Bitcoin Forum
April 23, 2019, 06:56:48 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 0.17.1 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 [545] 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 »
  Print  
Author Topic: BITCOIN PUMP!  (Read 688116 times)
Paolo.Demidov
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 462
Merit: 206


View Profile
March 04, 2019, 01:42:45 PM
Merited by Micio (3)
 #10881



Sicuramente un sistema di pagamenti, interno, esterno, integrato con i servizi di messaggistica potrebbe essere di loro interesse, da qui a rendere queste società delle banche... ne passa.
La banca... una attività molto rischiosa di questi tempi.
Ma ad una società che fa utili fantastici con il suo core business, è  interessata ad entrare in profondità in un mondo così complicato, normato, pieno di rischi, come quello finanziario...?

Sono d'accordo e secondo me è solo la parte di gestione pagamenti che interessa a queste aziende, non tutto il resto che attiene l'attività di una banca (mutui, prestiti, .....) e che si porta dietro rischi e necessità di conoscenza specifica del tema. Per gestire i pagamenti invece non hai bisogno di chissà quale know-how: è sufficiente che si tenga traccia della circolazione delle monete che introduci nel sistema.
Anche il fatto che qualcuna abbia acquisito licenza bancaria lo leggo in quest'ottica: un viatico per aprire la strada alla gestione pagamenti.

Poi ovviamente non si può escludere che l'attività bancaria non possa essere di interesse anche nella sua totalità, ma imho questo non avverrà in tempi brevi mentre la gestione pagamenti sì.
Ovviamente il tutto come parere personale ....   Wink







In estrema sintesi, per me Facebook e altri, come ho già detto hanno un grande sogno... creare un gettone spendibile...
per tanti motivi, tra cui il fatto che psicologicamente i gettoni si spendono più facilmente che i soldi contanti.

È il motivo per cui nei casinò si cambiano i soldi in fiches, altrimenti si potrebbe giocare direttamente in contanti.
Ci sono anche dei risvolti contabili e di conteggio, ma è un altro discorso.
Si rientra nel fatto che i casinò non hanno finestre, non ci sono orologi... come accade anche in molte sale slot, qui dietro l'angolo di ogni città italiana.

Fra l'altro... i migliori casinò tendono a fare delle fiches bellissime, coloratissime, perché una discreta percentuale di fiches,
la gente le tiene per ricordo e/o per collezione, cose così...

Ma se una fiches da $ 5, $ 10, $ 25 dollari che il casinò ha pagato non so... 1 $, non torna MAI indietro al cambio, rappresenta un discreto guadagno.
Molte aziende produttrici forniscono addirittura le percentuali dei soggetti e dei tagli più "trattenuti".



Non penso che l'azionariato di Facebook, sarebbe molto contento di una virata o di una svolta verso una FacebookBank,
mentre sarebbe molto contento se Facebook riuscisse a monetizzare meglio i flussi di dati, contenuti, pagine... che genera.

Gettoni, che analogamente a buoni Amazon, possono aiutare molti aspetti di marketing alternativo.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1556045808
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1556045808

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1556045808
Reply with quote  #2

1556045808
Report to moderator
1556045808
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1556045808

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1556045808
Reply with quote  #2

1556045808
Report to moderator
Plutosky
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 504
Merit: 276


View Profile
March 04, 2019, 06:26:25 PM
Merited by Micio (4), coinlocket$ (1)
 #10882



Dipenderà da come andranno veramente le cose, in questo caso (cioè nel voler introdurre una moneta proprietaria e stable)  è molto sottile il confine tra fare la banca e fare la banca centrale.
Se per esempio facessero una nuova moneta legandola  con un concambio prefissato al $  (tanto per fare un esempio) e dichiarando la presenza di dollari a garanzia in rapporto 1:1, NON farebbero più ciò che fa una banca centrale perché gestendo tanti FBcoin quanti sono i dollari a garanzia ad essi riferiti si "limiterebbero" semplicemente ad aver "digitalizzato" il dollaro.

