Bitcoin Forum
May 15, 2021, 12:34:54 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 0.21.1 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 [119] 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 ... 178 »
  Print  
Author Topic: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin  (Read 234915 times)
nide83
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 11
Merit: 0


View Profile
April 30, 2018, 07:28:52 PM
 #2361

Provo a rispondere:
1. devi compilare l'RW indicando saldo iniziale e saldo finale pari a zero ;

2. no, non è necessario pagare il 26% su tutte le coin del wallet ma solo sulle plusvalenze effettive del periodo ;

3. il 26% non è da applicare sulle plusvalenze latenti ma solo su quelle effettivamente realizzate :

4. le minus latenti sono irrilevanti, le minus effettive vengono indicate in dichiarazione e sono riportabili quindi si possono compensare con le plus dell'anno successivo ;



Grazie per la risposta.

Non mi è chiarissimo questo "no, non è necessario pagare il 26% su tutte le coin del wallet ma solo sulle plusvalenze effettive del periodo "

Per effettive intendi le plusvalenze maturate nell'anno oppure quando si converte tutto in euro e si portano i soldi sul c7c?
1621082094
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1621082094

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1621082094
Reply with quote  #2

1621082094
Report to moderator
1621082094
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1621082094

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1621082094
Reply with quote  #2

1621082094
Report to moderator
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1621082094
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1621082094

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1621082094
Reply with quote  #2

1621082094
Report to moderator
1621082094
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1621082094

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1621082094
Reply with quote  #2

1621082094
Report to moderator
1621082094
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1621082094

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1621082094
Reply with quote  #2

1621082094
Report to moderator
icio
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 882
Merit: 362


View Profile
April 30, 2018, 11:06:33 PM
 #2362

Provo a rispondere:
1. devi compilare l'RW indicando saldo iniziale e saldo finale pari a zero ;

2. no, non è necessario pagare il 26% su tutte le coin del wallet ma solo sulle plusvalenze effettive del periodo ;

3. il 26% non è da applicare sulle plusvalenze latenti ma solo su quelle effettivamente realizzate :

4. le minus latenti sono irrilevanti, le minus effettive vengono indicate in dichiarazione e sono riportabili quindi si possono compensare con le plus dell'anno successivo ;



Grazie per la risposta.

Non mi è chiarissimo questo "no, non è necessario pagare il 26% su tutte le coin del wallet ma solo sulle plusvalenze effettive del periodo "

Per effettive intendi le plusvalenze maturate nell'anno oppure quando si converte tutto in euro e si portano i soldi sul c7c?

Teoricamente il concetto è questo..ma chiedi ad un commercialista di tua fiducia...qui ci sono più aspetti da valutare, ..ma per le plus....
La plus o minus si determina il giorno che si monetizza...che non vuole solo dire convertire in fiat, ma il giorno, per intenderci, che hai un segno meno nel wallet o conto corrente.
Per cui se hai un bit a 10,  un giorno xxxx lo usi per convertire il suo valore in eth, se quel giorno vale 20, in quel giorno hai monetizzato una plus di 20-10, per cui 10 plus.
Questo non è il 31.12, ma il giorno che effettui l'operazione e gli attribuisci il valore di quel giorno.
insilenzio
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 1
Merit: 0


View Profile
May 01, 2018, 10:37:15 AM
 #2363

salve a tutti come vengono pagate le tasse sui guadagni dal investimenti in ICO
amit2007gunjan
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 378
Merit: 250



View Profile
May 01, 2018, 11:50:03 AM
 #2364


Mi può andare bene di pagare il 26% di tasse, ma su cosa lo pago?
Esempio personale, ho "investito" 1000 euro.
Ho comprato varie altcoin, tramite exchange e non ho mai prelevato niente.
La plusvalenza su cosa la devo considerare?
Sul valore altcoin-1000 alla data del 31/12 o solo nel momento in cui preleverò parte o totale del mio investimento.

Diciamo che per comodità, ho investito 1000 euro, al 31 dicembre ne valevano 25000, quindi dovrei pagare il 26% su 24000 di capitalgain?
O se prelevo al 15 agosto 2018 100000 euro pago il capital gain su 99.000 euro e basta?

