Bitcoin Forum
December 01, 2022, 04:36:26 AM *
News: Reminder: do not keep your money in online accounts
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 [494] 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 ... 1141 »
  Print  
Author Topic: BITCOIN PUMP!  (Read 838712 times)
fillippone
Legendary
*
pizza
Offline Offline

Activity: 1638
Merit: 11309


Merit Rascal - Pizza Maker


View Profile
October 03, 2018, 04:57:58 PM
Merited by Micio (1)
 #9861

L'uso dei bitcoin come SOV non può basarsi sull'osservazione del prezzo che è dominato (nel breve periodo) dal dailytrading negli exchange centralizzati. Occorre guardare i movimenti di volume negli exchange decentralizzati che non sono dominati dalla speculazione di breve periodo e dove operano utenti che hanno intenzione di tenere ciò che acquistano per più di qualche ora o di qualche giorno. Meglio se in paesi che hanno difficoltà economiche o inflazioni galoppanti e dove la prima criptovaluta può essere usata come forma non censurabile di protezione del potere di acquisto.

E' abbastanza impressionante (oltre che estremamente significativo) ad esempio che nel Paese che ha inflazione del 18000% la settimana, il volume di scambio su Localbitcoin sia ai suoi massimi di sempre. Una evidente relazione inversamente proporzionale tra potere di acquisto e domanda di bitcoin.

Lo stesso trend è riscontrabile un pò ovunque in America Latina, con nuovi record di volume anche nelle zone limitrofe (Peru e Colombia)
Certo,
ho ben presente i grafici che hai messo sopra.
Però la funzione di SoV nei paesi che sono GIA' in iperinflazione è una funzione di "emergenza": quando oramai FIAT si sta sciogliendo provi a salvare quello che puoi con BTC, oppure, volendo lasciare il paese, hai bisogno di "nascondere" i tuoi asset per cercare di evitarne la confisca (l'oro è sequestrato alla frontiera).
Quindi anche l'osservazione di queste dinamiche si scontra con effetti di breve periodo e situazioni contingenti.
LA funzione di SoV alla quale alludo io è quella più propriamente di "lungo periodo", intergenerazionale se vuoi. Quella delle basse preferenze inter-temporali alla ricerca di "hard money" che difenda il capitale dall'azione dell'inflazione o di scellerati atti di Banche centrali o governi (default, iperinflazioni, patrimoniali etc.).
Quindi passa sicuramente, per i motivi che dicevo prima, dagli exchange centralizzati, senza però essere influenzata dalle dinamiche di breve termine.
Per arrivare a questa funzione però, come dicevo io, è necessario (purtroppo ?) un quadro regolamentale che permetta di muovere grosse somme di denaro in crittovalute senza necessità di "sotterfugi" vari.
  

1669869386
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1669869386

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1669869386
Reply with quote  #2

1669869386
Report to moderator
You get merit points when someone likes your post enough to give you some. And for every 2 merit points you receive, you can send 1 merit point to someone else!
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction.
1669869386
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1669869386

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1669869386
Reply with quote  #2

1669869386
Report to moderator
1669869386
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1669869386

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1669869386
Reply with quote  #2

1669869386
Report to moderator
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 03, 2018, 05:01:20 PM
Merited by Micio (1)
 #9862


Da considerare su questo aspetto che purtroppo molte operazioni in Bitcoin che siano rilevanti: acquisto immobile, l'acquisto di un'auto oltre una certa cilindrata, oggi si rischia una segnalazione per le norme sull'antiriciclaggio.
http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2018/03/30/bitcoin-comprare-casa-meglio-essere-cauti/


Non mi sembra che il consiglio dei Notai abbia molto chiaro il funzionamento di una criptovaluta


Inoltre, le operazioni in criptovalute “sono sicuramente tracciabili in senso informatico” in quanto “in un pubblico ed immutabile registro rimane traccia indelebile del fatto che l’ignoto detentore di una chiave privata, corrispondente ad una data chiave pubblica, ha trasferito Bitcoin ad un altro ignoto detentore di altra chiave privata corrispondente, a sua volta, ad altra chiave pubblica”. Lo stesso CNN precisava che “i sistemi di accesso informatici, senza eccezioni, non si fondano sul concetto di “identificazione” bensì sulla mera verifica di credenziali informatiche”. Questa particolarità è molto rilevante ai fini dell’antiriciclaggio perché, di fatto, utilizzando un sistema informatico, non si può stabilire con certezza l’identità del soggetto che ha effettuato una transazione, proprio perché tale sistema abilita un (qualsiasi) utente provvisto delle corrette informazioni di sblocco (codici, pin, password).
[/b]

