Bitcoin Forum
November 27, 2020, 10:50:51 AM *
News: Bitcointalk Community Awards
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 602 603 604 605 606 607 608 609 610 611 612 613 614 615 616 617 618 619 620 621 622 623 624 625 626 627 628 629 630 631 632 633 634 635 636 637 638 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 [652] 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 ... 811 »
  Print  
Author Topic: BITCOIN PUMP!  (Read 757585 times)
Paolo.Demidov
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1050
Merit: 726


View Profile
October 09, 2019, 01:25:18 PM
Merited by fillippone (1)
 #13021

la seconda: la moneta non è un' unita di misura, la parità aurea è stata superata 50 anni fa.

La moneta è un'unità di misura, eccome.
La moneta è l'unità di misura per misurare il valore di qualcosa tramite i prezzi.
é un'unità di misura particolare però: mentre il chilogrammo ha massa stabile (grazie per averci ricordato la differenza tra massa e peso, le medie le abbiamo fatte tutti), la moneta invece è un'unità di misura variabile, nello specifico si restringe costantemente, in seguito all'inflazione.



...se sta fermo o alle normali velocità in cui viviamo  Grin

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
1606474251
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1606474251

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1606474251
Reply with quote  #2

1606474251
Report to moderator
1606474251
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1606474251

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1606474251
Reply with quote  #2

1606474251
Report to moderator
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction. Advertise here.
1606474251
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1606474251

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1606474251
Reply with quote  #2

1606474251
Report to moderator
1606474251
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1606474251

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1606474251
Reply with quote  #2

1606474251
Report to moderator
jqprez
Member
**
Offline Offline

Activity: 550
Merit: 32


View Profile
October 09, 2019, 02:00:06 PM
 #13022

la seconda: la moneta non è un' unita di misura, la parità aurea è stata superata 50 anni fa.

La moneta è un'unità di misura, eccome.
La moneta è l'unità di misura per misurare il valore di qualcosa tramite i prezzi.
é un'unità di misura particolare però: mentre il chilogrammo ha massa stabile (grazie per averci ricordato la differenza tra massa e peso, le medie le abbiamo fatte tutti), la moneta invece è un'unità di misura variabile, nello specifico si restringe costantemente, in seguito all'inflazione.



...se sta fermo o alle normali velocità in cui viviamo  Grin
alla velocità a cui vivo io varia anche la massa, figuriamoci le monete. L' unità di misura variabile è bellissima comunque.
Neo_Coin
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 1148
Merit: 285


"Be Your Own Bank"


View Profile
October 09, 2019, 02:25:58 PM
 #13023


Binance insieme ad Alichat e Alipay che dominano in Cina:

http://ow.ly/k3Ci30pGT8d?fbclid=IwAR3i1eXRMT4SelBdc_Qyb4CLqzCVild7tlgNl4cZlnBb3gMiwlqlt0TgS2M

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1078
Merit: 1377


View Profile
October 09, 2019, 05:03:11 PM
Merited by fillippone (3), geppettobtc (1)
 #13024

Lightning Network viene solitamente definito come il second layer di Bitcoin, costruito sopra la struttura delle rete principale.

Ma se invece la rete principale diventasse proprio LN?

Se fosse Bitcoin ad essere lo strato base, le fondamenta, di una tecnologia che ha margini per diventare più grande di Bitcoin stesso?

Un pò come il TCP/IP è la base di Internet, ma il primo non lo conosce quasi nessuno, il secondo è noto a tutti.

Contrariamente a quello che è il pensiero dominante io sono, per così dire, ancora più "bullish" riguardo a LN di quanto non lo sia rispetto a Bitcoin, sebbene sia evidente che il primo non può funzionare senza il secondo.

A mio modo di vedere è molto più vicino LN a diventare un futuro "digital cash" di quanto non sia Bitcoin ad essere "digital gold".

