Bitcoin Forum
February 22, 2020, 04:34:40 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 0.19.0.1 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 2 3 4 5 6 7 [8] 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 »
  Print  
Author Topic: { LIVE TREND } analisi del momento  (Read 34094 times)
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 02, 2018, 12:48:22 AM
 #141

Sul fronte dei movimenti in valuta, su Bitcoin è ancora preponderante la componente in yen ( JPY ) con tendenza ad assottigliarsi un po', una quota in rubli ( RUB ) intorno al 10 ~ 11%, dovrebbe andare ad assottigliarsi anch'essa.
Mentre i movimenti in dollari ( USD ) sono ridotti e ampliante riversati su altre cripto, IOTA in testa.

Combinando questi ed altri dati ( vedi post precedente ) si potrebbe ipotizzare di vedere un Bitcoin ancora un po' opaco, nel brevissimo termine.





EDIT:
https://www.money.it/Forex-il-rublo-spicca-come-valuta

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1582389280
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582389280

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582389280
Reply with quote  #2

1582389280
Report to moderator
1582389280
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582389280

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582389280
Reply with quote  #2

1582389280
Report to moderator
1582389280
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1582389280

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1582389280
Reply with quote  #2

1582389280
Report to moderator
bubblebubble
Member
**
Offline Offline

Activity: 588
Merit: 23


View Profile WWW
June 02, 2018, 05:59:47 AM
 #142

Sul fronte dei movimenti in valuta, su Bitcoin è ancora preponderante la componente in yen ( JPY ) con tendenza ad assottigliarsi un po', una quota in rubli ( RUB ) intorno al 10 ~ 11%, dovrebbe andare ad assottigliarsi anch'essa.
Mentre i movimenti in dollari ( USD ) sono ridotti e ampliante riversati su altre cripto, IOTA in testa.

Combinando questi ed altri dati ( vedi post precedente ) si potrebbe ipotizzare di vedere un Bitcoin ancora un po' opaco, nel brevissimo termine.





EDIT:
https://www.money.it/Forex-il-rublo-spicca-come-valuta

Come vedi la vita del Bitcoin in considerazione di Rootstock in ICO, le considerazioni del founder di Ripple che lo vede destinato ad una fine come Napster, i Futures e la speculazione, e altre Coin in ascesa?
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 02, 2018, 11:44:34 AM
 #143

Quote
Come vedi la vita del Bitcoin in considerazione di Rootstock in ICO, le considerazioni del founder di Ripple che lo vede destinato ad una fine come Napster, i Futures e la speculazione, e altre Coin in ascesa?


Se non ci sarà una legislazione che legittimi l'uso e
consenta dei vantaggi nell'uso o nella detenzione.
Da possibili vantaggi fiscali in giù.

Senza interventi ed evoluzione tecnologica che possano migliorarne l'usabilità... e la sicurezza...

...non solo Bitcoin, ma tutte le altre criptovalute sono destinate ad estinguersi.


Inoltre, si dovranno migliorare molto anche quegli aspetti legati al funzionamento, in particolare costi energetici e strutture hardware.

Ma la spinta primaria deve venire da una seria normativa.


Da domandarsi infine se un uso diffuso sia automaticamente da associare ad un maggior valore...

...a supporto di questo discorso si è evidenziato sempre il limite a 21 milioni di pezzi per Bitcoin, ma... mi pare che fra fork e creazione di nuove cripto non ci sia scarsità in questo mondo che avrebbe aspirazioni di asset finanziario.

Altro motivo di possibile motivo di estinzione nel tempo... senza appunto interventi legislativi, normativi, tecnologici e pratici; il fatto che i proprietari dei wallet non sono eterni... e come dice un proverbio, un morto con la valigia ancora non si è visto...
...si rischia un giorno lontano di avere milioni di Bitcoin bloccati per sempre nei wallet di cui i proprietari si sono portati le chiavi nella tomba o altri accidenti che in qualsiasi modo fanno perdere l'accesso.

