto corrente come dovrò dichiarare il guadagno" ?

Mi è venuto in mente un dubbio secondario: i bitcoin e gli euro (o dollari) parcheggiati sugli exchanger andrebbero dichiarati? O solo quando vengono ritirati sul conto corrente finale?

Facciamo un esempio ipotetico:

-dicembre 2014, Bob compra 1 bitcoin al prezzo di 350 $

-marzo 2015, Bob rivende il bitcoin al prezzo di 2000$ (ipotizziamo che il prezzo sia salito) e parcheggia il venduto sull'exchanger, ora disponde di 2000$ sull'exchanger

-giugno 2015, la bolla si è sgonfiata, e Bob riutilizza i 2000$ per comprare 2 bitcoin a 1000$ l'uno e parcheggia 2 bitcoin sull'exchanger

-aprile 2016 c'è una nuova bolla e Bob rivende i 2 bitcoin a 3000$ l'uno e ora si ritrova con 6000$ sull'exchanger.

- e via dicendo

Ipotizziamo quindi che Bob sia un buon trader "long term". Tutti questi periodi in cui si ritrova questi fondi parcheggiati sull'exchanger dovrà dichiararli e pagarci le tasse? Oppure dovrà pagare le tasse quando uscirà da "questo gioco" prelevando sul suo conto corrente "considerando chiusa a quel punto la tradata" e pagando le tasse sul guadagno finale?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: TheBomber999 on December 15, 2014, 10:34:55 AM
Ciao ragazzi,
qualcuno sa come vengono considerati i gambling in bitcoin? Sempre gioco d'azzardo soggetto a licenza anche se non è una moneta riconosciuta? Avete qualche nome di un legale in zona firenze (o comunque toscana) a cui mi possa rivolgere per capire bene come agire in questo settore?

Grazie mille


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on December 15, 2014, 12:19:55 PM
Il thread su finanzaonline dovrebbe essere questo http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin.html
http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin-5.html#post41014776
In pratica ... copio/incollo

Quote
Quote
Originalmente inviato da newable Visualizza messaggio
....a distanza di oltre 200 giorni si può sapere se l'AdE ha risposto? Grazie.
si, ma hanno detto che rispondono solo per casi reali e non ipotetici.
quindi dovrei prima vendere i bitcoin, e poi rifare un interpello per sapere come va tassata la cosa


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on January 04, 2015, 12:47:51 PM
Ho sentito che c'è già stato, e non hanno dato risposta.
Non solo, due commercialisti mi avevano comunque sconsigliato di farlo.

Strano che non abbiano risposto: la legge obbliga la PA a rispondere entro 120giorni e se non lo fa esiste la norma del silenzio assenso che rende l'interpretazione del contribuente valida: http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/nsilib/nsi/documentazione/interpello/#interpello ordinario

La "fregatura" è che pur costituendo un precedente citabile l'interpello ordinario vale solo per il caso specifico presentato dal singolo contribuente (o dal gruppo che lo ha presentato).


quindi io potrei interpretare che devo pagare zero tasse e sarei esentato dal pagare tasse se non mi rispondono?
ne dubito


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on January 04, 2015, 12:49:30 PM

Non solo, due commercialisti mi avevano comunque sconsigliato di farlo.

con quale motivazione?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on February 11, 2015, 10:15:09 AM
Lotta agli evasori, il Fisco avrà a disposizione i dati sui conti e le carte di credito del 2013-2014
http://www.corriere.it/economia/15_febbraio_10/lotta-evasori-fisco-avra-disposizione-dati-conti-carte-credito-2013-2014-42f73b02-b146-11e4-9c01-b887ba5f55e9.shtml (http://www.corriere.it/economia/15_febbraio_10/lotta-evasori-fisco-avra-disposizione-dati-conti-carte-credito-2013-2014-42f73b02-b146-11e4-9c01-b887ba5f55e9.shtml)

Quote
Nulla sfugge all’archivio, che però è blindato secondo regole di sicurezza e privacy: conti correnti, depositi, ma anche contratti derivati, fondi pensioni, ricariche telefoniche, carte di credito e acquisti di oro e preziosi. In particolare gli intermediari devono inviare il codice identificativo del rapporto, il saldo di inizio e fine anno, l’importo totale dei movimenti attivi e passivi dell’anno.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on February 11, 2015, 10:59:45 AM
Lotta agli evasori, il Fisco avrà a disposizione i dati sui conti e le carte di credito del 2013-2014
http://www.corriere.it/economia/15_febbraio_10/lotta-evasori-fisco-avra-disposizione-dati-conti-carte-credito-2013-2014-42f73b02-b146-11e4-9c01-b887ba5f55e9.shtml (http://www.corriere.it/economia/15_febbraio_10/lotta-evasori-fisco-avra-disposizione-dati-conti-carte-credito-2013-2014-42f73b02-b146-11e4-9c01-b887ba5f55e9.shtml)

Quote
Nulla sfugge all’archivio, che però è blindato secondo regole di sicurezza e privacy: conti correnti, depositi, ma anche contratti derivati, fondi pensioni, ricariche telefoniche, carte di credito e acquisti di oro e preziosi. In particolare gli intermediari devono inviare il codice identificativo del rapporto, il saldo di inizio e fine anno, l’importo totale dei movimenti attivi e passivi dell’anno.

peccato che il bitcoin non sia regolamentato, si può sempre far leva su questo

inutile farsi prendere dal panico, poi chi stava sotto i 5k nel 2014 dovrebbe star tranquillo, senza dover dichiarare niente quest'anno


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on February 11, 2015, 07:41:50 PM
io devo vendere circa 25k eur in btc su bitstamp e bonificare verso un mio cc italiano, sono soldi che mi servono per comprare casa quindi devo farli passare per forza dal conto corrente.
io avevo intenzione di bonificarmeli e poi inviare interpello all' ADE
voi che ne dite?
come devo scrivere l'interpello?
secondo voi quanto mi chiederanno di pagare?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on February 11, 2015, 09:38:45 PM
Caro Armory,
secondo me puoi anche scrivere l'interpello ma stai ben attento: nell'interpello devi dare la Tua soluzione e motivarla bene.
Dal mio punto di vista tassazione quale redditi diversi di capitale sul capital gain in dichiarazione dei redditi.
Fatti assistere bene, mi raccomando, una risposta sbagliata ad un interpello fatto male causa un danno a tutti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on February 12, 2015, 02:45:24 PM
io devo vendere circa 25k di btc su bitstamp e bonificare verso un mio cc italiano, sono soldi che mi servono per comprare casa quindi devo farli passare per forza dal conto corrente.
io avevo intenzione di bonificarmeli e poi inviare interpello all' ADE
voi che ne dite?
come devo scrivere l'interpello?
secondo voi quanto mi chiederanno di pagare?

avvertici prima di vendere... farai crollare il prezzo!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on February 12, 2015, 07:24:01 PM
Caro Armory,
secondo me puoi anche scrivere l'interpello ma stai ben attento: nell'interpello devi dare la Tua soluzione e motivarla bene.
Dal mio punto di vista tassazione quale redditi diversi di capitale sul capital gain in dichiarazione dei redditi.
Fatti assistere bene, mi raccomando, una risposta sbagliata ad un interpello fatto male causa un danno a tutti.

a sto punto a chi posso rivolgermi per farmelo compilar ecome si deve?
nel caso di tassazione da capital gain in redditi diversi, quanto dovrei pagare di tasse?
e se invece non dichiaro nulla e un domani mi vengono a bussare alla porta quanto dovrei pagare?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on February 12, 2015, 07:50:48 PM
Caro Armory,
secondo me puoi anche scrivere l'interpello ma stai ben attento: nell'interpello devi dare la Tua soluzione e motivarla bene.
Dal mio punto di vista tassazione quale redditi diversi di capitale sul capital gain in dichiarazione dei redditi.
Fatti assistere bene, mi raccomando, una risposta sbagliata ad un interpello fatto male causa un danno a tutti.

a sto punto a chi posso rivolgermi per farmelo compilar ecome si deve?
nel caso di tassazione da capital gain in redditi diversi, quanto dovrei pagare di tasse?
e se invece non dichiaro nulla e un domani mi vengono a bussare alla porta quanto dovrei pagare?

Sul capital gain dovrebbe essere 26% di aliquota.
Ma per il tuo bene contatta un commercialista, non rivolgerti ad un forum.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on February 12, 2015, 08:20:24 PM
Caro Armory,
secondo me puoi anche scrivere l'interpello ma stai ben attento: nell'interpello devi dare la Tua soluzione e motivarla bene.
Dal mio punto di vista tassazione quale redditi diversi di capitale sul capital gain in dichiarazione dei redditi.
Fatti assistere bene, mi raccomando, una risposta sbagliata ad un interpello fatto male causa un danno a tutti.

a sto punto a chi posso rivolgermi per farmelo compilar ecome si deve?
nel caso di tassazione da capital gain in redditi diversi, quanto dovrei pagare di tasse?
e se invece non dichiaro nulla e un domani mi vengono a bussare alla porta quanto dovrei pagare?

Sul capital gain dovrebbe essere 26% di aliquota.
Ma per il tuo bene contatta un commercialista, non rivolgerti ad un forum.

si ma cercane un bravo e se conosci qualcuno all'Agenzia tanto meglio.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on March 03, 2015, 05:11:30 PM
News su questo versante?
Se ad esempio versassi 1k su un exchange e dopo un pò di trading riscuotessi mettiamo 1,5k con bonifico sepa in entrata dovrei dichiarare 500€ di rendita finanziara (aliquota del 26%)?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on March 04, 2015, 04:28:59 PM
News su questo versante?
Se ad esempio versassi 1k su un exchange e dopo un pò di trading riscuotessi mettiamo 1,5k con bonifico sepa in entrata dovrei dichiarare 500€ di rendita finanziara (aliquota del 26%)?

con tutto il trading nella sezione italiana, è strano che ancora nessuno sappia dare una risposta al riguardo, si vede che il fisco non ha ancora bussato alle loro porte


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Randagio on March 30, 2015, 11:53:13 AM
A breve dovro' emettere una serie di fatture verso societa' estere, tutte in comunita' europea, per la prestazione di servizi.

Saranno fatture in euro che verranno saldate in bitcoin al cambio del momento. L' indirizzo del pagamento sara' specificato in fattura e sara' uno diverso per ogni pagamento.

Nonostante il pagamento sarebbe tracciabilissimo, non mi sembra che venga concepito come tale dalle varie autorita' italiane.

Mi chiedo quindi se dovrei assimilarlo ad un pagamento in contanti e non emettere fatture per importi superiori ai 1000 euro.

Qualcuno ha esperienze o consigli?




Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on April 01, 2015, 12:42:00 AM
Riporto anche qui in "caso" Oraclize (https://bitcointalk.org/index.php?topic=958619.msg10928844#msg10928844), che senz'altro farà scuola in Italia.

@Randagio: magari riceverai delle testimonianze, ma per casi di questo tipo ti consiglierei di consultare un commercialista di fiducia.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Hyperion6 on April 01, 2015, 08:05:21 PM
Credo che per come si muove la situazione della regolamentazione del Bitcoin in Italia che a quanto ne sappiamo può avvenire tra 5 anni o anche mai
dovremmo concentrarci anche su quella Europea, in fondo noi siamo Italiani come Europei se volessimo potremmo prendere il primo volo e vivere in un qualsiasi paese Europeo sottostando alle sue determinate leggi in materia (previa comunicata residenza) e per chi ha una cifra consistente al momento questa è l'unica soluzione sensata.

Quindi propongo l'apertura di un thread su Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin Nell'unione Europea o almeno maggiore attenzione in tal senso


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on April 02, 2015, 07:28:44 PM
Credo che per come si muove la situazione della regolamentazione del Bitcoin in Italia che a quanto ne sappiamo può avvenire tra 5 anni o anche mai
dovremmo concentrarci anche su quella Europea, in fondo noi siamo Italiani come Europei se volessimo potremmo prendere il primo volo e vivere in un qualsiasi paese Europeo sottostando alle sue determinate leggi in materia (previa comunicata residenza) e per chi ha una cifra consistente al momento questa è l'unica soluzione sensata.

Quindi propongo l'apertura di un thread su Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin Nell'unione Europea o almeno maggiore attenzione in tal senso

Una cosa è certa: se l'UE dovesse regolamentare i BTC è la fine. Dato che le norme UE prevalgono su quelle degli stessi membri.
E considerando cos'è l'UE oggi ciò mi preoccupa molto.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Hyperion6 on April 02, 2015, 08:32:39 PM
Non parlo delle leggi UE ma parlo delle leggi dei singoli stati dell'Ue
Qualche settimana fà non ricordo dove lessi un resoconto delle norme sui bitcoin dei vari paesi europei è praticamente quasi il 30/40% aveva legiferato o almeno espresso un parere in merito ai fondi proventi appunto dai bitcoin

Quindi penso che sarebbe un peccato se ci fossero delle strade percorribili ma non usarle per mancanza di informazioni, e credo che in questo modo potremmo concentrarci anche su casi reali oltre che su pensieri astratti e supposizioni (l'unica cosa ovvia fatta in 40 pagine di thread non essendoci nemmeno un parere dall'agenzia delle entrate o da un chicchessìa)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on April 03, 2015, 08:38:02 AM
Sai come funziona l'UE a livello legislativo?
Sai che la Costituzione Italiana cede di fronte ai Trattati europei?
Ciò significa che quando, e se, l'UE deciderà di optare per una regolamentazione dei BTC qualunque legge degli stati membri dovrà decadere per via del principio di sovraordinazione del diritto europeo su quello degli stati membri.

E lì ci sarà da ridere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: LeChatNoir on April 05, 2015, 09:45:21 PM
Credo che per come si muove la situazione della regolamentazione del Bitcoin in Italia che a quanto ne sappiamo può avvenire tra 5 anni o anche mai
dovremmo concentrarci anche su quella Europea, in fondo noi siamo Italiani come Europei se volessimo potremmo prendere il primo volo e vivere in un qualsiasi paese Europeo sottostando alle sue determinate leggi in materia (previa comunicata residenza) e per chi ha una cifra consistente al momento questa è l'unica soluzione sensata.

Quindi propongo l'apertura di un thread su Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin Nell'unione Europea o almeno maggiore attenzione in tal senso

Ottima idea!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: LeChatNoir on April 12, 2015, 03:28:15 PM
Ancora nessuno è riuscito a pagare le tasse sui bitcoin venduti in itaglia?  :-\


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Fabrizio89 on April 13, 2015, 05:32:44 AM
Il punto è che ognuno le ha pagate a modo suo. lol


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on April 13, 2015, 11:21:39 AM
Il punto è che ognuno le ha pagate a modo suo. lol
o non le ha pagate.
Il punto è questo:
il BTC è qualcosa di troppo avanzato per i normali sistemi di tassazione: può essere configurato sotto diversi punti di vista e alcuni sono ancora in divenire.
Al momento tassare (o farsi tassare) i guadagni (o le perdite) relativi lo ritengo un non senso.
A meno che non si sia dei professionisti e in quel caso non si può farne a meno.
Ma da privati non vedo perchè regalare dei soldi agli stati.

@hostfat

come mai questo thread non è più in rilievo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on April 13, 2015, 12:20:00 PM
Boh, depositi X su exchange, dopo tot prelevi Y, paghi (Y-X)*0.26 di aliquota per rendita finanziara.
Cosa misso?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: saverio on April 14, 2015, 08:29:00 AM
Il punto è che ognuno le ha pagate a modo suo. lol
o non le ha pagate.
Il punto è questo:
il BTC è qualcosa di troppo avanzato per i normali sistemi di tassazione: può essere configurato sotto diversi punti di vista e alcuni sono ancora in divenire.
Al momento tassare (o farsi tassare) i guadagni (o le perdite) relativi lo ritengo un non senso.
A meno che non si sia dei professionisti e in quel caso non si può farne a meno.
Ma da privati non vedo perchè regalare dei soldi agli stati.

