Bitcoin Forum
February 21, 2020, 06:53:32 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 0.19.0.1 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: [1] 2 3 4 5 »  All
  Print  
Author Topic: Non mi fido dell'Italia. Quale banca estera scegliere?  (Read 884 times)
Dezun
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 67
Merit: 2


View Profile WWW
February 03, 2019, 04:24:33 PM
Merited by BitcSeo (2)
 #1

Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?
1582311212
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582311212

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582311212
Reply with quote  #2

1582311212
Report to moderator
1582311212
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582311212

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582311212
Reply with quote  #2

1582311212
Report to moderator
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1582311212
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582311212

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582311212
Reply with quote  #2

1582311212
Report to moderator
1582311212
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582311212

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582311212
Reply with quote  #2

1582311212
Report to moderator
alexrossi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2282
Merit: 1088


https://bitcoin.watfordfc.com


View Profile WWW
February 03, 2019, 08:26:22 PM
 #2

Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?

N26 mi sembra la cosa più immediata: apri online, fai tutto da sito e costo di apertura zero.

  ▄▄█████▄▄███████▄▄
 ███████████
     ▀▀███▄
█████████████        ▀██▄
█████████████          ██▄
███████████            ██▄
██▀▀█████▀▀              ██
██                       ██
██                       ██
▀██                     ██▀
 ▀██                   ██▀
  ▀██▄               ▄██▀
    ▀███▄▄       ▄▄███▀
       ▀▀█████████▀▀
██████████████████████
██████████████████████
██████████████████████
██████████████████
████████████████████
██████████████████████
██████████████████
▀██████████████████████▀
▀██████████████████▀
▀██████████████▀
▀██████████▀
▀████▀
▀██▀
MAIN CLUB
PARTNER of
W A T F O R D  FC
Industry Leading Crypto Sportsbook
|
DAILY
PROMOS
& BOOSTS
|
PLAY
POKER
& CASINO
|
▄▄█████████▄▄
▄█████████████████▄
▄██████████▀▀▀▀███████▄
▄█████████▀     ████████▄
▄██████████   ████████████▄
█████████        ██████████
█████████▄▄   ▄▄███████████
███████████   █████████████
▀██████████   ████████████▀
▀█████████   ███████████▀
▀████████▄▄▄██████████▀
▀█████████████████▀
▀▀█████████▀▀
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
February 03, 2019, 09:00:54 PM
Merited by Piggy (1)
 #3

Se parli di deposito, o principalmente di deposito, puoi uscire dal sistema bancario,
e affidarti a qualche prodotto assicurativo.
Magari anche di una compagnia estera.
Verso un concetto di "riserva".

In Italia i soldi all'interno di una polizza ( vita ), che abbiano un fine previdenziale,
sono impignorabili ed insequestrabili, per legge, escluso che siano provente di attività illecita ovviamente.

Sono prodotti che sono abbastanza... come dire... "decentralizzati", perché i fondi rimangono in possesso dei risparmiatori, anche nel caso di fallimento della compagnia stessa.
Questo è l'aspetto più interessante per chi cerca protezione per un eventuale default del "sistema Italia".

Viene garantito un interesse minimo.

Ci sono ulteriori vantaggi fiscali e contabili.

Generalmente sono prodotti che presentano una difesa contro l'inflazione a cui spesso sono agganciati.

Tutto questo discorso, se hai piccole cifre, se vuoi smontare tutto dopo qualche anno, non ha significato.
Perché ovviamente non è un discorso offerto gratuitamente.
Nonché l'operatività spicciola è complicata, fermo restando che le somme possono essere ritirate, non sono vincolate.
Anche se non ritiri le somme all'interno, molti tipi di polizze si possono utilizzare per ottenere prestiti temporanei, o come garanzia reale, come dare un assegno... non è contante, ma sono soldi.

L'obbiettivo è quello di lungo termine.


