Bitcoin Forum
February 22, 2019, 10:04:12 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 0.17.1 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 [100] 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 »
  Print  
Author Topic: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin  (Read 207839 times)
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 07:38:51 PM
Last edit: February 05, 2018, 09:03:21 PM by jcyb9
 #1981

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Premesso che non ti risponderò mai "non dichiararli tanto nessuno va a fare una rogatoria internazionale verso l'exchange dove uno studente -figura squattrinata per definizione- ha comprato crypto per pochi euro, più per gioco che per investimento", la risposta è sì: devi dichiararli a fini ISEE.


Come valutare queste crypto a fini ISEE?
Io li valuterei come se fossero titoli generici non quotati ufficialmente (Off The Counter) ovvero con un criterio basato sul prezzo d'acquisto.
Interpretazioni stile risoluzione 72/E ("è valuta estera") lasciano il tempo che trovano[1].
Queste risposte ad interpello come 72/E non costituiscono nemmeno precedente a livello giurisprudenziale.
Anzi la ris.72/E potrà essere disattesa dall'AdE stessa, tranne che per il contribuente che ha sollevato l'interpello che l'ha generata, per via del principio del Legittimo Affidamento[2].

[1]  in primis per assenza di fixing ufficiale giornaliero come esiste per tutte le valute estere.
[2] Ferrini - https://www.facebook.com/lucaferrini.dt/videos/1992234467692405/
"Il fisco non può sanzionare un contribuente che si adegui al comportamento da lui suggerito.
E' il principio del legittimo affidamento."
N.B.: significa che si evitano le sanzioni, non si evitano le tasse residue eventualmente da pagare per mutata interpretazione di una norma fiscale!!!


Che significa operativamente?
Significa che devi prendere il tuo portafoglio crypto e valutarlo con un metodo contabile adeguato, basato appunto sul prezzo d'acquisto perché non esistono prezzi ufficiali di riferimento, come per tutti i titoli OTC. Non so quali principi contabili la Legge imponga al privato cittadino nel valutare un portafoglio titoli OTC, so che per le aziende vale questo, che puoi eventualmente sottoporre al CAF, come fonte d'ispirazione:
https://www.misterfisco.it/principi/Titoli-e-partecipazioni-Principi-contabili-I-Titoli-193/


Il mio CAF non sa dove sbattere la testa!
Il CAF deve adeguarsi alle informazioni che porti, ma non è detto che sia obbligato a contabilizzare migliaia di operazioni di compravendita per valorizzare correttamente un portafoglio titoli.

Ricorda però che la DSU la firmi tu sotto la tua responsabilità.
Non cedere alle pressioni del CAF, se sei deciso a dichiarare tutto (ma devi essere deciso deciso deciso eh!).


E' tutto così complicato! Non sono un'azienda che investe milioni!
Non è giusto! Perché non ci sono risposte chiare?

Italia.

Even if you use Bitcoin through Tor, the way transactions are handled by the network makes anonymity difficult to achieve. Do not expect your transactions to be anonymous unless you really know what you're doing.
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1550873052
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1550873052

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1550873052
Reply with quote  #2

1550873052
Report to moderator
LorenzoB
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 12
Merit: 0


View Profile
February 05, 2018, 07:46:16 PM
 #1982

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Premesso che non ti risponderò mai "non dichiararli tanto nessuno va a fare una rogatoria internazionale verso l'exchange dove uno studente -figura squattrinata per definizione- ha comprato crypto per pochi euro, più per gioco che per investimento", la risposta è sì: devi dichiararli a fini ISEE.


Come valutare queste crypto a fini ISEE?
Io li valuterei come se fossero titoli generici non quotati ufficialmente (Off The Counter) ovvero con un criterio basato sul prezzo d'acquisto.
Interpretazioni stile risoluzione 72/E ("è valuta estera") lasciano il tempo che trovano.
Non costituiscono nemmeno precedente a livello giurisprudenziale.
Anzi la ris.72/E potrà essere disattesa dall'AdE stessa, tranne che per il contribuente che ha sollevato l'interpello che l'ha generata.


Che significa operativamente?
Significa che devi prendere il tuo portafoglio crypto e valutarlo con un metodo contabile adeguato, basato appunto sul prezzo d'acquisto perché non esistono prezzi ufficiali di riferimento, come per tutti i titoli OTC. Non so quali principi contabili la Legge imponga al privato cittadino nel valutare un portafoglio titoli OTC, so che per le aziende vale questo, che puoi eventualmente sottoporre al CAF, come fonte d'ispirazione:
https://www.misterfisco.it/principi/Titoli-e-partecipazioni-Principi-contabili-I-Titoli-193/


Il mio CAF non sa dove sbattere la testa!
Il CAF deve adeguarsi alle informazioni che porti, ma non è detto che sia obbligato a contabilizzare migliaia di operazioni di compravendita per valorizzare correttamente un portafoglio titoli.

