Bitcoin Forum
July 24, 2024, 03:07:46 AM *
News: Latest Bitcoin Core release: 27.0 [Torrent]
 
  Home Help Search Login Register More  
  Show Posts
Pages: [1]
1  Local / Accuse scam/truffe / Sidera sotto inchiesta - scam? on: November 11, 2018, 08:21:44 PM
A quanto pare un altro progetto italiano ha fatto parlare di sé, non per innovazione, ma per truffa.

Si tratta di Sidera.

Secondo il post che segue, il team avrebbe dichiarato di aver raccolto 3.6 milioni di dollari con token venduti a 2$.
Questo valore è diventato 0.001$ una volta a mercato.

Indagando hanno scoperto che un indirizzo deteneva la maggior parte dei token destinati alla vendita ed ha venduto a mercato a prezzi ridicoli.
Il team, non curante delle segnalazioni di alcuni utenti che, puntualmente, venivamo bannati dal canale, ha continuato a spingere i propri investitori a comprare basso a mercato.
E mentre si consumava questo acquisto al ribasso, il solito indirizzo continuava a svendere, facendo crollare ancora il prezzo.

Insomma, una bella scammata su cui stanno continuando ad indagare.

Ecco il link del post:
https://bitcointalk.org/index.php?topic=5062167.0

PS: speriamo non sia vero... perché in fondo me ne vergogno. Dopo Ubiatar anche Sidera...
2  Local / Alt-Currencies (Italiano) / RIPPLE: una cripto non è per sempre on: October 29, 2018, 02:36:33 PM
Questo è un post dedicato a chi si affaccia per la prima volta al mondo crypto.
Una cryptocurrency non è per sempre è soprattutto meglio diffidare nell'acquisto di quelle Coin che mostrano grossi candeloni verdi.

Sì, perché dal recente pump su Ripple, la prima che ne ha approfittato vendendo buona parte delle proprie monete è la Ripple Labs mentre tutti compravano sulla scia dell'entusiasmo.

È successo con Mr Lee per Litecoin, si è ripetuto per Ripple.

Lezione imparata?
Speriamo  Wink

Notizia: https://www.blockchainreporter.net/2018/10/27/ripple-claims-to-have-sold-163-million-xrp-in-q3-of-2018/
3  Local / Accuse scam/truffe / Bitfinex ed il polverone di Tether on: October 16, 2018, 08:51:14 PM
Come molti sanno, parte dell'attuale fase orso è dovuta al presunto scandalo sulla mancata copertura / corrispondenza dei Tether con i dollari reali.

L'indagine della SEC è ancora in atto e non si sanno ancora i risultati della stessa.
Ultimo atto della vicenda è la news riguardante la chiusura del conto bancario su cui regge il sistema Tether con il conseguente blocco dei prelievi da Bitfinex.

In entrambi i casi le smentite da parte degli interessati sono state tardive, tanto da farmi venire seri dubbi.
Si perché gli insider hanno dumpato il mondo prima di tutti e prima che le notizie fossero pubbliche, scatenando il panico, forse più di quanto si aspettavano. Il che li ha avvantaggiati perché in molti hanno perso tantissimo con le puntate a leva nel periodo di massima crescita.
Allo stesso tempo hanno ammesso di aver comprato basso i Tether nel momento peggiore, dopo l'ultima news, e riscattato gli stessi su Bitfinex non appena la situazione si è ristabilita.

Dietro tutti questi eventi, chi detiene le informazioni ed è padrone delle dichiarazioni, fa i soldini. È chiaro. E questo accade perché il mercato delle crypto non è regolamentato.

Ed è proprio questo che non piace alla SEC.

Ed è questo che mi fa incazzare, perché sti tizi rischiano di affossare un mondo tecnologicamente innovativo, per badare solo e soltanto ai propri interessi, speculando sulla pelle di altri.

Scusate se vi ho tediato.
4  Local / Italiano (Italian) / Voto italiano su blockchain? Approvato un ODG on: October 15, 2018, 07:19:26 PM
Di Simone Cosimi
Ott 12, 2018

Voto elettronico, il Governo italiano sperimenterà blockchain per le elezioni

L’esecutivo accoglie un ODG in Commissione Affari costituzionali. Nascerà un tavolo tecnico di confronto che coinvolgerà esperti ma anche il Garante per la Privacy e Agid


Un tavolo tecnico di confronto sulla sperimentazione della tecnologia blockchain alle elezioni. Come sta cercando di fare, a dire il vero molto in piccolo, il Giappone: dove all’inizio di  settembre è stato possibile certificare l’identità degli elettori sfruttando l’individual number (un sistema simile alla Social Security Card statunitense) nel corso di un referendum consultivo. O come ha provato a fare la Sierra Leone il 7 marzo scorso, in occasione delle elezioni parlamentari e presidenziali: è stato il primo Paese al mondo ad aver registrato parte delle votazioni della capitale Freetown su una piattaforma che utilizza il sistema decentralizzato della società svizzera Agora. Il tutto, però, è avvenuto appunto su una blockchain privata nella quale solo alcuni dati sono visibili a tutti e altri sono invece a disposizione di un gruppo scelto di persone: un tema, quello dell’apertura e della trasparenza del voto, che senz’altro deve essere tra le priorità di una nazione democratica.


