Bitcoin Forum
January 22, 2022, 06:57:27 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 22.0 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 [178] 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 »
  Print  
Author Topic: Fisco / Tasse / Legge sul Bitcoin  (Read 239343 times)
Paolo.Demidov
Legendary
*
Online Online

Activity: 1470
Merit: 1350



View Profile
May 11, 2021, 12:47:21 PM
 #3541

Se volete iniziare ad orientarvi nel mare magnum della fiscalità con almeno una pretesa di scientificità, o per lo meno contezza della giurisprudenza e dottrina prevalente, vi suggerisco questo libro, in edicola oggi:
….

Grazie. Che tu sappia questi inserti rimangono in edicola solo il giorno nel quale escono (oggi) oppure per qualche tempo ?





In genere un giorno se è un inserito, lo poi chiedere come arretrato pagando un sovrapprezzo.

ehy ! ho un avatar tipo giapponese... Cool
...۞...|...òǥ72Ⱦ27ǥó...|...۞...
1642877847
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1642877847

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1642877847
Reply with quote  #2

1642877847
Report to moderator
1642877847
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1642877847

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1642877847
Reply with quote  #2

1642877847
Report to moderator
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
Paolo.Demidov
Legendary
*
Online Online

Activity: 1470
Merit: 1350



View Profile
May 11, 2021, 12:55:13 PM
 #3542

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? ...

Su alcune cose mi sembrate davvero autolesionisti.
Questo passaggio qui ne è la dimostrazione.
Nel caso in esempio se hai minato 1000 bitcoin è evidente che lo hai fatto per un controvalore pari a massimo di un 2000€ dell'epoca.
Parlando da ex miner posso dirti che è quasi impossibile aver minato più di un X3 dell'investimento iniziale di hardware (a meno che non l'hai fatto nell'anno 1 di BTC)
quindi supponiamo che tu abbia questo wallet con 1000 btc mai movimentati.
Dimostra la blockchain ( che è una prova riconosciuta dalla legge  https://bit.ly/3xVrfAW ) che quei btc stanno lì da quando valevano 2000€ ergo tutto il loro valore è frutto della rivalutazione.
Non hai rubato e non hai ucciso nessuno e l'antiriciclaggio non ti chiederà mai di dimostrare che 2000€ sono di provenienza illecita.

Quando avete questi dubbi autolesionistici e se davvero avete più di 1 btc , smettetela di ammalarvi con le vostre fisime e tirate fuori 200€ per un discreto commercialista.
Vi tranqullizzerà e vi farà passare tutto questo terrore ingiustificato.



La blockchain dimostra che quei Bitcoin erano lì ad un dato momento, poi si sono spostati da un'altra parte, ecc... ecc...
come fai a dimostrare che erano effettivamente i tuoi ? occorre un incrocio di dati...

La blockchain, essendo pseudo anonima, non dimostra nulla da sola.

Potrebbe essere benissimo che un criminale, un evasore, ti dà il mio wallet, gli accessi, le frasi magiche e ti dice, vai in banca ed incassali...
questo è l'aspetto dell'antiriciclaggio difficile da superare, dimostrare che quei determinati Bitcoin siano sempre stati di tua proprietà,
secondo che siano di provenienza lecita.


Per soglie di "spiccoli" è già la stessa legge che prevede una fascia di non tassazione. Però adesso diventa difficile visto che un solo BTC è sopra $ 50.000 da un pezzo...
se in futuro, come tutti si augurano, BTC = $ 1.000.000 si arriva al problema.

Poi è chiaro, finché tutto rimane nella blockchain, è la ricchezza rimane virtuale, il problema non si pone mai... pur sapendo di non essere in regola.
Lo scopo della legge è proprio questo, impedire il reimpiego dei guadagni costituiti illecitamente.

ehy ! ho un avatar tipo giapponese... Cool
...۞...|...òǥ72Ⱦ27ǥó...|...۞...
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1498
Merit: 2415


View Profile
May 11, 2021, 03:47:54 PM
 #3543

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? è impossibile

non mi pare ci sia nessun modo che permetta ad un miner che all'epoca nel 2010 sia stato proprio lui a generare alcuni dei blocchi iniziali e ad accaparrarsi il premio con il suo fiammante core due duo o quad che dir si voglia...

inoltre l'esempio fatto non ha molto senso con i bitcoin perché ricordiamo che il bitcoin è pseudo-anonimo, le ferrari non direi proprio, la sua pseudo-anonimità ricade proprio su quello che ho scritto sopra questa riga

per questo prima ho sottolineato la distinzione tra il dimostrare euro o bitcoin, penso che alla fine uno debba semplicemente dimostrare gli euro ottenuti visto l'impossibilità del resto, chissà se l'ade ne è a conoscenza di questa cosa...