Se invece hai bisogni di un conto corrente, ed una operatività per pagamenti ed altro...
andare all'estero non risolve il problema, magari non va in default una nazione, ci va la banca...
meglio cercare una banca solida.

Puoi anche rimane in Italia, affidandoti ad un istituto più piccolo, come un private banking,
magari non quotato in borsa.
Spesso i maggiori clienti di questi istituti, sono anche quelli che hanno costituito la banca... o ne sono i maggiori azionisti.
Diciamo che hanno preso alla lettera essere banca di se stessi, ne hanno fatta una...  Grin

Si tratta di istituti che non trattano con tutti, è chiaro, ma è questo il vantaggio.
Negli ultimi anni però hanno allargato i loro orizzonti, essendoci stata, come ben saprai, un fuga dalle grandi
insegne storiche del mondo bancario tradizionale.


 

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Zerbis
Member
**
Offline Offline

Activity: 336
Merit: 15

Trading & Crypto


View Profile
February 03, 2019, 09:32:19 PM
 #4

Ciao,

Considera che la risposta di Paolo.Demidov è quella più in linea con un profilo “prudente” che preferisce comunque rimanere coi suoi soldi in banca. Nella realtà però in caso di collasso del sistema bancario anche i prodotti previdenziali seguirebbero la stessa sorte (ripeto, ho detto sistema e non singola banca).

La mia esperienza da ex private banker, oggi consulente finanziario indipendente, mi suggerisce altro. Anzitutto la parola chiave è diversificare ove possibile i conti correnti tra banche di paesi diversi e con poca correlazione tra loro: dunque mettere mi un po’ di soldi I in qualche banca del Nord Europa, are no euro è una idea da non trascurare, ma anche bank of China è da tenere presente. Poi , ovviamente un po’ di cash in valuta ( euro e non) non fa mai male e se a questo aggiungi qualche lingotto e qualche proprietà terriera o immobiliare all’estero (nord Europa, est Europa, ma anche qualche ranch in Africa) stai certo che anche se cade il mondo ha sempre un paracadute .

Ovvio , sto ragionando con te come se ti ( lo spero per te Smiley ) sia un persona più che benestante. Ovvio che al diminuire delle disponibilità diminuiscono le aree di intervento, ma anche un buon salariato può sempre pensare di tenere qualche lingottino e qualche migliaio di dollari a casa per eventuali emergenze .

A vostra disposizione per ogni ulteriore consiglio!


M
Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?

Don't look back in anger
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
February 03, 2019, 09:38:01 PM
 #5

Ciao,

Considera che la risposta di Paolo.Demidov è quella più in linea con un profilo “prudente” che preferisce comunque rimanere coi suoi soldi in banca. Nella realtà però in caso di collasso del sistema bancario anche i prodotti previdenziali seguirebbero la stessa sorte (ripeto, ho detto sistema e non singola banca).

La mia esperienza da ex private banker, oggi consulente finanziario indipendente, mi suggerisce altro. Anzitutto la parola chiave è diversificare ove possibile i conti correnti tra banche di paesi diversi e con poca correlazione tra loro: dunque mettere mi un po’ di soldi I in qualche banca del Nord Europa, are no euro è una idea da non trascurare, ma anche bank of China è da tenere presente. Poi , ovviamente un po’ di cash in valuta ( euro e non) non fa mai male e se a questo aggiungi qualche lingotto e qualche proprietà terriera o immobiliare all’estero (nord Europa, est Europa, ma anche qualche ranch in Africa) stai certo che anche se cade il mondo ha sempre un paracadute .

Ovvio , sto ragionando con te come se ti ( lo spero per te Smiley ) sia un persona più che benestante. Ovvio che al diminuire delle disponibilità diminuiscono le aree di intervento, ma anche un buon salariato può sempre pensare di tenere qualche lingottino e qualche migliaio di dollari a casa per eventuali emergenze .