A parte che non esistono né codici, né pin, né password, se il problema è quello della identificazione del soggetto io posso usare la mia chiave privata come firma digitale per la prova del possesso del denaro  e la blockchain come traccia dell'origine dei bitcoin. Con l'enorme vantaggio che la blockchain è un registro non alterabile a differenza di quello bancario che resta e resterà la prima e principale forma di riciclaggio del denaro grazie alla connivenza di funzionari e/o direttori corrotti e corruttibili (o semplicemente incapaci) . La sola Danske Bank ha riciclato in 8 anni più della capitalizzazione dell'intero mercato delle criptovalute.
Infatti il problema è semmai opposto e cioè che la blockchain così com'è è troppo tracciabile e i bitcoin poco fungibili. Fortunatamente stanno arrivando tecnologie di completo anonimato a cui i nostri legislatori dovranno adeguarsi, volenti o nolenti. Come sempre le norme si adeguano alla tecnologia e non viceversa.
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 03, 2018, 05:26:41 PM
 #9863


Certo,
ho ben presente i grafici che hai messo sopra.
Però la funzione di SoV nei paesi che sono GIA' in iperinflazione è una funzione di "emergenza": quando oramai FIAT si sta sciogliendo provi a salvare quello che puoi con BTC, oppure, volendo lasciare il paese, hai bisogno di "nascondere" i tuoi asset per cercare di evitarne la confisca (l'oro è sequestrato alla frontiera).
Quindi anche l'osservazione di queste dinamiche si scontra con effetti di breve periodo e situazioni contingenti.
LA funzione di SoV alla quale alludo io è quella più propriamente di "lungo periodo", intergenerazionale se vuoi. Quella delle basse preferenze inter-temporali alla ricerca di "hard money" che difenda il capitale dall'azione dell'inflazione o di scellerati atti di Banche centrali o governi (default, iperinflazioni, patrimoniali etc.).
Quindi passa sicuramente, per i motivi che dicevo prima, dagli exchange centralizzati, senza però essere influenzata dalle dinamiche di breve termine.
Per arrivare a questa funzione però, come dicevo io, è necessario (purtroppo ?) un quadro regolamentale che permetta di muovere grosse somme di denaro in crittovalute senza necessità di "sotterfugi" vari.
  

In realtà come dicevo alla fine del post precedente, lo stesso trend è riscontrabile (identico) in paesi limitrofi al Venezuela che non stanno affrontando alcuna crisi economica o inflazionistica, ma che stanno iniziando a capire ,a causa della vicinanza al dramma dei loro "cugini" venezuelani (o argentini), di cosa possono essere capaci i governi e le banche centrali. Crescita di volume che non è accompagnata da alcuna crescita di prezzo e che non è quindi dettata da fini speculativi o di FOMO .

Nei paesi occidentali invece questo clima di "disastro imminente" non è ancora arrivato e, purtroppo per noi, è ancora mediamente alto, rispetto a paesi più "periferici", il livello di fiducia nelle istituzioni, nei governi o nelle banche centrali, anche perchè l'inflazione è per ora un ricordo lontano e non un evento reale come in Sudafrica, Argentina, Iran, Venezuela, Turchia.....

L'uso dei bitcoin come SOV per me ha proprio senso se sfrutta i suoi vantaggi rispetto all'oro a cui accenni (trasportabilità, non confiscabilità, occultabilità, bassi costi di stoccaggio e trasporto), esattamente come il suo successo come MOE ha origine dai punti di forza rispetto alle valute tradizionali. Per questo  credo che la regolamentazione, che comunque ci sarà anche se limitatamente ai closed-garden dove le istituzioni "giocheranno" con ETF e servizi di custodia, non possa portare alcun vantaggio (ma nemmeno nessun svantaggio).
 
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 03, 2018, 05:37:01 PM
 #9864

Cambiando argomento, non voglio fare allarmismo ma una cosa che mi preoccupa e non poco è lo spread di prezzo che si è ampliato tra Bitfinex e i suoi cugini (Bitstamp, Coinbase e Gemini). Siamo ormai intorno ai 40-50 dollari e  i miei campanelli di allarme rosso stanno suonando all'unisono.

A pensar bene c'è una temporanea difficoltà di arbitraggio in una fase di stagnazione, a pensar male viene in mente sempre la solita parola che inizia per Mt e finisce per Gox.