Come sempre bisogna distinguere il piano fiscale da quello penale.
Quello fiscale, se uno non vuole rogne e non vuole sbattersi, si risolve velocemente: paghi il 26% di quello che ricavi dalla vendita delle "migliaia di bitcoin" e nessuno ti dirà mai nulla.

Quello penale, legato al riciclaggio, è più difficile da dimostrare.
Vale però anche il contrario: se tu hai la coscienza a posto e i proventi derivano effettivamente dal mining (attività legittima), quello che rischi sono al massimo degli accertamenti.

E' altamente improbabile venire accusati ed è impossibile venire condannati. Quante persone conosci condannate ingiustamente e senza prove per riciclaggio?
 
E allora per rispondere a questi accertamenti occorre circostanziare gli avvenimenti. E produrre quanti più dati possibile.
Es eri iscritto ad una pool? Hai ancora l' account? Puoi provare in qualche modo l'acquisto di macchine con cui hai minato? Hai ricevute/scontrini/ degli acquisiti fatti? Le tx sulla blockchain sono 1 milione o 1 (dall'address della pool al proprio indirizzo e basta)? Anche un aumento dei consumi di corrente nel periodo incriminato su un'utenza intestata a proprio nome può servire.

Non solo NON ci sono prove che siete dei riciclatori ma non ci sono nemmeno indizi, se non uno: l'improvvisa detenzione di una ricchezza. Che da solo è del tutto insufficiente.
vale sempre il presupposto per cui L'esistenza di un fatto non può essere desunta da indizi a meno che questi siano gravi, precisi e concordanti (art 192 cdpp)

Ricordate inoltre che lo Stato tra l'aspetto fiscale e quello penale privilegia il primo. Se venite condannati , voi andreste in galera ma lo Stato ha un mancato incasso del 26% (magari su milioni), visto che i bitcoin comunque non possono essere confiscati.

Discorso diverso è ovviamente se uno è talmente idiota da comprarsi l'Huracan senza aver mai compilato un RW e senza calcoli sulle plusvalenze.

Questo forum si divide tra gli estremismi di chi crede che basti fare 10 km oltre confine per vivere da nababbi fregandosene di tutto e chi pensa che saremo tutti ammanettati senza aver mai commesso nessun crimine.

Un pò di equilibrio non guasterebbe.
     

Per essere un milionario bitcoin basta possedere un centesimo di bitcoin. Few....
Amph
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2842
Merit: 1040



View Profile
May 11, 2021, 06:46:07 PM
Merited by fillippone (2)
 #3544

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? ...

Su alcune cose mi sembrate davvero autolesionisti.
Questo passaggio qui ne è la dimostrazione.
Nel caso in esempio se hai minato 1000 bitcoin è evidente che lo hai fatto per un controvalore pari a massimo di un 2000€ dell'epoca.
Parlando da ex miner posso dirti che è quasi impossibile aver minato più di un X3 dell'investimento iniziale di hardware (a meno che non l'hai fatto nell'anno 1 di BTC)
quindi supponiamo che tu abbia questo wallet con 1000 btc mai movimentati.
Dimostra la blockchain ( che è una prova riconosciuta dalla legge  https://bit.ly/3xVrfAW ) che quei btc stanno lì da quando valevano 2000€ ergo tutto il loro valore è frutto della rivalutazione.
Non hai rubato e non hai ucciso nessuno e l'antiriciclaggio non ti chiederà mai di dimostrare che 2000€ sono di provenienza illecita.

Quando avete questi dubbi autolesionistici e se davvero avete più di 1 btc , smettetela di ammalarvi con le vostre fisime e tirate fuori 200€ per un discreto commercialista.
Vi tranqullizzerà e vi farà passare tutto questo terrore ingiustificato.


non è assolutamente "quasi impossibile" minare x3 l'investimento iniziale, apparte che io non ho investito nulla ho iniziato con la mia singola gpu minando in 2 minuti 2milioni di doge

l'instamining faceva da padrone ai tempi, era facilissimo fare bitcoin, che ricordiamo andarono a 1000 euro nel 2013...