Questo non penso che scatenerebbe le ire dei regolatori, e allo stesso tempo penso che sarebbe più che accettabile da parte di FB/Google perché un sistema simile consentirebbe loro di gestire i pagamenti con la loro moneta, che è proprio ciò che vogliono.

Penso anche che non ci sarebbero i dubbi che hanno accompagnato il caso Tether perché aziende di quel calibro non avrebbero nessuna difficoltà a farsi certificare il deposito di garanzia da una (o più) delle solite società di certificazione.


Se fosse questo lo scenario, il pericolo che sottolineavi più sotto:

Ma anche in assenza di scenari così drastici, se Facebook avesse ad es. un anno un fatturato disastroso, i possessori di FBcoin potrebbero giudicare più rischioso detenere la cripto rispetto ai dollari, e addio parità.

non sarebbe più concreto perché la FBcoin non sarebbe legata al valore della società ma solo al valore del dollaro, e potenzialmente potrebbe anche essere garantita contro il fallimento di FB se solo si rendesse "intoccabile" il deposito dei $ a garanzia.


Infine:
Non dico che non si farà: ma sarei stupito se dopo aver puntato il dito contro Tether per tutto questo tempo, faranno fare a FB la stessa cosa (elevata alla N in termini numerici) senza qualche garanzia in cambio e senza un minimo di regolamentazione.

Sono d'accordo, ma nell'ipotesi di cui sopra la garanzia sarebbe la famosa certificazione del rapporto 1:1 tra FBcoin e $.



La parità 1:1, in assenza di regolamentazione, è rimessa alla bontà d'animo di Facebook.

In più il valore delle riserve è il numero scritto su un conto corrente bancario. Non c'è nulla di trasparente o di pubblico.

Mi devo fidare che :

a)FB abbia detto il vero nell'avere un conto corrente di X miliardi presso la banca pippo

b)la banca pippo abbia confermato dicendo il vero e non sia d'accordo  con FB

c)l'audit indipendente non sia d'accordo sia con FB e la banca pippo e siano in tre ad aver mentito.

Anche perchè i big four in assenza di regolamentazione chiara si sono già rifiutati, tant'è che Circle ha usato Grant Thornton LPP e i Winklevoss Cohen & Company.  

In più l'audit è un controllo periodico, una fotografia in un dato momento (addirittura ci mettono ora e minuti: https://www.centre.io/pdfs/attestation/grant-thornton_circle_usdc_reserves_20190215.pdf ).

E nel mezzo tra un controllo e l'altro?

Alle stablecoin la blockchain serve solo per muovere alla svelta i dollari: per il resto sono la moneta PIU' TRUSTED E CENTRALIZZATA  che sia mai esistita, molto più trusted delle valute fiat tradizionali visto che sono sostanzialmente un'impalcatura fiduciaria costruita sopra le valute tradizionali (che già richiedono fiducia nel governo, nella banca centrale, nello Stato, nell'economia.....)

Se la semisconosciuta Tether ha "tokenizzato" 2.5 miliardi  di dollari, FB si presume che minimo, ma proprio minimo, faccia 10 volte tanto.

Supponiamo 250 miliardi che, in assenza di regole, potrebbe anche decidere di tenere su una banca alle isole Cayman. E tra un audit e l'altro fargli fare chissà cosa, pur di non tenerli immobilizzati e farli fruttare.

Il passo dalle riserve complete alle riserve frazionarie è decisamente breve: l'occasione fa l'uomo ladro.

Senza che il povero utente abbia alcun modo di verificare cosa succede ai suoi dollari, in cambio dei quali ha ottenuto un gettone del suo social preferito.

Gettone, che è destinato a perdere SICURAMENTE ALMENO il 2% (ma probabilmente molto di più) del suo valore ogni anno grazie all'ancoraggio con il suo papà analogico

E senza DARE ALCUNA GARANZIA ASSOLUTA di redemibilità con suddetto papà analogico nel futuro.

Il mondo è bello perchè è vario. Quindi ben vengano le stablecoin se il mercato (non certo io che le vedo come il veleno) le vuole.