Ricorda però che la DSU la firmi tu sotto la tua responsabilità.
Non cedere alle pressioni del CAF, se sei deciso a dichiarare tutto (ma devi essere deciso deciso deciso eh!).


E' tutto così complicato! Non sono un'azienda che investe milioni!
Non è giusto! Perché non ci sono risposte chiare?

Italia.



Quindi, in pratica, dovrei calcolare la somma che ho in questo momento e il caaf mi crede sulla parola? Il punto é che non riesco a trovare da nessuna parte documentazioni ufficiali, anche perché in questo momento tengo gli ethereum in un cold wallet.
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 08:25:18 PM
Last edit: February 05, 2018, 08:50:36 PM by jcyb9
 #1983

Quindi, in pratica, dovrei calcolare la somma
Non ho parlato di somme.

che ho in questo momento e il caaf mi crede sulla parola?
Non ho detto questo.
Il CAF non è tenuto a crederti o non crederti.
Il CAF potrebbe nemmeno essere tenuto ad avvisarti quali siano le sanzioni previste in caso di omesse o false dichiarazioni.
Potrebbe farlo come non farlo.
Il CAF ti fornisce la lista (non esaustiva ed ufficiosa) della documentazione che devi portare.

Se la documentazione è scorretta per errore alla fonte (es.: errore materiale della Banca che ti da una giacenza media sbagliata), potrai rivalerti verso chi ha prodotto quella comunicazione scorretta, ma non è detto che tu ci riesca oppure che tu riesca ad attribuire alla fonte la responsabilità di quell'errore in sede di giudizio ed ottenere risarcimento per eventuali danni per causa di quell'errore da te patiti.
ANZI non è detto che tu non sia considerato corresponsabile degli effetti di quell'errore perché non hai controllato.

Se la documentazione è falsa, il CAF non ha colpe perché la responsabilità penale è personale, cioè di chi ha prodotto il falso.
Chi porta documentazione falsa prodotta da terzi per ottenerne un beneficio, è eventualmente correo di chi l'ha prodotta.
Fortunatamente l'onere della prova è in capo all'accusa, in campo penale. In campo fiscale no.



Il CAF prende le tue carte, ti avvisa -se lo vuole- che per legge non devi omettere nulla di ciò che è necessario a fini ISEE e in base alle carte che porti (o non porti) sputa un risultato che è la DSU, che tu firmi nella tua piena responsabilità[1]. Dalla DSU viene calcolato l'indice sintetico ISEE.

[1] fatte salve responsabilità di terzi per errore materiale, colpa lieve o grave, dolo, ecc. sui quali terzi potrai rivalerti e forse ottenere risarcimenti danni e forse no.
Quote
Il punto é che non riesco a trovare da nessuna parte documentazioni ufficiali, anche perché in questo momento tengo gli ethereum in un cold wallet.
Smiley

Le istruzioni per la compilazione della DSU le trovi sul sito dell'INPS.
LorenzoB
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 12
Merit: 0


View Profile
February 05, 2018, 08:50:37 PM
 #1984

Quindi, in pratica, dovrei calcolare la somma
Non ho parlato di somme.

che ho in questo momento e il caaf mi crede sulla parola?
Non ho detto questo.
Il CAF non è tenuto a crederti o non crederti.
Il CAF potrebbe nemmeno essere tenuto ad avvisarti quali siano le sanzioni previste in caso di omesse o false dichiarazioni.
Potrebbe farlo come non farlo.
Il CAF ti fornisce la lista (non esaustiva ed ufficiosa) della documentazione che devi portare.

Se la documentazione è scorretta per errore alla fonte (es.: errore materiale della Banca che ti da una giacenza media sbagliata), potrai rivalerti verso chi ha prodotto quella comunicazione scorretta, ma non è detto che tu ci riesca oppure che tu riesca ad attribuire alla fonte la responsabilità di quell'errore in sede di giudizio ed ottenere risarcimento per eventuali danni per causa di quell'errore da te patiti.
ANZI non è detto che tu non sia considerato corresponsabile di quell'errore perché non hai controllato.

Se la documentazione è falsa, il CAF non ha colpe perché la responsabilità penale è personale, cioè di chi ha prodotto il falso.
Chi porta documentazione falsa prodotta da terzi per ottenerne un beneficio, è eventualmente correo di chi l'ha prodotta.