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? è impossibile

non mi pare ci sia nessun modo che permetta ad un miner che all'epoca nel 2010 sia stato proprio lui a generare alcuni dei blocchi iniziali e ad accaparrarsi il premio con il suo fiammante core due duo o quad che dir si voglia...

inoltre l'esempio fatto non ha molto senso con i bitcoin perché ricordiamo che il bitcoin è pseudo-anonimo, le ferrari non direi proprio, la sua pseudo-anonimità ricade proprio su quello che ho scritto sopra questa riga

per questo prima ho sottolineato la distinzione tra il dimostrare euro o bitcoin, penso che alla fine uno debba semplicemente dimostrare gli euro ottenuti visto l'impossibilità del resto, chissà se l'ade ne è a conoscenza di questa cosa...

Come sempre bisogna distinguere il piano fiscale da quello penale.
Quello fiscale, se uno non vuole rogne e non vuole sbattersi, si risolve velocemente: paghi il 26% di quello che ricavi dalla vendita delle "migliaia di bitcoin" e nessuno ti dirà mai nulla.

Quello penale, legato al riciclaggio, è più difficile da dimostrare.
Vale però anche il contrario: se tu hai la coscienza a posto e i proventi derivano effettivamente dal mining (attività legittima), quello che rischi sono al massimo degli accertamenti.

E' altamente improbabile venire accusati ed è impossibile venire condannati. Quante persone conosci condannate ingiustamente e senza prove per riciclaggio?
 
E allora per rispondere a questi accertamenti occorre circostanziare gli avvenimenti. E produrre quanti più dati possibile.
Es eri iscritto ad una pool? Hai ancora l' account? Puoi provare in qualche modo l'acquisto di macchine con cui hai minato? Hai ricevute/scontrini/ degli acquisiti fatti? Le tx sulla blockchain sono 1 milione o 1 (dall'address della pool al proprio indirizzo e basta)? Anche un aumento dei consumi di corrente nel periodo incriminato su un'utenza intestata a proprio nome può servire.

Non solo NON ci sono prove che siete dei riciclatori ma non ci sono nemmeno indizi, se non uno: l'improvvisa detenzione di una ricchezza. Che da solo è del tutto insufficiente.
vale sempre il presupposto per cui L'esistenza di un fatto non può essere desunta da indizi a meno che questi siano gravi, precisi e concordanti (art 192 cdpp)

Ricordate inoltre che lo Stato tra l'aspetto fiscale e quello penale privilegia il primo. Se venite condannati , voi andreste in galera ma lo Stato ha un mancato incasso del 26% (magari su milioni), visto che i bitcoin comunque non possono essere confiscati.

Discorso diverso è ovviamente se uno è talmente idiota da comprarsi l'Huracan senza aver mai compilato un RW e senza calcoli sulle plusvalenze.

Questo forum si divide tra gli estremismi di chi crede che basti fare 10 km oltre confine per vivere da nababbi fregandosene di tutto e chi pensa che saremo tutti ammanettati senza aver mai commesso nessun crimine.

Un pò di equilibrio non guasterebbe.
      

no minavo in solo quasi sempre

ma in ogni caso forse non traspare da quello che ho scritto, ma volevo sostanzialmente dire che loro non possono fare niente appunto
ZuonKing
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 517
Merit: 298


View Profile
May 12, 2021, 06:40:00 AM
Merited by fillippone (2)
 #3545

...

non è assolutamente "quasi impossibile" minare x3 l'investimento iniziale, apparte che io non ho investito nulla ho iniziato con la mia singola gpu minando in 2 minuti 2milioni di doge

l'instamining faceva da padrone ai tempi, era facilissimo fare bitcoin, che ricordiamo andarono a 1000 euro nel 2013...

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? è impossibile

non mi pare ci sia nessun modo che permetta ad un miner che all'epoca nel 2010 sia stato proprio lui a generare alcuni dei blocchi iniziali e ad accaparrarsi il premio con il suo fiammante core due duo o quad che dir si voglia...

inoltre l'esempio fatto non ha molto senso con i bitcoin perché ricordiamo che il bitcoin è pseudo-anonimo, le ferrari non direi proprio, la sua pseudo-anonimità ricade proprio su quello che ho scritto sopra questa riga

per questo prima ho sottolineato la distinzione tra il dimostrare euro o bitcoin, penso che alla fine uno debba semplicemente dimostrare gli euro ottenuti visto l'impossibilità del resto, chissà se l'ade ne è a conoscenza di questa cosa...