Siccome è sempre meglio pensar male in questi mercati, ho per ora chiuso ogni posizione e non ho più un satoshi negli exchange, sebbene possa essere un evento temporaneo e contingente come già accaduto in passato.
cobalto
Member
**
Offline Offline

Activity: 308
Merit: 21


View Profile
October 03, 2018, 06:04:00 PM
 #9865

Non mi è chiaro, chi è a rischio? Bitfinex o gli altri exchange?
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1778
Merit: 1828



View Profile
October 03, 2018, 09:55:07 PM
 #9866

L'oro è in (timido) rimbalzo nelle ultime settimane più per ragioni tecniche che politiche, visto che è calato del 12% negli ultimi mesi (e del 40% negli ultimi 5 anni).

L'uso dei bitcoin come SOV non può basarsi sull'osservazione del prezzo che è dominato (nel breve periodo) dal dailytrading negli exchange centralizzati. Occorre guardare i movimenti di volume negli exchange decentralizzati che non sono dominati dalla speculazione di breve periodo e dove operano utenti che hanno intenzione di tenere ciò che acquistano per più di qualche ora o di qualche giorno. Meglio se in paesi che hanno difficoltà economiche o inflazioni galoppanti e dove la prima criptovaluta può essere usata come forma non censurabile di protezione del potere di acquisto.

E' abbastanza impressionante (oltre che estremamente significativo) ad esempio che nel Paese che ha inflazione del 18000% la settimana, il volume di scambio su Localbitcoin sia ai suoi massimi di sempre. Una evidente relazione inversamente proporzionale tra potere di acquisto e domanda di bitcoin.

https://i.imgur.com/VwfwqwX.jpg

Lo stesso trend è riscontrabile un pò ovunque in America Latina, con nuovi record di volume anche nelle zone limitrofe (Peru e Colombia)

Non cambia molto, ma solo per la cronaca dai minimi di Novembre-Dicembre 2013... è salito...
il minimo dei minimi c'è stato intorno al 1998~2001.

In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che, essendoci la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ73Ⱦ37ǥó...|...۞... ...|...
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1778
Merit: 1828



View Profile
October 03, 2018, 10:07:07 PM
 #9867


Da considerare su questo aspetto che purtroppo molte operazioni in Bitcoin che siano rilevanti: acquisto immobile, l'acquisto di un'auto oltre una certa cilindrata, oggi si rischia una segnalazione per le norme sull'antiriciclaggio.
http://www.econopoly.ilsole24ore.com/2018/03/30/bitcoin-comprare-casa-meglio-essere-cauti/


Non mi sembra che il consiglio dei Notai abbia molto chiaro il funzionamento di una criptovaluta


Inoltre, le operazioni in criptovalute “sono sicuramente tracciabili in senso informatico” in quanto “in un pubblico ed immutabile registro rimane traccia indelebile del fatto che l’ignoto detentore di una chiave privata, corrispondente ad una data chiave pubblica, ha trasferito Bitcoin ad un altro ignoto detentore di altra chiave privata corrispondente, a sua volta, ad altra chiave pubblica”. Lo stesso CNN precisava che “i sistemi di accesso informatici, senza eccezioni, non si fondano sul concetto di “identificazione” bensì sulla mera verifica di credenziali informatiche”. Questa particolarità è molto rilevante ai fini dell’antiriciclaggio perché, di fatto, utilizzando un sistema informatico, non si può stabilire con certezza l’identità del soggetto che ha effettuato una transazione, proprio perché tale sistema abilita un (qualsiasi) utente provvisto delle corrette informazioni di sblocco (codici, pin, password).
[/b]

A parte che non esistono né codici, né pin, né password, se il problema è quello della identificazione del soggetto io posso usare la mia chiave privata come firma digitale per la prova del possesso del denaro  e la blockchain come traccia dell'origine dei bitcoin. Con l'enorme vantaggio che la blockchain è un registro non alterabile a differenza di quello bancario che resta e resterà la prima e principale forma di riciclaggio del denaro grazie alla connivenza di funzionari e/o direttori corrotti e corruttibili (o semplicemente incapaci) . La sola Danske Bank ha riciclato in 8 anni più della capitalizzazione dell'intero mercato delle criptovalute.
Infatti il problema è semmai opposto e cioè che la blockchain così com'è è troppo tracciabile e i bitcoin poco fungibili. Fortunatamente stanno arrivando tecnologie di completo anonimato a cui i nostri legislatori dovranno adeguarsi, volenti o nolenti. Come sempre le norme si adeguano alla tecnologia e non viceversa.