Ma probabilmente scordiamoci che le autorità americane facciano diffondere a macchia d'olio una roba del genere (quindi potenzialmente presso ogni azienda X del mondo, anche la più truffaldina) senza prima aver messo bocca in proposito.

E se invece se ne fregheranno, a maggior ragione statene lontani, perchè ci sono tutti gli ingredienti perchè questa storia vada a finire male. Molto male.


Immagino utilizzeranno (quasi sicuramente) un modello dove puoi comprare facebook coin direttamente in dollari, in una specie di market interno. Altrimenti si paleserebbe appunto lo scenario che descrivi. Non credo vogliano creare un'altro titolo o migliorare le crypto, ma semplicemente fare soldi.  Smiley

Si, ma stando a quanto scrive il NY Times FB è in contatto con alcuni exchange per il listing. Quindi sarà possibile scambiarsi FBcoin anche su mercati esterni

Non tenete in euro più soldi di quelli che siete disposti a perdere.
Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 04, 2019, 07:10:42 PM
Merited by Micio (3)
 #10883

Si, quindi è tutta una questione di Fiducia degli utilizzatori nei nuovi e vecchi strumenti.

Ma forse stiamo dando un po' troppo poca fiducia a Facebook, Google, Microsoft e compagnia, che tutto sommato non sono delle startup con base ad Hong Kong o le isole Cayman. Così come ne diamo anche troppo poca alle varie Stablecoin, sia USDT che USDC o TUSD che in fondo guadagnano già bene con quella piccola differenza sulla parità teorica, 1=1, così come compare e varia ogni minuto su Coinmarketcap. Forse non sono delle società propense alla truffa o allo scam/toccata e fuga alla prima occasione.

E milioni di utilizzatori che le usano ogni giorno nelle loro operazioni sui vari exchange a livello di Coinbase e Co, oltre che nei loro wallet personali che adesso si possono usare, forse lo dimostrano. In fondo è la cosa che conta per il loro funzionamento nel tempo futuro.

Quando io compro dei buoni Amazon o utilizzo Apple Pay per spostare del denaro più facilmente ad altri soggetti mi fido di quelle società.  

Perchè non mi dovrei fidare di FB, Microsoft o Google?

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 04, 2019, 07:26:44 PM
 #10884


Che poi quello che interessa maggiormente a quelle società non è di certo speculare o fare giri finanziari, ma i miliardi che nascono dai dati e dalla profilazione dei loro clienti:

https://www.repubblica.it/native/economia/2019/02/27/news/dai_social_alla_spesa_al_supermercato_la_fabbrica_d_oro_dei_big_data-220276976/

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Plutosky
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 504
Merit: 276


View Profile
March 04, 2019, 07:50:46 PM
Merited by Micio (1)
 #10885



Allora sono bullish: forse avremo il momento nel quale la gente si "sveglierà" da questo sonno collettivo e chiederà a gran voce una soluzione altrettanto comoda,potente e veloce, ma (parzialmente) trustless esoprattutto amica della privacy: lighnting network.


Le stablecoin al mondo bitcoin e crypto in generale, porteranno due benefici:

Uno diretto già discusso: se funzioneranno senza vincoli e se davvero si potrà farle uscire dal walled garden delle aziende (due grossi SE), porteranno una grossa iniezione di liquidità. Almeno per il trading.

Uno indiretto e molto più importante, diciamo culturale. Che è quello a cui fai riferimento tu. Aiuteranno milioni di persone a familiarizzare con concetti come wallet o address o chiavi private, per quanto questi concetti saranno annacquati nell'ambiente super user friendly delle aziende

Anche perchè, a parte le fasi di creazione/distruzione e la cazzata micidiale della parità, le stablecoin  per il resto sono cripto a tutti gli effetti.

A quel punto ci sarà da far capire alla "massa" non perchè usare una cripto o cos'è una cripto, ma perchè usare bitcoin.

Parte della complessa transazione culturale da valuta tradizionale a bitcoin, lo farebbe facebook.