Secondo me è relativamente semplice. Se hai investito 1.000 euro in quelle altcoins avrai dei prezzi di carico e delle quantità. Per esempio hai acquistato nel 2017 500 COIN A ad 1 euro l'una e 250 COIN B a 2 euro l'una. Se nel 2018 prelevi dal wallet 100 COIN B e le cambi a 2,50 euro l'una hai ricavato 250 euro a fronte di una spesa per quelle monete di 200 euro. La plus tassabile è 50. Però nel quadro RW, solo a fini di monitoraggio, in dichiarazione 2017 indichi il portafoglio di 1.000 euro. 

UbiatarPlay

▄▄▄▄▄▄
  ████
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
  ████
▀▀▀▀▀▀
        Cryptocurrency to be Everywhere     
   ●Power of Ubiquity  ●Connect- People  ●HumanNetwork  ●Marketplace   

▄▄▄▄▄▄
  ████
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
   ███
  ████
▀▀▀▀▀▀
■Facebook   ■ANN Thread      ■Linkedin 
■Twitter         ■Telegram          ■Github
■Medium       ■Whitepaper    ■Googleplus
josefelix
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 532
Merit: 250


INDEPENDENT WEALTH MANAGEMENT


View Profile
May 01, 2018, 03:05:34 PM
 #2365

Io non prenderei sotto gamba il RW perchè se non lo compili le sanzioni vanno a percentuale sulla somma non dichiarata. Mi sembra fino al 15% e anche di più se il wallet è situato in un paradiso fiscale.



████████████▀████▄████████████████▀███▀████████████████▄█
███▀▀▀▀▀▀▀▀██████████████▀▀▀▀▀▀▀▀███████▀▀▀▀▀▀▀▀█████████
█████████████████████████████████████████████████████████
█████████████████████████████████████████████████████████
██████▀█████████████████████▀████████████████████████████
████████▀▀████████████████████▀▀█████████████████████████
██████████████████████████████████████▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄██████
█████████████████████████████████████████████████▀███████
      |                  |                  |            
JGreg96
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 560
Merit: 144



View Profile
May 01, 2018, 03:18:40 PM
 #2366

Io non prenderei sotto gamba il RW perchè se non lo compili le sanzioni vanno a percentuale sulla somma non dichiarata. Mi sembra fino al 15% e anche di più se il wallet è situato in un paradiso fiscale.

La blockchain è un paradiso fiscale  Grin:
non paghi costi di gestione del conto (anche se di conto non ci prende proprio niente),
paghi solo nel trasferimento delle somme e molto spesso sono cifre piccolissime,
a meno di correlazione diretta tra address e persona stai in "anonimato",
In alcune blockchain ricevi pure delle rendite passive se lasci i soldi fermi (tipo NEO con GAS)



BTCBTCBTC
Ale88
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1288
Merit: 621


View Profile
May 01, 2018, 03:50:11 PM
 #2367

una soluzione può essere, pagare il 26% di plusvalenza, e poi subito dopo inviare richiesta di rimborso motivandola con questo:

https://imgur.com/a/Y0t7xVB

così sei sicuro che non ti arriva un accertamento , e ti giochi l'ultima carta .


Mi può andare bene di pagare il 26% di tasse, ma su cosa lo pago?
Esempio personale, ho "investito" 1000 euro.
Ho comprato varie altcoin, tramite exchange e non ho mai prelevato niente.
La plusvalenza su cosa la devo considerare?
Sul valore altcoin-1000 alla data del 31/12 o solo nel momento in cui preleverò parte o totale del mio investimento.

Diciamo che per comodità, ho investito 1000 euro, al 31 dicembre ne valevano 25000, quindi dovrei pagare il 26% su 24000 di capitalgain?
O se prelevo al 15 agosto 2018 100000 euro pago il capital gain su 99.000 euro e basta?

io credo che finchè il guadagno non si concretizza con un "prelievo", è troppo difficile da dimostrare..
Quoto, non capisco il senso di dichiarare un guadagno virtuale su una cosa che oggi vale 8.000 dollari e magari il prossimo mese sta a 5.000 (ovviamente speriamo di no  Grin). Se i soldi sono ancora investiti in criptovalute tecnicamente non si è guadagnato nulla, è aumentato il valore, ma fino al cash out stiamo parlando di aria fritta.
duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1484
Merit: 1502


View Profile
May 01, 2018, 04:29:53 PM
 #2368

Io non prenderei sotto gamba il RW perchè se non lo compili le sanzioni vanno a percentuale sulla somma non dichiarata. Mi sembra fino al 15% e anche di più se il wallet è situato in un paradiso fiscale.

