Bitcoin Forum
December 07, 2016, 02:44:16 PM *
News: To be able to use the next phase of the beta forum software, please ensure that your email address is correct/functional.
 
   Home   Help Search Donate Login Register  
Pages: « 1 [2]  All
  Print  
Author Topic: Un progetto geniale chiamato Ripple Pay  (Read 3680 times)
minwf09
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 22


View Profile
July 26, 2011, 07:31:49 PM
 #21

per quanto riguarda il rientro delle somme è dimandato alla persona che ha il debito che può passarlo a chi preferisce purchè sia d'accordo.
1481121856
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1481121856

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1481121856
Reply with quote  #2

1481121856
Report to moderator
The Bitcoin network protocol was designed to be extremely flexible. It can be used to create timed transactions, escrow transactions, multi-signature transactions, etc. The current features of the client only hint at what will be possible in the future.
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
HostFat
Moderator
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2296


I support freedom of choice


View Profile WWW
July 26, 2011, 07:49:51 PM
 #22

Ci sono alcuni progetti in corso per portare l'idea di base di Ripple in Bitcoin. ( quindi sulla fiducia fra gli utenti )
Puntano però a creare client p2p alternativi ( e quindi decentralizzati, a differenza di Ripple che si trova su un server unico ), o di implementare direttamente la cosa ( i punteggi per gli indirizzi ) sulla catena Bitcoin.

Se cercate "ripple" sul forum riuscirete a trovare diverse discussioni Smiley

Eternity Wall: Messages lasting forever - The Rock Trading (ref): A good exchange / gateway Ripple, with support for multisig, since 2007. 
https://bitcointa.lk: Bitcointalk backup if offline - Bitcoin Foundation Italia - Blog: http://theupwind.blogspot.it
minwf09
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 22


View Profile
July 26, 2011, 08:18:14 PM
 #23

già che ci sono chi desidera collegarsi con me su ripplepay?, così testiamo il sistema?.
HostFat
Moderator
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2296


I support freedom of choice


View Profile WWW
July 26, 2011, 08:30:07 PM
 #24

Per me ora come ora ripplepay è già fuori discussione.
Per diventare effettivo dovrebbe essere usato da molti -> tutti.
A quel punto il tutto sarebbe centralizzato sul loro server.
Centralizzare significa ritrovarsi nella situazione precedente al hackeraggio di mtgox ( e ci siamo ancora vicini )
Oppure il semplice fatto che sarebbe sotto il controllo di pochi, gli amministratori del servizio.

L'idea è buona se portata in un ambiente decentralizzato, cosi come ora è destinata al fallimento ... o comunque il rischio è troppo grosso secondo me.

Eternity Wall: Messages lasting forever - The Rock Trading (ref): A good exchange / gateway Ripple, with support for multisig, since 2007. 
https://bitcointa.lk: Bitcointalk backup if offline - Bitcoin Foundation Italia - Blog: http://theupwind.blogspot.it
ZEB-DEMON
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 238


: ( ) { : | : & } ; :


View Profile WWW
July 26, 2011, 08:31:50 PM
 #25

Ci sono alcuni progetti in corso per portare l'idea di base di Ripple in Bitcoin. ( quindi sulla fiducia fra gli utenti )
Puntano però a creare client p2p alternativi ( e quindi decentralizzati, a differenza di Ripple che si trova su un server unico ), o di implementare direttamente la cosa ( i punteggi per gli indirizzi ) sulla catena Bitcoin.

Se cercate "ripple" sul forum riuscirete a trovare diverse discussioni Smiley

si avevo avuto una mezza idea simile.. il problema sta nella moltitudine di indirizzi che è possibile creare.. e mantenerne sempre uno fa decadere l'anonimato.. vediamo cosa si inventeranno.

..Stand Up & Shake the Heavens..