@hostfat

come mai questo thread non è più in rilievo?

se da privato vendi tutto in contanti hai ragione, ma se ogni mese hai centinaia/migliaia di euro di ricariche su prepagate il senso poi lo devi spiegare quando ti arriva l'accertamento dell'agenzie delle entrate


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on April 14, 2015, 09:36:31 AM
Il punto è che ognuno le ha pagate a modo suo. lol
o non le ha pagate.
Il punto è questo:
il BTC è qualcosa di troppo avanzato per i normali sistemi di tassazione: può essere configurato sotto diversi punti di vista e alcuni sono ancora in divenire.
Al momento tassare (o farsi tassare) i guadagni (o le perdite) relativi lo ritengo un non senso.
A meno che non si sia dei professionisti e in quel caso non si può farne a meno.
Ma da privati non vedo perchè regalare dei soldi agli stati.

@hostfat

come mai questo thread non è più in rilievo?

se da privato vendi tutto in contanti hai ragione, ma se ogni mese hai centinaia/migliaia di euro di ricariche su prepagate il senso poi lo devi spiegare quando ti arriva l'accertamento dell'agenzie delle entrate

se arrivano dall'estero e sei sotto una certa soglia(mi pare fosse 10k annui) non dovrebbero esserci problemi


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: LeChatNoir on April 15, 2015, 11:57:33 AM
Boh, depositi X su exchange, dopo tot prelevi Y, paghi (Y-X)*0.26 di aliquota per rendita finanziara.
Cosa misso?

Non so se è così semplice, nessuno ha chiesto direttamente all' agenzia delle entrate?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on April 15, 2015, 02:52:52 PM
Boh, depositi X su exchange, dopo tot prelevi Y, paghi (Y-X)*0.26 di aliquota per rendita finanziara.
Cosa misso?

Non so se è così semplice, nessuno ha chiesto direttamente all' agenzia delle entrate?

Bel casino.
Io non chiederei mai al lupo comunque.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: LeChatNoir on April 17, 2015, 09:39:26 AM
Boh, depositi X su exchange, dopo tot prelevi Y, paghi (Y-X)*0.26 di aliquota per rendita finanziara.
Cosa misso?

Non so se è così semplice, nessuno ha chiesto direttamente all' agenzia delle entrate?

Bel casino.
Io non chiederei mai al lupo comunque.

Secondo me è il modo migliore per fare un po' di chiarezza, chiedendo a loro sarai almeno sicuro di non aver problemi.

Posto il link ad una discussione su bitcoin e fisco da finanzaonline  http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin.html (http://www.finanzaonline.com/forum/diritto-fisco-tutela-del-risparmio-e-previdenza-legal-financial-forum/1563491-tassazione-redditi-da-compravendita-bitcoin.html)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on April 17, 2015, 09:42:50 AM
Da molti ho sentito si preferisce che la chiarezza arrivi dall'Europa, e non che si lasci prendere una posizione all'Italia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on April 17, 2015, 01:36:41 PM
Sai come funziona l'UE a livello legislativo?
Sai che la Costituzione Italiana cede di fronte ai Trattati europei?
Ciò significa che quando, e se, l'UE deciderà di optare per una regolamentazione dei BTC qualunque legge degli stati membri dovrà decadere per via del principio di sovraordinazione del diritto europeo su quello degli stati membri.

E lì ci sarà da ridere.

Per rispondere nuovamente ai precedenti mi riquoto.

La norma UE prevarrrà sempre e comunque su quella del singolo ordinamento.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 22, 2015, 10:38:32 AM
Sai come funziona l'UE a livello legislativo?
Sai che la Costituzione Italiana cede di fronte ai Trattati europei?
Ciò significa che quando, e se, l'UE deciderà di optare per una regolamentazione dei BTC qualunque legge degli stati membri dovrà decadere per via del principio di sovraordinazione del diritto europeo su quello degli stati membri.

E lì ci sarà da ridere.

Per rispondere nuovamente ai precedenti mi riquoto.

La norma UE prevarrrà sempre e comunque su quella del singolo ordinamento.

infatti è meglio prendere spunto da lì che aspettare interpelli e via dicendo, l'agenzia delle entrate pensa più a fare tagli orbi, bisogna spiegare bene dove vanno a finire le tasse tipo non è che vanno a pagare gli interessi sul debito pubblico? se così fosse è truffa ai cittadini, quindi mi affido a chi comanda che almeno ci fa lavorare  ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: wolfgb888 on April 23, 2015, 09:05:19 PM
mi auguro anch'io che normative o leggi riguardo cryptocurrensy siano prese e fatte rispettare dalla UE, e qui ci vengono incontro paesi nordici come UK, D, NL, etc. che renderanno più agevole il percorso normativo. A tatto non sento le persone e le istituzioni così reticenti verso bitcoin, piuttosto increduli o diffidenti eccetto i sognori Bank, e si a questi signori un po di sabbia e conchiglie di quelle piccole tra le natiche gli può venì !!
credo anche che i funzionari pubblici e privati faranno quello che gli verrà detto di fare se sarà imposto da 120.000 leggi e norme, anche loro saranno perplessi i più           

                    BTC     


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on April 30, 2015, 05:20:31 PM
Salve a tutti,

ma se vendo bitcoin in contanti faccia a faccia sono obbligato ad emettere scontrino fiscale o fattura?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alexrossi on April 30, 2015, 05:26:33 PM
Se sei un privato e la compravendita di bitcoin non è la tua prima fonte di reddito, no.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on April 30, 2015, 05:55:58 PM
Se sei un privato e la compravendita di bitcoin non è la tua prima fonte di reddito, no.

Quindi se vendo meno di €5.000,00 all'anno in contanti rientra come prestazione occasionale e devo solo creare uno "scontrino" con codice fiscale, da quanto ho capito...

Ma se vendessi in contanti piu' di €5.000,00 all'anno e voglio continuare a vendere in contanti mantenendo l'anonimato del mio cliente cosa devo fare?

Anche se apro P.IVA non voglio fatturare per ovvi motivi di anonimato del mio cliente...

Posso fare sempre uno "scontrino" con P.IVA o qualcosa di simile?!?

Il problema e': voglio vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 01, 2015, 07:10:12 AM
Se io vengo da te e tu mi vendi qualcosa e mi fai lo scontrino, se io pagassi in contanti tu non sapresti chi sono.
Ti trovi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 01:12:20 PM
Se io vengo da te e tu mi vendi qualcosa e mi fai lo scontrino, se io pagassi in contanti tu non sapresti chi sono.
Ti trovi?

Io mi trovo sempre acquafredda, tuttavia ho bisogno di una risposta a questa domanda per "trovarmi completamente".

LA MIA DOMANDA E': voglio vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente.

Le soluzioni sono due:
1) Sotto i €5.000,00: fattura, o no, con C.F (poco importa)
2) Sopra i €5.000,00: fattura con P.IVA (devo mostrare il nome del mio cliente)

LA MIA DOMANDA E': voglio vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente.

Come faccio?

RIPETO LA DOMANDA PERCHE' COSI' SI CAPISCE MEGLIO DATO CHE VEDO CHE LA DOMANDA E' SCOMODA E NESSUNO VUOLE PRENDERSI LA RESPONSABILITA' DI UNA RISPOSTA ALL'ALTEZZA DELLA PAROLA "RISPOSTA".

"Grazie" in anticipo per ogni risposta che vorrete o non vorrete darmi.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 01, 2015, 02:44:28 PM
Non utilizzare lo stampatello.
Capisci cosa significa pagare in contanti?
In contanti puoi darmi anche un miliardo di euro e nessuno ne saprà mai nulla (ipoteticamente).
Ok diciamo i tuoi famosi 5000€.
Domani ci incontriamo. Io ti do 5000€ e tu trasferisci l'equivalente in BTC sul mio portafoglio.

A parte te e me chi lo sa?

Ci troviamo su questo?

Fa un esempio di due tranches di pagamenti: perchè non farne di più e se pe proprio devi dichiarnarne la minima parte.

Vedi il tuo problema non si pone proprio a mio avviso:
se vuoi mantenere l'anonimato del cliente, se ciò avviene in contanti, l'anonimato è garantito di per sé.

Ora, senza che ti innervosisci: hai capito ciò che ho scritto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 03:25:31 PM
Domani ci incontriamo. Io ti do 5000€ e tu trasferisci l'equivalente in BTC sul mio portafoglio.

A parte te e me chi lo sa?

Questo e' il mio problema: vorrei liberamente alla luce del sole indicare l'indirizzo del mio ufficio dove chiunque puo' comprare bitcoin in contanti.

Il problema e': voglio vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente.

Mi innervosisco perche' Lei/Tu risponde/i parzialmente alla mia domanda e quella che voglio avere e' una risposta completa.

Risposta completa: risposta in accordanza con le leggi della Repubblica Italiana.

Mi spiace che Lei/Tu si offenda se io "mi scaldo", ma le risposte incomplete non mi sono mai piaciute.

IL THREAD SI CHIAMA "Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin" QUINDI IL FATTO CHE LEI/TU MI DIA/DAI UNA RISPOSTA PALESEMENTE AL DI FUORI DELLA LEGGE E' GIA' DI PER SE UNA RISPOSTA OFF-TOPIC.

Un thread con topic "Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin" secondo me e' una discussione in cui si vogliono trovare le vie legali per gestire il "fenomeno Bitcoin".


Vedi il tuo problema non si pone proprio a mio avviso: ...omissis...
CERTO su questo siamo d'accordo, quello su cui non siamo d'accordo e' il contenuto della sua risposta in quanto ricopre solo la soluzione in un ambiente ILLEGALE e non ricopre la soluzione anche per un ambiente LEGALE.

Ambiente Legale: ambiente in accordanza con le leggi della Repubblica Italiana.


Ad ogni modo questa sua parziale risposta mi ha permesso di immaginere una possibile soluzione al mio "problema": sopra i €5.000,00 bisogna munirsi di registratore di cassa o simile per emettere scontrino.

E' l'unico modo per vendere un bene senza richiedere l'identita' del compratore.


Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 01, 2015, 07:38:07 PM
Ok, non capisco perché adesso mi da del Lei.
Comunque, in questo caso la risposta alla domanda iniziale è un no condizionato.

O forse, avendo tutte le carte in regola, e considerando il BTC un bene si potrebbe tranquillamente venderlo al di sotto dei 1000€ (attuale soglia di tracciabilità se non vada errato) con scontrino e anonimato del cliente.

Somme ulteriori, a livello legale, prevedono la tracciabilità.

I miei esempi erano, in ogni caso, ipotetici.

Il problema/soluzione è insito nel BTC stesso: lo si può considerare come valuta, come bene, ecc.

Quindi la sua domanda può essere liberamente interepreta per analogia secondo le norme del nostro ordinamento e, tantopiù, attraverso quelle dell'ordinamento europeo a seconda dei casi dato che, per il momento, non esiste normativa prevalente in materia (opinione mia, com'è giusto che sia).

Non si preoccupi, e non si alteri.

Grazie.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 07:54:02 PM
O forse, avendo tutte le carte in regola, e considerando il BTC un bene si potrebbe tranquillamente venderlo al di sotto dei 1000€ (attuale soglia di tracciabilità se non vada errato) con scontrino e anonimato del cliente.

Ho capito e' un problema contabile!

Il problema non sono i 1000€ di tracciabilita', quella e' una legge ed e' ovvio che vada rispettata.

Il problema e' superati i 5000€ di fatturato annuo si e' obbligati ad emettere fattura, il problema e' il nominativo nella fattura che e' OBBLIGATORIO.

La mia domanda e': come faccio a vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on May 01, 2015, 08:25:11 PM
(...)
Il problema e' superati i 5000€ di fatturato annuo si e' obbligati ad emettere fattura, il problema e' il nominativo nella fattura che e' OBBLIGATORIO.
(...)
E questo chi l'ha detto? ci sono negozi (alimentari ma anche i grandi centri commerciali, giornalai, tabaccai, scarpe, ferramenta ecc. ecc) che non emettono fattura ai clienti ma solo scontrino e in genere superano i 5000 Euro complessivi all'anno.
Se ho capito, oltre i 5000 tu ti devi regolarizzare ma puoi emettere scontrino fiscale, poi rimane il problema di come li compri e che fatture hai per scaricare e l'iva ecc. ecc ma non credo ci sia una risposta corretta ne qui' ne in altri forum ... puoi sempre fare una domanda all'agenzia delle entrate con un caso concreto e poi ci fai sapere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 08:27:42 PM
Se ho capito, oltre i 5000 tu ti devi regolarizzare ma puoi emettere scontrino fiscale, poi rimane il problema di come li compri e che fatture hai per scaricare e l'iva ecc. ecc ma non credo ci sia una risposta corretta ne qui' ne in altri forum ... puoi sempre fare una domanda all'agenzia delle entrate con un caso concreto e poi ci fai sapere.

Esatto: per emettere scontrino ti devi "regolarizzare".

Qual'e' questa "regolarizzazione" di cui sta/stai parlando picchio?!?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on May 01, 2015, 08:35:17 PM
Se ho capito, oltre i 5000 tu ti devi regolarizzare ma puoi emettere scontrino fiscale, poi rimane il problema di come li compri e che fatture hai per scaricare e l'iva ecc. ecc ma non credo ci sia una risposta corretta ne qui' ne in altri forum ... puoi sempre fare una domanda all'agenzia delle entrate con un caso concreto e poi ci fai sapere.

Esatto: per emettere scontrino ti devi "regolarizzare".

Qual'e' questa "regolarizzazione" di cui sta/stai parlando picchio?!?
Come ho scritto ..

Quote
ma non credo ci sia una risposta corretta ne qui' ne in altri forum ... puoi sempre fare una domanda all'agenzia delle entrate con un caso concreto e poi ci fai sapere.
Detto questo: presumo che un qualunque esercizio in grado di vendere qualcosa possa configurare il bitcoin come qualcosa tanto sbaglieresti comunque. Il problema che vedo è come li acquisti per scaricarli al fine di non pagare troppe tasse, poi c'è l'iva ...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 08:43:49 PM

Detto questo: presumo che un qualunque esercizio in grado di vendere qualcosa possa configurare il bitcoin come qualcosa tanto sbaglieresti comunque.

Come immaginavo: sopra i 5000€ che ti devi regolarizzare... ti regolarizzi aprendo P.IVA e con la P.IVA puoi emettere scontrino.

Il "come" fiscalizzi il bitcoin non e' un problema.

ma non credo ci sia una risposta corretta ne qui' ne in altri forum ...

In un forum di contabili senza ombra di dubbio la risposta si trova, il problema e' che non sono "un frequentatore".

Il problema che vedo è come li acquisti per scaricarli al fine di non pagare troppe tasse, poi c'è l'iva ...

Come acquisti/scarichi i bitcoin non e' un problema.

Grazie della risposta.

Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on May 01, 2015, 08:50:11 PM

Come acquisti/scarichi i bitcoin non e' un problema.
Puoi spiegare come fai?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 08:55:18 PM

Puoi spiegare come fai?

Se hai una P.IVA sai come si fa': compri merce, vendi merce.

Hai il prezzo di acquisto da una parte e la fattura/scontrino dall'altra: con una sottrazione hai il quadagno.

Sul guadagno paghi le tasse.

I bitcoin sono merce.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on May 01, 2015, 09:01:55 PM
I bitcoin sono merce.
questa certezza manca ancora in italia, e si preferirebbe di no, per evitare l'IVA


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 09:16:58 PM
questa certezza manca ancora in italia, e si preferirebbe di no, per evitare l'IVA

I bitcoin sono una valuta virtuale per certo.
https://www.bitcoin-italia.org/parere-su-quanto-espresso-dalla-banca-ditalia/

Una valuta e' di piu' di una merce.