Già non è poca per me la quantità persa per sempre.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 05, 2018, 12:58:03 PM
 #144

In versione grafica, l'evidente limite attuale a $ 7.550:

( attendere caricamento immagine )

https://preview.ibb.co/jFHRtJ/image.jpg


Mentre sto scrivendo si sta ripresentando la stessa situazione, non facile trovare la forza necessaria a sfondare tale barriera e trovare un Bitcoin che va verso quotazioni più alte.
Ci potrebbe essere invece un altro arretramento nel week end.


Continua ad esserci una grande incertezza,
cadute e ricadute sempre sullo stesso limite a $ 7.550...

( attendere caricamento immagine )




Niente di nuovo sul fronte occidentale...  Undecided

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 05, 2018, 05:03:00 PM
 #145

Sbaglio, oppure una fase simile la abbiamo attraversata tra fine marzo ed inizio aprile?
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 05, 2018, 07:39:50 PM
 #146

Sbaglio, oppure una fase simile la abbiamo attraversata tra fine marzo ed inizio aprile?


Sì, ma ci sono state molte fasi simili...

...siamo in un ping-pong fra stop loss e take profit...
non è facile schiodarsi da questi schemi.

Un pochino più di vitalità la vedo nelle altre principali cripto
che sono meno manovrabili e meno controllabili per altre molteplici varianti.


Sono mercati difficili, apprensivi, direi anche... impressionabili.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 10, 2018, 04:31:51 PM
Merited by Makkara (1)
 #147

In versione grafica, l'evidente limite attuale a $ 7.550:

https://preview.ibb.co/jFHRtJ/image.jpg


Mentre sto scrivendo si sta ripresentando la stessa situazione, non facile trovare la forza necessaria a sfondare tale barriera e trovare un Bitcoin che va verso quotazioni più alte.
Ci potrebbe essere invece un altro arretramento nel week end.


Dopo diversi giorni con le quotazioni a tergiversare...
brusco down... il limite di ~ $ 7.750 non è servito come punto di partenza, ma come punto di regressione...
fino a quando ? Difficile dirlo, bisognerà aspettare la sessione asiatica.

( attendere caricamento immagine )



Fetta del mercato in yen abbondantemente sopra ~ 60%, quasi 65% nel momento in cui scrivo.

Ma a questo punto è lecito pensare ad una ulteriore correzione verso ulteriore ribasso, prima di tentare una ripartenza.
Senza ulteriori approfondimenti, seduta stante, potrei dire appena sotto i $ 7.000.

Siamo solo spettatori, da evidenziare, dell'immagine soprastante, masse di volume consistenti e precise su certi limiti.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 20, 2018, 11:37:51 AM
Last edit: June 20, 2018, 07:33:36 PM by Paolo.Demidov
 #148

Fase di mercato estremamente bassa e depressa.

Ci sono molte opinioni, molti pareri... un mercato che ha dei forti impulsi al rialzo,
ma anche al ribasso... orientarsi ? difficile.
Anche se ultimamente si può notare come sia facile creare degli input di speculazione al rialzo, più
facili da realizzare dei ribassi.

La cosa più rilevante è che ancora Bitcoin non è negli interessi del grande pubblico.

Una situazione di stallo che durerà molto, a meno di qualche evento che riporti l'attenzione.
Magari qualche intervento di sviluppo tecnologico che possa facilitarne l'uso.

Quello che più manca è il pubblico che conta... cioè quello europeo...
per capirci qualcosa, bisognerebbe seguire pensieri e logiche non europee per capire le possibili evoluzioni.
Per esempio capire strategie di marketing dei principali exchange giapponesi o asiatici, capire se ci sono campagne pubblicitarie prossime al lancio, capire gli impulsi che spingono i nostri amici asiatici a comprare e vendere, le mosse dei grandi pool di minatori... Difficile.
Ed anche avendo questi dati non sarebbe certo di avere una proiezione equilibrata.