La sperimentazione
Su qualcosa del genere dovrà presto misurarsi anche il Governo italiano visto che ha accolto oggi un ordine del giorno promosso dal presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Giuseppe Brescia del Movimento 5 Stelle. Il provvedimento rientra nel più ampio perimetro di una proposta di legge (la A.C. 543-A presentata lo scorso aprile) dedicata alla riforma del procedimento elettorale e dell’esercizio di voto fuori dal comune di residenza. Dovesse essere approvato, introdurrebbe anche le urne semitrasparenti, il voto ai fuori sede per motivi di studio, lavoro e di salute, più una serie di altri elementi fra cui il sorteggio degli scrutatori, le cabine che riparino solo il busto dell’elettore e il divieto per il presidente di seggio di ricoprire l’incarico per due volte consecutive nello stesso seggio.

 

L’uso della blockchain, certo tema ben più sensibile, procede dunque in parallelo a questo progetto di revisione del modo in cui votiamo. Ma che cos’è esattamente la blockchain? Si tratta di un database distribuito peer-to-peer, in cui chiunque può farsi nodo della rete, anche perché detiene una copia di una sorta di libro mastro di tutte le transazioni, e in cui ciascun nodo agisce anche da network di controllo di un qualsiasi scambio. Eliminando così la necessità di un ente terzo di supervisione: tutti controllano tutti.


La popolarità per questa tecnologia è arrivata perché questa logica di rete di validazione diffusa e all’apparenza inscalfibile è l’architrave del funzionamento delle criptovalute, su tutte il Bitcoin. Tuttavia il meccanismo alla base – quello, appunto, di un sistema distribuito irrevocabile e privo di intermediari – è stato sperimentato in questi anni non solo in ambito fintech, ma anche per gestire transazioni o progetti di altro tipo. La Finlandia ha per esempio provato a sfruttarne le potenzialità nel complicato ambito della gestione dei rifugiati e della loro accoglienza. Altri fronti includono salute, PA, catene di distribuzione e così via.

L’utopia della democrazia diretta
Per il Movimento 5 Stelle è un primo passo verso l’obiettivo (o l’utopia) della democrazia diretta. Ma anche, come si legge nell’odg accolto dall’Esecutivo, di una maggiore partecipazione dei cittadini. “L’ormai quasi decennale tecnologia blockchain ha promosso un nuovo paradigma per la trasferibilità di un bene digitale e immateriale in maniera inconfutabile, irrevocabile, immutabile e senza intermediari – è scritto nel documento – sebbene le prime applicazioni siano prevalentemente legate al mondo delle criptovalute e, più in generale, al mondo finanziario, è ormai evidente come questa tecnologia possa avere un considerevole impatto in diversi altri contesti”.


Vengono poi elencati alcuni usi alternativi simili a quelli citati in precedenza: “Si pensi ai progetti realizzati dall’università di Pisa per la certificazione dei curricola accademici e dall’Università di Cagliari per garantire l’autenticità dei certificati europei di laurea. Oppure a Notarchain, un modello di blockchain promosso dal Consiglio nazionale del Notariato per un moderno sistema di archiviazione” e si fa riferimento perfino alla tribolata nota di aggiornamento al DEF da poco giunta a Montecitorio che promuove “la sperimentazione di soluzioni basate sulla blockchain in settori strategici di competenza del Ministero dello Sviluppo Economico, come la tutela del Made in Italy”. Oltre che a un programma “presentato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, su iniziativa del viceministro Fioramonti, un meritorio progetto per il riconoscimento dei titoli dei rifugiati attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain”.