A vostra disposizione per ogni ulteriore consiglio!


M
Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?


Da ex private banker, sai che le Unit Linked possono al limite cadere, le gestioni separate, ancor più se "chiuse", rimango in piedi.
Anche dopo il rafforzamento normativo dato dalle direttive della Solvency II.
È il motivo per cui tante compagnie non offrono più gestioni separate, perché non hanno la forza economica di supportarle.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Zerbis
Member
**
Offline Offline

Activity: 336
Merit: 15

Trading & Crypto


View Profile
February 03, 2019, 09:48:35 PM
 #6


Infatti ho parlato di collasso del sistema, non del singolo operatore economico. Se cade il paese Italia, non ci sarà gestione separata che tiene, purtroppo.

Ciao,

Considera che la risposta di Paolo.Demidov è quella più in linea con un profilo “prudente” che preferisce comunque rimanere coi suoi soldi in banca. Nella realtà però in caso di collasso del sistema bancario anche i prodotti previdenziali seguirebbero la stessa sorte (ripeto, ho detto sistema e non singola banca).

La mia esperienza da ex private banker, oggi consulente finanziario indipendente, mi suggerisce altro. Anzitutto la parola chiave è diversificare ove possibile i conti correnti tra banche di paesi diversi e con poca correlazione tra loro: dunque mettere mi un po’ di soldi I in qualche banca del Nord Europa, are no euro è una idea da non trascurare, ma anche bank of China è da tenere presente. Poi , ovviamente un po’ di cash in valuta ( euro e non) non fa mai male e se a questo aggiungi qualche lingotto e qualche proprietà terriera o immobiliare all’estero (nord Europa, est Europa, ma anche qualche ranch in Africa) stai certo che anche se cade il mondo ha sempre un paracadute .

Ovvio , sto ragionando con te come se ti ( lo spero per te Smiley ) sia un persona più che benestante. Ovvio che al diminuire delle disponibilità diminuiscono le aree di intervento, ma anche un buon salariato può sempre pensare di tenere qualche lingottino e qualche migliaio di dollari a casa per eventuali emergenze .

A vostra disposizione per ogni ulteriore consiglio!


M
Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?


Da ex private banker, sai che le Unit Linked possono al limite cadere, le gestioni separate, ancor più se "chiuse", rimango in piedi.
Anche dopo il rafforzamento normativo dato dalle direttive della Solvency II.
È il motivo per cui tante compagnie non offrono più gestioni separate, perché non hanno la forza economica di supportarle.

Don't look back in anger
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
February 03, 2019, 10:31:37 PM
Last edit: February 03, 2019, 10:56:48 PM by Paolo.Demidov
 #7


Infatti ho parlato di collasso del sistema, non del singolo operatore economico. Se cade il paese Italia, non ci sarà gestione separata che tiene, purtroppo.


Da ex private banker, sai che il default di un paese deve essere previsto.
Una compagnia che vuole tenere in piedi una gestione separata da € 1, deve avere riserve per € 1,x...
con relativi attivi accantonati. ( * )

È chiaro che se l'Italia cade diventa un virus... ma il forziere si porta via.

Appoggio a tal fine, l'idea degli investimenti nel settore dell'agricoltura.



Edit:
( * ) Il problema è l'asimmetria tra prodotti retail e private...
https://www.milanofinanza.it/news/polizze-vita-separate-inafferrabili-201808102233401280

Nei prodotti retail tanti vantaggi sono affogati nei maggiori costi e condizioni di meno favore.
I prodotti convenienti saranno meno di dieci.

In ogni caso ci sono gestioni in titoli e divisa estera, per una diversificazione maggiore.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
alexrossi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2282
Merit: 1088


https://bitcoin.watfordfc.com


View Profile WWW
February 04, 2019, 06:49:16 AM
 #8

qualche proprietà terriera o immobiliare all’estero (nord Europa, est Europa, ma anche qualche ranch in Africa) stai certo che anche se cade il mondo ha sempre un paracadute .


