Bitcoin Forum
February 24, 2024, 04:42:04 PM *
News: Latest Bitcoin Core release: 26.0 [Torrent]
 
   Home   Help Search Login Register More  
Pages: « 1 ... 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 [689] 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 703 704 705 706 707 708 709 710 711 712 713 714 715 716 717 718 719 720 721 722 723 724 725 726 727 728 729 730 731 732 733 734 735 736 737 738 739 ... 1302 »
  Print  
Author Topic: BITCOIN PUMP!  (Read 875119 times)
babo
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 3528
Merit: 4035



View Profile WWW
January 13, 2020, 05:40:05 PM
 #13761


la scelta migliore e piu sicura e ovviamente la cassetta di sicurezza,una cassetta piccola per un foglio di carta o un lingotto varia da 65 euro a 200 euro l'anno dipende dalla banca,ma fare un muro tutto d'oro e riverniciarlo no e? un lingoto va comunque stimato per vedere la purezza,credo debba essere intorno al 99%,i bitcoin non hanno bisogno di essere custoditi presso terzi basta un ledger nano o un paper wallet...

a volte ti assicuro che non basta avere un ledger nano - ti spiego - sicuramente e' un buon inizio ma occorre avere la cultura della sicurezza

il ledger nano ha un seed... come conservi le parole del seed? dove li conservi?
hai il nano e lasci lo sheet con le parole sulla scrivania, non sei cosi sicuro (imho)


capisci cosa intendo?

.freebitcoin.       ▄▄▄█▀▀██▄▄▄
   ▄▄██████▄▄█  █▀▀█▄▄
  ███  █▀▀███████▄▄██▀
   ▀▀▀██▄▄█  ████▀▀  ▄██
▄███▄▄  ▀▀▀▀▀▀▀  ▄▄██████
██▀▀█████▄     ▄██▀█ ▀▀██
██▄▄███▀▀██   ███▀ ▄▄  ▀█
███████▄▄███ ███▄▄ ▀▀▄  █
██▀▀████████ █████  █▀▄██
 █▄▄████████ █████   ███
  ▀████  ███ ████▄▄███▀
     ▀▀████   ████▀▀
BITCOIN
DICE
EVENT
BETTING
WIN A LAMBO !

.
            ▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄███████████▄▄▄▄▄
▄▄▄▄▄██████████████████████████████████▄▄▄▄
▀██████████████████████████████████████████████▄▄▄
▄▄████▄█████▄████████████████████████████▄█████▄████▄▄
▀████████▀▀▀████████████████████████████████▀▀▀██████████▄
  ▀▀▀████▄▄▄███████████████████████████████▄▄▄██████████
       ▀█████▀  ▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀  ▀█████▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
.PLAY NOW.
1708792924
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1708792924

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1708792924
Reply with quote  #2

1708792924
Report to moderator
1708792924
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1708792924

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1708792924
Reply with quote  #2

1708792924
Report to moderator
1708792924
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1708792924

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1708792924
Reply with quote  #2

1708792924
Report to moderator
The Bitcoin network protocol was designed to be extremely flexible. It can be used to create timed transactions, escrow transactions, multi-signature transactions, etc. The current features of the client only hint at what will be possible in the future.
Advertised sites are not endorsed by the Bitcoin Forum. They may be unsafe, untrustworthy, or illegal in your jurisdiction.
1708792924
Hero Member
*
Offline Offline

Posts: 1708792924

View Profile Personal Message (Offline)

Ignore
1708792924
Reply with quote  #2

1708792924
Report to moderator
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2240
Merit: 3905


View Profile
January 13, 2020, 06:12:19 PM
 #13762

Esatto, bitcoin non ha bisogno di energia per essere conservato. Ciò che protegge il contenuto del mio Trezor, finchè il contenuto resta lì, è la crittografia, non la blockchain.

La blockchain (e quindi l'energia del mining) servono invece per creare btc e per trasferire btc.

Il trasferimento potrebbe anche in teoria avvenire off-chain semplicemente cedendo di persona la chiave privata, ma il ricevente dovrebbe avere la garanzia che il precedente proprietario ha "dimenticato" la private key o non ne ha fatto copia, altrimenti il denaro sarebbe di chi lo sposta prima.

Non sono del tutto d'accordo. Ogni bitcoin di fatto per essere conservato nel senso pieno del termine (cioè per poter preservare la sua proprietà e il suo valore) ha bisogno di una blockchain funzionante, senza di essa nessun bitcoin potrebbe essere scambiato realmente e quindi non avrebbe neanche più valore. Senza un registro condiviso che informi tutti che un certo bitcoin è legato a un tuo indirizzo, tu non possiedi nemmeno quel bitcoin.

Citando il buon Satoshi:

"We define an electronic coin as a chain of digital signatures."

Un bitcoin è solo questo, senza una catena di firme (condivisa sulla blockchain) non ha senso parlare di bitcoin.


Se si parla di conservazione del valore sono d'accordo, ma tutto è partito da qui:

Quote
La rete Bitcoin consuma obbligatoriamente dell'energia per il suo funzionamento...
Un lingotto d'oro per "funzionare", avendo già assorbito i costi energetici di estrazione, fusione e raffinazione, costa... ?
...appoggiato sul pavimento di una cassaforte costa "zero" per mille anni, o un milione di anni; contando sul fatto che la sua configurazione elettronica lo rende inerte ed inossidabile, in termini grezzi non necessita di manutenzione.

Anche la conservazione "fisica" di un bitcoin non richiede energia né manutenzione, anzi ne richiede molto meno dell'oro per la sua immaterialità.

L' "assenza" di blockchain può poi essere temporanea e/o soggettiva senza che questo pregiudichi né la custodia né il valore di bitcoin.  

Ad esempio: io eseguo un full node su cui sono depositati X btc e nella mia zona c'è un black out improvviso che mi impedisce di far funzionare qualsiasi dispositivo elettronico, che so, per 3 mesi.

Questo evento non mette a rischio né la custodia dei miei bitcoin (anzi la aumenta perchè sono offline) né il loro valore, mi impedisce solo di trasferirli.

I cold wallet, che sono il modo più sicuro di conservare btc,  sono di fatto wallet spenti e scollegati alla rete, che conservano bitcoin in modo indipendente dal funzionamento della blockhain. Il consumo energetico di un cold wallet è esattamente pari a zero. E possono durare quanto tempo si vuole "inerti e inossidabili"

npub1w6p7uh5nurh8r9h7s7vc6hv0xdqv9qxtrnsnfj82fv2azfsl43eqf77dqp
bitcoin-shark
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 2772
Merit: 605


Chainjoes.com


View Profile
January 13, 2020, 06:39:09 PM
 #13763


la scelta migliore e piu sicura e ovviamente la cassetta di sicurezza,una cassetta piccola per un foglio di carta o un lingotto varia da 65 euro a 200 euro l'anno dipende dalla banca,ma fare un muro tutto d'oro e riverniciarlo no e? un lingoto va comunque stimato per vedere la purezza,credo debba essere intorno al 99%,i bitcoin non hanno bisogno di essere custoditi presso terzi basta un ledger nano o un paper wallet...

a volte ti assicuro che non basta avere un ledger nano - ti spiego - sicuramente e' un buon inizio ma occorre avere la cultura della sicurezza

il ledger nano ha un seed... come conservi le parole del seed? dove li conservi?
hai il nano e lasci lo sheet con le parole sulla scrivania, non sei cosi sicuro (imho)


capisci cosa intendo?
ho capito bisogna sempre stare accorti ed avere quattro occhi,sono tempi difficili con l'avvento delle nuove tecnologie i pericoli si sono moltiplicati...

█▀▀▀










█▄▄▄
CHAIN JOES
▀▀▀█










▄▄▄█
█▀▀▀










█▄▄▄
|
▀▀▀█










▄▄▄█
📝
arulbero
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1911
Merit: 2068


View Profile
January 13, 2020, 06:42:24 PM
Last edit: January 13, 2020, 07:35:51 PM by arulbero
 #13764

Anche la conservazione "fisica" di un bitcoin non richiede energia né manutenzione, anzi ne richiede molto meno dell'oro per la sua immaterialità.

L' "assenza" di blockchain può poi essere temporanea e/o soggettiva senza che questo pregiudichi né la custodia né il valore di bitcoin.  

Ad esempio: io eseguo un full node su cui sono depositati X btc e nella mia zona c'è un black out improvviso che mi impedisce di far funzionare qualsiasi dispositivo elettronico, che so, per 3 mesi.