Qui un grafico che può rendere l'idea, di quanto si parla di Bitcoin sui social,
nel grafico la linea verde rappresenta il trend su Facebook.
Non sarà un dato esatto o estremamente significativo, tantomeno esaustivo; prendiamolo come spunto.

( attendere caricamento immagine )



In sintesi... si rimane a guardare:
non c'è volontà di tutto l'indotto che ormai si è creato di far crollare le quotazioni... in primis exchange e miner;
ma non c'è seguito per avere un ritorno di crescita al rialzo, sincera, vera che non sia crescita in termini speculativi.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 20, 2018, 12:20:33 PM
 #149

HODL!

Faccio un paio di considerazioni da profano ignorante:

- l'andamento dell'hype sul social sembra seguire i rialzi nei momenti più evidenti, mai anticiparli, ma questa mi sembra una cosa evidente e scontata, specialmente nelle fasi che abbiamo attraversato e considerando che il mondo delle cryptovalute è misconosciuto ai più.

- Sicuramente exchange e miners non hanno interesse ad avere il bitcoin a 1K o meno, già sotto una certa cifra, anche per i miners asiatici, diventerebbe antieconomico. Tuttavia credo (da ignorante) che, almeno in linea di principio teorica, per attori con ingenti capitali non dovrebbe essere impossibile speculare ancora al ribasso.
Come giustamente rilevi da mesi, c'è enorme incertezza.


My 2 Satoshi:

hai ragionissima ad indicare come limite (per un accesso "di massa" al mondo delle criptovalute) la mancanza di regolamentazioni che tutelino e disciplinino, ma io vedo anche un limite nell'ambiguità del bitcoin stesso: asset o moneta?
Seguendo gruppi, forum e similari, si vede da una parte lo sforzo di integrare il bitcoin nel circuito di pagamenti (a volte si declina, per motivi di usabilità, su altre criptovalute), dall'altra una grande confusione proprio sulla natura stessa del bitcoin e della blockchain.

Magari sto dicendo una grossa stupidaggine, ma credo che un po' di chiarezza anche in questo campo non farebbe danno.
Cript-on.it
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 48
Merit: 0


View Profile
June 20, 2018, 12:30:43 PM
 #150

HODL!

Faccio un paio di considerazioni da profano ignorante:

- l'andamento dell'hype sul social sembra seguire i rialzi nei momenti più evidenti, mai anticiparli, ma questa mi sembra una cosa evidente e scontata, specialmente nelle fasi che abbiamo attraversato e considerando che il mondo delle cryptovalute è misconosciuto ai più.

- Sicuramente exchange e miners non hanno interesse ad avere il bitcoin a 1K o meno, già sotto una certa cifra, anche per i miners asiatici, diventerebbe antieconomico. Tuttavia credo (da ignorante) che, almeno in linea di principio teorica, per attori con ingenti capitali non dovrebbe essere impossibile speculare ancora al ribasso.
Come giustamente rilevi da mesi, c'è enorme incertezza.


My 2 Satoshi:

hai ragionissima ad indicare come limite (per un accesso "di massa" al mondo delle criptovalute) la mancanza di regolamentazioni che tutelino e disciplinino, ma io vedo anche un limite nell'ambiguità del bitcoin stesso: asset o moneta?
Seguendo gruppi, forum e similari, si vede da una parte lo sforzo di integrare il bitcoin nel circuito di pagamenti (a volte si declina, per motivi di usabilità, su altre criptovalute), dall'altra una grande confusione proprio sulla natura stessa del bitcoin e della blockchain.

Magari sto dicendo una grossa stupidaggine, ma credo che un po' di chiarezza anche in questo campo non farebbe danno.