Imho è un consiglio da non sottovalutare, ma implica anche la protezione di questi beni, sicuramente più onerosa rispetto a prodotti finanziari (possono letteralmente invaderti la terra)

  ▄▄█████▄▄███████▄▄
 ███████████
     ▀▀███▄
█████████████        ▀██▄
█████████████          ██▄
███████████            ██▄
██▀▀█████▀▀              ██
██                       ██
██                       ██
▀██                     ██▀
 ▀██                   ██▀
  ▀██▄               ▄██▀
    ▀███▄▄       ▄▄███▀
       ▀▀█████████▀▀
██████████████████████
██████████████████████
██████████████████████
██████████████████
████████████████████
██████████████████████
██████████████████
▀██████████████████████▀
▀██████████████████▀
▀██████████████▀
▀██████████▀
▀████▀
▀██▀
MAIN CLUB
PARTNER of
W A T F O R D  FC
Industry Leading Crypto Sportsbook
|
DAILY
PROMOS
& BOOSTS
|
PLAY
POKER
& CASINO
|
▄▄█████████▄▄
▄█████████████████▄
▄██████████▀▀▀▀███████▄
▄█████████▀     ████████▄
▄██████████   ████████████▄
█████████        ██████████
█████████▄▄   ▄▄███████████
███████████   █████████████
▀██████████   ████████████▀
▀█████████   ███████████▀
▀████████▄▄▄██████████▀
▀█████████████████▀
▀▀█████████▀▀
Dezun
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 67
Merit: 2


View Profile WWW
February 04, 2019, 09:02:08 AM
 #9

qualche proprietà terriera o immobiliare all’estero (nord Europa, est Europa, ma anche qualche ranch in Africa) stai certo che anche se cade il mondo ha sempre un paracadute .


Imho è un consiglio da non sottovalutare, ma implica anche la protezione di questi beni, sicuramente più onerosa rispetto a prodotti finanziari (possono letteralmente invaderti la terra)


Per una soluzione del genere bisognerebbe gestire l'affitto della proprietà o la sua protezione.
Non volendola affittare l'unica sarebbe assumere una sorta di guardiano? Fuori budget per molti e per me di sicuro.
Alberto Minali
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 1


View Profile WWW
February 04, 2019, 09:06:05 AM
 #10

Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.
Aschcraw
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 392
Merit: 100


View Profile
February 04, 2019, 09:18:33 AM
 #11

io non mi fiderei di nessuna banca neanche estera ... ma forse la svizzera e sicuro come paese meglio di quasi tutti gli altri
Zerbis
Member
**
Offline Offline

Activity: 336
Merit: 15

Trading & Crypto


View Profile
February 04, 2019, 09:54:29 AM
 #12


Hai il doppio passaporto (nato in svizzera o sposato con cittadino helvetico) ?
Se si allora va bene, ma nel caso di collasso del sistema euro tu pensi che la svizzera apra le frontiere o comunque lasci che gli europei prosciughino le immense riserve depositate presso i loro conti?  Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes
Magari una parte (diciamo un 15% ) va pure bene, ma non sovrappesare.


Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

Don't look back in anger
Alberto Minali
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 1


View Profile WWW
February 04, 2019, 10:03:16 AM
 #13


Hai il doppio passaporto (nato in svizzera o sposato con cittadino helvetico) ?
Se si allora va bene, ma nel caso di collasso del sistema euro tu pensi che la svizzera apra le frontiere o comunque lasci che gli europei prosciughino le immense riserve depositate presso i loro conti?  Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes
Magari una parte (diciamo un 15% ) va pure bene, ma non sovrappesare.


Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

In effetti no. Capisco che la Svizzera nel caso di un cataclisma non mi lascerebbe prendere i miei soldi ma almeno alla fine di tutto saprei di ritrovarli.
lucolo
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 980
Merit: 1003



View Profile WWW
February 04, 2019, 10:09:27 AM
 #14


Hai il doppio passaporto (nato in svizzera o sposato con cittadino helvetico) ?
Se si allora va bene, ma nel caso di collasso del sistema euro tu pensi che la svizzera apra le frontiere o comunque lasci che gli europei prosciughino le immense riserve depositate presso i loro conti?  Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes
Magari una parte (diciamo un 15% ) va pure bene, ma non sovrappesare.


Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

In effetti no. Capisco che la Svizzera nel caso di un cataclisma non mi lascerebbe prendere i miei soldi ma almeno alla fine di tutto saprei di ritrovarli.

Secondo il FMI siamo la 9° economia del mondo, io non sarei così pessimista.
Certo che un piano d'emergenza è d'obbligo se hai molti soldi.
Le proprietà sfortunatamente non puoi spostarle ma i soldi si e BTC od altre soluzioni sono d'obbligo.
Seguo con interesse il topic.
Zerbis
Member
**
Offline Offline

Activity: 336
Merit: 15

Trading & Crypto


View Profile
February 04, 2019, 10:27:24 AM
 #15

Alternativa valida: 20-25% dell'asset complessivo in crypto primarie (BTC ed ETH) con adeguata copertura da ondate ribassiste (che certamente non si verificherebbero in caso di collasso del sistema economico reale)


Don't look back in anger
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
February 04, 2019, 11:25:12 AM
 #16


Hai il doppio passaporto (nato in svizzera o sposato con cittadino helvetico) ?
Se si allora va bene, ma nel caso di collasso del sistema euro tu pensi che la svizzera apra le frontiere o comunque lasci che gli europei prosciughino le immense riserve depositate presso i loro conti?  Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes Roll Eyes
Magari una parte (diciamo un 15% ) va pure bene, ma non sovrappesare.


Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

In effetti no. Capisco che la Svizzera nel caso di un cataclisma non mi lascerebbe prendere i miei soldi ma almeno alla fine di tutto saprei di ritrovarli.

Secondo il FMI siamo la 9° economia del mondo, io non sarei così pessimista.
Certo che un piano d'emergenza è d'obbligo se hai molti soldi.
Le proprietà sfortunatamente non puoi spostarle ma i soldi si e BTC od altre soluzioni sono d'obbligo.
Seguo con interesse il topic.

Il mondo ha subito delle vere tragedie, azzeramenti quasi totali, dalla caduta dell'impero romano,
alla peste nera del '300, ad altre pandemie o guerre devastanti, compreso l'ultima.

Il mondo è sempre andato avanti.

Fermo restando che i più accorti, sono riusciti bene o male a mantenere la loro posizione.

Oggi il pericolo è una catastrofe finanziaria, come alla fine c'è già stata.

Credo che il primo asset di una persona debba essere la persona stessa, con le proprie capacità e conoscenze,
e rete di conoscenze, il vero valore in caso di tempi veramente duri e fatti estremi.
Come dicevano alcuni in tempi disperati, aiutiamoci che Dio ci aiuta.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
February 04, 2019, 11:34:20 AM
 #17

Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

Dettaglio tecnico; nei contratti di tipo difensivo, da vedere come dei contenitori, a cui accennavo, i bolli non sono previsti, o sono ridotti, o vi è un massimo.
Per i tipi più semplici, la legge ne dispone l'esenzione.

Il capital gain, è differito, viene calcolato alla scadenza se il contratto dura 40 anni, si paga fra 40 anni.
I più esperti di matematica, possono capire il vantaggio di essere investiti al lordo, per un periodo così lungo.

Se si esercita il diritto di riscatto, si paga al momento del riscatto.