Questo evento non mette a rischio né la custodia dei miei bitcoin (anzi la aumenta perchè sono offline) né il loro valore, mi impedisce solo di trasferirli.

La conservazione "fisica" di un bitcoin dal mio punto di vista non coincide solo con la conservazione di una chiave privata ma comprende anche il mantenimento della blockchain.

Il fatto che tu abbia attivo o meno un nodo non importa, ma qualcuno nel mondo deve mantenere la rete, e tra miner e nodi c'è bisogno di una spesa costante (se non crescente) per conservare i bitcoin (anche i tuoi).

Il fatto che io possa non dover sborsare un soldo per conservare i miei bitcoin è un dato vero, ma l'impatto energetico di questa conservazione c'è anche se non la pago direttamente io: la pagherò (forse) nel momento in cui vorrò spostare/spendere i miei bitcoin, quando le ricompense per blocco saranno diminuite molto. Al momento sembra tutto molto "gratuito", ma in realtà i costi ci sono eccome.

EDIT:

per fare un paragone più materiale:

la chiave privata è una chiave, il bitcoin è chiuso con un lucchetto (locking script ) dentro una cassetta di sicurezza (UTXO)

Sicuramente se voglio conservare il mio bitcoin devo:

a) conservare la chiave
b) conservare la cassetta di sicurezza

il punto a) è quello che differenzia i wallet (intesi come portachiavi) non-custodial da quelli custodial; di questa conservazione posso occuparmente io a costo quasi zero (con le dovute avvertenze richiamate da babo), in pratica posso tenermi la chiave di sicurezza in casa e non lasciare in banca anche quella;

Il punto b) è demandato sempre alla rete dei miner + i nodi (tra i quali posso esserci anch'io o meno, ma questo non importa). Anche limitandoci solo alla rete dei miner, sono loro che mantengono il registro pubblico (banca dati) che contiene la mia cassetta di sicurezza (UTXO). E questo mantenimento costa tanto.

Se vogliamo fare un confronto bitcoin - lingotto d'oro, il lingotto posso tenerlo anche a casa (pur con tutti i problemi annessi di sicurezza) oppure posso scegliere di metterlo in una cassetta di sicurezza in banca, il mio UTXO invece non posso in alcun modo custodirlo da solo, perchè è solo la rete decentralizzata che ne garantisce continuamente la validità e quindi l'esistenza.

I bitcoin non si conservano mai in proprio, diciamo però che la loro custodia in blockchain dà un senso di sicurezza comunque perchè non sono conservati in un luogo preciso (tipo una banca x in un posto y) ma sono sostenuti da una rete decentralizzata che continua a mutare nel tempo. E la blockchain non è gratis (i miner devono lavorarci e tanto, proof of "work" non a caso ...).

La rete conserva il mio bitcoin, io posso e devo conservare la proprietà di quel bitcoin mediante la salvaguardia della mia chiave privata.

Di sicuro la questione della custodia della chiave privata è molto più delicata dal punto di vista della sicurezza (anche se a costo nullo). Perchè è l'unico punto nel quale alla rete decentralizzata e antifragile si sostituisce il singolo e perciò molto fragile individuo.



Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2226
Merit: 2249



View Profile
January 13, 2020, 11:37:59 PM
 #13765

Anche la conservazione "fisica" di un bitcoin non richiede energia né manutenzione, anzi ne richiede molto meno dell'oro per la sua immaterialità.

L' "assenza" di blockchain può poi essere temporanea e/o soggettiva senza che questo pregiudichi né la custodia né il valore di bitcoin.  

Ad esempio: io eseguo un full node su cui sono depositati X btc e nella mia zona c'è un black out improvviso che mi impedisce di far funzionare qualsiasi dispositivo elettronico, che so, per 3 mesi.

Questo evento non mette a rischio né la custodia dei miei bitcoin (anzi la aumenta perchè sono offline) né il loro valore, mi impedisce solo di trasferirli.

La conservazione "fisica" di un bitcoin dal mio punto di vista non coincide solo con la conservazione di una chiave privata ma comprende anche il mantenimento della blockchain.

Il fatto che tu abbia attivo o meno un nodo non importa, ma qualcuno nel mondo deve mantenere la rete, e tra miner e nodi c'è bisogno di una spesa costante (se non crescente) per conservare i bitcoin (anche i tuoi).

Il fatto che io possa non dover sborsare un soldo per conservare i miei bitcoin è un dato vero, ma l'impatto energetico di questa conservazione c'è anche se non la pago direttamente io: la pagherò (forse) nel momento in cui vorrò spostare/spendere i miei bitcoin, quando le ricompense per blocco saranno diminuite molto. Al momento sembra tutto molto "gratuito", ma in realtà i costi ci sono eccome.

EDIT:

per fare un paragone più materiale:

la chiave privata è una chiave, il bitcoin è chiuso con un lucchetto (locking script ) dentro una cassetta di sicurezza (UTXO)

Sicuramente se voglio conservare il mio bitcoin devo:

a) conservare la chiave
b) conservare la cassetta di sicurezza

il punto a) è quello che differenzia i wallet (intesi come portachiavi) non-custodial da quelli custodial; di questa conservazione posso occuparmente io a costo quasi zero (con le dovute avvertenze richiamate da babo), in pratica posso tenermi la chiave di sicurezza in casa e non lasciare in banca anche quella;

Il punto b) è demandato sempre alla rete dei miner + i nodi (tra i quali posso esserci anch'io o meno, ma questo non importa). Anche limitandoci solo alla rete dei miner, sono loro che mantengono il registro pubblico (banca dati) che contiene la mia cassetta di sicurezza (UTXO). E questo mantenimento costa tanto.

Se vogliamo fare un confronto bitcoin - lingotto d'oro, il lingotto posso tenerlo anche a casa (pur con tutti i problemi annessi di sicurezza) oppure posso scegliere di metterlo in una cassetta di sicurezza in banca, il mio UTXO invece non posso in alcun modo custodirlo da solo, perchè è solo la rete decentralizzata che ne garantisce continuamente la validità e quindi l'esistenza.

I bitcoin non si conservano mai in proprio, diciamo però che la loro custodia in blockchain dà un senso di sicurezza comunque perchè non sono conservati in un luogo preciso (tipo una banca x in un posto y) ma sono sostenuti da una rete decentralizzata che continua a mutare nel tempo. E la blockchain non è gratis (i miner devono lavorarci e tanto, proof of "work" non a caso ...).

La rete conserva il mio bitcoin, io posso e devo conservare la proprietà di quel bitcoin mediante la salvaguardia della mia chiave privata.

Di sicuro la questione della custodia della chiave privata è molto più delicata dal punto di vista della sicurezza (anche se a costo nullo). Perchè è l'unico punto nel quale alla rete decentralizzata e antifragile si sostituisce il singolo e perciò molto fragile individuo.



Spero che sia chiaro, o meglio, oggettivamente pacifico che Bitcoin ha un costo di conservazione che può essere a costo zero, energia zero,
ma che per essere "risvegliato", ha bisogno che esista una terza parte, ovvero qualcuno che mantenga una blockchain.
Questo costo zero di Bitcoin, dovrebbe inquietare... se si fosse proiettati in un futuro paradossale, con nuovi bitcoin da minare ZERO,
cold wallet pieni e fermi... a costo ZERO, il tutto equivale a remunerazione ZERO...
...o è collasso della blockchain o qualcuno, qualcosa, fa beneficenza perenne per mantenere la blockchain.

Una moneta che è stata 500 anni in un cassetto, la prendo, la metto in tasca, la porto a casa da Lugino e gliela do e lui mi dà il controvalore in valuta fiat del momento o in mandorle o qualsiasi altra cosa.
Se io e Luigino siamo uomini liberi, chi ci censura ? chi ci deve fermare e perché ?

Più diretti di così.
Tecnologia ? Apparati da utilizzare ? gli stessi di 4.000 anni fa, un pezzo d'oro fatto a moneta, una tasca, due persone.


Vantaggi e svantaggi di Bitcoin che si deve liberare da certi concetti distorti di "oro digitale" portati all'eccesso, ne va esaltato eventualmente il sistema o la rete.