Si riferiscono al fatto che se io posso dare dei soldi a qualcuno, questo acquista Bitcoin per me,
io mi metto accanto a lui e gli dico... acquista qui, compra là... io ho fatto una operazione tracciabile e documentabile su blockchain, ma in realtà ho operato per interposta persona ( oppure sostituendomi ad essa ) che mi mette a disposizione chiavi, connessione internet, ecc... non chiamiamole password, account, chiamiamole genericamente credenziali... quelle che l'ordine chiama "corrette informazioni di sblocco", mi sembra che stessero facendo solo un esempio, parlando di caratteri generali.

In linea di principio si sa che una operazione è stata fatta, ma non c'è certezza su chi l'abbia fatta.

Per il resto fino ad oggi tutti i commerci illegali, neri, grigi e grigio scuri... sono stati fatti con volgari valute fiat,
anzi penso che gli illeciti siano nati prima della nascita di una qualsiasi moneta.

In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che, essendoci la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ73Ⱦ37ǥó...|...۞... ...|...
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 04, 2018, 06:17:51 AM
 #9868

Non mi è chiaro, chi è a rischio? Bitfinex o gli altri exchange?


Una differenza di 40-50 dollari dovrebbe essere eliminata dai traders comprando sugli altri exchange e rivendendo su finex.

Se non accade le cause possono essere

1)Qualcuno sta sostenendo artificialmente il prezzo su bitfinex
2)Ci sono problemi nei prelievi e quindi i traders non vendono bitcoin lì per problemi di cash-out (io non ho fiat lì al momento per provare)
3)Il mercato sta scontando un maggior rischio (reale o percepito) nell'usare quell' exchange

Sono cose già successe in passato (anche su Kraken e Coinbase) e finite poi  in una bolla di sapone. Però anche il disastro di MtGox iniziò in questo modo. Sarò paranoico ma a me non piace per niente.

Oggi saranno in manutenzione (https://twitter.com/bitfinex/status/1047461223762153472), aspettatevi una possibile maggiore volatilità di prezzo.
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 05, 2018, 06:02:17 AM
 #9869

L'oro è in (timido) rimbalzo nelle ultime settimane più per ragioni tecniche che politiche, visto che è calato del 12% negli ultimi mesi (e del 40% negli ultimi 5 anni).

L'uso dei bitcoin come SOV non può basarsi sull'osservazione del prezzo che è dominato (nel breve periodo) dal dailytrading negli exchange centralizzati. Occorre guardare i movimenti di volume negli exchange decentralizzati che non sono dominati dalla speculazione di breve periodo e dove operano utenti che hanno intenzione di tenere ciò che acquistano per più di qualche ora o di qualche giorno. Meglio se in paesi che hanno difficoltà economiche o inflazioni galoppanti e dove la prima criptovaluta può essere usata come forma non censurabile di protezione del potere di acquisto.

E' abbastanza impressionante (oltre che estremamente significativo) ad esempio che nel Paese che ha inflazione del 18000% la settimana, il volume di scambio su Localbitcoin sia ai suoi massimi di sempre. Una evidente relazione inversamente proporzionale tra potere di acquisto e domanda di bitcoin.

https://i.imgur.com/VwfwqwX.jpg

Lo stesso trend è riscontrabile un pò ovunque in America Latina, con nuovi record di volume anche nelle zone limitrofe (Peru e Colombia)

Non cambia molto, ma solo per la cronaca dai minimi di Novembre-Dicembre 2013... è salito...
il minimo dei minimi c'è stato intorno al 1998~2001.

 6 anni non 5 mi riferivo al picco di fine 2012. In ogni caso il prezzo medio del 2013 fu ampiamente superiore all'attuale
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1778
Merit: 1828



View Profile
October 05, 2018, 05:45:59 PM
 #9870

L'oro è in (timido) rimbalzo nelle ultime settimane più per ragioni tecniche che politiche, visto che è calato del 12% negli ultimi mesi (e del 40% negli ultimi 5 anni).

L'uso dei bitcoin come SOV non può basarsi sull'osservazione del prezzo che è dominato (nel breve periodo) dal dailytrading negli exchange centralizzati. Occorre guardare i movimenti di volume negli exchange decentralizzati che non sono dominati dalla speculazione di breve periodo e dove operano utenti che hanno intenzione di tenere ciò che acquistano per più di qualche ora o di qualche giorno. Meglio se in paesi che hanno difficoltà economiche o inflazioni galoppanti e dove la prima criptovaluta può essere usata come forma non censurabile di protezione del potere di acquisto.