Il CAF prende le tue carte, ti avvisa -se lo vuole- che per legge non devi omettere nulla di ciò che è necessario a fini ISEE e in base alle carte che porti (o non porti) sputa un risultato che è la DSU, che tu firmi nella tua piena responsabilità[1]. Dalla DSU viene calcolato l'indice sintetico ISEE.

[1] fatte salve responsabilità di terzi per errore materiale, colpa lieve o grave, dolo, ecc. sui quali terzi potrai rivalerti e forse ottenere risarcimenti danni e forse no.
Quote
Il punto é che non riesco a trovare da nessuna parte documentazioni ufficiali, anche perché in questo momento tengo gli ethereum in un cold wallet.
Smiley

Le istruzioni per la compilazione della DSU le trovi sul sito dell'INPS.


Si ma mi sembra una cosa delirante.
Come faccio a valutare il portafoglio? L'unica cosa sensata mi sembra calcolare da me l'ammontare che ho,ma loro come fanno a controllare?
Inoltre, come faccio a dargli una cifra dato che magari, per la volatilità, domani é dimezzata?
Scusami per le domande ma non so davvero dove sbattere la testa, cercando non ho trovato assolutamente nulla che collegasse in qualche modo criptovalute e isee
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 09:41:55 PM
Last edit: February 05, 2018, 11:16:03 PM by jcyb9
 #1985

Si ma mi sembra una cosa delirante.
Smiley

Come faccio a valutare il portafoglio? L'unica cosa sensata mi sembra calcolare da me l'ammontare che ho,
Ti ho proposto un link, nella prima risposta.
Ci sei andato e hai trovato pagine e pagine di legalese incomprensibile?
Lo so. Mi spiace.

Però puoi fare una cosa: l'Agenzia Entrate aiuta i cittadini ricevendoli di persona.
Presentati da loro con la documentazione che hai e chiedi cosa devi fare per stimare il tuo portafoglio di crittovalute ai fini ISEE.
Non suggerire loro che metodo usare. Limitati a portare la documentazione che hai (il più completa possibile) e pretendi risposta scritta, protocollata, firmata e timbrata da un dirigente che se ne assuma la piena responsabilità.


Quote
ma loro come fanno a controllare?

Come farebbero a controllare, specie se hai fatto i tuoi acquisti su exchange esteri?
Presumo ma posso sbagliarmi e la lista potrebbe non essere esaustiva: a colpi di rogatoria internazionale, intervento dell'Interpol oppure più verosimilmente sfruttando il ribaltamento dell'onere della prova in campo fiscale.

Quote
Inoltre, come faccio a dargli una cifra dato che magari, per la volatilità, domani é dimezzata?
Scusami per le domande ma non so davvero dove sbattere la testa, cercando non ho trovato assolutamente nulla che collegasse in qualche modo criptovalute e isee
Infatti  ho scritto che non esistono prezzi Ufficiali con la U maiuscola, cioè prezzi riassuntivi e consolidati, privati con un qualche metodo della componente volatile giornaliera, dello spread denaro-lettera, ecc ma soprattutto scolpiti nella pietra con effetti legali e fiscali.

Ti ho suggerito un POSSIBILE (non certo) metodo contabile basato sul prezzo d'acquisto (LIFO, FIFO, media ponderata). Possibile ma non certo, come metodo, perché sei un privato e non un'azienda.

Ma si tratta di un mio suggerimento personale. Su di me non puoi fare "Legittimo Affidamento"[1],
mentre su una risposta scritta, protocollata, timbrata e firmata da un dirigente AdE, forse sì (il "forse" sta nel fatto che una risposta siffatta potrebbe non essere sufficiente: è possibile sia necessaria una risposta a interpello formale. Un Difensore Tributario di professione può rispondere a questa domanda, eventualmente).

[1] Principio del "Legittimo Affidamento": Ferrini - https://www.facebook.com/lucaferrini.dt/videos/1992234467692405/
"Il fisco non può sanzionare un contribuente che si adegui al comportamento da lui suggerito."

N.B.: significa che si evitano le sanzioni, non si evitano le tasse residue eventualmente da pagare per mutata interpretazione di una norma fiscale!!!
----------
Chiarisco BENE estendendo il discorso al caso ISEE.
A fini ISEE ti affidi ai suggerimenti[1] AdE, quindi Legittimo Affidamento, non pagherai sanzioni se l'ISEE dovesse essere rivisto.