Quindi in teoria non si deve neanche emettere fattura quando li si vende perche' non e' una vendita ma uno scambio di valuta.

Quindi si ricade nella legislazione dei "centri di cambio".

Bisogna cercare qual'e' la fiscalita' a cui sottostanno i centri di cambio in Italia.

Tuttavia forse neanche questo aiuta:
Quote
Le c.d. valute virtuali (VV) sono rappresentazioni digitali di valore non emesse da una
banca centrale o da un’autorità pubblica. Esse non sono necessariamente collegate a una valuta
avente corso legale, ma sono utilizzate come mezzo di scambio o detenute a scopo di
investimento e possono essere trasferite, archiviate e negoziate elettronicamente. Le VV non
sono moneta legale e non devono essere confuse con la moneta elettronica.

- Rif: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/bollettino-vigilanza/2015-01/20150130_II15.pdf

Non essendo moneta legale non credo che la fiscalita' dei centri di cambio aiuti.

E' risaputo che in ambito fiscale una merce puoi farla apparire come piu' ti viene comoda in ambito fiscale. Questo viene fatto per fatturarla al meglio senza ricadere nell'illegalita'.

Essendo il bitcoin una valuta virtuale che e' piu' di una merce in teoria se la "downgradi" a "merce qualsiasi" essendo un downgrade non si ricade nell'illegalita'.

LA QUESTIONE SE PAGARE O MENO L'IVA RESTA APERTA, MA RESTA APERTA DALL'ITALIA CHE NON SI E' ANCORA ESPRESSA IN MATERIA.


Per picchio: al momento non essendoci ancora legislazione in materia il bitcoin lo puoi fatturare o come valuta o come merce a seconda di come ti viene piu' comodo senza pagare l'IVA dato che non c'e' legislazione che ti obblighi a fare questo.

La mia domanda e':  come faccio a vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente?

Il problema vero qui e' questo:
  • Se sono Valuta Virtuale bisogna sottostare alla legislazione AML/KYC: non e' possibile vendere bitcoin senza prendere le credenziali del tuo cliente (anche se non tutti i centri di cambio ti chiedono un documento quando effettui un'operazione).
  • Se sono merce: ci paghi l'IVA o meno e devi prendere le credenziali sel tuo cliente se, e solo se, la merce viene inquadrata come necessaria di una particolare licenza per essere venduta (armi, prodotti chimici "particolari", tabacchi, veleni...). Diversamente e' merce "normale" e non sono richieste le credenziali del compratore.



Centro di cambio: esercizio fisico o virtuale che effettua il cambio di valute.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 10:10:29 PM
Da molti ho sentito si preferisce che la chiarezza arrivi dall'Europa, e non che si lasci prendere una posizione all'Italia.

Questo non potra' mai essere: se aspettiamo l'Europa perdiamo in competitivita'.

L'Europa non e' ancora abbastanza matura per fare leggi per tutto il Continente.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on May 01, 2015, 10:19:44 PM
(...)

La mia domanda e':  come faccio a vendere in contanti ma mantenere l'anonimato del mio cliente?

Il problema vero qui e' questo:
  • Se sono Valuta Virtuale bisogna sottostare alla legislazione AML/KYC: non e' possibile vendere bitcoin senza prendere le credenziali del tuo cliente (anche se non tutti i centri di cambio ti chiedono un documento quando effettui un'operazione).
  • Se sono merce: ci paghi l'IVA o meno e devi prendere le credenziali sel tuo cliente se, e solo se, la merce viene inquadrata come necessaria di una particolare licenza per essere venduta (armi, prodotti chimici "particolari", tabacchi, veleni...). Diversamente e' merce "normale" e non sono richieste le credenziali del compratore.
Allora hai risolto il problema, se il cliente NON vuole l'anonimato lo vendi con licenza di cambia valute senza iva, se vuole l'anonimato come merce con iva.
Non mi e' pero' chiaro come fai ad avere fattura di acquisto e da chi. In caso puoi chiedere a lui/lei/loro come fanno. Forse acquisto dall'estero ... bo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 01, 2015, 10:27:58 PM
Allora hai risolto il problema, se il cliente NON vuole l'anonimato lo vendi con licenza di cambia valute senza iva, se vuole l'anonimato come merce con iva.
Non mi e' pero' chiaro come fai ad avere fattura di acquisto e da chi. In caso puoi chiedere a lui/lei/loro come fanno. Forse acquisto dall'estero ... bo?

Il problema e' che non so:
A) Quale licenza, se richiesta, sia necessaria per operare come banco di cambio
B) Se si possa vendere il bitcoin con la licenza di "banco di cambio" dal momento che non sono moneta legale

La fattura d'acquisto propriamente detta non c'e', ma ci sono i resoconti dell'exchange da dove hai acquistato i bitcoin.

Sta a te sciegliere un'exchange adeguato che emetta documenti verificabili. Ti direi quale uso ma e' meglio se me lo chiedi in privato.


In pratica l'Italia non si e' ancora espressa sui seguenti punti:
  • Se le Valute Virtuali richiedono una licenza
  • Se le Valute Virtuali, classificabili come merce, siano esenti da IVA


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 02, 2015, 07:53:39 AM
Da molti ho sentito si preferisce che la chiarezza arrivi dall'Europa, e non che si lasci prendere una posizione all'Italia.

Questo non potra' mai essere: se aspettiamo l'Europa perdiamo in competitivita'.

L'Europa non e' ancora abbastanza matura per fare leggi per tutto il Continente.

Mi dispiace ma su questo punto dimostri tanta ingenuità.
L'Europa, a tuo favore e a tuo discapito, fa più di quanto possa immaginare.

Vai a chiedere agli allevatori della Pianura Padana che effetto gli fa scaricare litri e litri di latte per le campagne per non eccedere le cosiddette "quote latte"; oppure ai contadini del Sud che vengono pagati con contributi europei per mantenere le terre incolte...

Eh ragazzi miei... ce n'è di disinformazione in giro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 02, 2015, 03:04:40 PM
Vai a chiedere agli allevatori della Pianura Padana che effetto gli fa scaricare litri e litri di latte per le campagne per non eccedere le cosiddette "quote latte"; oppure ai contadini del Sud che vengono pagati con contributi europei per mantenere le terre incolte...

Eh ragazzi miei... ce n'è di disinformazione in giro.

Il fatto che Lei/Tu acquafredda parli di una cosa che non esiste piu' "le cosiddette quote latte" mi fa capire perche' c'e' cosi' tanta disinformazione in giro.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 02, 2015, 07:19:24 PM
Vai a chiedere agli allevatori della Pianura Padana che effetto gli fa scaricare litri e litri di latte per le campagne per non eccedere le cosiddette "quote latte"; oppure ai contadini del Sud che vengono pagati con contributi europei per mantenere le terre incolte...

Eh ragazzi miei... ce n'è di disinformazione in giro.

Il fatto che Lei/Tu acquafredda parli di una cosa che non esiste piu' "le cosiddette quote latte" mi fa capire perche' c'e' cosi' tanta disinformazione in giro.
Senti sei sempre in vena di polemiche mi stai quasi facendo innervosire con i tuoi toni.
Hai detto una cazzata riguardo l'Europa e il suo eventuale potere su altri ordinamenti.
Le quote latte, poi prelievo supplementare, sono state abolite ad Aprile di quest'anno.
Ma prima? Prima? Le quote latte hanno rovinato parecchie aziende. Ok?
E da dove veniva quella regolamentazione? Da regolamenti comunitari.

Dopo di questa, mi dispiace, ma non avrai altre risposte da me.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 02, 2015, 07:26:39 PM

Senti sei sempre in vena di polemiche mi stai quasi facendo innervosire con i tuoi toni.
Hai detto una cazzata riguardo l'Europa e il suo eventuale potere su altri ordinamenti.
Le quote latte, poi prelievo supplementare, sono state abolite ad Aprile di quest'anno.
Ma prima? Prima? Le quote latte hanno rovinato parecchie aziende. Ok?
E da dove veniva quella regolamentazione? Da regolamenti comunitari.

Dopo di questa, mi dispiace, ma non avrai altre risposte da me.

Mi spiega cosa le ho fatto di male che deve sfogare tutta questa cattiveria gratuita su di me?

Cordiali saluti Sig. "prego inserisca il suo vero cognome qui".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: picchio on May 02, 2015, 08:45:50 PM
OT on
(...) Le quote latte hanno rovinato parecchie aziende. Ok?
(...)
Quello era (a mio parera) il loro vero obiettivo. Una azienda fallita è un concorrente in meno che difficilmente si ripresenterà sul mercato. Lo stanno facendo in tutti i settori, dalle TLC al cibo ... alla fine rimarranno solo le multinazionali e non so come la metteranno ... basta avere l'ifone ...
OT off


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 02, 2015, 08:52:43 PM
OT on
...omissis...
Le quote latte hanno rovinato parecchie aziende. Ok?
...omissis...

Se per lei e' OK... per me no. Ecco perche' ha bisogno di sfogarsi sul prossimo: sensi di colpa.

Il Cristianesimo ci insegna a tenerci le proprie colpe: scaricarle sul prossimo non significa tenerle.
OT off

Davvero mi fa' incazzare uscire dagli argomenti dei Thread... ma se qualcuno lo fa prima di me sento l'impellente bisogno di farlo anch'io.

Il controllo ci mette anni a crescere.

"Grazie".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jpeer on May 02, 2015, 09:22:45 PM
Davvero mi fa' incazzare uscire dagli argomenti dei Thread... ma se qualcuno lo fa prima di me sento l'impellente bisogno di farlo anch'io.

Il controllo ci mette anni a crescere.

"Grazie".

Ho letto tutti i tuoi interventi in questo topic BitNow.... sei insopportabile ;D


 :-* :-* :-* :-*


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Anon39 on May 02, 2015, 09:30:49 PM
ot:
certi troll bisogna solo ignorarli, inutile sprecare tempo ed energie per costruire una discussione che non potrà mai essere costruttiva con soggetti di questo tipo.
fine ot.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 02, 2015, 09:43:15 PM
ot:
certi troll bisogna solo ignorarli, inutile sprecare tempo ed energie per costruire una discussione che non potrà mai essere costruttiva con soggetti di questo tipo.
fine ot.

Esatto... mi scuso per aver fatto un OT: questo ha portato altri dopo di me a fare altri OT e deviare dal contenuto del Thread.

Mi scuso con la Cummunity per il mio OT ma come ho gia' detto se qualcuno lo fa prima di me sento l'impellente bisogno di farlo anch'io.

Ad ogni modo... il riassunto della discussione fino a qui e':
I bitcoin sono Valuta Virtuale.
Non si sa:
  • Quale licenza, se richiesta, sia necessaria per operare come banco di cambio
  • Se si possa vendere il bitcoin con la licenza di "banco di cambio" dal momento che non sono moneta legale

Riassumendo l'Italia non si e' ancora espressa sui seguenti punti:
  • Se le Valute Virtuali richiedono una licenza
  • Se le Valute Virtuali, classificabili come merce, siano esenti da IVA


Spero questo riporti la discussione sull'argomento: "Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on May 03, 2015, 08:27:35 AM

Senti sei sempre in vena di polemiche mi stai quasi facendo innervosire con i tuoi toni.
Hai detto una cazzata riguardo l'Europa e il suo eventuale potere su altri ordinamenti.
Le quote latte, poi prelievo supplementare, sono state abolite ad Aprile di quest'anno.
Ma prima? Prima? Le quote latte hanno rovinato parecchie aziende. Ok?
E da dove veniva quella regolamentazione? Da regolamenti comunitari.

Dopo di questa, mi dispiace, ma non avrai altre risposte da me.

Mi spiega cosa le ho fatto di male che deve sfogare tutta questa cattiveria gratuita su di me?

Cordiali saluti Sig. "prego inserisca il suo vero cognome qui".

OT
Mi hai semplicemente fatto incazzare, ma anche quello passa.
OT

Rientriamo sulla discussione.

Io, se dovessi vendere BTC regolarmente in Italia, non avrei altra scelta che trattarli come merce e, purtroppo, considerare l'IVA.
Il problema viene quando ci sarà Capital Gain (o peggio Capital Loss): ma fin quando nel presente si rispettano le norme non vedo perchè preoccuparsi.

Quindi, vuoi vendere regolarmente BTC: apri P.IVA e fai scontrino/fattura. Altre vie, In Italia, non ne vedo.
In UK sarebbe molto più semplice.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 04, 2015, 06:06:21 PM

Io, se dovessi vendere BTC regolarmente in Italia, non avrei altra scelta che trattarli come merce e, purtroppo, considerare l'IVA.

Come ho gia' detto l'Italia non si e' ancora espressa se l'IVA sui bitcoin e' obbligatoria o meno.

Quando non c'e' legge una cosa non e' obbligatoria.

Conclusione: sui bitcoin trattati come merce non e' obbligatorio pagarci l'IVA.


Quindi, vuoi vendere regolarmente BTC: apri P.IVA e fai scontrino/fattura. Altre vie, In Italia, non ne vedo.
In UK sarebbe molto più semplice.

Questa era anche la mia conclusione anche se dopo una discussione con un utente del forum ho scoperto che scambiando bitcoin e quindi entrando nella legislazione del baratto forse l'emissione di scontrino/fattura non e' nemmeno obbligatoria.


PS: metto le mie conclusioni in grassetto in quanto, visto che questo thread e' diventato piuttosto "corposo" per un nuovo arrivato puo' essere piu' facile seguire la discussine.
Se il grassetto da fastidio a qualcuno fatemi sapere.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on May 05, 2015, 09:22:20 AM
@bitnow il tuo obbiettivo l'hai raggiunto tranquillo, aggiungendo post inutili per capire come muoversi a livello fiscale senza una regolamentazione ufficiale da parte dell'agenzia delle entrate, se volevi capire seriamente bastava chiedere a capaccioli, oppure leggere tutto il thread dall'inizio....


vuoi dichiarare ciò che guadagni con i btc? compila il quadro rw dell'unico2015(dichiarazione dei redditi universale), superati i 10000 € paghi il 26 % e ti metti l'anima in pace,li vendi a mano? quindi se vendi un orologio per 400€ in contanti senza ricevuta che fai li dichiari? per non pagare tasse spendi ed usa solo btc per acquisto di beni e servizi, e smettila di allungare questo thread e di fare il troll  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on May 19, 2015, 04:10:35 PM
@bitnow il tuo obbiettivo l'hai raggiunto tranquillo, aggiungendo post inutili per capire come muoversi a livello fiscale senza una regolamentazione ufficiale da parte dell'agenzia delle entrate, se volevi capire seriamente bastava chiedere a capaccioli, oppure leggere tutto il thread dall'inizio....


vuoi dichiarare ciò che guadagni con i btc? compila il quadro rw dell'unico2015(dichiarazione dei redditi universale), superati i 10000 € paghi il 26 % e ti metti l'anima in pace,li vendi a mano? quindi se vendi un orologio per 400€ in contanti senza ricevuta che fai li dichiari? per non pagare tasse spendi ed usa solo btc per acquisto di beni e servizi, e smettila di allungare questo thread e di fare il troll  ;D

mettiamo che io ho 20k eur in btc , ottenuti minando o comprandoli quando valevano pochi cent, e decido di venderli su bitstamp e prelevarli su conto italiano, per poi comprarmi una casa, come devo dichiarare questi guadagni?
in alternativa se convinco il venditore di case ad accettare direttamente i miei bitcoin , devo dichiarare qualcosa?
al venditore di case cambierebbe qualcosa dal punto di vista fiscale?
ed infine, come posso provare di avergli inviato i bitcoin e quindi di avergli pagato la casa?



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on May 20, 2015, 12:33:29 AM
ed infine, come posso provare di avergli inviato i bitcoin e quindi di avergli pagato la casa?
Rispondo solo a questo, perché non sono un tecnico e quindi è meglio astenersi che scrivere cose probabilmente incomplete/poco chiare/del tutto inesatte.