Pienamente d'accordo. Un chiarimento sotto il profilo fiscale darebbe una spinta positiva al mercato, credo sia se venga individuato come commodity che come valuta.
L'incertezza domani sovrana e i mercati attendono.
Stiamo assistendo a una chiara riduzione della volatilità di medio periodo caratterizzata da un trend negativo che, a parere mio, continuerà almeno fino fine estate.
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 20, 2018, 01:06:47 PM
 #151

un trend negativo che, a parere mio, continuerà almeno fino fine estate.

Eh già.

A meno di novità esogene al mondo delle criptovalute, o di grandi stravolgimenti al suo interno, una sorta di ritracciamento dal lungo periodo è quasi evidente (persino a me che sono un newbie in assoluto).

Purtroppo il mio (non solo mio) vaticino di un bump a giugno si sta per rivelare solo un inane, inservibile vaticino  Embarrassed
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 20, 2018, 08:15:16 PM
Merited by Piggy (1)
 #152

HODL!

Faccio un paio di considerazioni da profano ignorante:

- l'andamento dell'hype sul social sembra seguire i rialzi nei momenti più evidenti, mai anticiparli, ma questa mi sembra una cosa evidente e scontata, specialmente nelle fasi che abbiamo attraversato e considerando che il mondo delle cryptovalute è misconosciuto ai più.

- Sicuramente exchange e miners non hanno interesse ad avere il bitcoin a 1K o meno, già sotto una certa cifra, anche per i miners asiatici, diventerebbe antieconomico. Tuttavia credo (da ignorante) che, almeno in linea di principio teorica, per attori con ingenti capitali non dovrebbe essere impossibile speculare ancora al ribasso.
Come giustamente rilevi da mesi, c'è enorme incertezza.


Mah... guardano il grafico si direbbe però il contrario...


Quote

My 2 Satoshi:

hai ragionissima ad indicare come limite (per un accesso "di massa" al mondo delle criptovalute) la mancanza di regolamentazioni che tutelino e disciplinino, ma io vedo anche un limite nell'ambiguità del bitcoin stesso: asset o moneta?
Seguendo gruppi, forum e similari, si vede da una parte lo sforzo di integrare il bitcoin nel circuito di pagamenti (a volte si declina, per motivi di usabilità, su altre criptovalute), dall'altra una grande confusione proprio sulla natura stessa del bitcoin e della blockchain.

Magari sto dicendo una grossa stupidaggine, ma credo che un po' di chiarezza anche in questo campo non farebbe danno.


Alle volte sono sceso nel tecnico... pensa di essere un giovane grande investitore privato di 25 anni e di avere a disposizione non so...
un milione di euro l'anno da risparmiare; sei un investitore tipico... quello che visto l'incertezza TOTALE dell'Italia e del suo sistema pensionistico ed in generale per tutte le incertezze della vita... perdita di lavoro, incidenti, infortuni, malattie, un matrimonio sbagliato... vuole avere un giorno una rendita aggiuntiva.


Ci sono prodotti finanziari con cui è possibile sapere oggi, quale sia la RENDITA MINIMA fra 30 anni.

Per tutta una serie di ragioni tecniche e normative, questa somma garantisce il capitale, ovvero non si potrà mai dire "ho perso tutto";
viene fornito un rendimento minimo sempre, anche se i mercati finanziari di tutto il mondo crollassero, tutti gli anni si segna un più; ed il guadagno di un anno una volta fatto è acquisito per sempre.
I soldi sono al sicuro anche dal fallimento dell'emittente... ed altro; per esempio non possono essere oggetto di pignoramento da parte di una ex moglie velenosa.

La RENDITA che avrai gode di un regime fiscale particolare che si sa già oggi.

Ed altri vantaggi che non sto a spiegare.
Permettetemi la battuta, tutto questo, centralizzato.



Bitcoin ? può andare benissimo oppure nel nulla più totale, previsioni ? impossibile.
Magari ci saranno una o più criptovalute di successo, ma non sarà il Bitcoin, magari una cripto che ancora non esiste.


Una persona di buon senso, a dire tanto... si metterà via € 999.900 e... € 100 in Bitcoin, così tanto per...