PERO'! Se l'ISEE dovesse essere rivisto (per esempio per via di pronunciamenti di Corte Costituzionale o simili, riguardanti il mondo crypto e che in particolare impattino la valutazione a fini fiscali di un portafoglio crypto), potresti essere costretto a restituire eventuali benefici eventualmente goduti, come  per esempio la SIA (il cosidetto "Sostegno per l'Inclusione" che è una integrazione al reddito) oppure ticket ospedalieri non pagati per esenzione derivante da un ISEE basso. Fortunatamente non pagheresti eventuali sanzioni. Fortunatamente...


Ricordo che l'AdE non ha potere legislativo né giudiziario ed ha limitato potere interpretativo delle leggi fiscali esistenti.
Tenere sempre ben presente questo principio fondamentale.

[1] uso la parola tecnicamente impropria "suggerimenti" per non appesantire troppo il discorso: per godere del diritto del "Legittimo Affidamento" bisogna fare interpello formale e attendere risposta all'interpello. L'interpello va posto personalmente. Non vale rifarsi alla risposta ad interpello identico posto da terzi, vedi caso 72/E. Funziona così, per quanto possa sembrare strano.

----------------------------
Tutto 'sto macello per fare l'ISEE solo perché si ha una misera giacenza di crittovalute da conteggiare nel patrimonio familiare?
 
Sì. Hai detto la parola giusta, quella con la "D". Smiley
Jokerellone
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 3
Merit: 0


View Profile
February 05, 2018, 10:57:16 PM
 #1986

L'unica cosa certa fin'ora è che, operando con leva c'è l'intento speculativo e va pagato il 26% sulle plusvalenze (o in caso di airdrop rivenduti, su tutto il guadagnato), giusto?
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 11:01:04 PM
 #1987

Su una chat, ad un utente che chiedeva come giustificare grosse cifre ritirate in banca (credo che sia questo il problema principale) un responsabile di TRT ha risposto "chiedendo al tuo commercialista di leggere la ris 72 di ADE del 2016". Avendo investito poco non ho indagato oltre, magari però può essere di aiuto a chi deve affrontare questo problema.
ehm, attenzione.

Una cosa è l'argomento "cosa scrivere alla richiesta della banca sulla provenienza di somme in arrivo sul c/c".
La banca è tenuta a vigilare, nei termini stabiliti dalla legge, ed eventualmete chiedere l'origine della somma in arrivo.

Un'altra cosa è la risoluzione 72/E che riguarda l'ambito della tassazione delle plusvalenze per compravendita di crittovalute.

jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 11:05:30 PM
 #1988

E' solo l'importo superiore alla soglia dei € 51.000 che è soggetto a tassazione.

no, fai attenzione. Smiley

Ris. 72/E settembre 2016 richiama TUIR 67:
"1-ter. Le plusvalenze derivanti dalla cessione a titolo oneroso di valute estere rivenienti da depositi e conti correnti concorrono a formare il reddito a condizione che nel periodo d'imposta la giacenza dei depositi e conti correnti complessivamente intrattenuti dal contribuente, calcolata secondo il cambio vigente all'inizio del periodo di riferimento sia superiore a cento milioni di lire per almeno sette giorni lavorativi continui."

cento milioni di lire = 51645.66€
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 05, 2018, 11:17:27 PM
Last edit: February 06, 2018, 01:28:47 PM by jcyb9
 #1989

L'unica cosa certa fin'ora è che, operando con leva c'è l'intento speculativo e va pagato il 26% sulle plusvalenze (o in caso di airdrop rivenduti, su tutto il guadagnato), giusto?

TUIR 67 c.1-ter non parla né di intento speculativo né di leva.

Fra l'altro parla di valute estere.

Le crypto sono valute estere? Anzi... sono valute?

Smiley

Per comprendere bene il problema, ti rimando al video del Difensore Tributario Luca Ferrini, il cui link è già stato postato da HostFat.
Ci sono -purtroppo- non una ma 3 soluzioni possibili o meglio 3 strade percorribili.

https://www.facebook.com/lucaferrini.dt/videos/2012843715631480/


Faccio una critica a Ferrini: parla di finalità speculativa, ma in TUIR 67 c.1-ter non si parla di finalità speculativa.
Non esplicitamente, per lo meno.
EDIT: non sto a ciurlare nel manico per non provocare troppi mal di testa in chi legge,
ma non è peregrino parlare di definizione implicita di "intento speculativo" all'intero della norma.
Fonte d'ispirazione del mio edit: sempre Ferrini, che spero di aver interpretato bene stavolta.
Se no, mea culpa. Smiley
gnigno77
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 74
Merit: 1


View Profile
February 06, 2018, 08:10:33 AM
 #1990

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Chiedi al CAAF dove fai l'isee se devi dichiararli, penso di no.
Dovresti solo dichiarare giacenze medie conti correnti ed investimenti.
è che a quanto pare, a sentire mia madre che se ne sta occupando, andare a sentire lì è inutile perchè son cose troppo di nicchia.
non c'è qualcuno che ha dovuto fare la stessa cosa per sapere se li ha messi o no?