Questo è il minore dei problemi: lo si fa presso il notaio. Bitcoin è perfettamente tracciabile; non c'è metodo migliore per dimostrare di aver effettuato una transazione.

Vedi qui (http://www.capaccioli.net/bitcoin/2.%20atto%20costitutivo.pdf) per analogia.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on May 20, 2015, 01:06:08 AM
Rispondo solo a questo, perché non sono un tecnico e quindi è meglio astenersi che scrivere cose probabilmente incomplete/poco chiare/del tutto inesatte.

OT
Se fosse meglio astenersi nei casi espressi da Lei non ci sarebbe consapevolezza e probabilmente il bitcoin non sarebbe mai nato.

Per fortuna nel 21o secolo ci sono strumenti che ci permettono di raggiungere la consapevolezza e fare domande.
Fine OT

Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: armory on May 20, 2015, 06:33:43 PM
ed infine, come posso provare di avergli inviato i bitcoin e quindi di avergli pagato la casa?
Rispondo solo a questo, perché non sono un tecnico e quindi è meglio astenersi che scrivere cose probabilmente incomplete/poco chiare/del tutto inesatte.

Questo è il minore dei problemi: lo si fa presso il notaio. Bitcoin è perfettamente tracciabile; non c'è metodo migliore per dimostrare di aver effettuato una transazione.

Vedi qui (http://www.capaccioli.net/bitcoin/2.%20atto%20costitutivo.pdf) per analogia.

Ciao!

GRAZIE,
ora mi resta da capire se una transazione del genere mi converrebbe da un punti di vista fiscale o meno


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on July 29, 2015, 08:29:44 AM
La tassa sui prelievi al bancomat

Non ci sarà alcun ripensamento, da parte de Governo, su quella che è stata battezzata “la tassa sui bancomat”ossia l’ormai famigerato “comma 7 bis” della delega fiscale che va a sanzionare i prelievi non giustificati allo sportello del bancomat. La norma, in particolare, autorizzerà il fisco a verificare l’uso del contante prelevato dai contribuenti.

http://www.laleggepertutti.it/94220_la-tassa-sui-prelievi-al-bancomat-ci-sara (http://www.laleggepertutti.it/94220_la-tassa-sui-prelievi-al-bancomat-ci-sara)

Non è ancora stata approvata ma per tutti coloro che vendono BTC con P.IVA potrebbe essere una bella grana.
Anzi, sarà una bella grana per parecchie persone.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ghibly79 on August 02, 2015, 11:29:37 PM
Una dichiarazione completa, con valore legale, non è possibile farla operando come exchanger privato, in quanto le transazioni in bitcoin e quelle in euro non sono "accoppiabili" in modo certificabile.
Io infatti potrei dichiarare che alla ricarica postepay di 500€ (esempio) corrisponde questo mio invio di 2 bitcoin comprati a 240€ sull'exchange a questo indirizzo che dico essere dell'acquirente, e quindi la mia plusvalenza è di 20€. Ma in realta' quell'indirizzo potrebbe non essere dell'acquirente, potrebbe essere un mio indirizzo su qualche altro wallet, mentre la vera transazione verso il cliente era su tutt'altro indirizzo che non dichiaro, ed era di solo 1 bitcoin, quindi la plusvalenza vera è di 360€.

Quindi anche ammesso di riuscire a ricostruire il reddito preciso al cent tenendo traccia e copia di tutte le conversazioni dai mille mila canali coi clienti (nessuno all'ade si prenderebbe mai la briga di vagliare tutti quei dati cmnq, con ogni probabilità) il tutto andrebbe sulla fiducia, perche' posso aver concluso la trattativa per altri canali e aver fatto dire al cliente "manda a questo address" (in realta' mio) nella chat "ufficiale".

Tutto sulla fiducia quindi, abbastanza inutile. Il mio commercialista mi ha consigliato infatti (saggiamente a mio parere) di fare una stima e indicare il tutto in redditi diversi, senza aprire partita iva, tanto per avere la dichiarazione che in qualche modo pari il culo e non mi faccia passare da evasore totale. In caso di accertamento ci sarebbero comunque delle grane pur essendo in regola. Si potra' cercare di far valere al massimo il vuoto normativo e l'impossibilita' tecnica di accoppiare in modo certificabile quelle transazioni.

Anche fornire la documentazione degli exchanges è inutile (servirebbe se uno facesse trading): tante volte si spostano bitcoin tra i vari exchanges semplicemente perche' dal tal exchange i prelievi sono lenti quel giorno , e altri mille motivi. Verrebbe un calcolo alquanto falsato (e sempre tutto sulla fiducia comunque per i motivi di cui sopra).


[EDIT] forse l'unica cosa da fare in caso di accertamento sarebbe mostrare tutti i saldi di tutti i conti bancari e degli account sugli exchanges, piu' tutte le criptovalute possedute a inizio e a fine anno, e per differenza calcolare il reddito, stimando le spese sostenute per vivere. Anche qui molto sulla fiducia comunque e non so quanto utile.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on August 03, 2015, 12:39:38 AM
Una dichiarazione completa, con valore legale, non è possibile farla operando come exchanger privato, in quanto le transazioni in bitcoin e quelle in euro non sono "accoppiabili" in modo certificabile.
Io infatti potrei dichiarare che alla ricarica postepay di 500€ (esempio) corrisponde questo mio invio di 2 bitcoin comprati a 240€ sull'exchange a questo indirizzo che dico essere dell'acquirente, e quindi la mia plusvalenza è di 20€. Ma in realta' quell'indirizzo potrebbe non essere dell'acquirente, potrebbe essere un mio indirizzo su qualche altro wallet, mentre la vera transazione verso il cliente era su tutt'altro indirizzo che non dichiaro, ed era di solo 1 bitcoin, quindi la plusvalenza vera è di 360€.

Quindi anche ammesso di riuscire a ricostruire il reddito preciso al cent tenendo traccia e copia di tutte le conversazioni dai mille mila canali coi clienti (nessuno all'ade si prenderebbe mai la briga di vagliare tutti quei dati cmnq, con ogni probabilità) il tutto andrebbe sulla fiducia, perche' posso aver concluso la trattativa per altri canali e aver fatto dire al cliente "manda a questo address" (in realta' mio) nella chat "ufficiale".

Tutto sulla fiducia quindi, abbastanza inutile. Il mio commercialista mi ha consigliato infatti (saggiamente a mio parere) di fare una stima e indicare il tutto in redditi diversi, senza aprire partita iva, tanto per avere la dichiarazione che in qualche modo pari il culo e non mi faccia passare da evasore totale. In caso di accertamento ci sarebbero comunque delle grane pur essendo in regola. Si potra' cercare di far valere al massimo il vuoto normativo e l'impossibilita' tecnica di accoppiare in modo certificabile quelle transazioni.

Anche fornire la documentazione degli exchanges è inutile (servirebbe se uno facesse trading): tante volte si spostano bitcoin tra i vari exchanges semplicemente perche' dal tal exchange i prelievi sono lenti quel giorno , e altri mille motivi. Verrebbe un calcolo alquanto falsato (e sempre tutto sulla fiducia comunque per i motivi di cui sopra).


[EDIT] forse l'unica cosa da fare in caso di accertamento sarebbe mostrare tutti i saldi di tutti i conti bancari e degli account sugli exchanges, piu' tutte le criptovalute possedute a inizio e a fine anno, e per differenza calcolare il reddito, stimando le spese sostenute per vivere. Anche qui molto sulla fiducia comunque e non so quanto utile.

Oppure ti apri una Ltd in UK o in uno stato PRO-Bitcoin e dichiari il minimo in Italia.
Apertura Ltd: €300,00.

Questa cosa e' vista come evasione fiscale in Italia se poi cominci a girare con il Ferrari.

Ho vissuto 6 anni in UK, chiedetemi in privato se interessati.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on August 07, 2015, 04:53:11 PM
Una dichiarazione completa, con valore legale, non è possibile farla operando come exchanger privato, in quanto le transazioni in bitcoin e quelle in euro non sono "accoppiabili" in modo certificabile.
Io infatti potrei dichiarare che alla ricarica postepay di 500€ (esempio) corrisponde questo mio invio di 2 bitcoin comprati a 240€ sull'exchange a questo indirizzo che dico essere dell'acquirente, e quindi la mia plusvalenza è di 20€. Ma in realta' quell'indirizzo potrebbe non essere dell'acquirente, potrebbe essere un mio indirizzo su qualche altro wallet, mentre la vera transazione verso il cliente era su tutt'altro indirizzo che non dichiaro, ed era di solo 1 bitcoin, quindi la plusvalenza vera è di 360€.

Quindi anche ammesso di riuscire a ricostruire il reddito preciso al cent tenendo traccia e copia di tutte le conversazioni dai mille mila canali coi clienti (nessuno all'ade si prenderebbe mai la briga di vagliare tutti quei dati cmnq, con ogni probabilità) il tutto andrebbe sulla fiducia, perche' posso aver concluso la trattativa per altri canali e aver fatto dire al cliente "manda a questo address" (in realta' mio) nella chat "ufficiale".

Tutto sulla fiducia quindi, abbastanza inutile. Il mio commercialista mi ha consigliato infatti (saggiamente a mio parere) di fare una stima e indicare il tutto in redditi diversi, senza aprire partita iva, tanto per avere la dichiarazione che in qualche modo pari il culo e non mi faccia passare da evasore totale. In caso di accertamento ci sarebbero comunque delle grane pur essendo in regola. Si potra' cercare di far valere al massimo il vuoto normativo e l'impossibilita' tecnica di accoppiare in modo certificabile quelle transazioni.

Anche fornire la documentazione degli exchanges è inutile (servirebbe se uno facesse trading): tante volte si spostano bitcoin tra i vari exchanges semplicemente perche' dal tal exchange i prelievi sono lenti quel giorno , e altri mille motivi. Verrebbe un calcolo alquanto falsato (e sempre tutto sulla fiducia comunque per i motivi di cui sopra).


[EDIT] forse l'unica cosa da fare in caso di accertamento sarebbe mostrare tutti i saldi di tutti i conti bancari e degli account sugli exchanges, piu' tutte le criptovalute possedute a inizio e a fine anno, e per differenza calcolare il reddito, stimando le spese sostenute per vivere. Anche qui molto sulla fiducia comunque e non so quanto utile.

compila il quadro RW  del modello UNICO2015 come detto dal tuo commercialista, dopodichè aspetta l'interpello all'agenzia delle entrate fatto da alcuni senza far nomi  ;) , da quello che comunque uscirà sarà se cambi in euro e vendi beni e servizi tramite p.iva paghi le tasse sulla quantità di euro, il btc in sè non è tassabile, è già così in molti stati dell'UE, nel tuo caso compri e vendi solo btc, ergo se l'interpello passa non devi versare nulla allo stato


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on August 11, 2015, 05:16:40 PM
io ho venduto btc su bistamp
se lo metto nel quadro redditi diversi poi quanto vado a pagare di tasse?
esiste un modello di interpello prestampato?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on August 14, 2015, 07:09:55 PM
PLEASE HELP ME


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on August 17, 2015, 11:06:20 AM
Solo il lavoro occasionale si tassa tra i redditi diversi
http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2014-08-18/solo-lavoro-occasionale-si-tassa-i-redditi-diversi-063759.shtml?uuid=ABayJClB


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on August 23, 2015, 08:11:59 AM
Ho trovato questo articolo del 15/6/2015:

http://economia.ilmessaggero.it/economia_e_finanza/bitcoin_nuovo_paradiso_fiscale._l_amp_39_ipotesi_di_una_tassa_sulla_moneta_virtuale/1412179.shtml

EDIT By HostFat
La prossima volta non vado a cercare il link, non edito il tuo messaggio, cancello.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ercolebitcoin on August 26, 2015, 11:30:03 AM
Volevo chiedere se deposito 200 euro tramite bonifico su bitstamp  e dopo un po' di trading arrivo a 1000 euro e volessi ritirare, ma al posto di ritirarli da bitstamp al conto corrente vendo il corrispettivo in bitcoin su local bitcoin, incontrandomi faccia a faccia con qualcuno facendomi pagare in contanti.
1) Potrei evitare di pagare tasse /dichiarare il guadagno dato che non ritirerei tramite bonifico?
2)Bitstamp comunica qualcosa allo stato riguardo ad un acquisto di bitcoin?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on August 26, 2015, 12:25:50 PM
Volevo chiedere se deposito 200 euro tramite bonifico su bitstamp  e dopo un po' di trading arrivo a 1000 euro e volessi ritirare, ma al posto di ritirarli da bitstamp al conto corrente vendo il corrispettivo in bitcoin su local bitcoin, incontrandomi faccia a faccia con qualcuno facendomi pagare in contanti.
1) Potrei evitare di pagare tasse /dichiarare il guadagno dato che non ritirerei tramite bonifico?
2)Bitstamp comunica qualcosa allo stato riguardo ad un acquisto di bitcoin?

è tutto registrato


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ercolebitcoin on August 26, 2015, 12:48:27 PM
Ok è registrato, ma bitstamp non credo che vada a comunicare al fisco che hai versato dei soldi in un loro account a meno che non sia il fisco stesso a chiederglielo.  E se vendi i tuoi bitcoin ( si parla di piccole cifre) di persona in cambio di contanti non credo che si accorgano di qualcosa. O sbaglio?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: HostFat on August 26, 2015, 01:12:19 PM
Riguardo al cambio su localbitcoin da bitcoin a contanti, faccia a faccia, difficilmente rimarrebbe qualche traccia.
Certo nel tu fossi già un preciso bersaglio, perchè magari sospettato di terrorismo, le cose cambierebbero, magari potrebbero anche chiedere a localbitcoin eventuali informazioni su di te.

Anche Bitstamp, nel caso gli venga fatta richiesta firmata da un giudice, è "probabile" (anche se non certo), che darebbe accesso  allo storico dei tuoi trasferimenti.

I guai spesso non arrivano da soli, basta anche cercarseli ;)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on August 26, 2015, 02:16:06 PM
Ok è registrato, ma bitstamp non credo che vada a comunicare al fisco che hai versato dei soldi in un loro account a meno che non sia il fisco stesso a chiederglielo.  E se vendi i tuoi bitcoin ( si parla di piccole cifre) di persona in cambio di contanti non credo che si accorgano di qualcosa. O sbaglio?

Il fisco chiede solo ad aziende italiane o aziende risiedenti in Paesi con cui ha steso un rapporto di "collaborazione fiscale".

Bitstamp e' un exchange Slavo: l'Italia non richiede dati fiscali su di aziende risiedenti in Slovenia.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ercolebitcoin on August 26, 2015, 10:19:42 PM
Il fatto è che sono uno studente di ingegneria e non lavoro. Mi ha sempre interessato il forex e i bitcoin ed ho letto anche vari libri a riguardo. Ora volevo mettermi alla prova facendo trading con i bitcoin con circa 200 euro ma anche dopo aver letto tutto questo thread non sono riuscito a capire come dovrei pagare le tasse? Secondo voi se deposito 200 euro su the rock trading per fare un po di esperienza col trading senza mai ritirare posso avere problemi col fisco? Anche per somme così piccole?  Grazie per le risposte già ricevute!!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: jkoin on August 28, 2015, 08:29:08 AM
Il fatto è che sono uno studente di ingegneria e non lavoro. Mi ha sempre interessato il forex e i bitcoin ed ho letto anche vari libri a riguardo. Ora volevo mettermi alla prova facendo trading con i bitcoin con circa 200 euro ma anche dopo aver letto tutto questo thread non sono riuscito a capire come dovrei pagare le tasse? Secondo voi se deposito 200 euro su the rock trading per fare un po di esperienza col trading senza mai ritirare posso avere problemi col fisco? Anche per somme così piccole?  Grazie per le risposte già ricevute!!