Se si sapesse che i soldi investiti in Bitcoin avessero dei vantaggi... o quanto meno, appunto, una normativa chiara, allora...


Detto questo, attenzione, non è nemmeno detto che a maggior diffusione ci sia automaticamente un maggior valore.



Non potendo esserci nulla di "nero su bianco", si apre tutto alla speculazione, € 100 possono diventare milioni o zero,
siamo molto nel campo della scommessa "speriamo che...", "sono convinto che...", "hanno detto che..."...


Intanto... ad oggi non esiste uno strumento finanziario, una normativa che consenta di costituire una rendita utilizzando un portafoglio di criptovalute, nemmeno pensarla.


Voglio lasciare un grafico... così... come spunto di riflessione.


Ditemi se sareste stati soddisfatti di una cripto che nel tempo vi avesse dato questo grafico di rendimento:

( attendere caricamento immagine )





Non malissimo... invece è il rendimento dell'indice azionario più usato, in estrema sintesi l'andamento dei mercati delle borse del mondo occidentale.

Ho letto spesso che tutto il mondo della finanza dovrebbe crollare... che le borse sono gonfiate... inattendibili...
mah... di sicuro in Italia le banche o altri enti sono un po' il gatto e la volpe... sembrano che ti fanno investire, in realtà prendono i tuoi soldi in affitto a costo zero e si trattengono troppi guadagni, se va bene; se va male... si trattengono le loro commissioni di gestione ugualmente e tanti saluti; ma è un altro problema.



Il mondo è sempre andato avanti.









...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 21, 2018, 06:35:54 AM
Merited by Piggy (1)
 #153



Mah... guardano il grafico si direbbe però il contrario...


Perdonami, io personalmente il grafico lo leggo così:

fino a prima di novembre 2018 ci sono molti picchi nei social, ma sostanziale stabilità del bitcoin.

Presumo che il valore indicato nella parte destra delle ordinate sia relativo alle discussioni sui social (in realtà solo su Facebook), anche se ne ignoro l'unità di misura, non credo sia rilevante.

Ecco, ora vediamo che fino a prima del grande bump di novembre-dicembre, anche quando il valore del bitcoin era sotto ai 5000$, avevamo picchi su Facebook di "300". La resistenza di 300 su Facebook viene sfondata quando?  Solamente dopo che il valore del bitcoin ha superato, ma che dico superato, triplicato, da 5000$ a 15000$.

Su questo a me il grafico sembra di una chiarezza disarmante: solo allora la discussione su Facebook sale a 400 (però non mi pare comunque un aumento delle discussioni proporzionato a quello del bitcoin, pur essendovi inevitabilmente legato). il bitcoin triplica il suo valore e le discussioni su Facebook aumentano del 30%.

Le montagne russe da lì a metà gennaio (con quel dump che non mi spiego, però, delle discussioni su Facebook che si azzerano: c'era stato un black out di Facebook? Oppure una sorta di prima fase dell'elaborazione del lutto, la negazione?) sembrano più o meno procedere di pari passo, ma anche qui i sembra normale: ne parlavano un po' tutti, dopo.

Ciò che al massimo poso trovare di "nuovo" è nella seconda metà del grafico (mi piacerebbe però in tal caso osservare un periodo più lungo): il bitcoin comunque (per ora) è stabile sopra i 6000$, invece le discussioni su Facebook sembrano avere una "resistenza" più bassa, sui 200-250.



-----


Per quanto riguarda tutto il resto del tuo discorso, non è proprio possibile negare che tutto ciò che hai scritto è evidentissimo e giustissimo.

Come si suol dire, dal lato customer il bitcoin (e le criptovalute in generale) hanno troppi gap nei confronti di alcuni strumenti della finanza tradizionale, per quanto poi, da profano ignorante e buzzurro qual sono, io possa affibbiare un margine di incertezza un cincinnin più alto agli strumenti finanziari di cui parli, questo sarà sempre infinitamente minore del margine di incertezza che, inevitabilmente, coinvolge le criptovalute tutte, allo stato dell'arte presente.