Sì la sanzione è di quel tipo:
http://www.tasse-fisco.com/dichiarazione-dei-redditi-730-o-unico/quadro-rw-compilazione-quando-come-sanzioni-errori-omissioni/35687/

quoto:
Quote
A titolo di esempio nel caso di omessa indicazioni di conti correnti esteri, indipendentemente dall’importo ivi contenuto la sanzione

Stesso discorso per altre attività finanziarie estere come per esempio il possesso di azioni, partecipazioni, quote di fondi di investimento e strumenti finanziari similari. Anche qui la multa applicabile dal fisco va dal 3% al 15% del valore assunto da tali asset al 31 dicembre dell’anno oggetto della dichiarazione omessa.

Laddove i componenti siano situati in territori a fiscalità privilegiata allora la sanzione aumenta dal 6% al 30% del valore assunto dalle attività non dichiarate nel quadro.

Leggi tutto: http://www.tasse-fisco.com/dichiarazione-dei-redditi-730-o-unico/quadro-rw-compilazione-quando-come-sanzioni-errori-omissioni/35687/#ixzz5EGggJ8gK
Follow us: @tasseefisco on Twitter | tassefisco on Facebook


Detto questo quoto anche una successiva risposta di Ale88 su altro punto:

Quoto, non capisco il senso di dichiarare un guadagno virtuale su una cosa che oggi vale 8.000 dollari e magari il prossimo mese sta a 5.000 (ovviamente speriamo di no  Grin). Se i soldi sono ancora investiti in criptovalute tecnicamente non si è guadagnato nulla, è aumentato il valore, ma fino al cash out stiamo parlando di aria fritta.

perché anche a me sembra che ci si stia fasciando la testa prima di essersela rotta.
Ale88
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1288
Merit: 621


View Profile
May 01, 2018, 04:38:18 PM
 #2369

perché anche a me sembra che ci si stia fasciando la testa prima di essersela rotta.
Curioso questo fatto comunque: normalmente in Italia si cerca di non pagare le tasse sulle cose più ovvie, e spesso si parla di poche centinaia di euro, per le criptovalute invece sembra che tutti vogliano fare a gara per chi paga per prima qualcosa che al momento non è neanche regolamentato. Siamo davvero un caso da studiare noi italiani, il Paese più contorto al mondo  Grin
Minosse
Member
**
Offline Offline

Activity: 113
Merit: 14

Location: tra la sedia e la tastiera


View Profile
May 01, 2018, 06:17:06 PM
 #2370

Ricollegandomi agli ultimi due post di @duesoldi e @Ale88, volevo postare questo link. Le sanzioni menzionate si riferiscono solo se si vendono Bitcoin e se ne posseggono più di 51k. Quindi, anche se io possedessi 500 BTC che voglio tenere nel mio cold storage per i prossimi n anni e non li dichiarassi, nel momento in cui poi volessi dichiararli nel famoso quadro RW, pagherei solo una multa da 250 € a 1000 €. O sbaglio? Cito dall'articolo:

Quote
Il regime sanzionatorio in riferimento al quadro RW ha subito, dal 2013 ad oggi, notevoli variazioni; l’ultima si riferisce alle modifiche apportate all’art.1 del D.Lgs. 471/1997 ad opera dell’art.15 del D.Lgs. 158/2015.
È ancora prevista oggi, nei casi di omessa presentazione della dichiarazione, l’applicazione della sanzione amministrativa che va dal 120% al 240% dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo però ridotto da 258 a 250 euro.
In caso di omessa dichiarazione senza che siano dovute imposte, è applicabile la sanzione da euro 250 a euro 1.000. Tuttavia, se la dichiarazione è presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e comunque prima che siano iniziate attività di accertamento, la sanzione è ridotta da euro 150 a euro 500.

Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza.
^BuTcH^2
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 92
Merit: 5


View Profile
May 01, 2018, 07:03:38 PM
Last edit: May 01, 2018, 07:39:29 PM by ^BuTcH^2
 #2371

Ricollegandomi agli ultimi due post di @duesoldi e @Ale88, volevo postare questo link. Le sanzioni menzionate si riferiscono solo se si vendono Bitcoin e se ne posseggono più di 51k. Quindi, anche se io possedessi 500 BTC che voglio tenere nel mio cold storage per i prossimi n anni e non li dichiarassi, nel momento in cui poi volessi dichiararli nel famoso quadro RW, pagherei solo una multa da 250 € a 1000 €. O sbaglio? Cito dall'articolo:

Quote
Il regime sanzionatorio in riferimento al quadro RW ha subito, dal 2013 ad oggi, notevoli variazioni; l’ultima si riferisce alle modifiche apportate all’art.1 del D.Lgs. 471/1997 ad opera dell’art.15 del D.Lgs. 158/2015.
È ancora prevista oggi, nei casi di omessa presentazione della dichiarazione, l’applicazione della sanzione amministrativa che va dal 120% al 240% dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo però ridotto da 258 a 250 euro.
In caso di omessa dichiarazione senza che siano dovute imposte, è applicabile la sanzione da euro 250 a euro 1.000. Tuttavia, se la dichiarazione è presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e comunque prima che siano iniziate attività di accertamento, la sanzione è ridotta da euro 150 a euro 500.

Se è vero che le sanzioni sono così basse conviene omettere il quadro RW finchè non si farà chiarezza.
Ale88
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1288
Merit: 621


View Profile
May 01, 2018, 07:43:57 PM
 #2372

Ricollegandomi agli ultimi due post di @duesoldi e @Ale88, volevo postare questo link. Le sanzioni menzionate si riferiscono solo se si vendono Bitcoin e se ne posseggono più di 51k. Quindi, anche se io possedessi 500 BTC che voglio tenere nel mio cold storage per i prossimi n anni e non li dichiarassi, nel momento in cui poi volessi dichiararli nel famoso quadro RW, pagherei solo una multa da 250 € a 1000 €. O sbaglio? Cito dall'articolo:

Quote
Il regime sanzionatorio in riferimento al quadro RW ha subito, dal 2013 ad oggi, notevoli variazioni; l’ultima si riferisce alle modifiche apportate all’art.1 del D.Lgs. 471/1997 ad opera dell’art.15 del D.Lgs. 158/2015.
È ancora prevista oggi, nei casi di omessa presentazione della dichiarazione, l’applicazione della sanzione amministrativa che va dal 120% al 240% dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo però ridotto da 258 a 250 euro.
In caso di omessa dichiarazione senza che siano dovute imposte, è applicabile la sanzione da euro 250 a euro 1.000. Tuttavia, se la dichiarazione è presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e comunque prima che siano iniziate attività di accertamento, la sanzione è ridotta da euro 150 a euro 500.
"se ne posseggono più di 51k"? E come possono dimostrarlo se stanno in uno o più wallet? Io potrei metterli anche nel wallet del vicino di casa se volessi, come possono sapere di chi siano se sono ancora sotto formato di BTC presenti sulla blockchain? L'unica cosa dimostrabile sarebbero i bonifici al mio conto se e quando dovessi venderli, ma potrei avere anche 500mln di euro in BTC, però prova a dimostrare che quel wallet è mio, come fanno? Non esiste un modo.
Speculatoross
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 490
Merit: 353


this is not a bounty avatar


View Profile
May 01, 2018, 08:14:47 PM
 #2373

Ricollegandomi agli ultimi due post di @duesoldi e @Ale88, volevo postare questo link. Le sanzioni menzionate si riferiscono solo se si vendono Bitcoin e se ne posseggono più di 51k. Quindi, anche se io possedessi 500 BTC che voglio tenere nel mio cold storage per i prossimi n anni e non li dichiarassi, nel momento in cui poi volessi dichiararli nel famoso quadro RW, pagherei solo una multa da 250 € a 1000 €. O sbaglio? Cito dall'articolo:

Quote
Il regime sanzionatorio in riferimento al quadro RW ha subito, dal 2013 ad oggi, notevoli variazioni; l’ultima si riferisce alle modifiche apportate all’art.1 del D.Lgs. 471/1997 ad opera dell’art.15 del D.Lgs. 158/2015.
È ancora prevista oggi, nei casi di omessa presentazione della dichiarazione, l’applicazione della sanzione amministrativa che va dal 120% al 240% dell’ammontare delle imposte dovute, con un minimo però ridotto da 258 a 250 euro.
In caso di omessa dichiarazione senza che siano dovute imposte, è applicabile la sanzione da euro 250 a euro 1.000. Tuttavia, se la dichiarazione è presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al periodo d’imposta successivo e comunque prima che siano iniziate attività di accertamento, la sanzione è ridotta da euro 150 a euro 500.
"se ne posseggono più di 51k"? E come possono dimostrarlo se stanno in uno o più wallet? Io potrei metterli anche nel wallet del vicino di casa se volessi, come possono sapere di chi siano se sono ancora sotto formato di BTC presenti sulla blockchain? L'unica cosa dimostrabile sarebbero i bonifici al mio conto se e quando dovessi venderli, ma potrei avere anche 500mln di euro in BTC, però prova a dimostrare che quel wallet è mio, come fanno? Non esiste un modo.