Bitcoin è hard-money diversa dall'oro, con pro e contro rispetto al metallo giallo, ma comunque con caratteristiche diverse (sul confronto ne abbiamo parlato a fiumi anche su queste pagine)

L'oro (così come i terreni, i beni primari...) possono essere una forma alternativa a Bitcoin per la protezione del proprio capitale contro le follie di banche centrali e governi.

Ne consegue che Bitcoin non è l'unica forma di hard-money esistente, ne esistono altre.

Bitcoin ha dei concorrenti da questo punto di vista.

Invece LN non ne ha.

Con la scomparsa futura del contante, non esisteranno altre forme di pagamento privato, istantaneo, "punto a punto"

Su LN la transazione viene finalizzata all'istante (come con il contante, e a differenza di una tx bitcoin)

Su LN la transazione è privata, solo le due parti sanno della sua esistenza, (come con il contante e a differenza di una tx bitcoin)

Su LN posso scegliere il nodo a cui collegarmi realizzando una vera tx P2P, senza nodi intermediari, esattamente come con il contante

Su LN una tx ha commissioni sostanzialmente nulle, come con il contante e, anche qui, a differenza di una tx btc on-chain

LN, a parte le difficoltà tecniche e il fatto che è una tecnologia acerba, ha solo vantaggi rispetto al contante: posso pagare qualcuno ovunque nel mondo, cosa che con il cash non posso fare.

Ma per il resto è, in tutto e per tutto, digital cash.

Ieri una banca di investimenti francese, Bpifrance (tra l'altro di parzialmente posseduta dallo Stato) ha investito 8 milioni di dollari in Acinq, una delle startup più attive nello sviluppo di LN (https://www.coindesk.com/state-owned-french-bank-joins-bitcoin-startups-8-million-series-a?utm_source=twitter&utm_medium=coindesk&utm_term=&utm_content=&utm_campaign=Organic%20)

Jack Dorsey e altre figure storiche della Silicon Valley, sono tra i principali investitori in altre startup LN.

Foldapp e le altre app simili, di cui ho parlato qualche post indietro, permettono di accumulare satoshi spendendo fiat (o bitcoin) e di riutilizzare quei satoshi tramite LN.

Se ci pensate è la forma più semplice per venire in possesso di bitcoin: semplicemente facendo acquisti di beni in fiat con la carta di credito.

Non c'è bisogno di iscriversi ad un exchange, fare KYC e tutte le complicazioni che oggi esistono per l'utente medio per acquisire btc.

Spendo in un modo a me familiare e congeniale , mantenendo le mie abitudini, e al tempo stesso risparmio rispetto all’uso tradizionale con carta.

Il risparmio mi viene automaticamente convertito in spiccioli di bitcoin che posso holdare o rispendere a loro volta.

La difficoltà tecnica consiste nello scaricare e installare un wallet LN, operazione però che sugli ultimi client (Bluewallet ad es) è veramente alla portata di tanti.

Il limite semmai è che si basa tutto su gift card: un eventuale crescita esponenziale nell’uso di questi strumenti non so come verrebbe recepita da Amazon e altri grossi merchant. O come verrebbe recepita dagli Stati visto che si tratta, sia pur per importi molto modesti, di moneta non tracciabile.

Ma se c’è un modo semplice e accattivante con il quale molti “nocoiners” possono avvicinarsi a questa tecnologia è sicuramente questo.

Siamo ancora agli inizi ma le potenzialità future di LN sono, secondo me, immense.

 

"Only government can take perfectly good paper, cover it with perfectly good ink and make the combination worthless" M. Friedman
duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1316
Merit: 1275


View Profile
October 09, 2019, 08:14:01 PM
 #13025

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry

fillippone
Hero Member
*****
Online Online

Activity: 896
Merit: 4551


Merit Rascal


View Profile
October 09, 2019, 08:19:55 PM
 #13026

Vorrei sapere quanti ricchi hanno 100k sul conto.
Comunque in Svizzera già esistono i cc a tasso negativo e li prelevano le banconote da 1000 chf (o500) e le mettono in cassetta di sicurezza.

jqprez
Member
**
Offline Offline

Activity: 550
Merit: 32


View Profile
October 09, 2019, 08:28:53 PM
 #13027

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry


diversificazione è l'unica soluzione.  Oro, diamanti, case, terreni ecc.
Paolo.Demidov
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1050
Merit: 726


View Profile
October 09, 2019, 10:53:41 PM
 #13028

Vorrei sapere quanti ricchi hanno 100k sul conto.
Comunque in Svizzera già esistono i cc a tasso negativo e li prelevano le banconote da 1000 chf (o500) e le mettono in cassetta di sicurezza.