Come sempre bisogna distinguere il piano fiscale da quello penale.
Quello fiscale, se uno non vuole rogne e non vuole sbattersi, si risolve velocemente: paghi il 26% di quello che ricavi dalla vendita delle "migliaia di bitcoin" e nessuno ti dirà mai nulla.

Quello penale, legato al riciclaggio, è più difficile da dimostrare.
Vale però anche il contrario: se tu hai la coscienza a posto e i proventi derivano effettivamente dal mining (attività legittima), quello che rischi sono al massimo degli accertamenti.

E' altamente improbabile venire accusati ed è impossibile venire condannati. Quante persone conosci condannate ingiustamente e senza prove per riciclaggio?
 
E allora per rispondere a questi accertamenti occorre circostanziare gli avvenimenti. E produrre quanti più dati possibile.
Es eri iscritto ad una pool? Hai ancora l' account? Puoi provare in qualche modo l'acquisto di macchine con cui hai minato? Hai ricevute/scontrini/ degli acquisiti fatti? Le tx sulla blockchain sono 1 milione o 1 (dall'address della pool al proprio indirizzo e basta)? Anche un aumento dei consumi di corrente nel periodo incriminato su un'utenza intestata a proprio nome può servire.

Non solo NON ci sono prove che siete dei riciclatori ma non ci sono nemmeno indizi, se non uno: l'improvvisa detenzione di una ricchezza. Che da solo è del tutto insufficiente.
vale sempre il presupposto per cui L'esistenza di un fatto non può essere desunta da indizi a meno che questi siano gravi, precisi e concordanti (art 192 cdpp)

Ricordate inoltre che lo Stato tra l'aspetto fiscale e quello penale privilegia il primo. Se venite condannati , voi andreste in galera ma lo Stato ha un mancato incasso del 26% (magari su milioni), visto che i bitcoin comunque non possono essere confiscati.

Discorso diverso è ovviamente se uno è talmente idiota da comprarsi l'Huracan senza aver mai compilato un RW e senza calcoli sulle plusvalenze.

Questo forum si divide tra gli estremismi di chi crede che basti fare 10 km oltre confine per vivere da nababbi fregandosene di tutto e chi pensa che saremo tutti ammanettati senza aver mai commesso nessun crimine.

Un pò di equilibrio non guasterebbe.
      

no minavo in solo quasi sempre

ma in ogni caso forse non traspare da quello che ho scritto, ma volevo sostanzialmente dire che loro non possono fare niente appunto

O beh.... io sono arrivato tardi....
investii 800€ per una scheda video mostruosa, e appena recuperai l'investimento , la difficoltà schizzò alle stelle e smisi.
:-P
ZuonKing
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 517
Merit: 298


View Profile
May 12, 2021, 06:52:15 AM
 #3546

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? ...

Su alcune cose mi sembrate davvero autolesionisti.
Questo passaggio qui ne è la dimostrazione.
Nel caso in esempio se hai minato 1000 bitcoin è evidente che lo hai fatto per un controvalore pari a massimo di un 2000€ dell'epoca.
Parlando da ex miner posso dirti che è quasi impossibile aver minato più di un X3 dell'investimento iniziale di hardware (a meno che non l'hai fatto nell'anno 1 di BTC)
quindi supponiamo che tu abbia questo wallet con 1000 btc mai movimentati.
Dimostra la blockchain ( che è una prova riconosciuta dalla legge  https://bit.ly/3xVrfAW ) che quei btc stanno lì da quando valevano 2000€ ergo tutto il loro valore è frutto della rivalutazione.
Non hai rubato e non hai ucciso nessuno e l'antiriciclaggio non ti chiederà mai di dimostrare che 2000€ sono di provenienza illecita.

Quando avete questi dubbi autolesionistici e se davvero avete più di 1 btc , smettetela di ammalarvi con le vostre fisime e tirate fuori 200€ per un discreto commercialista.
Vi tranqullizzerà e vi farà passare tutto questo terrore ingiustificato.



La blockchain dimostra che quei Bitcoin erano lì ad un dato momento, poi si sono spostati da un'altra parte, ecc... ecc...
come fai a dimostrare che erano effettivamente i tuoi ? occorre un incrocio di dati...

La blockchain, essendo pseudo anonima, non dimostra nulla da sola.