Pensavo che non dovessero essere dichiarati ai fini ISEE, a meno che non li hai bonificati su un tuo cc (ma in quel caso concorrono alla giacenza media e al saldo finale al 31/12/2017 e quindi sono già presenti negli estratti contabili del tuo cc).
Però dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum, penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
LorenzoB
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 12
Merit: 0


View Profile
February 06, 2018, 08:34:53 AM
 #1991

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Chiedi al CAAF dove fai l'isee se devi dichiararli, penso di no.
Dovresti solo dichiarare giacenze medie conti correnti ed investimenti.
è che a quanto pare, a sentire mia madre che se ne sta occupando, andare a sentire lì è inutile perchè son cose troppo di nicchia.
non c'è qualcuno che ha dovuto fare la stessa cosa per sapere se li ha messi o no?

Pensavo che non dovessero essere dichiarati ai fini ISEE, a meno che non li hai bonificati su un tuo cc (ma in quel caso concorrono alla giacenza media e al saldo finale al 31/12/2017 e quindi sono già presenti negli estratti contabili del tuo cc).
Però dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum, penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
Questo però richiederebbe tempo, o sbaglio? Purtroppo é una cosa che devo fare abbastanza in fretta, probabilmente avrei dovuto pensare prima a questa evenienza ma non pensavo che ci sarebbe stato tutto questo casino.

Non c'è nessuno che si é trovato nella stessa situazione?
gnigno77
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 74
Merit: 1


View Profile
February 06, 2018, 09:35:09 AM
 #1992

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Chiedi al CAAF dove fai l'isee se devi dichiararli, penso di no.
Dovresti solo dichiarare giacenze medie conti correnti ed investimenti.
è che a quanto pare, a sentire mia madre che se ne sta occupando, andare a sentire lì è inutile perchè son cose troppo di nicchia.
non c'è qualcuno che ha dovuto fare la stessa cosa per sapere se li ha messi o no?

Pensavo che non dovessero essere dichiarati ai fini ISEE, a meno che non li hai bonificati su un tuo cc (ma in quel caso concorrono alla giacenza media e al saldo finale al 31/12/2017 e quindi sono già presenti negli estratti contabili del tuo cc).
Però dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum, penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
Questo però richiederebbe tempo, o sbaglio? Purtroppo é una cosa che devo fare abbastanza in fretta, probabilmente avrei dovuto pensare prima a questa evenienza ma non pensavo che ci sarebbe stato tutto questo casino.

Non c'è nessuno che si é trovato nella stessa situazione?

L'unica che ti può dare risposte certe è l'AdE.
specifica che ti serve per l'isee
LorenzoB
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 12
Merit: 0


View Profile
February 06, 2018, 10:19:40 AM
 #1993

aggiornamento:

la pagina facebook di assistenza del CAAF ha risposto "è un argomento che non abbiamo affrontato, si ritiene comunque che vadano indicate".
hanno detto che devo occuparmi io di calcolare il valore dei portafogli e autocertificarlo, calcolando il valore al 31/12/2017, indicarlo come "altri strumenti finanziari", e autocertificarne il valore.
il problema che sorge ora è che, per calcolare il valore dei portafogli al 31/12/2017, dovrei andare a guardare dai grafici il valore che avevano le mie criptovalute quel giorno. Così facendo, però, difficilmente potrei dargli un valore esatto, anche perchè durante la giornata del 31/12/2017 i valori saranno sicuramente cambiati.
dite che posso avere casini se ci sono degli errori nella valutazione? hanno modo di controllare che sia esatta al centesimo?
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 06, 2018, 01:33:57 PM
 #1994

dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum
Alludi? Smiley))

Non lavoro per la Polizia di Terrorismo Fiscale eh! Smiley

Questa è la realtà del nostro sistema fiscale.
Fa paura? Certo. Ma non è un motivo per tapparsi occhi e orecchie.

Se non alludevi, chiedo venia. Smiley
Quote
penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
Interessa a livello conoscitivo, sì. Ma la risposta a un interpello è circoscritta
nei suoi effetti solo per chi l'ha sollevato.