In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che essendoci, la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ778Ⱦ877ǥó...|...۞... ...|...
fillippone
Legendary
*
Online Online

Activity: 2086
Merit: 14989


Fully fledged Merit Cycler - Golden Feather 2022


View Profile WWW
January 14, 2020, 12:07:32 AM
 #13766

No Paolo, stai mischiando alcuni concetti base, in un coacervo di idee che magari hanno delle intuizioni corrette, ma ti portano in direzioni sbagliate:
Andiamo con ordine:


Spero che sia chiaro, o meglio, oggettivamente pacifico che Bitcoin ha un costo di conservazione che può essere a costo zero, energia zero,
ma che per essere "risvegliato", ha bisogno che esista una terza parte, ovvero qualcuno che mantenga una blockchain.

Non é del tutto vero.
La transazione avviene tra due controparti, me e te, senza necessita di alcun intermediario. Secrispetta le regole del protocollo, viene diffusa a tutti i nodi della rete checquellecregolecaccettano (si spera che la transazione soddisfi tutti e le regole e quindi sia diffusa a tutti i nodi).
I miner fanno un lavoro ulteriore: quello di rendere la transazione già validata dai nodi, immutabile, scrivendola nella blockchain.

 
Questo costo zero di Bitcoin, dovrebbe inquietare... se si fosse proiettati in un futuro paradossale, con nuovi bitcoin da minare ZERO,
cold wallet pieni e fermi... a costo ZERO, il tutto equivale a remunerazione ZERO...
...o è collasso della blockchain o qualcuno, qualcosa, fa beneficenza perenne per mantenere la blockchain.

Nessuna beneficienza.
Per fare il loro lavoro i miner sono remunerati, secondo le regole del protocollo (Coinbase) e del mercato (fees).
Non ho capito bene quale sia il tuo punto, ma il guadagno dei miner é la somma di questi due elementi, che saranno sempre presenti.
Non é detto che Scrivere una transazione sulla blockchain sará una cosa garantita come oggi: magari si svilupperanno soluzioni off chain per le quali le transazioni si effettueranno al di fuori della blockchain, su layer superiori, con I ridotti costi associati.

 

Una moneta che è stata 500 anni in un cassetto, la prendo, la metto in tasca, la porto a casa da Lugino e gliela do e lui mi dà il controvalore in valuta fiat del momento o in mandorle o qualsiasi altra cosa.



Non credo che nessuna moneta d’oro sia stata 500 anni in un cassetto senza che nessuno le abbia fatto cambiare proprietario (legittimamente o meno).
Detenere l’oro costa, per lo meno una cassetta di sicurezza.
Prendere una moneta e metterla in tasca magari é gratuito, ma prova a metterti in tasca un lingotto: é ancora gratis.
Luigino: dove abita? A Firenze? A Londra? A New York? Come fai nel caso di un viaggio aereo con un lingotto d’oro nello zainetto? Buona fortuna alla dogana!


Se io e Luigino siamo uomini liberi, chi ci censura ? chi ci deve fermare e perché ?
Senza fare esempio troppo banali,  googola cosa é successo nel 1933 con l’ordine esecutivo 6102 .


Più diretti di così.
Tecnologia ? Apparati da utilizzare ? gli stessi di 4.000 anni fa, un pezzo d'oro fatto a moneta, una tasca, due persone.


Vantaggi e svantaggi di Bitcoin che si deve liberare da certi concetti distorti di "oro digitale" portati all'eccesso, ne va esaltato eventualmente il sistema o la rete.

Il concetto di oro digitale non é affatto distorto, anzi é la principale value proposition di bitcoin: “ “A purely peer-to-peer version of electronic cash”: come dicevi tu in effetti, due persone, un mezzo di scambio/unità di conto, digitale, come le versioni migliorate delle controparti fisiche.


  BTC
.
BTC
.
 BTC
.
BTC
..JAMBLER.io..
██
██
██
██
██
██
██

██

██

██

██
YOUR OPPORTUNITY TO
HAVE BITCOIN BUSINESS

██
██
██
██
██
██
██

██

██

██

██
.
  BTC
. BTC
.
.
 
BTC
  BTC

Report To Admin
 BTC
●   .
BTC   ●.
 BTC   . ●
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2226
Merit: 2249



View Profile
January 14, 2020, 12:15:21 AM
 #13767

...

Sui costi dell'oro, conservare monete, lingotto presso la propria abitazione, costa zero.
Se proprio uno vuole si può assicurare.
Costa 1%~2% del valore, all'anno, se detenuto in cassaforte.

Per il discorso spostamento... è dai tempi delle lettere di cambio che l'oro si è iniziato a spostarlo meno.
...
Lasciamo perdere i derivati.

Quanto può costare fare stimare il valore effettivo di un lingotto che detengo in casa da 100 anni? Posso farlo da solo o devo rendere noto a "qualcuno" che lo posseggo? Spostarlo con i rischi che ne conseguono, posso essere sicuro che la stima valga anche per i 99 eventuali altri lingotti che tengo sotto il materasso?

Se l'ho depositato presso una banca dovrebbe valere (se non ho fatto errori) tra (1-0,02)^100=0,13%
e (1-0.01)=0,36% ma questo potrebbe avere un costo analogo se voglio far custodire BTC a terzi,

Forse una cassetta di sicurezza ha costi minori e fissi (quanto puo' costare una cassetta di sicurezza per depositare 1 lingotto, quanto per 100 lingotti e quanto per un foglio di carta?).
la scelta migliore e piu sicura e ovviamente la cassetta di sicurezza,una cassetta piccola per un foglio di carta o un lingotto varia da 65 euro a 200 euro l'anno dipende dalla banca,ma fare un muro tutto d'oro e riverniciarlo no e? un lingoto va comunque stimato per vedere la purezza,credo debba essere intorno al 99%,i bitcoin non hanno bisogno di essere custoditi presso terzi basta un ledger nano o un paper wallet...

La purezza si stima in millesimi, 999 su 1.000.

Mi sono accorto che sul lingotto d'oro c'è una visione arcaica, tipo forziere dei pirati...  Grin

Un lingotto moderno, ha almeno tre livelli di sicurezza, uno il Kinegram, un ologramma del tutto simile a quello delle banconote, è possibile farselo sigillare in blister, almeno fino ai tagli di 100 gr.
100 gr. che ricordo essere quasi ~ $ 5.000.

Terza via, c'è un numero seriale che corrisponde ad una "matrice" del produttore.
Non chiamiamola "blockchain"... almeno "chain"... Grin se vogliamo, un sistema molto antico, siamo vicini
alla pratica degli antichi Libri della Zecca, dove si iscrivevano tutti i dettagli, in particolare il numero di pezzi coniati.

Per i lingotti basta fare una ricerca su Google: "Kinebar Blister".

In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che essendoci, la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ778Ⱦ877ǥó...|...۞... ...|...
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2226
Merit: 2249



View Profile
January 14, 2020, 12:59:40 AM
 #13768

No Paolo, stai mischiando alcuni concetti base, in un coacervo di idee che magari hanno delle intuizioni corrette, ma ti portano in direzioni sbagliate:
Andiamo con ordine:


Spero che sia chiaro, o meglio, oggettivamente pacifico che Bitcoin ha un costo di conservazione che può essere a costo zero, energia zero,
ma che per essere "risvegliato", ha bisogno che esista una terza parte, ovvero qualcuno che mantenga una blockchain.

Non é del tutto vero.
La transazione avviene tra due controparti, me e te, senza necessita di alcun intermediario. Secrispetta le regole del protocollo, viene diffusa a tutti i nodi della rete checquellecregolecaccettano (si spera che la transazione soddisfi tutti e le regole e quindi sia diffusa a tutti i nodi).
I miner fanno un lavoro ulteriore: quello di rendere la transazione già validata dai nodi, immutabile, scrivendola nella blockchain.

 
Questo costo zero di Bitcoin, dovrebbe inquietare... se si fosse proiettati in un futuro paradossale, con nuovi bitcoin da minare ZERO,
cold wallet pieni e fermi... a costo ZERO, il tutto equivale a remunerazione ZERO...
...o è collasso della blockchain o qualcuno, qualcosa, fa beneficenza perenne per mantenere la blockchain.

Nessuna beneficienza.
Per fare il loro lavoro i miner sono remunerati, secondo le regole del protocollo (Coinbase) e del mercato (fees).
Non ho capito bene quale sia il tuo punto, ma il guadagno dei miner é la somma di questi due elementi, che saranno sempre presenti.
Non é detto che Scrivere una transazione sulla blockchain sará una cosa garantita come oggi: magari si svilupperanno soluzioni off chain per le quali le transazioni si effettueranno al di fuori della blockchain, su layer superiori, con I ridotti costi associati.