...ci possono anche essere, non di certo in Unicredit, considerando le norme del bail-in.


Un dato è uscito oggi nei private banking italiani ci sono 1.165.126 clienti,
con una media di € 810.212 cadauno.


Ma dire che sui conti correnti, fermi non c'è poi moltissimo.

...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
jack0m
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2366
Merit: 1263


View Profile
October 09, 2019, 10:54:09 PM
 #13029

Vorrei sapere quanti ricchi hanno 100k sul conto.
Comunque in Svizzera già esistono i cc a tasso negativo e li prelevano le banconote da 1000 chf (o500) e le mettono in cassetta di sicurezza.

il problema è che in banche italiane sarebbero in cassette di insicurezza

Money is a hoax. Debt is slavery. Consumerism is toxic.
Paolo.Demidov
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1050
Merit: 726


View Profile
October 09, 2019, 10:58:16 PM
 #13030

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry


diversificazione è l'unica soluzione.  Oro, diamanti, case, terreni ecc.


I diamanti non possono essere considerati un investimento o uno strumento finanziario, per il semplice fatto che sono gravati da IVA, attualmente 22%;
ovvero sono considerati un bene, di lusso ma un bene di consumo.


Investire in diamanti è come investire in un carico di scope elettriche.



Case e terreni... sì e no...

Dipende da come si detengono gli strumenti finanziari, case e terreni come persona fisica assolutamente no, come società immobiliare, agricola...
forse... stando molto attenti.









...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1078
Merit: 1377


View Profile
October 10, 2019, 06:17:46 AM
 #13031

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry



Dal suo punto di vista non ha torto: i tassi negativi sono una conseguenza delle politiche della banca centrale non certo un desiderio delle banche, visto che erodono i profitti di quest'ultime.

Nella testa di Draghi&C, ufficialmente, le politiche espansive dovrebbero servire a stimolare consumi e investimenti.

In un periodo di scarsa propensione alla spesa, sempre secondo la teoria malsana di cui sopra, fintanto che le persone non hanno un "sensibile costo" nel tenere liquidità ferma sui conti corrente, continueranno a farlo e quindi non faranno "girare l'economia".

I tassi negativi rientrerebbero perfettamente negli obiettivi dei QE, anzi sarebbero il modo (sempre secondo i suddetti signori) attraverso il quale le immissioni di liquidità non si fermano al circuito finanziario ma stimolano la spesa nell'economia reale.

Il problema è che applicando a tappeto tassi negativi temono un bank-run.

E quindi si torna lì: fintanto che non avranno reso il contante ancora più costoso nell'uso dei tassi negativi non applicheranno mai rendimenti sotto zero ai correntisti comuni.

Ma preparatevi perchè appena il contante sarà ingabbiato non si limiteranno ai conti sopra 100k€

"Only government can take perfectly good paper, cover it with perfectly good ink and make the combination worthless" M. Friedman
babo
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2338
Merit: 1920



View Profile WWW
October 10, 2019, 06:30:34 AM
Merited by fillippone (2)
 #13032

~snip~
Il problema è che applicando a tappeto tassi negativi temono un bank-run.

E quindi si torna lì: fintanto che non avranno reso il contante ancora più costoso nell'uso dei tassi negativi non applicheranno mai rendimenti sotto zero ai correntisti comuni.