Lo spiega molto meglio di me Ari Paul in questo thread, su cui sono decisamente d'accordo:

https://twitter.com/AriDavidPaul/status/1101496130913910785

Non tenete in euro più soldi di quelli che siete disposti a perdere.
duesoldi
Sr. Member
****
Online Online

Activity: 728
Merit: 475


View Profile
March 04, 2019, 08:54:29 PM
Merited by Micio (5)
 #10886

La parità 1:1, in assenza di regolamentazione, è rimessa alla bontà d'animo di Facebook.

In più il valore delle riserve è il numero scritto su un conto corrente bancario. Non c'è nulla di trasparente o di pubblico.

Mi devo fidare che :

a)FB abbia detto il vero nell'avere un conto corrente di X miliardi presso la banca pippo

b)la banca pippo abbia confermato dicendo il vero e non sia d'accordo  con FB

c)l'audit indipendente non sia d'accordo sia con FB e la banca pippo e siano in tre ad aver mentito.


Aspetta, non è che ti devi fidare. Nello scenario che stavo ipotizzando prima, i fondi a garanzia (anche in rapporto 1:1: se questa dovesse essere la norma) sarebbero certificati da una o più società di revisione.
A quel punto ti dovresti fidare delle società di revisione (mettine pure 3 o 4 insieme, non sarebbe un problema date le somme in gioco) ma esattamente come devi fare oggi per un'azienda che sia quotata in borsa. Anche in questo caso ti devi fidare di loro, se non prendi per buona questa loro certificazione non puoi più "fidarti" di nulla in ambito finanziario, sbaglio?

Viceversa prendendo per vera la loro certificazione (inasprisci pure le pene fin che diventi troppo rischioso "provarci") arrivi ad avere una prova concreta del fatto che quei fondi ci siano. Poi mettici pure il fatto che il regolatore possa stabilire che quei fondi devono essere intoccabili fintanto che hai i token FBcoin in giro, ed ecco che lo scenario diventa decisamente più rassicurante.
Alla fine lo sarebbe quasi quanto l' "oggi" visto che anche oggi le fiat in circolazione non sono altro che una promessa sul fatto che qualcuno ti abbia detto che hanno un certo valore.


Alle stablecoin la blockchain serve solo per muovere alla svelta i dollari: per il resto sono la moneta PIU' TRUSTED E CENTRALIZZATA  che sia mai esistita, molto più trusted delle valute fiat tradizionali visto che sono sostanzialmente un'impalcatura fiduciaria costruita sopra le valute tradizionali (che già richiedono fiducia nel governo, nella banca centrale, nello Stato, nell'economia.....)

Qui non commento perché ho già detto che sono d'accordo sull'inutilità di usare una BC per una cosa del genere: sono d'accordo con te.


Supponiamo 250 miliardi che, in assenza di regole, potrebbe anche decidere di tenere su una banca alle isole Cayman. E tra un audit e l'altro fargli fare chissà cosa, pur di non tenerli immobilizzati e farli fruttare.

Il passo dalle riserve complete alle riserve frazionarie è decisamente breve: l'occasione fa l'uomo ladro.

Il rischio esiste però ricordiamoci che la percezione dell'opinione pubblica sta pian piano cambiando nei confronti di questi colossi. Vedi ad esempio il casino che è saltato fuori con FB sul caso Cambridge Analytica.
Lo cito in relazione alla tua osservazione perché mi domando: varrebbe la pena per FB far saltare tutto il giochino (che - ricordiamolo - consente loro il dominio mondiale in un certo settore)  solo per giocare/guadagnare un po' con la riserva frazionaria?
Secondo me avrebbero molto più interesse nel comportarsi bene e far durare il gioco a lungo......


E senza DARE ALCUNA GARANZIA ASSOLUTA di redemibilità con suddetto papà analogico nel futuro.

Dipende: come ho detto prima si tratterebbe di stabilire delle regole. Stabilisci che quei fondi NON possano essere toccati, ed a quel punto il rischio che paventi non c'è più.

Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 05, 2019, 08:51:19 AM
 #10887



- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 05, 2019, 09:28:36 AM
 #10888


Ideologia della Blockchain e accettazione dei social media:   Shocked Shocked

https://bitcoinexchangeguide.com/the-day-bitcoin-arrives-is-the-same-as-when-cryptocurrency-is-synonymous-with-social-media-acceptance/

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 05, 2019, 09:55:36 AM
 #10889



- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
stefy77
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 105



View Profile
March 05, 2019, 11:38:58 AM
 #10890




La domanda sorge spontanea: il terzo quadrante (2029) che valore dovrebbe riportare? Penso che sia la domanda più diffusa tra tutti noi.

Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 05, 2019, 02:33:35 PM
 #10891

La domanda sorge spontanea: il terzo quadrante (2029) che valore dovrebbe riportare? Penso che sia la domanda più diffusa tra tutti noi.

Io credo che quello che mi importa di più è che il Bitcoin dato per morto cento volte è ancora qui, e con una curva comunque in salita.

Ci saranno tanti pum e dump, ma alla fine la mia Fiducia è una sola, ed è anche il motivo per cui sono ancora qui dentro: alla fine della prossima decade il valore sarà più alto.  Wink Wink

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
R@nda
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 376
Merit: 113


View Profile
March 05, 2019, 02:55:45 PM
 #10892

A me basta che rimanga vivo, ben consolidato, sviluppato e riconosciuto nel mondo per quella data...
Se poi vale di più va bene ma se vale meno va bene uguale, purchè ci siano le condizioni dette.
fillippone
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 308
Merit: 342


Self Made Sr. Member


View Profile
March 05, 2019, 03:17:35 PM
 #10893

Ah! Passi la vita a criticare Wall Street e le banche e poi metti su una banca:

Garantiscono il 6% annuo, composto mensilmente (6.2% quindi alla fine).

https://twitter.com/apompliano/status/1102918917255766016?s=21



Io passo: not your keys, not your Bitcoins

Piggy
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 700
Merit: 1272



View Profile WWW
March 05, 2019, 06:32:30 PM
 #10894

Questo mi sembra shilling bello e buono, non molto diverso da quello che faceva McAfee o sbaglio?  Smiley

Bisogna vedere che garanzie danno, sembrerebbe interessante, ma forse forse anche un pò troppo bello per essere vero.  Smiley

Neo_Coin
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 602
Merit: 155


"Be Your Own Bank"


View Profile
March 05, 2019, 06:35:38 PM
 #10895



- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Plutosky
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 504
Merit: 276


View Profile
March 05, 2019, 07:45:29 PM
 #10896



Aspetta, non è che ti devi fidare. Nello scenario che stavo ipotizzando prima, i fondi a garanzia (anche in rapporto 1:1: se questa dovesse essere la norma) sarebbero certificati da una o più società di revisione.
A quel punto ti dovresti fidare delle società di revisione (mettine pure 3 o 4 insieme, non sarebbe un problema date le somme in gioco) ma esattamente come devi fare oggi per un'azienda che sia quotata in borsa. Anche in questo caso ti devi fidare di loro, se non prendi per buona questa loro certificazione non puoi più "fidarti" di nulla in ambito finanziario, sbaglio?


Ehmm, 10 anni fa un tizio avrebbe inventato cose chiamate blockchain pubblica e consenso distribuito proprio per permettere a tutti di verificare e non di doversi fidare. Invece qui si prende solo la parte che fa comodo (quella che permette la velocità di trasferimento) e per il resto si costruisce sopra un'infrastruttura dove l'utente non può verificare un bel nulla: deve solo fare un atto di fede, che si aggiunge all'atto di fede originario (quello che viene riposto nei governi e nelle banche centrali per le valute fiat)

E non limitiamoci a facebook: dopo il prevedibile successo immagino che ogni catena di supermercati, ogni marchio di elettronica di consumo o ogni franchising di abbigliamento vorrà farsi la sua cripto in casa. Gettoni per comprare poltrone, TV al plasma, abiti da sposa. Dollari crittografati che girano su tante piccole blockchain private , chiuse , recintate.