Niente interpelli di massa, mi spiace. Non l'ho deciso io. Il nostro ordinamento funziona così. Smiley

Brutto? Sì. Terrorizzante? Sì.

Pillola rossa o pillola blu?
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 06, 2018, 02:04:56 PM
 #1995

Comunque, ho provato a vederla in questo modo:
Kraken potrebbe essere visto come un conto corrente all'estero.

Informati sulla differenza fra imposizione su plusvalenze da capitale e monitoraggio fiscale.

Nulla di nuovo sotto il sole.
gnigno77
Jr. Member
*
Offline Offline

Activity: 74
Merit: 1


View Profile
February 06, 2018, 02:33:52 PM
 #1996

dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum
Alludi? Smiley))

Non lavoro per la Polizia di Terrorismo Fiscale eh! Smiley

Questa è la realtà del nostro sistema fiscale.
Fa paura? Certo. Ma non è un motivo per tapparsi occhi e orecchie.

Se non alludevi, chiedo venia. Smiley
Quote
penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
Interessa a livello conoscitivo, sì. Ma la risposta a un interpello è circoscritta
nei suoi effetti solo per chi l'ha sollevato.

Niente interpelli di massa, mi spiace. Non l'ho deciso io. Il nostro ordinamento funziona così. Smiley

Brutto? Sì. Terrorizzante? Sì.

Pillola rossa o pillola blu?


Alludo alludo  Grin
Il fatto è che, da come scrivi, intuisco che tu sia abbastanza ferrato in materia ed anche abbastanza "scafato" sul discorso tassazione italiana ma i discorsi che fai, a mio parere corretti, posti così spaventano chi è alle prime armi.
A differenza di altri che scrivono fesserie, per non dire peggio, su tassazioni ecc. Tu scrivi la realtà dei fatti, solo che la rendi un pò troppo drammatica e terrorizzante.
Ovviamente la mia non è una critica: meglio dire le cose come stanno che far finta di niente.
A oggi comunque penso che nulla è stato definito e nulla è certo, meno che mai sanzioni fiscali ecc.
kizzone69
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 73
Merit: 0


View Profile WWW
February 06, 2018, 06:20:58 PM
 #1997

dopo avere letto le risposte (secondo me molto "drammatizzanti", quasi a spaventarti) di altri utenti sul forum
Alludi? Smiley))

Non lavoro per la Polizia di Terrorismo Fiscale eh! Smiley

Questa è la realtà del nostro sistema fiscale.
Fa paura? Certo. Ma non è un motivo per tapparsi occhi e orecchie.

Se non alludevi, chiedo venia. Smiley
Quote
penso che ti toccherà andare alla Agenzia delle Entrate e fare interpello in merito e attendere loro risposta ufficiale.
In bocca al lupo e tienici informati, perchè la cosa interessa (penso) tutti quanti!
Interessa a livello conoscitivo, sì. Ma la risposta a un interpello è circoscritta
nei suoi effetti solo per chi l'ha sollevato.

Niente interpelli di massa, mi spiace. Non l'ho deciso io. Il nostro ordinamento funziona così. Smiley

Brutto? Sì. Terrorizzante? Sì.

Pillola rossa o pillola blu?


Alludo alludo  Grin
Il fatto è che, da come scrivi, intuisco che tu sia abbastanza ferrato in materia ed anche abbastanza "scafato" sul discorso tassazione italiana ma i discorsi che fai, a mio parere corretti, posti così spaventano chi è alle prime armi.
A differenza di altri che scrivono fesserie, per non dire peggio, su tassazioni ecc. Tu scrivi la realtà dei fatti, solo che la rendi un pò troppo drammatica e terrorizzante.
Ovviamente la mia non è una critica: meglio dire le cose come stanno che far finta di niente.
A oggi comunque penso che nulla è stato definito e nulla è certo, meno che mai sanzioni fiscali ecc.
k1mera
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 266
Merit: 140

k1mera


View Profile WWW
February 06, 2018, 06:42:30 PM
 #1998

Buongiorno.
Ho acquistato degli ethereum e degli Iota, e mi trovo a dover fare la dichiarazione ISEE  per l'università.
Devo dichiararli? E nel caso, come devo fare? dato che non saprei come procurarmi estratti conto e giacenza media.
Io avevo letto che al di sotto di 51000 euro non va dichiarato nulla per la dichiarazione dei redditi, ma vale anche per l'ISEE?
grazie in anticipo
Premesso che non ti risponderò mai "non dichiararli tanto nessuno va a fare una rogatoria internazionale verso l'exchange dove uno studente -figura squattrinata per definizione- ha comprato crypto per pochi euro, più per gioco che per investimento", la risposta è sì: devi dichiararli a fini ISEE.