Ho sostenuto quest’ultima tesi (vedi grassetto) in più discussioni, cioè che l’unico modo per collegare un indirizzo X ad una persona fisica sia trovare questa in possesso delle chiavi provate di X (salvo eventuali “errori” in caso di transazioni tipo exchange con kyc legati a quell’indirizzo)
Tralasciati i discorsi ip (che comunque fa qualcosa a livello di “tracciamento” ma poco su “collegamento a persona fisica”), credo questo sia corretto.
Di recente @babo aveva risposto qualcosa come “ti beccano quando li spendi” e infatti l’unico modo per collegare un indirizzo a te è quando fai transazioni spendendoli o per tornare fiat.

Per me stiamo al 100% parlando di (eventuale) dichiarazione volontaria.
Chi vuole per prevenire o per stare tranquillo, lo fa,  chi non vuole sa che rischi eventualmente corre.
Siete d’accordo su questo?

Ale88
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1288
Merit: 621


View Profile
May 01, 2018, 08:49:45 PM
 #2374

Ho sostenuto quest’ultima tesi (vedi grassetto) in più discussioni, cioè che l’unico modo per collegare un indirizzo X ad una persona fisica sia trovare questa in possesso delle chiavi provate di X (salvo eventuali “errori” in caso di transazioni tipo exchange con kyc legati a quell’indirizzo)
Tralasciati i discorsi ip (che comunque fa qualcosa a livello di “tracciamento” ma poco su “collegamento a persona fisica”), credo questo sia corretto.
Di recente @babo aveva risposto qualcosa come “ti beccano quando li spendi” e infatti l’unico modo per collegare un indirizzo a te è quando fai transazioni spendendoli o per tornare fiat.

Per me stiamo al 100% parlando di (eventuale) dichiarazione volontaria.
Chi vuole per prevenire o per stare tranquillo, lo fa,  chi non vuole sa che rischi eventualmente corre.
Siete d’accordo su questo?
D'accordo al 100%. Se uno possiede delle criptovalute non convertite in fiat non esiste un modo per provare che siano sue, a meno appunto di, come dici, dimostrare che una persona sia in possesso delle chiavi private, ma anche qui, come fai? Come lo provi? Come puoi saperlo? Cosa fa l'AdE, mette dei virus nei computer di tutti gli italiani per cercare file che potrebbero essere delle private keys? Quindi ripeto, stiamo parlando di aria fritta perché sono cose indimostrabili fino a quando stiamo nel campo del virtuale. Se poi uno vuole pagare un qualcosa che ancora non esiste una legge chiara in merito va beh, se volete vi do anche un mio indirizzo BTC dato che vi piace fare delle donazioni  Grin
icio
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 882
Merit: 362


View Profile
May 01, 2018, 09:40:54 PM
 #2375

Io non prenderei sotto gamba il RW perchè se non lo compili le sanzioni vanno a percentuale sulla somma non dichiarata. Mi sembra fino al 15% e anche di più se il wallet è situato in un paradiso fiscale.

Quoto, però il quadro parla sempre di attività finanziaria.
Se si hanno depositi all'estero va fatto sopra i 15.000 euro e/o cmq se la media supera i 5.000, per cui ci sta se li tengo in exchange estero,
ma se uno li tiene nel suo wallet in Italia ed è italiano?
Sta facendo attività finanziaria?
L'attività finanziaria è materia di banche per quel poco che so..... tenere i propri  soldi in tasca se diversi da Euro rientra in un'attività finanziaria?
Ale88
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1288
Merit: 621


View Profile
May 01, 2018, 09:51:14 PM
 #2376

ma se uno li tiene nel suo wallet in Italia ed è italiano?
Sta facendo attività finanziaria?
In che senso il wallet è in Italia? Il wallet non è altro che un modo di accedere ai propri fondi che sono custoditi sulla blockchain, e la blockchain sta su internet, e non è registrata da nessuna parte. Non è come dire che si accede al dominio italiano della propria banca che è registrata e operativa in Italia. Il wallet è solo uno strumento per arrivare ai propri fondi, nient'altro che quello, non esiste un wallet italiano.
icio
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 882
Merit: 362