Garantite da tanti dollari non crittografati custoditi chissà dove, chissà da chi, chissà in che modo.

Persone che ripongono fiducia in altre persone. Alla vecchia maniera, insomma.

Mi sembra comunque che abbiamo raggiunto un punto di convergenza nella nostra conversazione :

1)la cosa si diffonderà enormemente, ma necessità di regole per funzionare perchè questa storia della parità è pericolosissima
2)Dal punto di vista dei bitcoin ci sarà più concorrenza ma anche più diffusione e conoscenza. Quindi luci e ombre, con le prime che supereranno le seconde se saremo bravi a far capire le molte cose in cui una blockchain pubblica, borderless, aperta e decentralizzata è superiore a queste fiche da casinò

Non tenete in euro più soldi di quelli che siete disposti a perdere.
Paolo.Demidov
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 462
Merit: 206


View Profile
March 05, 2019, 08:27:33 PM
 #10897



Aspetta, non è che ti devi fidare. Nello scenario che stavo ipotizzando prima, i fondi a garanzia (anche in rapporto 1:1: se questa dovesse essere la norma) sarebbero certificati da una o più società di revisione.
A quel punto ti dovresti fidare delle società di revisione (mettine pure 3 o 4 insieme, non sarebbe un problema date le somme in gioco) ma esattamente come devi fare oggi per un'azienda che sia quotata in borsa. Anche in questo caso ti devi fidare di loro, se non prendi per buona questa loro certificazione non puoi più "fidarti" di nulla in ambito finanziario, sbaglio?


Ehmm, 10 anni fa un tizio avrebbe inventato cose chiamate blockchain pubblica e consenso distribuito proprio per permettere a tutti di verificare e non di doversi fidare. Invece qui si prende solo la parte che fa comodo (quella che permette la velocità di trasferimento) e per il resto si costruisce sopra un'infrastruttura dove l'utente non può verificare un bel nulla: deve solo fare un atto di fede, che si aggiunge all'atto di fede originario (quello che viene riposto nei governi e nelle banche centrali per le valute fiat)

E non limitiamoci a facebook: dopo il prevedibile successo immagino che ogni catena di supermercati, ogni marchio di elettronica di consumo o ogni franchising di abbigliamento vorrà farsi la sua cripto in casa. Gettoni per comprare poltrone, TV al plasma, abiti da sposa. Dollari crittografati che girano su tante piccole blockchain private , chiuse , recintate.

Garantite da tanti dollari non crittografati custoditi chissà dove, chissà da chi, chissà in che modo.

Persone che ripongono fiducia in altre persone. Alla vecchia maniera, insomma.

Mi sembra comunque che abbiamo raggiunto un punto di convergenza nella nostra conversazione :

1)la cosa si diffonderà enormemente, ma necessità di regole per funzionare perchè questa storia della parità è pericolosissima
2)Dal punto di vista dei bitcoin ci sarà più concorrenza ma anche più diffusione e conoscenza. Quindi luci e ombre, con le prime che supereranno le seconde se saremo bravi a far capire le molte cose in cui una blockchain pubblica, borderless, aperta e decentralizzata è superiore a queste fiche da casinò


Non so come saranno i termini della questione, alla fine non li sa nessuno, ma un'ipotetica FacebookCoin, la vedrei più semplice...

Io pago $ 1 e mi danno un gettone, prezzo fisso, senza dover costruire chissà quale garanzia o servizio di custodia... normative, bla bla bla...

Né più e né meno di un soldino d'oro, diamante, perla, smeraldo, rubino, ecc... dei giochi multiplayer.
Né più e né meno di cambiare contanti per fiches al casinò.

Senza limiti.
Un miliardo di utenti cambia 10 miliardi di dollari, stampo 10 miliardi di gettoni.

Con questo gettone, mi verranno offerte delle possibilità all'interno dell'eco-sistema Facebook,
social e Marketplace.