 

Una moneta che è stata 500 anni in un cassetto, la prendo, la metto in tasca, la porto a casa da Lugino e gliela do e lui mi dà il controvalore in valuta fiat del momento o in mandorle o qualsiasi altra cosa.



Non credo che nessuna moneta d’oro sia stata 500 anni in un cassetto senza che nessuno le abbia fatto cambiare proprietario (legittimamente o meno).
Detenere l’oro costa, per lo meno una cassetta di sicurezza.
Prendere una moneta e metterla in tasca magari é gratuito, ma prova a metterti in tasca un lingotto: é ancora gratis.
Luigino: dove abita? A Firenze? A Londra? A New York? Come fai nel caso di un viaggio aereo con un lingotto d’oro nello zainetto? Buona fortuna alla dogana!


Se io e Luigino siamo uomini liberi, chi ci censura ? chi ci deve fermare e perché ?
Senza fare esempio troppo banali,  googola cosa é successo nel 1933 con l’ordine esecutivo 6102 .


Più diretti di così.
Tecnologia ? Apparati da utilizzare ? gli stessi di 4.000 anni fa, un pezzo d'oro fatto a moneta, una tasca, due persone.


Vantaggi e svantaggi di Bitcoin che si deve liberare da certi concetti distorti di "oro digitale" portati all'eccesso, ne va esaltato eventualmente il sistema o la rete.

Il concetto di oro digitale non é affatto distorto, anzi é la principale value proposition di bitcoin: “ “A purely peer-to-peer version of electronic cash”: come dicevi tu in effetti, due persone, un mezzo di scambio/unità di conto, digitale, come le versioni migliorate delle controparti fisiche.



No, scusami, se tu mi fai delle eccezioni, tutto è contestabile...
...tutto è opinabile.


Senza blockchain, Bitcoin non esiste, la blockchain qualcuno la deve mantenere.
Chiamali proprietari di ASIC, chiamali in minatori, validatori, controllori, tutto quello che si vuole...
c'è bisogno di qualcun'altro, qualche altra cosa, una insfrastruttura, più o meno reale, più o meno costosa che non è necessaria se io ti do una moneta contante.

Sul discorso dogana... lo ridico è dai tempi delle lettere di cambio che non si passa le frontiere con l'oro in tasca... ma non andiamo fuori dai concetti base.
Personalmente ho comprato monete di valore numismatico anche dalla Nuova Zelanda e non ci sono mai stato.

Nel 1933 se avevi le monete a casa te le tenevi... almeno di non perquisire milioni di persone, milioni di case e miliardi di miliardi di angoli nascosti.
Se leggi il provvedimento una minima quantità d'oro in moneta era possibile averla, in monete.
Quelle di vero valore numismatico senza particolari limiti.

Su queste basi, possiamo dire che domani il, governo italiano, proibisce di detenere Bitcoin...
...facciamo il gioco di guardie e ladri all'infinito.



Torniamo alla base.
Facciamo realmente una ipotesi, siamo arrivati al punto che Bitcoin nuovi non ce ne sono più e per assurdo nessuno sposta bitcoin, cosa accade... ?

...

Questo volevo evidenziare.
È un punto ideale, estremo, volendo non realizzabile, ma ci aiuta a capire che gli halving hanno molta importanza.
Così come la circolazione continua di bitcoin.


Sul fatto della conservazione delle monete... 500 ?! volendo anche mille di anni.
Era ovviamente una esagerazione... ma appunto non priva di casi reali, lo dimostrano anche le cosiddette monete "fior di conio" ovvero nuove, ( quasi ) mai circolate; era una esagerazione per evidenziare che non c'è bisogno di nulla per mantenere una moneta d'oro, oltre che inossidabile, inalterabile non necessita di validazione per essere ulteriormente spesa.

Io più che di oro digitale, parlerei di sistema di valuta digitale.

Oro da idea di qualcosa che può stare fermo all'infinito, non è nella staticità che si evidenziano le qualità di un sistema.

Sempre mia opinione personale.

In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che essendoci, la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ778Ⱦ877ǥó...|...۞... ...|...
picchio
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2492
Merit: 1117



View Profile
January 14, 2020, 03:31:09 AM
Merited by Plutosky (8), fillippone (2)
 #13769

...
 non c'è bisogno di nulla per mantenere una moneta d'oro, oltre che inossidabile, inalterabile non necessita di validazione per essere ulteriormente spesa.
...
Per essere spesa necessita dell'equivalente della blockchain attiva e funzionante: un mercato e gente disposta ad accettarla.

Credo sia piu' probabile che tra 100 anni l'oro abbia ancora un valore riconosciuto piuttosto che la blockchain sia ancora attiva ma si parla sempre di probabilità e di remunerazione del rischio.

Se, un domani, l'oro non sarà riconosciuto non posso mangiarmelo, potrei lavorarlo o fargli fare da zavorra o Huh? come la chiave privata: non potrei comunque mangiarla ma potrei utilizzarla per quello che è ... una chiave privata ...

In sostanza: detenere le chiavi o l'oro ha costi bassi ma poterli utilizzare richiede, per entrambe, un ecosistema funzionante e che costa.

Potenzialmente la blockchain BTC potrebbe costare zero energia (se trasformata in POS ad esempio) e quando non ci saranno più revenue non va escluso che lo possa diventare. Chiunque potrebbe fare un fork POS e se trovasse riscontro avrebbe un valore.

Direi che diversificare potrebbe essere un buon compromesso. Per BTC rimane il solito mantra di non investire più di quanto si sia disposti a perdere completamente. Per l'oro non saprei ...

Waves mi piaceva ora non più.
arulbero
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1911
Merit: 2068


View Profile
January 14, 2020, 05:42:54 AM
Last edit: January 14, 2020, 06:02:29 AM by arulbero
 #13770

...
 non c'è bisogno di nulla per mantenere una moneta d'oro, oltre che inossidabile, inalterabile non necessita di validazione per essere ulteriormente spesa.
...
Per essere spesa necessita dell'equivalente della blockchain attiva e funzionante: un mercato e gente disposta ad accettarla.

Credo sia piu' probabile che tra 100 anni l'oro abbia ancora un valore riconosciuto piuttosto che la blockchain sia ancora attiva ma si parla sempre di probabilità e di remunerazione del rischio.

Se, un domani, l'oro non sarà riconosciuto non posso mangiarmelo, potrei lavorarlo o fargli fare da zavorra o Huh? come la chiave privata: non potrei comunque mangiarla ma potrei utilizzarla per quello che è ... una chiave privata ...

In sostanza: detenere le chiavi o l'oro ha costi bassi ma poterli utilizzare richiede, per entrambe, un ecosistema funzionante e che costa.

Nel caso dell'oro non serve un mercato funzionante nè tantomeno un sistema, se tu accetti un lingotto d'oro ( perché ci vuoi fare delle catenine o per impieghi industriali) io e te possiamo concludere una transazione. Basta una persona disposta ad accettare la mia moneta. Transazione diretta. Non serve nessun ecosistema costoso.

Nel caso dei bitcoin, nell'espressione "rete peer to peer" si tende a guardare solo la seconda parte e non la prima: c'è innanzitutto una rete, che è l'unico vero e ineliminabile intermediario. Senza rete non esiste nemmeno un bitcoin, mentre il lingotto esiste a prescindere. Questo discorso viene ancora prima del mercato che dà valore o meno alla moneta.

La chiave privata non è un bitcoin,  se oggi io la perdo e fra 100 anni qualcuno ne calcola una "equivalente" egli disporrà di quel bitcoin, la chiave serve solo a definire la proprietà; se il bitcoin associato alla chiave è stato conservato nella blockchain allora esiste, altrimenti no indipendentemente dalla chiave.

Riassumendo: l'oro ha una sua esistenza oggettiva, fisica. Bitcoin no, è una pura convenzione, un'informazione costruita in modo condiviso che esiste solo in una dimensione sociale, di rete. Se questa informazione (UTXO costruito con un certo criterio e collegato a tutto il resto) va persa non c'è proprio nulla da scambiare.