Ma preparatevi perchè appena il contante sarà ingabbiato non si limiteranno ai conti sopra 100k€

Un bank run telefonato, come si dice in gergo calcistico.
Il problema fondamentale di tutta questa follia è l'eccessivo potere dato in mano a chi non ha assolutamente idea di quello che sta facendo (io noto che si procede per prove ed errori, almeno secondo me).
Purtroppo il sistema non è cosi resiliente da permettere eccessive prove (ed errori) anzi è talmente fragile che le fluttuazioni possono portare il sistema a divergere pesantemente creando veri e propri terremoti.

Il potere in questo caso è stato assolutamente gestito male.

.freebitcoin.       ▄▄▄█▀▀██▄▄▄
   ▄▄██████▄▄█  █▀▀█▄▄
  ███  █▀▀███████▄▄██▀
   ▀▀▀██▄▄█  ████▀▀  ▄██
▄███▄▄  ▀▀▀▀▀▀▀  ▄▄██████
██▀▀█████▄     ▄██▀█ ▀▀██
██▄▄███▀▀██   ███▀ ▄▄  ▀█
███████▄▄███ ███▄▄ ▀▀▄  █
██▀▀████████ █████  █▀▄██
 █▄▄████████ █████   ███
  ▀████  ███ ████▄▄███▀
     ▀▀████   ████▀▀
BITCOIN
DICE
EVENT
BETTING
WIN A LAMBO !

.
            ▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄███████████▄▄▄▄▄
▄▄▄▄▄██████████████████████████████████▄▄▄▄
▀██████████████████████████████████████████████▄▄▄
▄▄████▄█████▄████████████████████████████▄█████▄████▄▄
▀████████▀▀▀████████████████████████████████▀▀▀██████████▄
  ▀▀▀████▄▄▄███████████████████████████████▄▄▄██████████
       ▀█████▀  ▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀  ▀█████▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
.PLAY NOW.
BitBitCoin
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1249
Merit: 1004


View Profile WWW
October 10, 2019, 07:09:59 AM
 #13033

Intanto niente ETF...
https://it.cointelegraph.com/news/us-sec-rejects-bitwise-bitcoin-etf-proposal

fillippone
Hero Member
*****
Online Online

Activity: 896
Merit: 4551


Merit Rascal


View Profile
October 10, 2019, 08:16:58 AM
Merited by Plutosky (30)
 #13034

Lightning Network viene solitamente definito come il second layer di Bitcoin, costruito sopra la struttura delle rete principale.

Ma se invece la rete principale diventasse proprio LN?

Se fosse Bitcoin ad essere lo strato base, le fondamenta, di una tecnologia che ha margini per diventare più grande di Bitcoin stesso?

Un pò come il TCP/IP è la base di Internet, ma il primo non lo conosce quasi nessuno, il secondo è noto a tutti.

Contrariamente a quello che è il pensiero dominante io sono, per così dire, ancora più "bullish" riguardo a LN di quanto non lo sia rispetto a Bitcoin, sebbene sia evidente che il primo non può funzionare senza il secondo.

A mio modo di vedere è molto più vicino LN a diventare un futuro "digital cash" di quanto non sia Bitcoin ad essere "digital gold".

<SNIP>

Siamo ancora agli inizi ma le potenzialità future di LN sono, secondo me, immense.

 

Assolutamente d'accordo, ed è questo lo scenario che prevedevo ed auspicavo quando ancora facevo i miei report mensili.