Non farti problemi per cifre cosi piccole. Intanto il tuo primo problema sarà moltiplicare questi 200 euro in 1000 euro. Guarda che non è cosi facile e comunque non immediato.

Guarda la volatilità media degli ultimi mesi, molto a spanne assumiamo che la quotazione dei bitcoin ogni tre mesi passi da massimi intorno ai 300$ a minimi intorno ai 200$.


1)oggi compri a 200$ e con i tuoi 200 iniziali hai 1BTC

3)tra tre mesi vendi a 300$ e hai 300 dollari

4)tra sei mesi compri di nuovo a 200 e hai 1,5BTC

5)tra un anno vendi a 300 e hai 450 dollari

come vedi (sempre che tu riesca a prendere questi minimi/massimi) ci vuole tempo a far crescere il gruzzolo :)

sempre che non cambi improvvisamente il range dei prezzi per una nuova bolla...


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on September 05, 2015, 08:20:54 AM
Interessante articolo del Sole 24:
http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2015/09/01/vuoi-usare-i-bitcoin-ecco-cosa-ne-pensa-il-fisco-in-italia-e-in-europa/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ghibly79 on September 06, 2015, 03:28:45 PM
Solo il lavoro occasionale si tassa tra i redditi diversi
http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2014-08-18/solo-lavoro-occasionale-si-tassa-i-redditi-diversi-063759.shtml?uuid=ABayJClB


No, i redditi diversi includono i lavori gia' "categorizzati" ma occasionali, appunto, come nell'esempio di quell'articolo, ma anche tutti gli altri tipi di reddito, anche continuativi ma che non ricadono in categorie esistenti e che altrimenti sfuggirebbero a tassazione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on September 08, 2015, 11:05:19 AM
Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi prevede la categoria dei redditi diversi da capitale all’art. 67 se c’è una differenza tra prezzo di acquisto e vendita di beni o titoli. In particolare, per i bitcoin, il differenziale sarà costituito dalla differenza tra il costo di acquisto (somma in euro pagata per ottenere criptovaluta) e il ricavato (somma ricevuta per la cessione di criptovaluta). Tali differenze dovranno essere dichiarate solo in UNICO persone fisiche nel quadro RT.

quindi alla fine se uno compra a 1 e vende a 1000, qui 999 guadagnati quanto deve pagare di tasse?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 08, 2015, 11:18:15 AM
C'è scritto sotto:

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. . Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on September 08, 2015, 05:09:22 PM
C'è scritto sotto:

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. . Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.


invece se uno non dichiara niente e poi lo beccano che succede?
e se invec euno quei btc li ha minati come si calcola la plusvalenza?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on September 08, 2015, 05:11:33 PM
C'è scritto sotto:

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. . Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.


invece se uno non dichiara niente e poi lo beccano che succede?
e se invec euno quei btc li ha minati come si calcola la plusvalenza?

Non c'e' l'incarcerazione in Italia per reati fiscali: quindi sei "tranquillo".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ganger88 on September 09, 2015, 08:14:32 AM
Vi pongo un quesito relativo alla mia situazione. Vendo moneta virtuale di mmorpg (runescape, world of warcraft.. etc) in cambio di bitcoin con scambi privati. Ovviamente parliamo di una cosa continuativa e di migliaia di euro l'anno.

Successivamente sposto i bitcoin su un exchange e poi li passo sul conto corrente. Come si configura fiscalmente questa cosa? Devo pagare tasse? Se si' come? Se vengono a bussarmi alla porta che documentazione posso portare? Non sono un trader.
Grazie a tutti per ogni eventuale risposta :)


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 09, 2015, 08:33:50 AM
Il caso non è così immediato.

MMPORG_VC - bitcoin - euro è un lungo tragitto, ma valgono le stesse regole: quanto ho pagato per i MMPORG_VC (virtual currency dei MMPORG)? Quello sarà il valore di carico da confrontare con la vendita.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ganger88 on September 09, 2015, 08:37:35 AM
Il caso non è così immediato.

MMPORG_VC - bitcoin - euro è un lungo tragitto, ma valgono le stesse regole: quanto ho pagato per i MMPORG_VC (virtual currency dei MMPORG)? Quello sarà il valore di carico da confrontare con la vendita.


il problema è proprio questo, non pago per comprare le vc, dato che le produco. Di conseguenza ho soltanto entrate e nessuna uscita, quindi non posso calcolare la plusvalenza, come se minassi btc diciamo. Basterebbe dichiare tutte le entrate al 26%?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 09, 2015, 09:44:47 AM
Massimamente in questa maniera non si sbaglia, ma occorre verificare la "produzione" che potrebbe nascondere altre tipoloogie di reddito. E qui mi fermo, dato che la discussione esula dal topic.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on September 09, 2015, 06:15:33 PM
C'è scritto sotto:

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. . Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.


invece se uno non dichiara niente e poi lo beccano che succede?
e se invec euno quei btc li ha minati come si calcola la plusvalenza?

Non c'e' l'incarcerazione in Italia per reati fiscali: quindi sei "tranquillo".

si ok ma la sanzione pecuniara a quanto ammonta?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on September 09, 2015, 06:17:02 PM
Massimamente in questa maniera non si sbaglia, ma occorre verificare la "produzione" che potrebbe nascondere altre tipoloogie di reddito. E qui mi fermo, dato che la discussione esula dal topic.

non esula affatto
se io mino btc e livendo, quanto devo pagare? in questo caso non si tratta piu di vendita beni immobili?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on September 09, 2015, 09:33:00 PM

si ok ma la sanzione pecuniara a quanto ammonta?

Dipende dal reato.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 10, 2015, 08:44:49 AM

non esula affatto
se io mino btc e livendo, quanto devo pagare? in questo caso non si tratta piu di vendita beni immobili?


Esula, dato che anche in caso di mining occorre fare una preliminare riflessione: i COSTI sostenuti per minare (i) quali sono (ii) che correlazione hanno con i ricavi (iii) sono deducibili) e (iv) in quale maniera?
E poi l'attività di mining la faccio occasionalmente o abitualmente? In forma individuale o partecipo ad un POOL? e Se partecipo al POOL qual è la forma contratttuale (anche se non vi è nulla?). Potrei continuare per ulteriori pagine e domande e parliamo di mining di bitcoin, figuriamoci se entriamo nelle alt-coin o nelle valute dei MMPORG!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: alexrossi on September 10, 2015, 09:59:44 AM
Non capisco il nesso con la forma contrattuale che possa avere una pool. Al massimo la vedo come una terza parte che possa confermare di aver inviato determinati btc che io ho minato e che sto convertendo in fiat.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on September 10, 2015, 11:21:28 AM
Non capisco il nesso con la forma contrattuale che possa avere una pool. Al massimo la vedo come una terza parte che possa confermare di aver inviato determinati btc che io ho minato e che sto convertendo in fiat.

Non ne sarei tanto sicuro:
1. Il pool che forma giuridica e'?
1.1. Se società, è equiparabile di persone o di capitale?
1.2. Se consorzio
1.3. Se associazione non profit
1.4. Se altra forma giuridica
2. Residenza del Pool
3. Che rapport tra il miner e il pool?
4. A seconda delle risposta potrebbe cambiare la tassazione, quale reddito di società, dividendi, di impresa, autonomo, occasionale, etc etc


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on September 10, 2015, 01:02:01 PM

si ok ma la sanzione pecuniara a quanto ammonta?

Dipende dal reato.

tipo se vendi 50k eur di btc e non li dichiari?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on September 10, 2015, 02:20:43 PM

tipo se vendi 50k eur di btc e non li dichiari?

Pm sent.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Jpeer on September 10, 2015, 02:26:48 PM
OT

Se mi da BTC0.05 faccio una ricerca e le do risposta entro domani.

Ho background tecnico, non sono un avvocato/commercialista.

/OT

Ma piantala >:(


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ondin on September 10, 2015, 02:42:57 PM
OT

Se mi da BTC0.05 faccio una ricerca e le do risposta entro domani.

Ho background tecnico, non sono un avvocato/commercialista.

/OT

Ma piantala >:(

Ecco un furbetto....  >:(


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on October 10, 2015, 11:15:12 AM
 se io invio btc a bitgold.com , quindi ci compro oro virtuale, poi lo rivendo e prelevo il cash, non devo pagarci capital gain perchè in pratica ho venduto oro che è esente dal capital gain?

http://www.lingoro.net/finanze-personali/fiscalita-applicata-all%E2%80%99oro-da-investimento-in-italia/3120/

La compravendita di metalli preziosi preziosi, lingotti e monete d’oro, può generare plusvalenze di natura finanziaria che la legislazione italiana sottopone a tassazione con l’applicazione di un’imposta sostitutiva.

La base imponibile soggetta a tassazione è determinata dalla differenza tra il corrispettivo percepito e il suo valore di acquisto (art. 68 del TUIR).

quindi se io compro oro e dopo due minuti lo rivendo la plusvallenza probabilmente non esisterà, quindi è l'uovo di colombo per vendere btc e non pagare tasse.




cmq dato che spediscono da extra UE io per comprare lingotti preferirei servizi come:
https://gold.all4btc.com/


Aspetti fiscali per gli Italiani (ATTENZIONE: parere non professionale, consultate un commercialista specializzato):

    L’investimento in bitgold va dichiarato sul quadro RW ma non ci va pagata l’IVAFE in quanto l’oro fisico è esente da questa imposta
    Oltre la soglia dei 12.500€ è necessaria la comunicazione all’UIF ente antri riciclaggio della banca d’Italia(link)

BitGold afferma di fare una corretta procedura di KYC e AML, dunque i dati degli utenti sono conosciuti da BitGold e a disposizione delle autorità Canadesi e a quelle degli Stati che hanno accordi si scambio di informazioni con il Canada.


poi, ho visto che si può comprare l'oro con varie quotazioni, londra, dubai,zurigo etc, però se clicco su charts la pagina dà errore, pure a voi?
mi sono registrato ma non mi hanno chiesto scansioni di documenti, le chiedono superato un certo limite ?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Capaccioli on October 10, 2015, 02:35:53 PM
Starei attenti a seguire questa strada " se io compro oro e dopo due minuti lo rivendo la plusvallenza probabilmente non esisterà, quindi è l'uovo di colombo per vendere btc e non pagare tasse."

Secondo me non è valida.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on October 11, 2015, 02:04:54 PM
Starei attenti a seguire questa strada " se io compro oro e dopo due minuti lo rivendo la plusvallenza probabilmente non esisterà, quindi è l'uovo di colombo per vendere btc e non pagare tasse."

Secondo me non è valida.


bhe intanto di sicuro c'è che se compri oro con i bitcoin non devi pagarci plusvalenza, poi che questo oro lo rivendi subito o dopo una settimana credo che alla fine quello che conti è la differenza col prezzo di acquisto.

Il capital gain sui bitcoin va pagato solo quando vendi i bitcoin e realizzi una plusvalenza in valuta flat.
Ma se tu con i bitcoin compri qualcosa non devi pagarci capital gain, quindi se compri oro con bitcoin e poi vendi questo oro senza realizzare una plusvalenza non devi pagare nessun capital gain.
quindi bitgold è un ottimo sistema per vendere bitcoin senza pagare capital gain.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on October 11, 2015, 02:25:34 PM
OT
quindi bitgold è un ottimo sistema per vendere bitcoin senza pagare capital gain.

A parte che è il IV prelievo che faccio da BitGold senza successo.
/OT


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Ondin on October 11, 2015, 02:56:19 PM
A parte che è il IV prelievo che faccio da BitGold senza successo.
/OT
[/quote]

Cosa intende dire? La mia esperienza é invece stata la seguente:  a fronte di una mia richiesta di ritiro,  ho rivevuto il bonifico regolarmente da BitGold. Tempo impiegato 4 giorni. Spese € 6 su Intesa. Unica nota da fare É che purtroppo l'operazione non viene registrata subito sul conto, nel momento in cui si richiede intendo, ma solo dopo un paio di giorni e cioè quando viene da loro approvata.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on October 11, 2015, 06:41:29 PM
OT
OT
quindi bitgold è un ottimo sistema per vendere bitcoin senza pagare capital gain.

A parte che è il IV prelievo che faccio da BitGold senza successo.
/OT

Cosa intende dire? La mia esperienza é invece stata la seguente:  a fronte di una mia richiesta di ritiro,  ho rivevuto il bonifico regolarmente da BitGold. Tempo impiegato 4 giorni. Spese € 6 su Intesa. Unica nota da fare É che purtroppo l'operazione non viene registrata subito sul conto, nel momento in cui si richiede intendo, ma solo dopo un paio di giorni e cioè quando viene da loro approvata.

Risposto in privato.
/OT


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on October 12, 2015, 01:08:33 PM
OT
quindi bitgold è un ottimo sistema per vendere bitcoin senza pagare capital gain.

A parte che è il IV prelievo che faccio da BitGold senza successo.
/OT

cominciamo bene....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on October 22, 2015, 10:30:35 PM
Segnalato in un'altra discussione, credo sia una notizia che meriti di essere ripresa anche qui:

http://www.coindesk.com/bitcoin-is-exempt-from-vat-says-european-court-of-justice/

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: phys- on October 28, 2015, 03:48:58 PM
Domanda: se ho inviato 3000€ in totale a Bitstamp tra il 2014 e il 2015 per convertirli in $ e comprare BTC, e poi (per es. nei primi mesi del 2016) Bitstamp mi invierà un bonifico di 5000€ frutto della vendita dei BTC e del cambio da $ a €, quanto dovrò pagare di tasse sui 2000€ che avrò guadagnato?

Dovrò dichiarare questi 2000€ per es. sotto la voce "redditi diversi" dell'IRPEF nella dichiarazione dei redditi 2016 (quindi quella che presenterò nella primavera 2017) e applicare l'aliquota del 26% in quanto plusvalenza?
Oppure l'intermediazione di Bitstamp corrisponde a qualche altro regime tributario?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on October 28, 2015, 07:02:37 PM
Domanda: se ho inviato 3000€ in totale a Bitstamp tra il 2014 e il 2015 per convertirli in $ e comprare BTC, e poi (per es. nei primi mesi del 2016) Bitstamp mi invierà un bonifico di 5000€ frutto della vendita dei BTC e del cambio da $ a €, quanto dovrò pagare di tasse sui 2000€ che avrò guadagnato?

Dovrò dichiarare questi 2000€ per es. sotto la voce "redditi diversi" dell'IRPEF nella dichiarazione dei redditi 2016 (quindi quella che presenterò nella primavera 2017) e applicare l'aliquota del 26% in quanto plusvalenza?
Oppure l'intermediazione di Bitstamp corrisponde a qualche altro regime tributario?

Sotto €8.000,00 come lavoratore autonomo non occorre dichiarare nulla.

Se ha altri redditi ed il totale supera €8.000,00 deve dichiarare i guadagni da trading e similari nel quadro RW del modello unico.
http://www.fiscomania.com/2015/04/il-nuovo-quadro-rw-in-unico-2015/


Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: phys- on October 28, 2015, 11:17:19 PM
Domanda: se ho inviato 3000€ in totale a Bitstamp tra il 2014 e il 2015 per convertirli in $ e comprare BTC, e poi (per es. nei primi mesi del 2016) Bitstamp mi invierà un bonifico di 5000€ frutto della vendita dei BTC e del cambio da $ a €, quanto dovrò pagare di tasse sui 2000€ che avrò guadagnato?

Dovrò dichiarare questi 2000€ per es. sotto la voce "redditi diversi" dell'IRPEF nella dichiarazione dei redditi 2016 (quindi quella che presenterò nella primavera 2017) e applicare l'aliquota del 26% in quanto plusvalenza?
Oppure l'intermediazione di Bitstamp corrisponde a qualche altro regime tributario?

Sotto €8.000,00 come lavoratore autonomo non occorre dichiarare nulla.