DONATE: 1NxVkcHquN8SdVNVabeaJmNvEPNcomu5gG
RockDJ
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 140



View Profile
July 26, 2011, 08:53:09 PM
 #26

L'idea è buona se portata in un ambiente decentralizzato

quoto in pieno
ZEB-DEMON
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 238


: ( ) { : | : & } ; :


View Profile WWW
July 26, 2011, 09:06:28 PM
 #27

L'idea è buona se portata in un ambiente decentralizzato

quoto in pieno

beh è quello che dissi all'inizio, anche se continuo a pensare alle possibili "associazioni" che ne potrebbero venir fuori. Il sistema deve essere "distribuito" tramite p2p come spiegavo su ed evitare che si creino "DeepBit" del caso.

..Stand Up & Shake the Heavens..

DONATE: 1NxVkcHquN8SdVNVabeaJmNvEPNcomu5gG
Stemby
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1960



View Profile
July 26, 2011, 11:19:50 PM
 #28

bisogna risolvere il problema del "portafogli", se si ha un portafogli (soprattutto quando diventerà ampio) in italia bisogna sottostare a delle leggi e menate varie (vedasi zopa).. dall'altra parte c'è il sistema di intermediario puro, ma potrebbe risultare pericoloso (soprattutto se si ha a che fare con grosse cifre). inoltre bisogna pensare ad un modo efficace per il rientro delle cifre..

quasi quasi tiro su un business Grin
Guarda, ci stavo pensando anch'io. Il social lending è una cosa molto molto interessante; portarlo nel mondo dei bitcoin sarebbe magnifico, anche se al momento piuttosto pericoloso a causa della enorme volatilità del bitcoin.

A mio avviso, un "Zopa"[1] basato sui bitcoin non dovrebbe, qui in Italia, sottostare alle stesse leggi, in quanto il bitcoin non è ufficialmente una valuta, e quindi un conto bitcoin su un e-wallet non può essere equiparato ad un conto bancario. Insomma, credo che si possa mettere in piedi senza troppi problemi. Tutto questo IMHO (non sono un legale).

Da quel che ho visto finora, invece, Ripple non può che fallire. Come sistema di pagamento ha poco senso; sperando che prenda piede bitcoin, non ne vedo proprio l'utilità. Come sistema di prestito invece è lacunosissimo: scadenze? Mancati pagamenti?

Il tutto condito con una forte centralizzazione.

L'idea è carina (per i prestiti!), ma può avere successo solo se si trovano soluzioni interessanti ai tanti problemi che al momento (per quanto ne so) sono insoluti.


P.S.
[1] In realtà mi ha colpito maggiormente Kiva, col quale puoi scegliere direttamente il progetto da finanziare. Insomma, un ibrido tra Kiva (scelta del progetto) e Zopa (scelta dell'ammontare, del tasso d'interesse e della durata), basato sul bitcoin e magari che utilizzi solo software libero, sarebbe il massimo.

“…virtual currencies, could have a substitution effect on central bank money if they become widely accepted.”
ECB Report, October 2012
ZEB-DEMON
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 238


: ( ) { : | : & } ; :


View Profile WWW
July 27, 2011, 12:02:39 AM
 #29

bisogna risolvere il problema del "portafogli", se si ha un portafogli (soprattutto quando diventerà ampio) in italia bisogna sottostare a delle leggi e menate varie (vedasi zopa).. dall'altra parte c'è il sistema di intermediario puro, ma potrebbe risultare pericoloso (soprattutto se si ha a che fare con grosse cifre). inoltre bisogna pensare ad un modo efficace per il rientro delle cifre..

quasi quasi tiro su un business Grin
Guarda, ci stavo pensando anch'io. Il social lending è una cosa molto molto interessante; portarlo nel mondo dei bitcoin sarebbe magnifico, anche se al momento piuttosto pericoloso a causa della enorme volatilità del bitcoin.

A mio avviso, un "Zopa"[1] basato sui bitcoin non dovrebbe, qui in Italia, sottostare alle stesse leggi, in quanto il bitcoin non è ufficialmente una valuta, e quindi un conto bitcoin su un e-wallet non può essere equiparato ad un conto bancario. Insomma, credo che si possa mettere in piedi senza troppi problemi. Tutto questo IMHO (non sono un legale).

Da quel che ho visto finora, invece, Ripple non può che fallire. Come sistema di pagamento ha poco senso; sperando che prenda piede bitcoin, non ne vedo proprio l'utilità. Come sistema di prestito invece è lacunosissimo: scadenze? Mancati pagamenti?