Al momento LN è un network ancora poco funzionale, molto centralizzato, dove spesso la liquidità non è sufficiente a concludere i pagamenti con un rate accettabile. Ma fermarsi a questo sarebbe riduttivo.
Al momento LN è un "invisible asset" dell'ecosistema Bitcoin. Si sta preparando il layer 2, che sarà quello effettivamente utilizzato per le transazioni, lasciando al layer inferiore compiti diversi.
Anzi sarà possibile (ed alcuni tentativi sono già stati fatti in passato) di costruire su questo layer 2 layer ancora superiori, layer 3, per intenderci.
Il paragone che fai con il TCP/IP è quanto mai calzante, e bitcoin è esattamente questo: il protocollo di base per il trasferimento di asset digitali su una rete decentralizzata, così come il TCP/IP è il protocollo fondamentale per il trasferimento di dati.
Così come sul protocollo TCP/IP sono stati costruiti livelli superiori di servizi (HTML, e-mail, FTP, CCS, etc..) che oggi ci forniscono una gamma sconfinata di servizi, superando anche le limitazioni del protocollo base, così succederà con Bitcoin, il protocollo base sul quale verranno costruiti servizi al momento neanche immaginabili ad oggi.
Per tutti quei servizi, pagamenti, microtransazioni, like sui social, o non so che altro, verranno usati layer superiori, lasciando a Bitcoin e le sue "misere" 3 transazioni al secondo le vere transazioni relative alla funzione "principe" di bitcoin, ovvero quella di "Store of Value".Le uniche transazioni Bitcoin saranno lente, di importi notevoli e con altrettanto notevoli fees: proprio come oggi quando si devono trasferire grossi patrimoni, si pagano fees elevate, così accadrà in futuro. Non avrà senso, insomma, uno scenario à la Roger Ver, dove tutte le transazioni, anche quelle per pagare il caffè, avverranno on-chain.



jqprez
Member
**
Offline Offline

Activity: 550
Merit: 32


View Profile
October 10, 2019, 10:01:55 AM
 #13035

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry


diversificazione è l'unica soluzione.  Oro, diamanti, case, terreni ecc.


I diamanti non possono essere considerati un investimento o uno strumento finanziario, per il semplice fatto che sono gravati da IVA, attualmente 22%;
ovvero sono considerati un bene, di lusso ma un bene di consumo.


Investire in diamanti è come investire in un carico di scope elettriche.



Case e terreni... sì e no...

Dipende da come si detengono gli strumenti finanziari, case e terreni come persona fisica assolutamente no, come società immobiliare, agricola...
forse... stando molto attenti.









Se vai a ginevra non la paghi l' IVA. Se investi 200k € in terreni e case Sicuramente devi stare meno attento rispetto a se compri 200k € in BTC. Non è male la pensata di investire in scope elettriche. Comprati delle azioni della dyson
Dionisio
Newbie
*
Offline Offline

Activity: 23
Merit: 12


View Profile
October 10, 2019, 11:30:08 AM
 #13036

ecco che arrivano le prime notizie sui tassi di interesse negativi anche in italia:

https://www.ilsole24ore.com/art/unicredit-2020-tassi-negativi-depositi-oltre-100mila-euro-ACkT8Iq




duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1316
Merit: 1275


View Profile
October 10, 2019, 12:17:50 PM
 #13037

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry



Dal suo punto di vista non ha torto: i tassi negativi sono una conseguenza delle politiche della banca centrale non certo un desiderio delle banche, visto che erodono i profitti di quest'ultime.

Nella testa di Draghi&C, ufficialmente, le politiche espansive dovrebbero servire a stimolare consumi e investimenti.

In un periodo di scarsa propensione alla spesa, sempre secondo la teoria malsana di cui sopra, fintanto che le persone non hanno un "sensibile costo" nel tenere liquidità ferma sui conti corrente, continueranno a farlo e quindi non faranno "girare l'economia".

Nella tua risposta ho grassettato un concetto che non capisco.
Se io cliente lascio sul conto 100k , quelli sono soldi miei che diventano della banca (con l'obbligo di restituzione), quindi quei soldi la banca LI HA, non ha bisogno né di chiederli alla BCE né tantomeno di depositarle presso essa.
Al massimo potrà decidere di tenerli lì senza farci nulla, ma quei soldi sono in suo possesso, nella sua disponibilità.
Quindi non rappresentano un costo per la banca.
Di conseguenza perché dovrebbe chiedere alla BCE di imporre tassi negativi ai depositi del cliente eccetera eccetera ? potrei capirlo se quei soldi fermi per la banca rappresentassero un costo, ma non è così.