E' abbastanza impressionante (oltre che estremamente significativo) ad esempio che nel Paese che ha inflazione del 18000% la settimana, il volume di scambio su Localbitcoin sia ai suoi massimi di sempre. Una evidente relazione inversamente proporzionale tra potere di acquisto e domanda di bitcoin.

https://i.imgur.com/VwfwqwX.jpg

Lo stesso trend è riscontrabile un pò ovunque in America Latina, con nuovi record di volume anche nelle zone limitrofe (Peru e Colombia)

Non cambia molto, ma solo per la cronaca dai minimi di Novembre-Dicembre 2013... è salito...
il minimo dei minimi c'è stato intorno al 1998~2001.

 6 anni non 5 mi riferivo al picco di fine 2012. In ogni caso il prezzo medio del 2013 fu ampiamente superiore all'attuale


I dati sono pubblici, chi vuole trarrà le sue conclusioni Smiley per curiosità:


In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che, essendoci la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ73Ⱦ37ǥó...|...۞... ...|...
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 05, 2018, 06:18:15 PM
 #9871

L'oro è in (timido) rimbalzo nelle ultime settimane più per ragioni tecniche che politiche, visto che è calato del 12% negli ultimi mesi (e del 40% negli ultimi 5 anni).

L'uso dei bitcoin come SOV non può basarsi sull'osservazione del prezzo che è dominato (nel breve periodo) dal dailytrading negli exchange centralizzati. Occorre guardare i movimenti di volume negli exchange decentralizzati che non sono dominati dalla speculazione di breve periodo e dove operano utenti che hanno intenzione di tenere ciò che acquistano per più di qualche ora o di qualche giorno. Meglio se in paesi che hanno difficoltà economiche o inflazioni galoppanti e dove la prima criptovaluta può essere usata come forma non censurabile di protezione del potere di acquisto.

E' abbastanza impressionante (oltre che estremamente significativo) ad esempio che nel Paese che ha inflazione del 18000% la settimana, il volume di scambio su Localbitcoin sia ai suoi massimi di sempre. Una evidente relazione inversamente proporzionale tra potere di acquisto e domanda di bitcoin.

https://i.imgur.com/VwfwqwX.jpg

Lo stesso trend è riscontrabile un pò ovunque in America Latina, con nuovi record di volume anche nelle zone limitrofe (Peru e Colombia)

Non cambia molto, ma solo per la cronaca dai minimi di Novembre-Dicembre 2013... è salito...
il minimo dei minimi c'è stato intorno al 1998~2001.

 6 anni non 5 mi riferivo al picco di fine 2012. In ogni caso il prezzo medio del 2013 fu ampiamente superiore all'attuale


I dati sono pubblici, chi vuole trarrà le sue conclusioni Smiley per curiosità:



e ovviamente mi riferisco al prezzo in dollari  Smiley
yesyoupump
Member
**
Offline Offline

Activity: 308
Merit: 13


View Profile WWW
October 06, 2018, 06:38:54 AM
 #9872

Periodo di consolidamento lento... Speriamo inizino a partire i pump di qualche moneta importante, giusto per far parlare i media e far entrare liquidità.

▀▀▀▀▀▀     │      BRIDGEX NETWORK      │      LEND · BORROW · CONVERT · SEND     ▀▀▀▀▀▀
▄▄▄▄▄▄       Whitepaper     Telegram     Twitter     Medium     Facebook     LinkedIn       ▄▄▄▄▄▄
coinlocket$
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1848
Merit: 1506


1st licensed crypto casino; the future of gaming.


View Profile WWW
October 06, 2018, 11:12:09 PM
 #9873

Periodo di consolidamento lento... Speriamo inizino a partire i pump di qualche moneta importante, giusto per far parlare i media e far entrare liquidità.