Per tutto quello che sono titoli di stato italiani si paga ancora la quota agevolata del 12,50% invece che 26%.
Ci sono altre possibilità di quote agevolate, diventa un discorso più particolare.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Zerbis
Member
**
Offline Offline

Activity: 336
Merit: 15

Trading & Crypto


View Profile
February 04, 2019, 11:45:32 AM
 #18

Continui a saltare un passaggio: in caso di default del sistema, anche la gestione separata viene giù. Se l'italia va in default, tutto ciò che sta dentro al paese è in default.


Mi unisco alla domanda. Ma una generica Swiss Bank non potrebbe andare bene?
Domani vado in Svizzera, apro il conto, ci bonifico qualche migliaio di Euro e tutti i soldi futuri me li faccio mandare direttamente li.
Non potrebbe essere una soluzione?
I bolli si pagano comunque in Italia e pure il capital gain però i soldi sono in Svizzera in una banca svizzera.

Dettaglio tecnico; nei contratti di tipo difensivo, da vedere come dei contenitori, a cui accennavo, i bolli non sono previsti, o sono ridotti, o vi è un massimo.
Per i tipi più semplici, la legge ne dispone l'esenzione.

Il capital gain, è differito, viene calcolato alla scadenza se il contratto dura 40 anni, si paga fra 40 anni.
I più esperti di matematica, possono capire il vantaggio di essere investiti al lordo, per un periodo così lungo.

Se si esercita il diritto di riscatto, si paga al momento del riscatto.

Per tutto quello che sono titoli di stato italiani si paga ancora la quota agevolata del 12,50% invece che 26%.
Ci sono altre possibilità di quote agevolate, diventa un discorso più particolare.

Don't look back in anger
cobalto
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 275
Merit: 2


View Profile
February 04, 2019, 11:54:04 AM
 #19

Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?

Del futuro dell'Italia te ne dovevi preoccupare già 10 anni fa per metterti "in salvo". Ora se non prevedi di trasferirti completamente all'estero non ha senso.Se non ti fidi degli istituti di credito italiani come banca ti rimangono solo quelle online tipo N26, ma dipende sempre dall'ammontare che vuoi proteggere (un conto sono 10.000€, un altro 100.000€).
Plutosky
Hero Member
*****
Online Online

Activity: 812
Merit: 802


View Profile
February 04, 2019, 12:17:16 PM
 #20

Vi parlo in tutta onestà. Non credo che il futuro dell'Italia sarà sicuramente roseo.
Forse non finiremo come la Grecia e sicuramente non faremo la fine del Venezuela ma per me stiamo rischiando troppo.
Visto che l'idea di convertire tutto in BTC ed essere banca di me stesso mi sembra esagerata come cosa, quale banca estera potrei valutare?

Cerco qualcosa che non risenta degli effetti dell'andamento dell'Italia. Poi chiaro che se l'UE si scioglie o se scoppia la WW3 c'è comunque poco da fare.
Diciamo che cercavo una soluzione alternativa all'avere tutti i soldi in Italia. Avete qualche idea?

Se cerchi qualcosa che non risenta dell'andamento dell'Italia dobbiamo scartare qualsiasi banca europea, vista la quantità di debito pubblico italiano che è nelle loro mani.

E considerato che una crisi debitoria italiana seria non lascerebbe molte speranze di sopravvivenza all'euro e al sistema bancario europeo, in assenza di un gigantesco piano si salvataggio e relativa stampa furibonda di carta moneta.

Anzi, le banche italiane perlomeno si avvantaggiano della atavica mostruosa propensione al "risparmio" liquido degli italiani, senza la quale (e senza gli aiuti pubblici) e da mò che avrebbero chiuso bottega.

E non è che di là dall'oceano stiano molto meglio, visto che da quelle parti al rally del debito pubblico iniziato con le guerre di Bush figlio ed esploso con le amministrazioni Obama e Trump, si somma un debito privato anch'esso fuori da tutti i canoni di sostenibilità. E si sa che quando i debitori smettono all'improvviso di pagare, i creditori troppo esposti ne pagano le conseguenze a catena, che è poi in parole molto povere quello che accadde 10 anni fa con la crisi dei mutui subprime. Solo che adesso le proporzioni delle conseguenze sarebbero superiori di ordini di grandezza difficilmente quantificabili.