Se ha altri redditi ed il totale supera €8.000,00 deve dichiarare i guadagni da trading e similari nel quadro RW del modello unico.
http://www.fiscomania.com/2015/04/il-nuovo-quadro-rw-in-unico-2015/


Cordiali saluti.

Grazie per la risposta. Ho altri redditi come lavoratore autonomo che mi portano oltre gli 8000€, quindi devo dichiarare.
L'unico dubbio che mi resta è se dichiarare nel quadro RW o RT, infatti in questo articolo per le plusvalenze da compravendita di bitcoin suggerisce RT:
http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2015/09/01/vuoi-usare-i-bitcoin-ecco-cosa-ne-pensa-il-fisco-in-italia-e-in-europa/?refresh_ce=1

"Imposte dirette – persone fisiche – IRPEF
Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi prevede la categoria dei redditi diversi da capitale all’art. 67 se c’è una differenza tra prezzo di acquisto e vendita di beni o titoli. In particolare, per i bitcoin, il differenziale sarà costituito dalla differenza tra il costo di acquisto (somma in euro pagata per ottenere criptovaluta) e il ricavato (somma ricevuta per la cessione di criptovaluta). Tali differenze dovranno essere dichiarate solo in UNICO persone fisiche nel quadro RT.

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione."

Però si riferisce allo scambio diretto di bitcon, non con un'intermediazione come nel mio caso (tramite Bitstamp), quindi forse io dovrei usare il quadro RW.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on October 28, 2015, 11:53:14 PM

Grazie per la risposta. Ho altri redditi come lavoratore autonomo che mi portano oltre gli 8000€, quindi devo dichiarare.
L'unico dubbio che mi resta è se dichiarare nel quadro RW o RT, infatti in questo articolo per le plusvalenze da compravendita di bitcoin suggerisce RT:
http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2015/09/01/vuoi-usare-i-bitcoin-ecco-cosa-ne-pensa-il-fisco-in-italia-e-in-europa/?refresh_ce=1

"Imposte dirette – persone fisiche – IRPEF
Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi prevede la categoria dei redditi diversi da capitale all’art. 67 se c’è una differenza tra prezzo di acquisto e vendita di beni o titoli. In particolare, per i bitcoin, il differenziale sarà costituito dalla differenza tra il costo di acquisto (somma in euro pagata per ottenere criptovaluta) e il ricavato (somma ricevuta per la cessione di criptovaluta). Tali differenze dovranno essere dichiarate solo in UNICO persone fisiche nel quadro RT.

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione."

Però si riferisce allo scambio diretto di bitcon, non con un'intermediazione come nel mio caso (tramite Bitstamp), quindi forse io dovrei usare il quadro RW.

Ci vuole un commercialista per valutare il suo caso specifico.

I guadagni dal trading o da redditi esteri si dichiarano nel quadro RW.

Essendo io sotto la soglia imponibile non dichiaro nulla al momento.

Consiglio di rivolgersi ad un commercialista per valutare il suo caso specifico.


Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on November 01, 2015, 01:36:28 PM
io avendo prelevato da bitstamp nel 2015, nel 2016 dichiarerò il mio account bitstamp al fisco.
Non ho capito come devo calcolare la tassazione, cioè se io sul conto bitstamp ho zero ma ci ho venduto 10k eur di btc e li ho preleveati, quando devo dichiarare ?
Non sto parlando della tassazione capital gain.
http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2014-09-03/conti-esteri-limiti-variabili--094658.shtml?uuid=AB6ZlvpB


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on November 17, 2015, 12:34:46 PM
Vuoi usare i bitcoin? Ecco cosa ne pensa il Fisco in Italia e in Europa
scritto da Massimo Chiriatti il 01 Settembre 2015

La natura dirompente delle criptovalute, tra le quali il bitcoin, innesca una serie di interrogativi sul versante tributario per l’imprenditore che intende usarle nella propria impresa. Alcuni Paesi, tra i quali Stati Uniti, Canada, Francia, Regno Unito e Australia, hanno realizzato studi e riflessioni multidisciplinari sottolineandone l’utilità e la portata innovativa e le rispettive Autorità Tributarie hanno già dato indicazioni operative.

Il Governo e il Parlamento italiano finora non si sono espressi, lasciando le imprese nell’incertezza, dato che non ci sono né studi ufficiali né chiarimenti interpretativi, se non un’audizione a Montecitorio. Bankitalia ha chiarito come “in Italia l’acquisto, l’utilizzo e l’accettazione in pagamento delle valute virtuali debbono allo stato ritenersi attività lecite; le parti sono libere di obbligarsi a corrispondere somme anche non espresse in valute aventi corso legale”, ma è stato l’unico ente italiano a pronunciarsi.

Al momento, quindi, è il consulente tributario che si incarica di qualificare giuridicamente la criptovaluta in ogni normativa fiscale. A tal fine, sulla base di quanto indicato, affrontiamo le normative applicabili su IVA e Imposte Dirette.

IVA
I Paesi membri hanno preso posizioni difformi per le transazioni con i bitcoin: alcune propendono per l’esenzione IVA (Spagna, Regno Unito, Belgio, Finlandia), altri per l’imponibilità (Estonia, Polonia); gli altri non hanno espresso alcuna posizione. La Svezia ha sollevato una questione pregiudiziale (caso C-264/14) se il cambio tra valuta a corso legale e bitcoin costituisca prestazione di servizi e se sia imponibile a IVA.

Nel merito la Commissione Europea sta sostenendo l’esenzione IVA e lo ha descritto nel documento del Comitato IVA “VAT treatment of Bitcoin”. Anche l’Avvocato Generale presso la Corte di Giustizia Europea, il 16 Luglio 2015, ha concluso per l’esenzione lVA assimilandola (ai soli fini IVA) a valute estere.

A livello italiano, invece, giace un interpello che propone l’esenzione IVA presso l’Agenzia delle Entrate in attesa di risposta.

Quindi, l’uso di Bitcoin in Unione Europea è – al momento – presumibilmente esente da IVA. L’imprenditore potrà accettarli e ricederli in esenzione IVA, fermo restando le ordinarie regole per le cessioni dei beni e servizi.

Per esemplificare, nella vendita di un bene con pagamento in bitcoin, il commerciante emetterà scontrino / fattura normalmente (esempio: euro 200 + 22% IVA) e accetterà in pagamento 1 bitcoin. Il commerciante potrà scambiare i bitcoin contro euro in esenzione IVA per il loro valore di mercato.

Imposte dirette – persone fisiche – IRPEF
Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi prevede la categoria dei redditi diversi da capitale all’art. 67 se c’è una differenza tra prezzo di acquisto e vendita di beni o titoli. In particolare, per i bitcoin, il differenziale sarà costituito dalla differenza tra il costo di acquisto (somma in euro pagata per ottenere criptovaluta) e il ricavato (somma ricevuta per la cessione di criptovaluta). Tali differenze dovranno essere dichiarate solo in UNICO persone fisiche nel quadro RT.

L’eventuale eccedenza può essere portata in deduzione, fino a concorrenza, dalle plusvalenze e dagli altri redditi simili dei periodi d’imposta successivi ma non oltre il quarto anno. Le minusvalenze sono deducibili da redditi della stessa natura. Il differenziale positivo delle plusvalenze e minusvalenze sarà tassato in dichiarazione annuale nella misura del 26 per cento. Il contribuente ha l’onere di predisporre idonea documentazione e comunque seguendo la regola di “cassa”, vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.

Per esemplificazione, nell’anno 2015 si acquista 1 bitcoin a 200 euro, si cede a 300, si riacquistano 2 bitcoin a 250, e se ne cede uno solo a 200 euro. In questo caso il reddito sarà di 100 (prima transazione) – 50 (seconda transazione) = 50 di reddito imponibile (da dichiarare e tassare al 26%), con 1 bitcoin residuo, con valore di carico a 250 euro.

Imprese – Imposte dirette
L’imprenditore deve inserire le operazioni in criptovalute nella propria contabilità e rappresentarle in bilancio. Anche in questo caso, con l’eccezione di Spagna e Finlandia, nessuno Stato ha indicato principi contabili. Occorre valutare caso per caso per individuare le soluzioni idonee al rispetto del principio della prevalenza della sostanza sulla forma.

Ogni azienda dovrà quindi rappresentare nella propria contabilità gli acquisti e le vendite di criptovaluta: chi le accetta in pagamento dovrà contabilizzare (similmente a valute estere) il differenziale da far confluire nel risultato di esercizio. Nel caso in cui il commerciante detenga criptovalute a fine anno, dovrà dare adeguata informazione nel bilancio, tenendo conto del fair value o valore corrente.

Per esemplificazione: nell’anno 2015 si acquistano 2 bitcoin a 250 euro, se ne vende uno solo a 300 euro e a fine anno la valutazione è di 220 euro. Il risultato economico del 2015 sarà: 50 (cessione) – 30 (svalutazione di fine anno non deducibile fiscalmente) = 20 euro. Invece, il reddito imponibile sarà di 50 euro, dato che i differenziali valgono solo quando realizzati. Il bitcoin avrà quindi valore fiscale di 250 euro (costo di acquisto) indipendentemente dalle valutazioni di fine anno.

Articolo realizzato in collaborazione con Stefano Capaccioli, autore di una monografia e di saggi in materia, dottore commercialista in Arezzo e co-fondatore di assob.it

Disclaimer
Come si evince, la materia è ancora soggetta a libera interpretazione. Riteniamo che siano necessari studi di approfondimento con emanazione di norme interpretative per dare un quadro giuridico stabile agli operatori.http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2015/09/01/vuoi-usare-i-bitcoin-ecco-cosa-ne-pensa-il-fisco-in-italia-e-in-europa/


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: acquafredda on November 17, 2015, 06:51:13 PM
Quote
Per esemplificare, nella vendita di un bene con pagamento in bitcoin, il commerciante emetterà scontrino / fattura normalmente (esempio: euro 200 + 22% IVA) e accetterà in pagamento 1 bitcoin. Il commerciante potrà scambiare i bitcoin contro euro in esenzione IVA per il loro valore di mercato.

Noi è da sempre che abbiamo trattato il btc in questa maniera: dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea finalmente il parere di un altro commercialista.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on December 19, 2015, 11:57:35 AM
La questione contabile/fiscale è a mio avviso cruciale, se si vuole diffondere l'uso del Bitcoin. Ne stavamo discutendo proprio ora sul canale IRC, e purtroppo continua ad essere aperto un grosso punto interrogativo.

Secondo me, l'analogia su cui potrebbe basarsi un ragionamento solido è quella col baratto. Qualcuno sa come viene gestito dal punto di vista contabile e fiscale il baratto a livello commerciale (e quindi non tra semplici privati)? C'è qualche commercialista in ascolto, o qualcuno che ne conosca almeno uno?

Grazie!

Uno dei primi ostacoli con cui si confronta un’Azienda nel momento in cui decide di avvalersi del Baratto Commerciale, solitamente e` la perplessita` che la compravendita fatta tramite cambio merci non abbia riscontro nelle norme fiscali e che il Contabile/Commercialista avra` difficolta` a inquadrare fiscalmente questo tipo di operazione.
Cosa dice la legge e il fisco al riguardo?
Aspetti fiscali e normativi delle società di scambio o Barter Company:
Le operazioni di scambio o barter trading fra imprese sono regolate in Italia da una
normativa, che prevede una regolare emissione di fattura da parte dell’azienda che
consegna i beni o i servizi all’azienda che li riceve. La fattura dovrà riportare un’apposita
dicitura, che identifica, a fronte della transazione, il mancato flusso finanziario del
corrispettivo economico e la contestuale acquisizione del credito che sarà successivamente
compensato con altre fatture di fornitura a debito. Crediti e debiti così maturati verranno
normalmente iscritti a bilancio.
Obblighi fiscali nei processi di scambio:
Nel nostro paese un impresa può liberamente scambiare o barattare i suoi beni o i suoi
servizi poiché il baratto è perfettamente legale, sia quando avviene fra privati, sia quando
avviene fra aziende e sia quando avviene tra aziende e privati.
Tali operazioni di scambio non presentano, secondo la nostra normativa fiscale, diversità
sostanziali rispetto alle operazioni saldate attraverso l’utilizzo del denaro, in quanto i beni
o i servizi consegnati o effettuati in cambio di altri beni o servizi vengono considerati mezzi
di pagamento alternativi alla moneta di conto.
Pertanto quando gli scambi avvengono tra operatori economici nell’esercizio
di una impresa o nell’esercizio di arte o professione costituiscono operazioni
imponibili ai fini IVA (art. 1 DPR 633/72).
Si tratta di processi soggetti ad IVA (consegna dei beni e/o servizi, art. 2 e 3
DPR 633/1972).
Ai fini IVA la legge dice che “Le cessioni di beni e le prestazioni
di servizi effettuate in corrispettivo di altre cessioni di beni o
prestazioni di servizi, o per estinguere precedenti obbligazioni, sono
soggette all’imposta separatamente da quelle in corrispondenza delle
quali sono effettuate.”
L’operazione di scambio o di baratto si qualifica fiscalmente come un
contratto di permuta (art. 1552 C.C.), tali operazioni sono regolate dall’art. 11
e dall’art.13, comma 2, lett. d), del D.P.R. 633/1972.
Ai fini IVA è considerato un’operazione di permuta anche lo scambio di beni contro servizi
o servizi contro servizi.
“Un’operazione di permuta è composta da più operazioni di scambio che, ai fini IVA, vanno
valutate in maniera pienamente autonoma. La conseguenza è che ognuna delle operazioni
rilevanti per la permuta soggiace autonomamente a tutti gli obblighi imposti e deve essere
valutata separatamente mantenendo evidenti le eventuali differenze tra i valori imponibili.
Le operazioni vanno dunque viste isolatamente come se si fosse di fronte a singole
operazioni.”
Quindi niente paura! E` tutto gia` regolamentato dalla legge fiscale e, “giustamente” soggetto alle identiche imposte applicate sulle normali compravendite.
Comunque, vorrei fare una considerazione personale:
Tenendo conto che il Baratto Commerciale non constituira` il 100% degli affari commerciali di un’Azienda, ma solo una percentuale che nei migliori casi potrebbe arrivare al 20%, se le transazioni in Baratto saranno gestite in modo tale che entro l’anno fiscale vendite e acquisti si compensino, allora anche gli oneri fiscali e le imposte si compenseranno e quindi sulle transazioni in Baratto si potranno azzerare le imposte.
Ovviamente per ottenere questo risultato, consiglio alle Aziende e ai Professionisti di affidarsi ad una Societa` che operi nel Settore del Baratto Commerciale in modo serio e professionale, cosi`, mentre voi vi occuperete dei vostri affari, tale Societa` specializzata vi aiutera` a raggiungere i migliori risultati economici e fiscali.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Stemby on December 19, 2015, 03:49:05 PM
In realtà ormai (almeno nell'UE) è stato chiarito che i bitcoin non sono soggetti a IVA, e quindi vanno banalmente trattati come una qualsiasi moneta estera: il baratto non è più la strada da seguire.

Tutto quanto detto qui è l'opinione di un non professionista del settore; consiglio in ogni caso di avvalersi di un bravo commercialista.

Ciao!


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on December 19, 2015, 04:02:20 PM
In realtà ormai (almeno nell'UE) è stato chiarito che i bitcoin non sono soggetti a IVA, e quindi vanno banalmente trattati come una qualsiasi moneta estera: il baratto non è più la strada da seguire.

Tutto quanto detto qui è l'opinione di un non professionista del settore; consiglio in ogni caso di avvalersi di un bravo commercialista.

Ciao!

Sottoscrivo.

I bitcoin sono moneta (digital currency, valuta virtuale)
https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf (https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf)

I bitcoin sono esenti IVA.
http://www.coindesk.com/european-exchanges-react-to-bitcoin-vat-exemption/ (http://www.coindesk.com/european-exchanges-react-to-bitcoin-vat-exemption/)

Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: the_poet on December 19, 2015, 05:29:54 PM
In realtà ormai (almeno nell'UE) è stato chiarito che i bitcoin non sono soggetti a IVA, e quindi vanno banalmente trattati come una qualsiasi moneta estera: il baratto non è più la strada da seguire.