Il voto ai fuori sede
Bene, ma a cosa servirà la blockchain per le elezioni e i referendum italiani? Potrebbe incoraggiare “lo scambio di fiducia online” e favorire “l’esercizio del diritto di voto almeno per alcune categorie di cittadini svantaggiate per ragioni legate alla ridotta mobilità sul territorio nazionale”. Il tutto, dice l’ODG, sempre rispettando i principi costituzionali di segretezza, uguaglianza, personalità, libertà e territorialità della propria preferenza. Il documento, segnato da un approccio a dire il vero piuttosto moderato e sperimentale, impegna dunque il governo a “promuovere iniziative di consultazione aperta con esperti sulle potenzialità della tecnologia blockchain in materia elettorale e unitamente avviare un tavolo interistituzionale preliminare con le principali istituzioni nazionali interessate, con l’obiettivo finale di definire modalità di sperimentazione e soluzioni, anche normative, per il voto con tecnologia blockchain da postazioni pubbliche”.

Le fasi della sperimentazione
In una prima fase andranno dunque stabilite le regole. Poi il voto elettronico via blockchain andrà verificato in cabina per esempio per quelle categorie citate in precedenza. In prospettiva, però,
potrebbe aprire la strada alle elezioni in remoto, grazie all’identificazione univoca resa possibile dalla “catena di blocchi”. Prima mossa sarà dunque la creazione di “un tavolo tecnico di confronto tra il Ministero dell’Interno, l’Agenzia per l’Italia Digitale, il Garante per la Protezione dei Dati personali e il Ministero per la Pubblica Amministrazione” che dovrà adottare linee guida per la sperimentazione anche attraverso l’uso di questa tecnologia.


“Ci siamo, si parte. Il governo riconosce il valore della tecnologia blockchain anche per innovare le procedure di voto e consentire a tutti i cittadini di esprimere il proprio diritto di voto a distanza, senza disagi e ostacoli – ha spiegato Brescia – è il primo necessario passo per arrivare, grazie alla tecnologia, a una democrazia sempre più inclusiva”. Molto rimarrà da stabilire, nel corso del tavolo, sulle tecnologie da utilizzare affinché possano garantire la massima trasparenza e imparzialità nella certificazione delle identità degli elettori. Ed è il primo dei tanti punti interrogativi a cui dare risposta.

Link all'articolo: https://startupitalia.eu/98805-20181012-voto-elettronico-governo-italiano-sperimentera-blockchain-le-elezioni
5  Local / Accuse scam/truffe / INSCOIN lo scam della campagna Bounty di HEX GROUP on: August 31, 2018, 06:53:51 PM
Uso questo forum non solo per trarne vantaggio dalle campagne Bounty, ma anche per condividere le mie esperienze, in un mondo che professa, da un lato trasparenza e lealtà, dall'altro si affida a presunti Bounty hunters che minano la qualità del progetto che sono tenuti a sponsorizzare, imbrogliando i partecipanti, e magari traendo anche vantaggio per sé.
Il tutto nella piena consapevolezza dei team che, seppur anticipatamente avvertito, non muove un dito.
Ed è per questo che scrivo questo post.

Ho partecipato alla campagna Bounty Reddit del progetto InsCoin, apparentemente ben fatto e strutturato, con una bella community.
Il team si è sempre mostrato disponibile, finché è diventato inerte davanti alla mia lamentela: legge i messaggi ma non risponde.
Odio, infatti, essere preso in giro. Il team di gestione della campagna Bounty, chiamato su Telegram HEX GROUP (@grouphex) non ha applicato le regole prefissate che consistevano nell'assegnare gli stake in base ai voti ricevuti. Ebbene, io ho postato due volte su Reddit raccogliendo più di 130 voti e più di 2.500 visualizzazioni, anche grazie al mio lavoro di sponsorizzazione, che credo abbia portato molti utenti a partecipare anche economicamente al progetto.
Mi aspettavo, quindi, di ricevere circa 130 stake ed invece me ne hanno assegnati solo 2. Motivazione? Campagna poco partecipata e quindi il "professionale" HEX GROUP ha assegnato 2 stake politici ad ogni partecipante.
Lo SCAM è bello e fatto.
Nonostante abbia provato a far cambiare idea, il responsabile del gruppo (su Telegram @conradDL) è stato chiaro: la decisione è stata presa!
Il membro del team Akoi Patrik (su Telegram @Elolam1) non ha mosso un dito nonostante gli avvertimenti.

Se sei un Bounty hunter esperto e professionale sappi che la gente dietro questo gruppo non lo è. Pertanto, per evitare di essere imbrogliato stanne alla larga!
Cosa dire del team di INSCOIN? Beh, del tutto impreparato. Non oso immaginare come possa affrontare problematiche ben più complesse quando queste si presenteranno lungo il percorso di costruzione del loro progetto. Se hai investito, consiglio di avere una visione SHORT e non LONG.

Se vogliamo un cripto mondo più pulito dobbiamo denunciare questi atteggiamenti irrispettosi del lavoro altrui. Anche su queste piccole cose si costruisce la fiducia di un investitore e si crea la base per un aumento di investimento nel settore.