Infatti, la mancanza di notizie non è una buona notizia.
E' meglio se fa +100% -50% in due giorni cosi almeno se ne parla in giro. (numeri non realistici)


       ▀
   ▄  ███ ███
      ▄▄▄ ▀▀▀
▀  ▀  ███     ███
      ▄▄▄ ▄▄▄ ▀▀▀
▀  ▀  ███ ███
      ▄▄▄     ███
▀  ▀  ███     ▀▀▀
   ▄  ▄▄▄ ███
      ███ ▀▀▀
       ▄
.
Bitcasino.io
.
Loyalty Club
.
Casino boost
.
2000+ Games
.
Weekly tourneys
.
24/7 Support
.
Fast Payouts
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
██████████████████▀▀███████
█████████████▀▀▀    ███████
████████▀▀▀   ▄▀   ████████
█████▄     ▄█▀     ████████
████████▄ █▀      █████████
█████████▌▐       █████████
██████████ ▄██▄  ██████████
████████████████▄██████████
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
██████▀███████▀   ▀▀▀▄█████
█████▌  ▀▀███▌       ▄█████
█████▀               ██████
█████▄              ███████
██████▄            ████████
███████▄▄        ▄█████████
██████▄       ▄████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
███████████████████████████
██████▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀██████
████░░░▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄░░░████
███░░▄█████████████▀▀▄░░███
███░░████▀▀░░░░░▀▀█▄▄█░░███
███░░███▀░▄█████▄░▀███░░███
███░░███░░███████░░███░░███
███░░███▄░▀█████▀░▄███░░███
███░░████▄▄░░░░░▄▄████░░███
███░░▀███████████████▀░░███
████░░░▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀░░░████
██████▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄██████
███████████████████████████
.
...SIGN UP...
kronos123
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 1022
Merit: 391



View Profile
October 07, 2018, 09:10:56 AM
 #9874

Cambiando argomento, non voglio fare allarmismo ma una cosa che mi preoccupa e non poco è lo spread di prezzo che si è ampliato tra Bitfinex e i suoi cugini (Bitstamp, Coinbase e Gemini). Siamo ormai intorno ai 40-50 dollari e  i miei campanelli di allarme rosso stanno suonando all'unisono.

A pensar bene c'è una temporanea difficoltà di arbitraggio in una fase di stagnazione, a pensar male viene in mente sempre la solita parola che inizia per Mt e finisce per Gox.

Siccome è sempre meglio pensar male in questi mercati, ho per ora chiuso ogni posizione e non ho più un satoshi negli exchange, sebbene possa essere un evento temporaneo e contingente come già accaduto in passato.


Io invece non ci vedo nulla di male in una differenza di 40-50$ tra un exchange e l'altro; in fondo per una Coin che quota circa 7000$ si parla di uno spread di circa lo 0,6-0,7% e in un mercato non regolamentato, illiquido e volatile come quello crypto penso che sia una cosa più che normale....anzi in passato, con la rete intasata la differenza era molto più grande, per la gioia e felicità di chi fa arbitraggio.
Quando Bitcoin arriverà a 100.000$ avremo uno spread di 500-1000$ e forse anche allora sarà "normale", o forse no per l'arrivo di LN.

Inoltre tale spread, se non più alto, si verifica con tutte le altre Coin maggiori e più scambiate ( per ovvie ragioni non considero nemmeno quelle poco liquide).
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 07, 2018, 09:24:21 AM
 #9875

Cambiando argomento, non voglio fare allarmismo ma una cosa che mi preoccupa e non poco è lo spread di prezzo che si è ampliato tra Bitfinex e i suoi cugini (Bitstamp, Coinbase e Gemini). Siamo ormai intorno ai 40-50 dollari e  i miei campanelli di allarme rosso stanno suonando all'unisono.

A pensar bene c'è una temporanea difficoltà di arbitraggio in una fase di stagnazione, a pensar male viene in mente sempre la solita parola che inizia per Mt e finisce per Gox.

Siccome è sempre meglio pensar male in questi mercati, ho per ora chiuso ogni posizione e non ho più un satoshi negli exchange, sebbene possa essere un evento temporaneo e contingente come già accaduto in passato.


Io invece non ci vedo nulla di male in una differenza di 40-50$ tra un exchange e l'altro; in fondo per una Coin che quota circa 7000$ si parla di uno spread di circa lo 0,6-0,7% e in un mercato non regolamentato, illiquido e volatile come quello crypto penso che sia una cosa più che normale....anzi in passato, con la rete intasata la differenza era molto più grande, per la gioia e felicità di chi fa arbitraggio.
Quando Bitcoin arriverà a 100.000$ avremo uno spread di 500-1000$ e forse anche allora sarà "normale", o forse no per l'arrivo di LN.

Inoltre tale spread, se non più alto, si verifica con tutte le altre Coin maggiori e più scambiate ( per ovvie ragioni non considero nemmeno quelle poco liquide).