Potrebbe essere benissimo che un criminale, un evasore, ti dà il mio wallet, gli accessi, le frasi magiche e ti dice, vai in banca ed incassali...
questo è l'aspetto dell'antiriciclaggio difficile da superare, dimostrare che quei determinati Bitcoin siano sempre stati di tua proprietà,
secondo che siano di provenienza lecita.


Per soglie di "spiccoli" è già la stessa legge che prevede una fascia di non tassazione. Però adesso diventa difficile visto che un solo BTC è sopra $ 50.000 da un pezzo...
se in futuro, come tutti si augurano, BTC = $ 1.000.000 si arriva al problema.

Poi è chiaro, finché tutto rimane nella blockchain, è la ricchezza rimane virtuale, il problema non si pone mai... pur sapendo di non essere in regola.
Lo scopo della legge è proprio questo, impedire il reimpiego dei guadagni costituiti illecitamente.


La blockchain dimostra che quei Bitcoin erano lì ad un dato momento ma mostra anche tutti i passaggi che hanno fatto. Con i software che ci sono puoi vedere tutta la storia.
Per venirti ad accusare di essere un riciclatore devi aver ricevuto BTC sporchi sui tuoi wallet nell'arco di 1-2 passaggi )e anche lì è tutto da dimostrare che tu ne fossi al corrente). Se puoi dimostrare il motivo per cui hai ricevuto quei btc stai a posto.

Nel mio caso ho conservato le chiavi di tutti i miei wallet e sono stato un hodler veramente da manuale (pochissimi movimenti ) e quindi posso dimostrare che OGGI sono proprietario di tutti i wallet e che i miei btc stanno lì da quando valevano meno di un mio stipendio.

Ma anche se così non fosse, mi preoccuperei solo se realmente avessi ricevuto BTC sporchi da riciclare, diversamente il tuo terrore non avrebbe senso.
Almeno i rappresentanti delle forze dell'ordine che conosco io, vanno a caccia di "cattivi" quelli veri, non di poveri disgraziati che hanno avuto una botta di culo.
(poi boh... magari sono stato fortunato io nella vita, eh...)
ZuonKing
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 517
Merit: 298


View Profile
May 12, 2021, 06:53:41 AM
 #3547

Se volete iniziare ad orientarvi nel mare magnum della fiscalità con almeno una pretesa di scientificità, o per lo meno contezza della giurisprudenza e dottrina prevalente, vi suggerisco questo libro, in edicola oggi:


Quote

DESCRIZIONE

Il fenomeno delle criptovalute è ormai noto da anni e sta assumendo una rilevanza sempre maggiore, che condizionerà svariati settori dell¿economia nel prossimo futuro.
La Guida del Sole 24 Ore affronta in modo sistematico i principali risvolti dell'adozione delle criptovalute nella realtà quotidiana e fornisce gli strumenti per una migliore conoscenza e comprensione del fenomeno affinché i professionisti possano adeguatamente supportare privati e imprese, ciascuno per le proprie competenze, cogliendone soprattutto le implicazioni giuridiche e fiscali, oltre che economiche e finanziarie.


Disponibile anche in versione digitale, eventualmente.

Link shop Il sole 24 Ore

Fico
Tutta roba che noi sappiamo già, ma lo regalo al mio commercialista
:-D

ZK
Tommot
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 399
Merit: 266


View Profile
May 12, 2021, 08:20:23 AM
Merited by fillippone (1)
 #3548

l'unica cosa dimostrabile è lo storico degli exchange, ma questo vale solo per le compravendite dei bitcoin o trading in generale.

per il mining iniziale di scamcoin o di chi ha minato in pochi giorni migliaia di bitcoin e gli ha tenuti fin'ora, come fa a dimostrare che quei bitcoin sono effettivamente suoi e non li ha rubati o avuti per mezzo di fini illeciti? ...

Su alcune cose mi sembrate davvero autolesionisti.
Questo passaggio qui ne è la dimostrazione.
Nel caso in esempio se hai minato 1000 bitcoin è evidente che lo hai fatto per un controvalore pari a massimo di un 2000€ dell'epoca.
Parlando da ex miner posso dirti che è quasi impossibile aver minato più di un X3 dell'investimento iniziale di hardware (a meno che non l'hai fatto nell'anno 1 di BTC)
quindi supponiamo che tu abbia questo wallet con 1000 btc mai movimentati.
Dimostra la blockchain ( che è una prova riconosciuta dalla legge  https://bit.ly/3xVrfAW ) che quei btc stanno lì da quando valevano 2000€ ergo tutto il loro valore è frutto della rivalutazione.
Non hai rubato e non hai ucciso nessuno e l'antiriciclaggio non ti chiederà mai di dimostrare che 2000€ sono di provenienza illecita.