Non resta che stare alla finestra, osservare e.... osservare.


Una persona di buon senso, a dire tanto... si metterà via € 999.900 e... € 100 in Bitcoin, così tanto per...


Una cèlia: sono una persona di buonsenso... a metà  Grin Grin Grin Grin (ho esattamente 100€ investiti in bitcoin)

Un saluto e buona giornata!

(e grazie)


mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 21, 2018, 09:28:50 AM
 #154

Permettimi, come chiosa finale, una piccola provocazione (hint: venga presa come tale, non come una sincera analisi):


dal 1978 al 2013 è più di un quarto di secolo, quindi impossibile prendere in considerazione un periodo di questa ampiezza per il bitcoin, io da ignorante, buzzurro ecc. ecc. però vado a leggere questo grafico (in confronto a quello dello storico di bitcoin, dalla nascita ad oggi, cioè un lasso di tempo che è una frazione di quello del grafico qui sopra) in due modi

1 - se confronto il prezzo iniziale e quello finale, comunque sarebbe (stato) un ottimo investimento, considerato comunque che dalla sua nascita ad oggi ha fatto registrare, in pochi anni. un incremento quantificabile in, boh, parecchie centinaia di punti percentuali.

2 - con un piccolo esercizio comparativo, provocatorio (lo ricordo), se prendo in considerazione (nel caso dell'andamento della finanza globale) una porzione di quel grafico equipollente, come durata temporale, allo storico di bitcoin, avremo una sorpresa: sovrapponendo il lasso temporale che va dal dicembre 2006 al dicembre 2009 e lo sovrapponiamo a quello bitcoin da dal 2015 ad oggi, vedremmo tutto il quadro da una prospettiva diversa.

Ok, ho finito, scusate se posso aver fatto delle osservazioni sciocche, ma rammento che, storicamente, anche la borsa stessa, i mercati finanziari moderni (non parlo quindi, ovviamente, del XVII secolo, ma della storia della "borsa moderna" che possiamo far risalire all''800) sono stati all'inizio deregolamentati, riservati ai grandi investitori (e piccoli pionieri incoscienti  Grin), alternativamente osteggiati o favoriti dalla politica, a seconda dei Capi di Stato dei rispettivi Paesi.

Dico ciò non certo per smentire quanto detto da Demidov, ma anzi per confermarlo, da un punto di vista diverso Smiley
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 21, 2018, 10:48:53 PM
Last edit: June 22, 2018, 02:04:53 PM by Paolo.Demidov
 #155

Permettimi, come chiosa finale, una piccola provocazione (hint: venga presa come tale, non come una sincera analisi):

https://image.ibb.co/mEYYUo/MSCI_world.png
dal 1978 al 2013 è più di un quarto di secolo, quindi impossibile prendere in considerazione un periodo di questa ampiezza per il bitcoin, io da ignorante, buzzurro ecc. ecc. però vado a leggere questo grafico (in confronto a quello dello storico di bitcoin, dalla nascita ad oggi, cioè un lasso di tempo che è una frazione di quello del grafico qui sopra) in due modi

1 - se confronto il prezzo iniziale e quello finale, comunque sarebbe (stato) un ottimo investimento, considerato comunque che dalla sua nascita ad oggi ha fatto registrare, in pochi anni. un incremento quantificabile in, boh, parecchie centinaia di punti percentuali.

2 - con un piccolo esercizio comparativo, provocatorio (lo ricordo), se prendo in considerazione (nel caso dell'andamento della finanza globale) una porzione di quel grafico equipollente, come durata temporale, allo storico di bitcoin, avremo una sorpresa: sovrapponendo il lasso temporale che va dal dicembre 2006 al dicembre 2009 e lo sovrapponiamo a quello bitcoin da dal 2015 ad oggi, vedremmo tutto il quadro da una prospettiva diversa.