Delle differenze di prezzo tra i vari exchange sarebbero normali se fosse una volta l'uno una volta l'altro. E' invece meno normale che solo uno abbia per periodi prolungati di tempo un prezzo sistematicamente superiore alla media di tutti gli altri.
rattle_rattle
Member
**
Offline Offline

Activity: 119
Merit: 43


View Profile
October 08, 2018, 12:22:54 PM
 #9876

OK,
dico la mia sul movimento di prezzo di Bitcoin: la prossima direzione sarà data dal CNY: ogni volta che il renminbi si svaluta, Bitcoin va in Pump. Ora ci stiamo riavvicinando ai massimi di metà agosto. Se dovesse rompere 7 vs USD, vedo un bel pump su Bitcoin.
Così, giusto per provare a trovare un’argomento per questa price action piuttosto monotona
Maicol792
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1260
Merit: 1010


View Profile
October 08, 2018, 12:26:05 PM
 #9877

Ho letto questo chiarimento twittato da bitfinex ieri ... lo posto giusto per la cronaca

https://medium.com/@Bitfinex/a-response-to-recent-online-rumours-677de7c4d171
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 08, 2018, 05:32:47 PM
 #9878

Nuovo momento da tenere d'occhio per l'ennesimo attacco al triangolo decrescente e (successivamente) alla media mobile. Sapete già che dobbiamo superarle entrambe con convinzione prima di avere decretato la fine del trend ribassista. I minimi crescenti messi a segno da fine giugno fanno ben sperare ma l'onere della prova è a carico dei tori. Long sopra 6850. Short con gravestone candle sul daily + chiusura sotto 6700

creep_o
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 689
Merit: 723



View Profile
October 08, 2018, 08:24:15 PM
 #9879

Nuovo momento da tenere d'occhio per l'ennesimo attacco al triangolo decrescente e (successivamente) alla media mobile. Sapete già che dobbiamo superarle entrambe con convinzione prima di avere decretato la fine del trend ribassista. I minimi crescenti messi a segno da fine giugno fanno ben sperare ma l'onere della prova è a carico dei tori. Long sopra 6850. Short con gravestone candle sul daily + chiusura sotto 6700


Speriamo i tori si facciano valere, però con questi volumi siam sempre lì... sempre sali scendi in questo piccolo range delle ultime settimane e più. Non mi aspetto nulla di che neanche stavolta, neanche in caso di break up (si dice così?). Oh, spero di essermi sbagliato alla grande 🙂
Purtroppo sul breve non vedo come i volumi possano arrivare... unica “luce” (sul breve) potrebbe essere Bakkt a Novembre a portarli, speriamo... a proposito Plutosky, su Bakkt ho letto diversi pareri di più utenti, ma non mi pare tu ti sia mai pronunciato a riguardo e... mi farebbe molto piacere leggere anche il tuo parere, se ti va 😉
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1792
Merit: 3079


View Profile
October 09, 2018, 11:27:52 AM
Merited by Micio (2), Speculatoross (2)
 #9880


Speriamo i tori si facciano valere, però con questi volumi siam sempre lì... sempre sali scendi in questo piccolo range delle ultime settimane e più. Non mi aspetto nulla di che neanche stavolta, neanche in caso di break up (si dice così?). Oh, spero di essermi sbagliato alla grande 🙂
Purtroppo sul breve non vedo come i volumi possano arrivare... unica “luce” (sul breve) potrebbe essere Bakkt a Novembre a portarli, speriamo... a proposito Plutosky, su Bakkt ho letto diversi pareri di più utenti, ma non mi pare tu ti sia mai pronunciato a riguardo e... mi farebbe molto piacere leggere anche il tuo parere, se ti va 😉


Bakkt più ne leggo e più sono entusiasta, anche se resta il motto "non vedo non credo" dato che è sempre difficile distinguere la fuffa markettara dalla realtà dei fatti. Il lancio del primo "prodotto" Bakkt, ossia i futures su bitcoin previsto per novembre è comunque subordinato all'approvazione della CFTC (la SEC delle commodities).

Caratteristiche di Bakkt:

1)Sarà una piattforma per lo scambio (trading), lo stoccaggio (warehousing) e l'utilizzo di bitcoin super-regolata e super-nominativa che risponde a tutte le norme vigenti in termini di AML/KYC e assicurazione sui fondi

2)Dietro Bakkt c'è Intercontinental Exchange (ICE) ossia il NYSE, ossia Wall Street in prima persona.