Auguri!
6  Local / Italiano (Italian) / Bakkt e la possibilità di uscire dal pantano per le cripto on: August 10, 2018, 03:15:25 PM
Ho letto un interessante articolo di cui vi posto una buona parte.
Si parla di Bakkt, un nuovo exchange centralizzato che sfrutterebbe la scia degli ETF, che dovrebbero essere lanciati a febbraio 2019, dando libertà di investimento e spesa su e con bitcoin.
L'ideatore è uno che conta nella finanza, il ché potrebbe aiutare l'entrata di nuova liquidità:

Quote
Il proprietario della società che detiene la Borsa di New York sta per lanciare una nuova piattaforma regolamentata che potrebbe consentire agli istituzionali di investire senza problemi in bitcoin, e agli utenti consumer di spenderli più facilmente.

Se gli ETF saranno utili per portare bitcoin a tutti gli investitori, compresi quelli istituzionali, e se Lightning Network potrà consentire a tutti di usare BTC come mezzo di pagamento, Bakkt si propone di fare entrambe le cose.

Ma cos’è Bakkt?
Per capire bisogna partire dal suo ideatore, Jeff Sprecher, e dalla moglie Kelly Loeffler.



Sprecher è il Presidente e CEO di Intercontinental Exchange (ICE), ovvero la società che possiede la più grande borsa del mondo, il New York Stock Exchange (NYSE).

La moglie è il CEO di Bakkt.

L’idea di Sprecher e Loeffler è quella di realizzare un cosiddetto “second layer” di Bitcoin simile a Lightning Network, ma integrato con un exchange.

Anzi, un intero ecosistema regolamentato, e solido tanto quanto la Borsa di New York, che da un lato consenta a tutti gli investitori istituzionali di poter investire su bitcoin con facilità e senza doversi preoccupare di alcuna questione tecnica, e dall’altro consenta a tutti i detentori di bitcoin di scambiarseli velocemente più o meno come potrebbero fare con Lightning Network.

Certo, si tratterebbe di un sistema centralizzato con relativi costi di commissione, ma visto che ci stanno già lavorando da 14 mesi e come data di lancio circola novembre 2018, nell’attesa che vengano approvati gli ETF e che si diffonda l’uso di Lightning Network questa idea potrebbe giocare un ruolo cruciale.

Sprecher non è nuovo a cercare di occupare un business prima degli altri per arrivare ad esercitare un vero e proprio dominio su un mercato, quindi non stupisce affatto che voglia cercare di sbarcare su questo mercato.

Per quanto riguarda gli ETF oramai si parla di febbraio 2019 come data della possibile approvazione, mentre per quanto riguarda Lightning Network la diffusione completa sui mercati retail potrebbe arrivare verosimilmente lungo il corso del prossimo anno.

Pertanto Bakkt potrebbe riuscire ad anticipare entrambi


Tratto da:
https://cryptonomist.ch/it/criptovalute/bitcoin/bakkt/
7  Local / Alt-Currencies (Italiano) / JiBBIT, la piattaforma sulla cannabis pagabile con cripto on: June 30, 2018, 09:44:24 AM
Jibbit è un progetto tedesco, ed in quanto tale registrato, che porta su blockchain l’ecosistema economico mondiale della cannabis. Così facendo il team vuole rendere il mondo della cannabis indipendente dalle dinamiche finanziario speculative di mercato, rendendolo globale e concorrenziale.
L’industria della cannabis è in rapida crescita, grazie anche alle scoperte scientifiche legate a questo prodotto che, fino a ieri, era considerato da molti un tabù. Le proprietà curative scoperte e le caratteristiche tecniche delle sue fibre, aprono l’adozione della cannabis a mille usi e pertanto è considerato uno dei mercati con più alto potenziale. Sulla piattaforma sono ammessi solo rivenditori certificati e con tutta la documentazione necessaria prevista per legge.
Su Jibbit è possibile pagare con cripto valuta, senza frontiere, senza paure, in piena sicurezza. Grazie alle partnership siglate da Jibbit, il progetto sta diventando anche volano di espansione dell’adozione delle cripto monete, perchè alla piattaforma sono interessate molte Società che fino a ieri non conoscevano le cripto.