Quando si parla di "conservazione" di un bitcoin ci sono 3 livelli:

1) conservazione "fisica": la blockchain (non dipende da me)

2) conservazione della proprietà: chiave privata (dipende da me)

3) conservazione del valore: prezzo (dipende dal mercato)
italianMiner72
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 910
Merit: 511


View Profile
January 14, 2020, 08:29:28 AM
Merited by giammangiato (1)
 #13771


la scelta migliore e piu sicura e ovviamente la cassetta di sicurezza,una cassetta piccola per un foglio di carta o un lingotto varia da 65 euro a 200 euro l'anno dipende dalla banca,ma fare un muro tutto d'oro e riverniciarlo no e? un lingoto va comunque stimato per vedere la purezza,credo debba essere intorno al 99%,i bitcoin non hanno bisogno di essere custoditi presso terzi basta un ledger nano o un paper wallet...

a volte ti assicuro che non basta avere un ledger nano - ti spiego - sicuramente e' un buon inizio ma occorre avere la cultura della sicurezza

il ledger nano ha un seed... come conservi le parole del seed? dove li conservi?
hai il nano e lasci lo sheet con le parole sulla scrivania, non sei cosi sicuro (imho)


capisci cosa intendo?

certo.
quoto in pieno.
Purtroppo un metodo sicuro al 100% non c'è.
Metti che le pk di tutti i tuoi wallet le metti in tanti file zippati con password cifrata (una sola) in sha-256 o AES o quel che ti pare.
Ma la password devi cmq ricordartela tu.
Già se la scrivi da qualche parte in chiaro la sicurezza si abbassa.
E se ad un certo momento ti viene un amnesia come quando sei davanti al bancomat e i 5 numeri che ti sei sempre ricordato senza fatica non ti vbengono più in mente?
Ripeto, secondo me un metodo sicuro al 100% non  c'è.... purtroppo.

██▬▬▬

██▬

██▬

██▬▬▬



████           ▄▄█████████▄▄            ▄▄█████████▄▄        ████         █████      ██████████████████   ████████████       ████    ████████████    
████         ▄███████████████▄        ▄███████████████▄      ████       █████      ████████████████████  █████████████      ████    █████████████   
████        █████▀       ▀█████▄     █████▀       ▀█████     ████     █████         █       ████       █  ████     █████             ████     █████  
████       ████▀           ▀████▄   ████▀           ▀████    ████   █████                   ████          ████      ████     ████    ████      ████  
████      ████▀              ▀████ ▀███▀                     ████ █████                     ████          ████     █████     ████    ████     █████  
████      ████                 ████▄ ▀                       ████████                       ████          █████████████      ████    █████████████   
████      ████                  ▀████                        ████████                       ████          ████████████       ████    ████████████    
████      ████▄             ▄██▄ ▀████▄                      ████ █████                     ████          ████    ████       ████    ████            
████       ████▄           ▄████   ▀████▄           ▄████    ████   █████                   ████          ████    ▀████      ████    ████            
████        █████▄       ▄█████      █████▄       ▄█████     ████     █████                 ████          ████      ████     ████    ████            
████████████ ▀███████████████▀        ▀███████████████▀      ████       █████               ████          ████       ████    ████    ████            
█████████████  ▀▀█████████▀▀            ▀▀█████████▀▀        ████         █████             ████          ████        █████  ████    ████            

 
 
 
▬▬▬██

▬██

▬██

▬▬▬██
babo
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 3528
Merit: 4035



View Profile WWW
January 14, 2020, 08:31:28 AM
Merited by giammangiato (1)
 #13772

esistono dei metodi per cercare di mantenere il piu sicuro possibile
ma l'anello debole resta sempre l'uomo


vi porto un esempio banale... voi usate la testa come cassaforte per il seed o la password ok








e se voi morite? si perde tutto?

.freebitcoin.       ▄▄▄█▀▀██▄▄▄
   ▄▄██████▄▄█  █▀▀█▄▄
  ███  █▀▀███████▄▄██▀
   ▀▀▀██▄▄█  ████▀▀  ▄██
▄███▄▄  ▀▀▀▀▀▀▀  ▄▄██████
██▀▀█████▄     ▄██▀█ ▀▀██
██▄▄███▀▀██   ███▀ ▄▄  ▀█
███████▄▄███ ███▄▄ ▀▀▄  █
██▀▀████████ █████  █▀▄██
 █▄▄████████ █████   ███
  ▀████  ███ ████▄▄███▀
     ▀▀████   ████▀▀
BITCOIN
DICE
EVENT
BETTING
WIN A LAMBO !

.
            ▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄███████████▄▄▄▄▄
▄▄▄▄▄██████████████████████████████████▄▄▄▄
▀██████████████████████████████████████████████▄▄▄
▄▄████▄█████▄████████████████████████████▄█████▄████▄▄
▀████████▀▀▀████████████████████████████████▀▀▀██████████▄
  ▀▀▀████▄▄▄███████████████████████████████▄▄▄██████████
       ▀█████▀  ▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀  ▀█████▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
.PLAY NOW.
fillippone
Legendary
*
Online Online

Activity: 2086
Merit: 14989


Fully fledged Merit Cycler - Golden Feather 2022


View Profile WWW
January 14, 2020, 08:33:42 AM
Merited by duesoldi (1), giammangiato (1)
 #13773

<...>
Quando si parla di "conservazione" di un bitcoin ci sono 3 livelli:

1) conservazione "fisica": la blockchain (non dipende da me)

<...>

Su questo non sono d’accordo. In salotto, buttato dietro il router e ben nascosto alla vista ho da circa un anno uno scatolotto con una copi aggiornata in tempo reale della blockchain.
Quindi contribuisco alla conservazione dello stato di tutti gli UTXO.
Fa parte dei diritti/doveri della sovranità finanziaria.

  BTC
.
BTC
.
 BTC
.
BTC
..JAMBLER.io..
██
██
██
██
██
██
██

██

██

██

██
YOUR OPPORTUNITY TO
HAVE BITCOIN BUSINESS

██
██
██
██
██
██
██

██

██

██

██
.
  BTC
. BTC
.
.
 
BTC
  BTC

Report To Admin
 BTC
●   .
BTC   ●.
 BTC   . ●
Paolo.Demidov
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2226
Merit: 2249



View Profile
January 14, 2020, 12:02:45 PM
 #13774

...
 non c'è bisogno di nulla per mantenere una moneta d'oro, oltre che inossidabile, inalterabile non necessita di validazione per essere ulteriormente spesa.
...
Per essere spesa necessita dell'equivalente della blockchain attiva e funzionante: un mercato e gente disposta ad accettarla.

Credo sia piu' probabile che tra 100 anni l'oro abbia ancora un valore riconosciuto piuttosto che la blockchain sia ancora attiva ma si parla sempre di probabilità e di remunerazione del rischio.

Se, un domani, l'oro non sarà riconosciuto non posso mangiarmelo, potrei lavorarlo o fargli fare da zavorra o Huh? come la chiave privata: non potrei comunque mangiarla ma potrei utilizzarla per quello che è ... una chiave privata ...

In sostanza: detenere le chiavi o l'oro ha costi bassi ma poterli utilizzare richiede, per entrambe, un ecosistema funzionante e che costa.

Potenzialmente la blockchain BTC potrebbe costare zero energia (se trasformata in POS ad esempio) e quando non ci saranno più revenue non va escluso che lo possa diventare. Chiunque potrebbe fare un fork POS e se trovasse riscontro avrebbe un valore.

Direi che diversificare potrebbe essere un buon compromesso. Per BTC rimane il solito mantra di non investire più di quanto si sia disposti a perdere completamente. Per l'oro non saprei ...


100 anni, sembra una lunga misura, è una misura breve.

L'oro ha un suo valore, perché ha dimostrato in qualche millennio, di funzionare.
In maniera semplice.


È pensare che Bitcoin non possa funzionare, per un tempo indefinito che ne determina oggi la volatilità.

È pensare che l'oro è in mano da enti che sopravvivono ad una o più generazioni di uomini che ne determina la stabilità e il riconoscimento autorevole; oltre che al suo passato, oltre alle norme che ne regolano il commercio e le transazioni.


Qualcuno potrebbe dire, ma chi se ne frega del Bitcoin fra 100 anni ?
invece il nodo è proprio quello.

Pesando all'avanzamento tecnologico e ai possibili cambi di rotta che ci può dare la storia, possiamo paradossalmente oggi dare valore zero ad Apple che può essere influenzata da persone sbagliate con idee sbagliate; mentre possiamo dare valore 100 ad una coltivazione di grano, che con tecniche diverse si porta avanti da qualche millennio.
Possiamo dare valore 1.000 a tecniche di coltivazione così avanzate che possano rendere costante la resa del raccolto, al di là del l'abilità delle persone che coltivano, di fenomeni atmosferici estremi, da fenomeni d'inquinamento, fitopatie, ecc...