Sbaglio ?
O forse la banca è obbligata a girare questi 100k sui conti BCE in caso di non utilizzo dopo tot giorni ?
(chiedo perché non conosco questi meccanismi bancari)

fillippone
Hero Member
*****
Online Online

Activity: 896
Merit: 4551


Merit Rascal


View Profile
October 10, 2019, 12:31:30 PM
Last edit: October 10, 2019, 01:06:27 PM by fillippone
Merited by duesoldi (1)
 #13038

Non c'è differenza tra il caso nel quale la banca detenga liquidità presso la ECB o presso un suo contro corrente: il tasso è negativo uguale con interessi versati alla banca centrale.
In pratica tutta la liquidità in eccesso (rispetto alle riserve minime obbligatorie) è remunerata ad un tasso negativo (è un costo per le banche-trascuriamo per semplicità il meccanismo di tiering introdotto recentemente).

Trovi tutto spiegato abbastanza bene qui:
https://www.ecb.europa.eu/explainers/tell-me-more/html/excess_liquidity.it.html

Inoltre non dobbiamo immaginare che la banca abbia dei “sacchi di euro” dai quali attinge o nei quali deposita (tipo deposito di Zio Paperone, per intenderci). La banca si trova a gestire la liquidità dei conti corrente tramite scritture digitali. A fine giornata la somma dei propri saldi passivi (saldi conti corrente) deve essere uguale a quella dei propri saldi attivi (depositi in BCE): in pratica devono sempre essere pareggiate.

Corollario, leggermente OT e tecnico: mentre la ECB conosce per filo e per segno dove e quanta liquidità ci sia presso ogni banca, la FED sembra brancolare abbastanza nel buio.

jack0m
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2366
Merit: 1263


View Profile
October 10, 2019, 06:12:05 PM
Merited by fillippone (2)
 #13039

Lightning Network viene solitamente definito come il second layer di Bitcoin, costruito sopra la struttura delle rete principale.

Ma se invece la rete principale diventasse proprio LN?

Se fosse Bitcoin ad essere lo strato base, le fondamenta, di una tecnologia che ha margini per diventare più grande di Bitcoin stesso?

Un pò come il TCP/IP è la base di Internet, ma il primo non lo conosce quasi nessuno, il secondo è noto a tutti.

Contrariamente a quello che è il pensiero dominante io sono, per così dire, ancora più "bullish" riguardo a LN di quanto non lo sia rispetto a Bitcoin, sebbene sia evidente che il primo non può funzionare senza il secondo.

A mio modo di vedere è molto più vicino LN a diventare un futuro "digital cash" di quanto non sia Bitcoin ad essere "digital gold".

<SNIP>

Siamo ancora agli inizi ma le potenzialità future di LN sono, secondo me, immense.

 

Assolutamente d'accordo, ed è questo lo scenario che prevedevo ed auspicavo quando ancora facevo i miei report mensili.

Al momento LN è un network ancora poco funzionale, molto centralizzato, dove spesso la liquidità non è sufficiente a concludere i pagamenti con un rate accettabile. Ma fermarsi a questo sarebbe riduttivo.
Al momento LN è un "invisible asset" dell'ecosistema Bitcoin. Si sta preparando il layer 2, che sarà quello effettivamente utilizzato per le transazioni, lasciando al layer inferiore compiti diversi.
Anzi sarà possibile (ed alcuni tentativi sono già stati fatti in passato) di costruire su questo layer 2 layer ancora superiori, layer 3, per intenderci.
Il paragone che fai con il TCP/IP è quanto mai calzante, e bitcoin è esattamente questo: il protocollo di base per il trasferimento di asset digitali su una rete decentralizzata, così come il TCP/IP è il protocollo fondamentale per il trasferimento di dati.
Così come sul protocollo TCP/IP sono stati costruiti livelli superiori di servizi (HTML, e-mail, FTP, CCS, etc..) che oggi ci forniscono una gamma sconfinata di servizi, superando anche le limitazioni del protocollo base, così succederà con Bitcoin, il protocollo base sul quale verranno costruiti servizi al momento neanche immaginabili ad oggi.
Per tutti quei servizi, pagamenti, microtransazioni, like sui social, o non so che altro, verranno usati layer superiori, lasciando a Bitcoin e le sue "misere" 3 transazioni al secondo le vere transazioni relative alla funzione "principe" di bitcoin, ovvero quella di "Store of Value".Le uniche transazioni Bitcoin saranno lente, di importi notevoli e con altrettanto notevoli fees: proprio come oggi quando si devono trasferire grossi patrimoni, si pagano fees elevate, così accadrà in futuro. Non avrà senso, insomma, uno scenario à la Roger Ver, dove tutte le transazioni, anche quelle per pagare il caffè, avverranno on-chain.