Come in tutte le piattaforme e-commerce su blockchain con proprio token, chi utilizza il token usufruisce di sconti che si generano dalle commissioni pagate dai venditori alla piattaforma. I possessori di Jibbit, iscritti alla piattaforma, inoltre, potranno visualizzare offerte lampo, promosse da venditori associati, acquistabili con soli token Jibbit.
La piattaforma è pensata per ridurre al minimo le commissioni. Infatti, pubblicare annunci o iscriversi non ha alcun costo. Le commissioni sono legate solo al volume generato. Chi acquista sulla piattaforma, acquista in forma del tutto anonima ed in completa sicurezza, godendo di sistemi di spedizione rapidi e sicuri.
Il progetto è in fase di autofinanziamento e si presenta agli investitori con un prototipo (JIBBit Runner) su cui il team ci ha già lavorato duramente. Il lancio della piattaforma è prevista per il 2019, quando verranno lanciate anche le App per Android e iOS.

Si potrà partecipare alla ICO da domani. L’obiettivo minimo è di 1 milione di dollari, il massimo di 18 milioni. Chi investe riceveve in cambio i token JIB (ERC20) che potranno essere utilizzati sulla piattaforma al lancio.

Per maggiori informazioni visita:
Sito web: https://jibbit.io/
Whitepaper: https://jibbit.io/wp-content/uploads/2018/06/Whitepaper-Version-1.09.pdf
8  Local / Annunci / [ANN] Code of Talent - Accendi la motivazione con il micro-apprendimento on: May 30, 2018, 08:15:12 PM

                
Questo è un progetto BountyHive: https://bountyhive.io/join/Code%20of%20Talent
9  Local / Accuse scam/truffe / Binance: app ruba dati on: May 19, 2018, 09:11:13 PM
Ciao a tutti

Riporto qui un messaggio trovato nella sezione internazionale in merito a Binance.
Sembrerebbe che arrivi una mail da Binance (indirizzo corretto) che offre la possibilità di installare una app con un premio di 0.5 btc.
Chi la scarica e prova ad accedere regala le credenziali agli hacker di turno.

Quote
Binance users are receiving letters with an invitation to test a new application for Windows for a reward of 0.5 BTC, which 'will go to your Binance account. All you need to do is download and enter your data.

This is phishing! Attackers try to get personal data in this way, to access your money. Binance does not distribute 0.5 BTC for testing Windows applications. Be careful!
10  Local / Alt-Currencies (Italiano) / Fondo Countinghouse si affaccia sul mondo delle cripto con una ICO on: May 09, 2018, 06:30:37 AM
Vi segnalo una nuova ICO per chi ama i dividendi e i prodotti finanziari.

Countinghouse Fund è un fondo consolidato sul mercato FOREX che ha l’obiettivo di entrare nel mercato delle cripto-monete, in cerca di volatilità e quindi di profitto, vista la progressiva stabilizzazione del mercato intra diario FOREX classico.

Pertanto il progetto Countinghouse non è un progetto in fase di lancio. È ampiamente maturo e consolidato nella finanza classica e, per affacciarsi sul mercato delle cripto, è in cerca di fondi per costituire un nuovo asset che finanzi lo sviluppo e poi l’applicazione di modelli matematici di trading avanzato da calibrare sul mercato estremamente volatile delle cripto.

Pertanto, chi investe nella ICO promossa dal fondo Countinghouse, non investe in un progetto su blockchain, ma in un prodotto finanziario che promette alti rendimenti (a fronte di altrettatnti rischi), al pari del track record che la Società promotrice può offrire.

Insomma, la finanza classica sta prendendo piede anche nel piccolo mercato delle cripto, e non è una novità.

Buona giornata  Wink
11  Local / Annunci / Yumerium, un progetto di remunerazione giocatori con cripto moneta on: April 19, 2018, 01:26:04 PM
Yumerium è un nuovo progetto che offre la possibilità agli utenti di guadagnare gettoni (token) YUM giocando, condividendo e recensendo giochi che aderiscono al progetto. Gli sviluppatori di giochi, quindi, possono usare i token YUM per attrarre giocatori per mezzo di sistemi di affiliazione con le più svariate modalità.
L’acquisto di popolarità per uno sviluppatore, infatti, è la chiave del successo del proprio gioco. Così facendo, infatti, lo sviluppatore può rivendere il proprio prodotto monetizzando, o traendo vantaggio dalla vendita di optional che rendono il progetto più divertente.
Il giocatore, d’altro canto, può acquisire i gettoni e spenderli per acquistare gli optional del suo gioco preferito.
Il progetto ha già acquisito le prime partecipazioni e sarà interamente integrato nel gioco CryptoMine in cui il giocatore impersona il proprietario di una miniera e scambia sul mercato le proprie gemme in cambio di token YUM. Il gioco verrà lanciato nel terzo trimestre di quest’anno.