Come valutare queste crypto a fini ISEE?
Io li valuterei come se fossero titoli generici non quotati ufficialmente (Off The Counter) ovvero con un criterio basato sul prezzo d'acquisto.
Interpretazioni stile risoluzione 72/E ("è valuta estera") lasciano il tempo che trovano[1].
Queste risposte ad interpello come 72/E non costituiscono nemmeno precedente a livello giurisprudenziale.
Anzi la ris.72/E potrà essere disattesa dall'AdE stessa, tranne che per il contribuente che ha sollevato l'interpello che l'ha generata, per via del principio del Legittimo Affidamento[2].

[1]  in primis per assenza di fixing ufficiale giornaliero come esiste per tutte le valute estere.
[2] Ferrini - https://www.facebook.com/lucaferrini.dt/videos/1992234467692405/
"Il fisco non può sanzionare un contribuente che si adegui al comportamento da lui suggerito.
E' il principio del legittimo affidamento."
N.B.: significa che si evitano le sanzioni, non si evitano le tasse residue eventualmente da pagare per mutata interpretazione di una norma fiscale!!!


Che significa operativamente?
Significa che devi prendere il tuo portafoglio crypto e valutarlo con un metodo contabile adeguato, basato appunto sul prezzo d'acquisto perché non esistono prezzi ufficiali di riferimento, come per tutti i titoli OTC. Non so quali principi contabili la Legge imponga al privato cittadino nel valutare un portafoglio titoli OTC, so che per le aziende vale questo, che puoi eventualmente sottoporre al CAF, come fonte d'ispirazione:
https://www.misterfisco.it/principi/Titoli-e-partecipazioni-Principi-contabili-I-Titoli-193/


Il mio CAF non sa dove sbattere la testa!
Il CAF deve adeguarsi alle informazioni che porti, ma non è detto che sia obbligato a contabilizzare migliaia di operazioni di compravendita per valorizzare correttamente un portafoglio titoli.

Ricorda però che la DSU la firmi tu sotto la tua responsabilità.
Non cedere alle pressioni del CAF, se sei deciso a dichiarare tutto (ma devi essere deciso deciso deciso eh!).


E' tutto così complicato! Non sono un'azienda che investe milioni!
Non è giusto! Perché non ci sono risposte chiare?

Italia.



Ottime le risposte ma forse l'interpretazione un po' esagerata considerando il contesto.
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 06, 2018, 07:12:29 PM
Last edit: February 06, 2018, 08:11:14 PM by jcyb9
 #1999

Alludo alludo  Grin
Grin
Quote
Il fatto è che, da come scrivi, intuisco che tu sia abbastanza ferrato in materia ed anche abbastanza "scafato" sul discorso tassazione italiana ma i discorsi che fai, a mio parere corretti, posti così spaventano chi è alle prime armi.
Grin
Come ho ampiamente scritto sopra, io descrivo la realtà alla luce dei fatti.
Tale realtà è multisfaccettata.

Non sarò un genio della semplificazione e della parafrasi narrativa, ma alla semplificazione preferisco non omettere nulla perché si parla di IMPOSTE (o ISEE) e possibili SANZIONI collegate che ognuno dovrà eventualmente coprire di tasca propria.

A semplificare e ipersemplificare, inducendo illusorie e pericolose speranze nei contribuenti, ci pensano già i media, dai mainstream ai siti clickbait.
Tanto le sanzioni poi chi le paga? Il corrierino fiscale dei piccoli?

Quote
Tu scrivi la realtà dei fatti, solo che la rendi un pò troppo drammatica e terrorizzante.
Ovviamente la mia non è una critica: meglio dire le cose come stanno che far finta di niente.
A oggi comunque penso che nulla è stato definito e nulla è certo, meno che mai sanzioni fiscali ecc.
Vedi, come in tutti i problemi, non esiste una sola "responsabilità".

La tecnologia ha messo a disposizione delle masse possibilità di investimento finanziario su strumenti complessi, in mercati deregolamentati tramite intermediari esteri su cui depositare i propri (piccoli) capitali.

Le masse non sono necessariamente in grado di comprendere appieno ciò che stanno facendo: non esiste una "patente da investitore", per intenderci.