Tutto quanto detto qui è l'opinione di un non professionista del settore; consiglio in ogni caso di avvalersi di un bravo commercialista.

Ciao!

Sottoscrivo.

I bitcoin sono moneta (digital currency, valuta virtuale)
https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf (https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf)

I bitcoin sono esenti IVA.
http://www.coindesk.com/european-exchanges-react-to-bitcoin-vat-exemption/ (http://www.coindesk.com/european-exchanges-react-to-bitcoin-vat-exemption/)

Cordiali saluti.

Non avevo letto quel documento della Banca d'Italia e devo dire che mi piace. Praticamente dice in modo chiaro che le valute virtuali possono essere accettate dagli esercenti e che ciò è perfettamente legale. Inoltre, gran parte del documento funge da avviso agli sprovveduti che si vogliono avventurare in un mondo di cui capiscono poco o nulla: "il giocattolino è bello, ma dovete stare attenti perché se vi fate male, nessuno vi tutela e sono cacchi vostri".


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on December 19, 2015, 07:01:52 PM

Non avevo letto quel documento della Banca d'Italia e devo dire che mi piace. Praticamente dice in modo chiaro che le valute virtuali possono essere accettate dagli esercenti e che ciò è perfettamente legale. Inoltre, gran parte del documento funge da avviso agli sprovveduti che si vogliono avventurare in un mondo di cui capiscono poco o nulla: "il giocattolino è bello, ma dovete stare attenti perché se vi fate male, nessuno vi tutela e sono cacchi vostri".

Italia
http://cointelegraph.it/news/115113/intesa-sanpaolo-presenta-allesma-il-suo-parere-su-bitcoin-e-blockchain (http://cointelegraph.it/news/115113/intesa-sanpaolo-presenta-allesma-il-suo-parere-su-bitcoin-e-blockchain)
https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/bollettino-vigilanza/2015-01/20150130_II15.pdf (https://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/bollettino-vigilanza/2015-01/20150130_II15.pdf)
https://uif.bancaditalia.it/normativa/norm-indicatori-anomalia/Comunicazione_UIF_su_VV.pdf (https://uif.bancaditalia.it/normativa/norm-indicatori-anomalia/Comunicazione_UIF_su_VV.pdf)
https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf (https://www.bancaditalia.it/compiti/vigilanza/avvisi-pub/avvertenza-valute-virtuali/AVVERTENZA_VALUTE_VIRTUALI.pdf)

Europa
http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/other/virtualcurrencyschemes201210en.pdf (http://www.ecb.europa.eu/pub/pdf/other/virtualcurrencyschemes201210en.pdf)
http://www.eba.europa.eu/documents/10180/598420/EBA_2013_01030000_IT_TRA.pdf (http://www.eba.europa.eu/documents/10180/598420/EBA_2013_01030000_IT_TRA.pdf)
http://www.eba.europa.eu/documents/10180/657547/EBA-Op-2014-08+Opinion+on+Virtual+Currencies.pdf (http://www.eba.europa.eu/documents/10180/657547/EBA-Op-2014-08+Opinion+on+Virtual+Currencies.pdf)

Internazionale
http://www.fatf-gafi.org/media/fatf/documents/reports/Virtual-currency-key-definitions-and-potential-aml-cft-risks.pdf (http://www.fatf-gafi.org/media/fatf/documents/reports/Virtual-currency-key-definitions-and-potential-aml-cft-risks.pdf)


Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo84 on December 20, 2015, 11:45:31 AM
La sostanza dunque è che in Italia siamo ancora in presenza di un grande BOH.Volete la mia?Io non mi fiderei,mi terrei sotto la soglia di 8000€ annui (basta far arrivare il ricavato della vendita di btc sul conto di una persona senza redditi,i btc non sono mica nominali...) e pace.Autodenunciandosi secondo me c'è il rischio che tra qualche anno vantino altre pretese...poi starebbe a te dimostrare che non è così visto che parliamo di interpretazioni,e sappiamo tutti come funzionano queste cose in Italia:la parola dell'AdE vale più di quella del contribuente


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on February 07, 2016, 05:20:02 PM
La sostanza dunque è che in Italia siamo ancora in presenza di un grande BOH.Volete la mia?Io non mi fiderei,mi terrei sotto la soglia di 8000€ annui (basta far arrivare il ricavato della vendita di btc sul conto di una persona senza redditi,i btc non sono mica nominali...) e pace.Autodenunciandosi secondo me c'è il rischio che tra qualche anno vantino altre pretese...poi starebbe a te dimostrare che non è così visto che parliamo di interpretazioni,e sappiamo tutti come funzionano queste cose in Italia:la parola dell'AdE vale più di quella del contribuente

e qui entriamo nel riciclaggio...

in ogni caso se io nel 2015 ho venduto btc su bistamp per 30k e li ho incassati su conto corrente italiano
ora dovo fare la denuncia dei redditi, dichiaro di avere avuto 30k su bistamp e di avere un capital gain di tot, sono apposto? devo allegare documentazione?

cmq a proposito di antiriciclaggio, l'altro giorno mi chiama la banca per un aggiornamento periodico dei dati del profilo cliente per l'antiriciclaggio appunto, poi mentre ero li parlando del piu e del meno gli ho parlato dei bitcoin , il tizio manco sapeva cosa fossero.



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on February 29, 2016, 08:15:53 PM
ho preso appuntameno al caaf per fare il 730
devo dichiarare 4000 eur di capital gain per compravendita btc e poi devo dichiarare il mio account bitstamp.
che documenti devo portare?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on March 07, 2016, 09:25:48 AM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 08, 2016, 01:58:43 PM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on April 08, 2016, 02:00:16 PM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 08, 2016, 02:10:40 PM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?

se il reddito complessivo non supera gli 8000 euro no, consiglio di dichiarare se si hanno altri redditi da lavoratore dipendente e si superano gli 8000, anche 1000 euro di gain, nel caso di p.iva meglio sentire un commercialista


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 08, 2016, 02:13:08 PM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?

se il reddito complessivo non supera gli 8000 euro no, consiglio di dichiarare se si hanno altri redditi da lavoratore dipendente e si superano gli 8000, anche 1000 euro di gain, nel caso di p.iva meglio sentire un commercialista

ricordiamoci che l'ADE fa i controlli incrociati con i conti correnti aperti in Italia, l'unica maniera per non dover dichiarare è usare i btc e non venderli


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on April 09, 2016, 02:44:20 PM
Non sono comunque obbligato a fare la dichiarazione dei redditi, avendo redditi diversi da natura finanziaria?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 11, 2016, 11:56:06 AM
Non sono comunque obbligato a fare la dichiarazione dei redditi, avendo redditi diversi da natura finanziaria?

  :) cosa intendi?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: btcit123 on April 11, 2016, 01:52:09 PM
Nonostante le spiegazioni qui nel forum mi rimangono ancora dei dubbi per quanto riguarda quadri RT/RW. Io faccio trading sui exchange cinesi e ho comprato BTC tramite bitstamp a novembre 2015 (quindi EUR->USD->BTC->CNY) e poi mandato piu' o meno la stessa cifra indietro (sempre tramite bitstamp, allora direzione opposta) a meta gennaio 2016. Il resto del profito lo tengo ancora nei exchange cinesi ed e' quindi sempre valutato in BTC o CNY e mai EUR.

L'articolo su ilsolo24 scrive "vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.", quindi direi che nel mio caso non ho realizzato nessun profito a 2015 e quindi non devo le tasse. Questo ragionamento vi sembra corretto? Pero' poi come c'entra il quadro RW?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on April 11, 2016, 06:43:23 PM
Non sono comunque obbligato a fare la dichiarazione dei redditi, avendo redditi diversi da natura finanziaria?

  :) cosa intendi?

Sapevo che sui redditi diversi di natura finanziaria non hai l'esenzione dalla presentazione della dichiarazione dei redditi, aggiungo link qui http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/content/Nsilib/Nsi/Strumenti/Modelli/ModulisticaAP/Modelli+di+dichiarazione/2007/Unico+PF+2007/Fascicolo_1/2_Istruzioni_per_la_dichiarazione_dei_redditi/2_Esonero_dalla_dichiarazione_dei_redditi.html

Contribuenti obbligati alla presentazione se: avete conseguito plusvalenze e redditi di capitale da assoggettare ad imposta sostitutiva da indicare nei quadri RT e RM.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on April 11, 2016, 06:44:53 PM
Nonostante le spiegazioni qui nel forum mi rimangono ancora dei dubbi per quanto riguarda quadri RT/RW. Io faccio trading sui exchange cinesi e ho comprato BTC tramite bitstamp a novembre 2015 (quindi EUR->USD->BTC->CNY) e poi mandato piu' o meno la stessa cifra indietro (sempre tramite bitstamp, allora direzione opposta) a meta gennaio 2016. Il resto del profito lo tengo ancora nei exchange cinesi ed e' quindi sempre valutato in BTC o CNY e mai EUR.

L'articolo su ilsolo24 scrive "vale a dire che i differenziali sono realizzati al momento della cessione.", quindi direi che nel mio caso non ho realizzato nessun profito a 2015 e quindi non devo le tasse. Questo ragionamento vi sembra corretto? Pero' poi come c'entra il quadro RW?

Dichiari il profitto solo se ricevi una plusvalenza in EUR, se invece usi quei btc all'estero per un pagamento in btc non non devi pagare tasse su quell'importo


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on April 14, 2016, 07:28:17 AM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?

se il reddito complessivo non supera gli 8000 euro no, consiglio di dichiarare se si hanno altri redditi da lavoratore dipendente e si superano gli 8000, anche 1000 euro di gain, nel caso di p.iva meglio sentire un commercialista

ricordiamoci che l'ADE fa i controlli incrociati con i conti correnti aperti in Italia, l'unica maniera per non dover dichiarare è usare i btc e non venderli

hai detto poco sopra che non si deve dichiarare nulla sotto gli 8000, ma loro ti controllano in ogni caso, perché ovviamente non possono sapere se tu sei realmente sotto gli 8000 giusto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on April 14, 2016, 11:26:17 AM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?

se il reddito complessivo non supera gli 8000 euro no, consiglio di dichiarare se si hanno altri redditi da lavoratore dipendente e si superano gli 8000, anche 1000 euro di gain, nel caso di p.iva meglio sentire un commercialista

ricordiamoci che l'ADE fa i controlli incrociati con i conti correnti aperti in Italia, l'unica maniera per non dover dichiarare è usare i btc e non venderli

hai detto poco sopra che non si deve dichiarare nulla sotto gli 8000, ma loro ti controllano in ogni caso, perché ovviamente non possono sapere se tu sei realmente sotto gli 8000 giusto?

vedono se hai fatto entrare più o meno di 8000 euro sul tuo conto bancario


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 15, 2016, 05:43:58 PM
Quindi alla fine visto che sono considerati come valuta estera, se io vendo tot btc li segno sotto redditi diversi?  ???

Ciao, si deve fare il calcolo sul "gain" fatto tra acquisto dei btc e la vendita il profitto deve essere dichiarato nei redditi diversi, quadro rw del modello unico, la percentuale da versare è del 26% per adesso

sotto gli 8000euro non va dichiarato nulla?

se il reddito complessivo non supera gli 8000 euro no, consiglio di dichiarare se si hanno altri redditi da lavoratore dipendente e si superano gli 8000, anche 1000 euro di gain, nel caso di p.iva meglio sentire un commercialista

ricordiamoci che l'ADE fa i controlli incrociati con i conti correnti aperti in Italia, l'unica maniera per non dover dichiarare è usare i btc e non venderli

hai detto poco sopra che non si deve dichiarare nulla sotto gli 8000, ma loro ti controllano in ogni caso, perché ovviamente non possono sapere se tu sei realmente sotto gli 8000 giusto?

ovviamente si, mi riferisco al fatto che il primo scaglione di redditi è 0-8000€ ma forse quest'anno è cambiato, i controlli incrociati li fanno attraverso l'ise per ora, non esiste che entrano sugli estratti conti bancari-postali senza permesso o senza "il sospetto".....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 15, 2016, 05:47:50 PM
Fermi tutti è cambiato quest'anno :

    I° scaglione IRPEF: Redditi fino a 15000 euro: aliquota 23%
    II° scaglione: redditi oltre 15.001 euro e fino a 28.000 euro, aliquota IRPEF 28%
    III° scaglione: redditi oltre 28.001 euro e fino a 55.000 euro, aliquota al 38%;
    IV° scaglione: redditi oltre 55.001 euro e fino a 75000 euro, aliquota IRPEF 2016 41%
    V° scaglione: redditi oltre 75.001 euro, aliquota al 43%.

 
Come si calcola il reddito in base agli scaglioni IRPEF?

    Se il contribuente ha un reddito che rientra nel primo scaglione, pagherà un’imposta IRPEF pari a 3.450 euro.
    Se rientra nel secondo, l’IRPEF si calcola al 23% fino a 15.000 euro e sulla parte eccedente detta soglia fino a 28.000 euro al 27%, per cui si avranno 3.450,00 + ulteriore 27% per i 13.000 euro eccedenti, che fanno un’imposta IRPEF pari a 6.960 euro;
    Se il contribuente rientra nel terzo scaglione, si applica l’aliquota al 23% fino a 15.000 euro, 27% dai 15.000 ai 28.000 euro e 38% dai 28.001 a 55.000 euro, per cui 6.960,00 + 38%, i totale 17.220 euro;
    Se il contribuente rientra nel quarto scaglione IRPEF, il reddito si calcola con aliquota al 23% fino a 15.000 euro, 27% dai 15.000 ai 28.000 euro, 38% dai 28.001 a 55.000 euro, dai 55.001 a 75.000 euro al 41%, per cui un’imposta pari a 25.420 euro;
    Se il contribuente rientra nel quinto scaglione IRPEF, l’imposta da pagare è pari a 25.420,00 euro + 43% sulla parte eccedente i 75.001.


fonte : http://www.guidafisco.it/irpef-scaglioni-reddito-aliquote-calcolo-esenzione-1565


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Melupira89 on April 15, 2016, 05:49:50 PM
Il calcolo IRPEF 2016: come abbiamo detto nei paragrafi precedenti, l’imposta sul reddito delle persone fisiche lorda è determinata applicando le aliquote scaglioni IRPEF 2016 al reddito complessivo, al netto degli oneri deducibili.

Questo significa che la base imponibile su cui effettuare il calcolo IRPEF su cui vengono applicate le percentuali degli scaglioni, si ottiene considerando il reddito complessivo, ossia, la somma di tutti i redditi prodotti durante il periodo d’imposta 2015, ovvero:

    Redditi da lavoro dipendente e assimilati;
    Redditi da lavoro autonomo;
    Redditi di impresa;
    Redditi fondiari;
    Redditi di capitali;
    Redditi diversi.





Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sandranet on April 15, 2016, 09:01:22 PM
Fermi tutti è cambiato quest'anno :

    I° scaglione IRPEF: Redditi fino a 15000 euro: aliquota 23%
    II° scaglione: redditi oltre 15.001 euro e fino a 28.000 euro, aliquota IRPEF 28%
    III° scaglione: redditi oltre 28.001 euro e fino a 55.000 euro, aliquota al 38%;
    IV° scaglione: redditi oltre 55.001 euro e fino a 75000 euro, aliquota IRPEF 2016 41%
    V° scaglione: redditi oltre 75.001 euro, aliquota al 43%.

 
Come si calcola il reddito in base agli scaglioni IRPEF?