Quando avete questi dubbi autolesionistici e se davvero avete più di 1 btc , smettetela di ammalarvi con le vostre fisime e tirate fuori 200€ per un discreto commercialista.
Vi tranqullizzerà e vi farà passare tutto questo terrore ingiustificato.




La blockchain dimostra che quei Bitcoin erano lì ad un dato momento, poi si sono spostati da un'altra parte, ecc... ecc...
come fai a dimostrare che erano effettivamente i tuoi ? occorre un incrocio di dati...

La blockchain, essendo pseudo anonima, non dimostra nulla da sola.

Potrebbe essere benissimo che un criminale, un evasore, ti dà il mio wallet, gli accessi, le frasi magiche e ti dice, vai in banca ed incassali...
questo è l'aspetto dell'antiriciclaggio difficile da superare, dimostrare che quei determinati Bitcoin siano sempre stati di tua proprietà,
secondo che siano di provenienza lecita.


Per soglie di "spiccoli" è già la stessa legge che prevede una fascia di non tassazione. Però adesso diventa difficile visto che un solo BTC è sopra $ 50.000 da un pezzo...
se in futuro, come tutti si augurano, BTC = $ 1.000.000 si arriva al problema.

Poi è chiaro, finché tutto rimane nella blockchain, è la ricchezza rimane virtuale, il problema non si pone mai... pur sapendo di non essere in regola.
Lo scopo della legge è proprio questo, impedire il reimpiego dei guadagni costituiti illecitamente.


La blockchain dimostra che quei Bitcoin erano lì ad un dato momento ma mostra anche tutti i passaggi che hanno fatto. Con i software che ci sono puoi vedere tutta la storia.
Per venirti ad accusare di essere un riciclatore devi aver ricevuto BTC sporchi sui tuoi wallet nell'arco di 1-2 passaggi )e anche lì è tutto da dimostrare che tu ne fossi al corrente). Se puoi dimostrare il motivo per cui hai ricevuto quei btc stai a posto.

Nel mio caso ho conservato le chiavi di tutti i miei wallet e sono stato un hodler veramente da manuale (pochissimi movimenti ) e quindi posso dimostrare che OGGI sono proprietario di tutti i wallet e che i miei btc stanno lì da quando valevano meno di un mio stipendio.

Ma anche se così non fosse, mi preoccuperei solo se realmente avessi ricevuto BTC sporchi da riciclare, diversamente il tuo terrore non avrebbe senso.
Almeno i rappresentanti delle forze dell'ordine che conosco io, vanno a caccia di "cattivi" quelli veri, non di poveri disgraziati che hanno avuto una botta di culo.
(poi boh... magari sono stato fortunato io nella vita, eh...)

E se invece i BTC di cui ho fatto cash out deriverebbero dalla vendita di Crypto guadagnate tramite ICO ? Tipo Wawes o Lisk che si sono rivalutate nel tempo ?

Mi basterebbero i movimento degli exchange ? o poi mi chiederebbero anche la provenienza delle crypto che ho usato per fare l'ICO stessa ?

Lisk.
    Develop Decentralized Applications & Sidechains in JavaScript with Lisk!
    Website | Blog | BTT Thread | Chat - Be part of the decentralized application movement!
fillippone
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1316
Merit: 7881


Merit Rascal- Filthy, mustachioed, lustful Italian


View Profile
May 12, 2021, 11:25:10 AM
 #3549


E se invece i BTC di cui ho fatto cash out deriverebbero dalla vendita di Crypto guadagnate tramite ICO ? Tipo Wawes o Lisk che si sono rivalutate nel tempo ?

Mi basterebbero i movimento degli exchange ? o poi mi chiederebbero anche la provenienza delle crypto che ho usato per fare l'ICO stessa ?


Secondo me rimangono due alternative:
  • Parere di un commercialista "serio"
  • Se hai davvero voglia di fare cashout, prova a contattare Banca Sella, l'unico Payment Processor in Italia che sia in grado di indirizzarti, con un certo track record , in questo "campo minato"

Come al solito, quando vedo qualche nome a me nuovo, sono andato a farmi un giro sui tuoi post passati: beh, complimenti! Spero che un giorno ci racconterai di tempi eroici nei quali hai iniziato!