Ok, ho finito, scusate se posso aver fatto delle osservazioni sciocche, ma rammento che, storicamente, anche la borsa stessa, i mercati finanziari moderni (non parlo quindi, ovviamente, del XVII secolo, ma della storia della "borsa moderna" che possiamo far risalire all''800) sono stati all'inizio deregolamentati, riservati ai grandi investitori (e piccoli pionieri incoscienti  Grin), alternativamente osteggiati o favoriti dalla politica, a seconda dei Capi di Stato dei rispettivi Paesi.

Dico ciò non certo per smentire quanto detto da Demidov, ma anzi per confermarlo, da un punto di vista diverso Smiley


Per essere precisi, c'è una ulteriore grossa differenza fra il grafico di un indice azionario, globale o specializzato.... e l'andamento di una criptovaluta.
( il grafico proposto è "net" )

Ovvero il guadagno aggiuntivo dello stacco dei dividendi annuali... quelli che ha fatto la fortuna di omini come Warren Buffet.

Il vero valore di una selezione o di un portafoglio titoli.

Come già ribadito, non è possibile ad oggi avere una rendita da criptovaluta.

La rendita... ce l'hanno i gestori di exchange e i minatori...
incassando commissioni, qualsiasi sia la quotazione.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 22, 2018, 07:07:56 AM
 #156



Per essere precisi, c'è una ulteriore grossa differenza fra il grafico di un indice azionario, globale o specializzato.... e l'andamento di una criptovaluta.
( il grafico proposto è "net" )

Ovvero il guadagno aggiuntivo dello stacco dei dividendi annuali... quelli che ha fatto la fortuna di omini come Warren Buffet.

Il vero valore di una selezione o di un portafoglio titoli.

Come già ribadito, non è possibile ad oggi avere una rendita da criptovaluta.

La rendita... ce l'hanno i gestori di exchange e i minatori...
incassando commissioni, qualsiasi sia la quotazione.

Hai ragione, ragionissima! Io da newbie non ci avevo pensato.

Tuttavia, se ho capito bene, gli airdrop possono avere l'ambizione di assurgere ad un ruolo simile a quello dei dividendi, in futuro.

Inoltre, riflettevo, qualora i progetti legati ad alcune criptovalute dovessero rivelarsi remunerativi nel medio-lungo periodo, magari ne potrebbe scaturire anche una sorta di distribuzione di dividendi. Del resto, se non dico una baggianata, non tutti distribuiscono i dividendi tra gli azionisti.
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 22, 2018, 02:11:15 PM
 #157

Hai ragione, ragionissima! Io da newbie non ci avevo pensato.

Tuttavia, se ho capito bene, gli airdrop possono avere l'ambizione di assurgere ad un ruolo simile a quello dei dividendi, in futuro.

Inoltre, riflettevo, qualora i progetti legati ad alcune criptovalute dovessero rivelarsi remunerativi nel medio-lungo periodo, magari ne potrebbe scaturire anche una sorta di distribuzione di dividendi. Del resto, se non dico una baggianata, non tutti distribuiscono i dividendi tra gli azionisti.

I dividendi, per farla semplice, è la ridistribuzione dei guadagni.

Non tutte le aziende sono in grado di farlo tutti gli anni, non tutte le aziende che fanno un guadagno lo fanno, perché riversano, tutto o in parte, i guadagni verso investimenti ed acquisizioni.

Per le cripto manca la struttura di base... Non sono legate, al momento, ad attività reali che generano dei flussi di cassa.
Sarebbe un po' come avere dell'oro fisico... non ci può essere dividendo.


Si torna poi sempre ad un punto, non c'è una norma che potrebbe descrivere come dare questo ipotetico "dividendo", nemmeno come dovrebbe essere trattato fiscalmente.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
mocassino
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 45
Merit: 6


View Profile
June 22, 2018, 05:07:41 PM
 #158

come dare questo ipotetico "dividendo", nemmeno come dovrebbe essere trattato fiscalmente.

ok, ma forse non mi ero spiegato prima: gli airdrop non possono essere considerati dei dividendi?