    Se il contribuente ha un reddito che rientra nel primo scaglione, pagherà un’imposta IRPEF pari a 3.450 euro.
    Se rientra nel secondo, l’IRPEF si calcola al 23% fino a 15.000 euro e sulla parte eccedente detta soglia fino a 28.000 euro al 27%, per cui si avranno 3.450,00 + ulteriore 27% per i 13.000 euro eccedenti, che fanno un’imposta IRPEF pari a 6.960 euro;
    Se il contribuente rientra nel terzo scaglione, si applica l’aliquota al 23% fino a 15.000 euro, 27% dai 15.000 ai 28.000 euro e 38% dai 28.001 a 55.000 euro, per cui 6.960,00 + 38%, i totale 17.220 euro;
    Se il contribuente rientra nel quarto scaglione IRPEF, il reddito si calcola con aliquota al 23% fino a 15.000 euro, 27% dai 15.000 ai 28.000 euro, 38% dai 28.001 a 55.000 euro, dai 55.001 a 75.000 euro al 41%, per cui un’imposta pari a 25.420 euro;
    Se il contribuente rientra nel quinto scaglione IRPEF, l’imposta da pagare è pari a 25.420,00 euro + 43% sulla parte eccedente i 75.001.


fonte : http://www.guidafisco.it/irpef-scaglioni-reddito-aliquote-calcolo-esenzione-1565


Ma l'esenzione e' rimasta uguale, fino ad un reddito di 8.000 euro?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: BitNow on April 15, 2016, 09:21:05 PM

Ma l'esenzione e' rimasta uguale, fino ad un reddito di 8.000 euro?


https://www.fiscoetasse.com/blog/15-casi-di-esonero-dalla-presentazione-della-dichiarazione-dei-redditi-persone-fisiche/
http://www.tasse-fisco.com/persone-fisiche/esonero-dalla-dichiarazione-dei-redditi-chi-non-deve-presentarla/184/

Sto cercando qualcosa anche sul sito dell'ADE.


Cordiali saluti.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: rigel on April 15, 2016, 10:06:16 PM
Una domanda: se io non tramuto mai i miei bitcoin in euro ma li uso per acquistare beni e servizi, non sono tenuto a dichiarare o pagare alcunché?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Amph on April 16, 2016, 08:34:36 PM

Ma l'esenzione e' rimasta uguale, fino ad un reddito di 8.000 euro?


https://www.fiscoetasse.com/blog/15-casi-di-esonero-dalla-presentazione-della-dichiarazione-dei-redditi-persone-fisiche/
http://www.tasse-fisco.com/persone-fisiche/esonero-dalla-dichiarazione-dei-redditi-chi-non-deve-presentarla/184/

Sto cercando qualcosa anche sul sito dell'ADE.


Cordiali saluti.

per il mining direi, assimilabile a lavoro autonomo occasionale, la soglia è 4800, anche se però c'è sempre la componente del trading in mezzo

la storia degli 8000 euro vale solamente per "in tutti e tre i casi a condizione che il periodo di lavoro o di pensione sia non inferiore a 365 giorni" e i proventi del trading non rientrano certo in questa categoria, almeno da come la vedo io


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sandranet on April 16, 2016, 09:14:43 PM

Ma l'esenzione e' rimasta uguale, fino ad un reddito di 8.000 euro?


https://www.fiscoetasse.com/blog/15-casi-di-esonero-dalla-presentazione-della-dichiarazione-dei-redditi-persone-fisiche/
http://www.tasse-fisco.com/persone-fisiche/esonero-dalla-dichiarazione-dei-redditi-chi-non-deve-presentarla/184/

Sto cercando qualcosa anche sul sito dell'ADE.


Cordiali saluti.

Grazie, il secondo link mi ha chiarito le idee.

Cordiali saluti


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: ZuonKing on May 06, 2016, 08:03:45 AM
Ho cercato nel thread ma non ho visto nulla, non tanto a proposito del come e quanto pagare, ma piuttosto sul provare quello che si dichiara.
è sufficiente un'autodichiarazione per dire che il mio margine è stato di, per esempio, un euro?
se non ho prove oggettive di come ho avuto/quanto ho pagato un BTC, ma ho prove di a quanto l'ho venduto, è sufficiente un'autodichiarazione?

Esempio pratico:
a novembre 2013 compro su Cryptsy un bitcoin a 800 euro,
lo rivendo oggi a 400, ad esempio su TRT, e mando la somma sul mio cc.
Cryptsy è fallita e non ho prova di come/quando ho comprato il btc, inoltre sono passati alcuni anni.

Giustizia vorrebbe che non dovrei pagare nulla in quanto operazione in rosso,
evidenza invece vorrebbe che non potendo dimostrare il prezzo di acquisto, dovrei pagare tasse sull'intero valore (se non dimostro quanto mi è costato, allora mi è costato zero).
E' sufficiente un'autodichiarazione? (ho paura di conoscere la risposta)

ZK


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on May 07, 2016, 06:49:09 PM
Ho cercato nel thread ma non ho visto nulla, non tanto a proposito del come e quanto pagare, ma piuttosto sul provare quello che si dichiara.
è sufficiente un'autodichiarazione per dire che il mio margine è stato di, per esempio, un euro?
se non ho prove oggettive di come ho avuto/quanto ho pagato un BTC, ma ho prove di a quanto l'ho venduto, è sufficiente un'autodichiarazione?

Esempio pratico:
a novembre 2013 compro su Cryptsy un bitcoin a 800 euro,
lo rivendo oggi a 400, ad esempio su TRT, e mando la somma sul mio cc.
Cryptsy è fallita e non ho prova di come/quando ho comprato il btc, inoltre sono passati alcuni anni.

Giustizia vorrebbe che non dovrei pagare nulla in quanto operazione in rosso,
evidenza invece vorrebbe che non potendo dimostrare il prezzo di acquisto, dovrei pagare tasse sull'intero valore (se non dimostro quanto mi è costato, allora mi è costato zero).
E' sufficiente un'autodichiarazione? (ho paura di conoscere la risposta)

ZK

in teoria avresti diritto ad un credito di imposta.
in pratica non avrai nulla.


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: dave00 on May 08, 2016, 08:13:20 PM
Ho chiesto consulenza ad un commercialista che si sta documentando in materia, e in futuro invierò un interpello


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on May 26, 2016, 01:40:02 PM
io quest'anno devo fare dichiarazione dei redditi con modello UNICO
nel 2015 ho venduto btc per circa 30k su bitstamp prelevandoli su conto corrente italiano
per legge devo quindi dichiarare il mio conto su Bitstamp
mi hanno detto che devo fornire una stampata delle transazioni, su bitstamp c'è la sezione trasactions https://www.bitstamp.net/account/transactions/

seleziono export per tutto il 2015 , esporto tutto e mi danno un file csv, che stampo, il risultato è per me poco comprensibile , sei paigine poco chiare , se lo do al fisco così come è nemmeno loro capiranno nulla, non è che mi fanno rogne?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Pompobit on May 26, 2016, 04:15:31 PM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on May 27, 2016, 01:49:37 PM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?

sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.
se invece non dichiari e ti beccano paghi percentuali ben piu alte
calcola che se prelevi e versi è tutto tracciato e ci mettono un bit a sapere che hai un conto estero


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on May 27, 2016, 01:55:08 PM
Scusate, ma relativamente alla carta ricaricabile come ci si dovrebbe comportare?

Mettiamo che io spendo 10K Euro in un anno usando 5 carte su cui ho distribuito 2K/carta.
Dovrei dichiarare qualcosa?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: conspirosphere.tk on May 27, 2016, 02:02:05 PM
sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.

ma non c'era l'esenzione dall'obbligo di dichiarazione per i conti esteri inferiori a 10K???


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: xxxgoodgirls on May 27, 2016, 02:14:32 PM
Ussignùr  :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on May 27, 2016, 02:17:12 PM
sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.

ma non c'era l'esenzione dall'obbligo di dichiarazione per i conti esteri inferiori a 10K???

Boh, se devo essere sincero non me ne sono mai fregato granchè dell'aspetto fiscale data anche la mancanza di informazioni certe.
Per conti esteri si considera la somma di tutti i conti? E se io carico 500 Euro a botta e li spendo? Il mio conto ha sempre pochi spiccioli.....


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: gbianchi on May 27, 2016, 02:51:02 PM
sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.

ma non c'era l'esenzione dall'obbligo di dichiarazione per i conti esteri inferiori a 10K???

Boh, se devo essere sincero non me ne sono mai fregato granchè dell'aspetto fiscale data anche la mancanza di informazioni certe.
Per conti esteri si considera la somma di tutti i conti? E se io carico 500 Euro a botta e li spendo? Il mio conto ha sempre pochi spiccioli.....

la dichiarazione e' obbligatoria anche per conti inferiori a 10k, che pero' non pagano niente (adesso.... pero' intanto
gli dai informazioni)

e poi non gli basta il saldo a fine anno, ovviamente vogliono la giacenza media annuale e tutti i vari cazzi per potersi
fare bene i conti e decidere i livelli delle asticelle nei prossimi anni ....



Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: Sampey on May 27, 2016, 02:52:26 PM
sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.

ma non c'era l'esenzione dall'obbligo di dichiarazione per i conti esteri inferiori a 10K???

Boh, se devo essere sincero non me ne sono mai fregato granchè dell'aspetto fiscale data anche la mancanza di informazioni certe.
Per conti esteri si considera la somma di tutti i conti? E se io carico 500 Euro a botta e li spendo? Il mio conto ha sempre pochi spiccioli.....

la dichiarazione e' obbligatoria anche per conti inferiori a 10k, che pero' non pagano niente (adesso.... pero' intanto
gli dai informazioni)

e poi non gli basta il saldo a fine anno, ovviamente vogliono la giacenza media annuale e tutti i vari cazzi per potersi
fare bene i conti e decidere i livelli delle asticelle nei prossimi anni ....



Quindi vale anche per una carta ricaricabile?
Correrò il rischio battendomene le balle  ;D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: reznik15 on May 27, 2016, 03:34:31 PM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?

sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.
se invece non dichiari e ti beccano paghi percentuali ben piu alte
calcola che se prelevi e versi è tutto tracciato e ci mettono un bit a sapere che hai un conto estero

Boh... sarà che sono ignorante in materia ma io ci capisco sempre meno. Ad esempio io nel mio conto bitstamp non ci tengo mai uno spicciolo (saldo medio annuo=0)... non basta nel momento di un eventuale prelievo in euro presentare una lista dei movimenti per dimostrare che all'epoca avevo acquistato tot btc a tot prezzo?


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on May 29, 2016, 05:34:06 AM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?

sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.
se invece non dichiari e ti beccano paghi percentuali ben piu alte
calcola che se prelevi e versi è tutto tracciato e ci mettono un bit a sapere che hai un conto estero

Boh... sarà che sono ignorante in materia ma io ci capisco sempre meno. Ad esempio io nel mio conto bitstamp non ci tengo mai uno spicciolo (saldo medio annuo=0)... non basta nel momento di un eventuale prelievo in euro presentare una lista dei movimenti per dimostrare che all'epoca avevo acquistato tot btc a tot prezzo?

prova con un interpello specifico e ben dettagliato


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo2016 on May 29, 2016, 10:01:52 AM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?

sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.
se invece non dichiari e ti beccano paghi percentuali ben piu alte
calcola che se prelevi e versi è tutto tracciato e ci mettono un bit a sapere che hai un conto estero

Scusami ma non credo proprio!L'unico modo per dichiarare un conto estero è averne le coordinate bancarie e non mi risulta che bitstamp ne abbia né che i btc rientrino nelle valute regolamentate e accettate dallo stato italiano,altrimenti eravamo a cavallo,ci si accodava alla voluntary disclosure,si pagava il dovuto e i btc diventavano magicamente euro puliti!Se si ha un conto su un qualsiasi exchange al momento direi proprio che non si dichiara nulla,né tantomeno si dichiarano i btc in possesso


Riguardo al quesito di Pompobit:io credo e sottolineo CREDO che se la cifra è identica sia in entrata che in uscita la si può far passare come rimborso per un acquisto visto che di fatto il guadagno agli occhi dello Stato è stato zero.Ho acquistato bitcoin,me ne sono pentito e mi sono fatto rimborsare,l'ADE non ha potere di andare a vedere il cambio giornaliero dei btc,non sono regolamentati.Per quelle cifre non mi preoccuperei troppo.Vi fate troppe pippe mentali,il mio medico di famiglia prende in nero 100€ a visita (ne fa almeno 10 al giorno...) e a fine mese dice che versa tutto in banca.Per ora è ancora a piede libero...e ha 60 anni,di cui 30 di professione


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: IdiDiMarzo2016 on May 29, 2016, 10:09:33 AM
Scusate, ma relativamente alla carta ricaricabile come ci si dovrebbe comportare?

Mettiamo che io spendo 10K Euro in un anno usando 5 carte su cui ho distribuito 2K/carta.
Dovrei dichiarare qualcosa?

Se hanno iban potresti dichiarare (certo che poi dovresti dimostrare da dove provengono i btc,quanto è stato il capital gain,ecc,masochismo puro),altrimenti come fai a dichiarare?Una carta ricaricabile rilasciata chissà dove per l'agenzia delle entrate non esiste,non so se le emittenti estere hanno obbligo di comunicazione ma credo proprio che se ne freghino (advcash per fare un esempio ha sede in belize,bitstamp in lussemburgo,già immagino le loro risate quando li contattano quelli dell'AdE)

Il problema si pone se prelevi dalle carte e versi su un conto corrente.10000€ non passerebbero certo inosservati...se li spendi per acquisti non tracciati (escluderei l'ecommerce,c'è un indirizzo di spedizione) come fanno a risalire a te?A loro risulterebbe che una carta estera ha fatto acquisti in Italia.Dovrebbero chiedere informazioni all'emittente...

Per ora credo che siamo in una zona grigia...e ci resteremo finché non regolamentano.

Chiedete su facebook a renzi quando lo fanno,magari vi risponde.Come sono assetati di soldi...  ;D


Edit:l'ho fatto io,gli ho inviato una mail :D Vediamo se risponde.Se domani ci ritroviamo tassazione al 50% non date la colpa a me :D :D


Title: Re: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin
Post by: pompatore on May 29, 2016, 05:22:39 PM
ma se invio diciamo 4000€ su bitstamp e dopo qualche periodo riottengo con due bonifici da 2000€ da bitstamp verso il conto di origine, non devo dichiarare nulla, giusto?

sbagliato, devi dichiarare che hai un conto estero su bistamp e pagare lo 0,qualcosa di tasse sul tuo deposito medio annuo.
un casino.
se invece non dichiari e ti beccano paghi percentuali ben piu alte
calcola che se prelevi e versi è tutto tracciato e ci mettono un bit a sapere che hai un conto estero

Scusami ma non credo proprio!L'unico modo per dichiarare un conto estero è averne le coordinate bancarie e non mi risulta che bitstamp ne abbia né che i btc rientrino nelle valute regolamentate e accettate dallo stato italiano,altrimenti eravamo a cavallo,ci si accodava alla voluntary disclosure,si pagava il dovuto e i btc diventavano magicamente euro puliti!Se si ha un conto su un qualsiasi exchange al momento direi proprio che non si dichiara nulla,né tantomeno si dichiarano i btc in possesso



siete  tenuti a dichiarare nel quadro RW tutte le attività patrimoniali e finanziarie detenute all’estero nel corso del periodo d’imposta
Per attività patrimoniali si intendono tutti  i beni patrimoniali detenuti all’estero da contribuenti residenti in Italia, quali: immobili situati all’estero; oggetti preziosi ed opere d’arte; imbarcazioni e altri beni mobili detenuti all’estero e/o registrati in pubblici registri esteri, ecc. Le attività patrimoniali vanno dichiarate nel quadro RW indipendentemente dall’effettiva produzione di reddito nel periodo d’imposta: per far scattare l’obbligo dichiarativo è infatti sufficiente che la loro capacità di produrre reddito imponibile sia meramente potenziale.
Per attività finanziarie si intendono le attività da cui derivano redditi di capitale o redditi di