Dernoste
Member
**
Offline Offline

Activity: 269
Merit: 43


View Profile
May 12, 2021, 12:49:44 PM
 #3550

ma questo non era il forum dei cyberpunk e ora post su post di come pagare le tasse? siamo diventati cyberlusso....
SatoshiNakamoto stara' bestemmiando in aramaico antico...
siamo scesi in basso molto in basso!!!
HostFat
Moderator
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 3822
Merit: 1154


I support freedom of choice


View Profile
May 12, 2021, 01:15:43 PM
 #3551

https://smallpdf.com/result#r=f45128f492bcdf977b765a6c30a5d549&t=share-document

NON DO ASSISTENZA PRIVATA
duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1736
Merit: 1877


View Profile
May 12, 2021, 01:32:33 PM
 #3552


Grazie.
Ennesima interpretazione….. nella quale il punto più interessante mi sembra sia quello finale:

Quote
Quest'ultima precisazione, confermata dall’Agenzia delle entrate, esclude, per converso, che le
valute virtuali siano rilevanti ai fini del monitoraggio fiscale in tutti i casi nei quali le chiavi
crittografiche siano detenute presso custodial residenti o, soprattutto, su dispositivi gestiti
privatamente dal titolare (paper wallet, cold wallet, etc.).

Qualcuno ha un riferimento preciso alla parte che ho evidenziato ? per alcuni potrebbe essere molto utile. Lo dico perché proprio ieri sera ho sentito l'intervista di Avella fatta da Ametrano (ultimo digital gold) e lui non era d'accordo su questo punto.

ZuonKing
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 517
Merit: 298


View Profile
May 12, 2021, 01:51:53 PM
 #3553


Ultima frase esplosiva.
In particolar modo il "...confermata dall’Agenzia delle entrate..."
C'è immediatamente da andare a scoprire dove l'Agenzia delle entrate conferma questo  Cool
Tommot
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 399
Merit: 266


View Profile
May 12, 2021, 02:03:11 PM
 #3554


E se invece i BTC di cui ho fatto cash out deriverebbero dalla vendita di Crypto guadagnate tramite ICO ? Tipo Wawes o Lisk che si sono rivalutate nel tempo ?

Mi basterebbero i movimento degli exchange ? o poi mi chiederebbero anche la provenienza delle crypto che ho usato per fare l'ICO stessa ?


Secondo me rimangono due alternative:
  • Parere di un commercialista "serio"
  • Se hai davvero voglia di fare cashout, prova a contattare Banca Sella, l'unico Payment Processor in Italia che sia in grado di indirizzarti, con un certo track record , in questo "campo minato"

Come al solito, quando vedo qualche nome a me nuovo, sono andato a farmi un giro sui tuoi post passati: beh, complimenti! Spero che un giorno ci racconterai di tempi eroici nei quali hai iniziato!


Si leggo il forum ma non posto molto .. comunque .. so che è già stato scritto / spiegato ma vorrei chiedere un chiarimento se possibile riguardo le plusvalenze :

A questo punto penso di aver capito che vanno calcolate ogni volta che faccio uno scambio su un exchange di qualsiasi crypto <--> crypto, o quando le prelevo dall'exchange allora devo
calcolare la plusvalenza ?

In alcuni video dicono che la plusvalenza va calcolata quando prelevo dal wallet .. anche se non ho capito se intendono il wallet proprio o quello dell'exchange.

Scusate se non mi sono spiegato molto bene.


Lisk.
    Develop Decentralized Applications & Sidechains in JavaScript with Lisk!
    Website | Blog | BTT Thread | Chat - Be part of the decentralized application movement!
fillippone
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1316
Merit: 7881


Merit Rascal- Filthy, mustachioed, lustful Italian


View Profile
May 12, 2021, 02:07:26 PM
 #3555


Scusate se non mi sono spiegato molto bene.



Secondo Avella, redattore del libro menzionato poco sopra e del video linkato ancora sopra, crypto/crypto non da luogo a tassazione, solo quando si converte con FIAT.
Comunque io inizierei a compare il libro, per lo meno.
(cosa che in realtà ho fatto... anche se non ho intenzione di fare cashout prossimamente).