un'immagine che rende bene l'idea di chi vede il protocollo Bitcoin come un'estensione naturale dell'internet preesistente:



oltre alla famosa e spesso citata predizione (all'epoca visionaria) di Milton Friedman:

Quote
The one thing that’s missing, but that will soon be developed, is a reliable e-cash, a method whereby on the Internet you can transfer funds from A to B, without A knowing B or B knowing A.

Money is a hoax. Debt is slavery. Consumerism is toxic.
Paolo.Demidov
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 1050
Merit: 726


View Profile
October 10, 2019, 07:07:30 PM
 #13040

E' qualcosa di cui abbiamo già parzialmente discusso ma questa è notizia di oggi e conferma l'intenzione di Unicredit:

https://www.corriere.it/economia/finanza/19_ottobre_09/tassi-negativi-unicredit-li-applichera-depositi-sopra-100-mila-euro-2ffe061a-eaae-11e9-9140-07f05ef9e6ae.shtml

la cosa davvero triste è leggere cose del tipo:

Quote
Le banche finora hanno risposto alla politica di tassi negativi della Bce incrementando le spese e le commissioni. Proprio per questo la scorsa settimana Mustier, in qualità di presidente dell’Ebf, l’associazione bancaria europea, aveva sottolineato che «è importante che la Bce dica alle banche “per favore passate i tassi negativi ai vostri clienti” in un modo o nell’altro, proteggendo naturalmente i piccoli clienti con depositi inferiori ai 100 mila euro».

che in sintesi significa: vuole farci pagare il conto (nel vero senso della parola) e vuole che sia qualcun altro (la BCE) ad "imporlo"  in modo da poter dire che non è stata colpa sua.
Che pelo sullo stomaco!    Angry


diversificazione è l'unica soluzione.  Oro, diamanti, case, terreni ecc.


I diamanti non possono essere considerati un investimento o uno strumento finanziario, per il semplice fatto che sono gravati da IVA, attualmente 22%;
ovvero sono considerati un bene, di lusso ma un bene di consumo.


Investire in diamanti è come investire in un carico di scope elettriche.



Case e terreni... sì e no...

Dipende da come si detengono gli strumenti finanziari, case e terreni come persona fisica assolutamente no, come società immobiliare, agricola...
forse... stando molto attenti.









Se vai a ginevra non la paghi l' IVA. Se investi 200k € in terreni e case Sicuramente devi stare meno attento rispetto a se compri 200k € in BTC. Non è male la pensata di investire in scope elettriche. Comprati delle azioni della dyson.


Il problema è che le azioni Dyson non le vendono, perché non sono quotate,
bisognerebbe sentire se James Dyson ci cede qualcosa.


Case, terreni e Bitcoin sono cose che non di per se non danno nessuna rendita,
non mi attraggono nessuna delle tre cose.


...è difficile competere in quei sistemi dove ci sono più ladri che cose da rubare
Pages: « 1 ... 602 603 604 605 606 607 608 609 610 611 612 613 614 615 616 617 618 619 620 621 622 623 624 625 626 627 628 629 630 631 632 633 634 635 636 637 638 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 [652] 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 689 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 ... 811 »
  Print  
 
Jump to:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!