Per maggiori informazioni visita:
Sito web: http://www.yumerium.com/
Whitepaper: http://www.yumerium.com/Yumerium_Whitepaper.pdf
Annuncio ufficiale su Bitcointalk: https://bitcointalk.org/index.php?topic=3272290.new#new
12  Local / Annunci / UBCOIN la mia recensione on: April 15, 2018, 08:46:54 PM
Nel mondo cripto, gli Exchange (siti web di scambio monete digitali / cryptocurrencies) non sono mai pochi, per mille motivi. Primo fra tutti, la necessità di disporre di valide alternative in casi di problematiche tecniche legate ai sempre più numerosi attacchi hacker di cui soffrono anche i principali Exchange. Un numero maggiore di Exchange, inoltre, garantisce liquidità e, soprattutto, competitività sulle tasse a pagare per ogni operazione di trading. Ci sono, comunque, importanti differenze tra i vari siti web che offrono tale servizio. Certo, alcuni offrono servizi di trading più professionale, altri lavorano molto sulla liquidità, provando a listare quanti più token possibili, ma ad oggi, nessuno mai ha pensato alla possibilità di uno scambio diretto tra crypto e asset reali, sulla piattaforma.

Il progetto Ubicoin Market punta ad occupare questo slot di mercato lasciato libero e che renderebbe ancor più vicino il mondo reale a quello crypto. Il motto del progetto, infatti, recita “crypto reimagined”, ovvero ri-immaginato, in virtù di questa impostazione nuova e, perché no, rivoluzionaria.

Il progetto è frutto dei creatori di Ubank, che oggi conta più di 2,5 milioni di utenti attivi, in virtù di un accordo con Samsung e Fly, che ha visto l’installazione predefinita della App Ubank su tutti gli smartphone Galaxy 9 venduti di recente nella Comunità degli Stati Indipendenti (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan, Moldavia, Russia, Tagikistan, Turkmenistan, Ucraina e Uzbekistan). Il numero di download della App è ben più ampio, contando più di 16 milioni di download. Ubank è un sistema di pagamento immediato tramite smartphone, che conta più di 20 milioni di transazioni annue.

Ubicoin Market si configura come estensione della App Ubank, e punta ad introdurre una nuova crypto moneta, UBC, che servirà sulla piattaforma per gli scambi e il trading.

Gli scambi saranno peer-to-peer, regolati da smart contract su blockchain Ethereum, e regoleranno anche l’acquisto di beni mobili e immobili reali. Sulla piattaforma lavorerà un algoritmo di intelligenza artificiale (AI) che selezionerà i beni reali in vendita, verificherà se rispettano o meno la legge e il filtro che ciascuno potrà impostare sulla piattaforma e ne assicurerà trasparenza e lealtà del venditore, al fine di eliminare il rischio frode.

Il progetto è, pertanto, quasi pronto e punta a svilupparsi presto nel mondo, in virtù dell’espansione sui digital asset (crypto). Tale espansione faciliterà anche l’uso della App Ubank perché interesserà un pubblico più ampio, “sfuggendo”, al contempo, al regime fiscale di molti Paesi. Una trovata alquanto intelligente.

La Roadmap del progetto prevede il lancio dell’App in versione finale per l’inizio del 2019, dopo aver stretto ulteriori accordi commerciali con players importanti come Samsung. Il team punta a consolidare la quota di mercato nell’Europa dell’Est, aprendosi alla Sud Corea, per poi passare al sud est asiatico. A fine 2019 si prevede il lancio in America latina. Importanti sono i milestone della divulgazione delle API a metà 2019 e, soprattutto, l’integrazione del modulo di intelligenza artificiale che dovrà selezionare i venditori di beni al fine di ridurre il rischio frode.

Il team è consolidato perché lavora insieme dal 2009, e vanta molta esperienza, testimoniata anche dagli Advisor che hanno accettato di garantire la bontà del progetto.

Progetto solido ed interessante per il panorama crypto-digital generale. Bisogna, infatti, spingere su queste progettualità, perché aumentano la consapevolezza nella gente comune sull’opportunità che possono dare le monete digitali. Infatti, non v’è strada migliore che dare valore alle cose che si gestiscono ogni giorno.

Dichiarazione di limitazione di responsabilità: il presente è un articolo personale contenente mie opinioni e pertanto non può e non deve considerarsi un consiglio finanziario.

Per maggiori informazioni: Website: https://ubcoin.io/ Gruppo Telegram: https://t.me/ubcoin Whitepaper: http://doc.ubcoin.io/whitepaper.pdf?v1 Profilo Twitter: https://twitter.com/ubcoin

Miei riferimenti su Bitcointalk: Username “yesyoupump”; Link al profilo: https://bitcointalk.org/index.php?action=profile;u=1923816
13  Local / Annunci / [ICO] Progetto SHIVOM: DNA su blockchain on: March 31, 2018, 07:55:37 AM
Buon dì,

Posto di seguito uno stralcio del mio articolo che descrive il progetto SHIVOM, molto interessante perchè innovativo.