3)In collaborazione con ICE ci sono Microsoft che metterà a disposizione il suo servizio di cloud Azure e Starbucks che permetterà agli utenti Bakkt di scambiare bitcoin nei suoi punti vendita ed utilizzarli per gli acquisti

4)Bakkt è rivolta sia a clienti istituzionali che retail ma per questi ultimi arriverà in un secondo momento

5)Sarà una piattaforma di trading ma non speculativa: non sarà possibile usare leve o forme di margin trading e se un cliente acquisterà un contratto future per 1 bitcoin, sarò depositato sul suo conto 1 bitcoin vero e proprio. Non sarà quindi un derivato puro come i futures di CBOE/CME. Ovviamente Bakkt si occuperà della custodia e il cliente non avrà mai l'onere di smanettare con wallet, address e chiavi private

6) Le transazioni che avverranno sulla piattaforma Bakkt saranno off-chain , cioè non saranno trasmesse sulla blockchain bitcoin finchè rimarranno all'interno del "circuito Bakkt". In questo modo saranno bypassati tutti i limiti dello scaling e gli usi, ad esempio su Starbucks, non graveranno sulla capacità transazionale della rete btc.

Questo ultimo è l’aspetto che reputo più interessante e che ho approfondito anche chattando con persone molto più esperte di me.

Parrebbe (condizionale è d’obbligo) che Bakkt potrebbe funzionare su piattaforma Liquid di Blockstream, azienda che ha già collaborato con ICE nella realizzazione di un tool di tracking dei prezzi. Liquid è una sidechain bitcoin che è attualmente utilizzata dai principali exchange per velocizzare le transazioni tra gli stessi. In questo modo Bakkt, oltre che un exchange, diventerebbe una blockchain privata “costruita” come 2nd layer sulla blockchain bitcoin in modo tecnicamente simile a quanto è Lightning Network. Neanche LN infatti memorizza le transazioni interne al canale su blockchain bitcoin.

In pratica quando un cliente Bakkt vuole acquistare 1 bitcoin, la piattaforma bloccherà su un address bitcoin quel token che a quel punto diventerà libero di muoversi all’interno della rete bakkt. Tutti i movimenti interni sarebbero registrati sulla blockchain bakkt ma sarebbero inesistenti sulla blockchain bitcoin visto che su questa quel token di fatto non si muove. Quando poi il token dovesse essere ceduto ad un address bitcoin che non fa parte della rete bakkt, il bitcoin verrebbe sbloccato da quell’address. E’ il funzionamento tipico delle sidechain e anche di LN.

Il vantaggio, per chi gestisce Bakkt sarebbe duplice perché verrebbe sfruttata la sicurezza del mining bitcoin senza però necessitare di mining su Bakkt e in un ambiente protetto dove i nodi che convalidano le transazioni sono conosciuti e istituzionali. L’unica cosa di cui dovrebbe preoccuparsi Bakkt sarebbe della protezione del proprio cold wallet. In più verrebbero bypassati tutti i limiti che gli organismi di vigilanza vedono nelle transazioni bitcoin (mancata tracciabilità, anonimato…) perché il registro delle transazioni bakkt sarebbe nominativo e tracciabile, esattamente come sono adesso i registri delle transazioni interbancarie.

Bakkt sarebbero in sostanza i bitcoin così come li hanno sempre sognati gli organismi di vigilanza.

Che sperano probabilmente in una adozione di massa di questa piattaforma anche da parte di istituiti bancari che potrebbero permettere l’acqusito dei bitcoin a loro clienti in un ambiente a loro familiare e perfettamente regolamentato.

Accanto a questo poi continuerebbe a funzionare la rete bitcoin così come è adesso e LN per chi ama transazioni anonime, non tracciabili e decentralizzate.

Se invece Bakkt non userà tecnologia blockchain e sarà solo un exchange centralizzato sarà meno aperto all’entrata di ulteriori operatori istituzionali ma sarà comunque un 2nd layer come descritto sopra anche se in modo più centralizzato di quanto sarebbe possibile con una sidechain.

Ripeto: per il momento si tratta di rumors tutti da verificare. Ma è per me uno scenario affascinante.
Pages: « 1 ... 444 445 446 447 448 449 450 451 452 453 454 455 456 457 458 459 460 461 462 463 464 465 466 467 468 469 470 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 481 482 483 484 485 486 487 488 489 490 491 492 493 [494] 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 ... 1141 »
  Print  
 
Jump to:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!