View Profile
May 01, 2018, 10:25:00 PM
 #2377

ma se uno li tiene nel suo wallet in Italia ed è italiano?
Sta facendo attività finanziaria?
In che senso il wallet è in Italia? Il wallet non è altro che un modo di accedere ai propri fondi che sono custoditi sulla blockchain, e la blockchain sta su internet, e non è registrata da nessuna parte. Non è come dire che si accede al dominio italiano della propria banca che è registrata e operativa in Italia. Il wallet è solo uno strumento per arrivare ai propri fondi, nient'altro che quello, non esiste un wallet italiano.

 Grin, so dove sono i bit...sto cercando di capire sulla base di cosa di debba compilare il quadro rw

Per cui, se la block fosse ovunque, ma non in Italia,(qui non c'è internet  Grin)  si potrebbe dire devo fare rw...perchè sono sicuramente all'estero.
Ma se il possesso è invece dato da me stesso, (solo io posso usare i miei bit, ho pass e chiavi), si può dire che sono dove sono io...se sono residente in Italia..sono in Italia e se è così non sono all'estero e non rientrano nei conti/depositi esteri.
Rimane il concetto di attività finananziaria estera soggetta a produrre reddito. Se metto i miei bit in un fondo dove prendo interessi o altre forme che mi possono produrre
un reddito, potremmo dire che che sto svolgendo attività finanziaria estera che produce reddito e faccio rw.
Ma se non faccio nessuna attività finanziaria...mi ripeto, mi tengo i miei soldi in tasca diversi da euro, sto facendo un attività finanziaria?
Parliamo di "attività finanziaria"..interessi, prestiti etc etc ..ciò che può produrre reddito
the_poet
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1121
Merit: 1014


Bitcoin accepted here


View Profile
May 01, 2018, 10:27:53 PM
 #2378

In realtà è impossibile stabilire la collocazione geografica di un wallet. Come giustamente detto da Ale88, un wallet è una coppia di stringhe usate per ricevere/inviare bitcoin che stanno sulla blockchain. Ma le due stringhe sono, appunto, delle sequenze alfanumeriche che io posso annotare su un pezzo di carta che tengo nel mio cassetto a Roma (in questo caso il wallet è italiano?), oppure potrei tenerlo su un sito come Dropbox (in quest'ipotesi il wallet sarebbe dello stesso Paese della società che gestisce il cloud?), oppure potrei scegliere entrambe le soluzioni (in questo caso quale sarebbe la nazionalità del wallet?).

A successful man is one who makes more money than his wife can spend. A successful woman is one who can find such a man.
icio
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 882
Merit: 362


View Profile
May 01, 2018, 10:36:36 PM
 #2379

In realtà è impossibile stabilire la collocazione geografica di un wallet. Come giustamente detto da Ale88, un wallet è una coppia di stringhe usate per ricevere/inviare bitcoin che stanno sulla blockchain. Ma le due stringhe sono, appunto, delle sequenze alfanumeriche che io posso annotare su un pezzo di carta che tengo nel mio cassetto a Roma (in questo caso il wallet è italiano?), oppure potrei tenerlo su un sito come Dropbox (in quest'ipotesi il wallet sarebbe dello stesso Paese della società che gestisce il cloud?), oppure potrei scegliere entrambe le soluzioni (in questo caso quale sarebbe la nazionalità del wallet?).

Ok, allora il Legislatore può stabilire a priori che sono all'estero?
Non mi sembra, mi sembra più plausibile dire che visto che ne ho io le chiavi...wallet, carta, lasciamo stare l'aspetto tecnico, ...sono dove sono io, sono con me.
Se sono dove sono io, residente italiano non sono all'estero, oppure qualcuno deve dimostrare che sono all'estero.
Rimane l'altro obbligo...attività finanziaria che ho scritto sopra.

LorenzoB
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 12
Merit: 0


View Profile
May 02, 2018, 03:24:35 AM
 #2380

A vostro parere, il rischio consiste nella non compilazione in sé o nella possibilità di dover dimostrare da dove vengono quei soldi un giorno in cui ipoteticamente verranno ritirati?
Pages: « 1 ... 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 [119] 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 ... 178 »
  Print  
 
Jump to:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!