-----
Il progetto Shivom è innovativo perché lavora nel settore emergente delle analisi mediche del patrimonio genetico, conciliando l'ultima tendenza medica con la tecnologia blockchain.
Ciascun utente può registrare l’analisi del proprio DNA su blockchain, in modo del tutto anonimo ed estremamente sicuro, e disporne per mostrarlo ogni qualvolta si effettua una visita specialistica. Il medico, infatti, può indirizzare meglio la cura sulla scorta dei dati genetici di ogni individuo. Inoltre, l’utente che partecipa alla piattaforma Shivom, può cedere gratuitamente i propri dati alle associazioni di ricerca o venderli alle case farmaceutiche, venendo remunerato con token OMX (Omix), propri della piattaforma Shivom. I token ricevuti possono essere poi scambiati in moneta corrente.
Il team di sviluppo punta a stringere i primi accordi con le case farmaceutiche e a lanciare il mercato dei dati nell’arco del 2018. Nell’arco di quest’anno il progetto vuole disporre anche della primo servizio di assistenza all’interpretazione dei dati genetici, per poi puntare all’integrazione di un sistema ad intelligenza artificiale nel primo quadrimestre 2019.
-----

Buona Pasqua!  Wink
14  Local / Alt-Currencies (Italiano) / OPIRIA e PDATA Token, la piattaforma di brokeraggio dati su Ethereum on: March 23, 2018, 03:26:13 PM
Ho appena completato un articolo su questa ICO che mi sembrava interessante, ma dopo averla recensita lo è ancora di più.

Riporto qui un sunto di quello che fa:



"Ogni Società che vuole acquisire dati sensibili, entra sulla piattaforma, acquista PDATA token ERC20, quindi su blockchain Ethereum, ed inserisce l’annuncio di acquisto dati e con l'offerta. Gli utenti, che nel frattempo hanno deciso di condividere i propri dati personali, le proprie abitudini commerciali, la propria cronologia dati, la storia delle attività sul proprio smartphone, ecc…, possono accettare o meno l’offerta, vendendo i propri dati in modo del tutto anonimo ed innescando, al contempo, lo smart contract che regola la procedura di acquisto.

I token così scambiati, possono essere venduti a mercato sulla stessa piattaforma per ricevere moneta corrente (fiat), oppure conservati nel proprio portfolio al fine di acquisire maggiori probabilità di essere selezionati per la successiva campagna di acquisto dati."

La piattaforma lavora nel rispetto della normativa sulla privacy che, sappiamo tutti, ultimamente Facebook non ha affatto rispettato... e soprattutto in un settore in completa crescita che fino a ieri era anche finanziato in modo poco trasparente.

Se volete avere maggiori informazioni, qui di seguito trovate il mio articolo:
https://steemit.com/ethereum/@bubblbubble/opiria-e-pdata-token-la-piattaforma-di-brokeraggio-dati-su-ethereum

Ciao!
15  Local / Alt-Currencies (Italiano) / MEDIUM mi ha sospeso l'account per questo motivo on: March 21, 2018, 01:37:34 PM
Il motivo è dettato dalla nuova clausola seguente:
Quote
Medium Support
General
Cryptocurrencies on Medium

Agatha Thursday at 17:23
Coins, tokens, ICOs and other payments related to blockchain technology have seen a growth in popularity over the last several months. There has been a subsequent proliferation of information on Medium around these topics.
For consumers
Medium does not approve or verify user-generated posts or accounts before publishing. As with any financial transaction, we urge you to protect yourself and your money with at least the following steps:
Thoroughly research the information, company, and seller using third party sources before engaging in any transaction.
Verify you are dealing with the company itself (not an impostor).
Navigate DIRECTLY to trusted sites before initiating any payment.
If you have any doubts whatsoever, do not engage in transactions.
Further reading:

Know the risks before investing in cryptocurrencies (FTC.gov)
Cryptocurrency Scams: What to Look For (Inc.com)
Here are 3 signs a cryptocurrency is a fraud (Mic.com)
How To Spot A Bitcoin Scam (Forbes.com)
For companies announcing ICOs, coins or tokens
While Medium is not in a position to independently verify every coin, token, or similar announcement published, we are instituting the following requirements for product and sale announcements and accounts related to these topics. 

Posts and accounts which do not meet these standards may be considered spam and are subject to suspension, depending on context.
 