Ale88
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1540
Merit: 1021


View Profile
May 12, 2021, 06:22:50 PM
 #3556

Una delle condizioni più convenienti secondo me sarà proprio il dichiarare innocenti fino a prova contraria, zero inversione dell'onere della prova. Arriverà una circolare dell'ADE (se sarà abbastanza furba da cogliere la palla al balzo) con scritto "siamo consapevoli della fortissima rivalutazione delle crypto nella decade 2010-2020 e salvo indagini esterne, agevoliamo la dichiarazione dei patrimoni consistenti". Sto sognando?  Grin
Se fossero intelligenti e capissero come funziona il settore lo farebbero, conoscendoli invece propenderei di più per una legge con tassazione del capital gain oltre il 26%, loro penseranno di prendere una barcata di soldi e invece riceveranno spiccioli.

Com'era finita la vicenda del super bollo? Lo stato che già si sfregava le mani perché doveva prendere centinaia di milioni in più e cos'ha ottenuto? Riduzione enorme della vendita delle auto che erano soggette al super bollo, leasing con targhe della Repubblica Ceca, etc etc, quindi non solo non hanno guadagnato nulla, perdono soldi e le tasse vengono pagate all'estero. Però continuano a lasciarlo. E a perdere soldi.
duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1736
Merit: 1877


View Profile
May 12, 2021, 07:48:39 PM
 #3557

..... Però continuano a lasciarlo. E a perdere soldi.

Lo lasciano per una questione di immagine: chi vuoi che si opponga se lo stato mette il superbollo sulle auto da ricchi, inquinanti, e con motorizzazione spropositata perciò inquinante?  chiunque direbbe: fanno bene !
E' questo che mi fa pensare male con le cripto: chi vuoi che si opporrebbe se lo stato decidesse di bastonare (parlando di tasse) le cripto visto che sono usate da spacciatori, drogati, ricattatori e venditori di armi ?
Il passo sarebbe molto breve.....

(ovviamente sono ironico, ma ormai non mi stupirei più di nulla)



Ale88
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1540
Merit: 1021


View Profile
May 12, 2021, 08:06:19 PM
 #3558

..... Però continuano a lasciarlo. E a perdere soldi.
Lo lasciano per una questione di immagine: chi vuoi che si opponga se lo stato mette il superbollo sulle auto da ricchi, inquinanti, e con motorizzazione spropositata perciò inquinante?  chiunque direbbe: fanno bene !
E' questo che mi fa pensare male con le cripto: chi vuoi che si opporrebbe se lo stato decidesse di bastonare (parlando di tasse) le cripto visto che sono usate da spacciatori, drogati, ricattatori e venditori di armi ?
Il passo sarebbe molto breve.....

(ovviamente sono ironico, ma ormai non mi stupirei più di nulla)
Il problema è che la tua ironia corrisponde al pensiero comune della maggioranza della gente. L'Italia è un paese fondato sull'invidia, quindi provvedimenti del genere sarebbero sicuramente accolti bene da tantissime persone. "Loro hanno fatto i soldi con le cripto e io, che non so nulla e non ho investito nulla, non ho guadagnato niente, non è giusto, corretto che li tassino il più possibile", questo sarà il pensiero dell'italiano medio.
ZuonKing
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 517
Merit: 298


View Profile
May 21, 2021, 10:24:55 AM
 #3559

IL FUTURO DELLA TASSAZIONE:

In una intervista all'eclettico Eugenio Benetazzo (CEO of YouChain) , lui accenna che nell'arco di 1-2 anni l'Europa dovrebbe approvare il trattamento fiscale delle Cripto alla stregua di Asset Finanziari (ergo: trattamento fiscale leggermente peggiore rispetto ad ora), cosa che poi dovrà esser recepita dalle singole nazioni.

https://youtu.be/eYIyCDXy7eI?t=2445
Ale88
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1540
Merit: 1021


View Profile
May 21, 2021, 03:49:41 PM
 #3560

IL FUTURO DELLA TASSAZIONE:

In una intervista all'eclettico Eugenio Benetazzo (CEO of YouChain) , lui accenna che nell'arco di 1-2 anni l'Europa dovrebbe approvare il trattamento fiscale delle Cripto alla stregua di Asset Finanziari (ergo: trattamento fiscale leggermente peggiore rispetto ad ora), cosa che poi dovrà esser recepita dalle singole nazioni.
Ovviamente, che altro ci si poteva aspettare?  Roll Eyes
Io fossi in loro chiederei un onestissimo 80% sull'investimento totale, neanche sul capital gain, così almeno sono ancora più soldi, funziona così, no? Tu ordini, e la gente paga  Roll Eyes
Pages: « 1 ... 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 [178] 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 »
  Print  
 
Jump to:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!