Sarà per questo che Alphabet, ovvero Google, ha in cantiere molto progetti in agricoltura ?



Oro... non esistono però cose prive di rischio, è per questo che a livello d'investimento a lungo termine, si usa un approccio dinamico, non esiste nessun punto fisso.
Oltre al fatto che l'oro, non dà nessun interesse, non rende nulla, se non in termini di rivalutazione.

Un portafoglio 100% oro... non ha significato.
Si tornerebbe all'immobilizzo che c'è stato per secoli, pochi signori con i forzieri pieni, tantissimi disperati in campagna... spinta all'innovazione zero.
Come ho già detto tante volte, è la spinta competitiva che porta i miglioramenti.

È il motivo per cui, in Italia, si è fissato, almeno in teoria, un limite alla segregazione patrimoniale, in 90 anni.

Se si parla di mettere qualcosa sotto i denti... e di valore assoluto,
probabilmente scavando, scavando, più che i soliti discorsi sulle futuribili guerre per l'acqua, un plus valore lo potranno avere quelle colture che hanno già un plus valore, il vero bio.
Il rischio è che la nuova povertà sia potersi nutrire solo con alimenti poco nutrienti... standardizzati, forse non puri, chi lo sa... che poi sarebbe tornare ai problemi del passato.


In conformità ai principi del bipensiero, non ha importanza che la guerra ci sia davvero o che essendoci, la vittoria, sia impossibile. Lo scopo della guerra non è la vittoria ma la continuità.  Cool
...|... ...۞...|...òǥ778Ⱦ877ǥó...|...۞... ...|...
Plutosky
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2240
Merit: 3905


View Profile
January 14, 2020, 12:06:40 PM
Merited by duesoldi (1), fillippone (1)
 #13775



La conservazione "fisica" di un bitcoin dal mio punto di vista non coincide solo con la conservazione di una chiave privata ma comprende anche il mantenimento della blockchain.

Il fatto che tu abbia attivo o meno un nodo non importa, ma qualcuno nel mondo deve mantenere la rete, e tra miner e nodi c'è bisogno di una spesa costante (se non crescente) per conservare i bitcoin (anche i tuoi).

Il fatto che io possa non dover sborsare un soldo per conservare i miei bitcoin è un dato vero, ma l'impatto energetico di questa conservazione c'è anche se non la pago direttamente io: la pagherò (forse) nel momento in cui vorrò spostare/spendere i miei bitcoin, quando le ricompense per blocco saranno diminuite molto. Al momento sembra tutto molto "gratuito", ma in realtà i costi ci sono eccome.

EDIT:

per fare un paragone più materiale:

la chiave privata è una chiave, il bitcoin è chiuso con un lucchetto (locking script ) dentro una cassetta di sicurezza (UTXO)

Sicuramente se voglio conservare il mio bitcoin devo:

a) conservare la chiave
b) conservare la cassetta di sicurezza

il punto a) è quello che differenzia i wallet (intesi come portachiavi) non-custodial da quelli custodial; di questa conservazione posso occuparmente io a costo quasi zero (con le dovute avvertenze richiamate da babo), in pratica posso tenermi la chiave di sicurezza in casa e non lasciare in banca anche quella;

Il punto b) è demandato sempre alla rete dei miner + i nodi (tra i quali posso esserci anch'io o meno, ma questo non importa). Anche limitandoci solo alla rete dei miner, sono loro che mantengono il registro pubblico (banca dati) che contiene la mia cassetta di sicurezza (UTXO). E questo mantenimento costa tanto.

Se vogliamo fare un confronto bitcoin - lingotto d'oro, il lingotto posso tenerlo anche a casa (pur con tutti i problemi annessi di sicurezza) oppure posso scegliere di metterlo in una cassetta di sicurezza in banca, il mio UTXO invece non posso in alcun modo custodirlo da solo, perchè è solo la rete decentralizzata che ne garantisce continuamente la validità e quindi l'esistenza.

I bitcoin non si conservano mai in proprio, diciamo però che la loro custodia in blockchain dà un senso di sicurezza comunque perchè non sono conservati in un luogo preciso (tipo una banca x in un posto y) ma sono sostenuti da una rete decentralizzata che continua a mutare nel tempo. E la blockchain non è gratis (i miner devono lavorarci e tanto, proof of "work" non a caso ...).

La rete conserva il mio bitcoin, io posso e devo conservare la proprietà di quel bitcoin mediante la salvaguardia della mia chiave privata.

Di sicuro la questione della custodia della chiave privata è molto più delicata dal punto di vista della sicurezza (anche se a costo nullo). Perchè è l'unico punto nel quale alla rete decentralizzata e antifragile si sostituisce il singolo e perciò molto fragile individuo.



Nessuno "conserva" i bitcoin, nè io, né la rete.

La blockchain si limita a dire che all'address X (quindi alla chiave pubblica X) corrisponde una certa quantità di btc.

Attraverso la mia chiave privata io dimostro al mondo che sono il proprietario di quella chiave pubblica X e quindi che sono il solo e legittimo "possessore" di quei btc.

E' chiaro quindi che una blockchain deve perlomeno essere esistita, perchè in sua assenza, io potrei dimostrare di essere il proprietario della chiave pubblica ma nessuno saprebbe, ne sarebbe in nessun modo dimostrabile, che a quella chiave pubblica corrispondono dei btc e quanti.

Supponiamo per assurdo che ci sia un black out mondiale e che la blockchain smetta di funzionare all'improvviso e allo stesso momento in tutto il pianeta. Nell' ultima "fotografia" del registro risulterebbe che all' address X corrisponde una quantità di bitcoin. Una fotografia che a quel punto diventerebbe statica perchè nessuno, in assenza di energia, potrebbe aggiornarla

Non potrei a quel punto spostare i bitcoin ma potrei conservarli semplicemente custodendo il mio diritto di spenderli che mi viene garantito, solo e soltanto, dalla mia chiave privata.

La conservazione di questo diritto di spesa nel tempo e la garanzia che questo diritto non mi possa venir tolto da nessuno si mantengono anche in assenza di energia elettrica.

Se la rete tornasse on line dopo un certo tempo allo stesso istante in tutto il mondo, la blockchain tornerebbe a funzionare e io a poter spendere i bitcoin.

Avrei conservato btc durante l’assenza di una blockchain attiva.

Questo in parte è già successo durante le 14 ore circa di “non funzionamento” della rete bitcoin nella sua storia. Sono stati fatti esempi (non malevoli) di double spending durante il reorg ma non è stato alterato il diritto di spendere i bitcoin di ogni possessore di una chiave privata

Anche un miner malevolo che portasse a termine un attacco di double spending potrebbe spendere due volte denaro suo. Ma non potrebbe spendere il mio.

Aggiungo un altra cosa: quando si parla di consumo energetico della rete bitcoin ci si riferisce al mining. che è responsabile del 99.999% del consumo.

Ma il mining (tramite POW) tecnicamente non è necessario al funzionamento né al mantenimento di una blockchain, è necessario solo ad evitare il double spending.

E' l'obolo che si deve pagare (volentieri) per avere un network globale, aperto e permissionless.

Per il resto il mantenimento di una blockchain, l'accodamento dei blocchi e la convalida delle tx potrebbero funzionare con algoritmi di consenso che consumano un milionesimo dell'energia della POW, come avviene nelle sidechain bitcoin, nella blockchain private o in quelle dove c'è una preselezione all'ingresso dei nodi



Riguardo a cosa succederà quando i bitcoin saranno minati:

Il numero di tx bitcoin è sempre aumentato nel lungo periodo, il 2019 è stato un anno record nonostante non sia stato un anno record per il prezzo.

Storicamente e’ sempre esistita una correlazione diretta tra il prezzo di bitcoin e il numero di transazioni, che non si capisce perché dovrebbe interrompersi.

Se aumenta il valore di bitcoin, aumenta l’holding (inizialmente) ma aumentano anche gli scambi tant’è vero che il numero maggiore di scambi ( e di commissioni incamerate dai miners) si è avuto in concomitanza con i picchi di prezzo di fine 2017 e metà 2019

Fin quando i bitcoin saranno utili e avranno valore, ci saranno persone disposte a scambiarli in proporzione a quel valore. E ci sarà un hashrate che li proteggerà in maniera automaticamente proporzionale al valore da proteggere, tramite l’aggiustamento della difficoltà.