In ogni caso niente a che vedere con il concetto puro di criptovaluta del progetto Bticoin ed altri.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Paolo.Demidov
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 462
Merit: 206


View Profile
March 05, 2019, 08:40:35 PM
 #10898

Ah! Passi la vita a criticare Wall Street e le banche e poi metti su una banca:

Garantiscono il 6% annuo, composto mensilmente (6.2% quindi alla fine).

https://twitter.com/apompliano/status/1102918917255766016?s=21

http://i.imgur.com/5fF7GFv.jpg

Io passo: not your keys, not your Bitcoins


Per offrire il 6% l'anno, significa avere la prospettiva di fare un guadagno maggiore...
queste cripto che uno lascia in deposito che fine fanno ?


Perché prendere in affitto cripto altrui per operare... con le cripto... ?
mah...


Un mio libero pensiero di fantasia...  Undecided


...attenzione il 6% è dato in cripto.
Mi dai 1 Bitcoin, ti darò 1 Bitcoin + un quid...
ma se io ho comprato un Bitcoin a ~ $ 19.000 e ora valgono ~ $ 3.800, alla fine $ .3800 + un quid, non sarà mai $ 19.000.

Magari il guadagno lo ha fatto chi con la cripto in affitto appoggiando operazioni short,
che di commissioni sul mercato OTC sarebbe costata molto di più.


Per fare uno short da manuale, sostanzialmente bisogna trovare qualcuno che ti impresta della criptovaluta, da rivendere all'istante.

Se la cripto non è mia, ma è frutto a sua volta di un prestito, ti impresto cosa vuoi, non ho interesse di vedermi svalutato quello che ho...
senza limiti e senza paletti; anzi meglio se si va giù, riprendere poi cripto per pagare gli interessi promessi, costa meno.


Vediamo come si evolve il discorso...




...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
rattle_rattle
Member
**
Offline Offline

Activity: 72
Merit: 22


View Profile
March 05, 2019, 09:32:43 PM
Last edit: March 05, 2019, 09:58:24 PM by rattle_rattle
 #10899

Ah! Passi la vita a criticare Wall Street e le banche e poi metti su una banca:

Garantiscono il 6% annuo, composto mensilmente (6.2% quindi alla fine).

https://twitter.com/apompliano/status/1102918917255766016?s=21

http://i.imgur.com/5fF7GFv.jpg

Io passo: not your keys, not your Bitcoins


Per offrire il 6% l'anno, significa avere la prospettiva di fare un guadagno maggiore...
queste cripto che uno lascia in deposito che fine fanno ?


Perché prendere in affitto cripto altrui per operare... con le cripto... ?
mah...


Un mio libero pensiero di fantasia...  Undecided


...attenzione il 6% è dato in cripto.
Mi dai 1 Bitcoin, ti darò 1 Bitcoin + un quid...
ma se io ho comprato un Bitcoin a ~ $ 19.000 e ora valgono ~ $ 3.800, alla fine $ .3800 + un quid, non sarà mai $ 19.000.

Magari il guadagno lo ha fatto chi con la cripto in affitto appoggiando operazioni short,
che di commissioni sul mercato OTC sarebbe costata molto di più.


Per quanto riguarda il primo discorso non ho capito bene cosa vuoi dire: il rendimento è in BTC, è spiegato chiaramente: hai il 6.2% circa annuo pagato in BTC. Ovvio che sei esposto a rischio di cambio SE la tua base currency è FIAT. Ma questo non ha nulla a che fare con il contratto in oggetto, e l’esempio che  fai vale anche in caso di aumento di prezzo di Bitcoin, con conseguenze opposte.