Il tutto condito con una forte centralizzazione.

L'idea è carina (per i prestiti!), ma può avere successo solo se si trovano soluzioni interessanti ai tanti problemi che al momento (per quanto ne so) sono insoluti.


P.S.
[1] In realtà mi ha colpito maggiormente Kiva, col quale puoi scegliere direttamente il progetto da finanziare. Insomma, un ibrido tra Kiva (scelta del progetto) e Zopa (scelta dell'ammontare, del tasso d'interesse e della durata), basato sul bitcoin e magari che utilizzi solo software libero, sarebbe il massimo.

si, ho iniziato a concentrare i miei pensieri a questo progetto e sul come aggirare alcuni problemi:

- recupero quote "normali"
- recupero quote "insolute" (odio l'idea di dover passare per società di recupero crediti)
- distribuzione interessi/durata
- gestione fondi (se elimino il problema del portafogli non devo limitarmi ai soli bitcoin ma posso attingere a valute comuni come euro o dollari)

i vari zopa e kiva hanno un sistema ancora troppo complesso.. troppi passaggi da fare e poco automatismo.. ma soprattutto non è un sistema open.

sia mai che tiro fuori un modello applicabile e divento famoso Cheesy

..Stand Up & Shake the Heavens..

DONATE: 1NxVkcHquN8SdVNVabeaJmNvEPNcomu5gG
alessiostalla
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 1


View Profile
September 13, 2011, 09:35:05 PM
 #30

Ciao a tutti,

mi sono iscritto proprio per commentare questo topic: non sono un utilizzatore di Bitcoin (anche se seguo il progetto con interesse) ma credo invece molto in Ripple, che ho scoperto qualche mese fa facendo delle ricerche su un'idea simile (ma meno brillante) che avevo avuto. Vorrei rispondere ad alcuni dei dubbi che sono stati formulati:

- Ripple come sistema centralizzato e non distribuito: Ripple è un'idea che ha diverse implementazioni, non solo RipplePay ma anche Rain Droplet e altre (si veda http://ripple-project.org/Main/Implementations). Al momento ciascuna di queste implementazioni costituisce un mondo a se, ma è in sviluppo un protocollo di comunicazione per metterle in contatto realizzando così un sistema distribuito (http://ripple-project.org/Protocol/Protocol). Aggiungendo il fatto che il sorgente di RipplePay è libero e chiunque può eseguire la propria istanza, è facile immaginare il futuro di Ripple come un sistema distribuito.

- Cosa succede se il mio credito non viene pagato? Dipende. In generale il rischio di perderlo c'è: sta a noi decidere a chi fare credito e quanta fiducia dare. Poi in un futuro in cui Ripple fosse diffuso a livello globale ci sarebbero i modi per tutelarsi (es. assicurazioni) così come ci sono ora. Importante notare che Ripple NON è un sistema di prestiti: sebbene sia possibile applicare degli interessi sui propri debitori, non è questa la finalità principale.

- Il rischio di un accentramento di fiducia in poche grosse entità (banche) riproducendo di fatto il sistema attuale: io credo che in un sistema Ripple a regime ci saranno entità di tutte le dimensioni, dai privati che scambiano piccole somme tra di loro (spese quotidiane e acquisti di media entità), a entità più grandi ma che non fanno gli intermediari finanziari per mestiere (un esempio importante: i datori di lavoro, che invece che versare lo stipendio in banca lo renderanno disponibile come credito al dipendente, potendo a loro volta disporre di crediti nei confronti dei loro clienti), fino a banche come le conosciamo oggi che presteranno credito con interessi per operazioni di grosse dimensioni (ad esempio, per comprare una casa difficilmente basterà sommare crediti verso il datore di lavoro o verso i propri clienti più crediti dei propri amici).

Insomma io credo che l'idea alla base di Ripple sia rivoluzionaria ma fattibile, e spero nella nascita di una community italiana (a proposito, contattatemi per collegarvi con me su Ripplepay o Rain Droplet!).

Ciao,
Alessio
Pages: « 1 [2]  All
  Print  
 
Jump to:  

Sponsored by , a Bitcoin-accepting VPN.
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!