Quindi l’unico caso in cui alla fine del processo di emissione il mining si azzeri è che i bitcoin siano diventati inutili.

Ma questo può teoricamente succedere sempre e sarebbe un grosso problema anche prima della fine del processo di emissione.

Si possono poi creare in futuro nuove forme di guadagno dei miners indipendenti dalle commissioni di tx on chain.

Le sidechain tramite il merge-mining sono un esempio: reti parallele che ampliano le funzionalità di bitcoin tramite l’emissione di nuovi token che girano su blockchain “laterali” a quella btc. Il merge-mining è la tecnica tramite la quale lo stesso hashrate, usato per proteggere la rete principale, viene usato per “difendere” la secondaria. E i miners in cambio incamerano le commissioni della sidechain, in btc e senza avere alcun costo ulteriore.

Già Rsk permette il merge-mining ampliando le funzionalità di btc in termini di smart contracts e dando la facoltà ai miners di guadagnare su transazioni legate a questa funzionalità (https://mining.rsk.co/ )

Liquid permette la creazione di nuovi token e il trasferimento di btc in tempi di finalizzazione impensabili per la rete principale. Tether, la più importante e usata stablecoin esistente, sta progressivamente abbandonando blockchain ERC20 per girare su Liquid. Per emettere il token
Liquid devo spostare Btc, facendo una tx on-chain così come per creare un canale LN. Più aumentano le funzionalità di “strati” laterali e sovrastanti alla rete bitcoin, più aumenta il valore di bitcoin e più aumenta la necessità di fare transazioni on-chain. E quindi alla fine più aumentano i ricavi dei miners.

L’oro fisico viene spostato poco in rapporto a quanto vale nel complesso perché il costo di spostare oro è funzione esponenziale della distanza e della quantità , mentre il costo di spostare btc non è funzione né dell’uno né dell’altra.

E soprattutto perché sopra l’oro è stata creata un’economia di carta e di intermediazione che permette lo spostamento dell’oro senza spostarlo fisicamente, al costo di perderne la disponibilità diretta e personale. Cosa che con bitcoin non è necessaria.

npub1w6p7uh5nurh8r9h7s7vc6hv0xdqv9qxtrnsnfj82fv2azfsl43eqf77dqp
Neo_Coin
Sr. Member
****
Offline Offline

Activity: 1204
Merit: 293


"Be Your Own Bank"


View Profile
January 14, 2020, 03:23:49 PM
 #13776


Intanto lo stato della regolamentazione:

https://news.bitcoin.com/regulatory-roundup-eu-wide-crypto-regulations-new-rules-in-europe-us-asia/?fbclid=IwAR27kpfVu7Zu2sc9DBhshxAR5POfC--nBE6YjeBDPXVX8ukGA90rYLr3pOQ

- "Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate".
arulbero
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 1911
Merit: 2068


View Profile
January 14, 2020, 03:39:56 PM
 #13777

Nessuno "conserva" i bitcoin, nè io, né la rete.

La blockchain si limita a dire che all'address X (quindi alla chiave pubblica X) corrisponde una certa quantità di btc.

Attraverso la mia chiave privata io dimostro al mondo che sono il proprietario di quella chiave pubblica X e quindi che sono il solo e legittimo "possessore" di quei btc.

Un bitcoin è una catena di firme digitali che va dalla/e coinbase fino all'indirizzo X. Questa sequenza è nella blockchain. Quindi la blockchain non si "limita a dire", è l'unico posto che ospita quella particolare informazione digitale che chiamiamo bitcoin.

Che cosa intendi tu altrimenti con "una certa quantità di bitcoin"? Dove sono i tuoi bitcoin? Dove sono tutti i 18 milioni di bitcoin minati finora?

E' chiaro quindi che una blockchain deve perlomeno essere esistita, perchè in sua assenza, io potrei dimostrare di essere il proprietario della chiave pubblica ma nessuno saprebbe, ne sarebbe in nessun modo dimostrabile, che a quella chiave pubblica corrispondono dei btc e quanti.

Supponiamo per assurdo che ci sia un black out mondiale ...

La conservazione di questo diritto di spesa nel tempo e la garanzia che questo diritto non mi possa venir tolto da nessuno si mantengono anche in assenza di energia elettrica.

Se la rete tornasse on line dopo un certo tempo allo stesso istante in tutto il mondo, la blockchain tornerebbe a funzionare e io a poter spendere i bitcoin.

Avrei conservato btc durante l’assenza di una blockchain attiva.

Questo in parte è già successo durante le 14 ore circa di “non funzionamento” della rete bitcoin nella sua storia. Sono stati fatti esempi (non malevoli) di double spending durante il reorg ma non è stato alterato il diritto di spendere i bitcoin di ogni possessore di una chiave privata

La blockchain scatta delle fotografie ogni certo intervallo di tempo, che è una variabile aleatoria. Quindi è previsto che il processo di aggiornamento della blockchain (= creazione di un nuovo blocco) possa "fermarsi" anche per 2 o 3 ore. Certo che i bitcoin non scompaiono per poche ore di blackout, ma questo non è fare a meno della blockchain, è il suo modo naturale di funzionare.

Ferma l'aggiornamento della blockchain per 6 mesi e allora il discorso cambia.


Aggiungo un altra cosa: quando si parla di consumo energetico della rete bitcoin ci si riferisce al mining. che è responsabile del 99.999% del consumo.

Ma il mining (tramite POW) tecnicamente non è necessario al funzionamento né al mantenimento di una blockchain, è necessario solo ad evitare il double spending.

E' l'obolo che si deve pagare (volentieri) per avere un network globale, aperto e permissionless.

Per il resto il mantenimento di una blockchain, l'accodamento dei blocchi e la convalida delle tx potrebbero funzionare con algoritmi di consenso che consumano un milionesimo dell'energia della POW, come avviene nelle sidechain bitcoin, nella blockchain private o in quelle dove c'è una preselezione all'ingresso dei nodi

....

Le sidechain tramite il merge-mining sono un esempio: reti parallele che ampliano le funzionalità di bitcoin tramite l’emissione di nuovi token che girano su blockchain “laterali” a quella btc. Il merge-mining è la tecnica tramite la quale lo stesso hashrate, usato per proteggere la rete principale, viene usato per “difendere” la secondaria. E i miners in cambio incamerano le commissioni della sidechain, in btc e senza avere alcun costo ulteriore.

Le sidechain si appoggiano su Bitcoin, cioè sulla blockchain. A me non pare affatto secondario il ruolo della POW nella blockchain di bitcoin, il suo funzionamento non può prescindere dalla sua sicurezza, e questa è data dalla spesa necessaria per potere aggiornare il registro.
La blockchain di Bitcoin è così preziosa proprio perchè è anche molto costosa, il cambio da POW a POS o altro è sicuramente possibile ma sarebbe anche un salto nel vuoto.


Già Rsk permette il merge-mining ampliando le funzionalità di btc in termini di smart contracts e dando la facoltà ai miners di guadagnare su transazioni legate a questa funzionalità (https://mining.rsk.co/ )

Liquid permette la creazione di nuovi token e il trasferimento di btc in tempi di finalizzazione impensabili per la rete principale. Tether, la più importante e usata stablecoin esistente, sta progressivamente abbandonando blockchain ERC20 per girare su Liquid. Per emettere il token
Liquid devo spostare Btc, facendo una tx on-chain così come per creare un canale LN. Più aumentano le funzionalità di “strati” laterali e sovrastanti alla rete bitcoin, più aumenta il valore di bitcoin e più aumenta la necessità di fare transazioni on-chain. E quindi alla fine più aumentano i ricavi dei miners.

Questa infatti è la speranza per il futuro. E bisognerà aumentare la dimensione dei blocchi.
bitcoin-shark
Hero Member
*****
Offline Offline

Activity: 2772
Merit: 605


Chainjoes.com


View Profile
January 14, 2020, 07:41:53 PM
 #13778

ecco io non la chiamerei valuta digitale(tassabile) ma bene personale(non tassabile),comunque credo il problema non si pone almeno non per noi visto che per finire di minare i bitcoin rimasti si arriverà al 2100(almeno credo) comunque se per assurdo nessuno minasse piu bitcoin,nessuno fosse piu interessato a comprarlo ovviamente non varrebbe piu niente,stesso discorso per l'oro se l'interesse degli investitori si spostasse su diciamo silicio,litio o graphite anche l'oro non varrebbe piu niente,per me la custodia del bitcoin ha costo 0,se nessuno mina piu bitcoin(per assurdo) posso vendere direttamente il wallet che li custodisce...