La realtà è che in un mondo e in un'economia così globalizzata e interconnessa è molto difficile che gli effetti di una crisi monetaria molto seria ad una delle prime 10 potenze economiche mondiali non abbiano ripercussioni a cascata su scala mondiale. E le banche sono il primo anello debole della catena visto che sulle loro spalle grava il peso di un'economia basata sul debito e di una ricchezza effimera creata mediante il moltiplicatore monetario.

Il problema è semmai che operando in regime di sostanziale monopolio si avvantaggiano del fatto che tutti noi abbiamo bisogno di esserne clienti.

Io sono riuscito a vivere senza carta di credito ma al momento non potrei vivere, purtroppo, senza conto corrente bancario. Anche perché essendo un lavoratore dipendente il mio datore di lavoro mi paga lo stipendio solo con bonifico.

Cerco di prelevare il più possibile in contanti e convertire la parte che non mi serve per le spese correnti in bitcoin il prima possibile, ma in ogni caso sono anch’io “ostaggio” come tutti di un “fornitore di servizi” che non scegliamo, ma  a cui siamo purtroppo legati per mancanza di alternative.

Ed è indubbio che senza questo monopolio molti degli istituti di credito non potrebbero sopravvivere. Hanno bisogno come l’aria dei nostri soldi. E’ bastata una minaccia di bank run per protesta da parte dei gilet jaunes per far comparire le prime scritte “sportello fuori servizio” su molti ATM in Francia.

Anche se un’azione di questo genere farebbe “scoppiare il bubbone” e avrebbe risvolti drammatici (in termini economici ed occupazionali) forse sarebbe il male minore.
Più il tempo passa infatti, più il bubbone cresce e più sarà doloroso il suo scoppio

Infine la mia opinione sulla “diversificazione” degli investimenti di cui sento spesso parlare. Non sono un grande amante di questo termine, anzi non mi piace per niente.

La diversificazione è il mezzo che i venditori di fumo usano per spillare soldi a investitori sprovveduti, come quando su un tavolo verde di un casinò si punta un po’ su tutti i numeri nella speranza che qualcuno esca.

Chi ha davvero accresciuto i propri risparmi nei periodi positivi o li ha davvero protetti e/o accresciuti  in quelli negativi, difficilmente lo ha fatto sparpagliando soldi a destra e sinistra. I grandi investitori ed in genere le persone di successo nel campo degli affari sono quasi sempre state persone che hanno avuto una visione chiara, un’idea evidente di come si sarebbero evoluti i fatti e i mercati, e in quella direzione hanno investito spesso tutte le loro risorse e le loro energie.

Se a me dicessero di diversificare i miei soldi in roba tipo titoli di stato, valute fiat estere o fondi pensione sarebbe come se ad uno che ha investito in oro dicessero che per diversificare deve anche investire in conchiglie o tappi di sughero.

Qui non siamo nel gioco d’azzardo, qui gli eventi non hanno tutti le stesse probabilità di verificarsi.

Soprattutto quando tutte le informazioni di cui disponiamo, o quasi, vanno nella stessa direzione.

“The one thing that’s missing, but that will soon be developed, it’s a reliable e-cash. A method where buying on the Internet you can transfer funds from A to B, without A knowing B or B knowing A. The way in which I can take a 20 dollar bill and hand it over to you and there’s no record of where it came from. And you may get that without knowing who I am. That kind of thing will develop on the Internet.” M.Friedman, 1999.
Pages: [1] 2 3 4 5 »  All
  Print  
 
Jump to:  

Sponsored by , a Bitcoin-accepting VPN.
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!