You must:
Include a link to your active project domain in your user account bio.
Use an email address from that domain as your registered Medium account email.
Verify your email address with Medium if you have not, and maintain that email account actively.
Link at least one consistently-branded social media account (Facebook or Twitter) to your Medium account. That social account should also link out prominently to the same domain as is included in your Medium user bio.
Include a prominent about page with up-to-date contact information on your project website.
Include only one wallet address maximum in a post.
You may not:
Use an anonymous email address which is not linked to your project domain. (e.g., gmail, protonmail, mail.ru, etc.)
Advertise or participate in bounty campaigns, pump and dumps, reviewing for reward, or other forms of brigading or inauthentic activity.
Include naked links or shortened URLs in your posts.
Use or re-use content templates with slight modifications across multiple posts and accounts.
Include multiple wallet addresses (or similar) in a post.

Sto migrando tutto su altra piattaforma.

Volevo informarvi così siete edotti e pronti.

Per qualsiasi informazione sono a disposizione
16  Local / Off-Topic (Italiano) / Le Iene e i dollari Made in Korea on: March 19, 2018, 09:21:38 AM
Ciao a tutti,

Se avete ancora dubbi sul vostro investimento in crypto perchè fatto sui massimi ed oggi sanguinante, guardate il servizio de Le Iene andato in onda ieri... dollari stampati a iosa dagli USA in Corea, con una svalutazione enorme nascosta non dichiarata!

https://www.iene.mediaset.it/video/le-rivelazioni-incredibili-di-un-agente-segreto_10633.shtml

Tutto sto schifo non è contemplato dalla tecnologia BTC, ricordiamocelo!

Guardatevi il video e dopo respirate aria fresca, che siamo sulla strada giusta!  Grin
17  Local / Trading, analisi e speculazione / Ban di PayPal - la fake news e l'ennesimo dump on: March 18, 2018, 07:24:51 AM
E' chiaro che l'ennesimo dump delle ultime 24 ore sia dovuto alla fake news di Paypal che vieta di acquistare crypto coins.
Mi chiedo che fine aveva chi ha fatto girare la bufala?
Beh, chiaro, comprare bassissimo.

Il problema serio sta nella rapida diffusione di queste false notizie da parte di tutti... e questo la dice tutta sulla maturità di questo mondo...
Siamo influenzabili dal nulla.

Rif: https://www.reddit.com/r/CryptoMarkets/comments/854e28/paypals_warning_email_to_stop_trading_crypto_has/

Ciao e teniamo duro perchè la tecnologia va avanti  Wink
18  Local / Off-Topic (Italiano) / Differenza tra Activity e Post on: March 13, 2018, 09:02:33 AM
Ciao,

Perchè aumentano i post ma l'attività rimane ferma anche dopo un giorno?

Qualcuno può aiutarmi?  Undecided
19  Alternate cryptocurrencies / Altcoin Discussion / XYO Network and its Proof of Location Technology on: March 12, 2018, 08:08:05 AM
This my post wants to speak about XYO project that I think can be considered revolutionary in crypto world because place nearest it to the real world.

How does it work?
The XYO network has four components: Sentinels (The Data Gatherers), Bridges (The Data Relayers), Archivists (The Data Storers), and Diviners (The Answer Aggregators).
Sentinels gather location information via sensors, radios, and other means and pass to Bridges that take this data from Sentinels and provide them to Archivists. Archivists store this information on blockchain and let Diviners analyze them. The Diviners’ analysis is heuristics finalized to give answers and scores (Origin Chain Score) to each query. Finally, Diviners relay answers into smart-contract, working like oracles.
XYO works on the multi blockchain, through dedicated smart-contracts. In the future, XYO will have own blockchain on which launch queries, called XYOMainChain. This futuristic blockchain will store all queries gathered by Diviners. Clients that request proof of localization launch queries paying fees. Nodes launch pool and give to the client the result, keeping fees.

Conclusion
Working on a revolutionary technology introducing Proof of Location (Proof of Origin), XYO will rocket soon, because of its big application cases. Consider that all drones technology, if pointing to extend applicability to large territories, need to work on trustless GPS data to be competitive and fast. Amazon is working on drones delivery and, considering risks, is going to evaluate blockchain XYO solution, to avoid money losses. In the same time, many countries starting to rule drones uses, to stop incidents for naive application technologies. The use of XYO technology will improve the drones’ mechanism precision and reduce incidents, therefore will be the bridge for future massive applications.
ICO will start within 8 days. Differently from other ICO, the team has invested a lot in bounty campaigns to spread technology awareness among potential investors. Reading about on the internet, the strategy is working well, considering growing hype on the project. Indeed, once reached potential investor, is pretty simple convince him about the quality and the future of this project, simply reading the professional whitepaper, based on scientific studies and real application, witnessed by an early web app working in demo mode.

Thanks.
Pages: [1]
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!