█▀▀▀










█▄▄▄
CHAIN JOES
▀▀▀█










▄▄▄█
█▀▀▀










█▄▄▄
|
▀▀▀█










▄▄▄█
📝
duesoldi
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 2492
Merit: 2609


View Profile
January 14, 2020, 08:54:39 PM
Merited by babo (3)
 #13779

Purtroppo un metodo sicuro al 100% non c'è.
Metti che le pk di tutti i tuoi wallet le metti in tanti file zippati con password cifrata (una sola) in sha-256 o AES o quel che ti pare.
Ma la password devi cmq ricordartela tu.
Già se la scrivi da qualche parte in chiaro la sicurezza si abbassa.
E se ad un certo momento ti viene un amnesia come quando sei davanti al bancomat e i 5 numeri che ti sei sempre ricordato senza fatica non ti vbengono più in mente?
Ripeto, secondo me un metodo sicuro al 100% non  c'è.... purtroppo.

Ne parlavo con altri del forum recentemente: non esiste un metodo sicuro al 100% ma esistono molti metodi sicuri e facili da ricordare. Basta lavorare un po' di fantasia.....  Cheesy
Ad esempio prendi una frase di un libro famoso (es. "Inferno", capitoloX, prima frase) e costruisci la pwd prendendo le prime lettere di ogni parola di quella prima frase.
Non ti ricorderai la frase, ma per ricostruire la pwd basta che ti ricordi di quale capitolo hai preso la prima frase, direi facilissimo da ricordare no ?
Non c'è il pericolo di perdere il libro - fuoco, allagamento, terremoto, .... -  perché tanto una qualsiasi altra copia avrebbe la stessa funzionalità per te. E nessuno sarebbe in grado di indovinarla visto che solo tu sapresti la regola che hai seguito (quale capitolo e  quale frase).
Secondo me è un metodo efficace e sicuro, e naturalmente è solo un'idea che chiunque può personalizzare cambiando piccole cose.

Il pericolo quindi qual è ? quello che diceva @babo:

e se voi morite? si perde tutto?

ma di questo in realtà abbiamo parlato in altro thread un paio di anni fa - vado a memoria.
Avevo letto parecchi suggerimenti ottimi ma quello che buttai lì io - e per questo me lo ricordo  Grin - era un metodo di questo tipo (appunto per cautelarci contro il rischio che alla mia morte il wallet venga perso magari perché gli eredi non sanno nemmeno che avevo Btc):

- creo un wallet multisig, ad esempio di tipo 2/3 (due firme su 3 necessarie per sbloccare)
- due chiavi le tengo io e le uso finché sono in vita per firmare
- la terza la do a una persona di cui ho fiducia anche se senza le mie chiavi questa persona da sola non potrebbe comunque spendere i miei Btc
- poi uso un servizio per inviare a quella persona le mie chiavi in caso di morte; un servizio del tipo ifttt.com  (se non mi faccio vivo una volta al mese manda una mail al mio erede), oppure un semplice programma python che invia una mail con le chiavi se non compio un'azione entro tot tempo, programma che posso far girare sui una RasbPI a casa mia o su una Vps minimale nel caso voglia essere sicuro che la rete funzioni (30€/anno che chiunque può permettersi)

Fin che io sarò in vita le mie chiavi rimarranno a me, quando morirò, dopo tot settimane sarà mandata la mail con le chiavi alla persona/erede che voglio entri in possesso dei btc.

Anche questo meccanismo lo posso complicare  a piacere aumentando il numero di firme e/o distribuendo a più attori chiavi o pezzi di chiave. L'unica cosa di cui mi devo preoccupare è che queste persone siano consapevoli dell'importanza di conservare quella chiave che avrò dato loro, anche se non necessariamente devo dire che è una chiave Btc, posso limitarmi a dire che è una cosa importante da conservare perché è legata all'eredità che intendo lasciare alla mia morte: non spiegando il meccanismo mi cautelo circa il fatto che qualcuno possa essere tentato dal giocare brutti scherzi (anche se per definizione sto parlando di persone di fiducia, quindi.....).
Nella mail potrò poi mandare un documento che spieghi cosa fare di queste firme.

In sintesi: anche qui sistemi sicuro al 100% non ce ne sono, ma imho ci si può avvicinare moooooolto ad un elevatissimo livello di sicurezza nella conservazione delle chiavi, e nella "certezza" che alla mia morte il wallet non vada perso.
E non ho volutamente citato i servizi che stanno nascendo per dare questo tipo di garanzie; se non erro proprio a inizio 2019 ne erano saltati fuori due.


Tornando invece all'interessantissimo scambio che state facendo su Btc/oro mi viene da fare una riflessione: il punto "cosa succederà quando non si mineranno più Btc" secondo me è irrilevante per due motivi:

1) visto che comunque l'halving sappiamo che continuerà a dimezzare i Btc minati ogni 4 anni, non vedo molta differenza tra l'anno 2136/2140  e i 4 anni precedenti, o gli 8 o i 12. Rimane vero il fatto che il premio per i miner sarà sempre più costituito dalle fee rispetto al premio Btc di blocco. E' questo che conta e che ci deve far riflettere.
Non mi sembra cioè che il discorso sia da riferirsi ad uno specifico anno (fine reward btc per il blocco) ma piuttosto ad un periodo che coprirà decine di anni. Un numero di anni così elevato che imho il passaggio alle sole fee potrebbe essere del tutto indolore.

2) si parla comunque di un periodo troppo in là nel tempo e prima di questo bisognerà affrontare sfide più importante: quantum computer e altro, che porteranno per forza di cose a modificare qualcosa nel protocollo.
Non è detto che questo debba comportare anche una modifica nelle regole di "premio" di blocco (anche per non alterare il tetto dei 21 mln) ma potrebbero altresì modificare qualche altro aspetto utile a incentivare in altri modi i miner.

Insomma per me questo aspetto del fine premio è una cosa che non dovrebbe destare preoccupazioni oggi.



babo
Legendary
*
Offline Offline

Activity: 3528
Merit: 4035



View Profile WWW
January 14, 2020, 09:02:26 PM
 #13780

Come nn meritati duesoldi

Hai riassunto in toto il mio modo di pensare e operare.
È una sbatta, fare account multisig, spedire, dare chiavi, etc


Ma quando imprevisto accade, almeno sei in parte coperto

Altrimenti è come nn avere niente

.freebitcoin.       ▄▄▄█▀▀██▄▄▄
   ▄▄██████▄▄█  █▀▀█▄▄
  ███  █▀▀███████▄▄██▀
   ▀▀▀██▄▄█  ████▀▀  ▄██
▄███▄▄  ▀▀▀▀▀▀▀  ▄▄██████
██▀▀█████▄     ▄██▀█ ▀▀██
██▄▄███▀▀██   ███▀ ▄▄  ▀█
███████▄▄███ ███▄▄ ▀▀▄  █
██▀▀████████ █████  █▀▄██
 █▄▄████████ █████   ███
  ▀████  ███ ████▄▄███▀
     ▀▀████   ████▀▀
BITCOIN
DICE
EVENT
BETTING
WIN A LAMBO !

.
            ▄▄▄▄▄▄▄▄▄▄███████████▄▄▄▄▄
▄▄▄▄▄██████████████████████████████████▄▄▄▄
▀██████████████████████████████████████████████▄▄▄
▄▄████▄█████▄████████████████████████████▄█████▄████▄▄
▀████████▀▀▀████████████████████████████████▀▀▀██████████▄
  ▀▀▀████▄▄▄███████████████████████████████▄▄▄██████████
       ▀█████▀  ▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀  ▀█████▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀▀
.PLAY NOW.
Pages: « 1 ... 639 640 641 642 643 644 645 646 647 648 649 650 651 652 653 654 655 656 657 658 659 660 661 662 663 664 665 666 667 668 669 670 671 672 673 674 675 676 677 678 679 680 681 682 683 684 685 686 687 688 [689] 690 691 692 693 694 695 696 697 698 699 700 701 702 703 704 705 706 707 708 709 710 711 712 713 714 715 716 717 718 719 720 721 722 723 724 725 726 727 728 729 730 731 732 733 734 735 736 737 738 739 ... 1302 »
  Print  
 
Jump to:  

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.19 | SMF © 2006-2009, Simple Machines Valid XHTML 1.0! Valid CSS!