Riguardo al secondo punto credo che il business plan sia proprio quello che ipotizzi tu: prendere a prestito BTC, pagando un interesse, per darli a prestito a chi vuole shortare ad un tasso ancora maggiore: in pratica industrializzando quello che avviene già sui desk OTC per le big whale (il più classico dei pronti contro termine, insomma).
Paolo.Demidov
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 462
Merit: 206


View Profile
March 06, 2019, 08:20:52 AM
 #10900

Ah! Passi la vita a criticare Wall Street e le banche e poi metti su una banca:

Garantiscono il 6% annuo, composto mensilmente (6.2% quindi alla fine).

https://twitter.com/apompliano/status/1102918917255766016?s=21

http://i.imgur.com/5fF7GFv.jpg

Io passo: not your keys, not your Bitcoins


Per offrire il 6% l'anno, significa avere la prospettiva di fare un guadagno maggiore...
queste cripto che uno lascia in deposito che fine fanno ?


Perché prendere in affitto cripto altrui per operare... con le cripto... ?
mah...


Un mio libero pensiero di fantasia...  Undecided


...attenzione il 6% è dato in cripto.
Mi dai 1 Bitcoin, ti darò 1 Bitcoin + un quid...
ma se io ho comprato un Bitcoin a ~ $ 19.000 e ora valgono ~ $ 3.800, alla fine $ .3800 + un quid, non sarà mai $ 19.000.

Magari il guadagno lo ha fatto chi con la cripto in affitto appoggiando operazioni short,
che di commissioni sul mercato OTC sarebbe costata molto di più.


Per quanto riguarda il primo discorso non ho capito bene cosa vuoi dire: il rendimento è in BTC, è spiegato chiaramente: hai il 6.2% circa annuo pagato in BTC. Ovvio che sei esposto a rischio di cambio SE la tua base currency è FIAT. Ma questo non ha nulla a che fare con il contratto in oggetto, e l’esempio che  fai vale anche in caso di aumento di prezzo di Bitcoin, con conseguenze opposte.

Riguardo al secondo punto credo che il business plan sia proprio quello che ipotizzi tu: prendere a prestito BTC, pagando un interesse, per darli a prestito a chi vuole shortare ad un tasso ancora maggiore: in pratica industrializzando quello che avviene già sui desk OTC per le big whale (il più classico dei pronti contro termine, insomma).



Il primo punto si lega al secondo.


Il primo punto; se offro il 6% l'anno, significa che ho in mente di farci operazioni per ricavare
il 6+x% l'anno.
Con quali operazioni? Dove vengono impiegate le cripto?


Il secondo punto; concettualmente porsi come intermediario, per far fruttare i Bitcoin, che nell'accezione più pura, erano uno strumento per disintermediare...


Non so mi pare una situazione, come quella di un vecchio detto: si bruciano i lenzuoli per vendere la cenere...

Già il deposito presso terzi dei proprio Bitcoin, ancora ancora... lo posso comprendere, limitato ad discorso custodia.
Ma il deposito presso terzi, per far fare operazioni a questi terzi...


Pompliano del suo che ci mette ?
Con la storia della cripto ha puntato il faro sul suo Morgan Creek Digital ed i suoi fondi.
Magari andrà avanti solo con un discorso Venture Capital, dopo essersi fatto il "nome" ponendosi come paladino dell'innovazione.
Fosse il primo.

C'eravamo da prima di Pompliano, aspettavamo proprio lui...  Roll Eyes

Lo faccio anche io un bel fondo, prendo il... boh... non so, diciamo il 2% fisso di commissioni di gestione,
da una parte ho chi mi impresta le cripto, da quell'altra ho chi mi da il capitale,
nel mezzo faccio delle operazioni... che se vanno bene, grande festa,
se va male, scusate il mio 2%... e chiudo la porta.

Come direbbero da queste parti, guarda ganzo...  Grin

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Pages: « 1 ... 495 496 497 498 499 500 501 502 503 504 505 506 507 508 509 510 511 512 513 514 515 516 517 518 519 520 521 522 523 524 525 526 527 528 529 530 531 532 533 534 535 536 537 538 539 540 541 542 543 544 [545] 546 547 548 549 550 551 552 553 554 555 556 557 558 559 560 561 562 563 564 565 566 567 568 569 570 571 »
  Print  
 
Jump to:  

Sponsored by , a Bitcoin-accepting VPN.
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!