Esempio: avevo un tot di NEO, questo ha fatto sì che io avessi, senza far nulla, un tot di GAS, che è un airdrop di NEO.

Da profano ignorante, tutto ciò che so sull'airdrop è più o meno questo.

Mi sembra concettualmente non troppo dissimile dal dividendo o, quantomeno ,mi sembra uno strumento che potrebbe essere usato per distribuire dividendi (visto che è anche proporzionale alla quantità posseduta di una determinata criptovaluta)
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 22, 2018, 07:44:14 PM
 #159

come dare questo ipotetico "dividendo", nemmeno come dovrebbe essere trattato fiscalmente.

ok, ma forse non mi ero spiegato prima: gli airdrop non possono essere considerati dei dividendi?

Esempio: avevo un tot di NEO, questo ha fatto sì che io avessi, senza far nulla, un tot di GAS, che è un airdrop di NEO.

Da profano ignorante, tutto ciò che so sull'airdrop è più o meno questo.

Mi sembra concettualmente non troppo dissimile dal dividendo o, quantomeno, mi sembra uno strumento che potrebbe essere usato per distribuire dividendi (visto che è anche proporzionale alla quantità posseduta di una determinata criptovaluta)


Se si dovesse parlare di definizioni...

Airdrop lo metto più come premio, una cosa una tantum.

Il dividendo ha dalla sua una continuità, dovuta al fatto che una azione non corrisponde al valore di una cosa inanimata,
ma riflette l'attività economica di una società.
Tutti gli anni in cui la società distribuisce guadagni si riceve il dividendo - per inciso ci sono società che distribuiscono dividendi da decenni, anche 60 anni continuativamente, ininterrottamente.

1 Kg di oro può aumentare o diminuire di valore, ma è un aumento o una diminuzione basato su discorso di mercato...
sulla convenzione di valore che gli danno persone ed istituzioni.
Se prendo un lingotto e lo lascio lì 50 anni, non mi da niente.

Se sono azionista di una miniera d'oro, il mio valore è dato da quanto riesco a guadagnare.
Anche in periodi difficili magari usando tecniche particolarmente efficienti riesco a guadagnare anche se quel che vendo è pagato poco...


Le ci fossero cripto, o meglio token, che fossero l'espressione di una azienda... allora il discorso sarebbe diverso,
perché io ho un gettone che però in realtà è come una azione.

Se associato al token maturo il diritto a parte dei futuri guadagni... mi si dovranno pagare dei dividendi, perché partecipo all'attività dell'azienda.

Anche se credo che non vada così, molti si fanno dare i soldi... e basta, o se va bene si tengono tutto il "dividendo"  Grin
riconoscendo agli investitori di una ICO il solo maggior valore "azionario" o se vogliamo "tokenarioGrin


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 770
Merit: 429


View Profile
June 24, 2018, 01:25:35 AM
 #160

$ 5.900


Sembra che ci sia una lotta sul filo del rasoio per non far scendere Bitcoin sotto questa soglia,
al momento in cui scrivo ci sono degli impulsi che cercano di tenere la quotazione su ~ $ 6.100;
ma sono impulsi che non progrediscono e cadono... abbiamo un grafico di quotazioni estremamente
nervoso /\/\/\/\/\ ...  Undecided

Un tentativo di ripartenza, potrebbe avvenire da soglie più basse.

In questa panoramica, potrebbero trovare leggero vantaggio criptovalute che sono fuori delle orbite asiatiche...
MONERO, DASH, IOTA, le principali.
Sono cripto con un volumi inferiori, con acquirenti diversi, con mercati sospinti da USD e altre valute.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Pages: « 1 2 3 4 5 6 7 [8] 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 »
  Print  
 
Jump to:  

Sponsored by , a Bitcoin-accepting VPN.
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!