Una persona vuole investire in un portafoglio di titoli internazionali non quotati ufficialmente tramite intermediari esteri?
Bene. E' suo dovere (se vuole evitare conseguenze) prepararsi PREVENTIVAMENTE a tutti quegli adempimenti che lo Stato ha previsto da decenni (il monitoraggio fiscale, per esempio) e che prima solitamente erano assolti da privati facoltosi, professionisti o aziende, non dall'uomo della strada.

L'uomo della strada si avventura in un campo per lui totalmente nuovo e poi si lamenta perché terrorizzato dalle conseguenze fiscali?
E' brutto dirlo, non vorrei dirlo, ma sono COSTRETTO a dirlo:ignorantia legis non excusat
L'ignoranza della legge non è una scusa per infrangerla e sperare di evitarne le conseguenze.


"Eeeh, ma a scuola guida non mi hanno insegnato questa nuova regola del codice della strada"
Vigile "terrorista": Mi spiace, ma la multa gliela faccio ugualmente perché è dovere di ogni automobilista tenersi informato.
Ma è suo preciso diritto poter ricorrere tramite Prefetto, Giudice di Pace, ecc.


Quote
A oggi comunque penso che nulla è stato definito e nulla è certo, meno che mai sanzioni fiscali ecc.
Grin
"Eeeh ma le cripto sono una cosa nuova non coperta dalla legge."
Falso. La maggior parte delle legislazione esistente casca sulle crypto come un abitino.
Non c'è bisogno di inventare o aggiungere nulla, in molti contesti.


Testimonianza autorevole (video).



Quanto sopra richiama quello che si definisce come "effetto Facebook": la tecnologia ha rimosso delle barriere permettendo all'uomo della strada di esprimere la propria opinione in qualsiasi contesto, medico/scientifico/IMMUNOLOGICO/VACCINISTICO/fiscale/ecc.

L'homo-Facebook vuole dire la sua su tutto, senza averne le competenze, ma non vuole assumersene le responsabilità[1].

Possiamo fare un parallelo diretto fra l'homo-facebook e l'homo-crypto. Smiley

[1] Alludo Alludo Grin Alludo agli antivaccinisti Grin


Concludo con questo: io tutta la normativa che istituisce il monitoraggio fiscale la prenderei e ne farei un grande falò, ma non certo per fare un favore alle crypto o a qualsivoglia investimento estero.

Se poi si vuole darmi del "terrorista", ma va bene! Non mi offendo! Smiley

Chi vuole può trovare conforto in un qualsiasi sito o paginetta facebook che dicono "di non dichiarare nulla e non fare nulla", ma sappia che anche il "non fare" in campo fiscale può avere delle conseguenze sanzionatorie.

Cordialmente
Smiley
jcyb9
Full Member
***
Offline Offline

Activity: 170
Merit: 102


pecunia non olet


View Profile
February 06, 2018, 07:14:00 PM
Last edit: February 06, 2018, 07:53:06 PM by jcyb9
 #2000

Ottime le risposte ma forse l'interpretazione un po' esagerata considerando il contesto.

 Grin

Vuoi che parli delle sanzioni previste in caso di -che ne so- di mancata dichiarazione di Attivi Esteri in RW, o conseguenze a livello di DSU con dati parziali? Oppure delle conseguenze penali in caso di errate autocertificazioni da allegare a una DSU/ISEE (es: autocertificazione di stato di famiglia)?

La DSU/ISEE non è un foglietto del cavolo con quattro firme che "è tutto una formalità"...  nono.

Certo, si dice in giro che "per quattro spicci non ti vengono a cercare"... così si dice.
Lo dicevano anche automobilisti che superavano il limite di soli 20-30 km/h in autostrada.
Lo dicevano finché non hanno inventato il sistema automatizzato Tutor.

Il fisco non sta fermo: si sta automatizzando. Sta inventando anche lui il suo sistema Tutor.
Ma non è solo l'Italia che si muove. Tre paroline magiche: OECD AEOI CRS.

Terrorismo il mio o semplici fatti? Smiley
Nono, meglio non affronti l'argomento. Cheesy

Ah ma tanto c'è lo scudo fiscale, che sana tutto. Quest'anno.
Magari l'anno prossimo non c'è e sarà diverso.
 Shocked

Non le ho decise io le sanzioni eh!



Voglio raccontarti una storia: una persona che conosco si autodichiarava da anni disoccupata semplicemente perché non lavorava... [finisco dopo]
Pages: « 1 ... 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 [100] 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 »
  Print  
 
Jump to:  

Bitcointalk.org is not available or authorized for sale. Do not believe any fake listings.
Sponsored by , a Bitcoin-accepting VPN.
Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!